Tecniche di passaggio nel rugby

3,251 views

Published on

Tecniche di passaggio nel rugby

Published in: Sports
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
3,251
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,199
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Tecniche di passaggio nel rugby

  1. 1. Sergio Zorzi – DirettoreTecnicoAkka - Progetto Formazione Tecnica del passaggio
  2. 2. Tipi Di Passaggio  PASSAGGIO CORTO  PASSAGGIOA SPIRALE  PASSAGGIO CONTATTO  CONTATTO PASSAGGIO  PASSAGGIO DATERRA  PASSAGGIO SOPRA LATESTA  PASSAGGIO DIETRO LA SCHIENA  PASSAGGIO CON UNA MANO SOLA  PASSAGGIO INCROCIO  PASSAGGIO IN LINEA  PASSAGGIO PROFONDO  PASSAGGIO RITARDATO  PASSAGGIO SCHERMO  PASSAGGIO SOTTO LE GAMBE  PASSAGGIO CON CALCIO Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  3. 3. ABILITA’ SuL PASSAggIo  PASSAGGIO CORTO  PASSAGGIO LUNGO (A SPIRALE )  TEMPISMO NEL PASSAGGIO Sergio Zorzi - Progetto Formazione S i n c r o n i a
  4. 4. Passaggio Corto LEGENDA CONO= GIOCATORE GIOCATORE DEL TEST DISTANZA IN LARGHEZZA TRA I CONI 5 METRI DISTANZA IN LUNGHEZZA 10 METRI IL GIOCATORE DEL TEST RESTA IN CENTRO PER 10 PASSAGGI
  5. 5. Passaggio Lungo LEGENDA CONO= GIOCATORE GIOCATORE DEL TEST DISTANZA TRA I CONI IN LARGHEZZA 8 METRI DISTANZA IN LUNGHEZZA 15 METRI IL GIOCATORE DEL TEST RESTA IN CENTRO PER 10 PASSAGGI
  6. 6. I FATTORI CHIAVE BASILARI PER IL PASSAGGIO  LE MANIALL’ALTEZZA DELLA SPALLA DX O SX  LE DITA APERTE, I POLLICI IN SU( DOPPIAW)  PRENDERE LA PALLA SENZA PORTARLAAL PETTO  GIRARE LATESTA ,PRIMA DI PASSARE(GUARDARE).  SEGUIRE LA PALLA IN ARIA  SI CORRE DIRITTO, NON SI CAMBIA DIREZIONE DURANTE IL PASSAGGIO  SI PASSAA LIVELLO DEL PETTO(BERSAGLIO DI RIFERIMENTO Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  7. 7. Livelli Di ABILITA’ LIVELLO 1 SI PASSA BENE SOLO IN UNA DIREZIONE NON SI RIESCE A PASSARE A SPIRALE LIVELLO 2 SI PASSA BENE SIA A DX CHE A SX SI CORRE ABBASTANZA DIRITTO SI RIESCE A PASSARE A SPIRALE SOLO DA UNA PARTE SI E’ ABBASTANZA PRECISI LIVELLO 3 SI PASSA BENE CORTO E A SPIRALE. A DX E A SX SI SA LA TECNICA SI CORRE DIRITTO SI E’ MOLTO PRECISI Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  8. 8. Tempismo Nel Passaggio Legenda: coni giocatore del test difesa DISTANZA IN LARGHEZZA TRA I CONI 5 METRI DISTANZA IN LUNGHEZZA 8 METRI I GIOCATORI IN DIFESA SI MUOVONO SONO NEL SENSO DELLA FRECCIA TEST “A” X 5 VOLTE Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  9. 9. Tempismo Nel Passaggio Legenda: coni giocatore del test difesa DISTANZE UGUALI AL TEST PRECEDENTE I DIFENSORI POSSONO DIFENDERE ANCHE IN AVANTI(CON PRESSIONE) TEST “B” X 5 VOLTE Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  10. 10. Fattori chiave Tecnica Di Passaggio Con Pressione  BUONATECNICA DEL PASSAGGIO  PICCOLI PASSI PER BILANCIARE RITMO E SPAZIO  ABILITA’ DI FISSARE L’AVVERSARIO(CORRERE DIRITTI)  BUONAVISIONE PERIFERICA  DECIDERE SE PASSARE O CORRERE  BISOGNA ESSERE UNA MINACCIA SULLA SPALLA INTERNA DELL’AVVERSARIO PER FISSARLO  DISSOCIARE IL BACINO DAL BUSTO  PALLONE SOPRA BACINO IN LINEA DELLA GAMBA INTERNA  LA PROFONDITA’ PRIMA DI RICEVERE IL PALLONE E’ DIRETTAMENTE COLLEGATA AL SISTEMA DIFENSIVO( AVANZANTE O RIPIEGANTE)  PASSAGGIO LIMITE «1 METRO»  VELOCITA’ –VELOCITA’-VELOCITA’! Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  11. 11. LIveLLI DI ABILITA’ LIVELLO 1 VA BENE IN UNA DIREZIONE SOLA SPECIALMENTE IN ATTIVITA’ A - SENZA PRESSIONE LIVELLO 2 VA BENE SIA A DX CHE A SX SOTTO PRESSIONE E’ MEGLIO IN UNA DIREZIONE SOLA HA RITMO E TEMPO LIVELLO 3 VA BENE IN OGNI DIREZIONE , SIA CON PRESSIONE CHE SENZA HA BUONA CONOSCENZA DELLA TECNICA USA PICCOLI PASSI PER EQUILIBRARE SPAZI E RITMO HA L’ABILITA’ DI FISSARE L’AVVERSARIO
  12. 12. 4Aree chiave su cui lavorare Il Passaggio
  13. 13. Sergio Zorzi –Martin Field-Dodgson
  14. 14. Sergio Zorzi - Progetto Formazione P O S I Z I O N E D E L C O R P O
  15. 15. Sergio Zorzi - Progetto Formazione P O S I Z I O N E D E L C O R P O
  16. 16. Sergio Zorzi - Progetto Formazione IL M O V I M E N T O D E L C O R P O
  17. 17. Sergio Zorzi - Progetto Formazione IL M O V I M E N T O D E L C O R P O
  18. 18. L A P R E S A D E L P A L L O N E
  19. 19. L A P A L L A I N M A N O
  20. 20. L A P A L L A I N M A N O
  21. 21. L A P A L L A I N M A N O
  22. 22. Sergio Zorzi - Progetto Formazione Costruiamo Un’immagine per i giocatori Risolviamo il Conflitto tra astrazione e vissuto Cosa fare-Perché-Come farlo-Come apprenderlo
  23. 23. Sergio Zorzi - Progetto Formazione Costruiamo un’immagine per i giocatori
  24. 24. Sergio Zorzi- Progetto formazione CONFLITTO TRA ESPERIENZA REALE ED I CONCETTI ASTRATTI • Cosa so fare bene perché ho fatto pratica e ho capito il concetto Cosa non so fare bene perché non ho capito il concetto o non ho fatto pratica! CONFLITTO TRA OSSERVAZIONE E AZIONE • Cosa ho visto e cosa devo fare! Due Concetti Importanti per lo sviluppo Tecnico/Tattico in Formazione
  25. 25. Sergio Zorzi - Progetto Formazione 2 Perché 3 Come farlo 4 Come apprenderlo 1 Cosa fare Metodologia di Apprendimento
  26. 26. Cosa fare Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  27. 27. PASSAGGIO COSA FACCIAMO
  28. 28. 1. PASSAGGIO SILURO 2. PASSAGGIO x POLSI (IN PIEDI ETRANSENNA) 3. PASSAGGIO SILURO/PAUSA /BERSAGLIO 4. PASSAGGIO IN ROTAZIONE BUSTO 1. PASSAGGIO RETTANGOLO CORTO A 3 CONTINUO 2. PASSAGGIO RETTANGOLO LUNGOA 3 CONTINUO 3. PASSAGGIO CORTO A 4 CONTINUO 4. PASSAGGIO CROCE Tempismo nel passaggio(con difesa!!) Eserc.1(rettangolo corto) con due difensori che vengono diritti Eserc. 2 (rettangolo lungo )con 2 m/m che vengono diritti Eserc. Scanner Lavoro a «Pacchetto» Capuccino 15’ (Prima di allenarsi ) 10’ (a fine allenamento sempre!!!).NB: Quando inizia a Fare freddo a fine all.to usare esercizi a lavoro Continuo Ad inizio allenamento Sempre! Eserc .2 in abbinata con eserc.1 o 3 (a scelta) 8/10’ X Esercizio COSA FACCIAMO E’ la progressione del lavoro sul passaggio senza difesa (evoluzione logica dopo passaggio a lavoro continuo ) Tecnica individuale TECNICA A LAVORO CONTINUO Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  29. 29. Non esiste continuità se prima non risolvo il problema tecnico!! Perche? Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  30. 30. Come farlo •Arrivare 20’ prima dell’allenamento x preparare e disporre tutto in ordine in campo(non perdiamo tempo) dobbiamo dare sempre un senso di organizzazione! •Avere sempre con sé 1 fischietto , 1 orologio! •Programmarsi gli allenamenti seguendo e rispettando le linee guida! •Portare 20 palloni (gonfiati)- casacche di 2 colori-se contatto usare i bodj jaket-scudi etc. •Lavorare con sottonumeri- esempio : siamo in 30 : 12 passaggio rett. Corto 12 passaggio rett.lungo 8 passaggio con bersaglio(aste) Ruotiamo i giocatori 7’ esercizio = tot. 21 minuti -pause ridotte NB: dobbiamo usare un riscaldamento dinamico con palla ,poco senza palla . % Pallone 95% . Però usare la testa , relazionare con i giocatori e chiedere loro come stanno fisicamente. Esempio il Lunedì useremo un riscaldamento dinamico senza palla(hanno giocato la Domenica!!). Oppure con la palla ma con ritmi progressivi abbinando dello stretching dinamico! Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  31. 31. Passaggio Rettangolo passaggi under 16 2.mkv Corto Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  32. 32. Passaggio Rettangolo Lungo Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  33. 33. Passaggio Rettangolo corto in 4 Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  34. 34. Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  35. 35. Sergio Zorzi - Progetto Formazione
  36. 36. Costruire un movimento.. Tema : 1.Passaggio 2.Corsa dritta 3.Tempismo nel passaggio 4.Attaccare il pallone(veloci) 5.Sopra numero offensivo 6.Utilizzo dello spazio 7.Visione (scanner)
  37. 37. 3 metri •I g i o c a t o r i s i p o s i z i o n a n o d i e t r o a 3 c o n i c h e s o n o a 6 M E T R I d i d i s t a n z a - L a r g h e z z a 2 / 3 M E T R I •A l v i a i l p r i m o g i o c a t o r e , c o r r e n d o , p r e n d e e p a s s a l a p a l l a a l s e c o n d o c h e d e v e p a r t i r e s o l o d o p o c h e i l p r i m o h a c o r s o 3 m e t r i •I g i o c a t o r i d e v o n o p r o v a r e a p a s s a r e l a p a l l a c o r r e t t a m e n t e e i l p i ù v e l o c e m e n t e p o s s i b i l e . •I N S E R I R E 3 F A T T O R I C H I A V E ( 1 A L L A V O L T A . . ! ) •I N I Z I O - 5 0 P A S S A G G I S E N Z A E R R O R I ( S U I F A T T O R I C H I A V E ) . S E S I S B A G L I A S I R I P E T E E s t e n s i o n i : •N B : a l l a r g a r e l a d i s t a n z a p e r l a v o r a r e i l p a s s a g g i o l u n g o GIOCOTEST SUL PASSAGGIO PER STIMOLARE LA CAPACITÀ ATTENTIVA 6 metri
  38. 38. 3 C 2 Correre Diritti
  39. 39. C 3 C 2
  40. 40. 9 3 C 2
  41. 41. 1 1 1 1 c Obbiettivo : corsa diritta- entrata in velocità –passare prima di oltrepassare i marker (ATTACCARE IL PALLONE) VARIANTE XVISIONE: Difensori su ogni porta (ENTRARE SULLA PORTA E SUBITO INTERNO ED ESTERNO STRINGONO) Lavoro sulla profondità 3 MT 2 MT Gruppo di 4 giocatori- al via del coach tutti fanno i giri dei coni e entrano nei marker delimitati.
  42. 42. Lavoro sulla percezione dello Spazio e sulla capacità di adattamento in Rapporto : Pallone/Spazio Uso del campo, correre diritti(x fissare) e giocare sulla situazione (porte aperte) Canale o Spazio!
  43. 43. Esercizio  Campo : 3 canali x 10 metri larghezza e lunghezza 50 metri  5 gioc.attacco-2 + 2 giocatori in difesa  Al lancio del gioco e quando il primo attaccante tocca la PALLA la DIF. può salire  Quando il coach fischia il giocatore con il pallone (dopo 3’’ di avanzamento aggredisce il terreno a va a terra (corpo ostacolo) – un sostegno di conservazione, gli altri si dispongono nello spazio  Usare lo spazio!!  Obiettivi: allargare la difesa e trovare gli spazi liberi attaccando molto la palla (diritti)!! 1. Al largo se Difesa Stretta 2. In penetrazione se difesa larga 3. Comunicare ,scanner Varianti :  aggiungere un canale o 2 (si allargano gli spazi)  Giocare solo istruttivo spazio largo e spazio largo(per abituare l’attacco e sfruttare il sopra numero esterno  Giocare sulla situazione(porta se difesa larga- spazio esterno, se difesa stretta), condizionando la difesa  Principio potenti e veloci  Attacco spalle girate!  Aggiungere difensori..  Alternanza (piccolo chip dietro) inserire II linea di difesa!  Fitness rugby , partendo da Eserc.Gatto PAROLE CHIAVI:AL LARGO = MAGICO IN PENETRAZIONE : BIRRA Siamo in Più o giocatori in difesa stretti Difesa che difende larga uso il canale
  44. 44. 5 4 3 9 2 1
  45. 45. 4 3 1 9 5 1 2 6 + 2 attacco 2+2+2 difesa 1 e 2 fanno 6 flessioni VARIANTI : ?
  46. 46. 4 3 1 9 5 1 2 SPAZIO SPA
  47. 47. 4 3 1 9 5 1 2 SPAZIO SPA 1 2 3 4 IL COACH CHIEDERA’ AD UN GIOCATORE ROSSO DI ALLARGARSI E LASCIARE UNO SPAZIO LIBERO INTERNO O ESTERNO – IN QUESTO CASO LO SPAZIO SI LIBERA NEL CANALE 2 – L’attacco deve leggere la situazione..!
  48. 48. 4 3 1 9 5 1 2 SPAZIO SPA
  49. 49. 4 3 1 9 5 1 2 SPAZIO
  50. 50. CONSIDERAZIONI FINALI SULLA TECNICA DI PASSAGGIO CORTO A SPIRALE E TEMPISMO NEL PASSAGGIO  BISOGNA ARRIVARE AD UN LIVELLO DI ABILITA’ 3 PER AVERE UN MODELLO DEL PASSAGGIO CORRETTO  Il Passaggio è un gesto tecnico che dobbiamo lavorare molto, mettendo la massima attenzione alla cura dei particolari – inserire un fattore chiave alla volta con gradualità..!
  51. 51. Sergio Zorzi - Progetto Formazione Buon lavoro!! COME APPRENDERE Far Comprendere e Lavorare i Fattori Chiave.. Guidare facendo domande.. SeAscolto DIMENTICO SeVedo RICORDO Se Faccio IMPARO!!! Spiegare sia il Perché che il come fare qualcosa Allenarsi divertendosi!

×