N 14 dicembre 2011

538 views
469 views

Published on

news

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
538
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

N 14 dicembre 2011

  1. 1. Ti con zero news Le News di steppa.net n. 14/15 – dicembre 2011 [numero doppio] ------------------ aperiodico Palomar/Asilomar blog: e-mail: palbin(at)tin.it; venezian(at)alice.it; siti: www.webalice.it/venezian; www.steppa.net; issuu.com/Ti con zeroBioculture di Antonio De Marco61. Ricerca del piacere e della felicità, tradesiderio e bisogno Allo spuntare del sole l’ariafrizzante mattutina cede il passo a untepore prima lieve, poi sempre piùpenetrante man mano che la luce inonda ipaesaggi. In tali momenti non èinfrequente imbattersi, se si percorre unsentiero di campagna, in qualche lucertolache, assopita su un sasso o ferma tra ilverde della vegetazione, assaporapiacevolmente il riscaldarsi dell’aria.Analogamente lungo scogliere battutedalle onde gruppi d’iguane marine siattardano al sole prima di lanciarsi inacqua godendo del calore che invade i lorocorpi. Un’immagine ancora più esaltantedi compiacimento è quella suggerita da ungruppo di scimmie mentre si pulisconoreciprocamente, [continua] Frodi&Favole di Autori Vari 7. I campioni del 2011 di Sylvie Coyaud In attesa dei personaggi dell’anno a cura di Nature e Science, The Scientist pubblica le top 5 dei più chiacchierati dai media scientifici e non. 1. Diederik Stapel, ex professore all’università di Tilburg, nei Paesi Bassi, detto il “golden boy” della psicologia sociale europea, pareva aver scoperto che il degrado urbano rafforzava la discriminazione razziale, che le persone carnivore erano più riottose delle vegetariane ed altri fenomeni molto apprezzati dai media. Ha ammesso di essersi inventato tutti i dati delle presunte ricerche da lui svolte “sul campo”… [continua]
  2. 2. Arte e Scienza di Paolo Manzelli 41. QAGI innovation 1. Quando agli inizi del XX secolo la comprensione dei fondamenti classici iniziò a vacillare (Principio di indeterminazione, 1927), scienza e arte congiuntamente modificarono le precedenti logiche deterministiche e la prospettiva estetica per ampliare le opportunità di conoscenza e di comunicazione al mondo microscopico in senso probabilistico. 2. A partire dagli anni 80 del XX secolo gli utra- microscopi hanno permesso di osservare il mondo sub-microscopico della Nano- e bio-dimensione; ciò ha introdotto la necessità di capire i cambiamenti di proprietà della materia che avvengono in tale nano-dimensionalità, poiché non erano prevedibili sulla base delle precedenti conoscenze. 3. Il Gruppo di QUANTUM ART, coordinando artisti e scienziati ha iniziato a percepire la necessità e le opportunità di condividere una nuova logica interpretativa della scienza e di esprimere creativamente nellarte visiva e nelle altre performance artistiche una nuova dimensione del sapere… [continua]Note Critiche di Luigi Agostini 9. Donazione: una giornata particolareIl 30 novembre l’istituto Nazionale dellaDonazione ha proposto, con l’alto patrocinio diAzeglio Ciampi, di promuovere la istituzione diuna giornata nazionale dedicata al dono. Laproposta, in tempi di individualismo arrembante, aprima vista può apparire estemporanea e velleitaria,ma invece coglie dietro lo schermodell’affermazione di un individualismo senza limiti,proprio i segni della sua crisi più profonda: siestende la percezione, anche in luoghiinsospettabili, che l’individualismo senza limitiinfatti sta portando ad un crollo verticale dellacoesione sociale, di cui la grande crisi attuale non èaltro che la sua manifestazione più eclatante.Antropologicamente, l’uomo competitivo,soppiantando in questi decenni l’uomocooperativo, ha minato e sta minando le basi delprocesso di civilizzazione. [continua]
  3. 3. Cronache di politica economica di Gianni Camarda 28. Democrazia vs/ tecnocrazia Quel che sta accadendo in Grecia e in Italia – insediamento di un governo di tecnici in luogo dei politici – sembra replicare su scala nazionale ciò che si sta verificando in Europa a seguito delle titubanze, incertezze e faticose mediazioni sin qui manifestate dai rappresentanti dei diversi governi i quali, a fronte delle sempre più pressanti necessità di trovare soluzioni alla crisi finanziaria, non hanno saputo fare di meglio che varare con ritardo misure di scarsa efficacia. In occasione della cerimonia di commiato di Jean-Claude Trichet del 19 ottobre al Teatro dell’Opera di Francoforte si sarebbe costituito una sorta di direttorio europeo, poi ribattezzato “Gruppo di Francoforte”. [continua]EPS – EconomiaPoliticaSocietà - Contributi25. Limpatto dellimmigrazione sul mercato dellavoro in Italia. Qual è limmigrato di cui ha bisognolItalia? di Filippo BontadiniIl mercato del lavoro italiano si trova attualmente inuna situazione critica, determinata da fattori inparte strutturali e in parte congiunturali. I fattoristrutturali sono due: l’invecchiamento demograficoe la bassa produttività. Linvecchiamento dellapopolazione è un processo ormai consolidato, inconseguenza del quale, a meno di significativevariazioni nelle età di inizio e di fine del lavoro, laproporzione di italiani in età lavorativa si ridurràmentre quella dei pensionati crescerà. Ciòcomporterà un aumento del tasso di dipendenza, unaggravamento del carico pensionistico, e, in ultimaanalisi, un probabile effetto negativo sul PIL procapite.Laltro punto debole del mercato del lavoro italianoè la bassa produttività, che è cresciuta solo del1,7% tra il 1980 e il 2007 (ISTAT 2011), unita atassi di attività della popolazione che sono fra i piùbassi dEuropa, in particolare tra le donne e tra glianziani. [continua]
  4. 4. Cultura e Società di Giovanna Corchia 56. La conoscenza, una priorità per leggere la complessità Prendo da Edgar Morin,(1) La testa ben fatta Riforma del pensiero e riforma dell’insegnamento, la citazione su cui tornerò a conclusione di queste note che hanno al centro la conoscenza. Cosa sia La testa ben fatta è scritto in una pagina dedicata all’educazione nei Saggi di un grande pensatore del XVI secolo, Michel de Montaigne. Quali le qualità indispensabili a un buon educatore? Avere una testa ben fatta piuttosto che una testa ben piena, solo così potrà educare il discepolo a essere habile homme piuttosto che homme savant, a essere cioè uomo capace di entrare nel mondo mettendo a frutto i suoi apprendimenti senza limitarsi a farne sfoggio, solo per vanità e non come guida della propria condotta. Edgar Morin, un maestro di oggi, fa suo l’insegnamento di Montaigne per offrire alla riflessione strumenti utili per guidare le nostre azioni nel campo dell’educazione, se abbiamo a cuore il futuro dell’umanità e del mondo. [continua]Altrove e Dintorni di Emanuela D’Alessio 9. Damon Galgut, In una stanzasconosciutaSi chiama Damon, come l’autore, ilprotagonista e voce narrante dei tre raccontidi In una stanza sconosciuta, il nuovo librodel sudafricano Damon Galgut finalista alMan Booker Price nel 2010.Nel primo racconto Il seguace Damon«prova una felicità intensa, il che per lui èpossibile quando cammina ed è solo.Continua a cercare altre persone, mal’immenso paesaggio sembra completamentedeserto». Damon è in viaggio, da solo, stavisitando Micene, quando arriva in cima aun’altura scorge la figura di un uomo. Siavvicinano, si guardano anche se fingono dino, poi uno di fianco all’altro si fermano.L’uomo ha più o meno la sua età, è tuttovestito di nero, è tedesco, si chiama Reiner eanche lui sta visitando Micene. [continua] Ti con zero è anche in slideshare Ti con zero è anche su Issuu, In formato .pdf in formato magazine
  5. 5. I racconti di Daniela Piegai 18. Il sasso degli angeliLa luce si rifletteva sul vetro e carambolava sulla lucida cornice di tartaruga. Lavecchia stampa, dietro quel vetro scintillante, sembrava ancora più ingiallita diquello che era.Io ero piccola, e seguivo passo passo la donna che spolverava lo studio di papà,opprimendola con continue domande: - E perché passi lo straccio lassù? - Perché c’è sporco. - E perché c’è sporco? - Perché entra la polvere dalla finestra. - E perché entra? - Perché c’è vento. - E perché c’è vento? - Perché è marzo. [continua] Recensioni di saggi di PierLuigi Albini 144. G. Gr ütter, Immagine aziendale e progettazione grafica 145. E. Boncinelli, La vita della nostra mente 146. L.C. Smith, 2050. Il futuro del nuovo Nord Foto: serie Oceani
  6. 6. Tutte le RubricheL. Agostini ■ Note critiche E. D’Alessio ■ Altrove e DintorniP. L. Albini ■ Labirinti di lettura A. De Marco ■ BiocultureP.L. Albini ■ Recensioni di saggistica F. Giacomelli ■ ArtificialMenteAutori Vari ■ EconomiaPoliticaSocietà M. Maggi ■ Tecnorischio&AmbienteAutori Vari ■ Frodi&Favole P. Manzelli ■ Scienza e ArteAutori Vari ■ Contributi L. Michelini ■ CivitasC. E. Bugatti ■ 900t’Arte R. Nobili ■ Filosofia scientificaG. Camarda ■ Cronache di politica econ. P. Pignalosa ■ Spettri musicaliA. Castronuovo ■ Meccanica della fantasia A. Tenore ■ Fisica portatileO. Cilona ■ Democrazia&Impresa F. Zucco ■ Bioetica: Donne & ScienzaG. Corchia ■ Cultura&Società Segnalazioni Caritas Italiana “Oltre la crisi insieme”Fondazione Migrantes Dossier statistico immigrazione 2011 YouTube/Rainews 24 Scienza&Filosofia.it “Preoccupata di istituzionalizzarsi come depositaria della coscienza etica del progresso scientifico, a quasi trent’anni dalla sua nascita la bioetica sembra essere a un bivio: rinnovare il suo statuto o rischiare di smarrire definitivamente la sua mission di disciplina di incrocio tra sapere umanistico e sapere scientifico. “ “La rivista Kainos (ISSN 1827-3750), fondata nel 2000, ha come scopo principale quello della chiarificazione filosofica dei temi emergenti del mondo contemporaneo”. Nel n.11, Ignoranza e cultura. Il caso Italia Per gli aggiornamenti sulle altre novità del sito www.steppa.net dellAssociazione culturale Lupo della steppa, vedi lRSS Fed: http://www.steppa.net/rss/news.xml Per il collegamento al sito youtube di steppa.net Disposizione di legge in materia di protezione dei dati personali per la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali.I dati personali saranno trattati esclusivamente con mezzi elettronici e non saranno condivisi né comunicati a terzi. Gli indirizzi a cui sono inviate le News provengono da amici e conoscenti e da contatti avuti sulla rete. Se non vuoi più ricevere queste News invia una e-mail con l’oggetto “cancella” a: venezian@alice.it

×