0
Definizione di totalitarismo traSigmund Freud ed Hannah Arendt
Definizione generale n°1La dottrina o la prassi dello Stato totalitario cioè dello Stato che pretende identificarsi con l’...
Definizione generale n°2Il concetto di totalitarismo è un idealtipo usato da alcuni scienziati politici e storici per enuc...
S. Freud, Psicoanalisi e societàCoordinate caratteristiche dell’individuo nella massa    Coordinate caratteristiche della ...
H. Arendt, Le origini del totalitarismo        Terrore: uccisione della                                         Ideologia:...
Struttura paramilitare    Istituzioni di facciata col                                    Gerarchia fluttuante      dei gru...
Assoluto conformismo   Organizzazioni di massa di   individui atomizzati ed isolati                                       ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Definizione di totalitarismo tra S. Freud e H. Arendt

3,574

Published on

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
3,574
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
29
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Definizione di totalitarismo tra S. Freud e H. Arendt"

  1. 1. Definizione di totalitarismo traSigmund Freud ed Hannah Arendt
  2. 2. Definizione generale n°1La dottrina o la prassi dello Stato totalitario cioè dello Stato che pretende identificarsi con l’intera vita dei suoi cittadini.Il termine è stato coniato per indicare la dottrina del fascismo italiano e del nazismo tedesco. E’ talora anche usato aindicare ogni dottrina assolutistica, in qualsiasi campo riferisca […] Spesso per estensione s’intende per totalitarismoogni forma di assolutismo dottrinale o politico. (Nicola Abbagnano, Dizionario di filosofia)
  3. 3. Definizione generale n°2Il concetto di totalitarismo è un idealtipo usato da alcuni scienziati politici e storici per enucleare le caratteristiche dialcuni regimi nati nel XX secolo, che mobilitarono intere popolazioni nel nome di unideologia o di una nazione.Secondo questo modello teorico il totalitarismo è più oppressivo di un regime autoritario per quanto riguarda ilpluralismo, sia politico che civile/sociale, ed i diritti politici. In un regime totalitario lo stato controlla quasi ogni aspettodella vita di un individuo, attraverso il massiccio uso della propaganda, che cerca di plagiare le menti di tutti i cittadinicon una ideologia di stato.Un ruolo fondamentale in tal senso è svolto dalla scuola e dai mass media. Il partito unico totalitario controlla tutti igangli della vita politica e sociale, infatti i governi totalitari non accettano le attività di individui o gruppi che non sianoindirizzate al bene dello stato, mentre negli autoritarismi è presente un limitato pluralismo socio-culturale, tanto che inItalia la Chiesa o la Monarchia, oppure lEsercito poterono continuare ad esistere, anche se naturalmente sotto lombraprotettiva e a volte, ma non sempre, oppressiva del Fascismo (vedi anche Stato Etico).Unaltra differenza con lo stato autoritario è che questo ha limiti prevedibili allesercizio del potere, cioè è possibile"vivere tranquilli", è possibile non incorrere nella vendetta dello stato se si seguono alcune regole di comportamento;nello stato totalitario i limiti allesercizio del potere sono mal definiti, incerti, si rischia di essere arrestati dalla poliziasegreta, comunque presente anche negli autoritarismi, e venire puniti, attraverso un processo sommario o con il carcereo con la morte.Una delle caratteristiche invece che accomunano il totalitarismo e lautoritarismo è che spesso vengono create minacceinterne ed esterne per consolidarne il potere attraverso la paura, come è stato fatto in Germania, additando gli ebreicome responsabili di molti mali che avevano afflitto o affiggevano la nazione. (da Wikipedia)
  4. 4. S. Freud, Psicoanalisi e societàCoordinate caratteristiche dell’individuo nella massa Coordinate caratteristiche della massa1) Annientamento della personalità cosciente 1) Mobilità2) Predominio dell’Inconscio e dell’Istinto 2) Irritabilità3) Tendenza al contagio 3) Esasperata affettività4) Tendenza a trasformare rapidamente in azione 4) Inibizione della funzione intellettuale le idee suggerite 5) Violenza ed incostanza dei desiderata 6) Senso di onnipotenza 7) Insofferenza d’ogni differimento 8) A-criticità, influenzabilità, credulità 9) Estremismo, tendenza all’esasperazione delle emozioni 10) Autoritarismo ed Intolleranza 11) Amore della forza e della violenza 12) Conservatorismo 13) Capacità d’una reattività morale contraddittoria 14) Sensibilità alla magia della parola 15) Mancanza di una distinzione tra irreale e reale
  5. 5. H. Arendt, Le origini del totalitarismo Terrore: uccisione della Ideologia: logica coerenza delle spontaneità: eliminazione della deduzioni dalle premesse: procede persona giuridica, della persona per premesse e rifiuta la realtà morale, dellunicità individuale Totalitarismo Estraniazione: perdita della Superfluità: capacità di pensare, perdita del sacrificio delle parti senso comune e dellesperienza al tuttoIl totalitarismo trasforma la propaganda in indottrinamento e la violenza in terrore; il terrore è l’essenzacompiuta del totalitarismo.Il terrore diventa essenza compiuta del totalitarismo, quando, eliminati i nemici reali, inizia la caccia ai nemicioggettivi ("qualsiasi delitto costruito dai governanti per via di ragionamento deve essere punito, a prescinderedal fatto che sia stato o no realmente commesso“ e “a causa della loro capacità di pensare gli uomini sono sospettiper definizione").
  6. 6. Struttura paramilitare Istituzioni di facciata col Gerarchia fluttuante dei gruppi d’elite centro di autorità altrove Distinzione tra membri effettivi e simpatizzanti Responsabilità totale del capo Rigore organizzativoMenzogna come manifestazione Organizzazionedi abilità tattica Logica da società segreta: chi non è ammesso è escluso totalitaria Fine di ogni separazione fra vita pubblica e privata Apparato cospirativo con finalità esplicite: conquista del mondo Leadership irrevocabile e trasferibile secondo logiche non regolate da norme Declassamento delle forze Accentramento armate e potere alla polizia segretaLo Stato è uno strumento per la lotta di classe o la conservazione della razza. Il totalitarismo implica leliminazionedella realtà (mondo fittizio), la convinzione che tutto sia permesso, la certezza che tutto sia possibile.Alla base del sistema non e la veridicità delle parole del capo ma linfallibilità delle sue azioni; la cerchia intima delcapo e fedele al solo principio organizzativo, i membri effettivi sono fedeli allideologia, i simpatizzanti sono fedeli allemenzogne.
  7. 7. Assoluto conformismo Organizzazioni di massa di individui atomizzati ed isolati Movimenti totalitari Esigenza di Programma politico senza continua attività particolari obiettiviI movimenti totalitari organizzano le masse, che sono costituite da individui politicamente neutrali, indifferenti agliargomenti politici, ai partiti ed al voto.Il totalitarismo rende evidente che i sistemi democratici si basano, oltre che su istituzioni pubbliche, anchesullapprovazione tacita della popolazione inattiva politicamente Le masse si caratterizzano per apatia, ostilità, indifferenzaverso la vita pubblica; luomo-massa e privo di status sociale e di rapporti comunitari, e un apolide spirituale e sociale e sudi esso si fonda il carattere totalitario. Il totalitarismo richiede infatti luniformità eterogenea di individui completamenteisolati in una massa senza legami: luomo di massa europeo si caratterizza per la sua amarezza egocentrica, lindebolimentodellistinto di autoconservazione, la sacrificabilità del proprio io, la mancanza di normali relazioni sociali, conformismo,assenza di continuità, adattabilità; latomizzazione della società è la precondizione per trasformare una dittatura in regimetotalitario.
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×