Storia degli scorpions

1,039 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,039
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
74
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Storia degli scorpions

  1. 1. BIOGRAFIA DEGLI Robert Lekaj Laurea Magistrale in Dinamiche Interculturali e Mediazione Linguistica
  2. 2. SOMMARIO La biografia Gli esordi I primi album All’apice del successo L’enorme successo di blackout L’apice: Love at First Sting Savege Amusement e Crazy World Gli Anni Novanta Ritorno alle origini (2004-2010) Stile ed influenze Un gruppo molto prolifico
  3. 3. Biografia <ul><li>Gli  Scorpions  sono un gruppo hard&heavy tedesco fondato nel 1965 nella città di Hannover, Germania, dal chitarrista Rudolf Schenker </li></ul><ul><li>Influenzati largamente dall'atmosfera degli anni sessanta, gli Scorpions divennero famosi con i brani  Rock You Like a Hurricane ,  Wind of Change ,  No One Like You ,  Still Loving You  e  Believe in Love , che hanno rappresentato un importante punto di riferimento per le successive band di questo genere musicale. Dopo circa un decennio di declino la band ha ricominciato a produrre album di grande qualità come  Unbreakable  (2004) ,  Humanity - Hour 1  pubblicato in tutto il mondo nel 2007 e  Sting In The Tail , ultimo album in studio della loro carriera, pubblicato nel 2010. </li></ul><ul><li>La band ha venduto in oltre quarant'anni di attività più di 100 milioni di dischi nel mondo ed è considerata come una delle maggiori realtà musicali della storia musicale tedesca e mondiale per il genere hard & heavy. </li></ul>
  4. 4. Gli esordi (1965-1973) <ul><li>Rudolf Schenker fondò il suo primo gruppo musicale nel 1965 e fu influenzato dall'invasione in Germania delle tipiche mode degli  Stati Uniti , tra cui la musica rock. </li></ul><ul><li>Nel 1972 il gruppo, ormai pronto per l'esordio ufficiale nelle scene musicali, pubblicò il suo album di debutto, intitolato  Lonesome Crow. </li></ul><ul><li>L'album ebbe un discreto successo e gli Scorpions si trovarono in poco tempo ad essere tra i massimi esponenti dell'Hard Rock tedesco del periodo, anche se la lingua usata era l'inglese. </li></ul>
  5. 5. I primi album (1974-1978) <ul><li>Nel 1974 gli Scorpions riuscirono a sottoscrivere un contratto con l'etichetta RCA Records e pubblicò  Fly to the Rainbow , album che ottenne maggiore successo rispetto a  Lonesome Crow  grazie anche a celebri tracce come  Speedy's Coming  e  Fly to the Rainbow . </li></ul><ul><li>Dopo un tour la band tornò in studio di registrazione e nel 1975 rilasciò un nuovo album, intitolato  In Trance . </li></ul><ul><li>Nel 1976 gli Scorpions pubblicarono un nuovo album, intitolato  Virgin Killer , che fece guadagnare alla band il suo primo disco d'oro ma che ricevette pesanti critiche a causa della sua copertina, censurata negli USA perché mostrava una ragazza preadolescente completamente nuda. </li></ul>
  6. 6. <ul><li>Il seguito di  Virgin Killer , intitolato  Taken by Force , fu il primo album degli Scorpions ad essere pubblicato negli Stati Uniti dalla RCA Records, l'etichetta internazionale del gruppo. Il singolo  Steamrock Fever  ottenne un ottimo successo radio e permise all'album vendere un'ottima quantità di copie. </li></ul><ul><li>Dopo aver vinto due dischi d'oro in Giappone, la band non poté esimersi dal fare un tour di ringraziamento in quella nazione dove pubblicano il monumentale doppio album  Tokyo Tapes , attualmente considerato una vera e propria icona da collezione. </li></ul><ul><li>Nel 1978, dopo una lunga serie di audizioni, Matthias Jabs, miglior amico di Michael Schenker divenne il nuovo chitarrista degli Scorpions. </li></ul>I primi album (1974-1978)
  7. 7. All’apice del successo (1979-1990) <ul><li>Nel 1979 gli Scorpions lasciarono la RCA per firmare un contratto con la  Mercury Records. </li></ul><ul><li>Nel 1980 la band rilasciò l'album  Animal Magnetism . La copertina dell'album era ancora provocante, nella quale una donna è raffigurata in ginocchio di fronte al pube di un uomo. Nonostante ottime tracce come  The Zoo  e  Make It Real , il disco non fu ben accolto dalla critica. </li></ul><ul><li>Poco dopo questa uscita, Meine dovette abbandonare momentaneamente a causa di una infezione virale alle corde vocali aggravata dall'intensa attività live. Nel frattempo la RCA Records, sfruttando l'enorme successo raggiunto dagli Scorpions in quegli anni, pubblica una raccolta intitolata semplicemente  The Best of </li></ul><ul><li>Scorpions . </li></ul>
  8. 8. L’enorme successo di Blackout <ul><li>Nel 1981 Klaus perse la voce così gravemente che gli fu annunciato che non avrebbe potuto più parlare correttamente, ma la ripresa di Meine fu straordinaria e, rientrato nei ranghi, completò le registrazioni di  Blackout  con la voce in perfetto ordine: il disco fu votato miglior album Hard Rock del 1982, vincendo il disco di platino e oro. </li></ul><ul><li>L'album vendette cifre spaventose piazzandosi undicesimo in Inghilterra, primo in Germania, negli U.S.A., in Francia, in Giappone, Austria,Svezia e Svizzera. Le tracce musicali dell'album ebbero un successo una dietro l'altra. </li></ul><ul><li>Il 29 maggio 1983 la band partecipò al US Festival che si tenne al Glen Helen park a San Bernadino, California, in qualità di co-headliners con i Van Halen davanti a ben 300.000 persone. </li></ul>
  9. 9. L’apice: Love at First Sting <ul><li>Nel 1984 il nuovo album, intitolato  Love at First Sting , uno degli album più venduti della storia del rock, catapultò gli Scorpions nell'empireo del Rock e li trasformò in autentiche star internazionali. </li></ul><ul><li>Love at First Sting  divenne uno dei primi 5 album rock di tutti i tempi grazie a tracce come  Rock You Like a Hurricane ,  Bad Boys Running Wild  e  Still Loving You . Definiti dai Rolling Stones &quot;Eroi dell'heavy metal&quot;, gli Scorpions furono ammessi nel club dei 30 migliori gruppi rock di sempre, mentre il singolo  Still Loving You diventava un vero e proprio must internazionale, da 1 milione e 700 mila copie vendute solo in Francia. </li></ul><ul><li>Nel 1985 gli Scorpions registrarono il live album  World Wide Live. </li></ul><ul><li>Sempre nel 1985 gli Scorpions suonarono al famoso  Rock in Rio  tenutosi a Rio de Janeiro in compagnia di altri storici gruppi quali AC/DC, Iron Maiden, Queen, Whitesnake, Yes e Ozzy Osbourne . </li></ul><ul><li>Nel 1986, partecipando al leggendario festival  Monsters of Rock , si esibirono per la prima volta in un paese dell'allora blocco comunista. </li></ul>
  10. 10. Savage Amusement e Crazy World <ul><li>Nel 1988 la band registrò un nuovo album, intitolato  Savage Amusement . L'album si piazzò al numero tre delle classifiche annuali U.S.A. e al primo in quelle Europee, e fu seguito da un ennesimo tour mondiale. </li></ul><ul><li>Durante il  Savage Amusement tour  gli Scorpions divennero il primo gruppo dell'ovest a suonare nell'Unione Sovietica con un concerto a San Pietroburgo </li></ul><ul><li>Tornati in studio, dopo il trionfante tour europeo la band incise  Crazy World , disco che, grazie ad un nuovo sound e a testi più partecipi alla travagliata scena politica del periodo, divenne un successo di vendite: con la sola  Wind of Change , che fu pubblicata come singolo, la band riuscì a incassare una mostruosa somma di denaro, circa 7 milioni di dollari. </li></ul><ul><li>La ballata  Wind of Change  fu la canzone hit del 1991 in tutto il mondo, occupando la posizione numero 1 delle hit parade di ben 11 nazioni e ricevendo il  World Music Award  come miglior canzone che un gruppo tedesco abbia mai fatto. </li></ul>
  11. 11. Gli Anni Novanta <ul><li>Nel 1993 gli Scorpions rilasciarono  Face the Heat  con il nuovo produttore Bruce Fairbairn. Il sound del disco si rivelò più metallico e fece sì che molti fans, insoddisfatti, abbandonassero la band. </li></ul><ul><li>Nel 1994 gli Scorpions vinsero per la seconda volta il  World Music Award , successo amplificato da un concerto in tributo a Elvis Presley, assieme a Michael Jackson, tenutosi a Memphis. </li></ul><ul><li>Nel 1995 fu rilasciato un nuovo live album,  Live Bites , il quale documentò le esibizioni dal  Savage Amusement Tour  del 1988 al  Face the Heat Tour  del 1994. Sono presenti anche due brani inediti in versione studio:  White Dove  e  Heroes Don't Cry . </li></ul><ul><li>Nel 1996 uscì il tredicesimo album Pure Instict, questo album presentò un notevole quantità di ballate e i singoli  Wild Child  e  You and I  ottennero un moderato successo. </li></ul><ul><li>Girando non solo Europa, U.S.A. e Sudamerica, ma anche l'Asia, dove in Malesia, Tailandia e Filippine, la band continuava tranquillamente a fare vendite record e a raccogliere dischi d'oro. </li></ul>
  12. 12. <ul><li>Nel 1999 fu pubblicato  Eye II Eye che presentò un cambio stilistico del gruppo, il quale utilizzò elementi mixati di derivazione pop e techno. </li></ul><ul><li>L'album fu ancora una volta eccellente nei giudizi della critica e del pubblico generico, che ne esaltavano ancora una volta la musicalità, la creatività e le liriche, invece fu pessimo il resoconto dei fan &quot;rockettari“. </li></ul><ul><li>Con la collaborazione della Berlin Philharmonic, il gruppo rilasciò un nuovo album,  Moment of Glory. </li></ul><ul><li>Nel 2001 gli Scorpions pubblicarono  Acoustica , album live con rivisitazioni in chiave acustica dei loro brani più celebri. </li></ul>Gli Anni Novanta
  13. 13. Ritorno alle origini (2004-2010) <ul><li>Nel 2004 gli Scorpions decisero di tornare al suono dei vecchi tempi e pubblicarono  Unbreakable , disco che presentò un sound più pesante e ben gestito che vendette più dei precedenti. </li></ul><ul><li>Il 25 maggio 2007 è uscito in tutto il mondo un nuovo album del gruppo, intitolato  Humanity - Hour 1 , il 21º degli Scorpions, che ha presentato sonorità inedite per la band e più vicine al nu metal. </li></ul><ul><li>Nel gennaio 2010 viene riportata dal sito della band la notizia che a termine della lunga tournée che seguirà il nuovo album  Sting in the Tail la band si scioglierà definitivamente chiudendo dopo quasi 50 anni la sua storia. </li></ul><ul><li>&quot;Sting in the Tail&quot; è stato rilasciato il 17 marzo 2010 (14 marzo in Grecia), e rappresenta l'ultimo album in studio degli Scorpions. Presenta un suono diverso dai suoi diretti predecessori, in quanto si avvicina molto ai suoni Hard rock/Hard n'Heavy degli anni 80, con un suono fresco e pulito e dunque moderno, una sorta di &quot;regalo di addio&quot; ai fans, in particolare a quelli di lunga data. </li></ul>
  14. 14. Stile ed influenza <ul><li>Il suono hard rock/heavy metal prodotto dagli Scorpions ispirò molte band successive a loro, come Krokus, Accept, Motley Crue, Iron Maiden e molti altri, ma soprattutto i connazionali Bonfire, considerati i veri eredi del gruppo tedesco. </li></ul><ul><li>Gli Scorpions ebbero un ruolo notevole di ispiratori, contribuendo molto alla nascita di vari sottogeneri dell'heavy metal e del rock in generale. </li></ul><ul><li>Nella sua gioventù, Rudolf Schenker si è detto molto influenzato da gruppi come i Rolling Stones, mentre Klaus Meine è stato influenzato da gruppi meno aggressivi, come i Beatles. </li></ul>
  15. 15. Un gruppo molto prolifico <ul><li>Gli Scorpions hanno rilasciato non meno di 48 album di cui 18 in studio, 3 live e 26 raccolte in 43 anni di carriera che corrisponde a circa due album ogni anno. </li></ul><ul><li>Dal 1974 al 1980, gli Scorpions rilasceranno un album ogni anno. </li></ul><ul><li>Questo gruppo è costantemente in tour e in produzione di nuovi album, il loro ultimo album è intitolato  Sting In The Tail  ed è considerato un dei loro migliori album. </li></ul><ul><li>Fatto interessante, le raccolte pubblicate dal gruppo sono solo sette:  Tokyo Tapes  (1978),  World Wide Live  (1985),  Best of Rockers 'n' Ballads  (1989),  Still Loving You  (1992),  Live Bites  (1995),  Moment of Glory  (2000) e  Acoustica  (2001). </li></ul><ul><li>Le altre furono lanciate dalle varie case discografiche a cui gli Scorpions sono appartenuti, con lo scopo di trarre profitto dalla popolarità raggiunta dalla band. </li></ul>

×