Fism doc formazione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Fism doc formazione

on

  • 394 views

Medicine Non Convenzionali

Medicine Non Convenzionali

Statistics

Views

Total Views
394
Views on SlideShare
393
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 1

http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Fism doc formazione Fism doc formazione Document Transcript

  • Commissione FISM per le Medicine Complementari/Non Convenzionali Coordinatori Prof. Francesco Macrì Dr. Nicola NataleDOCUMENTO SULLA FORMAZIONE NELLE MEDICINE e PRATICHE COMPLEMENTARI / NON CONVENZIONALI, RISERVATOA MEDICI CHIRURGHI e ODONTOIATRI
  • 1.0 Il presente documento ha lo scopo di individuare e fissare i criteri per una idonea formazione deimedici chirurghi ed odontoiatri al fine della pratica cliniche di tali discipline. Le MC/NC prese inconsiderazione sono indicate e definite di seguito:1.1 AGOPUNTURAMetodo diagnostico, clinico e terapeutico appartenente alla Medicina Tradizionale Cinese. Talemetodo si avvale dell’infissione di aghi metallici in ben determinate zone cutanee (punti e meridianicutanei), per ristabilire l’equilibrio di uno stato di salute alterato. L’Agopuntura comprende anche laMoxibustione (tecnica di stimolo dei punti di Agopuntura attraverso il calore generato dallacombustione di coni o sigari di Artemisia secca), il martelletto “fior di prugna” (somministrazionedi piccoli traumi ripetitivi sui punti di Agopuntura) e la coppettazione.1.2 MEDICINA TRADIZIONALE CINESE-FARMACOTERAPIA CINESEMetodo diagnostico, clinico e terapeutico che comprende i principi generali di terapia medica dellaMedicina Tradizionale Cinese articolati in varie discipline (agopuntura, dietetica, massaggio..) euna peculiare farmacoterapia che si avvale della somministrazione di sostanze o associazioni disostanze di origine vegetale, minerale o animale, con proprietà curative o profilattiche delle malattie,somministrate allo scopo di ripristinare, correggere o modificare funzioni fisiologichedell’organismo.1.3 FITOTERAPIAMetodo terapeutico basato sulluso delle piante medicinali o di loro derivati ed estrattiopportunamente trattati, uso che può avvenire secondo codici epistemologici appartenenti allamedicina tradizionale oppure anche allinterno di un sistema diagnostico-terapeutico sovrapponibilea quello utilizzato dalla medicina convenzionale.1.4 OMEOPATIA Metodo diagnostico- terapeutico destinato a migliorare lo stato di salute di un organismo attraversola somministrazione di sostanze sperimentate, diluite e dinamizzate, utilizzate come medicamenti eselezionate sulla base dell’individualizzazione e in accordo con il principio della similitudine.1.5 OMOTOSSICOLOGIAMetodo diagnostico, clinico e terapeutico, derivato dalla Medicina Omeopatica, formulato nellaseconda metà del XX° secolo dal medico tedesco Hans Heinrich Reckweg, che si avvale di una suacaratteristica base teorica e metodologica e di una sua peculiare strategia terapeutica. La parolaOmotossicologia deriva dal concetto di “Omotossina” cioè qualsiasi molecola endogena o esogenacapace di provocare un danno biologico all’organismo. L’Omotossicologia interpreta la malattiacome espressione della lotta fisiologica dell’organismo che tende ad eliminare le “omotossine” e/ocome espressione del tentativo dell’organismo di compensare i danni omotossici subiti. LaOmotossicologia si avvale di una farmacologia costituita da medicinali omeopatici a bassa (lowdose) ed alta diluizione, sia unitari, sia complessi in formulazione standard.1.6 MEDICINA ANTROPOSOFICA
  • Metodo diagnostico, clinico e terapeutico definito come “ampliamento dell’Arte Medica”,formulato all’inizio del XX° secolo dal filosofo austriaco Rudolf Steiner e dal medico olandese ItaWegman, che si avvale di un metodo conoscitivo, fondato su una propria epistemologia, che guidala ricerca delle leggi che stanno a fondamento delle manifestazioni della vita. La MedicinaAntroposofica, sistema terapeutico complesso articolato in varie discipline, comprende anche unafarmacologia costituita da medicinali tratti dalla Natura e prodotti con metodi peculiari e damedicinali omeopatici sia unitari sia complessi in formulazione standard.1.7 MEDICINA AYURVEDICAMetodo diagnostico, clinico e terapeutico che comprende i principi generali della Tradizionemedica dell’India, lo studio delle costituzioni dell’uomo (Vata, Pitta e Kapha) e la peculiarefarmacoterapia.La definizione MC/NC utilizzata nel documento comprende medicine e pratiche definite finoraanche come medicine complementari o medicine non convenzionali o medicine integrate omedicine alternative.Le MC/NC oggetto del presente documento sono individuate come sistemi di diagnosi, di cura eprevenzione che devono essere considerate in affiancamento o in alternativa alla medicinaconvenzionale, avendo come scopo comune la promozione e la tutela della salute.Il documento è elaborato in coerenza con la delibera n. 3 del 18 maggio 2002 del ConsiglioNazionale FNOMCeO, concernente “Linee guida sulle medicine e pratiche non convenzionali”,nella quale vengono, infatti, definite come atto medico le seguenti discipline:· Agopuntura;· Fitoterapia;· Omeopatia.· Omotossicologia· Medicina antroposofica· Ayurvedica· Medicina tradizionale cineseL’osteopatia e la chiropratica, stante la difforme normativa, non rientrano nella presente normazione.Le MC/NC prese in considerazione sono le più utilizzate in Italia e nei Paesi occidentali; sonocaratterizzate da peculiari teorie, farmacopee e metodi clinici specifici, oggi sottoposte a varieforme di verifica sperimentale e investigate nelle Università e nei maggiori centri di ricercabiomedica; i relativi risultati sono inseriti nelle banche-dati accreditate internazionalmente e labibliografia, già costituita da migliaia di pubblicazioni, è in continua crescita.Il loro insegnamento avvenuto in passato essenzialmente e storicamente in istituti di formazioneprivati che si sono impegnati in percorsi di qualità, viene oggi svolto anche a livello Universitario incorsi informativi ( attività elettiva) o formativi (corsi di perfezionamento o master).Per maggiore garanzia dei cittadini si concorda sulla necessità che vengano istituiti presso gli Ordiniprofessionali provinciali dei medici chirurghi e degli odontoiatri gli elenchi distinti dei medicichirurghi e degli odontoiatri esercenti le medicine e pratiche non convenzionali.
  • 2.0 Accreditamento ai fini della erogazione della formazione in MC/NCSi ritiene che: A) possano essere riconosciuta tale scopo i titoli di associazioni, società scientifiche ed enti privatidi formazione la cui responsabilità è attribuita a professionisti qualificati con competenze curricularispecifiche nelle discipline sopra elencate i quali, alla data della richiesta, abbiano svolto in modocontinuativo e documentato la loro attività da almeno 7 anni o comunque forniti di elevato edocumentato livello di esperienza nello specifico settore. Essi possono avvalersi dellacollaborazione di docenti di comprovata preparazione.B) le associazioni, le società scientifiche e gli enti privati di formazione che richiedono ilriconoscimento del titolo debbano annualmente dichiarare e comprovare assenza di conflitti diinteresse.C) le associazioni, le società scientifiche e gli enti privati di formazione che richiedonol’accreditamento debbano essere legalmente registrati.D) le associazioni, le società scientifiche e gli enti privati di formazione che richiedonol’accreditamento debbano essere realtà istituzionali con comprovata attività nel settore.E’ inoltre auspicabile che le Università, pubbliche e private, che hanno per definizione titoloall’attività formativa, prevedano rapporti di convenzione e collaborazione con le associazioni, lesocietà scientifiche e gli enti privati di formazione accreditati, per la elaborazione di adeguatiprogrammi didattici (vedi punto 3.3 del presente documento) e per reperire personale docenteidoneo (vedi punto 4.0 del presente documento)3.0 Parametri per l’adeguata formazione in MC/NC3.1 Criteri per l’iscrizione presso gli Ordini Professionali dei medici chirurghi e degliodontoiatri aventi titolo allesercizio delle MC/NC e diritto di pubblicitàAi fini del riconoscimento dei titoli per l’iscrizione agli elenchi istituiti presso gli Ordiniprofessionali provinciali dei medici chirurghi e degli odontoiatri il percorso formativo deve essereeffettuato presso soggetti pubblici o privati accreditati alla formazione, secondo gli statuti e gliordinamenti specifici degli stessi, e da enti privati non accreditati che corrispondano ai seguentirequisiti: - i corsi di formazione in agopuntura, fitoterapia, omeopatia, omotossicologia, medicina antroposofica, ayurvedica, medicina tradizionale cinese, dovranno prevedere un monte ore minimo adeguato e specifico per le peculiarità della disciplina In dettaglio:
  • Disciplina residenziale/FAD pratica clinica individuale verificata (n°ore attività) − Agopuntura 350 150 100 − Fitoterapia 350 100 150 − Omeopatia 350 100 150 − Omotossicologia 350 100 150 − Medicina Antroposofica 350 150 * 100 − Medicina Ayurvedica 350 150 100 − Medicina Tradizionale Cinese 350 150 100 *Numero minimo per compatibilità a quanto convenuto a livello internazionale - La FAD potrà essere prevista per il raggiungimento del monte ore totale, in percentuale variabile in base alle specifiche esigenze delle singole scuole. - gli insegnamenti a compendio non dovranno superare il 20% del monte ore complessivo di formazione teorica. - agli allievi sarà fatto obbligo di frequenza dell’80% delle lezioni sia a livello teorico che pratico. - i corsi di formazione dovranno prevedere insegnamenti sulle specifiche previsioni legislative e deontologiche in materia. - la durata dei corsi di formazione non potrà essere inferiore ai 3 anni. L’attività didattica Universitaria in tale settore deve prevedere caratteristiche autonome in termini di organizzazione formativa (numero di anni di corso, monte ore, attività integrative...) tenendo conto delle indicazioni fornite dalle SMS di settore e contenute nel presente documento. L’iscrizione agli elenchi istituiti presso gli Ordini professionali provinciali dei medici chirurghi e degli odontoiatri è subordinata al possesso dell’attestato di frequenza e di superamento di una verifica al termine di ciascuno degli anni di corso previsti, nonché alla discussione finale di una tesi. L’attestato è rilasciato da soggetti pubblici e privati accreditati alla formazione in conformità ai requisiti richiesti.3.2 Modalità formativeLe modalità formative utilizzate sono quelle normalmente in uso in ambito didattico e prevedono:_ Attività residenziale/FAD− Seminari/attività di gruppo/audit/peer review− Formazione sul campo− Tutoraggio− Studio individuale verificato− Pratica clinica (professionalizzante)
  • 3.3 Programma didatticoIl programma didattico di ciascuna MC/NC dovrà essere diversificato riguardo ai contenuti incoerenza con lo specifico profilo professionale del fruitore, medico chirurgo od odontoiatra.Il programma didattico di ciascuna MC/NC dovrà, dunque, prevedere delle parti comuni di attivitàformative di base riguardanti aspetti dell’esercizio della professione ritenuti essenziali allaformazione nelle MC/NC del medico chirurgo e dell’odontoiatra e una parte specifica dedicata agliaspetti peculiari della singola disciplina3.4 Norme contro il conflitto di interesse Nella definizione dei rapporti tra soggetti privati interessati a promuovere la formazione nellambito delle MC/NC e/o a “sponsorizzare” specifici eventi formativi, allo scopo di evitare un eventuale conflitto di interesse, si fa riferimento alla normazione in materia prevista dalla legislazione ECM.4.0 Rilascio dei titoli. Idoneità iscrizione ai registri. Per il rilascio dei titoli idonei all’iscrizione negli elenchi distinti dei medici chirurghi e degli odontoiatri esercenti le MC/NC, i soggetti privati devono ottenere laccreditamento alla formazione, dimostrando di essere in possesso dei seguenti requisiti: 1. Il responsabile didattico deve essere un professionista di cui al titolo, regolarmente iscritto all’albo professionale, con almeno 7 anni di esperienza clinica documentata e almeno 7 anni di docenza specifica nelle MC/NC in oggetto o comunque fornito di elevato e documentato livello di esperienza nella formazione nel settore. 2. I docenti titolari della formazione devono essere nel numero minimo di 3 professionisti di cui al titolo, regolarmente iscritti agli albi professionali, dotati di diploma di scuola triennale o titolo di formazione equivalente e di esperienza clinica maturata di almeno 5 anni nel settore. Essi devono ricoprire almeno il 70% del carico didattico. 3. In base alle esigenze didattiche e nel caso che il numero di docenti titolari (comunque non inferiore a 3) sia insufficiente, per il carico didattico, possono essere inserite figure di “docenti assistenti” o “tutor” ai quali, oltre al diploma di scuola triennale o titolo di formazione equivalente, è richiesta un’esperienza clinica maturata di almeno 3 anni. E comunque ritenuto titolo per lo svolgimento dell’attività didattica il diploma di formazione universitaria specifica per la MC/NC che si insegnerà.4.1 Disposizioni transitorie Le disposizioni transitorie di cui al presente capitolo hanno vigenza fino a 3 anni successivi all’approvazione della presente intesa. Le disposizioni transitorie di cui al presente capitolo stabiliscono che i soggetti pubblici e privati accreditati alla formazione e i soggetti privati in fase di accreditamento, dovranno adeguare i programmi didattici, le metodologie formative e l’organigramma dei docenti alle indicazioni contenute nelle presenti linee guida.
  • 4.1.1 Requisiti per l’iscrizione ai registri nella fase transitoria (il possesso di 2 requisiti datitolo all’iscrizione)a) Attestato rilasciato al termine di un corso di almeno 200 ore di insegnamento teorico-pratico, della durata triennale e verifica finale,o diploma di master universitario nella MC/NC specifica;b) Attestazione, da sottoporre a valutazione di specifica commissione ordinistica, di iter formativo costituito da corsi di durata inferiore a 200 ore ma omogenei che permettano, per il programma seguito e per il monte ore svolto, di aver acquisito una competenza pari a quella ottenibile con corsi di cui al punto a);c) Documentazione di almeno cinque anni di docenza nella MC/NC specifica presso un soggetto pubblico o privato non accreditato, che, a giudizio della commissione, possegga requisiti didattici idonei;d) Certificazione di pratica clinica nella medicina e pratica non convenzionale specifica, in struttura pubblica o privata da almeno due anni rilasciata dal responsabile della struttura;e) Documentazione, attraverso il registro degli onorari, di aver svolto, per almeno cinque anni, attività clinica nella disciplina in oggetto in maniera continuativa.Si stabilisce che a partire dalla scadenza della fase transitoria, così come sopra normata ovvero dai 3anni successivi all’approvazione della presente intesa, l’iscrizione dei medici chirurghi e degliodontoiatri esercenti MC/NC nei relativi elenchi è subordinata unicamente al possesso dell’attestatorilasciato dai soggetti pubblici e privati accreditati alla formazione o in via di accreditamento chenel frattempo avranno provveduto ad adeguare il numero di ore di insegnamento teorico-praticopreviste nel presente documento. Nel caso che tale adeguamento prevedesse un ampliamento delnumero di ore attuali, l’attività formativa dovrà essere a regime alla scadenza della fase transitoria.5.0 Commissione Paritetica Nazionale per le MC/NCLa FISM auspica che, presso il Ministero della Salute, venga istituita la Commissione pariteticanazionale per le MC/NC costituita da:- n.2 rappresentanti del Ministero della Salute- n.2 rappresentanti del Ministero dell’istruzione e dell’Università- n.6 rappresentanti delle Società Medico Scientifiche (SMS) designati dalla FISM su indicazionedelle stesse- n.2 rappresentanti delle Regioni- n.2 rappresentanti della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degliOdontoiatriLa Commissione paritetica nazionale per le MC/NC avrà durata triennale.I compiti della Commissione sono: • Definizione dei criteri e delle procedure di accreditamento dei soggetti di formazione; • Indirizzo, coordinamento, verifica e monitoraggio delle attività formative in medicine e pratiche non convenzionali; • Definizione dei bisogni formativi e dei contenuti dei programmi didattici specifici delle singole medicine e pratiche non convenzionali;
  • • Valutazione nei casi dubbi e contestati delle modalità applicative delle norme transitorie che saranno previste nell’ambito delle medicine e pratiche non convenzionali; • Validazione di progetti di ricerca in ambito specifico e nelle aree di integrazione delle medicine e pratiche non convenzionali; • Predisposizione e tenuta dell’elenco dei soggetti pubblici e privati accreditati per la formazione; • Attività di verifica del mantenimento nel tempo dei requisiti necessari per l’accreditamento e relative misure sanzionatorie in caso di inadempimento;6.0 Comitato Tecnico Scientifico NazionaleLa FISM auspica inoltre che presso il Ministero della Salute venga istituito un comitato tecnicoscientifico nazionale costituito da rappresentanze ponderate delle società scientifiche e dei soggettipubblici e privati accreditati alla formazione nelle MC/NC.I compiti del Comitato tecnico scientifico nazionale sono: • Supporto alla definizione dei criteri e delle procedure di accreditamento dei soggetti di formazione; • Individuazione analitica dei bisogni formativi e dei curricula formativi per singole medicine e pratiche non convenzionali e per tipologia di professionisti – destinatari; • Formulazione e attivazione di progetti di ricerca in ambito specifico nelle singole medicine e pratiche non convenzionali e nelle aree di integrazione; • Formulazione e attivazione di criteri, procedure e misure rivolte alla prevenzione e gestione del rischio professionale.La FISM auspica inoltre che, a livello regionale, con modalità definite dalle singole regioni,vengano istituiti commissioni regionali e comitati tecnico-scientifici presso la direzione generaledegli assessorati alla salute con ruoli e compiti di articolazione locale analoghi agli organisminazionali previsti dalla presente intesa. -------------------------------------------Aderiscono al presente documento le seguenti società iscritte FISMSettore Omeopatia : SIOMI (Società Italiana di Omeopatia e Medicina Integrata) SMB (Società Medica Bioterapica Italiana)Settore Agopuntura : SIA (Società Italiana di Agopuntura)Settore Antroposofia : SIMA (Società Italiana di Medicina Antroposofica)Settore Omotossicologia : AIOT (Associazione Medica Italiana di Omotossicologia)
  • Milano – marzo 2012FISM - Federazione delle Società Medico-Scientifiche ItalianeVILLA MARELLI - viale Zara 81 - 20159 MILANOTelefono: 02.54121092 Fax:02.54050168e-mail: segreteria@fism.it