Le spezie lorusso
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Le spezie lorusso

on

  • 456 views

 

Statistics

Views

Total Views
456
Views on SlideShare
436
Embed Views
20

Actions

Likes
0
Downloads
6
Comments
0

2 Embeds 20

https://jujo00obo2o234ungd3t8qjfcjrs3o6k-a-sites-opensocial.googleusercontent.com 18
http://jujo00obo2o234ungd3t8qjfcjrs3o6k-a-sites-opensocial.googleusercontent.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Le spezie lorusso Le spezie lorusso Presentation Transcript

    • Le spezie A cura diRita Lorusso classe 2^ O IPSSAR Perotti di Bari
    • Le spezieLe spezie sono originarie dell’Oriente. Sono radici essiccate scorza baccelli semi di piante
    • Pianta aromatica annualeCon il generico nome di anice si intendonovarie piante che sono accomunate aroma,dai loro semiNe vengono utilizzati i semi o i piccoli frutti,essiccati ed, eventualmente, pestati.
    • Biscotti all’anice
    • Una ricetta con l’anice50 gr di semi di anice;6 uova;500 gr di farina ‘’00’’ ;350 gr di zucchero (se preferite275 gr di fruttosio)
    • Montare a neve i 6 albumi delle uova.Sbattere in una scodella i tuorli con lo zucchero.Dopodiché aggiungere della farina.Poi mischiare albumi e tuorli.Unire anche con semi di anice e girare l’impasto fino a che diventa omogeneo.Scaldare il forno a 150 C e nel frattempo preparare una teglia per poi ungerladi olio o burro.Infine si possono preparare dei ‘’mucchietti’’ d’impasto,lasciandoli cuocereper 20-25 min.
    • La cannella o cinnamomo è una speziadiffusa.E’ un piccolo albero sempreverde altocirca 10–15 m, della famiglia delleLauraceae. La pianta è nativa dello Sri lanka e laspezia che se ne ricava è la più fine ecostosa.
    • Pastiera con crema pasticceraLa pastiera con la crema è un variante della pastieratradizionale. Il procedimento è quasi identico,bisogna soloaggiungere della crema pasticcera durante la preparazione!
    • Una ricettaPasta frolla Per la farcia della-125 gr. zucchero; pastiera-350 gr. farina;-125 gr. burro morbido;-2 uova;-1 tuorlo; -350 gr. grano per pastiere;-buccia grattugiata di un’arancia. -500 ml. latte; -250 gr. ricotta; -300 gr. zucchero; -100 gr. sugna o burro; -3 uova; -la punta di un cucchiaino di cannella; -1 fialetta di millefiori.
    • Crema pasticcera -250 ml. di latte: -45 g. di fecola; -2 tuorli; -80 g. di zucchero.Preparate la pasta frolla per la pastiera.
    • Lavorare la farina e il burro fino ad ottenere un composto granuloso.
    • Disporre a fontana e porre alcentro lo zucchero,le uova e la buccia d’arancia.
    • Lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo e mettere in frigo.
    • Scaldare il latte e far cuocere il granoDopo 5 minuti aggiungere il burro e un cucchiaio di zucchero.
    • Fare cuocere finché il composto non diventa abbastanza asciutto.
    • Preparare la crema pasticcera . Lavorare i tuorli con lo zucchero. Aggiungere la fecola di patate.
    • Aggiungere il latte riscaldato con la vanillina. Porre il composto sul fuoco a fiamma bassa girandocontinuamente,finché la crema non si sarà addensata. Lasciar raffreddare,mescolando ogni tanto.
    • Stendere lapasta frolla.
    • Aggiungere la cannella, la vanillina e la crema pasticcera.
    • Versare il composto nella teglia.Con la pasta frolla avanzataritagliate delle strisce e mettetelesulla pasta frolla.
    • La paprica è una spezia molto usata nella preparazione dei cibi.Si ottiene dal peperone fatto seccare,liberato dalla parte interna bianca e macinato.
    • PapricaIl peperone, che appartiene alla famiglia delle Solanaceae,fu introdotto in Europa dagli Ungheresi,che lo importaronodai Turchi,che lo avevano importato dall’ India.
    • Il veggie burger è un piattounico vegetariano a base dilenticchie.Ha ha un sapore molto riccoed è un ottimo sostitutoall’hamburger di carne.Il veggie burger è un piattomolto originale perché il cuocopuò dare spazio alla suacreatività.Infatti il veggie burger puòessere accompagnato moltobene con molti tipi di salse epuò essere condito con diversiingredienti a seconda dei gustipersonali.
    • Per preparare i veggie burger prima di tutto è necessariomettere le lenticchie in ammollo (1) per circa due ore inmodo da renderle più morbide. Dopodiché lessatelein acqua bollente e scolatele per bene (2). Quindiinseritele in un frullatore con l’uovo, l’erba cipollina eil pane che avrete precedentemente tritato finissimo (3).
    • Quindi frullate il tutto finché il compostonon sarà diventato omogeneo (4).Aggiungete quindi la paprika,il sale il pepee frullate ancora il tutto fino ad ottenereun impasto malleabile (5) che divederetein 4 parti uguali (6).
    • Fatto questo plasmateli per dare loro la formadi un hamburger (7) e fateli cuocere in unapadella con l’olio (8) circa 3 - 4 minuti perparte a fuoco medio. Approfittate quindi deltempo di cottura dei veggie burger per tagliarei 4 panini a metà (9).
    • Una volta che i vostri veggie burger avrannoraggiunto un colore dorato (10), spegnete il fuoco einiziate a posizionare sulla metà del panino lasottiletta, la lattuga, il veggie burger di lenticchie eil pomodoro (11). Una volta terminato di inserire gliingredienti coprite con l’altra metà del panino e ilvostro veggie burger è pronto per essere gustato(12).
    • Frutto di una pianta Vaniglia messicana della famiglia delle orchidee. E’ venduta in baccelli. Usata per aromatizzarecioccolato,creme,budini,etc.
    • La crema di limoncello, rivisitazione cremosa del liquorelimoncello, si prepara aggiungendo agli ingredienti dellimoncello panna e latte.Gli ingredienti sono limoni, medio-grossi e dalla bucciaspessa, l’alcool e la panna freschissima.
    • Lavare i limoni in acqua tiepidae spazzolare delicatamente per ripulirli daeventuali residui. Sbucciare conun pelapatate per evitare di togliere anchela parte bianca della buccia (che risultaamara). Mettere le scorze su un tagliere eridurle in piccole listarelle;In un contenitore di vetro (vaso o brocca)versare 500 ml di alcool, aggiungere lescorze e metterle poi a macerare il tutto perun mese,chiudendo ilcontenitore ermeticamente e riporlo in unluogo buio e fresco.
    • Scoperto dagli europei in America Centrale.Coltivato intutto il mondo nelle zone con clima abbastanza caldo.
    • Peperoncini piccanti ripieni di tonno,alici e capperiI peperoncini piccanti ripieni ditonno acciughe e capperi,sonouna conserva tipica del sud Italia,e nelle regionicome Sicilia,Sardegna,Calabria,Campania e Puglia, vengonoprodotti e poi gustaticome stuzzicante antipasto. Per la loro preparazione bisogna munirsi di pazienza, dedizione e pochi ma buoni ingredienti, che serviranno per la farcitura di questi piccoli e gustosi peperoncini tutto fuoco, che andranno conservati sott’olio.
    • Lavare i peperoncinipiccanti,togliere loro il picciolo econ un coltellino dalla lamaappuntita scavare e svuotare conun piccolo cucchiaino.Versare in una casseruola il vinobianco,l’aceto e aggiungere le speziee il sale,poi portare il tutto aebollizione:al primo bollore,buttarcidentro i peperoncini e farli cuocere per3-4 minuti a fuoco dolce,poi scolarli eporli capovolti su di un canovacciopulito (o carta assorbente da cucina)ad asciugare per alcune ore (ipeperoncini devono essere moltoasciutti,perché più asciutti saranno epiù si conserveranno) meglio se pertutta una notte.
    • Preparare il ripieno dei peperoncini,ponendo in un mixeril tonno,i capperi e acciughe precedentementesminuzzati con un coltello; usare il mixer solo perqualche istante (contare fino a 5) giusto il tempo cheserva affinché gli ingredienti si amalgamino, facendoattenzione però che il tonno non perda la sua fibradiventando cremoso.
    • Togliete il composto e ponetelo in una ciotola, amalgamatelo con un mestolo e, servendovi di unpiccolo cucchiaino, riempite i peperoncini uno ad uno. Prendere dei vasetti sterilizzati e riempirli con i peperoncini ripieni,avendo cura di posizionarli ben dritti con la parte bucata verso l’alto;riempire il vasetto di olio fino a coprirli completamente,poi tapparli e porli in un luogo fresco,asciutto e buio. I peperoncini piccanti ripieni di tonno,acciughe e capperi,se ben conservati,si mantengono anche per un anno.
    • Lo ZAFFERANO èpianta erbaceaoriginaria dell’AsiaMinore e dellaPenisola BalcanicaE’coltivata anche inPaesi mediterranei.
    • Ricetta:Penne allo Zafferano in cartoccio
    • Per preparare le penne allo zafferano in cartoccio,accendere il grill del forno eportarlo alla massima temperatura;mettere sul fuoco una pentola conabbondante acqua e portarla ed ebollizione,salarla e poi fare lessare le penne(1) che devono rimanere molto al dente.Rosolare nel frattempo in una padellaantiaderente la pancetta (2) fino a farla diventare croccante.In un altro tegame piuttosto capiente versare la panna:sciogliere lo zafferano inmezzo bicchiere di brodo di carne,aggiungere gli stimmi (3)
    • e unire il tutto alla panna (4) lasciando ridurre a fuoco lento per 5 minuti. Scolare le penne al dente,condirle con la salsa allo zafferano (5-6)
    • Dividere le penne in 4 porzioni e riporre ogni porzione in un cartoccio preparato con dellacarta forno o carta oleata (11): per comodità posizionare la carta da forno su di unaleccarda da forno, versare al centro la penne allo zafferano (10) e formare il cartoccio ripiegando verso il centro le 4 estremità del foglio (12)
    • poi accartocciare le estremità insieme e richiuderle su loro stesse(13-14-15), mettete in forno a 250 per 5 minuti,poi,quando ilcartoccio diverrà color nocciola (stare attenti a non bruciarlo!)estrarlo dal forno,metterlo su di un piatto e portarlo intavola.Servire immediatamente.