Your SlideShare is downloading. ×
0
e-Book e dispositivi di lettura: lo stato dell’arte Gino Roncaglia, Università della Tuscia per il workshop e-Book e bibli...
<ul><li>Information  Sciences  101:  </li></ul><ul><li>testi digitali = poco impegno di memoria e di risorse di calcolo </...
<ul><li>eppure…  </li></ul><ul><li>usiamo quasi esclusivamente dispositivi digitali per ascoltare musica… </li></ul><ul><l...
<ul><li>e allora? qual è il problema? </li></ul><ul><li>lavoriamo in biblioteca, amiamo I libri… </li></ul><ul><li>… i lib...
<ul><li>tutto (quasi) vero, ma… </li></ul><ul><li>cosa succede alle nuove generazioni di ‘nativi digitali’? </li></ul><ul>...
cosa succede alla ricerca? articoli brevi e siti web stanno progressivamente sostituendo libri e riviste come strumenti d’...
cosa succede alla saggistica? la saggistica divulgativa rigorosa e di qualità perde spazio, stretta fra la ricerca (che si...
cosa succede alla narrativa? i best-seller (più o meno buoni) sembrano sopravvivere benissimo anche su carta, inseriti in ...
la separazione fra libri su carta e mondo digitale non è la strada giusta! gli e-book propongono un nuovo paradigma, basat...
<ul><li>perché i libri su carta funzionano così bene? </li></ul><ul><li>li possiamo leggere ovunque </li></ul><ul><li>non ...
<ul><li>Lean forward? Lean back? </li></ul><ul><li>lean forward: lettura attiva, ‘screttura’  </li></ul><ul><li>lean back:...
<ul><li>gli schermi da computer sono cattivi dispositivi di lettura </li></ul><ul><li>solo lean forward (niente lean back,...
<ul><li>un dispositivo di lettura  davvero buono  per la forma-libro tradizionale dovrebbe essere… </li></ul><ul><li>… pro...
<ul><li>i formati: </li></ul><ul><li>il problema della rappresentazione della pagina (formati fissi e formati liquidi) </l...
<ul><li>la gestione dei diritti (DRM): </li></ul><ul><li>i modelli di protezione chiusa… </li></ul><ul><li>… e la pirateri...
<ul><li>i dispositivi di lettura per e-book sono ancora giovani </li></ul><ul><li>lettori e-book di prima generazione </li...
<ul><li>i dispositivi di lettura di seconda generazione: l’e-paper </li></ul><ul><li>Kindle </li></ul><ul><li>Kindle DX </...
come funziona l’e-paper (e-ink)
<ul><li>i dispositivi di lettura di terza generazione </li></ul><ul><li>dall’iPhone all’iPad </li></ul><ul><li>dal Nexus O...
e-paper o display ‘tradizionali’?
e-paper o display ‘tradizionali’?
<ul><li>sui dispositivi di terza generazione, libri ma anche nuove forme di testualità… </li></ul><ul><li>video, suoni, ma...
<ul><li>contenuto attivo? per farci cosa? </li></ul><ul><li>Facebook applications… </li></ul><ul><li>Google gadgets… </li>...
<ul><li>dal libro al social reading </li></ul><ul><li>le piattaforme di social reading oggi… </li></ul><ul><li>… e in futu...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Relazione su e-book e biblioteche a Milano (Biblioteca Sormani)

2,649

Published on

Presentazione utiizzata in occasione del workshop "e-book e biblioteche: dalla
tecnologia al servizio", organizzato da Biblioteca Sormani e Goethe-Institut il 9 giugno 2010

Published in: Education, Business, Technology
0 Comments
5 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,649
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
38
Comments
0
Likes
5
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Relazione su e-book e biblioteche a Milano (Biblioteca Sormani)"

  1. 1. e-Book e dispositivi di lettura: lo stato dell’arte Gino Roncaglia, Università della Tuscia per il workshop e-Book e biblioteche: dalla tecnologia al servizio Biblioteca Sormani e Goethe-Institut Mailand Milano, 9 giugno 2010
  2. 2. <ul><li>Information Sciences 101: </li></ul><ul><li>testi digitali = poco impegno di memoria e di risorse di calcolo </li></ul><ul><li>immagini/suoni digitali = maggiore impegno di memoria e di risorse di calcolo </li></ul><ul><li>video digitale = massimo impegno di memoria e di risorse di calcolo </li></ul>
  3. 3. <ul><li>eppure… </li></ul><ul><li>usiamo quasi esclusivamente dispositivi digitali per ascoltare musica… </li></ul><ul><li>usiamo soprattutto dispositivi digitali per guardare video… </li></ul><ul><li>usiamo soprattutto carta per leggere libri </li></ul>
  4. 4. <ul><li>e allora? qual è il problema? </li></ul><ul><li>lavoriamo in biblioteca, amiamo I libri… </li></ul><ul><li>… i libri sono ergonomicamente perfetti (Eco)… </li></ul><ul><li>… ci piace toccarli e annusarli! </li></ul>
  5. 5. <ul><li>tutto (quasi) vero, ma… </li></ul><ul><li>cosa succede alle nuove generazioni di ‘nativi digitali’? </li></ul><ul><li>vivono in un ambiente digitale nel quale si preferiscono (e si prescrivono) testi brevi, modulari </li></ul><ul><li>… sembra non esservi spazio per la forma-libro come l’abbiamo conosciuta fino ad oggi, basata su una scrittura complessa, ‘lenta’, argomentativa </li></ul>
  6. 6. cosa succede alla ricerca? articoli brevi e siti web stanno progressivamente sostituendo libri e riviste come strumenti d’elezione per la ricerca, anche nelle scienze umane. la lunghezza media degli articoli di ricerca diminuisce. nel lavoro di ricerca legato a temi specifici cresce la dimensione ‘illustrativa’ a scapito di quella argomentativa; si tende a semplificare la struttura delle opere di più ampio respiro.
  7. 7. cosa succede alla saggistica? la saggistica divulgativa rigorosa e di qualità perde spazio, stretta fra la ricerca (che si svolge prevalentemente in rete) e i documentari della TV tematica. quella che sopravvive in forma-libro si sgancia dalla ricerca, e rischia di perdere rigore. si rischia (tranne poche eccezioni) che a vendere sia una saggistica soprattutto giornalistica e d’occasione, limitando lo spazio della saggistica argomentativa.
  8. 8. cosa succede alla narrativa? i best-seller (più o meno buoni) sembrano sopravvivere benissimo anche su carta, inseriti in un gioco di rimandi intermediali (film, giochi ecc.). la letteratura colta – che non ha ricadute intermediali – diventa un mercato progressivamente sempre più marginale e rischia di perdere spazio e lettori, soprattutto fra i nativi digitali.
  9. 9. la separazione fra libri su carta e mondo digitale non è la strada giusta! gli e-book propongono un nuovo paradigma, basato sull’integrazione della forma libro nel mondo digitale.
  10. 10. <ul><li>perché i libri su carta funzionano così bene? </li></ul><ul><li>li possiamo leggere ovunque </li></ul><ul><li>non richiedono batterie, sono facili da usare, costano poco, sono resistenti… </li></ul><ul><li>… sono perfetti sia per la lettura lean forward sia per quella lean back </li></ul>http://www.flickr.com/photos/jbird/19650368/
  11. 11. <ul><li>Lean forward? Lean back? </li></ul><ul><li>lean forward: lettura attiva, ‘screttura’ </li></ul><ul><li>lean back: lettura rilassata </li></ul><ul><li>lettura in mobilità </li></ul>
  12. 12. <ul><li>gli schermi da computer sono cattivi dispositivi di lettura </li></ul><ul><li>solo lean forward (niente lean back, poca mobilità) </li></ul><ul><li>emettono luce = stancano gli occhi </li></ul>
  13. 13. <ul><li>un dispositivo di lettura davvero buono per la forma-libro tradizionale dovrebbe essere… </li></ul><ul><li>… proprio come un libro, ma… </li></ul><ul><li>… con i vantaggi dei media digitali </li></ul><ul><li>Il libro magico del cancelliere Tusmann (E.T.A. Hoffmann, Die Brautwahl ) </li></ul>
  14. 14. <ul><li>i formati: </li></ul><ul><li>il problema della rappresentazione della pagina (formati fissi e formati liquidi) </li></ul><ul><li>il concetto di formato di pacchetto </li></ul><ul><li>formati chiusi e formati aperti </li></ul><ul><li>vantaggi e limiti del formato ePub </li></ul>
  15. 15. <ul><li>la gestione dei diritti (DRM): </li></ul><ul><li>i modelli di protezione chiusa… </li></ul><ul><li>… e la pirateria </li></ul><ul><li>social DRM: verso il DRM come servizio? </li></ul><ul><li>all you can eat (or read)… </li></ul>
  16. 16. <ul><li>i dispositivi di lettura per e-book sono ancora giovani </li></ul><ul><li>lettori e-book di prima generazione </li></ul><ul><li>lettori e-book di seconda generazione </li></ul><ul><li>verso la terza generazione? </li></ul>
  17. 17. <ul><li>i dispositivi di lettura di seconda generazione: l’e-paper </li></ul><ul><li>Kindle </li></ul><ul><li>Kindle DX </li></ul><ul><li>B&N Nook … </li></ul>
  18. 18. come funziona l’e-paper (e-ink)
  19. 19. <ul><li>i dispositivi di lettura di terza generazione </li></ul><ul><li>dall’iPhone all’iPad </li></ul><ul><li>dal Nexus One al ? </li></ul><ul><li>dispositivi di lettura ibridi </li></ul>
  20. 20. e-paper o display ‘tradizionali’?
  21. 21. e-paper o display ‘tradizionali’?
  22. 22. <ul><li>sui dispositivi di terza generazione, libri ma anche nuove forme di testualità… </li></ul><ul><li>video, suoni, ma soprattutto… </li></ul><ul><li>… contenuto attivo </li></ul>
  23. 23. <ul><li>contenuto attivo? per farci cosa? </li></ul><ul><li>Facebook applications… </li></ul><ul><li>Google gadgets… </li></ul><ul><li>Apple and Windows widgets… </li></ul><ul><li>Web applications </li></ul><ul><li>e in futuro … </li></ul><ul><ul><li>… .e-book embedded applications </li></ul></ul>
  24. 24. <ul><li>dal libro al social reading </li></ul><ul><li>le piattaforme di social reading oggi… </li></ul><ul><li>… e in futuro </li></ul><ul><li>un libro che mette in comunicazione i suoi lettori </li></ul><ul><li>la biblioteca come snodo per sistemi di social reading distribuito </li></ul>
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×