Your SlideShare is downloading. ×

Brochure monitoraggio

980

Published on

Leggi, decreti, autorità e poteri nuovi rendono il cammino delle aziende sempre più complicato. …

Leggi, decreti, autorità e poteri nuovi rendono il cammino delle aziende sempre più complicato.

Reti semplifica i processi di raccolta e gestione delle informazioni, decifrando le azioni di decision makers, stakeholders ed influenti.

Un flusso di comunicazione continuo e tempestivo. Per capire e contare.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
980
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
19
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. w w w. r e t i o n l i n e . i t Monitoraggio istituzionaleLicenziataria marchio Reti
  • 2. Cosa accade nelle istituzioni? Quali sono le norme e le leggi che incidono ef-fettivamente sul vostro business? Chi sono i decisori che contano davvero?Con il nostro servizio di monitoraggio, aiutiamo le aziende a gestire questecomplessità e ad orientarsi tra le maglie del sistema. I prodotti sono articolatiin tre aree operative, distinte ed integrate: INFORMAZIONE Per essere sempre aggiornati. ANALISI Per approfondire i temi. MAPPE E PROFILI Per conoscere e fare rete. 2
  • 3. INFORMAZIONE Agenda DEL LUNEDì Elenco dei lavori istituzionali programmati nel corso della settimana, con brevi note di com- mento, link diretti ai testi dei provvedimenti, calendari e ordini del giorno più rilevanti, even- ti e convegni accuratamente selezionati. Mail quotidiana Puntuale entro le 12, il resoconto dei lavori isti- tuzionali della giornata precedente. Report del venerdì Il punto sullo stato d’avanzamento dei provvedi- menti segnalati il lunedì, sugli atti rilevanti pub- blicati in Gazzetta Ufficiale ed eventuali atti di indirizzo e controllo. 3
  • 4. NOTE DI APPROFONDIMENTO Documenti sintetici che illustrano i principaliA N A L I S I contenuti di un provvedimento, con particola- re attenzione all’innovazione normativa e agli aspetti di immediata rilevanza. SCHEDE DI ANALISI Uno strumento di comprensione articolato, che scende nel dettaglio e analizza punto per punto le modifiche alla legislazione attuale, valutando gli impatti sul settore di riferimento e sulle stra- tegie imprenditoriali da adottare. NOTA POLITICA Report di commento settimanale sui principa- li avvenimenti istituzionali, politici, sociali ed economici. Un’analisi di scenario per individua- re criticità e opportunità per il cliente. 4
  • 5. mappe e profili MAPPATURA DEI DECISION MAKERS Elenco ragionato dei principali decisori strategi- camente rilevanti per l’attività del cliente, con l’indicazione del ruolo ricoperto e della funzio- ne svolta. PROFILI PERSONALI Schede dettagliate dei soggetti individuati, con approfondimenti biografici, professionali e poli- tici. 5
  • 6. YOU CHOOSEPersonalizza i nostri servizi sulle specifiche esigenze del cliente e modulia-mo le attività di monitoraggio sulla base dei settori di interesse o di singoleissues. è possibile aderire al servizio attraverso due modalità: ALL IN ONE Servizio comprensivo di tutte le attività di informazio- ne, analisi e mappatura, con l’assistenza quotidiana dei nostri consulenti. Make your CHOICE Scelta on demand dei servizi di monitoraggio, sulla base del proprio fabbisogno. 6
  • 7. Es. Agenda settimanale - Indice 7
  • 8. Es. Agenda settimanale - Provvedimenti di particolare interesse 8
  • 9. Es. Agenda settimanale - Attività Camera 9
  • 10. Es. Agenda settimanale - Attività Regioni 10
  • 11. Es. Agenda settimanale - Eventi 11
  • 12. Es. Report istituzionale - Riepilogo Iter 12
  • 13. Es. Report istituzionale - Provvedimenti e atti rilevanti 13
  • 14. Es. Report istituzionale - Monitoraggio Regionale 14
  • 15. Es. Mail di monitoraggio quotidiano 15
  • 16. Es. Nota di approfondimentoITER  Approvato dal CdM il 04.12.2011  Pubblicato in G.U il 07.12.2011  La Commissione V e 5 riunite hanno deliberato una serie di audizioni in merito al dl manovra dal 07.12 – 09.12. Nel calendario: mercoledì 07.12.2011  Ore 12.30 - Audizione di rappresentanti di R.ETE Imprese Italia  Ore 15.30: Audizione di rappresentanti di CGIL, CISL, UIL e UGL  Ore 17: Audizione di rappresentanti dell’ISTAT  Ore 18.30: Audizione di rappresentanti di Confindustria Venerdì 09.12.2011  Ore 9.30: Audizione di rappresentanti della Banca d’Italia  Ore 11: Audizione di rappresentanti della Corte dei contiPRINCIPALI CONTENUTI Titolo I Sviluppo ed equitaArt.1 Aiuto alla crescita economica (ace)Art.2 Agevolazioni fiscali riferite al costo del lavoro nonche per donne e giovaniArt.3 Programmi regionali cofinanziati dai fondi strutturali e rifinanziamento fondo di garanziaArt.4 Detrazioni per interventi di ristrutturazione di efficientamento energetico e per speseconseguenti a calamita naturali  Si prevede la proroga a tutto il 2012 del bonus del 55%.  Articolo inoltre dedicato alla stabilizzazione della detrazione fiscale del 36% per le ristrutturazioni edilizie e 16 alla sua estensione alle zone colpite da calamità naturali.
  • 17. Es. Scheda di analisi   ITER:  CdM: doppio passaggio con approvazione definitiva il 03.02.2012;  Pubblicazione in GU:09.02.2012  Sede Referente: I e X riunite; relatori: per la I: Giovanelli (Pd); per la X: Saglia(PdL)  Termine emendamenti per il 28.02.2012 alle ore 12.00  In data 12.02.2012 posta questione di Fiducia  In data 14.03.2012 terminato l’esame in Aula alla Camera, il testo passa ora al Senato Di seguito una breve nota sul provvedimento approvato alla Camera: Art.  10   Art.  10   (Dichiarazione  unica  di  conformità  degli  impianti  termici)   (Dichiarazione  unica  di  conformità  degli  impianti)  1.   Con   decreto   del   Ministro   dell’ambiente   e   della   tutela   La   disposizione   introduce   un   modello   di   dichiarazione   unica   di   1.   Con   decreto   del   Ministro   dellambiente   e   della   tutela   del  del   territorio   e   del   mare   e   del   Ministro   dello   sviluppo   conformità  modificando  il  decreto  del  MSE  recante  il  riordino  delle   territorio  e  del  mare,  del  Ministro  dello  sviluppo  economico  e  del  economico,  delle  infrastrutture  e  dei  trasporti  è  approvato   disposizioni   in   materia   di   attività   di   installazione   degli   impianti   Ministro   delle   infrastrutture  e   dei   trasporti   è   approvato   il   modello  il   modello   di   dichiarazione   unica   di   conformità   che   allinterno   degli   edifici   e   il   d.lgs   recante   "Norme   in   materia   di   dichiarazione   unica   di   conformità   che   sostituisce   i   modelli   di   cui  sostituisce   i   modelli   di   cui   all’allegato   I   e   II   del   decreto   ambientale"  del  2006.   agli  allegati  I  e  II  del  decreto  del  Ministro  dello  sviluppo  economico  ministeriale   22   gennaio   2008,   n.   37   e   la   dichiarazione   di     22   gennaio   2008,   n.   37,   e,   con   riferimento   agli   impianti   termici  cui  all’articolo  284,  del  decreto  legislativo  3  aprile  2006,  n.   Resta  l’obbligo  di  comunicazione  ai  fini  del  rilascio  del  certificato  di   rientranti  nellambito  di  applicazione  dellarticolo  1  del  predetto  152.   agibilità   da   parte   del   comune   o   in   caso     di   allacciamento   di   una   decreto  del  Ministro  dello  sviluppo  economico  n.  37  del  2008,  la  2.   La   dichiarazione   unica   di   conformità   e   la   nuova  fornitura  di  gas,  energia  elettrica  o  acqua.   dichiarazione  di  cui  allarticolo  284,  del  decreto  legislativo  3  aprile  documentazione   allegata   sono   conservate   presso   la   sede     2006,  n.  152.  dell’interessato   ed   esibite,   a   richiesta      2.   La   dichiarazione   unica   di   conformità   e   la   documentazione  dell’amministrazione,   per   i   relativi   controlli.   Resta   fermo   allegata  sono  conservate  presso  la  sede  dellinteressato  ed  esibite,  l’obbligo  di  comunicazione  ai  fini  del  rilascio  del  certificato   a   richiesta   dellamministrazione,   per   i   relativi   controlli.   Resta  di  agibilità  da  parte  del  comune  o  in  caso    di  allacciamento   fermo  lobbligo  di  comunicazione  ai  fini  del  rilascio  del  certificato  di  una  nuova  fornitura  di  gas,  energia  elettrica  o  acqua.   di  agibilità  da  parte  del  comune  o  in  caso  di  allacciamento  di  una   nuova  fornitura  di  gas,  energia  elettrica  o  acqua.   17
  • 18. Es. Nota politica Nota politica 30 marzo 2012Quadro InternoCon 246 voti favorevoli, 33 contrari e 2 astenuti, il Senato ha approvato in seconda lettura e conmodificazioni, a seguito del voto di fiducia, il Dl Semplificazioni. Il provvedimento è già in discussionenellaltro ramo del Parlamento per la terza lettura, dove in un giorno è stato discusso e approvato insede referente, e da lunedì sarà in Aula.Prosegue in Senato, invece, l’esame del Dl Semplificazioni tributarie.Sul fronte politico, si sono registrate le prime tensioni tra il Governo Monti e i partiti che lo sostengono,all’indomani dell’approvazione in Cdm della riforma Lavoro, tanto che si è paventata la possibilità dinon arrivare alla primavera 2013. Il premier è intervenuto ripetutamente durante il viaggio in Asia,dicendosi pronto a lasciare l’incarico qualora il Paese “non fosse pronto” e sottolineando di avere peròla fiducia dei cittadini, al contrario dei partiti. Allo stesso tempo ha ribadito la determinazione delGoverno a non accettare modifiche che altererebbero il disegno complessivo del pacchetto redatto dalMinistro Fornero. Critiche al testo sono arrivate da più fronti: il Pd è contrario alle modifichedell’articolo 18, il Pdl invece insiste perché non vengano ammorbidite le misure sulla flessibilità inuscita. La riforma del lavoro, al contrario, ha ricevuto segnali di incoraggiamento all’estero: esplicitol’apprezzamento dell’OCSE, della Commissione europea, del Presidente degli Stati Uniti e persino delWall Street Journal, che in un editoriale elogia il coraggio “pedagogico” del Premier arrivando aparagonare gli effetti benefici del suo governo a quelli prodotti nella Gran Bretagna di MargarethThatcher.A dispetto della fiducia ‘ad personam’ riservata al prof Monti, tuttavia, si confermano incertezza edinstabilità sul piano economico. Si conferma inoltre la gravità della recessione: è lo stesso Ministrodello Sviluppo economico, Passera, a sottolineare il rischio che questa condizione permanga ancoratutto l’anno in corso.Notizie positive, invece, sul piano della lotta all’evasione fiscale: l’Agenzia delle Entrate ha riportato unaumento di oltre il 10% nel 2011 rispetto all’anno precedente, con circa 11 miliardi recuperati, e haconfermato l’intenzione di procedere con i blitz di18 controlli, sulla scia di quelli già compiuti nelle localitàvip.
  • 19. Es. Mappatura dei decision makersIL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI Piazzale della Farnesina,1 00135 Roma Tel (+39) 06 36911 http://www.esteri.it TERZI di SANTAGATA Giulio: Ministro Capo Segreteria Particolare Placido Vigo e-mail: segreteria.terzi@esteri.it Capo Ufficio per la Stampa Maurizio Massari Tel. 06 3691 3412 e-mail: stampa.caposervizio@esteri.it Capo di Gabinetto Gianlorenzo Cornado tel. 06 3691 2012 e-mail: gianlorenzo.cornado@esteri.it Capo Ufficio Legislativo Cons. Francesca Quadri tel. 06 3691 5868 e-mail: francesca.quadri@esteri.it Segretario generale Amb. Giampiero Massolo tel. 06 3691 2030 e-mail:sg.segreteria@esteri.it Sottosegretari DASSU Marta: Sottosegretario di Stato Tel. 06 36912215/13 e-mail: segreteria.dassu@esteri.it DE MISTURA Steffan: Sottosegretario di Stato Tel. 06 36913509/05 e-mail: segreteria.demistura@esteri.it 19
  • 20. Es. Profilo personale 20
  • 21. w w w. r e t i o n l i n e . i t www.retionline.it www.quicktop.it reti@retionline.it Ph + 39 06 675451 Fax +39 06 6785408 Via degli Scialoja, 18Licenziataria marchio Reti 00196 Roma

×