Ticonzero N 20 maggio 2012

382 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
382
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ticonzero N 20 maggio 2012

  1. 1. Ti con zero news Le News di Ticonzero/steppa.net n. 20 - maggio 2012 ------------------ aperiodico Palomar/Asilomar blog: e-mail: palbin(at)tin.it; venezian(at)alice.it; siti: www.webalice.it/venezian; www.steppa.net; issuu.com/Ti con zero Una nuova rubricaEnergenze di Mario Agostinelli 1. Ostacoli e resistenze alla riconversione del sistema energetico1. PremessaCome afferma nel suo ultimo libro HermannScheer “la conversione alle rinnovabili, lariduzione dei consumi energetici e laconseguente riorganizzazione della società sonoimportanti per la storia della civiltà”. Il camminosembra intrapreso: una manifesta spinta dalbasso ha portato già nel 2011 all’installazione sulpianeta di una potenza elettrica da fonti naturalisuperiore a quella fornita da nuovi impiantifossili e quello del nostro Paese è risultatoaddirittura il primo mercato al mondo per ilfotovoltaico. Ma, nonostante una lentamaturazione di movimenti in ogni continente -fino allo strepitoso successo del referendumantinucleare a livello nazionale - non si può certo Artiglieria del Tartaglia, 1550affermare che il cambio… [continua]Bioetica: Donne&Scienza di Flavia Zucco 21. Più che l’indignazione potrà la vergogna Sono debitrice a Gabriella Turnaturi, e, più in generale, ad un seminario della Fondazione Basso, dal titolo “Individuo e società”, per avermi illuminato sul tema dell’indignazione, così popolare ed apprezzata ai nostri giorni. Al centro del seminario i nuovi rapporti delineatisi, nella modernità, tra il singolo e la comunità: “La secolarizzazione della società e la costruzione della modernità sono state attraversate da una tensione costante tra individuo e società, a cui ha dato una forte spinta l’innalzamento dell’“economico” a un ruolo privilegiato, il quale è sembrato fondarsi sul premio a tutte le istanze individualistiche, egoistiche, acquisitive.[…] [continua]
  2. 2. Bioculture di Antonio De Marco 63. Mobbing La presenza di un gruppo di ragazzi in visita al Parco dell’Abatino insieme a due ufficiali del Corpo Forestale dello Stato, era sembrata una circostanza favorevole per procedere al rilascio di una poiana che era alloggiata da qualche tempo nelle strutture di ricovero. Era stata portata al Parco dalle guardie forestali perché presentava un trauma a un’ala, offesa da pallini di fucile; dopo qualche tempo le sue condizioni erano nettamente migliorate e si mostrava ormai idonea a essere rilasciata. A riprova del riconquistato vigore, quando ci si accinse a prenderla per procedere alla sua liberazione, ebbe casualmente modo di afferrare con gli artigli la mano dell’operatore; come molla che scatta subitanea, essi si strinsero alla presa e a niente valse il tentativo di divincolarsi perché a ogni movimento della mano essi ancor più penetravano nella carne; solo l’intervento di un provvidenziale aiutante riuscì a fatica a farli divaricare allontanando la morsa! La poiana, tenuta saldamente, fu mostrata ai ragazzi e quindi con un rapido movimento fu lanciata verso l’alto. [continua] Encyclopedie, 1751Articoli di Autori Vari 36. A. Lavazza e G. Sartori (a cura di), Neuroetica.Scienze del cervello, filosofia e libero arbitrio. di Tiziana Gabrielli*Negli Stati Uniti e nel mondo anglosassone, da un paio didecenni, si è andato sviluppando un importante dibattitointernazionale sulle nuove acquisizioni delleneuroscienze e sulle loro ricadute sul piano etico, socialee giuridico. Lo scopo del volume, curato da AndreaLavazza e Giuseppe Sartori, è quello di fare il punto sullostatuto di una nuova disciplina – la neuroetica –attraverso il contributo dei massimi esperti italiani dellamateria, che si confrontano nel rispetto del pluralismodelle rispettive posizioni. Nel primo capitolo Lavazza ripercorre la genesistorico-concettuale del termine neuroetica per definirne ilcampo d’indagine. [continua] Elementi di Euclide, 1619*In ReF – Recensioni Filosofiche, 2011
  3. 3. Cronache di politica economica di Gianni Camarda 30. Servire il popolo (o i mercati?) Il Governo in carica è stato chiamato a porre riparo – in un paio di anni, se va bene – ai guasti prodotti dalla quasi ventennale gestione dei precedenti esecutivi di centro-destra, i quali hanno anche avuto la sfortuna di incrociare, negli ultimi anni, gli effetti della crisi finanziaria internazionale (peraltro ignorata, negata, sottovalutata). Le ricadute della precedente, sgangherata gestione sulla vita quotidiana degli italiani sono state devastanti. Lo scorso 4 aprile, a Genova, il Vice Direttore generale della Banca d’Italia – d.ssa A.M. Tarantola – ha illustrato una ricerca dal titolo “Le famiglie italiane nella crisi”. (1) Il lavoro ha avuto una scarsa risonanza: qualche articolo ha riportato questo o quel dato relativo alla diminuzione delle disponibilità e del risparmio, alla distribuzione sempre più sbilanciata della ricchezza, al ruolo di ammortizzatore sociale che le famiglie sono chiamate a svolgere in misura sempre maggiore nei confronti dei giovani che non trovano Strumenti di astronomia, 1597 lavoro, di chi lo perde, degli anziani e dei malati privi di adeguate forme di assistenza.(2) [continua]Note critiche di Luigi Agostini12. Per un nuovo modello di sviluppo: il ciclodell’acquaIl Popolo dell’Acqua, dopo la vittoria alreferendum, ritorna il 2 giugno prossimo a PiazzaSan Giovanni, per una grande manifestazionenazionale. Il ciclo dell’acqua si pone oggi sempre piùchiaramente all’incrocio di tre grandi questioni: laquestione di quali scelte di investimento ènecessario assumere per uscire dalla crisi; laquestione di come e chi decide sulla scelta inmaniera democratica; infine, il profilo della naturapubblica della gestione, della cosiddettaripubblicizzazione. La vittoria al referendumconsegna alle forze che hanno vinto un capitalestrategico di enorme valore sul come e chi decidee, insieme, una grande influenza anche su come Trattato di alchimia, 1710sciogliere i nodi rappresentati dalle altre duequestioni. [continua]
  4. 4. EPS – EconomiaPoliticaSocietà di Autori Vari 31. Crescita della popolazione mondiale e consumo delle risorse: quali prospettive? di Massimiliano Crisci Secondo l’Unfpa, un’agenzia dell’Onu per lo sviluppo internazionale, lo scorso 31 ottobre è nato l’abitante numero sette miliardi del nostro pianeta. Si tratta di una data dalla valenza essenzialmente simbolica. Non è possibile, infatti, misurare con precisione l’evolvere della popolazione mondiale momento per momento, non disponendo di statistiche affidabili su tutti i paesi, in particolare quelli in via di sviluppo. Ad ogni modo, l’evento ha stimolato il dibattito sul futuro della popolazione mondiale e sollecitato quesiti del seguente tenore: nei prossimi decenni il nostro pianeta sarà capace di sfamare, vestire e riscaldare una popolazione ancora più numerosa che mira ad avere standard di vita sempre più elevati? Evoluzione della popolazione mondiale e impronta ecologica Prima di azzardare una risposta ad un arduo interrogativo, ripercorriamo brevemente l’evoluzione della popolazione mondiale. Nei primi millenni di storia dell’umanità la crescita demografica è stata molto lenta: il miliardesimo abitante nacque intorno al 1800 e fu necessario un altro secolo per toccare quota due miliardi. Nel XX Lovoisier et al., 1787 secolo, la crescita demografica è stata inizialmente più rapida e all’inizio degli anni ’60 […] [continua]EPS – EconomiaPoliticaSocietà di Autori Vari32. Busting the Mythis of the FTT by David Hillmanand Christina AshfordThe Financial Transaction Tax (FTT) would be aneffective way to redress the imbalance in thecurrent financial crisis. Ordinary citizens haveborne the brunt of the huge costs incurred inbailing out the banks – with massive job losses andsweeping cuts to public services.The Financial Transaction Tax (FTT) is now awidely discussed policy option that would generatesubstantial new revenue from the financial sector.The costs of the crisis have been huge, as of theend of December 2009 the amount spent on bankbail-outs by advanced G-20 economies wasequivalent to 6.2% of world GDP – $1,976 billion(IMF, 2010). Yet in Europe and the US, it has beenordinary citizens, with no responsibility forcreating the crisis who have borne the costs withjob losses and cuts to public services. [continua] C. Darwin, The Origin of Species, 1859
  5. 5. Una nuova rubrica R/C recensioni e commenti di Autori Vari 1. Novità sul caso Pasolini di Emiliano Ventura Non cessa di far discutere il caso della morte del poeta Pier Paolo Pasolini, a trentasei anni dalla morte la verità ancora è lontana ma dal 2010 il fatto è tornato di attualità e le indagini sono state riaperte. Si riportano di seguito le maggiori novità che riguardano il caso: una è il libro che ha pubblicato Pino Pelosi, l’unico ad aver pagato per la morte del poeta; l’altro testo è il risultato di questa nuova indagine che conduce o meglio lascia riemergere fatti colpevolmente trascurati. I due libri, distanti per forma e contenuto, possono però entrambi gettare luce su uno dei fatti più dibattuti della storia criminale italiana. Dei due testi, quello scritto con maggior perizia e abilità letteraria è sicuramente il secondo Nessuna pietà per Pasolini, che vede tra gli autori il giornalista Valter Rizzo oltre all’avvocato Stefano Maccioni e alla criminologa Simona Ruffini, quindi sfrutto la capacità di un professionista della parola scritta. Il Libro di Pelosi Io so.. come hanno ucciso Palladio, Architettura, 1728 Pasolini è stato in realtà materialmente scritto dall’avvocato Olivieri e dal regista Federico Bruno. [continua]Recensioni di saggi di PierLuigi Albini147. Ennio Ciotta, Street Art. Una rivoluzione nellestrade148. A. Marchi, M.R. Valazzi (a cura di), La cittàideale. L’utopia del Rinascimento a Urbino traPiero della Francesca e Raffaello149. Marco Goldin (a cura di), Da Hopper aWarhol. Pittura americana del XX secolo a SanMarino150. Marco Goldin (a cura di), Da Vermeer aKandinsky. Capolavori dei musei del mondo aRimini151. Roberto Guerra, Futurismo per una nuova G. Galilei, Dialogo, 1632umanità. Dopo Marinetti, arte, società, tecnologia Ti con zero è anche in slideshare Ti con zero è anche su Issuu, In formato .pdf in formato magazine
  6. 6. The Mathematical Principles, 1729 Cultura&Società di Giovanna Corchia 59. Santa Giovanna dei Macelli, di Bertold Brecht Ronconi e il mercato: uno sguardo critico su un’economia senza regole, finalizzata al profitto immediato o una disumana umanità. Possiamo trovare un filo conduttore nelle scelte di Ronconi di alcuni spettacoli come Lo specchio del diavolo, dal libro di Giorgio Ruffolo; La Compagnia degli uomini di Edward Bond, e, infine, Santa Giovanna dei Macelli di Bertolt Brecht. Il regista sembra voglia offrirci chiavi di lettura di una realtà in cui il passato e il presente mostrano molte analogie. Tocca a noi spettatori fare tesoro di un simile sguardo al fine di cogliere i pericoli di un mercato padre/padrone non certo preoccupato della sorte dei propri figli. [continua] A proposito di film di Alessandra Bailetti 7. Un giorno questo dolore ti sarà utile / Posti in piedi in paradiso / La sorgente dell’amore 8. Safe House / La magnifica presenza / È nata una star?The Discovery of the World in the Moone, 1618 Serie foto: libri antichi di scienza
  7. 7. Tutte le RubricheM. Agostinelli ■ Energenze G. Corchia ■ Cultura&SocietàL. Agostini ■ Note critiche E. D’Alessio ■ Altrove e DintorniP. L. Albini ■ Labirinti di lettura A. De Marco ■ BiocultureP.L. Albini ■ Recensioni di saggistica G. Grütter ■ Disegno e ImmagineAutori Vari ■ EconomiaPoliticaSocietà M. Maggi ■ Tecnorischio&AmbienteAutori Vari ■ Frodi&Favole P. Manzelli ■ Scienza e ArteAutori Vari ■ Contributi L. Michelini ■ CivitasAutori Vari ■ R/C recensioni e critica R. Nobili ■ Filosofia scientificaA. Bailetti ■ A proposito di film P. Pallottino ■ FigureC. E. Bugatti ■ 900t’Arte P. Pignalosa ■ Spettri musicaliG. Camarda ■ Cronache di politica econ. F. Rufo ■ BiopoliticheA. Castronuovo ■ Meccanica della fantasia F. Zucco ■ Bioetica: Donne & ScienzaO. Cilona ■ Democrazia&Impresa Segnalazioni Announcement from Prof. Federico Caffè: allievi e studiosi La Facoltà di Economia dellUniversità di Roma "La Sapienza" organizza per il 24 maggio 2012 un incontro sullattualità del pensiero di Federico Caffè, a 25 anni dalla scomparsa, avvenuta il 15 Aprile 1987. Invito e programma ARSLAB Il suo scopo è di promuovere la ricerca, la documentazione, il dibattito e la formazione sullarte contemporanea in stretto rapporto con la scienza, la tecnologia e i nuovi media. 5 ‰ per il Parco Faunistico Piano dell’Abatino Essendo unorganizzazione ONLUS, senza scopi di lucro, il Giardino Faunistico di Piano dellAbatino può beneficiare anche della donazione del 5 per mille. Gli animali sono aumentati e i finanziamenti sono insufficienti. Per donare il 5 per mille il codice da indicare è 00894030576.“Le mura e i palchi di volta sono traforati in tutte le direzioni dal piccone dell’Abate, ma i suoi itinerari continuano adavvolgersi su se stessi come in un gomitolo, e la mia cella continua ad essere attraversata da lui sempre seguendouna linea diversa. Il senso dell’orientamento è perso da tempo: Faria non riconosce più i punti cardinali, anzineppure lo zenith e il nadir. Alle volte sento grattare il soffitto; cade una pioggia di calcinacci; s’apre una breccia; nespunta la testa di Faria capovolta. Capovolta per me, non per lui; striscia fuori dalla sua galleria, cammina a testa ingiù senza che nulla si scomponga nella sua persona: né i bianchi capelli, né la barba verde di muffa, né i brandelli ditela di sacco che ricoprono i suoi lembi macilenti. Percorre come una mosca il soffitto e le pareti; si ferma, conficca ilpiccone in un punto, s’apre un pertugio; scompare. Alle volte è appena sparito attraverso una parete che torna a spuntare dalla parete di fronte: ancora non haritirato di qua il calcagno che già s’affaccia di là la sua barba. Ricompare più stanco, scheletrico, invecchiato, come sefossero passati anni dall’ultima volta che l’ho visto”. Italo Calvino, Il conte di Montecristo, da Ti con zero

×