Come costruire un rapporto di autovalutazione della scuola in formato elettronico

990 views

Published on

Risorse digitali per l’autovalutazione di Istituto in un mondo e in una scuola digitale fatta di BIT, big data in education e come strumento autovalutativo e predittivo, la cultura autovalutativa tramite database. I dati come memoria storica di istituto.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
990
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
36
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Come costruire un rapporto di autovalutazione della scuola in formato elettronico

  1. 1. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Come costruire un rapporto di autovalutazione in formato elettronico Risorse digitali per l’autovalutazione in un mondo e in una scuola digitale fatta di BIT
  2. 2. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it «Misurate ciò che è misurabile e rendete misurabile ciò che non lo è»
  3. 3. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it C’era una volta la pagella http://sp2.fotolog.com/photo/34/31/34/wescstyle/1214253054536_f.jpg http://www.istitutocomprensivosuplanu.it/images/stories/pagella.jpg http://www.investireoggi.it/fisco/attachment/?attach=http://www.investireoggi.it/fisco/files/2013/01/evasione-fiscale-2.jpg http://icinqport.osnago.net/wp-content/uploads/2011/11/Pubblicata-1928-29-Pagella-211x300.jpg
  4. 4. Scanno (AQ) 01.11.2013 C’era una volta il registro… rbaldascino@alice.it
  5. 5. Scanno (AQ) 01.11.2013 C’era una volta il libro… rbaldascino@alice.it
  6. 6. Scanno (AQ) 01.11.2013 C’era una volta l’aula rbaldascino@alice.it
  7. 7. Scanno (AQ) 01.11.2013 Dematerializzazione= dati digitali rbaldascino@alice.it
  8. 8. Scanno (AQ) 01.11.2013 In the Cloud rbaldascino@alice.it
  9. 9. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Rapporto digitale di Autovalutazione • Il valore dei dati (punto di partenza dati strutturati e non strutturati) • Report di Autovalutazione deve essere qualcosa di dinamico, manipolabile e incrociabile (on the fly – Query database). • Deve assicurare una visione sincronica. • Deve assicurare una visione diacronica. • Deve essere di facile utilizzo e interrogazione. • Deve garantire la possibilità di ottenere diversi tipi di reporting. • Deve essere incorporato nella struttura della scuola • Deve essere accessibile agli addetti ai lavori: Anytime Anywhere (cloud), Anyhow
  10. 10. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Specchio, specchio delle mie brame…
  11. 11. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Valenza predittiva
  12. 12. Scanno (AQ) 01.11.2013 Memento rbaldascino@alice.it
  13. 13. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Diversi livelli di analisi e autovalutazione Lato Territorio • Contesto • POFT Lato Reti • Prodotto • Processo Lato Scuola • • • • • Consiglio di classe Dipartimento Amministrativo Docente Studente
  14. 14. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Dati, informazione e conoscenze Data Literacy I dati che si trasformano in informazioni Information Literacy le informazioni si evolvono in conoscenze Knowledge Literacy le conoscenze che si ristrutturano fornendo nuove interpretazioni e nuove idee
  15. 15. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it
  16. 16. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Esperienza è il nome che tutti danno ai propri errori
  17. 17. Scanno (AQ) 01.11.2013 Big Data rbaldascino@alice.it
  18. 18. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Un profilo digitale per riflettere • Ogni transazione, di qualsiasi tipo o natura, compiuta in rete lascia una traccia composta da dati. • I dati possono essere diretti (intenzionali) o indiretti (derivati da forme di tracciamento automatico). • Con i dati presenti in rete è possibile ricostruisce un profilo dell’utente, ricostruendo: • • • • • • le abitudini, le preferenze, i consumi, la capacità di spesa, le relazioni sociali, perfino gli spostamenti fisici compiuti (GPS, cellulare). • Web analytics è lo studio dei dati digitali per ottenere le informazioni sugli utenti (marketing, responsive systems)
  19. 19. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Per una valutazione proattiva nel mondo dell’istruzione in «digitale» Sempre più spesso si otterranno dati provenienti dai VLE (Moodle) È possibile ottenere un’immagine proattiva raccogliendo, classificando e interpretando i dati che scaturiscono dalle interazioni: • degli studenti con l’ambiente online, • con i materiali didattici, • con le attività, • con i prodotti sviluppati, • con i pari, • con i docenti.
  20. 20. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it 1. Big data in education: Learning analytics. In generale i dati sono utilizzati per comunicare: • all’esterno, agli studenti, alle famiglie, ai docenti e a tutti gli stakeholder, informazioni chiave e altri indicatori che sono alla base dei processi di apprendimento-insegnamento e che determinano il successo formativo. • Altri utilizzi riguardano l’individuazione precoce di studenti a rischio, in modo da attuare interventi mirati di sostegno. • A livello istituzionale l’incrocio dei dati serve a riorientare i processi decisionali scolastici a livello macro e micro e diventa un processo di autoanalisi.
  21. 21. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it 2. Big data in education: Educational Datamining. Si esplora dettagliatamente la particolarità dei dati che provengono dalle interazioni all’interno: • di contesti educativi • di ambienti di apprendimento formali, non formali e informali. Si tenta di comprendere, attraverso particolari metodologie statistiche e probabilistiche: • come gli studenti imparano • quali devono essere le basi, le strutture e le impostazioni ottimali(didattiche, ambientali) per garantire il successo formativo.
  22. 22. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it 3.Big data in education: Academic Analytic • È il campo di studio limitato al mondo dell’istruzione terziaria. • I dati, seppur inerenti la didattica e l’apprendimento, servono ad esprimere considerazioni gestionali. • Tramite essi si punta alla riorganizzazione amministrativa, alla valutazione e al benchmarking. • I datisono trattati secondo i principi del Business Intelligence per incrementare il vantaggio competitivo nei confronti dei competitor.
  23. 23. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it I (Big)data fanno riflettere sugli studenti • Personalizzazione percorsi. • Accessi condizionati alle risorse e ai processi. • Tassonomizzazione stili cognitivi e di apprendimento. • Preferenze degli studenti in merito ai materiali didattici.
  24. 24. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it I (Big)data permettono di vedere con gli occhi dello studente • Tracciamento • Questionari – sondaggi • Forum – chat Ogni elemento e processo didattico si cristallizza e permane all’interno dei VLE, e può essere ricomposto, rivisto come in una moviola per un processo di autoanalisi.
  25. 25. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Riflessioni «digitali» nei VLE • Più che i risultati, specchio di un immagine sincronica e statica, con i dati digitali emergono i processi diacronici e dinamici che, a monte, li hanno determinati. • Grazie ad essi si riescono a comprendere i casi di sofferenza nel loro stato embrionale. • Si anticipano e si affrontano così i problemi con una maggiore percentuale di risoluzione positiva. • Qualsiasi condizione negativa, pur lieve nel suo primo insorgere, se trascurata, può esitare sul, piano comportamentale, in situazioni di una tale gravità da rendere inefficaci i normali interventi educativi. • Giocando di anticipo, si offre una tempestiva e mirata prevenzione anche in maniera automatica grazie a particolari software.
  26. 26. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Strumenti di autoanalisi - Dashboards
  27. 27. Scanno (AQ) 01.11.2013 Dai report ai cruscotti digitali rbaldascino@alice.it
  28. 28. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it InBloom • Nasce come fondazione finanziata da Bill Gates. • È una piattaforma orientata alla scuola primaria USA. • All’interno si possono adoperare i tanti dati relativi all’insegnamento-apprendimento prodotti nel corso della carriera scolastica del discente. • L’interoperabilità dei dati permette la costituzione di cruscotti digitali personali. • Per un docente è possibile: • visionare le valutazioni e altri indicatori legati all’apprendimento. • rendersi conto di quelli che sono i punti di forza e di debolezza cognitivo-motivazionale dell’allievo per ogni singola disciplina. • Lo scopo è di offrire risorse didattiche e strumentazioni di supporto ai docenti per progettare interventi didattici personalizzati.
  29. 29. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it
  30. 30. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it «Non cerco di ballare meglio di chiunque altro. Cerco solo di ballare meglio di me stesso» Mikhail Baryshnikov
  31. 31. Scanno (AQ) 01.11.2013 Autovalutazione territorio rbaldascino@alice.it
  32. 32. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Open data charter Il 18,06.2013 i Leader del G8 hanno sottoscritto la carta dei Data Aperti (Open Data Charter).La Carta definisce 5 principi strategici e 14 aree tematiche di rilievo (tra cui la Scuola e l'Istruzione) per il rilascio dei dati I principi che saranno alla base dell’accesso e del rilascio e riuso dei dati resi disponibili dai governi del G8 sono: • Dati Aperti Automaticamente (By Default) • Qualità e Quantità • Usabilità per tutti • Rilascio dei Dati per una Governance Migliore • Rilascio dei Dati per l’Innovazione
  33. 33. Scanno (AQ) 01.11.2013 http://archivio.pubblica.istruzione.it/scuola_in_chiaro/open_data/index.html rbaldascino@alice.it
  34. 34. Scanno (AQ) 01.11.2013 Scuola in chiaro • Il MIUR al momento ha rilasciato i dati ottenuti tramite il progetto scuola in chiaro che riguardano: • le attrezzature multimediali e l’anagrafe delle scuole, • l’anagrafe degli studenti (sono evidenziati i drop-out e le ripetenze), • l’anagrafe del personale. rbaldascino@alice.it
  35. 35. Scanno (AQ) 01.11.2013 Dai dati nascono le APP rbaldascino@alice.it
  36. 36. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Voglioilruolo Fornisce supporto alle scelte lavorative di docenti e ATA. Estrare, analizza ed aggrega i dati pubblici estratti dai siti degli AT (ex USP). Eroga servizi per navigare tra le graduatorie, cercare docenti ed ATA, trovare la . provincia migliore, etc. Voglioilruolo offre un'indicazione riepilogativa e compatta sulle opportunità di lavoro in ogni provincia per ogni materia e profilo professionale.
  37. 37. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Esempio RomaScuola • ROMaScuola è pensato per rendere gli Opendata uno strumento utile e alla portata di tutti. • Conoscere le informazioni sugli istituti del proprio territorio, i finanziamenti, le attività svolte e la qualità della formazione, permette ai cittadini di compiere scelte più consapevoli. • Non solo, mettere i propri servizi in chiaro è ciò che rende una scuola trasparente e responsabile nel suo operato. • E più un istituto è trasparente, più la fiducia dei cittadini verso tale istituto e le sue attività aumenta. • Ottemperare ai principi Open Government di openness e accountability non significa soltanto considerare la partecipazione civica un bene per principio, ma anche costruire i mezzi affinché questa partecipazione sia fondata sulla conoscenza di informazioni ricavate dai dati come bene pubblico. http://www.dati.gov.it/
  38. 38. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Altri esempi USiena orientati USiena orientati è la app ufficiale di orientamento dell'Università di Siena. ... App4Unicam Tramite App4Unicam è possibile reperire informazioni riguardo le attività didattiche, news e video dell'Università degli Studi di Camerino. ... TRIO Mobile TRIO Mobile ti permette di sperimentare nuove modalità di accesso a TRIO, il Sistema di Web Learning della Regione Toscana (http://www.progettotrio.it), in chiave nomadica e in mobilità. ... iUnipi Tutte le informazioni per raggiungere agevolmente le strutture e le persone dell'Università di Pisa, è possibile scoprire il percorso più breve per raggiungere una struttura, contattare il personale universitario, l'app funz ... Cafoscari L'applicazione fornisce a studenti, docenti e dipendenti un rapido accesso a informazioni relative a insegnamenti, orari, sedi e recapiti. ... MyUniCA MyUniCA è stata realizzata per offrire servizi in mobilità a tutti gli interessati che vogliono seguire le iniziative dell'Università. ... iUnifg Unifg è un'applicazione sviluppata per consentire agli studenti dell'Università di Foggia un rapido ed efficace accesso alle informazioni relative alla carriera ed alla gestione degli appelli.
  39. 39. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Autovalutazione insegnamento-apprendimento
  40. 40. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Dati didattici digitali non struturati • I dati didattici legati all’apprendimento sono presenti e in grande numero. • Il più delle volte rimangono circoscritti a chi li produce… • Altre volte sono del tutto trascurati da chi amministra gli ambienti di apprendimento online per la scuola. • La maggior informatività del processo di apprendimento-insegnamento risiede in dati non strutturati. Si tratta, ad esempio, di dati che si producono all’interno di un forum, di un webquest, di un wiki, di un ipertesto, di un artefatto cognitivo multimediale, di un blog o di un social network. • Ciò alimenta le difficoltà di raccolta, di indicizzazione e di catalogazione. Più aumenta la digitalizzazione e più si incrementano i dati digitali non strutturati. Secondo gli studi compiuti dall’IBM a livello mondiale, l’80% dei dati in circolazione sono non strutturati. Essi crescono con una tasso 15 volte maggiore di quelli strutturati.
  41. 41. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Verbali digitali • Classificazione • Da elemento burocratico a elemento di studio di ciò che è problematico nell’apprendimento degli studenti, che si ripresenta costantemente • Interventi mirati di supporto per un confronto diacronico dei risultati ottenuti • Registro online (anche per quanto riguarda il curriculum svolto dei contenuti e caratteristiche delle verifiche x ogni disciplina) • Sondaggi docenti, studenti, famiglie. • La valutazione oggettiva sincronica (prove per tutti classi parallele x discipline) e diacronica (confronti nel corso del tempo disciplinari)
  42. 42. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Elementi informativi descritti nei verbali dei consigli di classe • In essi sono evidenziati i bisogni e le problematiche cognitivo-emozionali degli studenti, nonché gli interventi di supporto adottati. • Da tali elementi si potrebbe partire per costituire un cruscotto digitale per ogni singolo studente, arricchito dalle valutazioni e da altri indicatori. • I nuovi docenti, di anno in anno, potrebbero desumere elementi ritenuti strategici, su cui basare la personalizzazione degli interventi didattici. • Studi sistemici potrebbero scaturire nel momento in cui il ministero diventasse un data warehouse e offrisse software specifici relativi a registri di classe e verbali, in modo da avere dati uniformi ed interoperabili.
  43. 43. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Maturità Miniera informativa didattica a disposizione del ministero presente nei verbali online – Commissione Web – degli esami di maturità. Durante l’esame orale, i commissari inseriscono le domande poste ai maturanti per ogni disciplina. Tali domande potrebbero costituire importantissimi elementi orientativi, di paragone e di uniformità, sia per i decisori politici, sia per gli stessi docenti e studenti. Se ne potrebbe ricavare, infatti, una compiuta comprensione della profondità e del livello di dettaglio del curricolo svolto.
  44. 44. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it
  45. 45. Scanno (AQ) 01.11.2013 Autovalutazione studente rbaldascino@alice.it
  46. 46. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Autovalutazione lato studente •E-portfolio (conservazione artefatti digitali) •Peer-assessment •E-competencies •Badge •Cruscotto player ebook
  47. 47. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it E-portfolio come autovalutazione • Conservazione degli artefatti digitali più significativi dei discenti. Si tratta di inserire i materiali all’interno di portfolii elettronici . • Essi potrebbero costituire una componente del cruscotto digitale. • si otterrebbero elementi valutativi autentici, di sintesi e di autovalutazione che costituirebbero un patrimonio informativo di grande valore e garanzia del successo formativo per ogni discente.
  48. 48. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Peer assessment
  49. 49. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Khan come Google map dell’apprendimento Percorsi di apprendimento (proficent, suggested, review , not started) Statistiche e badge https://www.khanacademy.org
  50. 50. Scanno (AQ) 01.11.2013 MOOC australiano rbaldascino@alice.it
  51. 51. Scanno (AQ) 01.11.2013 Badge per il mio MOOC rbaldascino@alice.it
  52. 52. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Player - Reader Un player o reader è un contenitore virtuale digitale con ramificazione online, in cui sono presenti, da una parte, alcuni strumenti digitali di approfondimento e di lettura degli ebook e, dall’altra, alcuni processi incorporati di monitoraggio relativi alle modalità di studio messe in atto dallo studente. due linee integrate di sviluppo. • La prima riguarda l’introduzione di strumenti per la personalizzazione e l’ampliamento del testo, in cui diventa possibile l’inserimento degli artefatti cognitivi digitali prodotti dallo studente. In questo modo il libro digitale cresce e si amplia con le note, gli appunti, le sottolineature, gli schemi, i link e l’incorporamento di altre componenti multimediali. • La seconda riguarda l’introduzione di metodi di valutazione formativa sui tempi, sui modi e sulla qualità dell’apprendimento che si attivano durante lo studio personale.
  53. 53. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Ebook come sistema di autovalutazione e mentoring per gli studenti • Il reader può compiere funzioni di autovalutazione e di mentoring digitale nei confronti dello studente, • vengono esplicitate molte delle informazioni raccolte automaticamente dal player come i tempi di impegno, le pagine lette, il numero di inserimenti di contribuiti personali, fino ad arrivare a valutare la qualità di comprensione dei capitoli svolti tramite test. Sulla base dei risultati ottenuti, possono essere forniti consigli relativi a metodi e strategie di studio. • Le considerazioni che il libro esprime hanno l’effetto di generare nello studente momenti importanti di autoriflessione sul proprio impegno, sul progresso e sulla qualità dello studio, con una forte enfasi sulla capacità di pianificazione, autoregolazione ed ottimizzazione dei tempi e dell’impegno da dedicare allo studio
  54. 54. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Kno me http://www.kno.com/
  55. 55. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Reader - player Il player web Kno me permette di visualizzare: • i tempi di lettura, • i quiz e flashcard risposti durante lo studio • le annotazioni compiute. • I dati possono essere comparati con quelli prodotti dagli altri studenti della stessa classe con il medesimo libro in adozione. • I valori ottenuti sono raggruppati in un cruscotto contenente diversi grafici relativi alla quantità e qualità di studio. • il sistema offre dei consigli per migliorare la performance. Ogni libro digitale diventa un’esperienza unica per lo studente, assumendo la caratteristica di un personal ebook perennemente in estensione che segue e supporta lo studente in tutto il periodo di studio. http://www.electronista.com/articles/12/01/16/kno.preps.flashcards.and.analytics.for.ipad.books
  56. 56. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it "Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato"
  57. 57. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Follow up Cosa è successo dopo un certo periodo di tempo? Qualcosa è cambiamento nelle percezioni?
  58. 58. Scanno (AQ) 01.11.2013 La percezione esterna rbaldascino@alice.it
  59. 59. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Sentimental analysis – raccomandation system http://text-processing.com/demo/sentiment/
  60. 60. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Percezioni di Rete
  61. 61. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Sondaggi per riflettere https://www.surveymonkey.com/s/WWXQG2Q
  62. 62. Scanno (AQ) 01.11.2013 https://it.surveymonkey.com/ rbaldascino@alice.it
  63. 63. Scanno (AQ) 01.11.2013 Inserimento di altre domande rbaldascino@alice.it
  64. 64. Scanno (AQ) 01.11.2013 Piattaforma Moodle con plugin questionaire rbaldascino@alice.it
  65. 65. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it
  66. 66. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Studio di caso Docente: Autoanalisi (digitale) dopo un test andato male
  67. 67. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Analisi statistiche di Moodle riguardo i test Moodle dispone di un ampio sistema di analisi statistici riguardanti le prove strutturate o semi strutturate. Per un qualsiasi test svolto si possono ottenere i seguenti dati: Nome quiz Test comprensione del testo Nome corso Geografia II D Numero totale dei tentativi completi valutati 26 Voto medio 60,26 Mediana dei voti 62,50 Deviazione standard 18,00 Asimmetria della distribuzione dei voti 0,5804 Curtosi della distribuzione dei voti 0,0075 Coefficiente di consistenza interna 56,06% Quoziente d'errore 66,29% Errore standard 11,93%
  68. 68. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Gli indici statistici espressi per ogni singola domanda presente nel test (domande 3,5,9,11)
  69. 69. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Istogramma dei risultati del test:
  70. 70. Scanno (AQ) 01.11.2013 Item analysis rbaldascino@alice.it Il quesito era: Con il termine Gentryfication si intende che…; le risposte date dagli studenti rispetto alle quattro possibili risposte sono evidenziate nell’immagine sottostante. La domanda mostrata nella immagine non rappresenta un buon esempio di discriminazione tra i bravi e i meno bravi . I 10 studenti (su un totale di 26) che hanno risposto correttamente, non rappresentano, il gruppo di studenti che è andato meglio complessivamente nel test. Le loro risposte mostrano di fatto una certa fortunata casualità di scelta dell’item corretto. Contrariamente una parte consistente di coloro che hanno segnato la risposta errata, alla fine risultano tra coloro che hanno ottenuto un buon risultato nella verifica.
  71. 71. Scanno (AQ) 01.11.2013 Jmetrik http://www.itemanalysis.com/index.php Gli strumenti di Item analysis presenti in Moodle possono essere ampliati da software esterni in grado di compiere ancora più sofisticate osservazioni psicosometriche e di Item Response Theory (IRT) rbaldascino@alice.it
  72. 72. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it In che cosa la mia scuola si può distinguere… Studio di caso: Istituto Superiore che da un anno all’altro perde circa 70 iscritti.
  73. 73. Scanno (AQ) 01.11.2013 Considerazioni finali rbaldascino@alice.it
  74. 74. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it La scuola tra amnesie e perdita di conoscenze Di tipo strutturale. L’instabilità degli organici è il fenomeno più diffuso nella scuola. Per diverse ragioni l’istituzione scolastica è soggetta a modifiche continue del proprio organico, ciò comporta un’instabilità annuale del personale, con la loro fuoriuscita da un’istituzione all’altra, che si aggiunge alla fisiologica perdita dovuta ai trasferimenti e ai pensionamenti. Di tipo sociologico. Da una parte l’individualismo eccessivo di alcuni spinge a non condividere con altri colleghi, per così dire, le proprie scoperte, che potrebbero arricchire tutti, dall’altra il timore di altri di mettersi in vista ed di essere giudicati, frena qualsiasi volontà di mostrare i propri lavori e le proprie acquisizioni; Di tipo tecnico e ambientale. Il più delle volte nelle istituzioni scolastiche manca il know how, per implementare repository, database e repertori, ma manca anche la volontà, per procedere ad una strutturazione documentale digitale in cui inserire: esperienze, materiale grigio, idee e conoscenze. Tali sistemi digitali sono gli unici a garantire una fruibilità e una diffusione dei contenuti facile ed immediata e diventano la base per creare una cultura condivisa di istituto.
  75. 75. Scanno (AQ) 01.11.2013 Conservazione «sostitutiva» rbaldascino@alice.it
  76. 76. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it Document management system http://www.alfresco.com/community/resources/
  77. 77. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it
  78. 78. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it
  79. 79. Scanno (AQ) 01.11.2013 rbaldascino@alice.it http://www.cynapse.com/solutions/technology-solutions/knowledge-management
  80. 80. Scanno (AQ) 01.11.2013 Best choice rbaldascino@alice.it
  81. 81. Scanno (AQ) 01.11.2013 Qualche domanda? rbaldascino@alice.it

×