1. Introduzione al corso

910 views

Published on

Slide delle lezioni del corso di Interazione Uomo Macchina per il corso di laurea in Informatica - Università di Milano Bicocca - Pof.R.Polillo, A.A.2012-13
Lezione n.1, 5 marzo 2013

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
910
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
128
Actions
Shares
0
Downloads
67
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • “ Human-computer interaction is a discipline concerned with the design, evaluation and implementation of interactive computing systems for human use and with the study of major phenomena surrounding them.”
  • Visione ingenua: "meccanizzazione dei compiti manuali"
  • "Coevoluzione" dell'uomo e dei suoi strumenti Anni 80 Per esempio: Vinograd e Flores, Understanding Human Cognition, 1986 Visione recepita nello sviluppo iterativo dei sistemi, che non termina sostanzialmente mai. Evoluzione fluida? Un miglioramento continuo guidato dai bisogni? Le cose sono molto più complicate
  • Semplificando un discorso più complesso: I componenti tecnologici stessi suggeriscono delle nuove possibilità. Innovatori e venture capitale (e la concorrenza) anche. Nascono strumenti che non derivano da bisogni espressi. Ma forse nemmeno da bisogni latenti.
  • Questo è particolarmente evidente oggi , perché i componenti tecnologici disponibili sono cresciuti enormemente, ed esiste un enorme mercato dell'ICT
  • 1. Introduzione al corso

    1. 1. 1 INTRODUZIONE AL CORSO Corso di Interazione Uomo Macchina AA 2012-2013 Roberto Polillo Corso di laurea in Informatica Università di Milano Bicocca Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione 13 2- 01 e2 on izi Ed R.Polillo - Marzo 2013
    2. 2. Il corso4 Chi siamo Roberto Polillo Piero Schiavo Campo Orario delle lezioni Martedì 16,30 - 18,30 Aula U6-26 Merdcoledì 16,30 - 18,30 Aula U6-10 R.Polillo - Marzo 2013
    3. 3. Obiettivi del corso5  Fornire un primo orientamento sulle problematiche del design dellinterazione uomo-macchina, per la progettazione di sistemi interattivi facili da usare (“usabili”)  Terminologia: Design = progettazione Progettare = “ideare qualcosa e studiare il modo di attuarla” Sistema interattivo = qualsiasi sistema che interagisce con utenti umani R.Polillo - Marzo 2013
    4. 4. Organizzazione del corso6 Impostazione laboratoriale: Lezioni con discussioni in aula Verranno raccolte le firme di presenza, e il voto finale ne terrà conto Realizzazione di un prototipo si sistema interattivo Gruppi di 4 studenti Diverse fasi di lavoro, con revisioni individuali Non ci sono prerequisiti R.Polillo - Marzo 2013
    5. 5. Materiale didattico7  Libro di testo - Indispensabile per superare l’esame scritto - In libreria o scaricabile da www.rpolillo.it  Slides usate a lezione - Su www.rpolillo.it R.Polillo - Marzo 2013
    6. 6. L’esame8  Scritto: domande a risposta chiusa e aperta sugli argomenti trattati nel libro di testo  Orale: discussione del progetto di gruppo  Criteri di Valutazione: Progetto: 66% Scritto: 17% Presenza: 17%  5 Appelli: giugno, luglio, settembre, gennaio, febbraio R.Polillo - Marzo 2013
    7. 7. Il progetto9 Realizzazione del prototipo di un semplice sistema interattivo concordato con il docente (diverso per ogni gruppo): Fase 1: Requisiti, video scenario e prototipo bassa fedeltà Revisione 1 (go/no-go) Fase 2: Prototipo preliminare a media fedeltà Revisione 2 Fase 3: Prototipo finale, test usabilità (report+video) Esame NB: Le revisioni vengono fatte solo durante il corso e durante le sessioni di esame R.Polillo - Marzo 2013
    8. 8. Impegno10 CORSO = 4 crediti * 25 ore di lavoro ⇒ 100 ore di lavoro Esempio:  Presenza alle lezioni 20 h  Studio individuale 35 h  Scritto e revisioni 5h  Progetto 40 h (a testa!) -------- Totale 100 h R.Polillo - Marzo 2013
    9. 9. 11 La settimana prossima definiamo il progetto: Dovete costituire i gruppi (di 4!) e definire delle proposte R.Polillo - Marzo 2013
    10. 10. Human-Computer Interaction: che vuol dire?12 “HCI è una disciplina che si occupa della progettazione, valutazione e realizzazione di sistemi interattivi basati su computer destinati all’uso umano e dello studio dei principali fenomeni che li circondano” Da: ACM SIGCHI Curricula for Human Computer Interaction, 1992 http://www.acm.org/sigchi/cdg/ R.Polillo - Marzo 2013
    11. 11. 13 La varietà dei sistemi interattivi R.Polillo - Marzo 2013
    12. 12. Temi dell’HCI14  Criteri, metodi e strumenti per la progettazione dellinterazione fra uomo e sistemi interattivi  Criteri, metodi e strumenti per la valutazione della facilità duso (che significa?) dei sistemi interattivi  Progettazione di nuove tecniche di interazione  Sviluppo di modelli descrittivi e predittivi dell’interazione  … R.Polillo - Marzo 2013
    13. 13. Sistemi e interfacce d’uso15 mondo esterno interazione utente uomo-sistema sistema interattivo Interfaccia d’uso R.Polillo - Marzo 2013
    14. 14. I dispositivi per l’interazione16 R.Polillo - Marzo 2013
    15. 15. Origini dell’HCI17 Nasce negli anni 80 - diffusione di massa dei personal computer (1981: IBM PC, 1984: Apple Macintosh) - ACM CHI (conferenza annuale) dal 1983 Ha le sue origini in due aree disciplinari molto diverse: - l’ergonomia (ergon: lavoro; nomos: legge) - la scienza dei computer R.Polillo - Marzo 2013
    16. 16. Ergonomia: esempio18 R.Polillo - Marzo 2013
    17. 17. Interdisciplinarietà dell’HCI19 Scienza dei computer Scienze dell’uomo • paradigmi di interazione • psicologia • device di interazione • scienze cognitive • ui programming • psicologia sociale • modelli di dialogo • computer graphics e HCI • linguistica • scienze della tecniche di comunicazione visualizzazione •… • intelligenza artificiale Scienza della • …. progettazione • interaction design • industrial design • information architecture • tecniche di valutazione • ergonomia • project management •…. R.Polillo - Marzo 2013
    18. 18. Accelerazione della complessità20 45 anni 45 anni R.Polillo - Marzo 2013
    19. 19. Levoluzione della tecnologia21 NUOVI NUOVI NUOVI SERVIZI / NUOVI SERVIZI / PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE USO USO BISOGNI BISOGNI PRODOTTI PRODOTTI
    20. 20. Levoluzione della tecnologia22 NUOVI NUOVI NUOVI SERVIZI / NUOVI SERVIZI / PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE USO USO BISOGNI BISOGNI PRODOTTI PRODOTTI
    21. 21. Levoluzione della tecnologia23 INNOVATORI, INNOVATORI, VENTURE CAPITAL VENTURE CAPITAL NUOVI NUOVI NUOVI SERVIZI / NUOVI SERVIZI / PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE USO USO BISOGNI BISOGNI PRODOTTI PRODOTTI
    22. 22. Levoluzione della tecnologia24 INNOVATORI, INNOVATORI, VENTURE CAPITAL VENTURE CAPITAL NUOVI NUOVI NUOVI SERVIZI / NUOVI SERVIZI / PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE USO USO BISOGNI BISOGNI PRODOTTI PRODOTTI
    23. 23. Levoluzione della tecnologia25 INTERNET , TELEFONIA MOBILE, INNOVATORI, INNOVATORI, GPS, … VENTURE CAPITAL VENTURE CAPITAL NUOVI NUOVI NUOVI SERVIZI / NUOVI SERVIZI / PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE USO USO BISOGNI BISOGNI PRODOTTI PRODOTTI
    24. 24. Levoluzione della tecnologia26 INTERNET , TELEFONIA MOBILE, INNOVATORI, INNOVATORI, GPS, … VENTURE CAPITAL VENTURE CAPITAL CAMBIANO I COMPORTAMENTI NUOVI NUOVI NUOVI SERVIZI / NUOVI SERVIZI / PROGETTAZIONE PROGETTAZIONE USO USO BISOGNI BISOGNI PRODOTTI PRODOTTI
    25. 25. Perchè è necessario semplificare l’uso29  Pervasività della tecnologia nel mondo di oggi  Necessità di semplificarne l’utilizzo e di renderla accessibile a tutti (chi non la sa o non la può usare viene “tagliato fuori” - digital divide)  Necessità di comprendere ruoli e possibilità della tecnologia per migliorare la qualità della vita R.Polillo - Marzo 2013
    26. 26. 30 R.Polillo - Marzo 2013
    27. 27. Le dimensioni della complessità31 Complessità d’uso Complessità funzionale Complessità strutturale R.Polillo - Marzo 2013
    28. 28. L’interfaccia utente come “filtro semplificatore”32 Complessità - funzionale Complessità d’uso - strutturale utente Sistema interattivo Filtro R.Polillo - Marzo 2013
    29. 29. Per contattarmi33  polillo@disco.unimib.it  Il sito del corso www.rpolillo.it (con forum per date esami e revisioni)  Ricevimento (previo appuntamento): Martedì o mercoledì pomeriggio prima della lezione R.Polillo - Marzo 2013

    ×