Your SlideShare is downloading. ×
0
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
G4MoRe 2.0 - ASITA 2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

G4MoRe 2.0 - ASITA 2013

156

Published on

G4MoRe 2.0 - a short presentation

G4MoRe 2.0 - a short presentation

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
156
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 G4MoRe 2.0, nuova release del tool open source per la ricerca dispersi in ambiente ostile. Roberto Marzocchi, Tiziano Cosso, Francesca Biggeri Gter s.r.l. Innovazione in Geomatica, Gnss e Gis XVII Conferenza nazionale ASITA Riva del Garda, 7 novembre 2013 Conclusioni
  • 2. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Sommario 1 Introduzione Ricerca dispersi in ambienti montani Fasi di sviluppo e living lab 2 G4MoRe 1.0 Esigenze Architettura di sistema Principali funzioni 3 G4MoRe 2.0 Nuova interazione con i device mobili Nuove funzionalit` grafiche a Nuova versione Virtual Server Demo per soccorso in forra 4 Conclusioni 1 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 3. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Perch` G4MoRe e La cartografia ` da sempre strumento e fondamentale per la gestione delle ricerche dispersi in ambienti montani. Le odierne tecnologie GNSS e GIS consentono sicuramente di avere strumenti molto utili per velocizzare le operazioni e/o per analisi del territorio anche in 3D. Ad oggi, tali tecnologie non sono assolutamente pensate per le specifiche esigenze della ricerca dispersi in ambiente ostile. etc.. 2 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 4. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Fasi di sviluppo I 2006 Tesi laurea: Studio dell’accessibilit` territoriale nel territorio a della Comunit` Montana Argentea - A.Cervetto a 2008 ripresa sviluppo dei moduli GRASS denominati PASTRO (Path Accessibility System Tracks Outliner) nei progetti di ricerca (foss4g-it 2008 Perugia) 2010 interfaccia grafica G-PASTRO e utilizzo dei moduli per portale sulla rete sentieristica della Provincia di La Spezia in collaborazione con GisWeb 3 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 5. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Fasi di sviluppo II - living lab 2011 inizio living lab con il CNSAS Genova - 07/2011 I test operativo,: passo del Faiallo - 1 disperso e 1 squadra. A disposizione 2 GPS e un PC con software GIS per visualizzazione cartografia e applicativo G-Pastro per il calcolo dell’area in cui concentrare le ricerche - 10/2011 (sera) II test operativo: Monte Pennello, 2 dispersi e 6 squadre - mensilmente riunioni periodiche per autotuning 2012 G4MoRe 1.0 - 09/2012 III test operativo: Passo del Faiallo, 2 dispersi e 4 squadre. A disposizione diversi GPS e prima versione operativa di G4MoRe 4 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 6. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Living Lab Il concetto di living lab `... e ... un moderno approccio nelle attivit` di ricerca che consente agli utiliza zatori di collaborare con i progettisti nello sviluppo e nella sperimentazione dei nuovi prodotti ad essi destinati. Gli utenti diventano essi stessi co-sviluppatori del prodotto definendone le specifiche, valutando i primi prototipi e sperimentando le nuove soluzioni tecnologiche per un periodo di tempo sufficientemente lungo. G4MoRe (Gter for Mountain Rescue) ` stato sviluppato a partire e da gennaio 2011 e testato diverse volte in itinere grazie ad una collaborazione con la stazione di Genova del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS). 5 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 7. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Cartografia digitale Gestione della cartografia digitale 6 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 8. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni GPS Interazione con i GPS 7 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 9. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Gestione delle squadre di ricerca Gestione informazioni squadre 8 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 10. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Esigenze Il prodotto implementato risponde contemporaneamente alle tre esigenze degli enti che si occupano di ricerca dispersi in ambienti ostili ed ha due importanti caratteristiche: velocizza le operazioni pensato su misura per la ricerca dispersi 9 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 11. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Architettura di sistema 10 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 12. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Gestione cartografia e interfacciamento GPS interfaccia web semplice per la gestione della cartografia digitale; digitalizzazione delle aree di ricerca; interfaccia con devices GPS: - download aree di ricerca su GPS, - upload tracce da GPS; gestione waypoints; etc. 11 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 13. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Gestione delle squadre e delle fasi di ricerca gestione del personale; gestione delle squadre di ricerca (formazione e assegnazione aree); visualizzazione della posizione delle squadre sulla mappa; cronologico comunicazioni; gestione database dispersi; etc. 12 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 14. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Altre funzionalit` cartografiche a individuazione automatica dell’area a pi` alta probabilit` di u a ritrovamento; individuazione automatica di scarpate e possibili elisuperfici; analisi di visibilit` di punti noti; a cartografia tematica sulla base della classificazione di immagini; etc. 13 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 15. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni G4MoRe 2.0 14 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 16. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Nuova interazione con i device mobili integrando funzionalit` di gpsbabel e script in python e a wxpython, ´ stato implementato uno tool ad-hoc: e gps2g4more strumento cross-platform, nuove e pi` semplici funzionalit` di trasferimento tracce da u a GPS a G4MoRe (anteprima tracce). 15 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 17. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Nuova funzionalit` grafiche a scelta reticoli cartografici per la stampa, zoom sulle aree create, accensione e spegnimento aree in uso, pi` semplice creazione waypoints. u 16 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 18. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Nuova versione Virtual Server il core del programma, basato su un server virtuale Unix, ` e stato completamente aggiornato ed ha reso pi` stabile e u performante il tool −→ aggiornamento S.O. a nuova versione LTS (Long Term Supported). aggiornamento versione GeoServer, aggiornamento delle librerie javascript per l’interfaccia client. 17 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 19. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Demo per soccorso in forra Integrabilit` di dati provenienti da catasti forre a 18 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 20. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Demo per soccorso in forra Aggiunta layer ad-hoc per: sviluppo planimetrico punti a rischio (calate, tuffi.....) punti di accesso 19 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 21. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Demo per soccorso in forra Aggiunta layer ad-hoc per: sviluppo planimetrico punti a rischio (calate, tuffi.....) punti di accesso 19 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 22. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Demo per soccorso in forra Aggiunta layer ad-hoc per: sviluppo planimetrico punti a rischio (calate, tuffi.....) punti di accesso 19 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 23. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Conclusioni G4MoRe ` un prodotto testato e pronto per e essere utilizzato da tutti gli enti che si occupano di ricerca dispersi in ambienti montani (VVFF, CNSAS, PC, etc.). E’ in dotazione alla Stazione di Genova del Soccorso Alpino che lo sta utilizzando in versione sperimentale in accoppiamento ai metodi tradizionali. Data la sua struttura si presta a installazione sia in locale (Virtualbox) sia su server nel caso di interventi gestiti da centrali operative attrezzate. 20 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 24. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Possibili sviluppi Data la sua natura opensource ` fortemente e interoperabile; utilizzando standard OWS come il WPS si presta a possibili integrazioni aggiungendo eventuali ulteriori funzioni GIS (analisi di visibilit`, interazione fra rotte di a elicotteri e cavi aerei, etc.). Attraverso l’uso di geoSMS e/o dei Location Base Services (LBS) ` uno strumento ideale per e la visualizzazione automatica e real-time degli spostamenti delle squadre di ricerca. 21 / 21 G4MoRe - Gter for Mountain Rescue
  • 25. Introduzione G4MoRe 1.0 G4MoRe 2.0 Conclusioni Grazie dell’attenzione! g4more@gter.it G4MoRE website www.gter.it Quest’ opera ` distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported. e

×