0
IL POPOLO È STATO(VERSIONE RIDOTTA PER L‟ORALE)La costruzione degli Stati moderni, le antiutopie, gli orrori deitotalitari...
UNA PRIMA DEFINIZIONE DI STATODefinizione iniziale: istituzione che“fa suoi i principidell’eguaglianza di tutti di fronte ...
IL CONCETTO DI STATO(INTRODUZIONE AL TEMA)3
UN LUNGO CAMMINO DI COSTRUZIONE...4Concetti base dello Stato comedefinito: uguaglianza, consenso deigovernati, Costituzion...
CONCEZIONI DI STATO PRIMADELL‟ILLUMINISMO5
L‟INIZIO DEL CAMMINO: LE VECCHIE SOCIETA‟STATALI6ASSOLUTISMOXVIII Secolo:Linea diseparazionePRIMA DOPONo unico organismo,...
1600: PRIME IDEE MODERNE SULLO STATO;MONARCHIE ASSOLUTE7Rivoluzioni come la glorious revolution del1688 (Inghilterra) port...
LO STATO VA RIFORMATO? IDEE DEL XVIISECOLO8Alcuni filosofi: convinti del fatto che le leggi valide in uno Stato devonorima...
LA STRADA VERSO LO STATO MODERNO(GROZIO, LOCKE, ROUSSEAU)9Ritratto di Ugo GrozioGIUSNATURALISMOteorizzato da Ugo Grozio in...
LA SITUAZIONE A INIZIO „600: IL NUOVO STATO Qualche opposizione alla costruzione dello Stato moderno: Thomas HOBBES: La ...
LO STATO MODERNO:DALL‟ILLUMINISMO AL „90011
IL PERIODO ILLUMINISTA: LA DIFFUSIONE DI NUOVECONCEZIONI DI STATO CON I PHILOSOPHES12“Un uomo di lettere deve vivere in un...
LE NUOVE IDEE: MONTESQUIEU13Montesquieu: Lo spirito delle leggi(1748): trattato per proporre esollecitare alcune riformeAn...
LE NUOVE IDEE: I PHILOSOPHES ILLUMINISTI14• Voltaire: critica al dispotismo• Rousseau: Du contrat social (1762). Non indic...
LE NUOVE IDEE: I PRINCIPI DI FINE „70015Principi affermati tra „700 ed „800: sovranità popolare; libertà diespressione, pe...
I PRINCIPI DELLO STATO NATI NEL 1800...16Sovrani illuminati: primi a stabilire uguaglianza di fronte alla legge disudditi ...
IL FENOMENO TOTALITARIO ELA NEGAZIONE DI UNO STATOLIBERO17
INTRODUZIONE: IL FARDELLO TOTALITARIO18XX Secolo: distruzione di molte certezze degli Stati moderniFardello del totalitari...
IL POTERE NELLE MANI DEL CAPO:19Caratteristiche fondamentali dei totalitarismi:• Partito unico nell‟ordinamento istituzion...
COME VENGONO NEGATI GLI STATI MODERNI?20Analisi tramite lo Stalinismo russoMassimo grado di totalitarismo: compenetrazione...
LA DIPLOMAZIA COME MEZZODI PACIFICAZIONE EMANTENIMENTO DEGLIEQUILIBRI INTERNAZIONALI21
PASSI DALLA DOTTRINA MONROE (1823)22“Questo nostro popolo è unanimemente preoccupato per la propriasicurezza, comprata a p...
BISMARCK: L‟EQUILIBRIO DELL‟EUROPA23• 20 anni di stabilità e pace, sotto egemonia dellaGermania; potenza più forte di altr...
WILSON: LA NEW DIPLOMACY DEGLI USA24Compito di guidare la SDN: USA (democratici). Disillusione: Francia e GranBretagna vol...
2514 Punti: punti essenziali della New Diplomacy di Wilson: SDN, USAcome guida della pace, diplomazia aperta (cfr. Kant), ...
IL FALLIMENTO DELLA SDN26• Fase dell‟ottimismo: 1923-1929, capi di Statoin visita alla SDN, Protocollo di Ginevra (pattoch...
LA “FIGLIA” DELLA SDN: BENVENUTA, ONU!27Conferenza di Yalta (feb.1945: Stalin, Churchill, Roosevelt): basimoderno equilibr...
IL PENSIERO DI IMMANUEL KANT: UNFOEDUS DI STATI28
IMMANUEL KANT: PER LA PACE PERPETUA29•1795: scritto sulla possibilità delraggiungimento di una “paceperpetua”•Prima concez...
30Clausola preliminare 1: “Un trattato di pace non può valere come tale seviene fatto con la segreta riserva di materia pe...
IL FOEDUS DI POPOLI: PASSI SCELTI31“...questo costituirebbe una federazione di popoli...”: : come base delladiplomazia Kan...
32“Eppure questo omaggio che ogni Stato fa (almeno a parole) al concetto didiritto dimostra che si può cogliere nell’uomo ...
CONCLUSIONI SULLA PACE PERPETUA33Riassunto:• Concezione di federazione che sostituisse itrattati di pace e valesse univers...
HUXLEY‟S BRAVE NEW WORLD:A SCIENTIFIC DYSTOPIA34
THE DEPICTION OF CONSTRAINT: DYSTOPIAS35Antiutopian/Dystopian novels:depictions of imaginary totalitarianregimes (past cen...
THE AUTHOR: ALDOUS HUXLEY36•1894, England – 1963, USA•Began as a poet•1921: fiction writing•First prose: adventure, love n...
THE “WORLD STATE”: CHARACTERISTICS OF AFICTICIOUS SOCIETY37•Setting: A.F. 632. Division: marked by HENRY FORD, so it‟s our...
38Particular kind of totalitarian regime:• Babies “hatched” in controlled cultures•Controllers, Predestinators•Embryos: no...
39Not a full totalitarianism, but a scientific one: No one has own ideas: since they‟re born, conditioning isin place (ac...
OTHER FEATURES OF THE WORLD STATE40• Biological engineering to keep stability• 2 billion citizens, 10.000 surnames• Pre-ch...
WHERE DID THE IDEA COME FROM?41“ Inevitable acceleration of America‟s domination”“The future of America is the future of t...
GLI ARTISTI E LA SOCIETA‟:PICASSO, DALI‟ ED ILTOTALITARISMO- Come due artisti del „900 vedevano gli orrori delleguerre e d...
CONTESTUALIZZAZIONE: IL SURREALISMO43SurrealismoSogni, inconscio, animo umano, orrori diguerre e sistemi totalitariAutore ...
SALVADOR DALI‟: L‟UOMO FOLLE MA GENIALE Spagna (Figueres) 1904-1989 Studi: Accademia reale di Madrid (radiato per indegn...
GIRAFFA IN FIAMME (1936-7, OLIO SU LEGNO)45• Soggetto del titolo: giraffa di carnebruciata, spettrale, sulla sinistra dell...
COSTRUZIONE MOLLE CON FAVE BOLLITE:PRESAGIO DI GUERRA CIVILE (1936, O.SU TELA)46• Rappresentazione diversa• Forme anatomic...
LA DISARTICOLAZIONE CUBISTA: PICASSO(GUERNICA, 1937)47Periodo CUBISTA di Picasso. Concepita con finalità non meramentedesc...
48•Blocco a SINISTRA: madre che stringe il figlio morto. Richiami: Pietà.Raffigura dolore di quanti hanno perso dei cari n...
IL VERISMO: LA GENTECOMUNE E LA LETTERATURA49
IL MOVIMENTO DEL “VERO” E DEL VOLGO50Vita della gente umile, del volgo, delle personeche lottano per la sopravvivenza quot...
PECULIARITA‟ DEL MOVIMENTO VERISTA51Contestualizzazione storica:Unità d‟Italia-inizio XXSecolo, Milano, poi restodella naz...
GIOVANNI VERGA: LE CLASSI UMILI NELLALETTERATURA. CARATTERISTICHE PRINCIPALI52•Nuova tecnica narrativa, originale e distac...
LE INNOVAZIONI LETTERARIE: LA POETICAVERGHIANA53Personaggi perdenti e “vinti”, incapaci di progredire ed elevarsiZola: pro...
BASE DELLA VISIONE VERGHIANA DELLASOCIETA‟54Mondo:destinodolorosoUomo: no miglioramento(Dolore, dura legge dellavita cui n...
RIASSUMENDO...• Storicamente: Società in lunga evoluzione, moltipassi per creazione dello Stato• Filosoficamente: teorizza...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Stato e popolo (tesi di maturita')

2,911

Published on

[IT]
Tesi per l'esame di maturita' circa lo Stato ed il rapporto col popolo. Analisi della diplomazia, del totalitarismo, della storia dell'evoluzione degli Stati. Esplorazione del lavoro di Aldous Huxley, delle opere di Dali' e degli scrittori veristi italiani.

Rilasciato su licenza CC BY-SA (Attribuzione, Condivisione). Copyright Roberto Gregoratti, 2012-oggi. Attesto che la riproduzione di questo materiale non e' permessa ne' totalmente ne' parzialmente senza la mia esplicita autorizzazione, e che ogni riproduzione a fini commerciali o riproduzione in quantità maggiore del 25% sará soggetta ad azioni legali.

------------------------
[EN]
Visual dissertation report for Italian Diploma di Esame di Stato leavers' exam (oral), on the State and people. Contains an analysis of diplomacy, totalitarian regimes, history of evolution of the concept of 'state', Dystopian novel and fiction in American and English writers, Salvador Dali's artworks and further Italian novelists.

Released under Creative Commons BY-SA license (Attribution-Share Alike). For more information visit the Creative Commons website. I reserve all rights of withdrawal and legal action against any unauthorised partial or total reproduction, please contact me if you wish to use this material. Copyright Roberto Gregoratti, 2012-present.

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
2,911
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Stato e popolo (tesi di maturita')"

  1. 1. IL POPOLO È STATO(VERSIONE RIDOTTA PER L‟ORALE)La costruzione degli Stati moderni, le antiutopie, gli orrori deitotalitarismi: costruire uno Stato che rappresenti il popoloTesina di maturitàDi R.J.Gregoratti – V Liceo Scientifico“Uno Stato è politicamente libero se lesue istituzioni politiche rendono difatto possibile ai suoi cittadini dicambiar governo senza spargimento disangue, nel caso in cui la maggioranzadesideri un tale cambiamento digoverno” (Karl Popper)1
  2. 2. UNA PRIMA DEFINIZIONE DI STATODefinizione iniziale: istituzione che“fa suoi i principidell’eguaglianza di tutti di fronte alla legge, fonda lasua autorità sul consenso dei governati e si regge suuna Costituzione scritta in cui questi modi di esserevengono solennemente sanciti”. Continua ladefinizione:”In tal modo la struttura statale divienemeno accentrata, il potere è sottratto all’arbitriodei governanti e distribuito tra vari organiopportunamente bilanciati” (Stato e Società, AA.VV.)CONCETTO DI “STATO”Parola di uso comune, scontata ma alla base di cui c‟è un lungo cammino.2
  3. 3. IL CONCETTO DI STATO(INTRODUZIONE AL TEMA)3
  4. 4. UN LUNGO CAMMINO DI COSTRUZIONE...4Concetti base dello Stato comedefinito: uguaglianza, consenso deigovernati, Costituzione, poteredistribuito tra vari organiBasi delle Costituzionimoderne, principi fondamentaliLunga lotta per il riconoscimento e laconcezione di tali principi, fin dal „600(apice = Rivoluzione Francese)Libertè, egalitè, fraternitè:uguaglianza di diritti, libertà, aiutoreciproco e valori oggi “scontati”nello Stato modernoRibellioni divennero estesi motisociali, coinvolsero le masse chechiedevano il riconoscimento dellavolontà popolareTotalitarismi („900): distruzioneparziale di tali principi dei neo-Statie delle libertàConferenze II Dopoguerra:Diplomazia e ritorno ai governicon delle Costituzioni di volontàpopolare
  5. 5. CONCEZIONI DI STATO PRIMADELL‟ILLUMINISMO5
  6. 6. L‟INIZIO DEL CAMMINO: LE VECCHIE SOCIETA‟STATALI6ASSOLUTISMOXVIII Secolo:Linea diseparazionePRIMA DOPONo unico organismo, mapoteri distinti ed autonomiNo “Stato” ma “società perceti”: i potenti prevalgonosulle classi inferiori che visottostannoOgnuno faceva valere i suoidiritti; qualcuno però nonpoteva, sopraffatto dai potentiAssenza di unico organismoper il mantenimento delpotere: la pace potevaarrivare solo col potereaccentratoCreazione di organismounico (Sovrano assoluto)e organi sussidiari sotto ilcontrollo di questo“Stato”: un primoabbozzo, seppur assolutoUnico organismo per ilmantenimento del potere(accentramento)Stessa situazione per idiritti
  7. 7. 1600: PRIME IDEE MODERNE SULLO STATO;MONARCHIE ASSOLUTE7Rivoluzioni come la glorious revolution del1688 (Inghilterra) portano a cambiamentipolitici: scaturiscono Stati alternativi alle“monarchie di diritto” (ancièn regime)Nuove ipotesi (LIBERALISMO):1. Laboratorio di culturapolitica antiassolutistica(LOCKE)2. Modello di Statocontrattualistico (pattoregnanti-governati)(HOBBES)3. Libertà di pensiero edazioneNUOVO STATO TEORIZZATO STATO EFFETTIVOASSOLUTISMOMONARCHICO (massimoesponente LuigiXIV, Francia, dal1661), sovrano absolutusCentralizzazione fiscale edamministrativa, riduzione ruolopolitico di nobili eParlamento, imposizione diistituzioni, revoca di alcunelibertà, uniformità confessionale
  8. 8. LO STATO VA RIFORMATO? IDEE DEL XVIISECOLO8Alcuni filosofi: convinti del fatto che le leggi valide in uno Stato devonorimanere QUELLE DEL TEMPO PIU‟ FECONDO di questo StatoRenè Descartes (Discorso sul Metodo)Chi “ha in mente nuovi progetti di riforme (dello Stato)” è daconsiderarsi eretico in quanto “gli Stati sono difficili darialzare quando sono stati abbattuti o solo scossi”.CONCLUSIONE:Nel secolo XVII si era legati alla vecchia concezione delloStato. Tale attaccamento non permise lo sviluppo di unoStato in senso moderno
  9. 9. LA STRADA VERSO LO STATO MODERNO(GROZIO, LOCKE, ROUSSEAU)9Ritratto di Ugo GrozioGIUSNATURALISMOteorizzato da Ugo Grozio in Deiure belli ac pacis (1625) e daThomas Hobbes nel Leviatano(1651): serie di iura naturaliainalienabili di tutti (obblighiverso società, diritti diproprietà, libertà, ecc.). NasceStato di natura in opposizionea quello civile.Stato CONTRATTUALISTICOteorizzato da John Locke nei Trattatisul Governo e da Rousseau nelContrat Social: Patto tra governantie cittadini che si può scioglierequando il sovrano abusa dei suoipoteri
  10. 10. LA SITUAZIONE A INIZIO „600: IL NUOVO STATO Qualche opposizione alla costruzione dello Stato moderno: Thomas HOBBES: La libertà dei singoli èdannosa, basta la libertà dello Stato 1677 – Baruch ESPINOZA – Tractatus Politicus: Analisidei tipi di Stato. Conclusione: ogni regime è giusto aseconda della contestualizzazione di tempo e luogo incui è messo in atto Preferenza si spostava verso la democrazia: nascono altreteorie come quella di LOCKE (poi Montesquieu) sullaSeparazione dei Poteri10LA SITUAZIONE A FINE DEL SECOLO XVII:Nuova concezione di Stato:“sistema burocratico centralistico cheopera in funzione del bene generale” (La Storia,vol.10).Nascita sistema di relazioni internazionali per risolvere controversie etappare vuoti di potere (sostituzione delle guerre)
  11. 11. LO STATO MODERNO:DALL‟ILLUMINISMO AL „90011
  12. 12. IL PERIODO ILLUMINISTA: LA DIFFUSIONE DI NUOVECONCEZIONI DI STATO CON I PHILOSOPHES12“Un uomo di lettere deve vivere in un paese liberoo accettare di condurre la vita di uno schiavo(...) se mio padre, mio fratello o mio figliofossero primo ministro di uno Stato dispotico nefuggirei l’indomani stesso” (Voltaire)Illuminismo: discussione politica su forme di governo(dispotismoilluminato, democrazia rappresentativa, ecc.).I Philosophes teorizzano varie concezioni di Stato: Voltaire, Montesquieue Rousseau all‟origine di pensiero democratico, sovranità popolare eStato contrattualisticoPassaggio da “società del dovere” (dei sudditi) a “società deidiritti”: il “sovrano per diritto divino” venne sostituito gradualmenteda Stato in cui emersero queste concezioni innovative
  13. 13. LE NUOVE IDEE: MONTESQUIEU13Montesquieu: Lo spirito delle leggi(1748): trattato per proporre esollecitare alcune riformeAnalizza i tre tipi di governo: repubblica, dispotismo, monarchia. Individuacome governo perfetto una monarchia moderata (su modello inglese)Analizza rapporto leggi-società, poi critica dispotismo: luogo “in cuiun solo uomo, senza legge e senza regola, trascina tutto e tutti dietro lasua volontà ed i suoi capricci” .Teorizza la separazione dei tre poteri di base dello Stato in 3 organiindipendenti e collaborativi come base della libertà dell‟individuo
  14. 14. LE NUOVE IDEE: I PHILOSOPHES ILLUMINISTI14• Voltaire: critica al dispotismo• Rousseau: Du contrat social (1762). Non indica come ribellarsi mateorizza stato contrattualistico: necessario passaggio da Stato di naturaa Stato civile con pactum unionis invece di pactum subiectionis. Teoriadel popolo come vero sovrano: VOLONTA‟ GENERALE. “I privati sitrovano ad aver fatto un vantaggioso scambio tra una maniera d’essereincerta e precaria ed un’altra migliore e più sicura”.• Prima Costituzione democratica: USA 1787 (Conf.di Philadelphia)secondo modello federale con teoria di Montesquieu. Principi: elezioni adintervalli regolari, tutela dell‟opinione pubblica politica, rispetto diogni libertà e trasparenza degli atti di governo.• Inizio declino Stati monarchici assoluti
  15. 15. LE NUOVE IDEE: I PRINCIPI DI FINE „70015Principi affermati tra „700 ed „800: sovranità popolare; libertà diespressione, pensiero ed opinione; uguaglianza senzadiscriminazioni, diritto di proprietà1789: Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino primateorizzazionePrincipio meno accettabile per i sovrani: “diritto dei popoli di disporre disè stessi”, autodeterminazione dei popoli. Sovrani non volevanoconcederla. Base dei 14 Punti di Woodrow Wilson
  16. 16. I PRINCIPI DELLO STATO NATI NEL 1800...16Sovrani illuminati: primi a stabilire uguaglianza di fronte alla legge disudditi ed amministrazioni locali. Poco successo tra il popolo.1800: due tipi di Stato: monarchie dispotico-illuminate e monarchiemoderatamente costituzionaliDispotismo illuminato tipico del periodo: sovrano assolutolegifera ma seguendo regole anch‟egli, aiutato da un filosofoo dotto (cfr.Seneca). Doveva farle eseguire ma eseguirle eglistesso per primo.Prime carte costituzionali emanate/octroyee ai popoli in questoperiodo: prime democrazie moderne forgiate “con il ferro ed ilsangue” (Otto von Bismarck), alla base de moderni Stati nazionaliIdea di Stato: costruzione procedeva, serviva anche identità unica
  17. 17. IL FENOMENO TOTALITARIO ELA NEGAZIONE DI UNO STATOLIBERO17
  18. 18. INTRODUZIONE: IL FARDELLO TOTALITARIO18XX Secolo: distruzione di molte certezze degli Stati moderniFardello del totalitarismo:stalinismo, nazismo, fascismo, franchismo e regimi di stamposimileGuerre che dilaniano il secolo: temporanee restrizioni delle libertàTotalitarismo italiano (Duce): variante più debole delle tre, macomunque negate alcune libertà (vedi inquadramento in PNF, etc.)Stati in cui il partito al potere distruggeva gli altri, con repressione delleopposizioni, eliminazione libertà politiche e civili, controllorigidissimo della società.
  19. 19. IL POTERE NELLE MANI DEL CAPO:19Caratteristiche fondamentali dei totalitarismi:• Partito unico nell‟ordinamento istituzionale• Capo carismatico, cui era dovuto un culto della personalità, e ristrettogruppo di organi e dirigenti scelti dal capo stesso• Rete capillare di organizzazioni volte a mobilitare il popolo, soprattutto igiovani• Repressione degli oppositori mediante mezzi terroristici: con lacreazione di tribunali speciali ed organi di polizia affiancati da squadreagli ordini del dittatore)• Punizioni per gli oppositori (imprigionati, confinati, inviati in campidi lavoro forzato o sterminati)•Uso dei mass media per sostenere la propaganda di regime• Asservimento delle istituzioni culturali• Dirigismo economico
  20. 20. COME VENGONO NEGATI GLI STATI MODERNI?20Analisi tramite lo Stalinismo russoMassimo grado di totalitarismo: compenetrazione Stato-partito, economia statalizzata, nazionalizzazioneindustrie, forze armate sottomesse ai capi, istituzioniinglobate nel Partito, comunismo come religione: UNIONEDI POTERI.Negazione di: libertà politiche, libero mercatoeconomico, concorrenza commerciale, libertà dipensiero ed espressione (se contrari alregime), libertà di appartenenza ad un altro partitocon ideologie non-comuniste.Distruzione certezze sociopolitiche Stati moderni:tutto annullato dalla volontà dei tiranni totalitari. Principiannichiliti.Distruzione regimi: ritorno allo Stato normale. Creazionediplomazia per pacificare ed evitare squilibri politici
  21. 21. LA DIPLOMAZIA COME MEZZODI PACIFICAZIONE EMANTENIMENTO DEGLIEQUILIBRI INTERNAZIONALI21
  22. 22. PASSI DALLA DOTTRINA MONROE (1823)22“Questo nostro popolo è unanimemente preoccupato per la propriasicurezza, comprata a prezzo di tanto sangue (...). Noi dobbiamo quindidichiarare, in virtù dei rapporti sinceri esistenti tra gli USA e le suddettepotenze, che considereremmo un pericolo per la nostra patria esicurezza ogni loro tentativo di estendere ad una qualsiasi regionedi questo emisfero il loro sistema politico. Non abbiamo volutointerferire nelle colonie o nei possedimenti europei, nè intendiamofarlo in futuro. Ma quando si tratta di governi che hanno dichiarato laloro indipendenza e sono riusciti a mantenerla (...) non possiamoreputare un qualsiasi intervento che si proponga di opprimerli o dicontrollarne in un qualsiasi altro modo il destino, compiuto da unapotenza europea, se non come la manifestazione di un atteggiamentoostile nei confronti degli Stati Uniti.”I cittadini degli Stati Uniti provano un fortissimo sentimento disimpatia per la libertà e la felicità di tutti gli uomini (...). Noi nonabbiamo mai preso parte alle guerre degli Stati europei (...) nè lanostra politica comporta che vi partecipiamo”.
  23. 23. BISMARCK: L‟EQUILIBRIO DELL‟EUROPA23• 20 anni di stabilità e pace, sotto egemonia dellaGermania; potenza più forte di altre, non vera pace.• Morte di Bismarck: rottura definitiva del sistemaTermine XIX Secolo: Realpolitik di Bismarck prevedeanche creazione di sistemi di alleanze interstatali percreare equilibri nel continente europeo eraggiungere la pax germanica, pace incondizionataeuropea.Condizione essenziale: figura chiave (lui) per mantenerli integri; fallanel sistema: tensioni proiettate verso realtà vicine extraeuropee(es.Impero Ottomano)
  24. 24. WILSON: LA NEW DIPLOMACY DEGLI USA24Compito di guidare la SDN: USA (democratici). Disillusione: Francia e GranBretagna volevano soffiare il ruolo; Congresso non ratifica ingresso, Wilsonperde speranze, USA esclusi da SDN.1917: presidente USA Woodrow Wilson in guerra, si accorgedelle politiche brutali ed aggressive europee: cerca di dare basealla ricostruzione dell‟ordine internazionale14 Punti presentati nella conferenza di pace del I Dopoguerra: rafforzamentodemocrazie, costituzione di una Società delle Nazioni per raccoglieremolti Stati, limitare gli armamenti, regolare i contrastiinternazionali, evitare il ricorso alla guerra.
  25. 25. 2514 Punti: punti essenziali della New Diplomacy di Wilson: SDN, USAcome guida della pace, diplomazia aperta (cfr. Kant), disarmointernazionale, assetto territoriale europeo. Nuova concezionerelazioni internazionali.Principio supplementare 4: “La creazione di un’organizzazione di paceimpedirà senza fallo, grazie al potere collettivo delle nazioni libere, ogniviolazione del diritto, e servirà a rafforzare la pace e lagiustizia, venendo a costituire una specie di tribunale pubblico cui ogniStato dovrà sottostare”“Tutti i membri della Società s’impegnano a rispettare ed amantenere contro ogni aggressione esterna l’integrità territorialee l’indipendenza politica presente di tutti gli Stati membri”.Scopo SDN: azione morale in favore della pace.Composizione: firmatari trattati di pace, 13 Statineutrali, ogni Stato che volesse entrare accentandone iprincipi44 Stati membri con 1 voto. Consiglio ed Assemblea(Consiglio: 4 permanenti, 4 a rotazione)
  26. 26. IL FALLIMENTO DELLA SDN26• Fase dell‟ottimismo: 1923-1929, capi di Statoin visita alla SDN, Protocollo di Ginevra (pattoche stabiliva il “protocollo per il regolamentopacifico delle controversie internazionali”,affermava che “arbitrato, sicurezza, disarmo”erano imprescindibili per il fine)• “Spirito di Locarno”: anche la Germania potèentrare il 10 settembre 1926 (Briand a favore).Pace sembrava raggiunta, ma scoppiaronodiscordie interne: si sfasciò lentamente la SDN(es. URSS sostituisce nel 1934 la Germaniauscita nel 1933: confusione)• Ideali di diplomazia internazionale eranoormai persi
  27. 27. LA “FIGLIA” DELLA SDN: BENVENUTA, ONU!27Conferenza di Yalta (feb.1945: Stalin, Churchill, Roosevelt): basimoderno equilibrio politico e territorialeVolontà di pace stabile e duratura: costituita nuova organizzazioneinternazionale degli Stati. 25 APRILE 1945: Conferenza diS.Francisco, nascita dell‟ONUSedi: Londra, New York CityOrgani: General Assembly (tutti, un voto su risoluzioni e decisioni);Security Council (P5 e 10 a rotazione)Finalità: “Mantenimento della pace e della sicurezza internazionale”
  28. 28. IL PENSIERO DI IMMANUEL KANT: UNFOEDUS DI STATI28
  29. 29. IMMANUEL KANT: PER LA PACE PERPETUA29•1795: scritto sulla possibilità delraggiungimento di una “paceperpetua”•Prima concezione delle basi dellafutura diplomazia• Clausole di condizioni di pace;come vanno applicate•Parte I: “articoli preliminari per lapace perpetua tra gli Stati”: seileggi di proibizione riguardanti lasovranità di uno Stato, la suainviolabilità, ilgiusnaturalismo, etc• Parte II: articoli su organizzazionedello Stato e sul dirittointernazionale e cosmopolitico
  30. 30. 30Clausola preliminare 1: “Un trattato di pace non può valere come tale seviene fatto con la segreta riserva di materia per una futura guerra”Premessa alla parte II: afferma che la pace non è uno statusnaturalis ma deve venire istituito: è un prodotto UMANOartificiale e fatto liberamente.Parte II, articolo 2: “Il diritto internazionale deve essere fondato suun federalismo di liberi Stati”PREMESSE E DEFINIZIONI DI KANT
  31. 31. IL FOEDUS DI POPOLI: PASSI SCELTI31“...questo costituirebbe una federazione di popoli...”: : come base delladiplomazia Kant già pone il rispetto dei diritti dell‟inferiore da partedel superiore“ogni Stato ripone la sua maestà proprio nel fatto di non essere soggettoa nessuna costrizione legale”: ci ricorda che ogni Stato non deve esseresoggetto a norme esterne ma deve imporre le proprie normePopoli: tutti possono e devono esigere di avere Costituzione incui “a ciascuno sia garantito il suo diritto...”“Quando si conosca la malvagità della natura umana, che si mostraapertamente nelle libere relazioni tra i popoli, c’è da meravigliarsi allorase la parola diritto non sia stata ancora bandita completamente dallapolitica di guerra come una pedanteria”Afferma che le teorie di Grozio ed altri teorici furono sfruttate “pergiustificare una guerra di aggressione”
  32. 32. 32“Eppure questo omaggio che ogni Stato fa (almeno a parole) al concetto didiritto dimostra che si può cogliere nell’uomo una più forte disposizionemorale, che lo porterà un giorno a dominare il principio del male che è in lui eda sperare che questo avvenga anche negli altri”.: “Poichè il modo in cui gli Stati perseguono i propri diritti non può mai essere ilprocesso, ma solo la guerra, attraverso di essa, però, non si decide nullarelativamente al diritto, ed attraverso un trattato di pace viene posta fine a questaguerra ma non allo stato di guerra (per il quale si può sempre trovare un nuovopretesto...). La ragione condanna assolutamente la guerra come procedimentogiuridico e fa dello stato di pace un dovere immediato, che però senza un pattoreciproco tra gli Stati non può essere fondato o garantito: così devenecessariamente esserci una federazione di tipo particolare, che si può chiamarefederazione di pace (foedus pacificum) che si differenzierebbe dal trattato dipace (pactum pacis) per il fatto che questo cerca di porre fine semplicemente aduna guerra, quella invece a tutte le guerre per sempre. Questa federazione non sipropone la costruzione di una potenza politica, ma semplicemente la conservazionee la garanzia delle libertà di uno Stato preso a sè e contemporaneamente degli altriStati federati (...). Non è cosa impossibile immaginarci la realizzabilità (oggettiva) diquesta idea di federazione, che si deve estendere progressivamente a tutti gli Statie che conduce così alla pace perpetua. Infatti quando la fortuna disporrà che unpopolo potente ed illuminato possa darsi forma di repubblica (che per sua naturanon può non avere inclinazione verso la pace perpetua), questa allora costituirà unpunto determinante dell’unione federale perchè gli altri Stati si uniscano adessa, per (...) estendersi sempre più attraverso altre unioni dello stesso tipo”.
  33. 33. CONCLUSIONI SULLA PACE PERPETUA33Riassunto:• Concezione di federazione che sostituisse itrattati di pace e valesse universalmentepiuttosto che per una guerra singola• Foedus pacificum realizzabile se ogni Statopotesse trascinare con sè gli Stati con cui harelazione• Precursore della SDN e delle idee alla basedell‟ONU e della diplomazia moderna
  34. 34. HUXLEY‟S BRAVE NEW WORLD:A SCIENTIFIC DYSTOPIA34
  35. 35. THE DEPICTION OF CONSTRAINT: DYSTOPIAS35Antiutopian/Dystopian novels:depictions of imaginary totalitarianregimes (past century)Examples:H.G.Wells: Modern Utopia (1905)G.Orwell: Nineteen Eighty-Four (1949)Common aim: CRITICISINGTOTALITARIANISM and the EVIL itbringsAnalysis today: particulardystopia. Aldous Huxley‟sBrave New World (1932)Dehumanising aspects ofscience and evil it can bring tosociety if used by someone torule the world
  36. 36. THE AUTHOR: ALDOUS HUXLEY36•1894, England – 1963, USA•Began as a poet•1921: fiction writing•First prose: adventure, love novels(already satires of society)•Before WWII: obscure tone toreflect confused society, spinningout of control•Novels of ideas: dystopiansocieties•1932: Brave New World• Evil and destruction•Key to solve problems: mysticalenlightment to change theindividual•Last phase: drugs to solveproblems•Brave New World Revisited
  37. 37. THE “WORLD STATE”: CHARACTERISTICS OF AFICTICIOUS SOCIETY37•Setting: A.F. 632. Division: marked by HENRY FORD, so it‟s ourA.D.2540. City: London• Ford: deity. Basis for all the ideals•Imaginary nation: the World State. Caste system (people: Alphas toGammas).• State born after the catastrophes of the Nine Years‟ War andEconomic Collapse. Before: normal society (families, etc)• Dominating ideals: Ford‟s industrial philosophy (“His fordship”)• Government: the Controllers are at the top (one for each part of theWorld State)
  38. 38. 38Particular kind of totalitarian regime:• Babies “hatched” in controlled cultures•Controllers, Predestinators•Embryos: no parents•Communism: everyone belongs toeveryone else•Technological advancements: one eggmakes 15,000 babies (Bokanovsky‟stechnique)•Predestinators: each individual confinedto a destiny before being hatched•Conditioning: to believe in the State‟sideals (consumerism, communism, sex aspleasure)•Sex: just as a game, since individuals areaged 10•Culture is controlled•Removal of past
  39. 39. 39Not a full totalitarianism, but a scientific one: No one has own ideas: since they‟re born, conditioning isin place (according to the will of the World Controllers)Not an organ imposing thoughts on someone: growing upaccordingly to the idealsNo single Party, no politicsDystopian because:Opposite of an ideal societyScience seen as the dehumanising key aspect of the WorldStateNo freedom of thought or being who you wantAccustomed to special theories (Pavlov, Bokanovsky, etc),games (Obstacle Golf, etc), caste systems (different colors,ability of thought, capabilities, jobs), ideals
  40. 40. OTHER FEATURES OF THE WORLD STATE40• Biological engineering to keep stability• 2 billion citizens, 10.000 surnames• Pre-chosen social roles• Passive obedience, materialconsumption, promiscuity, hypnopaedia and sleep-teaching• Drugs given for free to be jappy• Compulsory participation in games, CommunitySings, orgies• “Community, Identity, Stability”• 10 zones, each with a Resident World Controller(Mustapha Mond, Europe)• All work for the State
  41. 41. WHERE DID THE IDEA COME FROM?41“ Inevitable acceleration of America‟s domination”“The future of America is the future of the World”Scientific and industrial ideals (in tune with Fordian principles)Henry Ford‟s My life and work, read on a boat trip to EuropeWorld War I and the modern eraCONCLUSION:Not a full dystopia or totalitarianism, just one that exemplified thedehumanising aspect of science in modern lives.
  42. 42. GLI ARTISTI E LA SOCIETA‟:PICASSO, DALI‟ ED ILTOTALITARISMO- Come due artisti del „900 vedevano gli orrori delleguerre e del totalitarismo -42
  43. 43. CONTESTUALIZZAZIONE: IL SURREALISMO43SurrealismoSogni, inconscio, animo umano, orrori diguerre e sistemi totalitariAutore principale (“Elsurrealismo soy yo”):SALVADOR DALI‟Studio delle idee di Marx(trasformare il mondo) e Freud(cambiare la vita, psicanalisi)“Insorto contro la storia”:nei quadri troviamo forteripudio degli orrori storici
  44. 44. SALVADOR DALI‟: L‟UOMO FOLLE MA GENIALE Spagna (Figueres) 1904-1989 Studi: Accademia reale di Madrid (radiato per indegnità:“nessun professore è in grado di giudicarmi” 1927: incontro con Pablo Picasso 1928: Entrata nel gruppo dei surrealisti, in modo altezzoso Figura stravagante, eccentrica (espulso pertanto nel 1934) “Non sono stalinista nè hitleriano,sono DALINISTA”: impossibiledeterminare orientamento politico (sosteneva la guerra civilespagnola? Definì Franco “l’unico uomo politico intelligente del mio tempo” Fine II Conflitto Mondiale: amico di Franco, che sostenneapertamente nelle sue azioni più atroci Sostenitore o no, raffigurò gli orrori di una estenuante guerracivile. “Metodo critico-paranoico”: figure e insieme di immagini didifficile comprensione ma significato profondo (immagini dasogni, etc)44
  45. 45. GIRAFFA IN FIAMME (1936-7, OLIO SU LEGNO)45• Soggetto del titolo: giraffa di carnebruciata, spettrale, sulla sinistra dellatela in secondo piano• Materializzazione guerra civile?Elementi di presagio di morte: testa-grumo di sangue (figura 1° piano), maniinsanguinate, corpo snodato in modoinnaturale, stampelle• Guerra civile: donna in secondo pianoche alza il drappo rosso• Figura in primo piano: occupa tutto lospazio possibile, donna “smontabile”secondo teorie Freud
  46. 46. COSTRUZIONE MOLLE CON FAVE BOLLITE:PRESAGIO DI GUERRA CIVILE (1936, O.SU TELA)46• Rappresentazione diversa• Forme anatomiche scompostee disarticolate: unione dinumerosi bozzetti, essereabominevole (simbolo guerra=• Due mani (strizza seno), duepiedi scarni e rattrappiti, bacinoschiacciato (no corpo vero)•Volto sovrastante: deformato;guarda cielo luminoso conghigno compiaciuto• Suolo arido/scarno: unioni stranedi ossa e fave bollite• Immagine degli orrori delleguerre: producono mostriorribili nella psiche umana(allegorie di mali e paure nontrascurabili)
  47. 47. LA DISARTICOLAZIONE CUBISTA: PICASSO(GUERNICA, 1937)47Periodo CUBISTA di Picasso. Concepita con finalità non meramentedescrittiva del fatto storico (bombardamento Guernica, legioneCondor), ma descrizione dell‟effetto che ebbero nella coscienza diPicassoPluralità di momenti in contemporanea: diversi punti di vista, visionecomplessiva dell‟orribile scena. Visione totale: aspetti singoli, ma anchepermanenza, idea di DURATA, nella coscienza.Costruzione col criterio di visione simultanea da vari lati, rottura conogni legge anatomica. 4° dimensione: TEMPO DELLA COSCIENZA.
  48. 48. 48•Blocco a SINISTRA: madre che stringe il figlio morto. Richiami: Pietà.Raffigura dolore di quanti hanno perso dei cari nei conflitti mondiali(urlo verso il cielo, protesta contro violenza)•Blocco di DESTRA: toro (nazione spagnola, animali condividonodolore). Valenza simbolica: bestiale, cieca violenza umana•A fianco: CAVALLO (centro dipinto): urlo verso il cielo; simbolo dellaforza d‟urto delle esplosioni delle bombe•Centro, superiore: DONNA CON LAMPADA IN MANO. A destra: uomoavvolto dalle fiamme, urla al cielo anch‟egli• Uomo a terra: antico eroe. Spada e fiore.• Luce artificiale: lampada elettrica, verità della ragione che capisce gliorrori della guerra
  49. 49. IL VERISMO: LA GENTECOMUNE E LA LETTERATURA49
  50. 50. IL MOVIMENTO DEL “VERO” E DEL VOLGO50Vita della gente umile, del volgo, delle personeche lottano per la sopravvivenza quotidianacontro la fatalità del destino, in opposizione conalcuni movimenti dei secoli precedenti ed autori cheparlano solo di borghesia.Italia di fine „800: Verismoletterario Scienza/filosofia:PositivismoLetterature estere:Naturalismo franceseFedeltà al vero (realtàeffettiva) difatti, situazioni, ambienti, società, personaggi
  51. 51. PECULIARITA‟ DEL MOVIMENTO VERISTA51Contestualizzazione storica:Unità d‟Italia-inizio XXSecolo, Milano, poi restodella nazione (più fortuna:divario Sud-Nord, climaideale per i soggettiispiratori)Caratteristiche principali:• Scrittore ai margini• Scrittore come scienziato checerca di scoprire leggi nascostedietro ad un fenomeno• Assenza di emozioni e pensieripersonali: SOLO NARRAZIONECOME INDAGINE SCIENTIFICA•Ricerca cause naturali delle azioniumane• Fedeltà totale al VERO• Ispirazione da realtà conosciuteEsponenti principali:1. Luigi CAPUANA2. Giovanni VERGA
  52. 52. GIOVANNI VERGA: LE CLASSI UMILI NELLALETTERATURA. CARATTERISTICHE PRINCIPALI52•Nuova tecnica narrativa, originale e distaccata dalla tradizione e deicontemporanei•Si cala nei panni dei personaggi: tutto visto e descritto“dall‟interno”, espresso a parole loro: SCRITTORE IN UNANGOLINO ESTERNO, ASSENZA DEL SUO PUNTO DI VISTA•Scrittore-narratore mimetizzato coi personaggi stessi:pensa, sente, si esprime come loro. Non compare, anonimoosservatore• Faccia a faccia col fatto nudo e crudo• Romanzi del ciclo de I vinti: ambientazione in Sicilia rurale e popolare• Personaggi inconti, primitivi, di visioni diverse dallo scrittoreborghese• Linguaggio: SPOGLIO, POVERO, PROVERBIALE, ricco diMETAFORE, SINTASSI LINEARE, ELEMENTI DIALETTALI• Il narratore si mette da parte: I PERSONAGGI espongono, I FATTIparlano da sè
  53. 53. LE INNOVAZIONI LETTERARIE: LA POETICAVERGHIANA53Personaggi perdenti e “vinti”, incapaci di progredire ed elevarsiZola: progresso = ingiustizia del mondo (favorisce alcuni, altri no).scienza = opera letterariaVerga: letteratura non è scienza. NARRATIVA unica veraarte nella lingua scritta, TEATRO STRAVOLGE IL TESTOORIGINALE (interpretazione soggettiva degli attori)Giudizio negativo della società umana. Scrittore vede realtàitaliana in sviluppo e arretratezza (divario). Progresso: epicoma impossibile per Verga (ideale dell‟ostrica)
  54. 54. BASE DELLA VISIONE VERGHIANA DELLASOCIETA‟54Mondo:destinodolorosoUomo: no miglioramento(Dolore, dura legge dellavita cui nessuno sfugge)Scrittore: compassione epena per le sofferenze deipersonaggi (in modo esterno)Lotta per il miglioramento: progressoCOLLETTIVO, non societario
  55. 55. RIASSUMENDO...• Storicamente: Società in lunga evoluzione, moltipassi per creazione dello Stato• Filosoficamente: teorizzazione di una società dicooperazione interstatale• Artisticamente: molte rappresentazioni degliorrori della guerra. Finalità: sensibilizzazionesocietà umana• Letterariamente (in Italia): attenzione al mondodelle masse, senza “maschere”: descrizione puradi come la realtà coinvolge TUTTI• Letterariamente (all‟estero): Dystopian idealsvery diffused during the 20° Century.DOMANDE??55
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×