Your SlideShare is downloading. ×

Documento Requisiti_SdcExpert@Work

3,276

Published on

Published in: Business
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
3,276
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Documento Requisiti_SdcExpert@Work"

  1. 1. SPECIFICHE DEI REQUISITI SITO: SdC Experts At Work - Il social network professionale della facoltà di Scienze della Comunicazione Autori: Vincenzo De Simone Mario Di Bona Sonia Mendola Roberta Sanzani Luigi Tranchina Versione del documento: 2.0 Data di emissione del documento: 25 Giugno 2008 1
  2. 2. Indice Indice................................................................................................................................................................2 Sommario.........................................................................................................................................................5 Parte prima: Generalità....................................................................................................................................6 Il committente..............................................................................................................................................6 Situazione attuale.........................................................................................................................................8 Obiettivi generali del nuovo sito..................................................................................................................8 Obiettivi del committente........................................................................................................................9 Obiettivi editoriali....................................................................................................................................9 Utenti.........................................................................................................................................................10 Categorie di utenti.................................................................................................................................10 Obiettivi per ciascuna categoria di utenti..............................................................................................10 Personas.................................................................................................................................................12 Scenari d’uso..........................................................................................................................................17 Analisi del settore ......................................................................................................................................17 Tabelle riassuntive.................................................................................................................................24 Focus su Comunicatori.net e OnCommunity .........................................................................................34 Posizionamento competitivo......................................................................................................................37 ........................................................................................................................................................................38 ........................................................................................................................................................................39 Parte seconda: Requisiti del sito.....................................................................................................................40 Requisiti di architettura..............................................................................................................................40 Architettura informativa........................................................................................................................40 Navigazione............................................................................................................................................42 Requisiti di comunicazione.........................................................................................................................45 Identità di marca, tono e stile della comunicazione...............................................................................45 Strategia di comunicazione...................................................................................................................45 2
  3. 3. Grafica e multimedialità.........................................................................................................................47 Lingua e localizzazione...........................................................................................................................48 Requisiti funzionali.....................................................................................................................................49 Analisi delle piattaforme........................................................................................................................50 Ning........................................................................................................................................................55 Casi d’uso...............................................................................................................................................56 Sicurezza e privacy.................................................................................................................................59 Requisiti di contenuto................................................................................................................................59 Requisiti di gestione...................................................................................................................................60 Infrastruttura di esercizio del sito..........................................................................................................60 Gestione dei sistemi ..............................................................................................................................60 Gestione del sito....................................................................................................................................61 Gestione dei contenuti...........................................................................................................................61 Gestione degli utenti..............................................................................................................................61 Requisiti di accessibilità..............................................................................................................................61 Prestazioni.............................................................................................................................................62 Reperibilità............................................................................................................................................62 Compatibilità con i browser...................................................................................................................63 Accessibilità da parte di utenti disabili...................................................................................................63 Requisiti di usabilità...................................................................................................................................64 Parte terza: Requisiti di gestione progetto.....................................................................................................66 Tempi e risorse ..........................................................................................................................................66 Gruppo di progetto....................................................................................................................................66 Responsabilità del committente.................................................................................................................67 Documentazione prevista...........................................................................................................................67 Verifiche e convalide..................................................................................................................................67 Consegna finale e pubblicazione del sito....................................................................................................67 3
  4. 4. Ambiente di sviluppo..................................................................................................................................67 Appendice 1: Analisi della concorrenza..........................................................................................................68 Elenco dei siti esaminati.............................................................................................................................68 Analisi dei siti..............................................................................................................................................69 Bharatstudent .......................................................................................................................................69 Blue Chip Expert.....................................................................................................................................72 Campux..................................................................................................................................................77 Comunitàzione.......................................................................................................................................83 Facebook................................................................................................................................................85 Giovani..................................................................................................................................................91 GWC - Good Wine Comunicazione!.......................................................................................................97 ISICT....................................................................................................................................................101 La grande agenzia................................................................................................................................105 Link2 me...............................................................................................................................................107 LinkedIn................................................................................................................................................109 Oncommunity .....................................................................................................................................113 Socialaigers..........................................................................................................................................117 Social Media Lab..................................................................................................................................122 Studenti.it............................................................................................................................................125 Studenti della link................................................................................................................................131 Studenti di Parma – Live!.....................................................................................................................134 StudiLN.................................................................................................................................................139 Unilife...................................................................................................................................................143 Unispace..............................................................................................................................................145 Viadeo..................................................................................................................................................151 Xing......................................................................................................................................................154 Yahulm.................................................................................................................................................159 4
  5. 5. Appendice 2: Focus group sul Social network di SdC....................................................................................162 Metodologia e campione.....................................................................................................................162 Obiettivi generali dell’incontro............................................................................................................162 Temi trattati e bisogni emersi..............................................................................................................163 Conclusioni...........................................................................................................................................165 Caratteristiche dei partecipanti...........................................................................................................166 Sommario Il presente documento riassume i requisiti per un nuovo social network della Facoltà di Scienze della comunicazione della Sapienza - Università di Roma. Tali requisiti sono emersi dagli incontri con il dott.E. Mazzucchi nel maggio 2008, da una serie di brain storming tra i componenti del gruppo di lavoro e da un’analisi preliminare del mercato, per trarre spunti dalle best practices e individuare la concorrenza. Alcune informazioni sulla situazione attuale della facoltà provengono dai dati reperiti nel giugno 2007, nell’ambito del progetto elaborato per il corso di “Grafica e design per la comunicazione”. Per quanto riguarda la definizioni dei bisogni del target, si è proceduto alla consultazione del parere di un paio di docenti e alla conduzione di un focus group con 8 studenti della facoltà. Il documento sarà aggiornato nel corso del progetto, per includere eventuali variazioni decise in corso d’opera, poiché si è scelto un modello di progettazione di tipo iterativo. Questa seconda release ha come obiettivo la definizione dei principali requisiti del nuovo sito. La versione del documento e la sua data sono riportate in copertina. 5
  6. 6. Parte prima: Generalità Il committente La facoltà di Scienze della Comunicazione presso la Sapienza è nata ufficialmente il 7 marzo 2001. Tale data segna la fine di un percorso avviato tra gli anni ‘60 e gli anni ‘80, anni durante i quali il mondo accademico comincia a chiedersi come la comunicazione stia cambiando il mondo, la società e la vita dei singoli individui. Il preside della facoltà è il prof. Mario Morcellini. La facoltà ha tre sedi, situate in via Salaria, Caserma Sani, e alla Città Universitaria. Riportiamo alcuni dei dati numerici, reperiti grazie all’aiuto della sig. Brandimarte e relativi all’A.A. 2006/2007: Studenti: 1209 immatricolati 6465 iscritti, per un totale di 7674 studenti  Professori ordinari: 23  Professori associati: 25  Professori aggregati: 24  Docenti affidatari: 26  Docenti a contratto: 206  Collaboratori di cattedra: 415  Master primo livello: 7  Master secondo livello: 7  Personale: 12 tra tecnici e amministrativi L’idea su cui si fonda l’offerta formativa è che i processi comunicativi sono ormai alla base di ogni attività umana e, poiché sono caratterizzati da una precisa specificità, reclamano una conoscenza tecnica e un approfondimento teorico di grande solidità. La facoltà si prefigge come obiettivo primario di rispondere in modo efficace e aggiornato alla domanda di formazione posta dalla centralità dei processi di comunicazione nella società. I corsi di laurea permettono di approfondire la conoscenza dei più importanti settori della comunicazione, quali: • Comunicazione di massa • Informazione • Industria culturale 6
  7. 7. • Rapporti tra media e mutamento sociale • Nuovi consumi ( Eventi, moda, spettacoli, musica, turismo) • Pubblicità • Marketing • Comunicazione sociale • Comunicazione istituzionale e d’impresa L’offerta formativa potrà essere variata durante il corso del prossimo anno accademico, portando alla scomparsa di alcuni corsi di laurea di primo e di secondo livello ed a una riorganizzazione generale. I principali stakeholders interni sono: • Studenti (in sede, fuori sede, triennale, specialistica, quinquennale, master) • Dottorandi e dottori di ricerca • Docenti (della triennale, della specialistica,ordinari, associati, aggregati, affidatari,a contratto, professionisti, ricercatori) • Collaboratori di cattedra • Personale non docente (tecnici e amministrativi) Tra gli stakeholders esterni alla facoltà, invece, rientrano: • Diplomandi • Famiglie dei diplomandi • Docenti delle superiori • Studenti di altri atenei/facoltà • Media • Aziende • Istituzioni 7
  8. 8. Situazione attuale La facoltà possiede attualmente un sito web ufficiale, che secondo della rilevazioni effettuate nel guigno 2007, risulta essere uno dei principali canali di contatto tra gli studenti e la facoltà. Figura 1 – Risposte alla domanda “Quale è il canale che ti ha messo in contatto con la facoltà?”. Tratta da una Questionario a domande chiuse, somministrato a un campione di 20 studenti della facoltà, nel giugno 2007. Alla facoltà fanno capo anche altri siti web, come quello di Mediazone (rivista online di comunicazione e media della facoltà), o il portale Think communication (gestito dalla cattedra di “Sociologia Industriale e Post-industriale”). Inoltre, nel mese di maggio è stato lanciato Oncommunity, che si definisce il primo social network di Scienze della Comunicazione (la cui analisi è presentata successivamente). Questo progetto si occuperà della creazione di un nuovo social network per la Facoltà, che si inserisca tra le pre-esistenze, per fornire un servizio innovativo agli studenti e ai docenti. Obiettivi generali del nuovo sito A seguito degli incontri con il committente, delle discussioni con il gruppo di lavoro, di un focus group con alcuni studenti della facoltà e dell’analisi del mercato, è emersa la necessità di creare un social network di tipo professionale. Tra i requisiti stabiliti durante gli incontri col committente emerge la necessità di creare un social network che non sia accessibile a tutti gli studenti della facoltà, ma che punti sul ruolo del docente come filtro delle eccellenze mediante un sistema di selezione dei profili ammessi all’interno del network. A tal fine, l’accesso al social network sarà riservato solo a quegli studenti delle lauree specialistiche che si sono distinti per particolari meriti, generando così una comunità selezionata che punti sulla qualità piuttosto che sulla quantità dei membri. Il nuovo social network dovrà avere un elevato livello d’ufficialità, di modo che la facoltà possa fare da garante sulla qualità e la competenza degli studenti iscritti nei confronti dei pubblici esterni. 8
  9. 9. Trattandosi di un servizio ufficiale fornito dalla facoltà, si opterà per l’assenza di pubblicità all’interno del sito e per l’uso del linguaggio istituzionale in termini di branding. Occorrerà anche una sottolineatura delle differenze di status tra docenti, alunni e professionisti, ovvero le tre grandi categorie di utenti a cui il sito è rivolto. Obiettivi del committente L’obiettivo primario del committente è quello di fornire un servizio a docenti e studenti, che sfrutti le reti sociali per facilitare i contatti con il mondo del lavoro. In seconda istanza, il committente si prefigge l’obiettivo di aumentare la visibilità dei singoli curriculum studiorum, per farne emergere la specificità in mezzo al mare magnum generato dall’etichetta “Scienze della Comunicazione”. Tra gli obiettivi secondari rientra anche quello di aumentare le occasioni di interazione tra la facoltà e il mondo del lavoro. • Colmare un’attuale mancanza della Facoltà, la quale presenta da tempo l’esigenza di valorizzare le differenze tra i vari curricula delle lauree specialistiche. • Generare valore aggiunto per SdC divenendo un plus per il brand e fornendo un servizio di comunicazione innovativo ai suoi “consumatori”. • Valorizzare le differenze tra i curricula dell’offerta universitaria di secondo livello. • Favorire i contatti tra mondo del lavoro e università. • Aumentare la visibilità della facoltà all’interno del mondo professionale. • Valorizzare i risultati ottenuti dagli studenti grazie agli insegnamenti dei docenti, aumentando il prestigio della facoltà. • Sfruttare la visibilità dei laureati per dare visibilità ai singoli corsi di laurea. • Aprire una finestra per mantenere un legame tra laureati e facoltà. • Aumentare la visibilità dell’offerta formativa post-lauream. Obiettivi editoriali Lo scopo principale del nuovo sito sarà stabilire un ponte fra il mondo del lavoro e l’università attraverso la creazione e il mantenimento, da parte dei docenti interni alla facoltà di Scienze della comunicazione, di reti di studenti di secondo livello(laureandi o laureati) distinti per meriti e competenze. Gli obiettivi editoriali di tale social network, quindi, saranno: • Fornire un servizio a docenti e alunni che sfrutti le potenzialità delle reti sociali per facilitare il placement degli studenti. • Stabilire un ponte fra il mondo del lavoro e l’università ponendo il docente come mediatore e filtro delle eccellenze . 9
  10. 10. • Creare una rete professionale espressamente inerente al mondo della Comunicazione, di cui facciano parte studenti selezionati per meriti e competenze e dalla quale aziende e altri enti possono attingere risorse umane qualificate. • Creare una vetrina per i singoli studenti, in cui poter evidenziare le proprie specificità e far comprendere all’esterno il significato della sua qualifica (rispondere con prove concreate alla domanda “Cosa vuol dire essere studenti si SdC?”); • Consentire agli studenti di condividere esperienze e ampliare rapporti personali e professionali. Utenti Categorie di utenti Il sito nasce come nuovo servizio della facoltà, il cui target primario sono gli studenti di tutti i corsi di laurea specialistica e i relativi docenti. Nel contempo il sito, avendo lo scopo di creare un nuovo ponte tra il mondo del lavoro e la facoltà, vede tra i suoi interlocutori anche gli ex-studenti, i professionisti e le aziende o istituzioni in qualche modo interessate al mondo della comunicazione. La condivisione dei progetti attraverso il portfolio, e la possibilità di scambiare idee e/o ricevere consigli, insieme alla possibilità di ricevere commenti da parte di professori e professionisti, saranno i motivi che spingeranno gli studenti ad un utilizzo costante del network. I docenti a loro volta, sfrutteranno il network per trovare in maniera veloce studenti meritevoli da suggerire ai professionisti che ne fanno richiesta. Mentre le aziende saranno spinte dal desiderio di trovare a basso costo risorse specializzate e referenziate da inserire nel proprio staff. Le categorie di utenti a cui il sito è rivolto sono essenzialmente: • Studenti ed ex-studenti dei corsi di laurea specialistica • Docenti • Aziende, Media e Istituzioni Obiettivi per ciascuna categoria di utenti Dall’analisi dei bisogni del target è emerso che il nuovo social network deve principalmente: • rispondere all’esigenza manifestata dai docenti di poter reperire rapidamente i contatti alunni ed ex-alunni, e di verificarne lo stato occupazionale, in caso di segnalazioni a datori di lavoro. • rispondere all’esigenza manifestata dagli studenti di valorizzare le loro professionalità, aumentare le occasioni di contatto col mondo del lavoro, e di poter discutere o chiedere consigli a colleghi ed ex colleghi sulle proprie esperienze di stage e lavoro. La seguente tabella descrive in sintesi i bisogni di ciascuna categoria d’utenti in relazione al sito e gli obiettivi della organizzazione committente per ciascuna categoria. 10
  11. 11. # Categoria di utenti Bisogni principali degli utenti in relazione al sito Priorità Obiettivi del committente Priorità 1 Studenti Trovare contatti lavorativi alta Facilitare il placement degli studenti media 2 Studenti Valorizzare le proprie specificità/professionalità ed essere riconosciuti come degli esperti alta Valorizzare le differenze tra i curricula dell’offerta universitaria alta 3 Studenti Possibilità d’invitare professionisti già conosciuti in altri ambiti per ricevere/dare referenze media Favorire i contatti tra mondo del lavoro e università media 4 Studenti Facilitare la comunicazione orizzontale in ambito lavorativo e universitario media Fornite un servizio per favorire la comunicazione tra studenti media 5 Studenti Dare visibilità agli elaborati prodotti durante i lavori di gruppo e dare/ottenere consigli sul loro sviluppo media Valorizzare i risultati ottenuti grazie agli insegnamenti dei docenti media 6 Studenti Discutere con i colleghi su progetti/elaborati in maniera rapida ed efficace alta Fornite un servizio per favorire la comunicazione tra studenti media 7 Docenti Avere a disposizione i curriculum di alunni con competenze specifiche, da segnalare per eventuali opportunità di lavoro alta Fornire un servizio innovativo ai docenti alta 8 Docenti Valorizzare le specificità dei singoli insegnamenti e accrescere il proprio prestigio media Aumentare il valore del brand alta 9 Docenti Creare gruppi per i propri corsi e discutere con i propri studenti per aumentare e mantenere le relazioni con alunni ed ex-alunni media Colmare un’attuale mancanza della Facoltà alta 10 Aziende, media e istituzioni Pubblicare offerte di lavoro/stage e ricercare potenziali candidati (recruiting) media Aumentare le interazioni con il mondo del lavoro media 11
  12. 12. 11 Aziende, media e istituzioni Poter attingere da un database di risorse specializzate sulla comunicazione, selezionate e garantite, limitando costi di ricerca del personale. alta Aumentare la visibilità della facoltà all’interno del mondo professionale alta 12 Aziende, media e istituzioni Poter verificare le potenzialità di un candidato osservando i suoi lavori e chiedendo un parere ai suoi docenti alta Aumentare il prestigio della facoltà rendendo visibili le attività svolte dagli studenti alta 13 Ex-studenti Mantenere i contatti anche dopo la laurea, per eventuali occasioni di lavoro alta Aprire una finestra tra laureati e facoltà media 14 Ex-studenti Partecipare ad attività con i propri ex-docenti media Fornire un servizio di comunicazione agli ex studenti media 15 Ex-studenti Chiedere informazioni per eventuali master/lauree specialistiche a persone che le stanno conseguendo media Aumentare la visibilità dell’offerta formativa post- lauream bassa Personas Riportiamo di seguito una rappresentazione sintetica di utenti rappresentativi del target tipo del sito. 12
  13. 13. 13
  14. 14. 14
  15. 15. 15
  16. 16. 16
  17. 17. Scenari d’uso Scenario 1: Gabriella Capitanio Dopo aver sostenuto il suo ultimo esame a Luglio, Gabriella può dedicarsi ad un po’ di riposo e soprattutto alla stesura della sua tesi di laurea. Non avendo più corsi da seguire ed esami da sostenere, decide che in parallelo alla sua tesi può dedicarsi ad un’esperienza lavorativa che le permetta acquisire esperienze nel suo settore; con la solita voglia di fare che la contraddistingue, si mette alla ricerca di uno stage della durata massima di sei mesi che cominci a settembre. Si collega al social network della facoltà e nell’area “Jobs” si mette alla ricerca di ciò che meglio possa soddisfare i suoi desideri. Scenario 2: Gennaro Maresca Il professor Maresca crede molto nell’insegnamento, e soprattutto crede molto nel connubio docente- alunno. Per questo ha creato un gruppo sul Social network di SDC, nel quale carica dopo ogni lezione un brevissimo riassunto di quello che ha spiegato in classe, con lo scopo di fornire spunti di discussione. Il suo obiettivo è quello di invitare i suoi alunni ad interagire in primis tra di loro, scambiandosi impressioni, ed in secondo luogo con lui, cercando così di stimolare l’interesse per la sua materia. Scenario 3: Leopoldo Barbato Leopoldo cerca continuamente di essere informato, per non restare indietro e rimanere al passo coi tempi. Oltre a leggere riviste di grafica e a documentari circa gli sviluppi inerenti al suo ambito di lavoro, consulta di tanto in tanto il social network della facoltà in cui si è laureato. Nell’area “eventi” di SDC al work, va alla ricerca di avvisi riguardanti conferenze o incontri che potrebbero interessarlo, pur non essendo più uno studente. Scenario 4: Pietro Cavallo Come spesso accade nel mondo del lavoro, le grandi aziende hanno costantemente bisogno di nuove impiegati al fine di poter garantire ai propri clienti la massima efficienza. Il responsabile delle risorse umane della CLA, Pietro Cavallo, ha deciso di comune accordo con il responsabile della gestione delle finanze, di offrire a due giovani laureandi in scienze della comunicazione la possibilità di lavorare con loro. Essendo la CLA una delle aziende partner dell’Università La Sapienza di Roma, la proposta di lavoro sarà inviata alla facoltà di scienze della comunicazione dello stesso Ateneo. In “SdC Experts At Work”, nella sezione “Jobs”, gli studenti avranno la possibilità di leggere i termini dell’offerta e fare le opportune valutazioni. Analisi del settore 17
  18. 18. Subito dopo il primo colloquio col dott. E. Mazzucchi, è stata effettuata una corposa analisi dei principali siti concorrenti, al fine di comprendere il mercato e definire un posizionamento distintivo, in linea con gli obiettivi del progetto. L’analisi ha riguardato i seguenti social network: 1) Bharatstudent: http://www.bharatstudent.com/index.php Punti di forza: Punti di debolezza: 1. offerta di contenuti molto vasta (giochi, web tv, documentazione varia) 2. target molto esteso 3. numerosi strumenti a disposizione degli utenti (inglese, test vari) 4. opportunità per lavoro (part time) e studio (università straniere) 5. si attesta sia su un profilo professionale che di entertainment 1. grafica a volte caotica 2. banner pubblicitari 3. form di registrazione poco chiari 2) Blue Chip Expert: www.bluechipexpert.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. profilo molto specializzato 2. ricompensa per chi invita altri utenti che trovano lavoro 3. si rivolge direttamente agli uffici del personale delle aziende 4. l'accesso ad inviti aiuta a restringere gli utenti solo a quelli realmente interessati, senza complicare il lavoro di chi assume 1. non ha strumenti di relazione tra utenti, se non gli inviti 2. il meccanismo di ricompensa può non essere molto chiaro all'inizio 3. non ha strumenti di raccomandazione e feedback 4. ha un'esperienza d'uso per l'utente abbastanza limitata 5. non si configura come un vero social network, ma come SaaS, mancando di strumenti di condivisione e/o ambienti collaborativi 6. non fa da vetrina per i progetti e le esperienze degli utenti 7. con le aziende ha un rapporto fornitore- 18
  19. 19. cliente più che gestore-utente 8. ha un target abbastanza indefinito 3) Campux: http://www.campux.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. grafica appealing; 2. particolare attenzione al contesto universitario; 3. servizio di Dating; 4. servizio di ricerca Hotspot. 1. poco professionale; 2. simile a Facebook ma meno conosciuto; 3. ingombrante presenza pubblicitaria; 4. poca attenzione al lato didattico/professionale. 4) Comunitàzione: http://www.comunitazione.it Punti di forza: Punti di debolezza: 1. ricchezza di informazioni; 2. presenza di una mappa del sito; 3. presenza di un motore di ricerca avanzata; 4. veste grafica accattivante. 1. labelling complesso; 2. accessibilità notevole; 3. mancanza di una sezione “eventi”; 4. navigazione non intuitiva e assenza del breadcrumb. 5) Facebook: http://www.facebook.com Punti di forza: Punti di debolezza: 19
  20. 20. 1. più di 58 milioni di utenti attivi; 2. grande popolarità e diffusione; 3. disponibile in più idiomi; 4. molteplici funzioni e servizi. 1. grafica poco appealing; 2. genericità; 3. presenza di pubblicità di tipo push 4. talvolta, risulta difficile destreggiarsi fra le varie funzioni. 6) Giovani: http://www.giovani.it Punti di forza: Punti di debolezza: 1. immediato; 2. possibilità di trovare appunti; 3. possibilità di trovare informazioni sui professori; 4. semplice da usare. 1. non si trova molto materiale; 2. molti utenti non sono attivi. 7) GWC: http://www.good-wine.it Punti di forza: Punti di debolezza: 1. possibilità di condividere foto,video e appunti 2. possibilità di essere selezionato da uno degli esperto del sito (sommeliers) 3. presenza di un portfolio 1. assenza della mappa 2. mancanza di una newsletter 3. mancanza di un blog interno 8) ICT: http://isictnetwork.ning.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. molto specialistico; 2. vuole essere internazionale, 3. immediato. 1. non è ancora molto frequentato; 2. la piattaforma non permette di aggiungere più di una funzionalità nel blog. 20
  21. 21. 9) La grande agenzia: http://www.lagrandeagenzia.it Punti di forza: Punti di debolezza: 1. presenza di una newsletter, 2. forum molto attivo, 3. sezione eventi ricca, 4. possibilità di invitare un amico dalla rubrica. 1. categorizzazione delle informazioni carente, 2. accessibilità ridotta, 3. impossibilità di inserire il c.v., 4. assenza di motore di ricerca interno. 10) Link2me: http://www.link2me.it Punti di forza: Punti di debolezza: 1. ricercare competenze specifiche tra gli iscritto al sito 2. realizzare un progetto insieme ad un altro utente 3. efficacia dello stile comunicativo 1. assenza della mappa 2. mancanza di una newsletter 3. mancanza di un sezione forum-gruppi 11) LinkedIn: http://www.linkedin.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. internazionale 2. semplice da usare 3. elevata notorietà nel web 4. altamente professionale 5. possibilità di tenere monitorata in ogni momento la propria rete 1. non ha un blog 2. non è possibile inserire foto 3. non è possibile inserire i propri lavori. 12) Socialaigers: http://social.aigers.it Punti di forza: Punti di debolezza: 21
  22. 22. 1. presenza di widget provenienti da twitter, del.icio.us, flickr, digg e facebook ; 2. stile professionale; 3. forte rilievo sui profili personali; 4. presenza di un motore di ricerca degli utenti ben in vista in tutte le pagine 5. ottimo uso del tagging; 6. presenza di newsletter settimanale con offerte di lavoro. 1. assenza di una pagina con il C.V. e il portfolio; 2. basso tasso di aggiornamento delle news. 13) Somelab: http://www.somelab.ning.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. facilità nel creare un gruppo all’interno della comunità, 2. possibilità di condividere video, foto e appunti. 1. impossibilità di inserire il c.v., 2. accessibilità ridotta. 14) Studenti: http://www.studenti.it Punti di forza: Punti di debolezza: 1. immediato 2. possibilità di trovare appunti 3. possibilità di trovare informazioni sui professori 4. semplice da usare 1. non si trova molto materiale 2. molti utenti non sono attivi 15) Studenti della link: http://studentidellalink.ning.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. centrato sulla condivisione di progetti 2. possibilità di condividere la musica 3. registrazione solo su autorizzazione perché rivolto solo agli studenti della Link 1. veste grafica di basso appeal 2. assenza di un motore di ricerca per I contenuti interni 16) Studenti di Parma – Live!: http://economiaparma.ning.com 22
  23. 23. Punti di forza: Punti di debolezza: 1. si rivolge anche al futuro pubblico dell'ateneo (tramite forum) 2. registrazione quasi mai obbligatoria per essere navigato 3. caricare musica sotto forma di mp3 (utile per chi ha un gruppo proprio) 4. aggiunta di contenuti via cellulare tramite indirizzo mail personale 3. poca partecipazione 4. grafica poco curata, con colori impegnativi 5. a parte il forum, l'offerta è troppo generica rispetto all'universo dei social network 6. pubblicità 7. homepage molto poco accattivante 17) StudiLN: http://www.studiLN.it Punti di forza: Punti di debolezza: 1. Help approfondito e possibilità di fare una visita guidata prima di registrarsi 2. Tradotto in 5 lingue 3. Funzione ricorda-compleanno e foto- tagging 4. Motore di ricerca persone per Università-Facoltà 5. Possibilità di prelevare i contatti da altre rubriche 1. grafica poco curata e poco accattivante 2. accusato di ispirarsi fin troppo a facebook 3. adesso abbandonato dal gestore 4. labelling poco intuitivo 18) Unilife: http://www.unilife.it Punti di forza: Punti di debolezza: 1. labelling semplice; 2. veste grafica gradevole; 3. sezione “eventi” ricca; 4. stile comunicativo accattivante. 1. impossibilità di inserire c.v. 2. impossibilità di condividere foto, video e files, 3. accessibilità ridotta 19) Unispace: http://www.unispace.it Punti di forza: Punti di debolezza: 23
  24. 24. 1. grafica gradevole, 2. presenza di un wiki; 3. servizi di Flatsharing, Carpooling, Annunci, Tagboard 1. impossibilità di inserire c.v. 2. possibilità di condividere foto solo nel blog 3. il sito sembra poco attivo lento invio delle e-mail di attivazione 20) Viadeo: http://www.viadeo.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. condivisione video, 2. sezione cerca lavoro, 3. completezza delle informazioni 1. mancanza del motore di ricerca interno, 2. mancanza della newsletter 3. mappa presente ma non immediatamente visibile 21) Xing: http://www.xing.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. internazionale 2. elevata notorietà 3. altamente professionale 4. gestione del marketplace ottimizzata 5. possibilità di scegliere quali informazioni visualizzare immediatamente nella propria pagina 6. Possibilità di tenere monitorata in ogni momento la propria rete 7. possibilità di conoscere esperti dei settori di tutto il mondo 1. impossibilità di inserire c.v. 2. possibilità di condividere foto solo nel blog 3. il sito sembra poco attivo lento invio delle e-mail di attivazione 22) Yahulm: http://www.yahulm.com Punti di forza: Punti di debolezza: 1. strettamente pertinente rispetto i bisogni degli utenti a cui è rivolto; 2. efficace utilizzo degli RSS; 3. possibilità di scambio appunti e materiali didattici; 4. possibilità d’inserire news da parte degli utenti. 4. poche funzioni; 5. grafica poco appealing; 6. presenza di broken links; 7. non include la possibilità d’inserire foto e video 8. limitato alla sola Iulm. Tabelle riassuntive 24
  25. 25. Riportiamo delle tabelle riassuntive dei siti analizzati. L’analisi dettagliata della concorrenza è riportata in Appendice 1. Caratteristica/ funzione Bharatstudent Facebook Giovani Isict URL www.bharatstudent. com www.facebook.com www.giovani.it isictnetwork.ning.co m Target Studenti universitari indiani, sia in India che all’estero Studenti, giovani, lavoratori Giovani di tutte le età Professionisti dell’ICT, persone interessante all’ICT Obiettivi Fornire un servizio di social networking a tutti i giovani Indiani del mondo Tenersi in contatto, scambiare foto, video e link e conoscere tutto delle persone incontrate. Divenire l'interfaccia virtuale principale per i giovani italiani Divenire l'interfaccia virtuale principale per l’ICT Modello di business Gratuito previa registrazione Servizi gratuiti in cambio di dati personali. Pubblicazione di banner pubblicitari. Servizi gratuiti in cambio di dati personali, pubblicità Servizi gratuiti in cambio di dati personali non distribuiti a terzi, pubblicità tramite annunci di google Layout Fisso, 1204x768 Fisso, 1204x768 Fisso, 1204x768 Fisso, 1204x768 Homepage Struttura di navigazione Barra di navigazione globale a centro pagina; navigazione secondaria subito sotto il template, locale quando presente nella colonna di sinistra. Barra di navigazione globale in alto a desta, menu laterali Barra di navigazione globale orizzontale Barra di navigazione globale orizzontale, search box sotto. Labelling Per contenuto. Sostantivi Sostantivi Sostantivi Mappa del sito No No No No Font LucidaGrande Verdana Verdana Caratteristica/ funzione Bharatstudent Facebook Giovani Isict Colori Bianco, blu, bianco, blu Bianco, azzurro, Bianco, blu 25
  26. 26. arancione giallo Stile della com. Informale Informale e colloquiale informale formale Registrazione utenti Obbligatoria Obbligatoria Obbligatoria solo per certi contenuti Obbligatoria Acquisto online No No No No Newsletter No No No No Blog Si No Si Si Mailbox interna Si Si Si Si Forum/gruppi Si Si Si Si Eventi Si Si Si No Chat No Si No No Wiki No No No No Motore di ricerca interno Si Si Si Si Inserimento C.V. No No No No Condivisione video Si Si Si No Condivsione foto Si Si Si Si, nel profilo personale Condivisione appunti/files Si No Si (da studenti.it) No Altre Funzioni/widget Campus tv, giochi, studio all’estero (con learning center), trailer, recensioni, sfondi, occasioni lavoro part time, area “girls only” News feed, Events, Wall, Photos, Video, Chat, Status, Marketplace, Networks, Groups, Gifts, Poke. webradio Rss, calendar E-mail di recupero PW Si Si Si Si Invita un amico Si Si Si Si Piattaforma XHTML 1.0 Transitional DTD XHTML 1.0 Strict XHTML 1.0 Transitional Ning Caratteristica/ funzione LinkedIN Oncommunity Studenti di Parma Live! Campux URL www.linkedin.com oncommunity.ning.c economiaparma.ning www.campux.com 26
  27. 27. om .com Target Liberi Professionisti,lavorat ori dipendenti, manager, aziende, studenti, laureandi Studenti N.O., V.O.,lavoratori, erasmus , rappres. degli studenti, dottorandi, dottori di ricerca, assistenti, docenti, ricercatori, personale tecnico- amministrativo Studenti N.O., V.O., fuori sede, lavoratori, studenti superiori, Studenti N.O., V.O., erasmus. Obiettivi Divenire l'interfaccia virtuale principale fra i networking professionali Divenire un'interfaccia virtuale che compensi l’assenza di spazi fisici in facoltà Punto di contatto per gli studenti della facoltà, sia per lo studio che per le attività extra universitarie Alternativa a facebook. Stabilire relazioni fra studenti sia off che online Modello di business Servizi gratuiti in cambio di dati personali, servizi a pagamento per servizi plus e rendere il proprio profilo più interessante Servizi gratuiti senza scopo di lucro Gratuito previa registrazione Servizi gratuiti in cambio di dati personali. Banner pubblicitari Layout Fisso, 1204x768 Fisso, 1024x768 Fisso, 1204x768 Fisso, 1204x768 Homepage Struttura di navigazione Barra di navigazione globale in alto e in basso, navigazione secondaria colonna destra Barra di navigazione globale in alto a destra, navigazione secondaria sotto Barra di navigazione globale a centro pagina; navigazione secondaria subito sotto il template, locale quando presente a sinistra. Barra di navigazione. Menù laterale sinistro Labelling Sostantivi Semplice Sostantivi Sostantivi Mappa del sito No No No No Font Verdana Georgia e Lucida grande Verdana Lucida grande Caratteristica/ funzione LinkedIN Oncommunity Studenti di Parma Live! Campux Colori Bianco, blu Rosso, nero, bianco Blu, celeste, Grigio, bianco 27
  28. 28. arancione Stile della com. Formale Informale e colloquiale Informale e colloquiale Informale e colloquiale Registrazione utenti Obbligatoria Si Obbligatoria Obbligatoria Acquisto online Si No No No Newsletter No No No No Blog No Si Si No Mailbox interna Si Si Si Si Forum/gruppi Si Si Si Si Eventi No No No Si Chat No No No No Wiki No No No No Motore di ricerca interno Si Si Si Si Inserimento C.V. Si No No No Condivisione video No Si Solo nel blog Si Condivsione foto Si, nel profilo personale Si Si Si Condivisione appunti/files No No Forum No Altre Funzioni/widget RSS dal blog Linkedin, Outlook Toolbar, Browser Toolbar, JobsInsider, Widgets Completa personalizzazione della pagina personale, possibilità di inserire i propri widget Personalizzazione pagina, aggiungere contatti come amici, aggiungere mp3 dal proprio pc Marketplace, Posted items, Notes. E-mail di recupero PW Si Si Si Si Invita un amico Si Si Si Si Piattaforma HTML 4.01 Transitional Ning XHTML 1.0 Transitional XHTML 1.0 Transitional Caratteristica/ funzione Socialaigers Somelab Studenti della link StudiLN URL social.aigers.it somelab.ning.com studentidellalink.ning .com www.studiln.it 28
  29. 29. Target Laureati in Ingegneria Gestionale dell'Università di Roma la Sapienza Accademici, ricercatori, giornalisti, imprenditori ed esperti del settore. Studenti appartenenti all’associazione della Link Campus Studenti di tutta Europa Obiettivi Network di laureati e professionisti per creare nuove relazioni a cura dell'Associazione Ingegneria Gestionale dell'Università di Roma la Sapienza Promuovere una serie di incontri formativi sul web 2.0 Condividere progetti, esperienze e creare reti sociali. Realizzazione di una rete di persone e amici reali Modello di business Servizi gratuiti senza fine di lucro Servizi gratuiti in cambio di dati personali. Servizi gratuiti senza fine di lucro Servizi gratuiti in cambio di dati personali Layout Fisso, 1024x768 Fisso, 1024x768 Fisso, 1024x768 Fisso, 800X600 Homepage Struttura di navigazione Barra di navigazione globale in alto. Barra di navigazione globale Barra di navigazione globale in alto e la navigazione secondaria compare sotto. Barra di navigazione globale in alto, navigazione secondaria nella colonna a sinistra Labelling Mix Inglese- Italiano Sostantivi Semplice A volte poco chiaro Mappa del sito No No No No Font Verdana Times New Roman Verdana Verdana Colori Blu e bianco Blu, bianco e nero Nero, verde, bianco Bianco e rosso Stile della com. Formale e professionale Essenziale Informale e colloquiale Informale e colloquiale Registrazione utenti Obbligatoria Non obbligatoria Si Obbligatoria Caratteristica/ funzione Socialaigers Somelab Studenti della link StudiLN Acquisto online No No No No Newsletter No No No No Blog Si di gruppo No Si No 29
  30. 30. Mailbox interna No No No Si Forum/gruppi No Si Si Si Eventi Si No No Si (Megafono) Chat No No No No Wiki No No No No Motore di ricerca interno Si Si Solo utenti Si Inserimento C.V. No No No No Condivisione video No Si Si No Condivsione foto Si Si Si Si Condivisione appunti/files No Si No No Altre Funzioni/widget Widget provenienti da twitter, del.icio.us, flickr, digg.com e facebook Invio messaggi ad altri utenti Condivisione Musica Aiuto, Visita guidata, Ricorda compleanno E-mail di recupero PW Si Si Si Si Invita un amico Si Si No Si Piattaforma Ning XHTML 1.1 Ning XHTML 1.0 Transitional Caratteristica/funzio ne Good-wine Link2me Viadeo Blue chip expert URL www.good-wine.it www.linktome.it www.viadeo.com www.bluechipexpert. com Target agenzie per la comunicazione e per lo spettacolo, liberi Grafici, designer, webmaster, seo, pubblicitari, Studenti, appassionati ed esperti del mondo Professionisti, responsabili h.r. 30
  31. 31. professionisti fotografi, consulenti, aziende e chiunque lavori nel mondo della comunicazione e del web. della comunicazione Obiettivi Fare emergere nuovi talenti nell’ambito della comunicazione Far partecipare gli utenti a progetti collaborativi, pubblicare articoli di settore, segnalare risorse, instaurare nuovi rapporti professionali Creare una rete di contatto professionale fra gli utenti Collegare professionalità di alto livello con il mondo dell'impresa Modello di business Servizi gratuiti in cambio di dati personali solo per il livello basic. A pagamento per il livello Pro. Servizi gratuiti in cambio di dati personali Servizi gratuiti in cambio di dati personali Per chi assume un professionista del network, è previsto il pagamento di una fee pari al 3% del primo anno di stipendio (in Usa minimo 3000$). Layout Fisso Fisso Fisso Liquido, 1204x768 Homepage Struttura di navigazione Barra di navigazione globale in alto a sinistra Barra di navigazione globale in alto a sinistra Barra di navigazione globale centrale Barra di navigazione globale in alto a desta. Schedario per orientare l'utente Labelling Sostantivi e verbi Sostantivi Sostantivi Sostantivi Mappa del sito No No Si No Font Times New Roman Times New Roman Times New Roman Courier new Caratteristica/funzio ne Good-wine Link 2 me Viadeo Blue chip exprert Colori Azurro, bianco, grigio chiaro Bianco, azzurro Bianco, azzurro Blue, marroncino, nero Stile della com. Semplice ed immediato Efficace Semplice ed immediato formale Registrazione utenti Non obbligatoria Obbligatoria per chi obbligatoria Obbligatoria 31
  32. 32. vuole erogare contenuti Acquisto online No No No No Newsletter No No No No Blog No No No No Mailbox interna Si Si Si NO Forum/gruppi Si No Si No Eventi Si No Si No Chat Si No Si No Wiki No No No No Motore di ricerca interno Si Si No Si Inserimento C.V. Si Si Si Si Condivisione video No No Si No Condivsione foto Si No Si No Condivisione appunti/files Si Si Si No Altre Funzioni Vino veritas, Scopri i talenti regionali Proponi il tuo progetto, Cerca le competenze degli utenti Ricerca di ex allievi, Fai una domanda ad un esperto Inserimento dettagliato del cv, ricerca lavoro molto settoriale E-mail di recupero PW Si Si Si Si Invita un amico Si Si Si Si Piattaforma Text Java script XTML 1.0 Transitional HTML 4.01 Transitional HTML 1.0 Transitional + Javascript Caratteristica/ funzione Comunitazione La grande agenzia Xing URL www.comunitazione. it www.lagrandeagenzi a.it www.xing.com 32
  33. 33. Target Laureati,laureandi ed esperti-appassionati di tecniche comunicative applicate al marketing Free lance, agenzie associazioni, web agency, televisioni e media in generale Principalmente liberi professionisti,lavorat ori dipendenti, manager, aziende, ma anche studenti e laureandi Obiettivi Creare un megablog, dove ogni utente può creare il proprio spazio, con tanto di profilo, e la possibilità di pubblicare i propri testi. La grande agenzia è l’evoluzione del sito Comunitazione.it e vuole essere il punto di incontro da parte degli imprenditori della comunicazione Divenire l'interfaccia virtuale principale fra i networking professionali, con la particolarità di potersi differenziare per lingua Modello di business Servizi gratuiti in cambio di dati personali. Sponsorizzazione di fiere ed eventi con i quali farsi pubblicità Servizi gratuiti in cambio di dati personali, servizi a pagamento per servizi premium Layout Fisso, 800x600 Fisso, 800x600 Fisso, 1024x768 Homepage Struttura di navigazione Barra di navigazione globale in alto al centro ed in alto sulla destra Barra di navigazione globale Barra di navigazione globale orizzontale search box in alto a destra Labelling Sostantivi e verbi Sostantivi e verbi Sostantivi Mappa del sito Si No Si, sotto forma di link Font Arial Arial Verdana Colori Azurro, bianco, arancione Prevalgono l’arancione, il bianco ed un viola chiaro Bianco, verde Caratteristica/ funzione Comunitazione La grande agenzia Xing Stile della com. Semplice ed efficace Efficace Formale Registrazione utenti Non obbligatoria Non obbligatoria Obbligatoria Acquisto online No No Si 33
  34. 34. Newsletter Si Si Si Blog Si No No Mailbox interna Si No Si Forum/gruppi Si Si Si Eventi No Si SI Chat No No No Wiki No No No Motore di ricerca interno Si No Si Inserimento C.V. Si No Si Condivisione video Si No No Condivsione foto Si No No Condivisione appunti/files Solo nel blog di comunicazione.it No No Altre Funzioni Gruppi di ricerca, sportello online stage&work Invio messaggi ad altri utenti Mappe (per visualizzare i contatti sulla mappa); versione mobile (sito ottimizzato per cellulari e PDA e/o applicazione dedicata) E-mail di recupero PW Si Si Si Invita un amico Si Si Si Piattaforma XHTML 4.0 Transitional XHTML 4.0 Transitional XHTML 1.0 Transitional Focus su Comunicatori.net e OnCommunity Le due realtà social di Scienze della Comunicazione sono il forum Comunicatori.net e Oncommunity. 34
  35. 35. Figura 2 - Screenshot di Comunicatory.net Comunicatori.net è stato aperto nel 2003 durante i periodi di protesta, da uno studente-lavoratore per sopperire, anche se solo virtualmente, alla carenza di spazi per l’aggregazione tra studenti. È diviso in varie aree: quelle didattiche, in cui ci sono anche simpatici riassunti dei vari libri di testo; l’area varie; l’area per le uscite, le aree per i problemi della facoltà e per le proposte di miglioramento. Non è un canale ufficiale della facoltà, e per questo è spesso valvola di sfogo – a volte immotivata ed eccessiva - degli studenti nei confronti della facoltà. Una peculiarità è la forte moderazione sia d’indirizzo che censoria, che poco si addice a un forum non ufficiale. Attualmente si presenta come un contenitore di appunti e di domande finalizzate per lo più alla riuscita dell’esame. Il traffico sul sito è diminuito nel tempo, oggi si anima solo durante le sessioni d’esami, dove molti chiedono notizie e solo pochi si prendono la briga di dare risposte. L’interazione generalmente è tra i soliti frequentatori abituali, mentre le matricole tendono a un ruolo meno attivo di “lukers”. OnCommunity si presenta come “l’unica realtà 2.0 di SdC”. Nasce da una costola di Think Communication, laboratorio sulla comunicazione d'impresa della Facoltà di Scienze della Comunicazione, all'interno delle cattedre di “Sociologia industriale e post-industriale” e di “Sociologia del lavoro”. Ad oggi, Oncommunity conta: • 103 membri • 169 fotografie • 115 music tracks • 45 videos 35
  36. 36. • 24 discussions • 67 blog posts Per incrementare il senso di community, il 29 giugno 2008 è stato organizzato l’Oncommunity Day, evento in cui gli studenti si sono incontrati e hanno discusso su alcune tematiche relative al network. Molto ricorrente durante l’evento è stato il paragone con Comunicatori.net, oggetto anche di un video promozionale in cui i due portali e relative features vengono messi a confronto. La dichiarazione di Oncommunity come spazio aperto alla condivisione senza filtri, e il successivo intento di tenere una linea editoriale che eviti le domande tipiche del forum, e in generale quell'approccio "utilitaristico" al sito, sembrano vagamente contradditori. L'idea della community è quella di supplire con un ambiente virtuale alla carenza di spazi di aggregazione all'interno della facoltà. Si tratta quindi di un luogo di espressione, condivisione e scambio di contenuti senza filtro, aperto a tutti gli studenti di SdC (ma anche ad esterni). Nel breve periodo Oncommunity si prefigge lo scopo di diventare un luogo di supporto alla didattica, in un'ottica più impegnata rispetto a quanto offerto attualmente dal forum Comunicatori.net. I fondatori inoltre auspicano in generale un utilizzo più “impegnato” di questo strumento da parte degli utenti, sperando cioè che accanto a materiale leggero possano trovare spazio discussioni, articoli e altro materiale divulgativo sui temi della comunicazione – in particolare marketing e impresa. Per il futuro lo staff del network si propone di creare veri e proprio gruppi di studio online e di cercare accordi con i professori per l'inserimento di podcast con sintesi video delle lezioni, nonché creare rapporti più stretti con le cattedre per creare dibattiti e interconnessioni tra lo studente ed il professore, così da permettere chiarimenti in tempo reale e confronti “face to face”. La vision è a puntata abbastanza sul breve periodo e contempla l'adesione al progetto del maggior numero possibile di studenti e professori. In questa prima fase sussiste quindi una doppia dimensione di OnCommunity: una prima editoriale, impegnata a produrre materiale che attragga gli studenti; un'altra di gestione degli utenti, che monitora e gestisce i contenuti prodotti da questi ultimi. A differenza del forum, OnCommunity si propone di svolgere una funzione “editoriale”, ossia una moderazione sul tipo di utilizzo che verrà fatto di questi strumenti didattici. Questo per farne uno strumento di supporto e non un semplice mercato di domande e risposte. Questa diversità è stata rappresentata durante l’OnCommunity day da un breve video nel quale ironicamente si sottolineano le differenze sostanziali dei due strumenti mediali e la necessità di rinnovamento, percepita e attuata da OnCommunity rispetto al modello forum. In conclusione si può affermare che OnCommunity è un social network proiettato esclusivamente sulla vita universitaria, e sulle esperienze che si fanno durante questo periodo, accompagnando gli utenti nel corso degli studi. Lo stesso dicasi per Comunicatori.net che, nel suo essere una bacheca di servizio, è ancora più schiacciato in questa prospettiva puramente "universitaria". Un network più professionale, come quello oggetto di questo progetto invece, accompagna gli stessi utenti in un momento successivo, di transizione, dallo studio al lavoro, e per questo opera su un periodo di tempo 36
  37. 37. diverso nella vita degli studenti - che è quello in cui le discussioni e la teoria non interessano più tanto, quanto piuttosto come far sapere al mondo cosa i comunicatori sanno fare e perché possono ricoprire certi ruoli. Da questo punto di vista le 3 cose quindi non si escludono, eccetto che nel caso di Oncommunity è difficile trovare un plus rispetto a tutti gli strumenti di espressione già esistenti, mentre nel nostro caso il Social network sarebbe un ottimo aggregatore di professionalità a buon mercato, con tanto di progetti svolti e "certificazione" dei docenti, con possibilità immediata di entrare in contatto senza tanti intermediari. Posizionamento competitivo Successivamente all’analisi abbiamo effettuato un mapping dei siti in esame, sulla base delle seguenti dimensioni: 1. sull’asse orizzontale: • Professionale, che comprende tutti quei siti rivolti allo scambio di contatti e pareri professionali, dallo stile grafico sobrio e un tono più formale. • Amicale, che riguarda i siti dal tono più colloquiale e informale, quasi scherzoso, dal design variopinto e più orientati alla ricerca di rapporti amicali. 2. sull’asse verticale: • Pluridimesionale, ossia quei siti più generalisti che si rivolgono a categorie eterogenee di utenti. • Monodimensionale, sono quei network con un target più specifico, a volte chiusi, collegati a uno specifico ente o facoltà. 37
  38. 38. Figura 3 - Mapping dei siti analizzati Sulla base sell’analisi del mercato e degli obiettivi del sito, si è scelto di posizionare il nuovo social network nel quadrante Professionale-Monodimensionale, speculare al network “Oncommunity”, dal quale ci si differenzia per un tono più serio e specialistico, più vicino a siti come LinkeIn, piuttosto che Facebook, ma più specifico, perché comprendente soltanto gli interessati alla comunicazione. 38
  39. 39. Figura 4 - Posizionamento del nuovo sito Riportiamo in sintesi i caratteri distintivi del nuovo social network che ne giustificano il posizionamento scelto: • è un social network di tipo professionale”monodimensionale” perché: o è espressamente dedicato al mondo della Comunicazione, o è accessibile solo agli studenti meritevoli delle lauree specialistiche, selezionati e garantiti dalla Facoltà. • è focalizzato sui rapporti tra docenti, studenti ed ex-studenti dell'Università e il mondo del lavoro. • attribuisce di un ruolo chiave al docente come ponte e garante delle professionalità degli studenti. • è indirizzato ad una rete professionale specifica inerente il mondo della comunicazione, grazie alla quale gli utenti possono condividere esperienze e ampliare rapporti personali e professionali con tutti i membri della community. • nasce all’interno della facoltà per mano di studenti. 39
  40. 40. Parte seconda: Requisiti del sito Requisiti di architettura Architettura informativa Riportiamo la scaletta logica dei contenuti del sito1 , che ha lo scopo di organizzare i contenuti informativi del sito in categorie creandone una struttura gerarchica. Precisiamo che non si tratta della mappa del sito poiché non descrive la struttura di navigazione. • Home o Invita o Profilo  Curriculum  Informazioni azienda  Informazioni docente  Contatti  Portfolio o Membri  Motore di ricerca o Area personale  Modifica impostazioni  Widget personali  RSS o Eventi  Eventi personali o Jobs  Lavoro Cerco 1 Come si vedrà in seguito, per lo sviluppo del sito verrà scelto Ning. La scelta di Ning come piattaforma ha però creato dei problemi in sede di definizione dell’architettura informativa del sito, poiché essa nasce come piattaforma poco strutturata. Abbiamo quindi dovuto piegare la sua struttura alle nostre esigenze, personalizzando alcuni moduli, almeno nel loro labelling, per cercare di rispettare i requisiti funzionali necessari per la realizzazione degli obiettivi progettuali. Non sempre tale escamotage si è rivelato efficace, ed è questo uno dei motivi che ci porterà a puntualizzare che sarebbe più opportuno - in una seconda release del sito - utilizzare un’altra piattaforma, come Drupal. 40
  41. 41.  Lavoro Offro  Stage Cerco  Stage Offro  Tesi in azienda  Contest per premi di laurea  Chiamate di ricerca  Motore di ricerca o Gruppi  Gruppi personali  Forum gruppi o Help  FAQ o Informazioni sul network Per i servizi che il social network vuole offrire ai suoi utenti è opportuno avere sezioni che raggruppano i diversi contenuti come segue: • Home: questa è la porta di ingresso del sito. Qui è possibile avere una panoramica delle novità che afferiscono al contesto della facoltà. • Invita: sezione dedicata esclusivamente alla pubblicizzazione del sito • Profilo: sezione in cui gli utenti potranno gestire il loro curriculum, i contatti e inserire il proprio portfolio, ovvero i propri lavori/progetti/articoli. Nel caso in cui gli utenti siano aziende o docenti, essi potranno inserire le informazioni relative alla propria attività e alle opportunità che possono offrire agli studenti. • Membri: sezione in cui è possibile visualizzare i membri del network e accedere alle loro schede utente • Eventi: sezione in cui i membri del network inseriranno gli eventi e avvisi afferenti alla facoltà e al mondo della comunicazione • Jobs: sezione dedicata al contatto con il mondo del lavoro, in cui trovare/inserire annunci di lavoro e stage dalle aziende, premi di laurea e chiamate di ricerca dai docenti • Gruppi: sezione dedicata ai gruppi che vengono formati all’interno del network; dai gruppi afferenti alle cattedre, a quelli dei vari curricula e a quelli dedicati alle competenze personali • Help: sezione in cui viene spiegato il funzionamento del social network, come inserire il proprio curriculum, i propri lavori e/o articoli, e dove è possibile trovare le FAQ. Le pagine del network sono visibili a tutti, ma per poter inserire il curriculum e i propri lavori, l’utente dovrà autenticarsi, dopo essersi registrato. La registrazione dovrà essere diversificata per le tre categorie di utenti che sono state previste, ovvero studenti, docenti, aziende. Gli studenti potranno inserire, seguendo i form previsti, il loro curriculum vitae 41
  42. 42. nonché inserire attraverso l’apposito widget uno spazio che rimanda al proprio profilo su linkedIn. I docenti e le aziende potranno altresì inserire informazioni che ritengono più opportune per presentarsi agli studenti. La sezione profilo è il cuore del social network, in quanto permette allo studente di inserire non solo il proprio curriculum vitae, ma anche di allegare nella sezione portfolio i propri lavori o articoli prodotti durante il percorso di studi o in esperienze extra universitarie, per dare mostra delle proprie capacità e competenze. Inoltre, sarà possibile per i docenti, o anche per le aziende che decidano di registrarsi, lasciare dei commenti o delle raccomandazioni al curriculum dello studente nonché ai singoli lavori. Altra area importante del social network è la sezione Jobs, dove mondo del lavoro e studenti possono incontrarsi attraverso le sottoaree Lavoro Offro e Lavoro Cerco, Stage Offro e Stage Cerco. Qui anche i docenti potranno inserire chiamate per i dottorati di ricerca interni alla facoltà. Inoltre, in una nuova release del sito (e con la collaborazione di uno sviluppatore) si potrebbe aggiungere un motore di ricerca che permetta agli studenti di trovare le offerte che più interessano fra gli annunci inseriti del social network stesso, ma anche nel database dell’Afe o di SOUL (se vi sarà la possibilità di ottenere l’accesso ai database). Navigazione Per la tipologia di comunità che si vuole ottenere pare essere utile ispirarsi a social network altamente professionali come LinkeIn e a social network a forte vocazione istituzionale come l’I.S I.C.T. Social network. Risulta utile in particolare ricalcare la struttura di Linkedin, soprattutto per quanto riguarda la disposizione dei contenuti nella pagina dei membri, poiché mette subito in risalto il curriculum vitae dell’utente. 42
  43. 43. Figura 5- Pagina Utente di LinkedIn Per quanto riguarda la strutturazione generale delle pagine, invece, condividendo la sua stessa piattaforma, nonchè il linguaggio altamente formale, sarà utile prendere spunto da l’I.S I.C.T. Social network. Figura 6- Home Page I.S.I.C.T. Social Network 43
  44. 44. Dunque, le pagine conterranno la barra di navigazione globale orizzontale in alto, presente in ogni pagina e da cui sarà possibile accedere a tutte le sezioni: : Invita, Profilo, Membri, Eventi, Jobs, Gruppi e Help. La navigazione globale dovrà seguire la modalità a schedario per accedere ai menu di navigazione secondari, ove presenti come nella sezione Profilo, che avrà le sottosezioni Contatti e Portfolio e Blog. Sarà presente un’area nelle pagine che permette l’autenticazione degli utenti, che una volta loggati visualizzeranno al suo posto un menu utente dove modificare le proprie impostazioni. Quest’ area avrà una posizione fissa in ogni pagina. La homepage dovrà avere ben visibile il logo della Sapienza legato a Scienze della Comunicazione e in essa saranno visualizzati gli ultimi News ed Eventi, ai quali sarà possibile accedere direttamente. Sarà inoltre opportuno che in ogni pagina sia presente un Help che aiuti l’utente a muoversi nel social network e contenga informazioni utili sulla compilazione della propria pagina. Un’ipotesi di homepage è: Figura 7 - Wireframe dell'homepage ipotizzata Il sito (e quindi prototipo di navigazione) dovrà, inoltre, rispettare i seguenti requisiti: • Assenza di scroll orizzontali alla risoluzione prioritaria 1024x768. • Spazi adeguati ai contenuti in rapporto alle strutture i servizio. • A bassa risoluzione non devono saltare parti importanti del sito (visibili solo con lo scroll). • Al variare della risoluzione i menù importati devono restare visibili e la dimensione dei caratteri rimanere leggibile. • Durante la navigazione le voci devono mantenere sempre la stessa risoluzione relativa. 44
  45. 45. • Le gabbie devono esser tra loro coerenti. • Durante la navigazione deve essere facile mantenere l’orientamento. • I titoli delle pagine devono essere coerenti con le etichette. Requisiti di comunicazione Identità di marca, tono e stile della comunicazione “SdC Experts At Work” si configura come un Social network volto a rappresentare un luogo d’incontro fra studenti, aziende e docenti. In virtù degli obiettivi definiti in fase strategica, si è puntato alla creazione di un’identità e di un linguaggio visivo efficace, ma al tempo stesso corrispondente alle aspettative degli utenti per i quali il servizio è pensato. In sintesi, si è cercato d’includere all’interno le seguenti caratteristiche, giudicate rilevanti: • Professionalità • Qualità • Expertice • Praticità • Contemporaneità • Coerenza con il sistema identitario della “Sapienza - Università di Roma” (ma al contempo orientato al riconoscimento di un proprio spazio di autonomia) Strategia di comunicazione Dal 2007 la Sapienza ha introdotto un sistema d’identità visiva allo scopo di semplificare e rendere più efficace l’attività di comunicazione. Il nuovo sistema d’identità vuole garantire riconoscibilità, visibilità e unicità a ogni ambito dell’attività istituzionale della Sapienza, e uniformare il modo di proporsi dell’ Ateneo e di tutte le sue realtà (atenei federati, facoltà, dipartimenti), esaltandone al contempo la molteplicità e la comune appartenenza. Tutto ciò si ricollega a una mission che dichiara l’intento dell’ istituzione, ovvero contribuire allo sviluppo della società della conoscenza attraverso la ricerca, la formazione di eccellenze e di qualità, e la cooperazione internazionale. Dato il carattere d’ufficialità che si vuole conferire al progetto in esame, si è scelto di evidenziare la relazione con l’identità visiva della Sapienza tramite l’utilizzo d’alcuni elementi di tale sistema identitario, quali: • Marchio e logotipo • Colori istituzionali • Convenzioni di scrittura dei testi 45
  46. 46. Marchio e logotipo L’architettura di brand della Sapienza segue il modello “monolitico” in cui l’Ateneo è l’unico soggetto dotato di identità e diverse sottorealtà sono identificate da un descriptor che accompagna il logo. L’emblema della Sapienza è costituito da un ovale, di colore porpora, nel quale sono inscritti un cherubino, sovrastato da una fiammella, e la dicitura Studium Urbis, entrambi di colore oro. Il cherubino è il marchio storico dell’università di Roma, simbolo dello stupore della conoscenza, mentre il nome è semplificato nel logotipo, dalla formula “Sapienza Università di Roma”. I due elementi formano il marchio/logotipo della Sapienza, declinato in formati per ogni applicazione grafica (carta intestata, brochure, web ecc.). Figura 8 - Logotipo "Sapienza Università di Roma" Il marchio della Sapienza Università di Roma è un marchio registrato, di proprietà esclusiva dell’Università e può essere utilizzato, insieme con il sistema d’identità, da tutta la comunità universitaria, dalle strutture amministrative, didattiche e di ricerca per attività didattiche, scientifiche e promozionali. L’uso del marchio/logotipo è disciplinato da un protocollo d’uso. La nuova denominazione “Sapienza Università di Roma” è valida per tutti gli usi di carattere comunicativo, scientifico e didattico. Limitatamente agli atti di carattere amministrativo o legale è prevista la sopravvivenza della vecchia denominazione giuridica (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”) eventualmente in abbinamento alla nuova dicitura. 46
  47. 47. Colori istituzionali Figura 9 - Colori istituzionali Alla base dell’identità visiva della Sapienza, vi è l’utilizzo costante dei colori istituzionali Rosso, Oro, Nero e Bianco. Il Marchio può essere riprodotto con i colori di quadricromia usati secondo le percentuali indicate. Quando le riproduzioni avvengono con processi diversi dalla stampa, è necessario convertire i colori nel codice cromatico equivalente. Nella tabella sono indicati i codici PMS (Pantone® Color Bridge™ Coated EURO) utili per la stampa a tinte piatte, i codici 3M (utilizzabili per la riproduzione a mezzo pellicole autoadesive), i codici RAL (utilizzabili per la stampa a mezzo vernici) e i corrispondenti valori RGB ed HTML per il video e internet. Convenzioni di scrittura dei testi Con il nuovo sistema d’identità è stato adottato anche un insieme di convenzioni riguardanti la scrittura dei testi (maiuscole e minuscole, abbreviazioni ecc.) che puntano alla massima leggibilità. Tali suggerimenti per la scrittura sono stati elaborati con la collaborazione scientifica d’alcuni docenti della Sapienza e tengono conto delle indicazioni di comunicazione interistituzionale dell’Unione europea. Grafica e multimedialità Si opterà per un layout della pagina di tipo fisso, ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 che rientra tra le più comuni. Il vantaggio di questo tipo di layout è il controllo preciso sulla dimensione dei blocchi della pagina, che permette di costruire design anche complicati senza doversi preoccupare di come verranno visualizzati dall’utente finale. 47
  48. 48. Lo stile Web 2.0 Il Web 2.0 non ha portato solo un’innovazione dello sviluppo (centralizzata sull’utente) e fruizione di Internet (con il concetto di partecipazione, intelligenza collettiva, etc.) ma anche un restyling grafico e la definizione di uno standard stilistico caratterizzato in generale dalla scelta di colori pastello, ombre e font in grassetto. Ben Hunt di “Web Design from Scratch” ha scritto un articolo molto interessante intitolato “Web 2.0 how-to design style guide“, in cui sono espressi i punti chiave della grafica 2.0: • Semplicità; • Layout centrato; • Pochi incolonnamenti; • Separazione della parte superiore; • Utilizzo di aree solide; • Navigazione semplice; • Loghi corposi; • Font grandi; • Enfasi sul testo importante; • Colori forti; • Superfici “ricche”; • Gradienti; • Riflessioni; • Icone graziose; • Star flashes. Questo tipo d’uso del colore, è stato associato al Social network diventando così un paradigma in sé. Andy Bennett, esperto designer della Head London afferma: “Lo stile Web 2.0 è stato influenzato dalla tecnologia, portando i designer all’attuale utilizzo degli stili CSS e mostrando quanto possono essere potenti e versatili. Credo che l’intento originale dello stile Web 2.0 fosse quello di creare qualcosa che sembrasse un’esperienza ricca e futuristica – l’uso di colori chiari e vivaci impiegati con parsimonia su sfondo bianco, sfumature, riflessi, caratteri, ombre, il tutto con dimensioni generose.” Sono queste le linee guida a cui ci si dovrà attenere nella fase di Visual design. Lingua e localizzazione 48
  49. 49. Il network è al momento previsto esclusivamente in lingua italiana, ma trattandosi di un social network professionale, una seconda release, potrebbe essere opportuna la traduzione in lingua inglese. Requisiti funzionali Il nuovo social network dovrà presentare le seguenti funzionalità: • Funzione di registrazione, che permetta agli utenti di inserire i propri dati e iscriversi sul sito. • Funzione per il log-in. • Sistema di recommendation dei singoli utenti per inserire autorevoli referenze sul curriculum degli studenti, con un breve giudizio sulle sue competenze e qualità. • Statistiche e trackback delle visite per ogni profilo. • Funzione perla gestione del profilo personale. • Profili differenziati per aziende, docenti e studenti, che comprenda oltre a una differenziazione grafica netta anche un pannello di controllo diversificato. Il profilo degli studenti deve contenere anche uno spazio per caricare il proprio portfolio personale con progetti elaborati o altro materiale (ad esempio usando l’embedding o caricando direttamente il file). • Funzione ”Blog”, in cui gli studenti possano trattare argomenti inrenti alla comunicazione e mettere in mostra le proprie capacità. • Funzione creazione gruppi, in cui poter discutere argomenti relativi ai diveri corsi di laurea o a diverse tematiche, i quali possono essere creati anche dagli utenti. • Sistema di “invitation”, dedicata alla crescita della community, con opportune restrizioni di accesso (gli studenti potranno essere invitati solo dai professori, che sceglieranno solo quelli più meritevoli, mentre i professionisti potranno essere invitati sia da studenti che dai docenti). Sarebbe opportuno generare la possibilità d’invitare professionisti, importandoli da linkedin con opensocial. • Mailbox interna, per lo scambio di comunicazioni private tra i membri. • Funzione per visualizzare i membri del network, accedere alle loro schede e di navigare lungo le reti dei propri contatti, visualizzando all’infinito gli amici degli amici. • Funzione per trovare ed inserire offerte di stage e lavorative, opportunità di tesi in azienda o chiamate di ricerca. Dentro questa sezione occorrerebbe aggiungere un motore di ricerca capace di interfacciarsi con DB di Soul e/o dell’ AFE, o altri organi della Sapienza che si occupano del placement degli studenti. • Funzione per la gestione della propria rete, che consenta di aggiungere/eliminare contatti dalla propria rete. • Funzione per pubblicare avvisi da parte della redazione. 49
  50. 50. • Funzione per pubblicizzare gli eventi più interessanti afferenti al tema del network. • Funzioni di back office, riservate agli amministratori per la gestione della sito. Alcune di queste funzionalità saranno assenti o parzialmente realizzate nel prototipo funzionale oggetti di questa release ,a causa di limitazioni della piattaforma e della assenza all’interno del team di progetto di un esperto di programmazione PHP. È però auspicabile la presenza di tutte le funzionalità sopracitate in una release successiva. Analisi delle piattaforme Tra i vincoli di progetto espressi dal committente vi è quello di realizzare il social network utilizzando la piattaforma Ning come servizio, che consente non installare il prodotto su un proprio server, gestire gli aggiornamenti e gli aspetti sistemistici e di non dover necessariamente agire sul codice sorgente, con notevoli risparmi di tempi e di costi. Nonostante ciò abbiamo effettuato un’analisi delle diverse possibilità che si presentano per la progettazione di un social network. Per implementare un social network le strade a disposizione sono essenzialmente quattro: 1. Crearlo da zero. Ciò è possibile solo affidandosi ad una web agency con le competenze necessarie o avvalendosi di un team di programmatori e web designer capaci di utilizzare linguaggi quali PHP, Ajax e MySql. Ma in tal caso si possono ottenere ottimi risultati avendo a disposizione un budget consistente. 2. Rivolgersi a compagnie white labeled specializzate nella realizzazione di social networking. Anche qui è spesso necessario un discreto budget e vi è il limite “geografico”, essendo aziende che operano solo negli USA. 3. Usare un CMS open source come Drupal e Joomla! che hanno moduli ed estensioni in grado di trasformarli in social network. Forse questa è la strada migliore per progetti di media grandezza, avendo richieste accettabili in termini di competenze tecniche e di budget e garantendo buone possibilità di personalizzazione, scalabilità ed integrazione con servizi esterni. 4. Ricercare compagnie che offrono una piattaforma online e strumenti per il fai da te, che permette di costruire facilmente una rete sociale. Velocità e semplicità d’uso (oltre che il costo zero per le soluzioni base) sono i lati positivi, mentre scarse capacità di personalizzazione e proprietà dei dati (che rimangono della compagnia) sono quelli negativi. Tra questi Ning è la più famosa. A causa di budget e tempi e ridotti, oltre che dei vincoli imposti dal committente, abbiamo scartato le prime due alternative e analizzato i principali prodotti appartenenti alle seconde due. Dall’analisi si è subito rilevata una tendenza dei produttori a fornire gratuitamente solo strumenti di social networking di base (es. moduli per lo sharing di foto, audio e video), mentre è più difficile realizzare un social network di tipo professionale senza l’apporto, a pagamento, di una compagnia specializzata al loro sviluppo. 50
  51. 51. Riportiamo di seguito i profili delle piattaforme più utilizzate per lo sviluppo di un social network. DRUPAL Attualmente alla versione 6.2, Drupal è una piattaforma CMS opensource che offre la possibilità di creare interi siti e anche veri e propri social network. La sua peculiarità è la gestione della struttura, divisa in nodi (unità di contenuto) e blocchi (gruppi di nodi), grazie alla quale è possibile rendere ogni ambiente estremamente modulare e flessibile. Riportiamo qui di seguito una lista di features interessanti per il progetto, attualmente disponibili per Drupal, che prendono il nome di “moduli”: Nome modulo Descrizione Abuse permette di segnalare agli admin contenuti e commenti ritenuti offensivi. Activity invia feed delle attività recenti all'utente, quali richieste di invito, messaggi ricevuti, etc. Avatar Selection permette di caricare un avatar Birthdays aggiunge e ricorda il compleanno al proprio profilo Bookmark Us fornisce un rapido segnalibro ai visitatori del sito Buddylist2 per creare e gestire liste di amici CAPTCHA codice di verifica per forms e iscrizioni varie (è quella stringa alfanumerica che serve ad evitare lo spam) CCK per la personalizzazione dei campi per la registrazione Comment Subject inserisce il soggetto del commento al momento di editarne uno Community tag, per consentire agli utenti di taggare i contenuti, sia propri che altrui CRE permette di suggerire contenuti agli utenti. Possono essere suggeriti solo i contenuti votati tramite un altro modulo apposito Email Verify verifica l'esistenza dell'indirizzo e-mail Embed filter che consente di inserire contenuti embedded nei post degli utenti – può essere usato anche per slideshare, o altri siti “embeddable” Event tiene traccia di eventi e li visualizza all'utente sotto forma di calendario Favorite nodes per creare la lista dei favoriti Forum Access permette di creare pagine di forum private, e di settare i permessi per i forum esistenti Google Analytics aggiunge le statistiche di analytics al sito Invite with DCL Importer per invitare amici esterni importando anche i contatti da altre rubriche LoginToboggan permette di modificare il modulo di login di drupal Meta Tags permette di inserire metatags in pagine, contenuti, etc. Mysitepage permette agli utenti di creare una pagine di accesso personalizzata 51
  52. 52. Node vote Personalizzabile per inserire le raccomandation OG Subscriber Management visualizza liste di utenti, con diversi livelli di permessi Organic Groups permette agli utenti di creare e gestire I propri gruppi Panels permette di creare pagine che siano divise in più sezioni, con 2 o 3 colonne di default, ma estensibile con modifiche a codice html, css e php Printer-Friendly Pages genera pagine adattate ad una rapida stampa PrivateMsg permette agli utenti di inviarsi messaggi privati Service Links aggiunge bookmarks ai vari social network, reti di blog ecc, per ogni nodo (contenuto, pagina ecc) Signature for Forums per inserire la firma dell'utente nei post del forum Signup modulo per la registrazione Subscriptions permette agli utenti, attivando la sottoscrizione, di ricevere notifiche in caso di cambiamenti in alcune aree (tipo nuovi commenti, nuovi messaggi nel forum ecc) Taxonomy Browser cercando un termine, crea pagine con contenuti del tipo desiderato dall'utente User Relationships mostra le relazioni tra gli utenti User Stats mostra le statistiche più comuni relative all'utente User Titles assegna uno status agli utenti in base al numero di post Userpoints permette di assegnare dei punti agli utenti in base alle azioni svolte sul sito. Usato per incentivare la partecipazione Word Filter filtra specifiche parole all'interno del sito Oltre a quelli elencati ci sono moltissimi altri moduli: la scelta è molto ricca sia per quanto riguarda le possibilità date gli utenti all'interno dello stesso sito, sia per quanto riguarda la compatibilità con applicazioni di terze parti. Alcune risorse sono disponibili su http://socnet.shellmultimedia.com . Estremamente varia è anche l'offerta di temi, a loro volta modificabili tramite CSS. Drupal, inoltre, supporta ufficialmente le Open Social API di google, nonché il protocollo di autenticazione OpenId. È disponibile gratuitamente per l'installazione su server propri, non occupandosi pertanto di ospitare i contenuti. Un confronto tra le esperienze di vari webmaster presenti su alcuni portali di drupal, portano a stimare in un mese circa la realizzazione di un primo modello di sito. I responsabili consigliano poi di innestare i vari moduli uno alla volta, provandoli e poi magari passando al successivo. Sul sito ufficiale viene affermato che non è necessaria alcuna conoscenza di PHP per gestire un sito in Drupal, tuttavia dato l'elevato numero di moduli richiesto da un social network come quello che puntiamo a realizzare, poniamo comunque tra i punti di debolezza la necessità di padroneggiare questi strumenti. Inoltre, si segnala che Drupal ha avviato il progetto Drupit (http://www.drupit.com) per lo sviluppo di una piattaforma di social networking che a breve consentirà a chiunque di creare il proprio social network. 52
  53. 53. Requisiti di sitema per Drupal: • Web Server: Apache 1.3 or Apache 2.x hosted on Unix/Linux or Windows • PHP recommended: PHP 5.2 or higher • PHP required: PHP version 4.3.5 or higher • Database server recommended: MySQL 4.1 or MySQL 5.0 JOOMLA! JOOMLA e un CMS open source, giunto alla versione 1.5, e realizzato completamente in PHP. A detta degli sviluppatori, necessita di un ambiente web di tipo Lamp (linux, apache, mysql, php). Il CMS è distribuito sotto forma di pacchetto compresso. È sufficiente scompattare l'archivio in una cartella pubblica di un server Web dotato di supporto a PHP ed avere a disposizione un database MySQL per i dati del programma. Tra le caratteristiche principali proposte ci sono: • Alto grado di personalizzazione grazie ai numerosi moduli, componenti e mambot/plugin • Caching delle pagine per incrementare le prestazioni; • Funzioni di Search Engine Optimization, per facilitare l'indicizzazione dei contenuti da parte dei motori di ricerca; • Feeding RSS, che permette ai visitatori di essere avvisati degli aggiornamenti dei contenuti mediante l'utilizzo di un feed reader; • Versione stampabile delle pagine; • Esportazione delle pagine in formato PDF; • Pubblicazione tipo Blog; • Sondaggi; • Ricerca testuale su tutti i contenuti inseriti; • Localizzazione internazionale, che permette la traduzione di ogni funzionalità del software nella propria lingua; Altri componenti open source disponibili separatamente: • Joomlaboard / Fireboard, per creare e gestire forum di discussione • Joom!Fish, per tradurre l'intero contenuto del sito per renderlo fruibile in più lingue 53
  54. 54. • Community Builder, per migliorare la gestione degli utenti registrati e potenziare loro interazioni, creando un effetto community Tutte le estensioni vengono distribuite sotto forma di pacchetti compressi, la cui installazione è gestita in maniera completamente automatica da uno script apposito, che permette anche di disinstallare estensioni già installate. Molte estensioni (nell'ordine delle migliaia) sono scaricabili dall'archivio ufficiale su http://extensions.joomla.org . Esistono tre tipi di estensioni: 1. I componenti, che sono elementi aggiuntivi attraverso i quali si possono aggiungere a Joomla! ulteriori funzionalità per rispondere a specifiche esigenze. Sono responsabili del contenuto principale di ogni pagina generata da Joomla!, per cui in genere l'aggiunta di un componente corrisponde all'aggiunta di un'intera sezione al sito dove viene installato. 2. I moduli, che sono usati per mostrare elementi di informazione o funzionalità interattive all'interno di un sito JOOMLA, in maniera collaterale al contenuto principale. Si possono considerare come finestre aggiuntive attraverso le quali dare informazioni non necessariamente correlate alla pagina visualizzata, magari per mostrare le altre funzionalità del sito. All'utente viene data la possibilità di scegliere quali moduli visualizzare e dove collocarli all'interno del layout della pagina, in accordo con un template (vedi sotto). Moduli sono anche i menu di navigazione all'interno di un sito JOOMLA. Agendo direttamente nella sezione Gestione Moduli (Module Manager) dell'amministrazione, possono essere creati semplici moduli in HTML. Nel caso di script più complessi, essi sono in genere preparati per essere installati con le apposite procedure. Fra i moduli standard si possono segnalare il modulo main menu (il menu principale), il modulo di login (per l'accesso riservato degli utenti), quello per i sondaggi (poll) e quello per la distribuzione dei feed RSS (syndicate). 3. I mambot sono piccoli pezzi di codice che, quando richiamati, attivano un programma, uno script o eseguono una specifica funzione. In JOOMLA 1.5 si chiamano plugin. Esistono mambot per inserire funzioni Flash, per collegare automaticamente un glossario alle parole contenute nei testi degli articoli, per generare miniature delle immagini inserite nei testi in modo che alla selezione appaia una finestra con l'immagine a maggiore risoluzione, e molti altri. Attualmente JOOMLA non supporta le open social api di google, mentre tramite uno script si può implementare il protocollo OpenId. Rispetto a Drupal, JOOMLA sembra meno adatto allo sviluppo del social network della Facoltà perché: • Necessita di lunghi tempi di progettazione e di competenze specifiche su php, css e xml. • Presenta un numero ridotto di moduli per il social networking rispetto a Drupal. • I moduli più utili sono a pagamento (es. impossibilità di creare un blog senza pacchetti esterni a pagamento) • Pessima gestione di categorie e permessi 54
  55. 55. • È pesante ( 7.5Mb solo con moduli base contro 2.5Mb con tutti i moduli di base di Drupal) • I moduli e i componenti sono spesso instabili e buggati, mentre il 99% dei moduli aggiuntivi gestiti su drupal.org non genera problemi di stabilità e non necessità di patch al core. • Prevede pochissimi aggiornamenti ai moduli (non c'è un CVS per i componenti aggiuntivi), mentre Drupal ha una elevatissima frequenza di aggiornamenti del codice del core (nucleo del sistema). Requisiti di sistema per JOOMLA: • Web Server: Apache 1.3 or Apache 2.x hosted on Unix/Linux or Windows • PHPrecommended: PHP 5.2 or higher • PHP required: PHP version 4.3.5 or higher • Database server recommended: MySQL 4.1 or MySQL 5.0 Ning La peculiarità di Ning è quella di essere un CMS che fa anche da server per i contenuti. Non necessita quindi dell’ installazione della piattaforma su alcun server locale, né di alcun database come richiesto dal committente in fase di breafing. Poichè Ning ospita i dati degli utenti, la facoltà sarà esente da responsabilità per il loro utilizzo. A maggio 2008 si contavano circa 275.000 siti creati con Ning, aventi alcune caratteristiche tipiche dei social network più diffusi, ma anche una forte possibilità di espansione grazie all’ adesione alle open social Api di Google. Tramite il pannello di controllo di Ning, è possibile editare le seguenti caratteristiche: • aspetto (colori, immagini e stile) • membri (gestione membri, amministratori, persone invitate e bannate) • attività recenti (messaggi da mostrare e feed del social network) • domande del profilo (modifica le domande personali dei membri) • informazioni sul network (nome, descrizione e altro) • privacy e controllo contenuti (permessi e collaborazioni al network) • caratteristiche (insieme delle funzioni che è possibile aggiungere Interessante la possibilità offerta dalla “casella di testo” di aggiungere widget e altro codice html, effettuando un semplice “embedding”. Ci sono poi alcune opzioni che permettono di ottimizzare lo spazio all’interno del layout, eliminando elementi quali la pubblicità, sia di ning che i google ads sulla destra (i primi per 8$ al mese, gli altri per 20$ 55
  56. 56. al mese). Trattandosi di un social network istituzionale - nel caso in cui si optasse per mantenere Ning come piattaforma - sarà necessario che la facoltà paghi per l’eliminazione di tali elementi pubblicitari. Si può inoltre raddoppiare la capacità di storage riservata al sito nonché la banda disponibile, al prezzo di 10$ al mese circa, e usufruire di un nome di dominio proprio per 5$ al mese. Nonostante a nostro avviso la soluzione migliore per l’effettivo sviluppo del social network sembri essere Drupal, la presenza di diversi vincoli temporali e di competenze vede ricadere la scelta su Ning, almeno per questa release prototipale. Nulla vieta - è anzi auspicabile - che in una release successiva il social network venga realizzato con Drupal. Casi d’uso Riportiamo di seguito i casi d’uso tipici, che serviranno per lo sviluppo del sito. Caso 1 Nome: registrazione Attori: utente, sistema Scenario principale: 1. L’ utente accede al sito 2. L’ utente accede alla sezione di registrazione 3. Il sistema presenta un form da compilare 4. L’ utente fornisce i dati richiesti 5. Il sistema fornisce la pagina di creazione del profilo 6. L’ utente compila i dati richiesti 7. Il sistema verifica la conformità dei dati 8. Il sistema apre la pagina di benvenuto Scenari alternativi • L’utente non compila i campi obbligatori Il sistema riapre la pagina precedente con indicazioni sui dati mancanti L’utente immette i dati richiesti Il sistema verifica i dati Il sistema apre la pagina di benvenuto Caso 2 Nome: creare un gruppo 56
  57. 57. Attori: utente, sistema Scenario principale: 1. L’ utente si reca nell’apposita sezione “gruppi” 2. Il sistema visualizza i gruppi attivi 3. L’utente seleziona l’opzione “crea un gruppo” 4. Il sistema fornisce un form di dati da compilare relativi al gruppo 5. L’utente fornisce i dati richiesti 6. Il sistema elabora correttamente i dati e propone l’invito dei primi membri 7. Il sistema notifica a tutti gli utenti che l’utente1 ha creato un nuovo gruppo Precondizione: l’utente deve essere registrato Caso 3 Nome: aggiungere un amico Attori: utente1, utente2, sistema Scenario principale: 1. L’ utente1 effettua l’accesso al proprio account 2. Il sistema verifica la correttezza dei dati di login 3. L’ utente1 visualizza la pagina dei membri 4. Il sistema visualizza tutti i membri del social network 5. L’utente1 clicca sul profilo del membro che intende invitare 6. Il sistema visualizza il profilo dell’ utente2 7. L’ utente1 clicca sull’opzione “aggiungi come amico” 8. Il sistema trasmette la richiesta all’ utente2 9. Il sistema invia una mail di notifica all’utente2 10. L’ utente2 visualizza la propria pagina personale 11. L’utente2 visualizza l’invito dell’utente1 12. L’utente2 accetta l’invito dell’utente1 57
  58. 58. 13. Il sistema notifica a tutti gli utenti che utente1 e utente2 sono amici 14. Il sistema notifica nel profilo di utente1 che lui e utente2 ora sono amici Precondizione: L’utente1 deve essere registrato L’utente2 deve essere registrato Scenari secondari: • l’utente2 non accetta l’invito dell’utente1 Il sistema non effettua alcuna ulteriore notifica Caso 4 Nome: importare uno slideshow Attori: utente, sistema Scenario principale: 1. L’ utente effettua l’accesso al sito 2. Il sistema verifica la correttezza dei dati 3. L’ utente accede alla propria pagina principale 4. L’ utente si reca nella sezione profilo - - - > portfolio 5. L’ utente edita titolo e corpo con il codice per l’embed 6. L’ utente salva il post 7. Il sistema riconosce il codice inserito e visualizza il nuovo elemento slideshow Precondizione: l’utente deve essere registrato l’utente deve già possedere il codice html di embed dello slideshow Scenari secondari: • il sistema non riconosce il codice inserito l’utente verifica la correttezza del codice esterno il sistema accetta il codice corretto • il sistema non riconosce il codice inserito al secondo tentativo il formato del contenuto multimediale non è supportato 58
  59. 59. il codice di embed è diverso da quello copiato dall’utente Sicurezza e privacy Non sono previsti scambi informativi che necessitano di connessioni sicure. L’identificazione degli utenti avviene tramite l’inserimento di un nome utente e password. Si ottiene quindi al momento della registrazione una Ning Id valida per tutti i social network della piattaforma Ning, coi quali ci si potrà poi iscrivere singolarmente ai diversi network. Il recupero della password avviene tramite invio di un link, all’indirizzo mail scelto dall’utente al momento della registrazione, tramite il quale impostare la nuova password. Gli amministratori possono rendere il network pubblico o privato. Nel primo caso gli utenti registrato accedono a tutte le sezioni, mentre si può scegliere per i visitatori di rendere visibile tutto o solo la home. Impostando il network come privato, lo si rende visibile solo ai membri. Si può quindi decidere se tutti possono diventare membri o solo chi è invitato. I dati sono conservati sul server di Ning, pertanto la loro conservazione è sotto la tutela e responsabilità della piattaforma, e non della facoltà di Scienze della Comunicazione. Questo particolare dovrà essere reso evidente agli studenti che aderiranno al social network. Requisiti di contenuto Riassumiamo i requisiti di contenuto nella seguente tabella: Sezione Sottosezione Requisiti di contenuto Dove trovare le informazioni Home Registrazione Permette agli utenti non ancora registrati di inserire i propri dati e iscriversi sul sito Committente Invita Sezione dedicata alla pubblicizzazione del sito Redazione 59
  60. 60. Profilo Gestione del profilo personale Iscritti al sito Profilo Contatti Gestione dei profili dei contatti Iscritti al sito Profilo Portfolio Gestione di lavori,progetti e articoli Iscritti al sito Membri Possibilità di visualizzare i membri del network e accedere alle loro schede utente Iscritti al sito Eventi Sezione in cui sarà possibile visualizzare gli avvisi e gli eventi afferenti al mondo della facoltà e della comunicazione Iscritti al sito Eventi Eventi personali Sezione in cui ricordare gli eventi più interessanti Iscritti al sito Jobs Sezione dedicata al contatto con il mondo del lavoro, nella quale trovare ed inserire offerte di stage ed offerte lavorative Redazione, utenti e aziende Jobs Le mie discussioni su jobs Sezione che raccoglie gli interventi personali nell’area “Jobs” Iscritti al sito Jobs Gestisci Jobs Area riservata agli amministratori per la gestione della sezione Redazione Gruppi Sezione dedicata ai gruppi che si creano all’interno del network Iscritti al sito Gruppi I miei gruppi Sezione dedicata ai gruppi ai quali partecipa l’utente Iscritti al sito Help Sezione in cui è spiegato il funzionamento del social network Redazione Help Tutti gli avvisi Elenco di tutti gli avvisi di help Redazione Requisiti di gestione Questa sezione è relativa alla gestione del sito in esercizio, dopo la sua pubblicazione in rete. Infrastruttura di esercizio del sito Il social network durante il suo esercizio sarà ospitato sul server di Ning che prevede un web server Apache su sistema operativo Linux, un interprete di linguaggio php e in dbms MySQL. L’account free di Ning fornisce 10GB di storage e 100GB di bandwidth al mese. Questo potrebbe essere sufficiente solo in fase iniziale, ma non quando il sito sarà a regime. Successivamente si potranno acquistare dei pacchetti da 10GB di storage e 100GB il bandwidth al prezzo di $9.95. Gestione dei sistemi 60

×