Your SlideShare is downloading. ×
0
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Laboratorio internet: 4. Requisiti (parte II)

1,385

Published on

Slide per il corso di Laboratorio Internet tenuto da R.Polillo all'Università degli Studi di Milano Bicocca (info in www.rpolillo.it)

Slide per il corso di Laboratorio Internet tenuto da R.Polillo all'Università degli Studi di Milano Bicocca (info in www.rpolillo.it)

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,385
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
74
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Università degli Studi di Milano Bicocca Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione Laboratorio di Internet / Laboratorio di progettazione (mod.1) Anno Accademico 2009-2010 LEZIONE 4: FASE 1: SPECIFICA DEI REQUISITI (Parte II) Roberto Polillo
  • 2. CHE COSA FAREMO OGGI 3 4 5 6 7 Web design Visual design Sviluppo Redazione dei contenuti Pubblicazione 1 Definizione dei requisiti Documento dei requisiti Prototipo di navigazione Prototipo funzionale Prototipo editoriale Sistema on line Prototipo di comunicazione 2 Avviamento del progetto Piano di qualità Gestione del sito
  • 3. Comunicazione Il sito raggiunge i suoi obiettivi di comunicazione? Accessibilità Il sito è di facile accesso per tutti? Funzionalità Le funzioni del sito sono adeguate e corrette? Gestione L’operatività del sito è ben gestita ? Il modello di qualità Contenuto Il contenuto informativo è corretto, e adeguato agli scopi del sito? Architettura La struttura e la navigazione del sito sono adeguate? Usabilità Il sito è facile da usare?
  • 4. INDICE DEL DOCUMENTO Origine e scopo del documento Parte prima: Generalità Parte seconda: Requisiti <ul><li>Requisiti di architettura </li></ul><ul><li>Requisiti di comunicazione </li></ul><ul><li>Requisiti funzionali </li></ul><ul><li>Requisiti di contenuto </li></ul><ul><li>Requisiti di gestione </li></ul><ul><li>Requisiti di accessibilità </li></ul><ul><li>Requisiti di usabilità </li></ul>Indice del documento dei requisiti
  • 5. TEMPLATE: Requisiti di archiettura <ul><li>Architettura informativa </li></ul><ul><li>Riportare la scaletta logica dei contenuti del sito , corredata dei commenti necessari. </li></ul><ul><li>Definire i termini utilizzati ove necessario, o riferirsi a un glossario riportato in appendice. </li></ul><ul><li>  </li></ul>
  • 6. SCALETTA LOGICA DEI CONTENUTI <ul><li>Indica la organizzazione logica dei contenuti informativi </li></ul><ul><li>Serve a comunicare al Web designer in quali categorie vogliamo che i contenuti informativi siano classificati e quali sono i nomi ( labelling ) che vogliamo vengano usati per queste categorie </li></ul><ul><li>Ha, per un sito Web, la stessa funzione dell’indice di un libro, ma non descrive ancora la struttura del sito in pagine </li></ul>
  • 7. Scaletta logica dei contenuti: Esempio
  • 8. Esempio Usare l’outliner di Word In Office 2007: Visualizza - struttura
  • 9. Esempio <ul><li>Home </li></ul><ul><ul><ul><li>Chi siamo </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Il DISCo </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Il personale </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Le attività del DISCo </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>L’offerta didattica </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Corsi di laurea di primo livello </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Corsi di laurea di secondo livello </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Master universitari   </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Dottorato di ricerca </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>La ricerca </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>La ricerca al DISCo </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>I laboratori di ricerca </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>I progetti di ricerca </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Il Dottorato di ricerca </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studenti interni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Avvisi </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Guida dello studente </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Corsi di Studio </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Corso di laurea di primo livello in Informatica </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Regolamenti e procedure </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Immatricolazioni e iscrizioni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Piani di studio </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Vincoli per l’accesso al II anno </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Regolamento degli stage e della prova finale </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Orario delle lezioni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Primo semestre </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Secondo semestre </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Programmi e siti web dei corsi </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Esami (link al Sifa) </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Stage </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Calendario prossime sessioni di laurea </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Corso di laurea specialistica in Informatica </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li><come sopra> </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Modulo per domanda di tesi specialistica </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Corso di laurea specialistica in Teoria e Tecnologia della Comunicazione </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li><come sopra> </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>  Laboratori didattici </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li><il sito del laboratorio compare in altra finestra> </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Orario di ricevimento docenti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Servizi agli studenti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Lingue e ECDL </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Diversamente abili </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studenti stranieri/foreign students </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studiare all’estero </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>  </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Docenti e personale </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Regolamenti e modulistica </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Documentazione </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Delibere del Consiglio di Dipartimento </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Delibere del Consiglio di Coordinamento Didattico </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Aggiornamento pagine </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Studenti esterni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Orientamento </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Iscrizioni e immatricolazioni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Master </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Professionisti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Eventi </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Laboratori e competenze </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Progetti e partners </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Master </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Aziende </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Stage e collaborazioni </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>I nostri laureati </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Laboratori e competenze </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Progetti e partners </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Master </li></ul></ul></ul>
  • 10. TEMPLATE: Requisiti di archiettura <ul><li>Architettura informativa </li></ul><ul><li>Riportare la scaletta logica dei contenuti del sito , corredata dei commenti necessari. </li></ul><ul><li>Definire i termini utilizzati ove necessario, o riferirsi a un glossario riportato in appendice. </li></ul><ul><li>  </li></ul><ul><li>Navigazione </li></ul><ul><li>Specificare i requisiti della struttura di navigazione e gli eventuali ausilii richiesti alla navigazione. </li></ul><ul><li>Se necessario indicare alcuni siti a cui ispirarsi come esempi , o riportare una gabbia schematica della home page. </li></ul><ul><li>Indicare se nella home page dovranno essere inserite delle scorciatoie per raggiungere altre parti del sito </li></ul>
  • 11. STRUTTURA DI NAVIGAZIONE <ul><li>Bisogna dare le linee guida per progettarla, NON progettarla fin d’ora ! </li></ul>
  • 12. Esempio logo payoff data barra di navigazione globale menu servizi standard area login area per richiesta preventivo noleggio offerte speciali banner?
  • 13. Esempio <ul><li>Il sito dovrà prevedere una struttura di navigazione globale, accessibile da ogni pagina, dalla quale siano sempre raggiungibili le pagine di primo livello corrispondenti alle diverse sezioni del sito, e una navigazione locale, che permetta la navigazione all’interno di ogni singola sezione. </li></ul><ul><li>Navigazione globale e navigazione locale dovranno sempre essere nella stessa posizione in tutte le pagine, e ciascun link non dovrà mai modificare la sua posizione durante la navigazione. </li></ul><ul><li>La navigazione globale dovrà preferibilmente essere disposta orizzontalmente, e la navigazione locale dovrà essere disposta verticalmente, oppure anch’essa orizzontalmente, sotto quella globale. </li></ul><ul><li>I nomi dei link non dovranno mai contenere abbreviazioni. </li></ul>
  • 14. INDICE DEL DOCUMENTO Origine e scopo del documento Parte prima: Generalità Parte seconda: Requisiti <ul><li>Requisiti di architettura </li></ul><ul><li>Requisiti di comunicazione </li></ul><ul><li>Requisiti funzionali </li></ul><ul><li>Requisiti di contenuto </li></ul><ul><li>Requisiti di gestione </li></ul><ul><li>Requisiti di accessibilità </li></ul><ul><li>Requisiti di usabilità </li></ul>Indice del documento dei requisiti
  • 15. Requisiti di comunicazione <ul><li>Il template richiede tre capitoli: </li></ul><ul><li>Identità di marca, tono e stile della </li></ul><ul><li>Grafica e multimedialità </li></ul><ul><li>Lingua e localizzazione </li></ul>
  • 16. <ul><li>Identità di marca, tono e stile della comunicazione </li></ul><ul><li>Specificare i requisiti relativi al tono e alla strategia generale della comunicazione e alla identità di marca (marchi, slogan, tratti distintivi della marca, ecc.). </li></ul><ul><li>Specificare in particolare i requisiti di comunicazione della home page, eventualmente allegando bozze esemplificative o citando siti a cui ispirarsi. </li></ul><ul><li>Specificare lo stile comunicativo da utilizzarsi nella redazione dei contenuti. </li></ul><ul><li>Nel vostro caso: </li></ul><ul><li>Raccogliete loghi, carta intestata, brochure, poster, ecc. </li></ul><ul><li>Chiedete se usano slogan </li></ul><ul><li>  </li></ul>
  • 17. Identità di marca: ESEMPIO Identità di marca della CocaCola?
  • 18. Marchi e slogan: ESEMPI
  • 19. <ul><li>  </li></ul><ul><li>Grafica e multimedialità </li></ul><ul><li>Specificare i requisiti relativi alla impostazione grafica del sito (eventuali standard aziendali, stile, formati video, layout fisso o liquido, requisiti di accessibilità ). Specificare eventuali requisiti relativi alla multimedialità. </li></ul><ul><li>Nel vostro caso, questi aspetti sono in gran parte definiti dai temi del CMS. </li></ul><ul><li>La cosa più importante è farsi un’idea dell’impostazione grafica della home page, e delle immagini da utilizzare </li></ul><ul><li>Economizzare le spazio! </li></ul>
  • 20. <ul><li>  </li></ul><ul><li>Lingua e localizzazione </li></ul><ul><li>Specificare se il sito sarà solo in lingua italiana , o se parti del sito saranno tradotte in altre lingue. Se sì, specificare quali lingue e quali parti, motivando queste scelte. </li></ul>
  • 21. INDICE DEL DOCUMENTO Origine e scopo del documento Parte prima: Generalità Parte seconda: Requisiti <ul><li>Requisiti di architettura </li></ul><ul><li>Requisiti di comunicazione </li></ul><ul><li>Requisiti funzionali </li></ul><ul><li>Requisiti di contenuto </li></ul><ul><li>Requisiti di gestione </li></ul><ul><li>Requisiti di accessibilità </li></ul><ul><li>Requisiti di usabilità </li></ul>Indice del documento dei requisiti
  • 22. TEMPLATE: Requisiti funzionali <ul><li>Il template prevede tre capitoli: </li></ul><ul><li>Funzionalità </li></ul><ul><li>Base di dati </li></ul><ul><li>Sicurezza e privacy </li></ul>
  • 23. <ul><li>Funzionalità </li></ul><ul><li>Inserire il diagramma e la descrizione dei casi d’uso , utilizzando la notazione (UML) descritta in appendice.   </li></ul><ul><li>Quindi descrivere a parole ogni singolo caso d’uso, specificandone i passi dello scenario principali e degli scenari alternativi </li></ul>
  • 24. Funzionalità: Casi d’uso <ul><li>Un caso d’uso definisce un insieme d’interazioni finalizzate a uno scopo, fra uno o più attori e il sito. Ha un nome e una descrizione </li></ul><ul><li>Esempi : </li></ul><ul><li>          Ricerca prodotto </li></ul><ul><li>          Ordina prodotto </li></ul><ul><li>          Visualizza dati utente </li></ul><ul><li>          Inserisci prodotto </li></ul><ul><li>Modifica prodotto </li></ul>
  • 25. Diagrammi dei casi d’uso Ricerca prodotto Ordina prodotto Visualizza dati utente Inserisci prodotto Modifica prodotto Sistema bancario Utente Gestore del negozio <sistema>
  • 26. <ul><li>Acquista prodotto </li></ul><ul><li>Scenario principale: </li></ul><ul><li>Il cliente naviga nel catalogo e seleziona gli articoli da acquistare </li></ul><ul><li>Il cliente si avvia alla cassa (check out) </li></ul><ul><li>Il cliente fornisce le informazioni relative alla spedizione (indirizzo; scelta fra consegna in giornata o entro 3 giorni) </li></ul><ul><li>Il sistema presenta un prospetto con il conto totale, comprese le spese di spedizione </li></ul><ul><li>Il cliente riempie un modulo con le informazioni sulla carta di credito </li></ul><ul><li>Il sistema autorizza l’acquisto </li></ul><ul><li>Il sistema conferma immediatamente la vendita </li></ul><ul><li>Il sistema invia al cliente una email di conferma. </li></ul><ul><li>Scenari alternativi: </li></ul><ul><li>3a. Il cliente è abituale: </li></ul><ul><li>1. Il sistema visualizza le preferenze memorizzate riguardanti le spedizioni, il pagamento e la fattura </li></ul><ul><li>2. Il cliente può accettera il default o ridefinire le preferenze, in questo caso ritorna al passo 6 dello scenario principale </li></ul><ul><li>6°. Il sistema non autorizza l’acquisto con carta di credito: </li></ul><ul><li>1. Il cliente può inserire nuovamente le informazioni e riprovare oppure annullare l’acquisto </li></ul>Descrizione di un caso d’uso: esempio
  • 27. Nel nostro caso: <ul><li>Non sviluppiamo software, ma usiamo funzioni già fornite dal CMS, o funzioni realizzate da applicazioni o widget che “montiamo” sulle nostre pagine. </li></ul><ul><li>Come fare? </li></ul><ul><li>Tipicamente, tre categorie di utenti: </li></ul><ul><ul><li>Amministratore del sito: fa tutto il CMS </li></ul></ul><ul><ul><li>Redattore: fa tutto il CMS </li></ul></ul><ul><ul><li>Utente: descriviamo i casi d’uso “a grandi linee” – dicendo quale componente realizza le funzioni necessarie </li></ul></ul>
  • 28. Casi d’uso per l’utente finale - esempio <ul><li>Registrazione al sito </li></ul><ul><li>Login </li></ul><ul><li>Donazione on-line </li></ul><ul><li>Sottoscrizione al bollettino </li></ul><ul><li>Utilizzo del social network </li></ul><ul><li>… . </li></ul><ul><li>(specificando il componente che lo realizza) </li></ul>
  • 29. <ul><li>Base di dati </li></ul><ul><li>Inserire il modello concettuale dei dati, in forma abbozzata, utilizzando un diagramma E-R (o, se si preferisce, un diagramma delle classi UML, utilizzando la notazione introdotta in appendice) </li></ul><ul><li>Specificare se la base di dati esiste già, o se deve essere realizzata ex novo </li></ul>
  • 30. Basi di dati <ul><li>Dovete abbozzare lo schema concettuale della base di dati </li></ul><ul><li>Usate una notazione a vostra scelta per rappresentare i diagrammi entità-relazioni </li></ul>
  • 31. Esempio: AFFERENZA DIREZIONE DIPARTIMENTO SEDE COMPOSIZIONE IMPIEGATO PROGETTO PARTECIPAZIONE Indirizzo (0,1) (0,1) (0,N) (1,N) (1,N) (1,N) (1,1) (1,1) (1,N) (0,1) Stipendio Cognome Codice Età Nome Budget Data consegna Data inizio Data afferenza Telefono Nome Città Numero civico Via CAP
  • 32. Esempio: (Notazione che usa i diagrammi delle classi UML) prezzoUnitario Ordine indirizzoDiConsegna speseDiSpedizione importoTotale Cliente datiAnagrafici Articolo Catalogo ClienteRegistrato userid password CartaDiCredito 1..1 0..  0..  1 ..  0 ..  1 ..  1 ..  1..1 Effettua Riguarda Utilizza FaParteDi
  • 33. <ul><li>Sicurezza e privacy </li></ul><ul><li>Specificare i requisiti di sicurezza e privacy (es. protezione da accessi non autorizzati, protezione della base dati, recupero codici di accesso smarriti, …) </li></ul><ul><li>Specificare come verranno trattati i dati personali . </li></ul><ul><li>(Sicurezza e privacy saranno gestiti dal CMS, mediante il settaggio di opportuni parametri, qui si devono solo specificare I requisiti) </li></ul>
  • 34. INDICE DEL DOCUMENTO Origine e scopo del documento Parte prima: Generalità Parte seconda: Requisiti <ul><li>Requisiti di architettura </li></ul><ul><li>Requisiti di comunicazione </li></ul><ul><li>Requisiti funzionali </li></ul><ul><li>Requisiti di contenuto </li></ul><ul><li>Requisiti di gestione </li></ul><ul><li>Requisiti di accessibilità </li></ul><ul><li>Requisiti di usabilità </li></ul>Indice del documento dei requisiti
  • 35. TEMPLATE: Requisiti di contenuto <ul><li>Facendo riferimento alla scaletta logica dei contenuti del sito già definita , descrivere i requisiti relativi ai contenuti informativi di ciascuna componente logica: </li></ul><ul><li>- quali informazioni dovrà contenere </li></ul><ul><li>- come dovranno essere espresse </li></ul><ul><li>- dove potranno essere reperite </li></ul>
  • 36. Esempio
  • 37.  
  • 38. Nel vostro caso… <ul><li>Il contenuto è ciò che fa la differenza per questi siti… </li></ul><ul><li>Far capire agli utenti (potenziali donatori/volontari/…) che cosa fa l’associazione, mostrando i risultati (immagini, video, documenti,…) </li></ul><ul><li>Mostrare “la faccia” delle persone dell’associazione </li></ul><ul><li>Creare INTERESSE, FIDUCIA, SIMPATIA </li></ul><ul><li>E’ bene che una persona del gruppo di dedichi fin da subito alla raccolta dei contenuti </li></ul>
  • 39. INDICE DEL DOCUMENTO Origine e scopo del documento Parte prima: Generalità Parte seconda: Requisiti <ul><li>Requisiti di architettura </li></ul><ul><li>Requisiti di comunicazione </li></ul><ul><li>Requisiti funzionali </li></ul><ul><li>Requisiti di contenuto </li></ul><ul><li>Requisiti di gestione </li></ul><ul><li>Requisiti di accessibilità </li></ul><ul><li>Requisiti di usabilità </li></ul>Indice del documento dei requisiti
  • 40. TEMPLATE: Requisiti di gestione <ul><li>Infrastruttura sistemistica del sito </li></ul><ul><li>Specificare l’infrastruttura hw, sw e di rete che ospiterà il sito in esercizio -> sarà tipicamente un servizio in rete </li></ul><ul><li>Gestione dei sistemi </li></ul><ul><li>Specificare come e da chi verrà gestita la infrastruttura tecnologica del sito; come e da chi verrà fornita l’assistenza tecnica; disponibilità e qualità del servizio; monitoraggio degli accessi -> normalmente non sarà necessario </li></ul><ul><li>  Gestione del sito </li></ul><ul><li>Specificare chi avrà la responsabilità del sito e dei suoi contenuti in esercizio (“webmaster”) e a chi riporterà. -> nessuno? </li></ul><ul><li>Gestione dei contenuti </li></ul><ul><li>Specificare come verranno attribuite le responsabilità di redazione e di pubblicazione dei contenuti  -> importante! </li></ul><ul><li>  Gestione degli utenti </li></ul><ul><li>Specificare come e da chi dovranno essere gestite le comunicazioni degli utenti del sito, se possibili -> importante! </li></ul>
  • 41. Supporti didattici <ul><li>Tutto questo è descritto in dettaglio nel capitolo 4 del libro sulla road-map </li></ul><ul><li>Le notazioni per i casi d’uso e per lo schema concettuale della base dati sono descritte in appendice </li></ul>

×