Your SlideShare is downloading. ×
14. Conclusione del corso
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

14. Conclusione del corso

751
views

Published on

Corso di Interazione Uomo Macchina del Prof.R.Polillo - Università di Milano Bicocca - DISCO - AA. 2010-2011

Corso di Interazione Uomo Macchina del Prof.R.Polillo - Università di Milano Bicocca - DISCO - AA. 2010-2011

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
751
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
66
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1.
    • Corso di Interazione Uomo Macchina AA 2010-2011
    • Roberto Polillo
    • Corso di laurea in Informatica Università di Milano Bicocca Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione
    CONCLUSIONE DEL CORSO Edizione 2010-11
  • 2. Argomenti del corso
    • Parte Prima: il design dell’interazione La nozione di usabilità; la progettazione centrata sull’utente; valutare la usabilità
    • Parte seconda: progettare l’interfaccia Indicazioni per il design; grafica e testo
    R.Polillo - Ottobre 2010
  • 3. Il senso generale della parte prima
      • System-centered design
      • Human-centered design
    Un cambio di paradigma nell’ingegneria R.Polillo - Ottobre 2010
  • 4. In una parola…
    • Dalla progettazione delle funzionalità
    • Alla progettazione dei casi d’uso
    R.Polillo - Ottobre 2010
  • 5. L’ingegneria dell’usabilità
    • Metodi e delle tecniche che permettano di specificare, raggiungere e verificare gli obiettivi di usabilità nella progettazione e sviluppo dei sistemi interattivi
    • Vari approcci, ma aspetti chiave comuni:
      • modello di sviluppo iterativo per prototipi successivi
      • coinvolgimento dell’utente durante tutto il processo
      • inserimento di figure multi-disciplinari nel team di sviluppo
      • definizione di metriche e effettuazione di misure di usabilità
    R.Polillo - Ottobre 2010
  • 6. Motivazioni
    • Complessità crescente della tecnologia e delle funzioni che essa offre a chi la usa
    • Pervasività e “inevitabilità” della tecnologia nel mondo di oggi
    • Necessità di semplificarne l’utilizzo e di renderla accessibile a tutti ( universal design )
    • Necessità di comprendere ruoli e possibilità della tecnologia per migliorare la qualità della vita
    R.Polillo - Ottobre 2010
  • 7. Conseguenze
    • L’approccio sembra ovvio, ma ha conseguenze di grande portata:
      • sui processi di progettazione e sviluppo le prove d’uso diventano una componente delle attività di progettazione
      • sui team di sviluppo necessariamente multi-disciplinari
      • sulla formazione dei progettisti non più ad orientamento esclusivamente tecnico
    R.Polillo - Ottobre 2010
  • 8. Interdisciplinarietà dell’HCI R.Polillo - Ottobre 2010 Scienze dell’uomo - psicologia - scienze cognitive - psicologia sociale - linguistica - scienze della comunicazione …
    • Scienza dei computer
    • - paradigmi di interazione
    • - device di interazione
    • - graphical user interfaces
    • - modelli di dialogo
    • - computer graphics e tecniche di visualizzazione
    • - intelligenza artificiale
    • …
    HCI Scienza della progettazione - interaction design - industrial design - information architecture - tecniche di valutazione - ergonomia - project management … .
  • 9. Il senso della parte seconda
    • Costruire sistemi usabili è compito difficile, e deve essere guidato da principi e linee guida validati “scientificamente”, partendo dalla conoscenza dell’utente in tutti i suoi aspetti (percettivi, cognitivi, sociali)
    R.Polillo - Ottobre 2010
  • 10. Raccomandazioni finali
    • Leggete il libro (!)
    • Correlate sempre le soluzioni del vostro progetto ai concetti e linee guida visti a lezione
    • Questo è solo l’inizio
    R.Polillo - Ottobre 2010
  • 11. Per tenersi informati
    • Varie comunità dell’HCI, le più importanti:
    • SIG CHI dell’ACM: edita una rivista mensile (Interactions) e organizza il convegno di riferimento (CHI, annuale)
    • UPA (Usability Professional Association)
    R.Polillo - Ottobre 2010
  • 12. Arrivederci e buon lavoro! R.Polillo - Ottobre 2010