MOOC (Massive Open Online Course): prospettive e rischi per la formazione universitaria
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

MOOC (Massive Open Online Course): prospettive e rischi per la formazione universitaria

on

  • 634 views

“Come the Revolution” con questo titolo il New York Times l’anno scorso apriva l’editoriale sui MOOC e sulle possibili conseguenze “rivoluzionare” che avrebbero avuto a livello di ...

“Come the Revolution” con questo titolo il New York Times l’anno scorso apriva l’editoriale sui MOOC e sulle possibili conseguenze “rivoluzionare” che avrebbero avuto a livello di formazione terziaria.Se effettivamente il cambiamento introdotto dai MOOC (Massive Open Online Course) sarà epocale e rivoluzionario per le Università, per ora è prematuro dire. Al momento l’unico elemento certo è che milioni di “studenti” di qualsiasi età, indipendentemente dal luogo geografico di residenza e dal titolo di studio in possesso, si iscrivono e frequentano virtualmente i corsi gratuiti proposti da diverse prestigiose Università. Nel seminario si tratteranno gli ultimi sviluppi in merito a tali corsi massivi e gratuiti online, con un particolare riferimento alle prospettive e ai potenziali rischi per il sistema universitario. In particolare verranno esaminati i seguenti argomenti:
• Cosa sono i MOOC e quali sono i target user.
• Quali sono i grandi gruppi che hanno dato vita e sostengono tale movimento (Coursera, Edx, Udacity, Canvas, Venture Lab).
• Quali sono i modelli didattico-disciplinari di riferimento implementati nei MOOC.
• Le principali piattaforme con cui vengono erogati i MOOC e come funzionano.
• Cosa significa per uno studente frequentare un MOOC rispetto ad un corso tradizionale.
• Il problema dei drop-out.
• Come si sviluppano e da chi vengono gestiti i corsi (docenti, tutor e amministratori di sistema).
• La validità giuridica dei corsi e degli esami MOOC – Signature Tracking e Proctoring.
• Quali sono le business strategie e le possibili future monetizzazioni.
• La gestione dei Diritti di Autore e della Proprietá Intellettuale.
• Cosa significa per un’università di media dimensione sviluppare un MOOC in termini di costi e benefici?

Statistics

Views

Total Views
634
Views on SlideShare
607
Embed Views
27

Actions

Likes
1
Downloads
4
Comments
0

1 Embed 27

http://moodle.univpm.it 27

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

MOOC (Massive Open Online Course): prospettive e rischi per la formazione universitaria Presentation Transcript

  • 1. MOOC Massive Open Online CourseProspettive e rischi per la formazione universitariaDott. Roberto BaldascinoUniversità Politecnica delle Marche AnconaMercoledì 29 Maggio 2013, h. 10,30Aula 160/3 Facoltà di ingegneriarbaldascino@alice.it
  • 2. Che cosa cambia dal punto di vista deglistudenti?rbaldascino@alice.it
  • 3. Quali impressioni da parte dei docenti?rbaldascino@alice.itimpegnoconseguenzedidatticainterazioneprofessionalitàEnterpriselearningImmagine presa dal seguente indirizzo:http://wp.patheos.com.s3.amazonaws.com/blogs/peterenns/files/2012/08/will-teach-for-food.jpegImmagine presa dal seguente indirizzo:http://www.flickr.com/photos/gforsythe/8028605773/
  • 4. MOOC trend ocambiamentostrutturale?
  • 5. Fonte:http://www.google.com/trends/rbaldascino@alice.it
  • 6. Open source trend nella ricercarbaldascino@alice.it
  • 7. MOOC o altreforme diopeness?
  • 8. MOOC rispetto agli altre forme «open»• Durata limitata nel tempo da 4 -10 -20 settimane*• I corsi terminati non sono per lo più accessibili ai non iscritti• Alcuni corsi sono a numero chiuso• Interazioni sincrone e asincrone all’interno dell’VLE anche tra pari• Webinar interattivi (Adobe Connect, Blackboard)• Valutazione prove oggettive settimanali sommative e/o formative• Termini precisi per le consegne ( due date, apply delay, hard deadline)• Valutazione (anche peer) con varie forme di attività ed elaborati• Esame finale (risultato finale ponderato con la media delle altre valutazioniin itinere)• Il superamento di un certo punteggio nella valutazione fa ottenere unattestato che può avere anche validità giuridica***• Si vive maggiormente l’esperienza, l’interattività e gli impegni dal punto divista emozionale come in un corso «vero»**rbaldascino@alice.it
  • 9. Openess di altro tipoAn OpenCourseWare (OCW) is a free and open digital publication of highquality college and university‐level educational materials. Thesematerials are organized as courses, and often include course planningmaterials and evaluation tools as well as thematic content. (tutto più softrispetto ai MOOC)OpenCourseWare are free and openly licensed, accessible to anyone,anytime via the internet. (nei MOOC non è sempre così)rbaldascino@alice.it
  • 10. In principio eraKhan…A Free, World-Class Educationfor Anyone,Anywhere
  • 11. • Il vecchio modello è basato sulla passivitàdell’apprendimento.• La realtà moderna richiede processi attivi diapprendimento e di interpretazioni delleinformazioni.• Il vecchio modello è di raggruppare studenti dietà omogenea e offrire un curriculum comunesperando che durante il processo diinsegnamento apprendano qualcosa.• Preparazione mnemonica per il voto e non perl’apprendimento• «speravo di aiutare gli studenti a vedere leconnessioni, la progressione tra una lezione elaltra, l’affinamento delle proprie intuizioni[…] Imparare un concetto alla volta, potrebbetrasformarsi in vera padronanza della materia[…] L’emozione e la partecipazione attivanellapprendimento»rbaldascino@alice.it
  • 12. Google map dell’apprendimentohttps://www.khanacademy.orgStatistiche e badgerbaldascino@alice.it
  • 13. I partecipanti allacompetizione…
  • 14. https://www.coursera.org/American Museum of Natural HistoryBerklee College of MusicBrown UniversityCalifornia Institute of TechnologyCalifornia Institute of the ArtsCase Western Reserve UniversityColumbia UniversityCommonwealth Education TrustCurtis Institute of MusicDuke UniversityÉcole PolytechniqueÉcole Polytechnique Fédérale de LausanneEmory UniversityExploratorium NewGeorgia Institute of TechnologyHebrew University of JerusalemIE Business SchoolIcahn School of Medicine at Mount SinaiJohns Hopkins UniversityLudwig-Maximilians-Universität München (LMU)Match Teacher ResidencyNational Taiwan UniversityNational University of SingaporeNew Teacher Center NewNorthwestern UniversityPennsylvania State UniversityPrinceton UniversityRelay Graduate School of EducationRice UniversityRutgers UniversitySapienza University of RomeStanford UniversityTechnical University of Denmark (DTU)Technische Universität München (TUM)Tecnológico de MonterreyThe Chinese University of Hong KongThe Hong Kong University of Science and TechnologyThe Museum of Modern ArtThe Ohio State UniversityThe University of British ColumbiaThe University of EdinburghThe University of North Carolina at Chapel HillThe University of TokyoUniversidad Nacional Autónoma de MéxicoUniversitat Autònoma de BarcelonaUniversiteit LeidenUniversity of California, IrvineUniversity of California, San DiegoUniversity of California, San FranciscoUniversity of California, Santa CruzUniversity of Colorado BoulderUniversity of CopenhagenUniversity of FloridaUniversity of GenevaUniversity of Illinois at Urbana-ChampaignUniversity of London International Programm3,595,905 Courserians. Learn from 374 courses, from our 70 partnersUniversity of Maryland, College ParkUniversity of MelbourneUniversity of MichiganUniversity of MinnesotaUniversity of PennsylvaniaUniversity of PittsburghUniversity of RochesterUniversity of TorontoUniversity of VirginiaUniversity of WashingtonUniversity of Wisconsin–MadisonVanderbilt UniversityWesleyan UniversityAdditività! Corsi continuie tematiche sempre piùdiverse. Chi si iscrivedifficilmente passerà adaltri MOOCrbaldascino@alice.it
  • 15. https://www.edx.org/rbaldascino@alice.it
  • 16. rbaldascino@alice.it
  • 17. https://www.udacity.com/• San Josè StateUniversity• Professoriuniversitari• Esperti nonaccademici
  • 18. Udacity dashboardrbaldascino@alice.it
  • 19. https://www.canvas.net/• Connettivismo(Siemens)• Università,• Professori,• Manager,• Esperti.rbaldascino@alice.ithttp://www.connectivism.ca/
  • 20. Gamificare l’esperienzarbaldascino@alice.it
  • 21. Target benspecifici –FormazioneDocenti – inconcorrenzaconCourserarbaldascino@alice.it
  • 22. Calendario impegni (google calendar)rbaldascino@alice.it
  • 23. È facile parlaredi MOOC ma...
  • 24. Non tutti i MOOC sono uguali• cMOOC  Connettivismo (Canvas) – Le basisecondo Siemens sono “creativity, autonomy andsocial networked learning”. In tali ambienti c’è unaconfusione positiva e sinergica di ruoli tra ipartecipanti. Essi agiscono, sia come student, siacome docent. Si condividono informazioni e sicreano conoscenze in una circuitazione virtuosacontinua tra insegnamento e apprendimentotramite forti interazioni web 2.0• xMOOC  Frontalità e corsi tradizionali (uno molti) Docente spiega e discenti imparando ecompiono le consegne affidate (Coursera, eDX,udacity). Esistono anche approcci misti!!!
  • 25. Figure professionali e di sistema• Docenti (Multiteaching e insegnamentounico)• Testimoni privilegiati (interviste e interventi)• Tutor (Tutoraggio leggero e pesante)• Tecnici (riprese e mixaggio, grafica)• Amministratori di sistema e di piattaformaCreating Quality Online Instructionrbaldascino@alice.it
  • 26. Big data
  • 27. Big data: Learning analytics and knowledge• Learning Analytics è associato ad un approccioscientifico guidato a particolari ipotesi legate alla didatticae all’apprendimento• Educational Data Mining ha maggiori connessioni con letecniche strategiche legate al business, al marketing eall’amministrazione• Academic Analytics si riferisce all’analisi dei dati peraiutare l’istituzione educative nel monitoraggio deiprogressi in merito agli obiettivi chiave istituzionali, comequalità dell’apprendimento, l’impegno, il coinvolgimento ela produttività della facoltà,• Secondo Siemens (Canvas) l ‘Educational data miningingloba Learning analytics e Academic analytics,http://www.opencolleges.edu.au/informed/learning-analytics-infographic/rbaldascino@alice.it
  • 28. Big data: Academic analyticsPer la prima volta I sistemi universitaripossono contare su una ingente mole di datistrategici oggettivi in grado di agevolare Iprocessi decisionali, l’accountability, ilbilancio sociale e il benchmarking tra le varieistituzioni. Tali dati permettono di individuarei punti di criticità, i punti suscettibili dimiglioramento e i punti di forza, masoprattutto di progettare guardando al futuro.http://net.educause.edu/ir/library/pdf/pub6101.pdf
  • 29. Le due faccedei Drop-out
  • 30. Dati e drop out: esiste il problema deidrop-out nei MOOC?http://www.katyjordan.com/MOOCproject.html
  • 31. A favore dei drop-out tradizionali• I MOOC servono a coloro che non sonoriusciti a completare un percorso formale distudio per diversi motivi:– Legati all’incompatibilità dei modelli diinsegnamento tradizionali– Legati all’incongruenza tra domanda e offertaformativa– Per motivi economici– Per mancanza di motivazione– Per la non aderenza della formazione alla realtàe alle richieste della società e del mondo dellavoro
  • 32. A proposito di drop-out…http://www.microsoft.com/en-us/news/exec/billg/http://it.wikipedia.org/wiki/Mark_Zuckerberghttp://www.biography.com/imported/images/Biography/Images/Profiles/J/Steven-Jobs-9354805-2-402.jpghttp://it.wikipedia.org/wiki/Larry_Pagehttp://it.wikipedia.org/wiki/Sergey_Brin
  • 33. Ma chi si iscrive ai MOOC?• Mediamente (corsi frequentati) mediadi età 35 anni.• Laureati, professionisti, docenti ecuriosi.• Studenti III Mondo (India e Brasile).• Studenti universitari dove sono???rbaldascino@alice.it
  • 34. Life long learning for all• Per coloro che non sono riusciti a seguire un iterscolastico tradizionale.• Per disoccupati.• Per ampliamento culturale, interesse personale eper vivere un’esperienza internazionale.• Per occupati  sviluppo professionale.• Per la formazione di varie categorie (es. docenti,soft skill ecc.).• Per tutti, in un’ottica di continuing education (libribianchi e Verdi dell’UE) es. cittadinanza attiva.rbaldascino@alice.it
  • 35. Non valutare senon vuoi esserevalutato…
  • 36. La vita è tutto un quiz?• Test oggettivi, autoriflessioni,rubriche e peer evaluation, mappeconcettuali, report,attivitàlaboratoriali virtuali• Forum, twitter, folksonomy, socialbookmarking e questionarirbaldascino@alice.it
  • 37. Validità «legale» del titolo acquisito (USA)• Signature tracking.• Proctoring.• Riconoscimenti informali.• Riconoscimenti per future iscrizioniuniversitarie.• Sconti $$$ per future iscrizioni in presenza.• Valore professionalizzante per le aziende eil mondo del lavoro.rbaldascino@alice.it
  • 38. Non sempre i corsi vanno a buon finerbaldascino@alice.itPer avere l’attestato era necessaria unamedia tra i punteggi delle valutazionidell’80% (in pratica una valutazione dall’otto fino al dieci)
  • 39. Quando il gioco sifa duro…Overall, 5,592students received apassing score, out o62,373 enrolled inthis session.Professor Werbachrbaldascino@alice.it
  • 40. Non solopedagogie…
  • 41. Quale pedagogia per i MOOC: stili diapprendimento per «studenti adulti»La tabella è al seguente sito:http://www.teachthought.com/learning/a-primer-in-heutagogy-and-self-directed-learning/rbaldascino@alice.it
  • 42. Crowdsourcing – materiale grigio per l’università• In particolare in alcuni cMOOC e xMOOC sichiede molta creatività da parte degli studentiper risolvere consegne (che sono dei problemireali) ciò comporta ottenere anche decine dimigliaia di idee e soluzioni, alcune delle qualipossono essere «rivoluzionare dal punto di vistadi innovazione di prodotto e di processo»• Quanto può valere per l’università tale mole diconoscenza acquisita (può esseremonetizzata)?rbaldascino@alice.it
  • 43. Talent scout 2.0:trovare lavoro ai tempi del… MOOC• La banca globale dei talenti• Domanda e offerta dei talentirbaldascino@alice.it
  • 44. Monetizzazione
  • 45. Start up:Build fast and worry about money later• Anche se Coursera non sa esattamente comebeneficerà a livello economico dei corsi gratuiti, ilcontratto proposto alle università presentano ottopotenziali metodi di monetizzazione.• Tocca a Coursera cercare di fare i soldi dai corsigratuiti on-line. Nel caso positivo, solo una piccolapercentuale passerà all’Università. Tale percentuale èincrementabile in maniera proporzionale alla durata deicorsi offerti.• Al momento la tattica è quella di sbaragliare laconcorrenza e fidelizzare il maggior numero di utenti euniversità possibile.rbaldascino@alice.it
  • 46. Contratto (Corsera - Università Michigan)p. 28• In caso di introitihttps://www.documentcloud.org/documents/400864-coursera-fully-executed-agreement.html#document/p40rbaldascino@alice.it
  • 47. Monetizzazione p40-41rbaldascino@alice.it
  • 48. Monetizzazione p. 40-41rbaldascino@alice.it
  • 49. Diritti di autore eproprietàintellettuale
  • 50. Diritti di autore e proprietà intellettuale• La richiesta è per materiali liberi da diritti• L’ utilizzazione dei materiali è leggittima all’internodel corso• Coursera, e la casa editrice Chegg si associano perfornire agli student accesso a materiali elibri digitaliprotetti con tecnologia DRM (contenuto a scadenza: siautodistruggerà alla fine delle attività)• Alcuni contenuti e corsi con licenza Creative Common(share alike)http://www.hackeducation.com/2013/05/08/coursera-chegg/
  • 51. E perconcludere…
  • 52. Matrice SWOT Università media grandezzaPunti di forza•A Tecnologie presenti•B Gruppo docenti motivati einnovatori•C Sinergie tecniche e didattiche•D•E•FPunti di debolezza•A cattiva comunicazione•B mancanza di una scelta «politica»decisa•C demotivazione e resistenza alcambiamento•E Visione tradizionale didattica•F scarsa condivisione del materialegrigio•H scarsa collaborazioneOpportunità•A Riconoscimento esterno•B Ricadute nella didattica enella professionalità•C Incremento nelle iscrizioniordinarie•D Nuove possibili entrate•E Vendita Know-how acquisito•F Incremento conoscenzecrowdsouring•G Innovazioni di processo e dirisultatiMinacce•A Scarsa qualità proposte(corsi)•B Mancanza di una strategia amedio termine•C Isolamento quadro globale(se non si partecipa)•D Conflittualità interne•E Time consuming: costieconomici e di tempo-lavoro docenti e tecnicirbaldascino@alice.it
  • 53. Piattaforme MOOC Opensource• http://openmooc.org/• https://github.com/Stanford-Online/class2go/• https://github.com/edXrbaldascino@alice.it
  • 54. The endhttp://memegenerator.net/instance/23847850