Your SlideShare is downloading. ×
arcireport
                 s e t t i m a n a l e                  a      c u r a        d e l l ’ A r c i


www.arci.it  ...
arci          welfare
                                                                          arcireport
               ...
arci          migranti
                                                                          arcireport
              ...
arci          ambiente
                                                                         arcireport
               ...
arci                     solidarietàaquila
                                                                           arci...
arci            cultura
                                                                                arcireport
       ...
arci          internazionali
                                                                         arcireport
         ...
VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE ARCI


               CONTRIBUTIALDIBATTITO                                                  ...
VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE ARCI

       CONGRESSI TERRITORIALI                                                          ...
arci          arci
                                                                         arcireport
                   ...
N 7
N 7
N 7
N 7
N 7
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

N 7

1,177

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,177
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "N 7"

  1. 1. arcireport s e t t i m a n a l e a c u r a d e l l ’ A r c i www.arci.it anno VIII - n. 7 report@arci.it 23 febbraio 2010 Dio, patria e famiglia C'è un limite all'indecenza del potere? Il feno- meno della corruzione si allarga a macchia d'olio, coinvolge imprese, istituzioni, politica, magistratura. Un'intera classe dirigente è sotto accusa, lo sconcerto cresce nell'opinio- ne pubblica. Con le elezioni alle porte e il con- senso che inizia a vacillare, Berlusconi corre ai ripari: tolleranza zero, moralizzazione, nuove leggi contro la corruzione. Ma è solo l'ennesimo spot. Quelle leggi non le faranno mai, troppo pericolose per i partiti di Governo e per lo stesso Premier, incompatibi- li con l'esigenza di garantire impunità a se stesso e agli uomini con cui ha costruito il suo sistema di potere. Non ce la fanno a metter fuori dalle liste gli indagati e liberare il Parlamento dai corrotti (Cosentino docet). Ma ciò che conta è sparare annunci, agitare la retorica del fare anziché fare davvero, con la complicità di troppi media compiacenti. Mentre a destra la resa dei conti assume toni da declino dell'impero, Berlusconi è costretto a rilanciare il bluff. Ma non riesce più a tra- smettere un'idea che tenga insieme il suo Sabato 27 febbraio si terrà in numerose piazze italiane la manifestazione I diritti alzano la voce - pagina 2 popolo. La gente comincia a non credere alle favole, perché vede coi suoi occhi il Paese franare: franano i territori feriti dalla specula- zione, franano l'economia, l'occupazione, l'eti- Il 26 e il 27 febbraio si terrà a Roma ca civile umiliata da furbetti e banditi. E sale la protesta. Sabato torna in piazza il il Congresso nazionale dell’Ucca popolo viola, in nome della legalità e della Fare cultura, costruire senso: il ruolo dei Ucca e l’intervento di Paolo Beni, Presiden- Costituzione; le associazioni (con l'Arci) riven- nuovi circoli del cinema è il titolo del XII te nazionale dell’Arci. In serata, in antepri- dicano più welfare e tutele sociali con l'inizia- Congresso nazionale dell'Ucca, l'Unione dei ma nazionale, la proiezione de I gatti per- tiva I diritti alzano la voce; il primo marzo circoli cinematografici dell'Arci, che si terrà il siani dell'iraniano Bahman Ghobadi. Sabato saranno i migranti a mobilitarsi in difesa dei propri diritti; il 20 saremo in piazza a Roma, 26 e 27 febbraio presso la Casa del Cinema 27 alle ore 10 si terrà la tavola rotonda La per l'acqua e i beni comuni, a Milano contro le a Roma. Saranno presenti 150 delegati, in diffusione del cinema: dalla parte degli spet- mafie e l'illegalità. Si ribellano gli aquilani, tra- rappresentanza dei 300 circoli del cinema tatori. I lavori si concluderanno con l'elezio- diti dalle false promesse e mortificati da chi diffusi su tutto il territorio nazionale. Il ne dei nuovi organismi dirigenti e del ride e ingrassa sulla loro tragedia. Bordate di Congresso si aprirà con la relazione intro- Presidente nazionale dell'Ucca. fischi persino a Sanremo, di fronte a una can- duttiva di Greta Barbolini, Presidente di (a pagina 16 le richieste dei circoli) zone stupidamente infarcita di retorica reazio- naria all'insegna di dio, patria e famiglia. Al peggio non c'è mai fine, neppure nelle canzo- INTERVISTA A SERGE LATOUCHE ‘CANTADA PER L’IVAN’ nette. Ma finché resiste la capacità di indi- Uno dei maggiori teorici della decrescita e Al circolo Arci Gambolese un’intera gnarsi, c'è ancora una chance per salvare il critico della ‘occidentalizzazione del mondo’ giornata in ricordo del cantautore Paese. (pagina 8) (articolo a pagina 11) il Lampadiere «C'È UNA REGOLA SU CUI DOVREMMO USARE LO SCALPELLO: QUELLA CHE RENDE IMMARCESCIBILI LE FACCE DEI POTEN- TI. DIFATTI UN POTERE SENZA DATA DI SCADENZA PUÒ INEBRIARE ANCHE GLI ASTEMI. TI SENTI INVINCIBILE, MA IL SENSO DI IMPUNITÀ È IL PRIMO ELEMENTO DELLA CORRUZIONE. PER QUESTA RAGIONE NELL'ANTICA GRECIA LE MAGGIORI CARI- CHE DURAVANO UN ANNO O ANCHE SOLTANTO UN GIORNO, COME NEL CASO DELL'EPISTATE DEI PRITANI, IL CAPO DELLO STATO. PER LA MEDESIMA RAGIONE POTEVANO RICOPRIRSI UNA SOLA VOLTA NELLA VITA, O AL MASSIMO DUE. IN DEMO- CRAZIA - DICEVA ARISTOTELE - SI GOVERNA E SI VIENE GOVERNATI A TURNO». (MICHELE AINIS, LA STAMPA 20 FEB- BRAIO)
  2. 2. arci welfare arcireport 2 I diritti alzano la voce: perché nel nostro Paese non si passi dallo Stato sociale a quello penale irando per l’Italia, per assemblee e finanziario negli anni passati e hanno G manifestazioni, capita spesso che precari, lavoratori, pensionati ci invitino a parlare un linguaggio semplice e rischiato di far crollare l’intero sistema eco- nomico mondiale per la loro colpevole voracità. Il salvataggio delle banche, dopo Il 27 febbraio giornata di mobilitazione diretto per rappresentare in maniera più anni di neoliberismo, che aveva negato efficace e concreta il peso drammatico alla radice ogni forma di controllo pubblico La campagna I diritti alzano la voce è nata della crisi economica che grava sulle loro sul mercato, diviene la più esplicita ammis- nella primavera del 2009, quando alcuni spalle. Ci dicono: «Non parlate di welfare, sione di quanto questa politica fosse solo esponenti del Terzo settore hanno cominciato parlate di sociale, di lavoro e disoccupazio- un mero assunto ideologico al servizio dei a incontrarsi, condividendo un'insoddisfazio- ne, di precarietà e reddito di cittadinanza, grandi speculatori e delle multinazionali ne profonda per come i temi del welfare sono di servizi tagliati e sostegno scolastico, che hanno inteso la globalizzazione come affrontati dalla politica e dai media. Da questo parlate di non autosufficienza e di solitudi- ricerca forsennata di aree di produzione scambio di idee è nata l’idea di prendere posi- ne degli anziani, di spazi negati ai bambini prive di vincoli sociali e ambientali e di zione pubblicamente con un Manifesto per il e furto di futuro per le nuove generazioni. nuove aree di consumo illimitato. La cecità welfare sottoscritto da diverse organizzazioni Più si esce dalla propaganda e dai talk di questo modello crollato sotto le macerie e presentato alla stampa nel luglio 2009. Da show e più si allunga la lista dei drammi di della stregoneria finanziaria si accompa- quel momento è partito un ciclo di incontri a milioni di persone a cui la crisi ha solo gna ai risultati sempre più negativi dei cui hanno partecipato sempre più soggetti del aggravato la condizione. Per spiegare grandi vertici internazionali su temi rilevan- volontariato e del Terzo settore, che ha porta- meglio cosa vuol dire ‘welfare’, oltre a riba- ti come il clima, la fame o il contrasto alla to a un risultato concreto: la definizione di un dire il valore della grande costruzione di un povertà. Si registra un bilancio negativo su sistema pubblico di protezione sociale che tutta la linea per quanto concerne la tutela documento base generale che contiene un'a- ha accompagnato l’affermazione delle de- dei diritti sociali, la qualità della vita, il lavo- nalisi della situazione presente rispetto al mocrazie in Europa, a volte aiuta ricordare, ro e la salute. Sul piano nazionale siamo tema dei diritti e, soprattutto, una proposta in negativo, cosa non dovrebbe essere il immersi in un infinito talk show che ha tra- politica forte, di sistema, per un nuovo welfare welfare: per esempio erogare miliardi alle sformato la politica in una disputa da ba- articolato per aree di priorità. A questo docu- banche che hanno predato il mercato raccone giocata tutta dentro la scatola mento se ne è aggiunto un secondo, la mediatica delle tv, che non sa più Piattaforma politica, in cui sono indicate le raccontare, salvo rari casi, la profon- proposte considerate prioritarie. Inoltre, si è da drammaticità dei vissuti di chi sta deciso che era arrivato il momento non solo di Il calendario con tutte soffrendo e non ha le risorse suffi- prendere posizione e continuare l'azione di le iniziative nelle piazze cienti per uscire dal disagio. Le intenzioni del Governo sul sociale pressione sulle istituzioni e sulla politica, ma di dar vita a una vera e propria campagna, Tra le iniziative in programma per sabato 27 febbraio, si sono ben descritte nel libro bianco capace di parlare all'opinione pubblica, ai cit- organizzeranno punti informativi con distribuzione dei che nega l’utilità di interventi a soste- tadini, e non solo agli addetti ai lavori. Nasce depliant e delle cartoline della campagna in numerose gno del reddito, distingue la povertà così la prima giornata di mobilitazione nazio- città, in particolare a Firenze, Milano, Potenza, relativa da quella assoluta, contrap- nale in favore dei diritti sociali, che si svolgerà pone i ‘privilegi’ degli anziani alla pre- il 27 febbraio in molte piazze italiane, in cui si Catanzaro, Boves, Cantù, Pergine Valdarno, Ferrara, carietà delle nuove generazioni, organizzeranno eventi e si raccoglieranno Fiesso Umbertiano, Albignasego, Torre De' Picenardi, nemmeno considera la riforma dei Villafranca di Verona, Erba. A Roma, in piazza Santa firme per il documento 10 proposte per servizi sociali, la 328, e relega il Maria Ausiliatrice, ci sarà un'attività di informazione, un’Italia civile. Terzo settore ad una funzione di ero- sensibilizzazione e animazione sui temi della campa- Info: www.idirittialzanolavoce.org gatore di ‘dono’ e volontariato. Il libro gna. Sarà allestito un gazebo per la diffusione dei bianco propone la strada di ulteriori materiali di comunicazione e per la raccolta delle ade- deroghe alla legislazione sul lavoro sioni. per creare occupazione. Nell’ultimo investendo nella macchina infernale del Punti informativi saranno allestiti anche in via del anno si sono persi migliaia di posti, la controllo che va dalla videosorveglianza ai Casale de Merode e in via Laurentina. A Tor Sapienza ricetta del Governo ha fallito, ma si Cie, alle carceri passando per la prolifera- sarà proiettato il film Per chi suona la campanella, a cui continua a negare la gravità della zione di una miriade di restrizioni e divieti seguirà un dibattito sui temi della solidarietà intergene- crisi e a fornire ricette sbagliate e spesso insensati e ridicoli. Contro questa razionale. A Perugia, presso la sala del Consiglio pro- pericolose. deriva ci opponiamo con il nostro impegno vinciale, i gruppi della regione Umbria presenteranno in Si propone un’idea residuale di wel- quotidiano nei territori e nei luoghi del con- una conferenza stampa gli obiettivi e i materiali della fare che scarica sulle famiglie e sulle flitto proponendo una prospettiva di cam- campagna. Anche a Padova ci sarà una conferenza donne in particolare una buona parte biamento capace di rimettere in discus- stampa, a cui sono stati invitati a partecipare i candidati del lavoro di cura e confina il disagio sione il modello sociale, i suoi miti nefasti a governatore regionale e i candidati consiglieri regio- nel carcere e nelle nuove forme dis- di crescita e competizione e la necessità di nali. Nel Friuli Venezia Giulia sarà organizzata una seminate di controllo sociale. dare spazio alla cultura, alle relazioni ‘carovana del welfare’, con un treno che partirà da Nell’afasia dello scontro politico rac- umane, alla coesione sociale. Il 27 feb- Pordenone con fermate intermedie a Udine e Gorizia, chiuso nel piccolo schermo si sta braio, in tante città d’Italia, I diritti alzano la per arrivare a Trieste. Nelle quattro stazioni si terranno passando dallo Stato sociale a quello voce. punti informativi e una breve conferenza stampa. penale, tagliando fondi per i servizi e Info: giovagnoli@arci.it n. 7 23 febbraio 2010
  3. 3. arci migranti arcireport 3 L’Arci e Medici senza frontiere incontrano la missione europea sui fatti di Rosarno ei giorni scorsi una delegazione uffi- nonostante la visibilità che ha avuto quan- N ciale della Commissione libertà pubbliche del Parlamento europeo è venuta in Italia per una missione di inda- to è successo, e la rilevanza internaziona- le assunta, al momento ci siano nuova- mente centinaia di braccianti di origine Le iniziative locali del primo marzo gine sui fatti di Rosarno. straniera provenienti soprattutto dall’Africa L’Arci e Medici senza frontiere sono state Sub-sahariana senza alcun tipo di inter- Tante le iniziative dell’Arci in preparazione del le sole due organizzazioni chiamate a vento e di tutela da parte dello Stato. Alle primo marzo e dello sciopero degli immigrati. incontrare la missione, a riconoscimento di parole non è seguito niente, tutto viene È stata realizzata a Prato la Cena con i sapo- un ruolo svolto anche a livello europeo. Il metabolizzato e la propaganda si svela per ri del mondo, che ha consentito di finanziare fatto che sia stata accolta la richiesta avan- quello che è, lasciando ancora una volta la grande festa prevista per il 27 febbraio: il zata da diversi parlamentari europei di pro- soli persone e territori. cuore del centro storico sarà infatti teatro di muovere una missione ufficiale per verifi- Oltre ai braccianti di pelle nera, migliaia di uno spettacolo musicale del Workcenter of care il contesto e le responsabilità di quei altri braccianti stranieri sono presenti nel- Jerzy Grotowski and Thomas Richards basa- fatti, conferma quanto sofferente sia consi- l’area, e non solo intorno a Rosarno. Per to sui testi di Allen Ginsberg. Il primo marzo, derato lo stato della democrazia nel nostro tutti costoro, molti dei quali provenienti da in concomitanza alla manifestazione naziona- Paese anche a livello internazionale. paesi membri dell’Ue, non è previsto alcun le, ci sarà un presidio e un volantinaggio. Come è noto l’Europarlamento ha una programma di inserimento e nessun tipo di Numerosi circoli Arci di Milano hanno aderito maggioranza di centro destra, tuttavia sostegno nè pubblico nè privato. con manifestazioni di preparazione alla gior- anche gruppi che appartengono allo stes- Eppure la legge attribuisce chiaramente ai nata conclusiva: dalla parata in maschera con so schieramento dell’attuale Governo ita- datori di lavoro, alle aziende, la responsa- liano ritengono il nostro un Paese a forte bilità di provvedere all’alloggio dei lavora- carri e giochi senza frontiere per tutti, senza rischio di razzismo e di involuzione antide- tori stagionali. Il Governo ha peraltro re- distinzione di età e cultura, organizzata il 20 mocratica. centemente scelto di non ottemperare a febbraio presso la stazione centrale di Milano, La stessa Commissione per i diritti umani quanto disposto dalla Direttiva europea sul alla Notte gialla del 26 febbraio promossa dal del Consiglio d’Europa ha più volte richia- lavoro nero degli irregolari, rimandando a circolo Arci Metromondo, serata di parole, mato l’Italia alle sue responsabilità in mate- chissà quando l’approvazione di una legge musica e spettacolo; dalle proiezioni al circolo ria di diritti umani, lotta al razzismo e diritto di recepimento della Direttiva, che consen- Metissage di Storie migranti e Essere norma- d’asilo. ta di regolarizzare le posizioni lavorative, le, alla musica dal vivo del Bitte con i Nell’incontro, l’Arci ha confermato di ritene- anche con un’autodenuncia del datore di Muzicanti di Palval e i Noy, in programma il 26 re il Governo responsabile per quanto lavoro. Questo permetterebbe di sanare febbraio; dal pranzo antirazzista al circolo accaduto a Rosarno, sottolineando come, migliaia di rapporti di lavoro, di incassare i Terranova di Cesano Boscone, il 28 febbraio, contributi relativi alle posizioni lavora- al presidio conclusivo del primo marzo, tive e fiscali e di intervenire in un’ davanti a Palazzo Marino, con musica, infor- area opaca del mondo del lavoro, ora mazione e tanto altro e dalle 18 con la fiacco- Rosarno chiama Italia abbandonata al conflitto senza rego- lata in piazza del Duomo. Assemblea pubblica le e allo sfruttamento del caporalato e delle piccole e grandi mafie locali. Dopo il ‘pranzo dei popoli’ che si è tenuto il 14 febbraio all’Arci di via Tortona, Genova si pre- Ma l’Europa e il Governo sono anche para per la manifestazione del primo, che par- È possibile, a partire da quanto è successo a Rosarno responsabili della situazione di estre- più di un mese fa, riflettere insieme a chi lì vive e lavo- tirà da piazza della Commenda. ma fragilità del mercato degli agrumi ra, straniero o autoctono, su come costruire le condi- A Trieste, infine, lo sciopero è stato presenta- che rende più difficile, se non impos- zioni di una serena convivenza che abbia come pre- to l’11 febbraio con un’iniziativa simbolica sibile, il normale confronto tra le parti. supposto il principio costituzionale dell’uguaglianza, il davanti alle Poste centrali, luogo frequentato Il processo che determina i prezzi rispetto della dignità e i diritti di tutti? fuori da ogni regola e l’assenza di dai migranti alle prese con le lunghe procedu- Da questo interrogativo nasce l’assemblea pubblica una politica che regolamenti il siste- re amministrative per regolarizzare la propria che si terrà il primo marzo alle 15.30 all’Auditorium del ma economico che gira intorno all’a- posizione. liceo Piria, a Rosarno. Rosarno chiama Italia, diritti e gricoltura lascia i produttori, soprat- sviluppo per un futuro diverso è il titolo dato all’iniziati- tutto quelli piccoli, in balia dei grandi va, che vedrà, dopo l’introduzione di Filippo Miraglia, gruppi in rapporti di forza impari. Così responsabile immigrazione dell’Arci, gli interventi di si determina una guerra tra poveri futuro per molte aree del Paese, e non Fausto Bertinotti, presidente della Fondazione Camera nella quale sono destinati a soccom- solo per la cittadina calabrese. Proveremo dei deputati; Tito Boeri, economista, docente all’Univer- bere i più deboli, cioè i braccianti agri- a lanciare delle proposte, fondate sulla sità Bocconi di Milano; Laura Boldrini, portavoce in coli, senza che però nessuno possa nostra presenza territoriale e su un’idea di Italia dell’Alto Commissariato Onu per i rifugiati; Pap dirsi davvero vincitore. sviluppo che deve conciliarsi con quella di Kouma, scrittore di origine senegalese residente a Il primo marzo l’Arci sarà a Rosarno, dignità e rispetto dei diritti di tutti. Milano. perché siamo convinti che si possa Vedremo cosa dirà l’Europa, se continuerà Concluderà Paolo Beni, presidente nazionale dell’Arci. costruire un’alleanza tra i braccianti a scegliere di rappresentare solo gli inte- Presiederà il dibattito Giuseppe Fanti, presidente Arci stagionali e i piccoli produttori, come ressi delle maggioranze governative o Reggio Calabria; coordinerà Giuseppe Scandinaro, è già successo in passato, per risa- quelli dei propri cittadini. presidente del circolo Arci di Rosarno. nare un’economia che rappresenta il Info: miraglia@arci.it n. 7 23 febbraio 2010
  4. 4. arci ambiente arcireport 4 In Val di Susa tornano in scena i manganelli delle forze dell’ordine, violenza e aggressioni ono di nuovo entrati in scena i man- braccio destro e al basso ventre. «È come S ganelli in Val di Susa, quelli delle forze dell'ordine, per reprimere dura- mente manifestanti disarmati, arrabbiati e se fosse stata investita da un'auto» dice il marito Paolo, anche lui ambulante. Marinella e Paolo erano fra quei circa tre- Valutazione di impatto ambientale per la cava nonviolenti. Gli scontri del 17 febbraio scor- cento No tav che alle 19 di mercoledì si so a Coldimosso arrivano dopo i numerosi sono scontrati con le forze dell’ordine che Le associazioni di Cantello e Varese non ci incendi dolosi che hanno distrutto i presidi li hanno caricati per difendere il sito S72 in stanno: promettono ferma opposizione alla No tav di Borgone e Bruzolo, e ci vuole il frazione Coldimosso. Raccontano di pal- cava sotto la collina dei Trescali. Per questo peggio della disinformatja bipartisan per loncini pieni d'acqua lanciati in direzione martedì sera il consiglio comunale ha chiesto trasformare le palle di neve tirate sulla poli- delle forze dell'ordine. ufficialmente alla Regione Lombardia e alla zia in sassi e bastoni, e un ragazzo pestato «Ad un certo punto - prosegue Marinella - Provincia di sottoporre il progetto di recupero duramente e poi ricoverato in gravi condi- ho sentito delle urla tremende che arriva- della cava Coppa alla Valutazione di impatto zioni con un trauma cranico (Simone), in un vano dai poliziotti in tenuta antisommossa. ambientale. Oltre al voto dei consiglieri hanno «anarco insurrezionalista, che ha accusato Era partita la carica e ce ne siamo accorti sostenuto la richiesta quasi 1500 firme, rac- un malore». in ritardo perché era notte e avevamo i fari colte in pochissimo tempo dai cittadini e dal «Un’aggressione terribile che mi segnerà contro. Sono caduta e in quattro mi sono gruppo di associazioni che si sono mobilitate tutta la vita. Mai avuto tanta paura. Mi sta- arrivati addosso colpendomi con i manga- per salvare la collina dei Trescali. Sono l’Arci, vano ammazzando di botte» - queste le nelli sul viso e sul braccio con il quale cer- Legambiente e il Comitato per la difesa del parole raccolte da un letto del reparto di cavo di proteggermi. Urlavo ‘basta, basta’, Pardà a guidare l’insieme di associazioni ortopedia dell’ospedale dov’è ricoverata ma loro continuavano a picchiarmi». Marinella Alotto, 46 anni, ambulante di Se ci fosse buona fede nel fronte del Sì coalizzate per difendere il Trescali dal proget- Borgone di Susa. Guaribile in 30 giorni, ha all'opera ci si aspetterebbe ora un’unanime to di recupero della cava della Italinerti, che una frattura al setto nasale, un trauma cra- condanna contro ogni forma di violenza - permette di ‘cavare’ un milione e mezzo di nico con ferita lacero contusa, piccole frat- oggi in particolare quella esercitata da chi metro cubi di materiale per regolarizzare il ture agli zigomi sotto gli occhi e lesioni dovrebbe prevenirla - e si potrebbe chie- profilo della collina, ferita negli anni ‘80 da una varie in tutto il corpo, in particolare sul dere insieme di fare chiarezza su questi cava completamente abusiva. «Il recupero episodi. L'assemblea No tav di finalizzato alla stabilità della collina - dichiara Bussoleno del 19 l'ha fatto. Chiede Mauro Sabbadini dell’Arci - è necessario dal l’apertura di un'inchiesta che porti 1986, la questione è come intervenire. Oggi all’allontanamento dalle forze di poli- noi non abbiamo un progetto alternativo, ma Le proteste del comitato zia di coloro che si sono macchiati di stiamo facendo analizzare la situazione. Pro Maliseti - No cemento questa aggressione nei confronti di cittadini inermi e che si proceda a Quello che si discute è un piano che con il pretesto del recupero di un piano ambientale Le firme ci sono, il progetto definitivo ancora no. promuovere una legge di iniziativa pregresso, prevede l’escavazione di quasi 2 A Maliseti è scoppiata la ‘guerra del mattone’, una popolare che consenta l’identificazio- milioni di metri cubi, a pochi metri dalle sor- protesta diffusa portata avanti dal comitato Pro ne di ogni componente delle forze di genti da cui Aspem pesca la maggior parte Maliseti - No cemento, promosso tra gli altri dal circo- polizia in servizio, la responsabilità dell’acqua potabile dall’acquedotto di Varese, lo Arci locale. In poche ore, hanno raccolto 750 firme della catena di comando, l’obbligo di che porterà alla scomparsa dell’intera collina collaborare con i magistrati, la non (e migliaia di adesioni su facebook), per dire «no a un Trescali». A preoccupare le comunità di prescrizione per reati commessi dagli progetto di cementificazione massiccia» riguardante Cantello e di Cascina Mentasti, il rione varesi- agenti durante il servizio. Al contrario centinaia di case che prenderebbe vita tra via no confinante con l’area, è anche il traffico invece è preoccupante che i parla- Coppola, via del Gorello e via San Martino per che la cava genererà, stimato dalla Italinerti in mentari piemontesi del Pd Stefano Galceti. Esposito e Mimmo Portas si siano circa quaranta camion al giorno. Il condizionale però è d’obbligo perchè il progetto per affrettati ad esprimere «la piena soli- ora è sospeso. Attualmente è fermo in Comune un darietà alle forze dell'ordine che in piano che prevede la costruzione di 100 appartamen- Val Susa stanno svolgendo un lavoro Susa sia solo uno degli scenari in cui si ti e altri edifici in un terreno privato a ridosso dell’area delicato per garantire la legalità». prova ad inaugurare una agghiacciante protetta del Monteferrato. Un piano già presentato alla Il Presidente della Comunità monta- Terza Repubblica, condita con il bastone e vecchia amministrazione e già bloccato per il troppo na Valle Susa Sandro Plano ha chie- la carota, oppure un tentativo di far sparire cemento. sto inutilmente al Prefetto Paolo dal dibattito l'opera con i suoi mille proble- La nuova giunta in questi mesi l’ha rimesso sotto la Padoin di sospendere i sondaggi. mi. Un'opera che per la parte di competen- lente cercando di capire se è possibile trovare un Lo spettacolo deve continuare, come za italiana costerebbe tra i 15 e i 20 miliar- equilibrio tra l’interesse pubblico e quello privato. precisa Padoin: «Non è ammissibile di di euro (come tre ponti di Messina), I residenti di Maliseti non hanno gradito questo rinno- infatti che tali interventi siano condi- coperti per la gran parte dal bilancio dello vato interesse perchè considerano la lottizzazione zionati dall'attività di gruppi di prote- Stato italiano, quello che lamenta carenza insostenibile. Per questo il comitato va avanti nella sua sta organizzati, o dalla presenza atti- di risorse per mantenere la sanità, i servizi protesta e ha indetto per venerdì alle 21 un’assem- va di esponenti di centri sociali». sociali, l'istruzione e la cultura, la tutela dei blea pubblica al circolo Arci Quinto Martini. Se questo è il clima ora resta da beni culturali e ambientali. Info: www.maliseti.it capire se la questione Tav in Val di Info: vallesusa@arci.it n. 7 23 febbraio 2010
  5. 5. arci solidarietàaquila arcireport 5 A L’Aquila il Cinebus per contribuire a ricreare i legami sociali e a recuperare l’identità i è tenuta il 18 febbraio a L’Aquila la zione un autobus per portare i libri nelle definitiva chiusura. S conferenza stampa di presentazio- ne del progetto Matti per il cinema. Cinebus nella città che non c'è… ancora. A molte tendopoli e successivamente donò un autobus più grande e stanziale dove creare una biblioteca. «L'Aquila - ricorda Vittorio Sconci, Capo del Dipartimento di Salute mentale - è stata l'unica città in Italia in cui la legge 180 ha proporlo sono l'Associazione 180 amici Più di 30mila libri distribuiti, un centinaio di avuto il pieno sostegno di tutta la stampa e L'Aquila, la Fondazione Basaglia, l'Arci volontarie e di volontari Arci, più di 500 visi- degli organi istituzionali. La chiusura dell'o- Servizio civile, l'Azienda mobilità aquilana te nelle tendopoli aquilane per oltre sei spedale di Collemaggio ha coinvolto come (Ama) e il Dipartimento di salute mentale. mesi, centinaia di donatori. esperienza tutta la cittadinanza, in termini L'idea del Cinebus si sviluppa da quella del Nonostante i campi siano ormai chiusi, il affettivi ed emozionali». Bibliobus dell'Arci. Come si ricorderà, nei Bibliobus continua ad andare avanti e a «All’inizio - ha detto Ciro Cannavacciuolo giorni successivi al sisma il circolo Arci donare i libri ai cittadini aquilani costretti a dell'Arci L'Aquila - la proposta della lettura Querencia, il punto Einaudi dell'Aquila con vivere in una situazione ancora molto diffi- come svago, in un momento così dramma- la collaborazione della trasmissione Fah- cile e precaria. tico come il post-terremoto, sembrava un renheit di Radio3 s’inventarono il Bibliobus. Da quell’idea nasce ora il Cinebus. Il po' particolare, ma è stata un successo, Per realizzarlo fu importante la collabora- mezzo potrà ospitare fino a 30 spettatori e anche grazie ai volontari provenienti da zione dell’Azienda di trasporti urbani del si sposterà di zona in zona arrivando tutta Italia. Il nostro obiettivo era ed è anco- capoluogo abruzzese che mise a disposi- anche in quelle più lontane dal centro citta- ra recuperare la nostra identità, ricreare i dino. Il 20 febbraio il Cinebus ha sostato legami sociali con ogni mezzo: inizialmen- dalle 15 alle 18 in Viale Crispi. Sempre il 20 te, il Bibliobus ed ora anche il Cinebus. Le ROMA febbraio in Piazza Duomo, si è tenuto un piazze saranno il luogo per non sentirci notizieflash dibattito ed è stato illustrato il progetto alla soli». Racconta l'immigrazione nell'entroterra romano la mostra presenza della produttrice Claudia Mori, Il Bibliobus e il Cinebus possono essere Famiglie italiane di Enrico Bartolucci, del regista Marco Turco e di altri attori del due opportunità per unirsi in pratiche quo- reportage incentrato sulla vita film C'era una volta la città dei matti, che è tidiane di compartecipazione, per iniziare a quotidiana di 5 famiglie straniere stato proiettato alle 18. La pellicola raccon- ricostruire con speranza e voglia di fare di origini diverse ta la storia e la disperazione dei manicomi, quella città che ‘non c'è…ancora’. prima della legge 180 che ne comportò la Info: marcellaleombruni@interfree.it ‘Ho paura che i miei figli in questi nuovi Mostra fotografica quartieri si dimentichino della città’ sul Ludobus Smarrimento, amarezza, angoscia si leg- privarli della propria ombra, di tutto ciò che Era il 6 aprile, la terra ribolliva. C'era una gono sui volti degli anziani mentre il 20 li rendeva parte di una comunità consape- libreria, una volta, nel centro de L'Aquila. febbraio appendono le chiavi delle loro vole di una propria memoria condivisa. Distrutta. Ma c'erano anche due donne case alla rete che cinge il centro storico «Dal 6 aprile dell’anno scorso - ci dice determinate, un giornalista - Marino dell’Aquila. Erano oltre 500 le persone che Carmine Basile, Presidente dell’Arci A- Sinibaldi del programma di Radio3 hanno espresso in questo modo il loro bruzzo alloggiato anche lui in un albergo - Fahrenheit - e gli amici del circolo Arci amore per la città. viviamo come in un mondo parallelo. Querencia, e grazie a loro adesso esiste il Alle loro case non hanno potuto accedere Come diceva accorata una di quelle donne Bibliobus e, dal 12 febbraio fino al 13 dal quel 6 aprile di un anno fa. Alcuni di che ha appeso la chiave della sua casa marzo, al Caffé della Stampa di piazza loro vivono in alberghi, altri nelle case rea- «ho paura che i miei figli in questi nuovi Loggia a Brescia, c'è anche la mostra foto- lizzate dalla protezione civile, altri ancora quartieri si stanno dimenticando della città. grafica Bibliobus - Un viaggio lungo un ospiti da parenti. Cresce la tensione che oggi sembra un libro (L'Aquila, agosto 2009) di Andrea Quello di cui vanno rendendosi conto in fatto individuale. Quanto successo con la Zucchini - detto Anzu - promossa dall'as- questi giorni è che dietro il bagliore delle Protezione civile ha sì aperto gli occhi a sociazione culturale e rivista on-line promesse, del ‘non vi lasceremo mai soli’, molti ma ha anche accresciuto il senso di Gruppo 2009, con il patrocinio della c’è la realtà di un centro storico a cui non è incertezza. Circoscrizione Centro e in collaborazione stato messo mano, condannato, se nulla Ora gli aquilani si vanno rendendo conto con il circolo Arci Querencia de L'Aquila. cambierà, all’abbandono. che quelle escogitate dal Governo sono Bibliobus è un'iniziativa nata dall'idea di Per gli abitanti dell’Aquila, anziani e giova- solo soluzioni tampone e non si è vera- avvicinare i libri alla popolazione distribuita ni, è come se la stessa esistenza si fosse mente affrontato il futuro di questa città». nelle tendopoli attraverso un autobus- fermata a quel 6 aprile. E scoprono quanto Quella tensione oggi individuale nei mesi a biblioteca messo a disposizione dall'A- siano importanti i rapporti con i vicini, una venire cercherà qualche forma per espri- zienda di trasporti urbani de L'Aquila. strada con i suoi negozi, i suoi colori e i mersi, scaricarsi. Già c’è chi si propone di La mostra di Anzu è un resoconto del ser- suoi odori, i palazzi che raccontano la sto- andare nei prossimi giorni a mani nude a vizio offerto, uno spaccato di tendopoli ria di questa città. Togliere tutto questo, per rimuovere le macerie con tutti i rischi che quotidiana, uno slalom tra la dignità di chi vivere in case linde con la lavatrice e la questo comporta. vive in un luogo che non esiste più. stanza da letto stile Ikea, significa quasi Info: abruzzo@arci.it Info: brescia@arci.it n. 7 23 febbraio 2010
  6. 6. arci cultura arcireport 6 ‘Di un bene come il teorema di Archimede tutti possono goderne perché non è brevettato’ Intervista a Serge Latouche fra i più ascoltati relatori all’incontro su Immaginare la decrescita svoltosi a Rieti dall’11 al 13 febbraio E se provassimo a correre di meno? La crisi può aiutare la decrescita? di produzione. Cosa di cui i governi non Per disintossicarci dal consumo frenetico, vogliono sentir parlare. Riportiamo un brano del libro Il pensiero meri- dalla crescita abbiamo bisogno di uno diano di Franco Cassano (Laterza, 1996). Lei afferma che si deve stimolare la produzione, «Ci sono esperienze che con l'aumento della shock e la crisi potrebbe rappresentare piuttosto che di merci, di beni relazionali come l'a- questo shock che può farci imboccare la velocità si deteriorano profondamente e addi- micizia e la conoscenza il cui consumo non dimi- strada della decrescita. Il rischio è che rittura scompaiono, dall'amore e la cura per nuisce le scorte esistenti ma le aumenta. Come? dalla crisi si può uscire in forme di eco tota- l'altro alla riflessione, dall'educazione alla È certo difficile perché alcuni dei beni rela- litarismo ed eco fascismo. Ma se preparia- zionali più importanti sono i saperi. Di un convivialità, a tutte quelle attività e qualità mo un progetto largamente condivisibile che, per esistere, hanno bisogno di respirare bene come il teorema di Archimede tutti allora lo shock dà l'opportunità di imbocca- un tempo largo, di disporre dell'ossigeno della possono goderne perché non è brevettato. re una strada giusta. Alcuni Paesi come la durata. L'assolutizzazione della velocità pro- Ma oggi se tutto deve essere brevettato il Bolivia, l'Ecuador l'hanno già fatto. duce una grave deformazione o mutilazione sapere non è più un bene comune. C'è l'i- Cosa pensa del fallimento della Conferenza di deologia della privatizzazione di tutto: è dell'esperienza, e ciò che va perduto viene Copenaghen? avvenuto per i geni del corpo umano, del spesso sostituito da qualcosa che porta anco- È la cronaca di uno scacco previsto. Era sangue, della fecondità della terra con gli ra lo stesso nome, ma ne costituisce soltanto prevedibile, dal momento che la posizione Ogm. Tutto ciò va verso la distruzione dei una terribile caricatura. L'amore più rapido è di quasi tutti i governi era quella sostenuta beni comuni. Nel Medioevo i boschi erano quello a pagamento, l'educazione velocizzata con grande cinismo da Bush padre: il teno- beni comuni, anche i più poveri potevano presuppone comprimere nel tempo a piaci- re di vita degli americani non è negoziabile pascolarvi le mucche. Poi sono arrivate le mento la digestione del sapere. Il ‘fast food’ e quindi non si può frenare la crescita. Ma enclosures, le recinzioni. mette allo stesso tavolo, gli uni accanto agli per costruire una società sobria che può Per sviluppare i beni relazionali dovremmo altri, gli sguardi di individui estranei e assorti portare la felicità si deve condividere il pro- rovesciare i nostri governi, prendere un'al- nei loro bilanci solitari. Anche il luogo del cum- dotto, ridurre le disuguaglianze e quindi tra direzione. Importante è fare resistenza vivere perde il cum e diventa un non-luogo uscire dal sistema capitalista, il sistema e organizzare la dissidenza localmente ad attraversato da atomi solitari. (…) della crescita infinita, e cambiare i rapporti esempio con i Gruppi di acquisto solidali, Come dice Marc Augé, «la storia futura non forme associative dentro le quali si produrrà più rovine. Non ne ha il tempo». producono beni relazionali. Essa produrrà solo rifiuti, assediata dal pas- Studioso dell’informale Nel suo libro La sfida di Minerva contrap- pone la ‘ragione mediterranea’ alla ‘raziona- sato prossimo del suo metabolismo. Tutti i contrappesi dell'accelerazione, anche quelli nelle società africane lità occidentale’, forse è il caso che l'Italia moderni, vengono gettati via come zavorre e scopra questa ‘ragione mediterranea’? la stessa storia della modernità viene dise- Serge Latouche, economista e filosofo francese, è uno Sarebbe bello! Tutto questo discorso gnata da una filosofia della storia dura e pre- degli animatori de La Revue du Mauss, Presidente del- è nato quando è uscito un saggio di scrittiva: tutto ciò che frena l'accelerazione del l'associazione La ligne d'horizon, professore emerito di un mio collega e amico Franco Cas- profitto, lo scioglimento delle molecole sociali Scienze economiche all'Università di Parigi XI e sano [vedi articolo a fianco n.d.r.] Il nella dispersione competitiva del mercato, in all'Institut d'études du devoloppement économique et pensiero meridiano. Parlava del ‘pen- un individualismo senza rimedio, va assecon- social (IEDS) di Parigi. siero mediterraneo’ mentre contem- dato come una legge della natura». Latouche critica, attraverso argomentazioni teoriche e poraneamente io criticavo la ra- con un approccio empirico comprensivo di numerosi zionalità economica opponendole la esempi, il concetto di sviluppo e le nozioni di razionali- ragionevolezza. La ‘ragione di Mi- tà ed efficacia economica. Rivendica la liberazione nerva’ ha avuto due facce: una è la La società della crescita è dominata dal della società occidentale dalla dimensione universale razionalità l'altra è la ragionevolezza. machismo. L'ho capito meglio vivendo in economicista e ripropone la necessità di valorizzare l'a- E la modernità - che ha scacciato let- Africa perché lì le attività produttive sono in spirazione a un dialogo fra le culture, a una coesisten- teralmente la ragionevolezza, il 'pen- mano alle donne. Quando si passa dalla za delle cultura sostenendo un ‘universalismo plurale’, siero meridiano - corrisponde alla società tradizionale a quella moderna si che consiste nel riconoscimento e nella coesistenza 'frenesia' della Grecia antica mentre passa dall'agricoltura tradizionale in cui della diversità e nel dialogo fra queste diversità. È la ragionevolezza corrisponde alla sono protagoniste le donne a quella indu- saggezza. Dobbiamo recuperare tutti osservatore attento dell’informale soprattutto nelle striale fatta dagli uomini che con i trattori e la saggezza per recuperare il senso società africane tema ricorrente di molte sue opere. le armi da guerra hanno sventrato la della misura in un mondo in cui pre- Molti dei suoi libri sono stati tradotti in italiano fra i quali madre terra esprimendo l'illimitatezza della vale la dismisura. L’Occidentalizzazione del mondo (1989), Il pianeta dei forza. Non abbiamo bisogno di donne capo naufraghi (1991), La sfida di Minerva (2000), Il cambiamento delle relazioni tra uomo e di imprese, economisti ma abbiamo biso- L’invenzione dell’economia (2005), Breve trattato sulla donna aiuta a imboccare la strada della gno di donne sagge per uscire da questo decrescita serena (2007). decrescita? sistema di crescita sfrenata. n. 7 23 febbraio 2010
  7. 7. arci internazionali arcireport 7 In Afghanistan un convoglio che risulta ‘sospetto’ porta all’ennesima strage di civili Ospitiamo un intervento di Emanuele Giordana, giornalista, fondatore e direttore di Lettera 22 e tra i promotori di ‘Afgana’ Festival dei diritti 2010 entre al senato italiano si vota la ‘svolta’ nel conflitto afgano: via i talebani e ottava edizione a Ferrara M conversione in legge del decreto che finanzia le missioni militari all'estero e mentre da Kabul arriva la noti- senza vittime civili. Ma poi... Prima dell'operazione Moshtarak, il gene- rale McChrystal, comandante in capo delle Con la proiezione il 23 febbraio del film Racconti da Stoccolma di Anders Nilsson è iniziata alla sala Boldini di Ferrara la rassegna zia che Karzai ha fatto un ennesimo colpo truppe americane e della Nato/Isaf in di mano che gli consente di controllare la Afghanistan, aveva detto che non ci cinematografica dedicata alle scuole in occa- Commissione elettorale, il fronte militare sarebbe stata «un'altra Falluja», anche se sione del Festival dei diritti 2010, che, dopo i afgano partorisce l'ennesima strage. la prima settimana di combattimenti già primi due appuntamenti, proseguirà al cinema Con una perseveranza che ha del diaboli- aveva dovuto fare i conti con le prime deci- Apollo. co, ancora una volta si colpisce dal cielo e ne di civili uccisi. Per errore. La manifestazione, giunta alla sua ottava edi- si uccide. Macelleria a buon mercato in un Ma domenica si passa ogni limite, ammes- zione, quest’anno è dedicata alle scuole e si paese dove la merce umana vale sempre so che un limite possa esistere quando si concentrerà su diversi diritti: sicurezza ali- di meno e si trova senza grandi difficoltà. parla di vittime. Un elicottero della forze mentare, diritto al cibo, al lavoro, diritto di Un convoglio ‘sospetto’ viene identificato speciali statunitensi impegnato in un'ope- genere, diritto dei popoli senza terra, diritto domenica nella provincia di Uruzgan. razione di ricognizione nella provincia di all’autodeterminazione, con percorsi e appro- Così sospetto che ai comandi militari della Uruzgan, sotto il controllo delle truppe fondimenti dedicati in particolare alle popola- Nato non viene il dubbio che si possa trat- olandesi (al centro della crisi di governo zioni dell’America Latina, dell’Africa e tare, com'è, di una carovana di poveracci che ha portato alle dimissioni del governo dell’Europa dell’Est. in fuga dall'area di Marjah, nel vicino di Jan Peter Balkenende, dopo l'uscita dei Ogni scuola coinvolta sceglierà un diritto su Helmand, dov'è in corso l'operazione socialdemocratici dall'esecutivo) prende di cui lavorare e su cui avviare un percorso da Moshtarak, un’azione militare senza prece- mira tre automezzi sui quali si ‘credeva’ sviluppare durante l’anno scolastico. Al termi- denti, forte di 15mila uomini che, avevano viaggiassero ‘ribelli pronti a sferrare un ne dei lavori è previsto un momento comune promesso, sarebbe stato il segno di una attacco’. In realtà sui mezzi viaggiava un gruppo di 42 civili in fuga dai combat- di confronto e di scambio delle diverse attivi- timenti nel distretto di Marjah (a 150 tà. Il Festival sarà indicativamente realizzato miglia di distanza), diretti a Kandahar da febbraio a giugno e andrà a sensibilizzare le scuole a tutti i livelli, sia a Ferrara che in A Milano la mostra a bordo di due Land Cruiser e di un pickup. Una volta a terra, i militari si provincia. Le attività comprenderanno, oltre al per i bambini di Gaza sono trovati di fronte i corpi di donne percorso all’interno degli istituti, concerti, e bambini (una trentina) e non hanno spettacoli teatrali, rassegne cinematogarfiche, 100 illustrazioni per i bambini di Gaza: è questo il titolo potuto fare altro se non aiutare i feri- incontri pubblici e laboratori. della mostra itinerante che si inaugurerà a Milano il 25 ti. No, non è Falluja. È un'altra A promuovere il Festival, l’Arci di Ferrara e febbraio presso la galleria L'affiche. Oltre novanta illu- Kunduz, Balalboluk, Herat, Nangha- l’Arci dell’Emilia Romagna, l’Arciragazzi, la stratori italiani hanno donato le loro opere per una rac- rar per citare alcune delle stragi più Cgil e altre associazioni, tra cui Verso sud, in colta fondi a favore delle adozioni a distanza delle bam- recenti effetto di raid aerei. Se questo collaborazione con l’Università degli studi di bine e bambini di Gaza, vittime innocenti della guerra. è il passo della svolta, meglio sareb- Ferrara, i Comuni di Ferrara, Copparo, La mostra è promossa dall'Arci in sostegno all'associa- be stato girarsi dall'altra parte. Non è Portomaggiore. Il prossimo film in programma chiaro cosa sia esattamente succes- il 5 marzo è Terra madre di Ermanno Olmi. zione delle donne palestinesi Najdeh di Gaza. Dopo la so, chi abbia dato l'ordine e, soprat- Seguiranno il 9 marzo Machan di Uberto tappa di Milano, la mostra sarà a Roma, Messina, tutto, come sia possibile che mentre Pasolini e Welcome di Philippe Lioret il 19 Palermo e in altre città. McChrystal assicura attenzione alla marzo. Najdeh è nata negli anni ‘70, durante la guerra civile a sicurezza degli afgani, un militare Info: www.festivaldeidiritti.it Beirut, per creare protezione e opportunità di lavoro prema il pulsante del suo lanciamis- per le migliaia di donne palestinesi e libanesi rimaste sili uccidendo, in un solo colpo, tanti vedove, organizzandole in cooperative di produzione. innocenti quanti non è riuscita a fare La commercializzazione dei manufatti (ricami, vestiti in dieci giorni l'operazione Moshta- d'Europa. tradizionali, ecc...) avviene principalmente tramite rak. Il fatto è che questa guerra è pri- La svolta è in realtà una bufala perché si comitati di sostegno in Europa, negli Stati Uniti e nei gioniera delle decisioni di un capita- tratta di una promessa ancora una volta paesi arabi. Il successo dell'esperimento si è diffuso poi no, degli errori di un sergente, delle prigioniera del meccanismo perverso della in altre realtà della diaspora palestinese e nei territori distrazioni di un generale semplice- guerra. Un meccanismo che, una volta occupati. Le adozioni a distanza servono a permettere mente perché la politica ha affidato ai avviato, va avanti da solo, alimentato da alle famiglie di mandare i figli a scuola ed evitare il lavo- soldati la risoluzione di un conflitto interessi capaci persino – il sospetto è ro minorile. Ospiti d'onore della mostra saranno Dario eminentemente politico. legittimo – di far premere il grilletto anche a Fo, che ha donato una sua opera, e Franca Rame. Un'abdicazione imperdonabile e di chi non dovrebbe farlo, in barba agli ordi- La mostra rimarrà aperta il 26 e 27 febbraio dalle 16.00 fronte alla quale la crisi del governo ni del comandante in campo delle opera- alle 20. olandese è solo lo specchio della zioni militari afgane. Info: www.arcimilano.it pochezza dei governi d'America e Info: emgiordana.blogspot.com n. 7 23 febbraio 2010
  8. 8. VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE ARCI CONTRIBUTIALDIBATTITO 8 Arcireport seguirà il percorso verso il Congresso nazionale che si terrà dal 15 al 18 aprile e ospiterà interventi e contributi al dibattito ‘Valorizzare il gruppo dirigente sul territorio e promuovere il lavoro delle generazioni più giovani’ Questa settimana pubblichiamo un contributo di Francesca ASSEMBLEE CONGRESSUALI Chiavacci, Presidente dell’Arci di Firenze L'Arci di Firenze si prepara al congresso terri- uesto intervento inizia con una con- momenti di partecipazione dei cittadini sulla toriale in programma a San Casciano Val di Q siderazione semplice, ma non scon- tata. L'analisi dello stato della nostra associazione e le considerazioni, giuste, sul politica locale e nazionale. Le trasformazioni profonde che sono avve- nute in un tempo relativamente breve nella Pesa dal 5 al 7 marzo prossimi. Il percorso con- gressuale é stato avviato dai primi di febbraio e nei giorni scorsi al circolo Vie nuove, si é tenu- ta l'assemblea congressuale cittadina. ruolo dei circoli contenute nel documento società e nella formazione culturale più diffu- congressuale nazionale, pongono obiettivi di sa, una diversa concezione del volontariato L'incontro, dal titolo Agire il cambiamento, asso- lavoro importanti per l'Arci di Firenze. e dell'impegno politico, hanno fatto sì che ciazionismo popolare e democratico in una La realtà delle basi associative del Comitato queste strutture abbiano dovuto ripensare il Firenze nuova e solidale, ha visto la partecipa- territoriale fiorentino è tra le più significative loro ruolo, modificando nel tempo le proprie zione di 72 basi associative tra circoli, case del in Italia (per storia, radicamento nel territorio, attività, l'uso dei propri spazi, la ‘utenza’ a cui popolo e società di mutuo soccorso, che rap- numero di soci e soprattutto quantità e tipo- rivolgersi. E dunque il Congresso territoriale, presentano in città oltre 15mila soci. Ad aprire logia) ed è composta prevalentemente da che si svolgerà dal 5 al 7 marzo prossimi, l'assemblea è stata la presidente Francesca circoli ‘tradizionali’: Case del popolo e rappresenta un momento importante per di- Chiavacci. Subito dopo ha preso la parola il sin- Società di mutuo soccorso nate, e da sem- scutere di questa delicata fase, per analizza- daco Matteo Renzi per un saluto e per l'augurio pre al lavoro, per affermare i valori statutari re i nostri punti di ‘debolezza’, per individua- di continuare a svolgere un ruolo così impor- della mutualità, della solidarietà, della difesa re percorsi e linee d'azione diretti al rinnova- tante e vicino ai cittadini. La serata si è conclu- dei più deboli, attraverso la creazione di mento. Oggi più che mai i circoli stanno sa con la nomina dei delegati al congresso ter- occasioni di socialità e ricreazione, iniziative attraversando un momento difficile, sia dal ritoriale dell'Arci di Firenze. di solidarietà e cooperazione, dibattiti e punto di vista gestionale sia dal punto di Anche a Modena è iniziata la stagione con- vista politico. E nell'ultimo anno, è gressuale che porterà i 58mila soci all'elezione aumentata la denuncia di situazioni di dei delegati che parteciperanno al quarto con- CONGRES SI LOCALI grave crisi. gresso provinciale. A Novi e Campogalliano 24 febbraio - Brindisi. Le motivazioni sono tante e trovano fon- due appuntamenti in cui saranno illustrate le damento (paradossalmente proprio nel tesi congressuali nazionali, in vista delle assise 25 febbraio - Arezzo, Foggia, Imola. momento in cui la situazione culturale e provinciali. Il 22 il primo appuntamento si è svol- 26/28 febbraio - Bari. politica del Paese avrebbe più bisogno to al circolo Arci Taverna (via B.Veles, 4) a Novi 27 febbraio - Bergamo, Brescia, Carrara di socialità e cultura) prima di tutto nella di Modena e il 23 l'incontro è al circolo Contrata Lunigiana, Civitavecchia, Imperia, Jesi Fabriano, crisi del volontariato e della politica, nei dei Pio (via Chiesa Saliceto) a Campogalliano. Latina, Lucca, Mantova, Pisa, Ravenna, Siena. mutamenti dei tempi, dei linguaggi e 28 febbraio - Como, Cuneo, Massa Carrara. delle dinamiche che stanno alla base 3 marzo - Udine. delle relazioni di socialità tra le persone, tra generazioni diverse, insieme a una Infine, al di là delle modifiche statutarie e di 4 marzo - Sarzana Valdimagra. crisi profonda del radicamento sul territo- un'organizzazione possibile diversa dei 5 marzo - Caserta, Lamezia Terme - Vibo rio dei partiti della sinistra e del centrosi- nostri organismi direttivi, la parte più impor- Valentia, Savigliano, Savona. nistra. tante del nostro lavoro è quella che riguarda 5/6 marzo - Firenze, Pistoia. Se è vero che nostro compito prioritario la valorizzazione del gruppo dirigente sul ter- 6 marzo - Ancona, Bologna, Cecina, Cesena, è lavorare per la tutela e la difesa del ritorio e la promozione del lavoro delle gene- Civitavecchia, Empoli Valdelsa, Ferrara, Forlì, patrimonio associativo tradizionalmente razioni più giovani. Genova, Milano, Pesaro, Piombino, Prato, Rieti, e storicamente più presente nel nostro Lavoreremo per un ricambio nella presiden- Sondrio, Terni, Verbania Intra, Verona, Vicenza, territorio, al tempo stesso quest'opera di za dei circoli e in tutti gli organismi, compre- Viterbo. tutela e difesa non deve e non può esse- si quelli del comitato, che sia reale, che ‘fac- 7 marzo - Cagliari, Catania, Grosseto, Messina, re uno strumento ‘neutro’, non può più cia spazio’ a chi si presenta per la prima Torino. prescindere non solo dal rispetto delle volta nella nostra associazione. regole ma anche dalla qualità delle atti- A volte i Congressi rischiano di essere dei riti 12 marzo - Venezia. vità che vogliamo tutelare. a cui bisogna assolvere da Statuto. A 12/13 marzo - Modena. Altro punto importante per il rinnovamen- Firenze non sarà così. Siamo convinti che, 13 marzo - Caltanissetta, Parma, Piacenza, to di una 'Arci' come la nostra, fatta di cir- proprio dalla crisi di modelli tradizionali Rieti, Rimini, Treviso, Trasimeno. coli e case del popolo, è il rafforzamento possa scaturire un dibattito e delle proposte 14 marzo - Palermo. della pratica di supporto e ricerca anche che rendano la nostra associazione capace 15 marzo - Padova, Roma. nei confronti di nuovo associazionismo, di rinnovarsi, di svolgere con consapevolez- 16 marzo - Pescara, Trento. che esiste fuori dal nostro sistema ed è za maggiore e con maggiore entusiasmo il 17 marzo - Frosinone. molto diverso dalla maggioranza delle ruolo che le spetta. Info: presidenza@arci.it nostre basi associative tradizionali. Info: chiavacci@arci.it n. 7 23 febbraio 2010
  9. 9. VERSO IL CONGRESSO NAZIONALE ARCI CONGRESSI TERRITORIALI 9 Questa pagina è dedicata a brevi resoconti dei congressi territoriali che si sono tenuti nella settimana LIVORNO/ 20 FEBBRAIO - Si è tenuto il 20 febbraio il quarto con- zazione, sul ruolo negativo che stanno svolgendo i centri servizi al gresso dell'Arci Livorno, al termine del quale Marco Solimano è stato volontariato, sul futuro di Arci. riconfermato alla Presidenza con un voto unanime per acclamazione. Sono seguiti quindi gli interventi. Alcuni hanno espresso il loro punto di Il congresso si è aperto con la proiezione di un video-documentario vista sul ruolo dell'Arci, sulle esperienze passate, altri hanno parlato sulle attività che l'Arci svolge a Livorno e che riguardano vari campi: della loro personale esperienza territoriale, altri (in particolare tre dello promozione culturale, percorsi all'interno delle carceri, emergenza e stesso circolo) sono stati critici verso il Comitato territoriale per la man- accoglienza abitativa, lotta alla mafia e promozione della legalità, par- canza di una rete reale di conoscenza fra i vari circoli, inoltre vi è stato tecipazione giovanile, prevenzione e riduzione del danno nell'ambito un interessante intervento sulle politiche energetiche della nostra del consumo di sostanze stupefacenti. regione. Particolare rilievo è stato dato a una serie di progetti innovativi quali la È poi intervenuto il Presidente Regionale che ha risposto agli interventi nascita della web-radio Radio Cage e lo sviluppo di percorsi di coope- in maniera esaustiva soffermandosi sulle politiche culturali messe in razione decentrata nei territori balcanici. Dopo la relazione di Marco atto sino ad ora dai circoli Arci, sui ritardi dei finanziamenti, su un coor- Solimano, che ha fatto un quadro della situazione del paese, ci sono dinamento progettuale, su Real, sul passato G8 a Lecce, infine sulla stati numerosi interventi di rappresentanti istituzionali (il Presidente possibilità di cambiare il paese con una rivoluzione culturale. della Provincia Giorgio Kutufà, il Sindaco di Livorno Alessandro Al termine della discussione si è proceduto alla elezione del nuovo Cosimi, il Sindaco di Collesalvetti Lorenzo Bacci) e degli esponenti direttivo del collegio dei garanti, dei revisori dei conti e i 25 delegati al politici (i segretari locali di tutti i partiti del centro sinistra e della sini- congresso regionale. Infine la conferma all'unanimità di Anna Caputo stra, della Cgil, dell'Anpi). Vivace e partecipato è stato poi il dibattito alla Presidenza. congressuale, cui hanno preso parte numerosi esponenti delle basi La Presidente ha ringraziato e ha invitato tutti alla partecipazione alla associative e dell'associazionismo locale: al centro vi è stata la rifles- vita associativa cercando soprattutto il rafforzamento della rete con sione sul futuro delle Case del popolo, sulla necessità dell'Arci di scambi di buone prassi e auto aiuto. proiettarsi verso nuovi modelli e strumenti di comunicazione, sulle Info: lecce@arci.it nuove forme associative legate alla partecipazione e alla proposta gio- vanile. Al termine della fase procedurale vi è stata poi l'elezione del MACERATA / 20 FEBBRAIO - Ad aprire i lavori del congresso Presidente, e a seguire, una grande serata musicale, in cui per la dell'Arci di Macerata è stato il Presidente regionale Massimiliano prima volta si è esibita in pubblico la Caciuk Orchestra, una band multi- Bianchini, quindi la Presidente dell'Arci di Macerata Federica Curzi ha etnica di 15 giovani elementi (sudamericani, balcanici, africani, asiatici svolto la relazione sulle attività del comitato degli ultimi anni facendo e italiani) creata attraverso un progetto con cui l'Arci ha voluto propor- anche riferimento ai contenuti del documento congressuale. re un reale percorso di integrazione culturale trasformandolo in propo- I temi trattati sono stati la reazione possibile alla crisi economica e sta musicale di alto livello. sociale dentro l'agire dell'Arci: politiche giovanili, intercettazione dei Info: livorno@arci.it bisogni culturali delle varie generazioni, attività culturali e sociali, poli- tiche di genere che fanno crescere in qualità e quantità il comitato, interventi e pratiche di intercultura a favore degli immigrati. LECCE / 20 FEBBRAIO - Il Congresso dell'Arci di Lecce si è tenu- Quindi si è aperto il dibattito nel corso del quale si discusso della crisi to il 20 febbraio nell'Aula Consiliare del Comune di Trepuzzi. Dei 34 e dei valori di aggregazione e di relazione umana propri dell'Arci e si è delegati al congresso ne erano presenti 22. sottolineato come la crescita della qualità della vita passa attraverso il Vi hanno partecipato anche 14 invitati dei circoli. Tenendo conto che potenziamento e la frequentazione delle attività dei circoli. alcuni casi in cui mancava il delegato vi era l'invitato si può dire che la Altro tema discusso è stato il coinvolgimento dei giovani e le capacità presenza dei circoli è stata comunque del 90%. attrattive del circolo rispetto al mondo giovanile. Si è parlato anche Dopo una breve introduzione del Presidente uscente, Anna Caputo, delle attività cinematografiche, quelle in corso e quelle programmate e sono intervenuti gli ospiti fra i quali la Vicepresidente della Regione soprattutto sulle modalità pratiche di organizzazione e divulgazione di Puglia Loredana Capone, la Segretaria Cgil Lecce Antonella Cazzato, pellicole. Si è anche sottolineata la possibilità di interagire con altri cir- il Sindaco di Trepuzzi Cosimo Valzano e Attilio Chimenti di Libera. La coli i della provincia e con il comitato stesso su alcuni temi comuni, ad discussione si è focalizzata soprattutto sul difficile momento esempio l'immigrazione. storico/economico del nostro paese, sulla difficoltà di immaginare un Il Presidente regionale si è soffermato sulla prioritaria caratteristica futuro per i giovani e non solo per i giovani, sulle politiche dissennate dell'Arci di essere associazione stratificata. di questo governo in quanto a inclusione economica e immigrazione, Dopo aver sottolineato l'importanza dell'intervento rispetto all'EAS, ha mentre il rappresentante di Libera ha promosso il bando per l'aggiudi- denunciato la campagna politica della cultura politica dominante con- cazione di un immobile a Lecce. tro i circoli Arci. Secondo Bianchini occorre potenziare e divulgare la La Presidente uscente ha svolto una relazione sullo stato dell’associa- vocazione propria, storica e decennale dell'Arci di essere, attraverso la zione nella provincia e sul documento congressuale, con alcuni pas- base fondamentale che sono i circoli, cellula essenziale della società. saggi molto critici nei confronti degliEnti locali che non implementano i Il congresso si è concluso con l'elezione dei delegati al Congresso finanziamenti per i progetti di inclusione sociale o di interazione cultu- regionale che si terrà a Pesaro il 13 marzo. rale, sulla difficoltà di gestire economicamente degli spazi di socializ- Info: macerata@arci.it n. 7 23 febbraio 2010
  10. 10. arci arci arcireport 10 Cantada per l’Ivan: un giorno dedicato al ricordo di Ivan Della Mea al circolo Arci Gambolese a Cantada per l'Ivan è una delle parlato dell'Arte come strumento di militan- L prime iniziative del neonato circolo Arci Gambolese della Lomellina (Pavia) in collaborazione con l'associazio- za civile. Ad avviare la discussione Beppe Pasciutti, noto artista scultore sartiranese, che ha cominciato con le sculture in oro e Un ciclo di film per raccontare il fuoco ne culturale Alambrado. Il 20 febbraio si è bronzo per approdare all'arte contempora- tenuta un’intera giornata alla Cooperativa nea con installazioni e opere di più ampio Prosegue il 26 febbraio alle 20.30 nel centro Portalupi per ricordare Ivan Della Mea, respiro in importanti mostre in Italia e all'e- civico Primo Levi di via Trieste 12 a San scomparso il 14 giugno dell’anno scorso. stero. Via via è cresciuto il suo impegno Canzian (Gorizia), il ciclo di film proposto dal Negli ultimi anni Della Mea e l’associazio- sociale e i suoi lavori lo confermano; in par- circolo Arci Eugenio Curiel e quest'anno ne Alambrado hanno incrociato spesso il ticolare ricordiamo Pinocchio e Aithe'rios, dominato dal tema del fuoco. loro percorso per dare vita a tante iniziati- opera dedicata al tragico G8 di Genova L'iniziativa si conferma un'ottima occasione ve culturali: dalle mostre di editoria indi- molto apprezzata dallo stesso Ivan Della per scoprire o riscoprire pellicole scomparse pendente Libriamoci e Skalibrati a quelle Mea che lo ha invitato ad esporla alla sede da tempo dalle sale e che anche i canali tele- musicali come Terre di musica. del De Martino. Proprio nella giornata in visivi più 'accorti' passano molto difficilmente. Cantante ma anche scrittore, poeta, gior- ricordo di Della Mea l’istituto ha esposto È il caso in particolare del film che sarà proiet- nalista e presidente - animatore dell'Istituto nuove opere di Pasciutti ispirate ai recen- tato nel centro civico di via Trieste. Si tratta di Ernesto De Martino, il più importante ti episodi di xenofobia. Cuore di vetro, film del 1976 di Werner d'Europa per raccolta di testimonianze L’incontro, nello spirito estremamente con- Herzog, in cui un pastore profetico annuncia orali. Un infaticabile operatore culturale e viviale che ha sempre contraddistinto Ivan, agli abitanti del suo villaggio l'incendio di una sociale a fianco della gente, sostenitore di è proseguito con il pranzo di cucina tradi- diverse associazioni e dei circoli Arci, a zionale e con il concerto-reading Semm chi vetreria, fonte della prosperità locale. partire dal Curvett di Milano di cui è stato per l'Ivan che ha visto intervenire, tra gli Il tema del fuoco viene quindi declinato nelle per anni Presidente alla Casa dei Popoli e altri, il poeta Tito Truglia, professore di let- sue molte accezioni, dalla passione dell'impe- delle Culture la Calusca, il City Lights di teratura e agitatore della scena culturale- gno politico all'incursione in un futuro prossi- Milano, il Grande Vetro di Pisa, senza letteraria di Pavia, autore-editore di diverse mo in cui il sole morente va riattivato. dimenticare i diversi Centri sociali non solo pubblicazioni e direttore della rivista Fare Il ciclo organizzato dal circolo Arci ha già pro- milanesi. poesia, nonché animatore di diverse mani- posto a gennaio il film La banda Baader Al mattino, sorseggiando un aperitivo, si è festazioni tra cui Pavia città dei saperi. Meinhof e il 12 febbraio Sunshine, film fanta- Truglia ha letto poesie e brani dai libri scientifico del 2007 di Danny Boyle. dello stesso Della Mea e altri di pro- A marzo invece gli appassionati avranno pria composizione a lui dedicati. modo di vedere I giorni del cielo, splendido Il reading è proseguito con l’esibizio- film (del 1978) che valse a Terrence Malick il A Reggio Emilia l’esperienza ne di Marco Villani, tra i pochi a ripro- premio alla regia al Festival di Cannes con dei laboratori ON porre con rispetto filologico la canzo- ne militante e di protesta, proponene- Richard Gere e Sam Shepard, e il film d'ani- mazione Il castello errante di Howl del giap- Continuano anche in questo 2010 i laboratori ON, per- do un repertorio molto ampio che ponese Hayao Miyazaki. Le pellicole saranno abbraccia l'intero arco degli anni ‘60- proiettate rispettivamente il 12 e il 26 marzo. corsi itineranti di arte realizzati dalla Provincia di ’70. Il musicista ha eseguito tra gli Tra gli altri film in programma fino al 4 giugno Reggio Emilia in collaborazione con Arci. altri alcuni dei brani meno noti ma Educare i ragazzi alla creatività, ecco l'obiettivo di que- ci sono Possession, Buon compleanno ugualmente significativi del reperto- sto progetto dedicato a ragazzi tra i 14 e i 21 anni. A Mr.Grape, con un giovanissimo Leonardo Di rio di Della Mea, brani senza fronzoli Boretto, all'interno della Biblioteca comunale il tema Caprio affiancato da Johnny Depp e The bur- alla classica maniera folk (chitarra a sarà quello del video documentario: 8 incontri di 2 ore ning plain. tracolla e via). E c’erano anche i (che, a seconda della partecipazione, potranno essere Cantosociale che, anche se in forma- Info: ecuriel.netsons.org raddoppiati) ciascuno per avvicinare i ragazzi al mondo zione ridotta (Carcano-Buratti-Rota), del video con focus particolare sul genere documenta- non potevano mancare visti i rappor- ristico attraverso un percorso volto all'acquisizione di ti di amicizia che li legava a Della l'Ivan che si sofferma sul lato popolare e strumenti teorici e pratici. Mea. dialettale dell'artista e un semm chi per Durante il corso, gratuito per i partecipanti, si appro- La scaletta dei brani eseguiti in chia- Ivan a significare che come nei cortili delle fondiranno l'utilizzo della videocamera digitale, la ripre- ve folk/rock è stata ispirata dai ricordi case di ringhiera si è solidali e ci si riuni- sa digitale e la gestione dell'immagine, i rudimenti di che il trio di musicisti ha condiviso sce, soprattutto nel momento del bisogno e montaggio digitale attraverso software. Un bagaglio di con Ivan Della Mea sui palchi e nelle della perdita. conoscenze utile al novello regista, per cominciare ad piazze. Una grande affluenza di pubblico alla esplorare il mondo della ripresa e della regia partendo Quindi altri interventi anche sponta- Portalupi a testimoniare quell'appartenen- dal documentario. nei. Non sono mancate le sue canzo- za ad un mondo politico e sociale ricco di Durante il suo primo triennio del progetto sono stati ni-bandiera: da Chaim a la Ringhèra, alti ideali che sta a poco a poco scemando realizzati circa 60 laboratori, con la partecipazione di da Creare due, tre molti Vietnam a ma che nei cuori di molti rimane vivo, gra- oltre 600 ragazzi, mostre, pubblicazioni , video, oggetti Cara moglie, senza dimenticare El zie anche ai versi di uno come Ivan che ha di grafica ed altro ancora. me gatt. Il tutto a confermare il titolo saputo cantare un’epoca. Info: www.arcire.it della rassegna: una Cantada per Info: roby96@katamail.com n. 7 23 febbraio 2010

×