Comunicazione istituzionale attraverso il sito Web Le novità introdotte dalla direttiva 8/2009
Roberto Scano Roberto Scano si occupa da anni di accessibilità  informatica. Nel 2001 entra come primo italiano nel gruppo...
<ul><li>Negli ultimi anni è cresciuta la tendenza delle P.A. di veicolare le informazioni ai cittadini attraverso la creaz...
<ul><li>Razionalizzare e ridurre in maniera consistente il numero dei siti web pubblici per offrire ai cittadini un'inform...
<ul><li>Registrare i siti web delle Amministrazioni statali con il dominio &quot;.gov.it&quot; significa aggregare i siti ...
<ul><li>La necessità di rendere omogenei i servizi offerti, comporta che l'iscrizione al dominio è condizionata ad alcuni ...
<ul><li>Tali criteri sono contenuti nelle &quot;Linee guida per i siti web della PA&quot;, pubblicati dal 9 marzo, in una ...
<ul><li>Pag. 22/23 delle linee guida, con l’aggiunta di: </li></ul><ul><ul><li>Il &quot;ruolo dei dirigenti&quot; ex art 1...
<ul><li>Pag. 27 delle linee guida </li></ul><ul><li>Per garantire l’accessibilità ai propri siti web, le pubbliche amminis...
<ul><li>Nel continuo processo di adeguamento alla normativa un ruolo chiave è svolto dal responsabile dell’accessibilità i...
<ul><li>Al fine di migliorare l’accessibilità dei siti web delle Pubbliche Amministrazioni, il Ministro per la pubblica am...
<ul><li>Predisporre siti Web che abbiano una facile identificabilità (nome a dominio, loghi, organizzazione menu, ecc.); <...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Comunicazione istituzionale attraverso il sito Web

2,189

Published on

Le novità introdotte dalla direttiva 8/2009 e dalle linee guida per i siti Web.

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,189
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
55
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Comunicazione istituzionale attraverso il sito Web

  1. 1. Comunicazione istituzionale attraverso il sito Web Le novità introdotte dalla direttiva 8/2009
  2. 2. Roberto Scano Roberto Scano si occupa da anni di accessibilità informatica. Nel 2001 entra come primo italiano nel gruppo di lavoro per l’accessibilità dei contenuti per il Web (WCAG) dove ha partecipato alla stesura delle attuali WCAG 2.0. Ha sviluppato il primo disegno di legge in materia di accessibilità presentato come pdl “Campa-Palmieri”, confluito poi nella legge 4/2004. In rappresentanza di IWA ( www.iwa.it ) ha partecipato alle attività di sviluppo dei requisiti tecnici per la legge 4/2004 (legge Stanca). Sempre in materia di accessibilità, partecipa alle attività di aggiornamento della normativa italiana, al gruppo di lavoro degli esperti di accessibilità dell’unione europea nonché alla ridefinizione della Section 508. All’interno di organismi normativi, partecipa alla stesura delle ISO in materia di ergonomia delle interfacce Web e delle linee guida di accessibilità degli strumenti di sviluppo (ATAG 2.0) di cui è anche editor. Ha pubblicato quattro libri con autorevoli prefazioni. È raggiungibile tramite il proprio sito Web http://robertoscano.info .
  3. 3. <ul><li>Negli ultimi anni è cresciuta la tendenza delle P.A. di veicolare le informazioni ai cittadini attraverso la creazione di siti web specifici, legati a progetti e iniziative dell'ente stesso. Sono quindi proliferati in rete molti siti web, in cui il cittadino/utente ha difficoltà a districarsi a causa di motivi diversi: </li></ul><ul><ul><ul><li>permanenza dei siti web anche dopo la chiusura del progetto/iniziativa; </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>riconoscibilità non immediata della natura, pubblica o privata, del sito web; </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>identificabilità non immediata dell'Amministrazione che ha realizzato il sito; </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>assenza di regole e di criteri per il trattamento dei contenuti da dichiarare obsoleti. </li></ul></ul></ul>I siti Web proliferano… anche troppo
  4. 4. <ul><li>Razionalizzare e ridurre in maniera consistente il numero dei siti web pubblici per offrire ai cittadini un'informazione aggiornata, chiara e riconoscibile: è questo l'obiettivo della direttiva n. 8/2009 del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'innovazione. </li></ul><ul><li>http://www.governoitaliano.it/GovernoInforma/Dossier/dominiogovit/ </li></ul>Direttiva 8/2009 (“Rottamazione siti Web”)
  5. 5. <ul><li>Registrare i siti web delle Amministrazioni statali con il dominio &quot;.gov.it&quot; significa aggregare i siti ed i portali che già erogano e che erogheranno servizi istituzionali con un adeguato ed omogeneo livello di qualità, sicurezza ed aggiornamento dei servizi stessi, con la garanzia, per i cittadini, per le imprese e per la stessa Pubblica Amministrazione che le informazioni ed i servizi richiesti provengano direttamente dall'Ente. </li></ul>Perché il dominio .gov.it ?
  6. 6. <ul><li>La necessità di rendere omogenei i servizi offerti, comporta che l'iscrizione al dominio è condizionata ad alcuni criteri essenziali finalizzati ad assicurare che le informazioni e i servizi offerti siano chiaramente presentati, raggruppati in modo organico, e facilmente raggiungibili dalla homepage. </li></ul>Perché il dominio .gov.it ?
  7. 7. <ul><li>Tali criteri sono contenuti nelle &quot;Linee guida per i siti web della PA&quot;, pubblicati dal 9 marzo, in una versione preliminare, sul sito del Ministro. Tale documento sarà oggetto di una consultazione pubblica della durata di due mesi, condotta attraverso un forum di discussione dedicato, per coinvolgere i vari stakeholder al fine di proporre suggerimenti e indicazioni, che saranno utili per una revisione del documento. </li></ul><ul><li>http://www.governoitaliano.it/GovernoInforma/Dossier/dominiogovit/linee_guida_siti_web_PA.pdf </li></ul><ul><li>http://apps.innovazionepa.it/forum/forum_topics.asp?FID=9 </li></ul>Linee guida per i siti Web delle P.A.
  8. 8. <ul><li>Pag. 22/23 delle linee guida, con l’aggiunta di: </li></ul><ul><ul><li>Il &quot;ruolo dei dirigenti&quot; ex art 1, comma 7, DPR 108/2004 </li></ul></ul><ul><ul><li>Il &quot;Codice disciplinare&quot; art 68, comma 2, D.lgs 150/2009. </li></ul></ul><ul><ul><li>La &quot;contrattazione integrativa&quot; ex art. 67 L 169/2009 ora art. 55 comma 4 Dlgs 150/2009 </li></ul></ul>Contenuti minimi richiesti ai siti delle P.A.
  9. 9. <ul><li>Pag. 27 delle linee guida </li></ul><ul><li>Per garantire l’accessibilità ai propri siti web, le pubbliche amministrazioni devono: </li></ul><ul><ul><li>rispettare i requisiti tecnici previsti nell’Allegato A del Decreto Ministeriale 8 luglio 2005 e rendere accessibili e pienamente fruibili tutti i rapporti telematici con i cittadini; </li></ul></ul><ul><ul><li>formare adeguatamente il personale che si occupa dell’aggiornamento dei siti web per garantirne l’accessibilità nel tempo; </li></ul></ul><ul><ul><li>garantire ai dipendenti disabili la possibilità di lavorare senza forme di discriminazioni; </li></ul></ul><ul><ul><li>coinvolgere i cittadini disabili nella verifica dell’accessibilità ai propri siti web. </li></ul></ul>Accessibilità
  10. 10. <ul><li>Nel continuo processo di adeguamento alla normativa un ruolo chiave è svolto dal responsabile dell’accessibilità informatica dell’Amministrazione. </li></ul><ul><li>Si raccomanda, quindi, che il responsabile dell’accessibilità coincida con uno dei responsabili del procedimento di pubblicazione dei contenuti sui siti web, o, quanto meno, che si coordini costantemente con essi. </li></ul>Accessibilità
  11. 11. <ul><li>Al fine di migliorare l’accessibilità dei siti web delle Pubbliche Amministrazioni, il Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione, con la collaborazione di DigitPA e del Formez PA: </li></ul><ul><ul><li>svolge le funzioni di monitoraggio dei siti web pubblici, al fine di valutare periodicamente l’accessibilità dei servizi pubblici erogati on line; </li></ul></ul><ul><ul><li>rileva le segnalazioni di inaccessibilità fatte dai cittadini sul sito www.accessibile.gov.it e le inoltra ai responsabili dei siti web pubblici; </li></ul></ul><ul><ul><li>segnala le migliori pratiche di accessibilità, anche avvalendosi delle segnalazioni fatte dai cittadini sul sito www.accessibile.gov.it; </li></ul></ul><ul><ul><li>favorisce la diffusione della cultura dell’accessibilità con azioni di formazione e informazione sul tema. </li></ul></ul>Accessibilità
  12. 12. <ul><li>Predisporre siti Web che abbiano una facile identificabilità (nome a dominio, loghi, organizzazione menu, ecc.); </li></ul><ul><li>Curare la pubblicazione dei contenuti obbligatori (tabella 5 delle linee guida); </li></ul><ul><li>Verificare costantemente l’accessibilità dei siti e dei servizi erogati tramite Web; </li></ul><ul><li>Avviare iniziative di formazione/autoformazione presso gli uffici. </li></ul>In conclusione
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×