Corso Web 2.0: Video-sharing sites
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Corso Web 2.0: Video-sharing sites

on

  • 2,216 views

Presentazione nell'ambito del corso sul Web 2.0 tenuto all'Università di Milano Bicocca. Vedi anche www.corsoweb20polillo.blogspot.com

Presentazione nell'ambito del corso sul Web 2.0 tenuto all'Università di Milano Bicocca. Vedi anche www.corsoweb20polillo.blogspot.com

Statistics

Views

Total Views
2,216
Views on SlideShare
1,878
Embed Views
338

Actions

Likes
2
Downloads
38
Comments
0

6 Embeds 338

http://corsoweb20polillo.blogspot.com 190
http://corsoweb20polillo.blogspot.it 92
http://www.corsoweb20polillo.blogspot.it 33
http://www.corsoweb20polillo.blogspot.com 19
http://www.slideshare.net 3
http://corsoweb20polillo.blogspot.fr 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Corso Web 2.0: Video-sharing sites Corso Web 2.0: Video-sharing sites Presentation Transcript

  • Università degli Studi di Milano Bicocca Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione
    • Video-sharing sites: YouTube – MySpaceTV – Google Video
    • M.Polli, P.Rocchi, A Stranieri
  • http://www.readwriteweb.com/archives/youtube_continues_to_destroy_all.php M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008) Video sharing sites
  • M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • www.youtube.com
      • Le date:
        • Febbraio 2005  nasce YouTube
        • Ottobre 2005  finanziamento dalla Sequoia Capital
        • Dicembre 2005  lancio ufficialmente
        • Novembre 2006  acquistato da Google Inc per 1,65 miliardi di dollari (in azioni) (ricavi 2008: circa 200 ml USD)
        • Luglio 2008  terzo sito più visitato al mondo (dopo Yahoo e Google)
      • Segni particolari:
        • maggior tasso di crescita mai registrato fra i siti web
      • Lo scopo:
        • Prima della nascita di YouTube, la condivisione di materiale audi-visivo era possibile ma non semplice per tutti. Una semplice interfaccia e la semplice diffusione del materiale rende YouTube un potente mezzo
        • Free, non ancora profittevole. Alla ricerca di un business model conveniente (la pubblicità non basta)
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
      • YouTube e i Copyright ©:
        • Il numero di video eliminati si aggira attorno ai 100.000 , e sono stati anche sospesi gli account degli utenti che più di frequente caricavano contenuti in violazione delle norme sul diritto d'autore
        • Viene posto un limite al tempo del video uploadabile (10 minuti) http://www.youtube.com/results?search_query=the+crow+part&search_type=&aq=ff
        • Luglio-ottobre 2006  accordi “di non belligeranza”, alcune grandi hanno pattuito di fornire contenuti su YouTube
        • La BBC ha richiesto di cancellare più di 200.000 video
        • Luglio 2008  la TV spagnola Telecinco vince una causa contro YouTube per la diffusione di materiale audio-video coperto da diritti d’autore
        • 30 luglio 2008  Mediaset cita YouTube chiedendo 500milioni di euro di risarcimento
    www.youtube.com M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • www.youtube.com M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • YouTube: funzioni
      • Upload, visione, condivisione di video clip, associare blog, annotations (da giugno 2008 in beta)
        • Esempio : http://it.youtube.com/watch?v=godHTIgfIHs
      • Publication policy: no materiale protetto da diritto d’autore a meno che non se ne sia titolari, no porno, no pubblicità, no materiale diffamatorio (ma controllo solo ad avvenuto upload)
      • Libero accesso per tutti; upload solo utenti registrati; canali (profili utente), gruppi
      • Commenti, user rating, user referral
      • Deep linking “permanente”, incorporazione in altri siti e blog (codice HTML)
      • Metodi di ricerca video: categorie, uploader tagging, ricerca avanzata, suggerimenti
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • YouTube: canali “ Che cos'è un canale/profilo? Chiunque è iscritto a YouTube può accedere alle informazioni personali nel canale o nella pagina di profilo di altri utenti. Il canale/profilo rappresenta un punto centrale in cui gli altri utenti possono visualizzare i tuoi video pubblici, i tuoi preferiti, i tuoi bollettini, i tuoi commenti, i tuoi iscritti e il tuo video log. Gli utenti possono vedere anche le statistiche che ti riguardano, per esempio da quanto sei membro di YouTube, quanti anni hai e quanti video hai guardato. Il tuo canale è inoltre uno spazio ideale per coloro che desiderano entrare in contatto con te, inviarti messaggi, condividere un canale, aggiungerti come amico o aggiungere commenti al tuo canale. “ (da YouTube FAQ) M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • YouTube: un nuovo medium
      • Non solo strumento di upload, anche medium nuovo
      • “ YouTube made it possible for anyone who could use a computer to post a video that millions of people could watch within a few minutes. The wide range of topics covered by YouTube has turned video sharing into one of the most important parts of Internet culture” (Wikipedia)
      • “ YouTube Stars ” Es. clip musicale “ Here it goes again ”, degli OK Go (2006, in 2 anni visto 36 ml di volte http:// it.youtube.com/watch?v=pv5zWaTEVkI
      • Come in ogni medium, esiste la critica specializzata (ovviamente, in rete) Es. http://youtubestars.blogspot.com /
      • Campagna presidenziale USA 2008
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • YouTube: condizioni
      • I diritti del materiale caricato restano ai proprietari
      • Gli utenti che inviano materiale concedono a YouTube la licenza di distribuire e modificare il materiale caricato per ogni scopo; detta licenza ha termine quando l'utente cancella il materiale dal sito
      • Lo stesso diritto viene concesso agli utenti (che possono vedere o linkare il video, ma non possono scaricarlo)
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
      • I PIU’ VISTI IN ITALIA:
        • Video:
        • http://it.youtube.com/browse?s=mp&t=a&c=0&l=&b=0
    www.youtube.com M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • www.youtube.com
      • I PIU’ VISTI IN ITALIA:
        • Canali:
        • http://it.youtube.com/members?s=mv&t=a&g=0
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • www.youtube.com
      • I PIU’ VISTI NEL MONDO:
        • Video:
        • http://www.youtube.com/browse?s=mp&t=a&c=0&l=&b=0
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
      • I PIU’ VISTI NEL MONDO:
        • Canali:
        • http://www.youtube.com/members?s=mv&t=a&g=0
    www.youtube.com M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • … contratto di YouTube
    • 10. Diritti che lei concede in licenza
      • 10.1 Quando lei carica o pubblica un Contributo Utente su YouTube, lei concede:
      • a YouTube, una licenza mondiale , non esclusiva, priva di royalty , trasferibile (con diritto a sublicenziare) ad usare, riprodurre, distribuire, preparare opere derivate, visualizzare, ed eseguire quel Contributo Utente in relazione alla fornitura dei Servizi ed altrimenti in connessione con la fornitura del Sito web ed i servizi commerciali di YouTube, comprese a titolo meramente esemplificativo la promozione e la ridistribuzione di tutto o parte del Sito web (e opere derivative del presente) in qualsiasi formato e tramite qualsiasi canale;
      • a ciascun utente del Sito web, una licenza mondiale, non esclusiva, priva di royalty, ad accedere al suo Contributo Utente tramite il Sito web e ad usare, riprodurre, distribuire, preparare opere derivate di, visualizzare ed eseguire tali Contributi Utente nella misura permessa dalla funzionalità del Sito web ed ai sensi dei presenti Termini.
      • 10.2 Le licenze di cui sopra concesse da parte sua sui Video Utente terminano nel momento in cui lei rimuove o elimina i suoi Video Utente dal Sito web . Le licenze di cui sopra concesse da Lei sui Commenti degli Utenti sono eterne e irrevocabili, salvo che vi sia pregiudizio per i suoi diritti proprietari, che sono detenuti da lei come previsto nel paragrafo 8.2 di cui sopra.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Cosa è
    • MySpaceTv è un servizio di condivisione di video fornito da MySpace che permette agli iscritti di fare upload di video e a tutti gli utenti di visionarli.
    • La versione Beta di MySpaceTv è stata lanciata nella prima metà del 2007, per combattere la migrazione di utenti verso youtube.
    • È il secondo sito che permette la pubblicazione e la condivisione di video (9%) subito dopo youtube (75%), anche se nell’ultimo anno ha perso oltre il 44% degli utenti americani che lo utilizzavano nel 2007.
    • Oltre alla mera concorrenza, gli ideatori volevano mettere a disposizione su MySpace una serie di applicazioni più complete oltre a quelle tradizionali (testo e foto).
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Progetti Attuali
    • Ad oggi MySpaceTv rappresenta la sezione Video di MySpace ed è raggiungibile dal sito http://vids.myspace.com/ , o digitando www.MySpaceTv.com .
    • Tra il 2008 e il 2009, MySpaceTv diventerà un vero e proprio sito indipendente.
    • MySpaceTv dovrebbe inoltre diventare un canale standard che verrà trasmesso dalle televisioni.
    • MySpaceTv ha siglato una serie di accordi che permetteranno lo sfruttamento di format nati sul web anche nei media tradizionali.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Progetti Attuali
    • Show creati per il web verranno distribuiti in tutto il mondo sia attraverso la tv, che in dvd.
    • Si tratta di un processo inverso rispetto a quelli a cui abbiamo assistito finora, in cui è Internet ad esportare contenuti verso i media tradizionali e non il contrario.
    • L’operazione sarà gestita dalla società ShineReveille, società fondata da Elisabeth Murdoch, figlia del re australiano dei media.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Progetti Attuali
    • La BBC sta inoltre definendo la partnership per utilizzare il proprio BBC iPlayer, un servizio di Internet TV on-demand, attraverso MySpaceTv.
    • Il player di MySpaceTv, rispetto a quello di youtube, è arricchito con funzioni di scorrimento di video, gestione del timing, memoria di volume ed utilizza Flash 9 con modalità full-screen reale.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Utenza
    • Gli utenti del sito sono molteplici: utenti che pubblicano i propri video personali senza un vero e proprio motivo, video di pubblicità dei propri lavori, promozione politica, video professionali, e tanti altri.
    • Rispetto a youtube, MySpaceTv dedica una particolare attenzione ai video professionali, e a quelli forniti da provider ufficiali.
    • Su MySpaceTV si possono vedere in streaming i video caricati dagli utenti e anche quelli di partner esclusivi come Fox, National Geographic, The New York Times, ecc…
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Utenza
    • Pur favorendo i video professionali, MySpaceTv non abbandona gli utenti “semplici”.
    • Recentemente ha pubblicato un modulo che permette agli utenti di catturare e caricare i video con le loro webcam.
    • Tramite questa applicazione è possibile registrare un video e pubblicarlo direttamente su MySpace e MySpaceTv, o ri-registrare fino a quando non si è soddisfatti della ripresa.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Canali
    • È possibile creare dei canali tematici ( http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.channels ) dove gli utenti raggruppano secondo un particolare criterio i propri video.
    • Si possono produrre delle mini serie, sit-com, una lista di pezzi recitati di un attore, un insieme di coreografie di un ballerino ecc… e utilizzare MySpaceTv anche come motore pubblicitario e di marketing.
    • Molti professionisti e case di produzione discografica, cinematografica ecc… utilizzano i loro canali ufficiali per mettere a disposizione del pubblico materiale ufficiale e anche di backstage, godendo quindi di una grossa pubblicità.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Canali
    • Attraverso un conteggio di visualizzazioni, e una classifica di votazioni che gli utenti fanno per ogni video e per ogni canale, video pubblicati da “sconosciuti” possono diventare molto famosi e diffusi forse di più di quello che una classica trasmissione televisiva potrebbe fare.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Canali
    • Tra i canali maggiormente visitati con decine di milioni di visualizzazioni ci sono:
      • Super Bowl Ads (circa 37,5 ml), raccolta pubblicità SuperBowl
        • http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.channel&ChannelID=154343766
      • Trailer Park (circa 33,3 ml), raccolta di trailer cinematografici
      • http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.channel&ChannelID=171184815
      • Family Guy (circa 17,2 ml), scene del famoso cartone Family Guy (I Griffin)
        • http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.channel&ChannelID=271252718
      • TMZ (circa 16,2 ml), raccolta di video divertenti
      • http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.channel&ChannelID=330957672
      • National Geographic (circa 13,7 ml), raccolta di minidocumentari e scene tratte dai documentari del famoso canale televisivo
      • http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.channel&ChannelID=253381840
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Le serie web-televisive
    • Sul canale video di MySpace, inoltre, sono state presentate diverse serie “web-televisive” originali.
    • Queste serie vengono prodotte appositamente per il web, e tramite esso si diffondono a livello globale.
    • Tra le più famose serie c’è “Roommates” prodotta dalla società Iron Sink, che segue le vite di quattro ragazze ventenni uscite da poco dal college e andate a vivere insieme a Los Angeles.
    • http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&VideoID=30256923
    • Lo show conta di 45 mini episodi da tre-quattro minuti, che ogni giorno sono stati trasmessi su MySpaceTv e che è possibile rivedere accedendo al canale appositamente creato.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV VideoBlog
    • Interessante è stata l’idea innovativa di permettere la creazione di blog esclusivamente video ancora in fase di completamento e implementazione.
    • L’idea è quella di condividere con gli utenti sia i video personali, sia i video preferiti.
    • Nella promozione di questo nuovo modulo i responsabili di MySpaceTv esordivano con “Spesso un Video fa conoscere di più di tante parole”, ed è questo il concetto di base che sta dietro ai VideoBlog.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • MySpaceTV Progetti e sviluppi futuri
    • Favorendo i professionisti ed i contenuti di eccellenza e di provider noti, MySpaceTv si propone di diventare una reale nuova televisione.
    • Contenuti personali verranno affiancati da una massiccia quantità di prodotti professionali adattati al web, ma principalmente creati appositamente per la trasmissione in Rete.
    • MySpaceTv non sarà quindi un clone di youtube, ma piuttosto un concorrente con scopi differenti: professionisti e prodotti di qualità (sit-com, programmi, trasmissioni, notiziari, film, serie televisive,…) saranno (ed in parte già sono) il punto di forza e il simbolo di questo nuovo medium.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • R.Polillo – Corso Web 2.0 (ott 2008) M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video
    • Google Video è un servizio gratuito di Google che permette a chiunque di caricare (upload) filmati sui server web di Google e renderli disponibili a tutti. Gli utenti possono cercare e guardare i video direttamente da Google Video così come scaricarli e inserirli nelle proprie pagine web.
    •  
    • http://video.google.com/
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video
    • Obiettivi di Google Video:
    • Viral advertisement (pubblicità), e trailer di film
    • Filmati commerciali professionali come film o contenuti trasmessi in televisione.
    • Acquisto, tra cui programmi CBS, NBA, video musicali e film indipendenti.
    • L'archivio nazionale degli Stati Uniti (U.S. National Archive) usa Google Video per rendere documentari storici accessibili online.
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video R.Polillo – Corso Web 2.0 (ott 2008) M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video R.Polillo – Corso Web 2.0 (ott 2008) M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video R.Polillo – Corso Web 2.0 (ott 2008) M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video
    • Luglio 2006 nasce Google video Italia
    • www.video.google.it
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video
    • Gli Stati e le Città che utilizzano maggiormente video.google.com
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video
    • Lingue
    4 7 10 M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video Video.google.com Video.google.it 9 ottobre 2006 Google acquista YouTube M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video R.Polillo – Corso Web 2.0 (ott 2008) M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video
    • Milano, 2 settembre 2008 – Google annuncia Google Video™ for business , una nuova applicazione inserita in Google Apps™ per la condivisione di video all’interno di un’organizzazione in due semplici mosse: upload del video e invito alle persone con le quali si vuole condividerlo. Con Google Video for business, chiunque può caricare qualsiasi video in uno qualsiasi dei formati più diffusi – che si tratti di un messaggio ai dipendenti, di un filmato di training, del resoconto di un sopralluogo, ecc. - e condividerlo con la massima sicurezza con alcuni colleghi o con l’intero staff dell’azienda.
    • http://www.google.com/apps/intl/en/business/collaboration.html
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video
    • Con Google Video for business, le aziende possono modernizzare e rendere decisamente più efficace la loro comunicazione, utilizzando la nuova opzione per:
    • Annunci e comunicazioni al personale
    • Formazione e video-guide per illustrare l’uso dei prodotti
    • Riprese di focus group, riunioni, visite a location e sopralluoghi
    • Video per pubblicizzare iniziative e attività rilevanti all’interno dell’organizzazione
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)
  • Google video
    • PRO:
    • I video prima di essere caricati vengono controllati
    • CONTRO:
    • Non permette interazione tra utenti
    M.Polli, P.Rocchi, A.Stranieri– Corso Web 2.0 (novembre 2008)