• Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
2,241
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
62
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Il Contratto di Rete Arthur Whinney Network Ing Carlo Molinari
  • 2. Sommario Il Contratto di Rete: definizione e caratteristiche Aspetti giuridici e il tema della soggettività della rete I meccanismi di asseverazione e le agevolazioni fiscali I Contratti di Rete già operativi 2
  • 3. Il Contratto di Rete: definizioneLegge 33/2009, art.3‘’ Con il Contratto di Rete più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere,individualmente o collettivamente, la propria capacità innovativa e la propriacompetitività sul mercato……e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, acollaborare in forma e ambiti predeterminati attinenti all’esercizio delle proprieimprese……ovvero a scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale,commerciale, tecnica o tecnologica……ovvero ad esercitare in comune una o più attività rientrati nell’oggetto dellapropria impresa’’. 3
  • 4. Il Contratto di Rete: Riferimenti NormativiAtto ArgomentoL. 33/2009 – Art. 3 • Prima definizione del Contratto di ReteL. 122/2010 – Art. 42 • Introduzione della ‘’facoltà’’ di istituzione del Fondo patrimoniale e dell’Organo Come di Gestione • Agevolazioni fiscali ed amministrativeCircolare 15° - Agenzia delle • Disciplina applicativa del Contratto di Rete e aspettiEntrate – 14/4/2011 procedurali per la fruizione dell’agevolazione fiscaleRisoluzione Agenzia delle • Attribuzione del Codice FiscaleEntrate 70/E del 30/06/2011 4
  • 5. Il Contratto di Rete: due tipologie VERTICALE ORIZZONTALECon una grande impresa dominante Tante PMI che collaborano su varie aree, (modello fornitura/subfornitura) anche su più reti 5
  • 6. ‘’Una moderna concezione del turismopotrebbe beneficiare delle Reti di Impresa’’ Concept Arte Tour Operator Sviluppo di concept di vacanza – soggiorno distintivi del sistema Italia (arte, lifestyle, gastronomia, Vettore shopping). Creazione di reti tra operatori coerenti con i concept (andando oltre viaggio/vito/alloggio), con sub- Concept Mare Albergo offerte di altre reti (weekend mare Albergo all’interno di un viaggio arte) Promozione dell’intero concept a Università target omogenei segmentando la Trasporto domanda (anche per origine). Ristorante Diving Museo Ristorante Casa di aste Shop Arte 6
  • 7. Il Contratto di Rete: gli elementi Nomi dei partecipanti Obiettivi strategici  innovazione  competitività  modalità di monitoraggio Programma di rete  diritti dei partecipanti  obblighi dei partecipanti  modalità di realizzazione dello scopo comune Durata e modalità di adesione Regolamento delle assunzioni di decisioni Fondo Patrimoniale Organo Comune di Rappresentanza Modalità di Recesso dalla Rete 7
  • 8. Il Contratto di Rete: di cosa si tratta?Si tratta di una scrittura privata notarile con la quale le parti si impegnano acollaborare per uno scopo comune di innovazione e/o competitività, che vienedepositata (non iscritta) nel registro imprese di ogni impresa partecipante.La Rete di Imprese non ha soggettività giuridica pertanto viene dato mandato dirappresentanza per la gestione ad una delle imprese partecipanti.Le Imprese rimangono autonome ma condividono, attraverso il Contratto, un progettocomune, formalizzandosi quindi come una rete in costante evoluzione dallagovernance flessibile.  NON E’ UN CONSORZIO (che ha soggettività giuridica)  NON E’ UN ATI (che è temporanea) 8
  • 9. Il Contratto di Rete: comparazione con Consorzioe ATIConsorzio ATI Contratto di ReteHa Soggettività Giuridica Non ha Soggettività Giuridica Non ha Soggettività GiuridicaNasce con un atto Nasce con un atto notarile di Nasce con un atto notarile dinotarile e uno statuto accordo tra le imprese accordo tra le impreseapprovato dai Soci partecipanti partecipanti E’ depositato (ma non iscritto)E’ iscritto al Registro Non è iscritto al Registro nel Registro Imprese di ogniImprese Imprese impresa partecipanteE’ una forma stabile di E’ una forma temporanea di E’ una forma stabile diaggregazione aggregazione aggregazioneNon è prevista una data Si scioglie automaticamente al Non è prevista una data didi scioglimento/termine raggiungimento dello scopo scioglimento/termine 9
  • 10. Il Contratto di Rete: raffronto tra forme di aggregazionedi Imprese (flessibilità vs. soggettività/valenza esterna) + Società di Capitali Consorzio/ Scarl Società di persone ATI Soggettività/ Valenza Esterna Rete Full Rete Light Accordo Commerciale - Flessibilità 10 - +
  • 11. La Soggettività Giuridica, un tema discusso La L. 33/2009 e la L. 122/2010 non riconoscono esplicitamente la Soggettività Giuridica La circolare dell’Agenzia delle Entrate non riconosce la Soggettività Tributaria La Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 70/2011 attribuisce solo il Codice FiscaleSenza Soggettività Giuridica, come si affrontano problemi gestionali quali l’intestazionedelle fatture di acquisto, l’utilizzo del fondo comune, i rapporti con gli istituti di credito(finanziamento del progetto di rete), l’assunzione di dipendenti, l’intestazione di assets…?Invece con la Soggettività Giuridica, bisognerebbe recuperare meccanismi e principi tipicidel diritto societario, quali la tutela di minoranze, creditori e terzi (non è pensabile che leimprese in rete rispondano solo con il fondo comune), con conseguente ‘’irrigidimento’’dello strumento, che, di fatto, si sovrapporrebbe al consorzio. 11
  • 12. Una scelta consapevole del Legislatore Favorire l’aggregazione e la collaborazione tra imprese è un obiettivo di politica economica mirato a creare una cultura che non c’è La norma assume una funzione di input alle imprese, con la quale il singolo imprenditore inizia a condividere lavoro, obiettivi e business Con una forma di aggregazione diversa e più elastica rispetto alle attuali, con la quale potràdecidere il grado di aggregazione e le modalità operative in piena autonomia e mantenendo la propria specificità. Una soluzione di start up all’aggregazione che non esclude la possibilità futura di utilizzo di norme aggregative più strutturate (Società di capitali, Consorzi, ecc.) 12
  • 13. Assegnazione del Codice FiscaleProfili applicativi Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate 70 del 30 giugno 2011‘’ Il Codice Fiscale può essere assegnato in base al DPR 605/73 in base al quale possonoessere iscritte all’Anagrafe Tributaria le Organizzazioni di persone o di beni prove dipersonalità giuridica, che non ne esclude quindi la specifica fattispecie’’.Per l’indicazione del Codice Attività, se non può essere attribuito alla rete un unico codiceATECO identificativo, l’Agenzia suggerisce l’adozione del codice 94.99.90 (Attività di altreOrganizzazioni Associative).La Denominazione deve essere la locuzione ‘’Rete di Imprese’’ seguita dalla descrizioneidentificativa della Rete.Come rappresentante deve essere indicato l’Organo Comune (Persona Fisica o altroSoggetto). Le fatture possono essere intestate alla Rete utilizzando il Codice Fiscale ma in regime ‘’iva esente’’ 13
  • 14. L’ AsseverazioneOrganismi abilitatiPer ottenere l’Agevolazione Fiscale il Contratto di Rete deve essere asseverato. ConDM del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 25 febbraio 2011 sono statistabiliti i criteri di identificazione degli organismi abilitati all’asseverazione, pertanto: Sono abilitati a rilasciare l’asseverazione del Programma gli Organismi espressi dalle Confederazioni di rappresentanza datoriale rappresentative e livello nazionale presenti nel CNEL. Gli organismi devono essere di Diritto Privato, comunicati dalla Confederazione all’Agenzia delle Entrate con apposito modulo telematico. Le modifiche in aggiunta o in cancellazione possono essere effettuate dalle Confederazioni in qualsiasi momento utilizzando l’apposito modulo dell’ Agenzia delle Entrate. 14
  • 15. L’ AsseverazioneRequisiti del Contratto di ReteL’ asseverazione del programma comune comporta la verifica della sussistenza degli elementipropri del contratto di rete e dei relativi requisiti di partecipazione in capo alle imprese che lohanno sottoscritto.Si tratta degli elementi e dei requisiti previsti dal comma 4-ter dell’articolo 3 del DL n. 5 del 2009:a. la denominazione sociale delle imprese aderenti alla rete;b. l’indicazione delle attività comuni poste a base della rete;c. il Programma di Rete – diritti dei Partecipanti – obblighi dei Partecipanti – modalità di realizzazione scopo comuned. la durata del contratto e le eventuali ipotesi di recesso;e. l’ organo comune incaricato di eseguire il programma di rete, i suoi poteri anche di rappresentanza e le modalità di partecipazione di ogni impresa alla attività dell’organo;f. l’istituzione del Fondo Patrimoniale. Gli organismi abilitati comunicano l’avvenuta asseverazione all’Agenzia delle Entrate, trasmettendo i dati relativi alle imprese aderenti alla Rete. 15
  • 16. L’ AsseverazioneOrganismo Asseveratore Le domande di Contratti di Rete ad oggi in essere nel sistema sono poche (alcune decine). E’ importante creare competenze centrali sull’asseverazione da utilizzare sul territorio La Confederazione è per legge l’interlocutore unico con l’Agenzia delle Entrate pertanto assicura la trasparenza e la correttezza delle procedure di asseverazione dei Contratti di Rete Una asseverazione errata comporta sanzioni amministrative che ricadono inevitabilmente anche sulla Confederazione L’Organismo espresso dalla Confcommercio è UNITER S.r.l., Società di Certificazione con sede in Piazza belli 2, Roma. 16
  • 17. Agevolazione FiscaleSospensione di imposta per le imprese partecipanti L’art. 42 del D.L. n. 78 del 2010, prevede che ‘’alle imprese appartenenti ad una delle reti di imprese riconosciute, competono vantaggi fiscali’’. L’agevolazione fiscale, che opera fino al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2012, consiste in un regime di sospensione di imposta di cui possono fruire gli utili d’esercizio accantonati ad apposita riserva e destinati alla realizzazione di investimenti previsti dal programma comune, preventivamente asseverato. Il beneficio fiscale spetta a condizione che le somme accantonate siano destinate al fondo patrimoniale comune o al patrimonio destinato all’affare per realizzare entro l’esercizio successivo gli investimenti previsti dal programma di rete. Il regime di sospensione di imposta cessa, e quindi gli utili accantonati concorrono alla formazione del reddito, nell’esercizio in cui la riserva è utilizzata per scopi diversi dalla copertura di perdite di esercizio oppure in cui viene meno l’adesione al contratto di rete. 17
  • 18. Agevolazione FiscaleImporti e limiti Il comma 2-quater dell’art. 42 del D.L. n. 78 del 2010, prevede che ‘’l’importo che non concorre alla formazione del reddito d’impresa non può, comunque, superare il limite di euro 1.000.000’’.Sul punto, l’Amministrazione finanziaria ha chiarito che il predetto limite di 1.000.000di euro, deve essere inteso come riferibile ‘’ per ciascuna impresa, nonché per ciascunperiodo di imposta in cui è consentito l’accesso all’agevolazione, fermo restando illimite stabilito dal comma 2-quinquies pari a 20 milioni di euro per l’anno 2011 e 14milioni di euro per ciascuno degli anni 2012 e 2013’’.Le imprese beneficeranno dell’agevolazione in modo separato, secondo quantoeffettivamente accantonato e nel periodo d’imposta di effettuazione dell’operazione.€ 48 Mln in 3 anni, pari a CA. €150 Mln di utili accantonabili in sospensione di imposta. 18
  • 19. Agevolazione FiscaleProfili tecnici L’agevolazione spetta esclusivamente ai fini delle imposte sui redditi e non opera ai fini dell’IRAP; il beneficio fiscale, inoltre, rileva esclusivamente in sede di versamento del saldo delle imposte sui redditi dovute per il periodo di imposta relativo all’esercizio cui si riferiscono gli utili destinati al fondo patrimoniale comune o al patrimonio destinato all’affare; Per il periodo di imposta successivo, l’acconto delle imposte dirette è calcolato assumendo come imposta del periodo precedente quella che si sarebbe applicata in mancanza delle previsioni di cui al citato comma 2-quater.I soggetti che intendessero, quindi, procedere al versamento dell’acconto sulla basedel metodo storico devono procedere a questo calcolo. Questa disciplina, tuttavia,non esclude una determinazione dell’acconto delle imposte dirette su baseprevisionale. 19
  • 20. Agevolazione Fiscale……non è un aiuto di statoRicordiamo, infine, che l’operatività dell’agevolazione è stata espressamentesubordinate all’autorizzazione della Commissione Europea.Tale Organo comunitario si è pronunciato in senso favorevole con la Decisione del 26gennaio 2011, C (2010)8939, avendo ritenuto che la misura agevolativa in favore dellereti di imprese non costituisce aiuto di Stato, in quanto, agendo su tutte le attivitàeconomiche e su tutto il territorio nazionale, viene assicurata l’orizzontalità erispettato il principio della concorrenza. 20
  • 21. Il Contratto di ReteEpilogo Il Contratto di Rete può essere una occasione importante per rivitalizzare il tessuto economico del Paese e favorire una crescita che possa superare la sua strutturale debolezza. La mancanza della soggettività giuridica non permette di sfruttare completamente il Contratto di Rete come strumento operativo rispetto ad altre forme di aggregazione imprenditoriale, ma la sua flessibilità lo rende una forma apprezzata di ‘’start-up di aggregazione’’. Le agevolazioni fiscali previste (€48 Min in 3 anni) sotto forma di differimento di imposta sono di limitata entità. Esistono già molti casi di collaborazioni tra imprese che testimoniano la lungimiranza e la vitalità imprenditoriale di molte PMI. Il Sistema Confcommercio può essere un attore importante nello sviluppo dei contratti di rete sul territorio e nel supporto alle imprese costituenti. 21
  • 22. • Arthur Whinney Network • Ing Carlo Molinari• Bridge Kennedy International • Galileo Sistemi • Viale San Michele Del Carso 30 20144 Milano • Arthur.whinney@libero.it • Segr.ingmolinari@libero.it • Carlo.molinari@bridgekennedy.it • C.molinari@galileosistemi.it • Arthurwhinney.com • Bridgekennedy.it • Galileosistemi.it 22