Cinque anni di amministrazione                       BILANCIO DI MANDATO                                                  ...
A cura di Roberto Todde
Lettera alle cittadine e ai cittadiniLa nostra SiliquaCare concittadine e concittadini,                                   ...
Lettera alle cittadine e ai cittadiniAvendo pagato gli espropri si sono potute finalmente           c’era il certificato d...
Lettera alle cittadine e ai cittadiniAnche la riqualificazione architettonica e urbana di            Il Comune di Siliqua ...
Lettera alle cittadine e ai cittadiniscolastica, l’asilo nido e la casa dell’anziano, il               anche grazie alla l...
FINANZIAMENTI POR REGIONE SARDEGNA RICEVUTI DAL COMUNE DI SILIQUA                    NEI CINQUE ANNI 2007-2012            ...
ContenutiSviluppo:                                                            Vivere Siliqua:urbanistica, pianificazione t...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente                Parco Giochi                   ...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente                          Premessa: la question...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente La questione degli espropriTerritorio e ambien...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente La questione degli espropriTerritorio e ambien...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale         U...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianaleEnergie ri...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente                         C...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    Le campagne di Siliqua...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente   <segue dalla pagina pre...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale         U...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale         …...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    Il Comune di Siliqua h...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianaleEnergie ri...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente                          ...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale         P...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    Siamo partiti dall’ide...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    Tra gli interventi di ...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    Cimitero.Zona artigian...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente                         Abbiamo avviato la cos...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente                         Viabilità e Sicurezza ...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente                          Opere Pubbliche e Ser...
LAVORI PUBBLICI                                                                                                           ...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    L’impianto di illumina...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale          ...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    Per quanto concerne la...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente                         P...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    Il servizio di raccolt...
Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente    IncompiutiZona artigia...
Vivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi sociali  ...
Siliqua:           q              aVivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultur...
Siliqua:           q              aVivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultur...
Vivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi socialiPe...
Vivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi socialiPe...
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Rendiconto di mandato rinascita siliqua
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Rendiconto di mandato rinascita siliqua

758

Published on

Il documento si basa sull'analisi di tutte le delibere del Consiglio e della Giunta comunale nei cinque anni trascorsi, e riepiloga i risultati della gestione amministrativa del Gruppo guidato da Piergiorgio Lixia.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
758
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Rendiconto di mandato rinascita siliqua

  1. 1. Cinque anni di amministrazione BILANCIO DI MANDATO Gli Amministratori del Gruppo Rinascita Siliqua rendono conto ai propri concittadini della realizzazione del programma elettorale di mandato (2007–2012) Lettera ai cittadini Sviluppo del Paese: urbanistica, territorio, opere pubbliche, ambienteVivere Siliqua: Giovani, Associazioni, Cultura, Sport, Anziani, Servizi sociali
  2. 2. A cura di Roberto Todde
  3. 3. Lettera alle cittadine e ai cittadiniLa nostra SiliquaCare concittadine e concittadini, Questa introduzione è tesa ad evidenziare solo per sommisono trascorsi cinque anni dal nostro insediamento in capi il nostro operato, mentre per il dettaglio degliMunicipio ed è giunto il momento di raccontarvi ciò che è obbiettivi raggiunti vi rimando alle pagine successive.stato fatto. Sono stati cinque anni caratterizzati dalla più L’obbiettivo più importante è senza dubbio la variantegrande crisi economica mondiale dal dopoguerra ad oggi urbanistica sulla SS130, 24 ettari di zone D (artigianali eche ha colpito, senza eccezioni, tutto il mondo industriali) e zone G (servizi): i risultati della ricadutaoccidentale e, a cascata, anche l’Europa, l’Italia ,la economica e occupazionale sul territorio si vedrannoSardegna e ovviamente non ha risparmiato la nostra sicuramente nei prossimi anni.Siliqua. Nonostante ciò, anche grazie al nostro impegno il La questione degli espropri: al nostro insediamento, nelprogramma elettorale della lista “Rinascita Siliqua”, 2007, trovammo due sentenze esecutive relative aglipresentato alla cittadinanza cinque anni orsono, ha espropri di Mattixedda (lotti PEEP, scuola elementare).trovato compimento in tutti i suoi punti più qualificanti. Avremmo potuto rinviarne il pagamento, ma la certezzaPrima di elencarvi gli obiettivi conseguiti dobbiamo della condanna e gli ingenti importi da pagare – chericordare che, in questi cinque anni, Siliqua è stata colpita sarebbero lievitati enormemente se avessimo rimandatoda due alluvioni (la prima nel 2008 e la seconda nel il problema a una prossima amministrazione – hanno2011): l’impegno profuso da questa amministrazione, dal fatto sì che prevalesse la responsabilità del rigore deiSindaco e Assessori in prima persona, ha fatto sì che i conti: si prese pertanto la decisione di pagare subito,danni ambientali e strutturali fossero ridotti al minimo. I trattando uno sconto di circa 380.000 euro con ladanni economici sono stati invece ingenti: circa 400.000 controparte.euro che in parte ci sono stati restituiti dalla Regione Abbiamo trovato da pagare parcelle legali per un importoSardegna, e in parte sono stati tratti dai fondi del bilancio complessivo di oltre 270.000 euro; attualmente abbiamocomunale. ripianato il debito e non ci sono parcelle legali da pagare.
  4. 4. Lettera alle cittadine e ai cittadiniAvendo pagato gli espropri si sono potute finalmente c’era il certificato di stabilità statica, l’immobile non erasvincolare, tra l’altro, quelle aree destinate alla nemmeno accatastato. Ora la Casa dell’Anziano è aperta ecostruzione di abitazioni per 42 famiglie siliquesi che ne funzionante, ci lavorano sette siliquesi e in futuro ilhanno fatto richiesta. Il Comune si è anche fatto carico di numero degli addetti potrebbe aumentare. Tutte le speseesperire un’indagine di mercato per garantire a quelle per il funzionamento vengono fatte presso i commerciantifamiglie lo svolgimento delle relative pratiche notarili al di Siliqua.miglior prezzo possibile. A Siliqua non esisteva l’asilo nido. L’abbiamo aperto conTrovammo l’illuminazione pubblica malfunzionante: la una spesa di 100.000 euro (80.000 euro di finanziamentocorrente a Siliqua mancava quasi ogni sera, ponemmo Regione Sardegna, 20.000 fondi di bilancio comunale) e cimano a tutti i quadri elettrici che non erano a norma e li lavora una ragazza di Siliqua.cambiammo, ora il funzionamento del servizio è stato Abbiamo istituito ex novo la mensa scolastica per inormalizzato. bambini della scuola elementare. Ci lavorano due ragazzeIl Poliambulatorio era situato in un ambiente angusto e del paese.scarsamente frequentato dalla popolazione, che si Abbiamo investito nell’area socioeducativa e suglilamentava della poca privacy; approfittammo di una adolescenti, istituendo viaggi di istruzione all’estero estruttura in costruzione (probabilmente destinata a un colonie estive residenziali; abbiamo investitoostello della gioventù) per trovare un accordo con sull’ambiente e sulle energie rinnovabili, realizzando suglil’Assessorato alla Sanità e la ASL 8,: oggi a Siliqua c’è la edifici pubblici gli impianti fotovoltaici che produconoprima Casa della Salute in provincia di Cagliari. elettricità dal Sole.La casa di riposo era chiusa, avviammo subito il bando di Abbiamo pensato alla viabilità e al commercio pergara per l’affidamento e la assegnammo alla cooperativa rendere più fluido il traffico in centro storico recuperandoche attualmente la gestisce; solo allora venimmo a qualche ulteriore parcheggio, con l’acquisto di unconoscenza che alla struttura mancavano le certificazioni immobile in via Sassari (il progetto per la suanecessarie (ai Vigili del Fuoco e alla Asl) per l’apertura demolizione, che consentirà l’allargamento della strada, èimmediata: non erano a norma gli impianti essenziali, non al vaglio dell’Assessorato all’Urbanistica della Regione).
  5. 5. Lettera alle cittadine e ai cittadiniAnche la riqualificazione architettonica e urbana di Il Comune di Siliqua possiede circa 206 chilometri di stradeSiliqua è un tema che abbiamo affrontato, seppure con i campestri, eseguire la manutenzione su tuttepochi fondi disponibili: grazie all’accordo con la Curia (il contemporaneamente è impensabile per le nostre risorse diparroco Don Giuseppe è stato determinante) che ha bilancio: è stata effettuata la manutenzione su quattroceduto gratuitamente al Comune una parte del cortile strade campestri all’anno, a rotazione, cercando didella vecchia scuola di San Giuseppe, è stato possibile rispondere alle priorità segnalateci dai cittadini.allargare la piazza e riqualificarla architettonicamente, In queste poche righe è impossibile riassumere tutto ilrendendola fruibile anche ai disabili che prima avevano nostro operato di questi cinque anni, che sono stati intensidifficoltà ad accedervi. ed entusiasmanti. Chi, tra voi cittadini, ci ha seguito daDavanti alla scuola elementare c’era solo uno spiazzo vicino lo sa bene, come sa bene che il vostro Sindaco hasterrato, ora c’è una piazza, è stato sistemato il cortile tenuto sempre acceso il proprio cellulare per cinque anni, ainterno ed è stata realizzata la copertura dell’ingresso, che qualsiasi ora del giorno e della notte, pronto a rispondere aprima esponeva i bambini alla pioggia. qualsiasi genere di richiesta o di problema e ancheAbbiamo demolito il vecchio e fatiscente mattatoio di Bau intervenendo personalmente sul posto, con il senso diForru e il vecchio e decadente spogliatoio del campo responsabilità che ci si deve aspettare da un Sindaco. Losportivo, da tempo non utilizzato; al loro posto abbiamo stesso senso di responsabilità che ci ha portati da subito aavviato la costruzione di cinque abitazioni a canone decurtare del 10% tutte le indennità dovute a Sindaco,agevolato, che verranno assegnate tramite regolare Assessori e Consiglieri comunali. Si tratta di piccole somme,graduatoria alle famiglie bisognose. Avremmo dovuto certo, ma indicative del nostro modo d’intendere il valorerealizzare altri due alloggi simili in via di Vittorio ma dei soldi pubblici.abbiamo scoperto che, probabilmente, questi edifici sono Quanto ai risultati ottenuti, alcuni obiettivi meno urgentistati usucapiti fin dal 2004 da chi li occupava (per citarne alcuni, la zona addestramento cani, il cimiteroabusivamente da tanti anni; si farà il possibile per degli animali, il poligono di tiro…) hanno dovuto lasciarerecuperarne il possesso davanti a un giudice, ma spazio e risorse ad altri aspetti ritenuti più urgenti quali,sappiamo che sarà molto difficile riuscirci. come visto sopra, la creazione della zona industriale- artigianale, del nuovo poliambulatorio comunale, la mensa
  6. 6. Lettera alle cittadine e ai cittadiniscolastica, l’asilo nido e la casa dell’anziano, il anche grazie alla loro costanza ed attenzione, il nostropotenziamento del servizio di smaltimento dei rifiuti, la Comune ha “colto”, dal maggio 2007 ad oggi, quasi tresoluzione dell’eterno problema degli espropri, gli impianti milioni di euro di finanziamenti regionali.ad energia solare sui tetti delle scuole e degli uffici A fattor comune, un ringraziamento va a tutti i dipendenticomunali, la maggiore fruibilità del nostro cimitero, le del Comune di Siliqua, per la preziosa collaborazionecase a canone agevolato per le famiglie in difficoltà, il fornitaci, al servizio di tutti.potenziamento dei servizi per i giovani (viaggi all’estero, Avremmo potuto ottenere maggiori risultati? Forse sì, macolonie residenziali), le collaborazioni con l’Università di quel che è certo è che il nostro impegno l’abbiamoCagliari per la progettazione di uno sviluppo “sostenibile” profuso sempre per intero, e se qualche risposta èdel tessuto urbano e rurale del Paese, e tanto altro rimasta inevasa non è dipeso dalla nostra volontà, maancora di cui vi daremo conto nelle pagine che seguono. spesso dal contingente momento di grandi difficoltàPer realizzare degli obiettivi, si sa, occorre reperire i fondi economiche.necessari. Poiché le risorse economiche del Comune sono A tutti i cittadini che ci hanno accordato la loro fiducia nelspesso insufficienti, molti obiettivi programmati si sono maggio del 2007; a tutti coloro che, pur non avendoconseguiti ricorrendo ai finanziamenti erogati di volta in votato per noi, ci hanno rivalutati per la sostanza dellevolta dalla Regione Sardegna sulla base di specifici cose fatte; a coloro che ci hanno osservato con occhioprogetti con la formula del co-finanziamento: una piccola critico ma con costruttiva correttezza, a tutti costoro va ilparte di fondi stanziati dal Comune, una gran parte nostro più sincerostanziata dalla Regione).Per cogliere le opportunità di finanziamento occorronoattenzione e capacità di produrre progetti ritenuti Grazie.meritevoli. In questo senso, va dato atto ai dipendenticomunali di aver saputo cogliere al meglio le occasioni di Piergiorgio Lixia,,Sindaco di Siliquavolta in volta presentatesi:
  7. 7. FINANZIAMENTI POR REGIONE SARDEGNA RICEVUTI DAL COMUNE DI SILIQUA NEI CINQUE ANNI 2007-2012 € 2.790.502,78
  8. 8. ContenutiSviluppo: Vivere Siliqua:urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente. i Servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi sociali. Premessa: la questione degli espropri Per tutti Territorio e ambiente – Poliambulatorio – Zona artigianale, industriale, commerciale, servizi – Parco giochi – Energie rinnovabili – Internet e informatica – Parco di Gutturu Mannu – Sport – Campagne antincendio – Acqua e terra: libro di Siliqua – Strade campestri Per le famiglie – AquaLab – Asilo nido Opere pubbliche – Mensa scolastica scuola elementare – Strutture sportive in via Quasimodo e via Fermi – Nuovi campi polivalenti Per gli anziani – Piazza Martiri – Casa dell’anziano – Chiesa San Giuseppe – Altre iniziative – Parcheggi in centro Per i giovani – Cimitero – Viaggi all’estero – Alloggi a canone agevolato – Colonie residenziali – Viabilità e sicurezza stradale Servizi essenziali Per le associazioni – Illuminazione pubblica – Redistribuzione contributi, sedi sociali – Gas di città Servizi sociali – Servizio di raccolta rifiuti – L’impegno nell’assistenza solidale – Servizi minori (Incompiuti) Conclusioni Ringraziamenti
  9. 9. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente Parco Giochi Case a canone agevolato Fotovoltaico Tribune ex mattatoio Chiesa S. Giuseppe Piazzale scuola elementare Parco Gutturu Mannu
  10. 10. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente Premessa: la questione degli espropri Nel 2007, all’atto del nostro insediamento, esecutive già emesse, per non peggiorare ancorTerritorio e ambiente abbiamo appreso che sul Comune pesavano debiti più la situazione finanziaria del Comune abbiamoZona artigianale per più di due milioni di euro, legati deciso di pagare ai creditori ciò che era loro diritto principalmente a delle vecchie cause giudiziarie ricevere fin da trent’anni fa. Si è evitato, così, che ilEnergie rinnovabili per alcuni espropri mai pagati ai cittadini. debito crescesse ancora a causa degli interessi.Le campagne Avremmo potuto rimandare il problema alle future Abbiamo ripianato anche i pesantissimi debiti per amministrazioni ma, in presenza di sentenze spese legali che il Comune si trascinava da tempo.AquaLabOpere Pubbliche Approfondimento Fin dall’inizio del nostro mandato le finanze del Comune ci apparvero preoccupanti, e lo facemmo presente alla cittadinanza fin dalle prime seduteScuole e Sport del Consiglio comunale. È un problema, si dirà, comune a tutti i piccoli paesi come il nostro, ma nel caso del Comune di Siliqua ciò è vero solo in parte poiché, oltre alleCentro storico carenze finanziarie che gravano su tutti i Comuni, sulle nostre casse comunali pendevano ben altri pesi: le preoccupazioni maggiori riguardavano la “vecchia” questione degli esproprî, da lungo tempo rimasta irrisolta.Chiesa S.Giuseppe Si trattava, cioè, degli indennizzi dovuti dal Comune a quei cittadini di Siliqua che, negli anni passati, avevano subìto l’espropriazione per pubblica utilità di alcune loro proprietà, senza tuttavia aver mai ricevuto dal Comune gli indennizzi previsti dalla legge.Cimitero La volontà di procedere al pagamento degli esproprî fu dettata non solo da considerazioni di equità, ma anche dall’urgente necessità di porre un freno a una situazione oramai divenuta critica.Alloggi Il problema si andava infatti aggravando in modo incontrollato, sia perché gli interessi legali avevano assunto – a distanza di circa trent’anni – proporzioni enormi, sia a causa delle spese legali, anch’esse destinate ad aumentare a causa delle lungaggini dei processi in corso.Viabilità Il debito accumulatosi per via dei soli esproprî ammontava a due milioni e trentamila euro, una cifra assolutamente esorbitante per un piccolo comune come il nostro. A spaventare, oltre alla cifra in sé, era soprattutto l’incertezza su quanto, in futuro, il debito sarebbe ancora potuto crescere se non si fosse posto un freno a quella situazione.Servizi Nei decenni passati, in molti Comuni era frequente che, a seguito di provvedimenti di espropriazione, s’instaurassero dei contenziosi giudiziarî con i proprietari espropriati, con particolare riferimento alla misura dell’indennizzo (quantificato, inizialmente, dall’autorità amministrativa). La materia èServizi essenziali da sempre oggetto di numerose oscillazioni della giurisprudenza (anche costituzionale). Nascevano così contenziosi destinati a durare per molti anni: le amministrazioni che di volta in volta si succedevano alla guida dei Comuni ottenevano spesso un rinvio del pagamento attraverso ricorsi che, diAltro fatto, allungavano i procedimenti e consentivano di «spostare» il problema anche di molti anni. Si trattava, chiaramente, di questioni “scomode” dal punto di vista del consenso elettorale (perché farsi carico di un pesante debito, nato magari parecchi anni prima?). Di fatto ciò comportava uno “slittamento”del problema alle amministrazioni successive. Segue >
  11. 11. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente La questione degli espropriTerritorio e ambiente <segue dalla pagina precedente Com’è facile capire, il gioco non può durare in eterno: i processi (per quanto lunghi) finiscono, le sentenze vengono emesse e a volte risultaZona artigianale impossibile (o comunque assai pericoloso) rimandare la soluzione del problema a chi verrà dopo di noi. Tra l’altro, i più recenti orientamenti legislativi e giurisprudenziali (di matrice nazionale ed europea) tendono sempre più ad aumentare, di fatto, l’ammontare degli indennizzi avvicinandolo alEnergie rinnovabili valore commerciale delle aree espropriate, ciò che rende la questione ancora più delicata, specialmente per le casse dei Comuni interessati. È proprio ciò che è successo, purtroppo, a Siliqua.Le campagne All’atto del nostro insediamento, nel maggio del 2007, trovammo sulla scrivania ben due sentenze esecutive di primo grado, che condannavano il Comune di Siliqua al pagamento di due vecchi esproprî, entrambi relativi alla zona di Mattixedda e destinati alla creazione di lotti PEEP e allaAquaLab costruzione della Scuola elementare. Il totale dovuto dal Comune, sommando il capitale iniziale, gli interessi maturati negli anni e tutte le spese legali, ammontava alla cifra spropositata cui si è fatto cenno (due milioni e trentamila euro). Mesi addietro, un avvocato era già stato incaricato dal Comune di presentare un ricorso contro la sentenza. Tuttavia, alla nostra richiesta di un parereOpere Pubbliche legale sulla questione lo stesso avvocato ci avvertì sui rischi connessi al ricorso, giudicando altamente probabile una condanna del Comune anche in secondo grado. Sapevamo bene che, vista la durata del processo davanti al Consiglio di Stato, il conto da pagare si sarebbe presentato solo molti anniScuole e Sport dopo, a legislatura oramai terminata (…ovviamente ulteriormente lievitato di nuovi interessi e spese legali…). Decidemmo allora di far prevalere, sull’opportunismo del qui e dell’oggi, il rigore di bilancio e la responsabilità: fu presa la decisione di rispettare la sentenza del giudice e di procedere alCentro storico pagamento di quanto dovuto, con l’effetto non secondario di svincolare finalmente le aree relative ai 42 lotti PEEP per altrettante famiglie interessate.Chiesa S.Giuseppe Si riuscì comunque a limitare i danni, avviando una trattativa con i creditori e riuscendo ad ottenere con loro una transazione, cioè un accordo in virtù del quale, attraverso un espediente legale, il Comune assunse la veste di compratore delle terre in questione, con un risparmio secco di 380.000 euro (rispetto a quanto inizialmente stabilito dal giudice), soprattutto in termini di minori spese legali.Cimitero Quella delle spese legali gravanti sul Comune si presentò come un’altra emergenza da risolvere: non appena insediati, riscontrammo che il ComuneAlloggi di Siliqua aveva dei rapporti pendenti con diversi Studi legali, sia per cause legate al mancato pagamento degli espropri, sia per svariate altre cause. Si trattava, anche qui, di cifre importanti: 273.000 euro di sole parcelle legali.Viabilità Non esistendo finanziamenti regionali per questo tipo di spese, per pagare gli espropri e le spese legali si è dovuti ricorrere all’accensione di mutui bancari poiché le casse del Comune non dispongono, ovviamente, di tutte le somme necessarie in una sola volta.Servizi È certo che, se avessimo avuto quei due milioni di euro a disposizione per altri scopi, saremmo riusciti a fare per il paese cose ben più grandi rispetto a quanto si sia realizzato.Servizi essenziali Il pagamento di questi debiti ha comportato un ingente sacrificio per le casse del Comune, ma si è trattato di una scelta obbligata se si voleva arrestarne l’aumento: un atto di responsabilità che ai cittadini (quelli di oggi, ma ancor più quelli di domani) era dovuto.Altro Ora che quei debiti sono sotto controllo, sappiamo qual è lo sforzo al quale dobbiamo andare incontro: la stabilizzazione del debito comunale, per quanto costituisca un’amara certezza, è comunque un punto fermo da cui partire per preparare lo sviluppo della comunità. Ed è appunto da qui che vorremmo ripartire: lo sviluppo di Siliqua…
  12. 12. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente La questione degli espropriTerritorio e ambiente Il grafico indica l’ammontare delle spese legali che Le cifre danno un’idea chiara della situazione che ilZona artigianale pendevano sul Comune di Siliqua all’atto Comune ha dovuto affrontare, anche alla luceEnergie rinnovabili dell’insediamento della nuova amministrazione, degli oltre due milioni di euro dovuti per i soli nel 2007, per un totale complessivo di oltre esproprî pendenti.Le campagne 273.000 euro.AquaLab Spese legaliOpere Pubbliche 29.163,13 Lotti PEEP e Scuola Elementare MattixeddaScuole e Sport Causa S. IgnazioCentro storico 45.524,41 142.025,91 Varie cause del ComuneChiesa S.Giuseppe 56.691,92 contro privati Varie cause del ComuneCimitero contro impreseAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  13. 13. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale Uno degli impegni centrali del programma Da oggi qualunque imprenditore (siliquese e non) elettorale era la creazione a Siliqua di una zona potrà avviare, a due passi dalla SS130, una propriaEnergie rinnovabili «commerciale, industriale, artigianale», nella vasta attività commerciale, un laboratorio artigianale, area del paese che si trova a ridosso della SS130. una struttura sportiva o ricettiva e creareLe campagne L’impegno è stato rispettato, con la conversione di opportunità di lavoro.AquaLab quelle aree agricole, oggi sottoutilizzate, in una Abbiamo investito nello sviluppo futuro di Siliqua, nuova zona idonea ad accogliere iniziative certi che i siliquesi sapranno trarre profitto daOpere Pubbliche imprenditoriali. questa grande opportunità.Scuole e SportCentro storicoChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServizi ApprofondimentoServizi essenziali Progettare una “zona industriale”. Se dal cavalcavia che dà verso Iglesias si guarda in direzione Est, si ha davanti agli occhi una distesa di 24 ettari di terreni agricoli per lo più incolti. Abbiamo cercato di guardare oltre ed abbiamo sognato uno scenario diverso, un’opportunità per il paese: una “vetrina” attraverso cui Siliqua potesseAltro sfruttare la propria posizione geografica strategica, a valle della SS131 e nel mezzo della SS 130, di passaggio per i turisti diretti a Sud dell’isola o più semplicemente al nostro Castello di Acquafredda... Segue >
  14. 14. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianaleEnergie rinnovabiliLe campagneAquaLab <segue dalla pagina precedenteOpere Pubbliche “Creare” dal nulla una zona del paese dedicata all’imprenditoria non è però impresa facile, né di breve periodo (tant’è che già altre amministrazioniScuole e Sport tentarono l’impresa, senza successo): non è possibile tirar su da un giorno all’altro questa o quell’impresa, questo o quel laboratorio artigianale in un posto qualunque, occorre attivare un processo ben più complesso, che inizia da lontano. L’ostacolo più imponente lo si incontra proprio all’inizio, edCentro storico è costituito dal progetto stesso della variante urbanistica, che deve rispettare leggi severe e in continuo (e rapido) cambiamento: per essere certi che la zona fosse sicura – soprattutto dal punto di vista idrogeologico, in caso di calamità naturali – si è dovuto mettere in campo una complessa e profonda attività di studio, di pianificazione e progettazione. Occorreva accertarsi che quell’area potesse considerarsi sicura non soltanto oggi, maChiesa S.Giuseppe per centinaia di anni a venire. Per questo l’organo di controllo della Regione Sardegna ha imposto ai nostri uffici di una ricerca lunga e complessa, capace di ricostruire le vicendeCimitero alluvionali e geologiche della zona negli ultimi 500 anni, e allo stesso tempo di progettare soluzioni urbanistiche che fossero in grado di scongiurare qualsiasi pericolo in caso di eventi calamitosi.Alloggi Già dalle primissime sedute del Consiglio comunale abbiamo dato avvio al lungo percorso appena descritto. Per concluderlo ci sono voluti oltre quattro anni (un tempo ben maggiore rispetto a quanto preventivato) e una buona dose di ostinazione (la Regione Sardegna ha preteso nel tempoViabilità svariate modifiche al progetto, soprattutto perché nei quattro anni molte norme sono cambiate in modo via via più restrittivo). Finalmente, nel 2011, abbiamo potuto portare in Consiglio comunale l’approvazione definitiva della variante urbanistica.Servizi Si noti, per inciso, che anche la possibilità di costruzione dei rifugi montani – secondo un unico progetto uniforme e rispettoso dell’ambiente – da destinarsi ad attività venatoria e altri utilizzi è inclusa nella variante: perciò, già da quest’anno se ne potrà iniziare la costruzione.Servizi essenziali Ci si potrà chiedere: “trattandosi di terreni pressoché esclusivamente privati, come si fa a pensare che gli imprenditori della nostra comunità siano disposti a pagare i prezzi altissimi che i proprietari imporranno per la vendita o l’affitto dei loro terreni?” La soluzione per ovviare al problema esiste, ne abbiamo un esempio dai Comuni vicini che hanno intrapreso questa strada: occorre suddividere i lottiAltro di maggiori dimensioni in lotti più piccoli (cosiddetti P.I.P., ovvero aree destinate ad accogliere Piccoli Insediamenti Produttivi). Così facendo si riesce a calmierare i prezzi e si punta ad ottenere dalla Regione i fondi che ogni anno vengono appositamente stanziati, dietro presentazione di un progetto, per realizzare le opere di urbanizzazione (strade, fognature, impianti di illuminazione, ecc.) indispensabili per rendere fruibile la zona.
  15. 15. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Come preannunciato nel programma elettorale, a Medie e sugli spalti del campo da calcio (questiZona artigianale Siliqua è stata adottata una politica sensibile alle ultimi alimentano tutto il complesso sportivo,Energie rinnovabili tematiche ambientali ed ecologiche: tra le varie compresi i campi da tennis). iniziative, sono stati installati pannelli fotovoltaici I pannelli garantiscono l’autonomia energeticaLe campagne (che producono elettricità dal Sole) sopra i tetti delle strutture interessate attraverso un’energia dell’edificio comunale, sopra quelli delle Scuole pulita, oltre a un consistente risparmio sulle speseAquaLab , , Elementari, delle Scuole materne, delle Scuole di gestione.Opere PubblicheScuole e SportCentro storicoChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServizi I risparmi che si prevede di realizzare ammontano a circa trentamila euro all’anno: quindicimila euro dagli impianti sportivi (a tanto ammontano le i i prevede realizzare ammontano circ prevede realizzare ammontano oServizi essenziali bollette, con spese interamente sostenute d l Comune) ed altri quindicimila dalle scuole e dal palazzo comunale. i t t t t dal C ) Per la realizzazione degli impianti si sono utilizzati per lo più fondi del bilancio comunale (570.000 euro), oltre alla quota minoritaria finanziata dallaAltro Regione Sardegna (98.000 euro).
  16. 16. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Le campagne di Siliqua Gutturu Mannu ai contributi alle campagne di Grande attenzione è stata dedicata alla prevenzione antincendi, dall’impegno profuso perZona artigianale salvaguardia e alla valorizzazione delle nostre ripulire le campagne dalle discariche abusive diEnergie rinnovabili campagne: dall’adesione al Parco Naturale di rifiuti agli interventi sulle strade campestri.Le campagneAquaLabOpere PubblicheScuole e SportCentro storicoChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggi Il Parco di Gutturu MannuViabilità Attualmente in fase di istituzione, il Parco si estende nei territori di Assemini, Pula, Santadi, Sarroch, Siliqua, Uta e Villa San Pietro, in una parte della Foresta di Monte Arcosu, e rappresenta una risorsa naturalistica unica per estensione e per la presenza di numerose specie animali protette.Servizi L’Oasi di Protezione Faunistica denominata “Gutturu Mannu” ha la finalità di contribuire a salvaguardare la biodiversità mediante la conservazione degli habitat naturali, nonché della flora e della fauna selvatiche. La Zona di Protezione Speciale è ubicata all’interno del proposto Sito di Interesse Comunitario ITB001106 - Foresta di Monte Arcosu, attualmente gestita dalla Associazione Italiana per il WWF - Onlus.Servizi essenziali L’investimento complessivo sul Parco ammonta a 14 milioni di euro, di cui circa 2 milioni di euro destinati al nostro Comune per attività di forestazione, sentieristica, ecc..Altro La partecipazione al Parco, quindi, rappresenta per Siliqua e per i siliquesi anche una non trascurabile opportunità occupazionale. L’adesione al Parco ha trovato anche il favorevole sostegno dei cacciatori di Siliqua. Segue >
  17. 17. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente <segue dalla pagina precedente I contributi alle campagne antincendiZona artigianale Il Comune, in collaborazione con le autorità preposte e le associazioni di volontariato, ha portato avanti, ogni anno, un’efficace campagna diEnergie rinnovabili prevenzione antincendi. In tal senso si è provveduto ad organizzare un efficiente servizioLe campagne antincendio, facendo ricorso al coinvolgimento delle associazioni che si occupano specificamente della tutela del territorio e del rischio incendiAquaLab (48.000 euro devoluti all’associazione siliquese PAN). La campagna antincendio è stata inoltre potenziata dalla dotazione di nuovi punti di avvistamento situati in loc. S’Arrizzali e Sisinneddu,Opere Pubbliche ceduti in comodato d’uso all’Ente Foreste che ha provveduto ad attrezzare le strutture di idonee apparecchiature per un più efficace eScuole e Sport tempestivo avvistamento di eventuali focolai. I suddetti interventi, unitamente all’efficiente collaborazione dell’Ente Foreste, hannoCentro storico consentito nel tempo di limitare il dilagare di numerosi incendi che hanno interessato il territorio comunale. Dal 2010 la predisposizione del piano comunale e intercomunale di Protezione Civile è diventata Contributi economici campagnaChiesa S.Giuseppe antincendi (associazione PAN) competenza dell’Unione dei Comuni “I Nuraghi di Monte Idda e Fanaris”, cui il Comune di Siliqua aderisce.Cimitero Gli interventi sulle discariche abusive nelle campagneAlloggi Numerosi sono stati gli interventi attuati per ripulire le campagne dai 10.000 10.000 rifiuti abbandonati in vere e proprie discariche abusive, anche da tempiViabilità antecedenti al nostro insediamento (si veda il primo intervento, nel 2007, nelle campagne di Santa Margherita, costato 12.000 euro;Servizi ciascun intervento successivo è costato al Comune 7000/8000 euro). 14.000 14.000 Da ultimo non è da sottovalutare, nella stessa direzione, l’attivazione 2008Servizi essenziali del servizio di smaltimento gratuito a domicilio dei pneumatici usati: con questo servizio siamo convinti di aver privato di ogni alibi coloro 2009 che, ancor oggi, continuano a gettare i propri pneumatici nelle nostreAltro 2010 campagne. 2011
  18. 18. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale Una delle ricchezze del territorio comunale di dell’Unione di Comuni. Non potendo comunque Siliqua è quello delle strade campestri (Siliqua ne manutenzionarle tutte a causa degli elevati costi, siEnergie rinnovabili ha oltre 200 Km), la cui manutenzione è scelto di effettuare gli interventi “a rotazione”, 4 programmata era oggetto del programma o 5 strade per ogni anno di legislatura.Le campagne elettorale di mandato. La maggior parte degli L’impegno di spesa complessivo, che tiene contoAquaLab interventi si sono effettuati grazie ai finanziamenti anche dei finanziamenti colti dalla Regione, della Regione Sardegna che il Comune ha saputo ammonta a circa 465.000 euro.Opere Pubbliche cogliere, sia come singolo Comune che nell’ambitoScuole e SportCentro storicoChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  19. 19. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale … Difendere le campagne siliquesi significa anche tenere alta l’attenzione su possibili comportamentiEnergie rinnovabili scorretti da parte di privati.Le campagne È così che si è proceduto al recupero di circa 3 ettari di bosco piantumato a sughereta che unAquaLab privato aveva annesso alla propria azienda da oltre vent’anni, e che oggi sono di nuovo a disposizioneOpere Pubbliche di tutti i siliquesi.Scuole e SportCentro storicoChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro Zona «Sa Conca de Mesu»
  20. 20. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Il Comune di Siliqua ha stipulato un accordo La collaborazione con l’Università è anche un pluriennale con la Facoltà di Architettura investimento “culturale” che ci invita a crescere,Zona artigianale dell’Università di Cagliari, che ci ha fornito uno perché pone problemi nuovi e ci porta adEnergie rinnovabili splendido esempio di programmazione organica assumere una maggiore consapevolezza, un nuovo dello sviluppo del territorio siliquese. approccio sulle questioni dello sviluppo urbano.Le campagne I docenti e gli studenti della Facoltà, anche con la Crediamo che i risultati di questi studiAquaLab partecipazione di quotati architetti di fama costituiscano un patrimonio di grande valore, ed internazionale, sono venuti a farci visita “a casa invitiamo la cittadinanza a seguire da vicino, ancheOpere Pubbliche nostra”, hanno condotto una settimana intensa di in futuro, un’esperienza che non tutti i piccoliScuole e Sport studio del nostro territorio ed hanno cercato di Comuni hanno la fortuna di vivere. immaginare delle linee di sviluppo coerente perCentro storico l’urbanistica di Siliqua.Chiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  21. 21. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianaleEnergie rinnovabiliLe campagneAquaLabOpere PubblicheScuole e Sport Programmare lo sviluppo urbanisticoCentro storico Dal punto di vista dello sviluppo urbanistico una delle più comuni carenze dei piccoli centri urbani è la mancanza di un’organica programmazione a medio e lungo termine: le opere pubbliche vengono spesso progettate e costruite isolatamente una dall’altra, senza un disegno complessivo di armonizzazione o una pianificazione di lungo periodo che consentano, nel tempo, di ridisegnare in modo più consapevole il volto di un territorio.Chiesa S.Giuseppe Con l’accordo triennale concluso con la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Cagliari (la cui prima fase è stata battezzata “Aqualab”, per il legame che si è voluto recuperare tra il tessuto urbano e i nostri corsi d’acqua) abbiamo avviato una riflessione che, senza pretesa alcuna diCimitero esaustività, può costituire una valida base per avviare, nel tempo, una programmazione seria dello sviluppo urbanistico del territorio siliquese. Reputiamo prezioso il lavoro svolto, perché lascia alle amministrazioni future degli strumenti concreti su cui lavorare nella progettazione delle futureAlloggi linee di sviluppo del territorio siliquese mirando al recupero delle radici storiche del Paese, anche attraverso un rinnovato rapporto con i suoi elementi caratteristici di sempre (a partire dal fiume, elemento costantemente presente nella vita della comunità siliquese sin dalla sua nascita).Viabilità La collaborazione con l’Università di Cagliari, dopo il primo “stage” (Aqualab), prevede ulteriori attività da svolgersi nei prossimi due anni.ServiziServizi essenzialiAltro
  22. 22. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Uno dei progetti che compongono il «Concept Master Plan» di AqualabZona artigianaleEnergie rinnovabiliLe campagneAquaLabOpere PubblicheScuole e SportCentro storicoChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  23. 23. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale Per quanto riguarda le infrastrutture sportive, Il tutto ha comportato una spesa complessiva di a spesa complessiva di p elenchiamo di seguito i principali interventi 548.000 euro, di cui 390.000 finanziati dalla 0.000Energie rinnovabili effettuati: Regione Sardegna.Le campagne si è provveduto al completamento degli impianti Oltre agli interventi di natura prettamente sportivi, all’adeguamento e messa a norma della strutturale, che hanno reso funzionali gli edifici eAquaLab palestra delle Scuole Elementari, alla gli impianti, si è ritenuto opportuno agevolarne ristrutturazione del campo polivalente esterno e l’utilizzo. Allo scopo sono stati concessi in usoOpere Pubbliche del pistino per il salto in lungo, alla messa in opera alcuni impianti sportivi comunali.Scuole e Sport della nuova superficie del campo comunale di Tra questi: la palestra scolastica di via Quasimodo calcio (con dotazione di uno specifico macchinario e via Fermi; il campo comunale da calcio e campiCentro storico per la manutenzione del manto artificiale del costo da tennis di via Oslo. di oltre 5.000 euro).Chiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  24. 24. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Siamo partiti dall’idea di riaprire la Piazza Martiri ottimale (il pavimento della piazza, nonostante le al traffico veicolare, senza stravolgere la pianta rassicurazioni ricevute dai tecnici consultati, si èZona artigianale complessiva della piazzetta: l’intento era quello di rivelato non idoneo al traffico veicolare), e sullaEnergie rinnovabili ripristinare la linea ideale che un tempo riuscita del progetto hanno pesato decine di atti congiungeva, attraverso il Corso Repubblica, i due di vandalismo (i vandali si sono accaniti inLe campagne poli (da est a ovest) del paese. L’apertura della particolare sui dissuasori automatici, piazzetta era diretta, inoltre, ad agevolare gli compromettendone di fatto il funzionamento).AquaLab operatori commerciali interessati a quella parte di In estrema sintesi, fermo il valore dell’idea iniziale,Opere Pubbliche percorso, senza per questo sacrificare la vivibilità si tratta di un intervento che poteva trovare una dell’area dal punto di vista ricreativo e come luogo migliore esecuzione…Scuole e Sport per il tempo libero.Centro storico Da qui è nata l’idea dei dissuasori automatici, da Per quanto concerne la creazione di nuovi attivare solo in determinati giorni ed orari senza parcheggi nel Centro storico, il Comune di SiliquaChiesa S.Giuseppe aggravî di costi in termini di personale della Polizia ha acquisito (al costo di 83.000 euro) un immobile Municipale. La spesa complessiva per la riapertura in via Sassari.Cimitero della piazza è stata di circa 60.000 euro. Quella dei dissuasori automatici è stata una soluzione La costruzione dei parcheggi non è ancora iniziataAlloggi poiché il procedimento è al vaglio delle Autorità tutt’altro che nuova o “sperimentale”, essendo giàViabilità stata adottata con successo in tantissimi altri regionali (l’Assessorato all’Urbanistica della comuni. Regione ha infatti ravvisato, sull’edificio inServizi questione, un “valore storico”…). Siamo fiduciosi che l’autorizzazione giunga inServizi essenziali In concreto, tuttavia, col senno del poi dobbiamo tempi brevi. riconoscere che l’esecuzione del lavoro non è stataAltro
  25. 25. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Tra gli interventi di riqualificazione del tessuto Ora la piazza è fruibile anche a chi ha difficoltà di urbano più riusciti c’è la sistemazione del piazzale deambulazione, grazie alla rimozione delleZona artigianale della chiesa di San Giuseppe, anche grazie al ruolo barriere architettoniche che finora erano p presenti.Energie rinnovabili determinante del nostro parroco, che si è fatto parte attiva presso la Curia per la concessione alLe campagne Comune di un’area compresa nel piazzale, nella quale abbiamo così potuto effettuare i lavori.AquaLabOpere PubblicheScuole e SportCentro storicoChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  26. 26. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Cimitero.Zona artigianale A seguito dei numerosi furti verificatisi al cimitero, abbiamo dovuto abbandonare il progetto di consentirneEnergie rinnovabili l’apertura tutti i giorni della settimana.Le campagne Gli interventi eseguiti sul cimitero hanno riguardatoAquaLab soprattutto alcuni accorgimenti tesi a renderlo più fruibile (come la costruzione delle ringhiere e deiOpere Pubbliche passamano per agevolare la salita e la discesa tra i dueScuole e Sport livelli del cimitero stesso, a vantaggio soprattutto delle persone anziane).Centro storico Inoltre, poiché con l’andar del tempo il fabbisogno diChiesa S.Giuseppe loculi cimiteriali è aumentato, si è proceduto ad accantonare i fondi necessari all’acquisizione di nuoveCimitero aree da destinare alla costruzione di ulteriori loculi. A tal fine è stato acceso un mutuo da 200.000 euro, cheAlloggi saranno sufficienti al solo acquisto delle aree. In unViabilità momento successivo si provvederà, con il prevedibile concorso di finanziamenti regionali, a reperire i fondiServizi necessari per l’ampliamento del cimitero con la costruzione di nuovi loculi sulle aree acquisite.Servizi essenzialiAltro
  27. 27. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente Abbiamo avviato la costruzione di 7 nuovi alloggi a abbiamo predisposto un nuovo progetto (inTerritorio e ambiente canone agevolato, da assegnarsi tramite sostituzione di quello relativo a Via di Vittorio) per graduatoria alle famiglie con redditi più bassi. la costruzione dei due alloggi in Corso Repubblica,Zona artigianale Di tali alloggi, 4 sono situati in zona BauForru, uno al piano superiore dell’edificio dell’ex Municipio.Energie rinnovabili presso i vecchi spogliatoi in disuso del campo sportivo, mentre dei due restanti la costruzione Infine, abbiamo proceduto all’assegnazione diLe campagne era prevista in Via di Vittorio. numerosi lotti per edilizia economica (c.d. lotti Tutti gli alloggi sono pressoché completati e «P.E.E.P.») nei quali sono state edificate abitazioniAquaLab saranno abitabili da qui a poche settimane, tranne per diverse famiglie siliquesi. Ciò ha comportato,Opere Pubbliche quelli in Via di Vittorio, per i quali si è avuto un oltre alla garanzia di una soluzione abitativa ai rallentamento: i relativi immobili, infatti, risultano beneficiari, un impulso all’imprenditoria edile delScuole e Sport essere usucapiti, anni fa, da privati che li avevano paese, ancor più apprezzabile in un periodo di occupati (senza titolo) da molti anni. notevole crisi per tutta l’edilizia della Sardegna.Centro storico Si stanno esperendo tutte le procedure ritenuteChiesa S.Giuseppe utili al recupero di tali immobili; nell’eventualità in cui, tuttavia, il recupero non fosse possibile,CimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  28. 28. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente Viabilità e Sicurezza StradaleTerritorio e ambiente Per quanto riguarda la manutenzione del manto Sempre in tema di viabilità e decoro urbano, siamo stradale urbano, molti interventi sono stati rinviati intervenuti a migliorare l’aspetto del piazzaleZona artigianale nell’attesa che prendano l’avvio i lavori della rete antistante le scuole elementari di Mattixedda,Energie rinnovabili del gas cittadino. Questi comporteranno, infatti, il intervenendo anche sugli impianti sportivi della rifacimento dell’intero manto stradale del paese. scuola stessa.Le campagne Si è intervenuti quindi solo là dove si è riscontrata Con le economie di bilancio realizzate con la maggiore urgenza. È il caso della rotonda in via quest’opera, è stato avviato anche il rifacimentoAquaLab Cixerri: un intervento certamente di modesta del piazzale interno, che sarà completato a breve.Opere Pubbliche entità (i fondi a disposizione per l’esigenza erano I bambini delle scuole avranno così un ulteriore molto limitati), ma che ha raggiunto – crediamo – spazio all’aperto dedicato a loro.Scuole e Sport lo scopo di rendere quella strada un po’ più sicura. Lo testimonia il drastico calo di incidenti nel trattoCentro storico di strada interessato.Chiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  29. 29. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambiente Opere Pubbliche e ServiziTerritorio e ambiente In tema di opere pubbliche realizzate a Siliqua in Come?Zona artigianale questi cinque anni di amministrazione vorremmo Garantendo anzitutto il buon funzionamento deiEnergie rinnovabili proporvi una breve considerazione conclusiva. servizi essenziali ed incrementandone il numero, Un tempo le opere pubbliche erano considerate convinti come siamo che la qualità della vitaLe campagne l’indicatore principale della “grandezza” di all’interno di un piccolo paese si misura anche eAquaLab un’amministrazione rispetto a un’altra. soprattutto sui servizi che si riesce a dare alle famiglie, ai giovani, agli anziani. Lo scenario attuale è completamente cambiato, eOpere Pubbliche Il tutto senza dimenticare mai coloro che da con esso riteniamo che anche il metro di misura del valore di un’amministrazione debba sempre sono ai margini, e che in momenti di graveScuole e Sport aggiornarsi, se vuole stare al passo coi tempi. crisi economica vedono aumentare il bisogno diCentro storico sostegno: l’attenzione e la solidarietà verso di loro Oggi quasi tutti i piccoli comuni della Sardegna è un nostro dovere, ora più che mai.Chiesa S.Giuseppe soffrono di un invecchiamento progressivo della popolazione e, allo stesso tempo, di una lenta ma La tabella che trovate sul retro di questa pagina,Cimitero continua tendenza allo spopolamento, spesso pur nella freddezza dei suoi numeri, dà un’idea figlio della mancanza di lavoro e dell’emigrazione.Alloggi dello sforzo compiuto per migliorare il nostro In questo scenario riteniamo che le scelte relative paese anche attraverso alcune opere di ediliziaViabilità all’impiego delle risorse debbano perseguire un pubblica. equilibrio tra l’ambizione alla costruzione di opereServizi pubbliche (più o meno prestigiose) e l’attenzione Vi invitiamo a leggerla chiedendovi sempre: alle Persone che vivono nel paese, cercando di cos’altro si sarebbe potuto fare se solo nonServizi essenziali avessimo avuto sulle spalle quel gigantesco creare i presupposti affinché ciascuno possaAltro trovare la propria realizzazione anche senza debito da due milioni e trentamila euro ereditato separarsi dai luoghi in cui è cresciuto. dal passato?…
  30. 30. LAVORI PUBBLICI Contributo Regione Oggetto della spesa Importo totale SardegnaProgramma straordinario edilizia a canone sociale BauForru (ex spogliatoio campo sportivo, ex ricovero via diVittorio, ex mattatoio) 765.000,00 606.321,79Adeguamento funzionale messa a norma palestra polivalente, scuole elementari 278.000,00 200.000,00Riqualificazione spazi attrezzati esistenti: impianti sportivi di base e polivalenti scuola elementare ViaQuasimodo 230.000,00 190.082,64Restauro Architettonico – mura mastio Castello Acquafredda 226.459,28 158.521,50Completamento museo Castello Acquafredda 220.000,00 0,00Sistemazione P.zza San Giuseppe 200.000,00 0,00Sistemazione piazzale antistante scuola primaria Via Quasimodo 175.218,30 0,00Programma Interventi edilizia scolastica, costruzione e messa a norma edifici scuola pubblica infanzia(materna) 171.680,00 171.680,00Adeguamento a norma impianti allarme e centrali scuole e immobili comunali, quadri I.P. 120.000,00 0,00Sistemazione e costruzione loculi cimiteriali 110.000,00 0,00Adattamento funzionale edificio ex Esmas, realizzazione Micronido 100.000,00 80.000,00Adeguamento e messa in sicurezza viabilità spazi pubblici e arredo urbano Via Sassari, valorizzazione centrostorico. 100.000,00 0,00Recupero patrimonio edilizio realizzazione alloggi canone moderato, ristrutturazione ex alloggio custode scuolamedia. 83.157,64 65.167,64Contributi Regionali per interventi Restauro Architettonico, Chiesa SantAnna restauro altare marmoreo eligneo 72.600,00 42.834,00Progetto Piazza Martiri, riapertura traffico veicolare 60.000,00 0,00Interventi moderazione traffico e sistemazione Via Cixerri 56.072,73 0,00Completamento complesso Monte Granatico e casa tipica Ziu Leonardu (su finanziamento regionale, economieprecedenti) 51.274,86 51.274,86Adeguamento scuola elementare e materna , conseguenti eventi alluvionali 2008 43.040,00 0,00Completamento e manutenzione straordinaria caserma dei carabinieri 30.000,00 0,00Adeguamento igienico-sanitario locali mensa scuola materna e medie 26.250,00 0,00Adeguamento impianti sicurezza edificio polifunzionale ludoteca 26.000,00 0,00Variante al PUC, zona D e zona G sulla SS130 13.500,00 0,00Completamento loculi cimiteriali 12.867,22 0,00Completamento adeguamento edificio scuola elementare alle vigenti normative agibilità 12.500,00 0,00Complesso Monte Granatico e sistemazione area espositiva esterna, economie di gara 10.973,36 0,00 Totale 3.194.593,39 1.565.882,43
  31. 31. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente L’impianto di illuminazione pubblica di Siliqua temporali. Tutta l’opera di rinnovamento dei aveva da tempo bisogno di una complessiva e quadri è stata finanziata con fondi del Comune.Zona artigianale sostanziale opera di manutenzione: molti Le lampade dei lampioni di via Cixerri e di viaEnergie rinnovabili ricorderanno quanto fossero frequenti, negli anni Grazia Deledda sono state sostituite con più passati, i black-out che lasciavano al buio le nostre moderni corpi illuminanti a risparmio energetico,Le campagne strade. che consentiranno notevoli economie sulleAquaLab Si è provveduto a sostituire tutti i quadri elettrici bollette elettriche del paese. Analogo intervento è del paese, eliminando quelli vecchi ed in corso di realizzazione in tutte le vie del CentroOpere Pubbliche installandone di più moderni e sicuri. storico. Da allora, le interruzioni del servizio di Sul retro di questa pagina trovate i dettagli deiScuole e Sport illuminazione pubblica hanno cessato di costituire costi sostenuti per riammodernare l’impianto.Centro storico un problema cronico, e si verificano (come dappertutto) soltanto in occasione di violentiChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  32. 32. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambienteZona artigianale LAVORI PUBBLICI: impianti di illuminazione pubblicaEnergie rinnovabili Contributo Oggetto della spesa Importo totaleLe campagne Regione Sardegna Adeguamento impianti illuminazione pubblica stradali – sostituzione corpi illuminanti con regolatori di flusso - centro matrice 106.605,11 71.605,11AquaLab Adeguamento impianti illuminazione pubblica stradali – sostituzione corpi illuminantiOpere Pubbliche con regolatori di flusso – zone esterne centro matrice 278.688,72 183.688,72 Adeguamento sistema pubblica illuminazione, razionalizzazione consumi energetici eScuole e Sport miglioramento ambiente (quadri elettrici) 66.802,25 41.698,55 Adeguamento sistema pubblica illuminazione, programma regionale razionalizzazioneCentro storico e riduzione consumi energetici, miglioramento ambiente (Via Cixerri) 100.000,00 0,00 Censimento e redazione PRIC, Piano Regolatore Illuminazione Comunale , ENEL 10.320,00 0,00Chiesa S.Giuseppe Totale 562.416,08 296.992,38CimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  33. 33. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Per quanto concerne la rete del gas cittadino, Il risparmio si accentuerà quando, in futuro, si Siliqua è il Comune capofila del “Bacino31”, che utilizzerà la stessa rete anche per il passaggio delZona artigianale comprende anche altri 5 comuni (Decimoputzu, metano.Energie rinnovabili Musei, Vallermosa, Villamassargia e Villasor). I lavori per la costruzione della rete del gas In qualità di Comune capofila, abbiamo da subito implicano un ingente investimento economico daLe campagne avviato una gara dappalto per tutti i comuni parte della Regione (che ha finanziato il progetto)AquaLab interessati, come da programma elettorale. e della ditta vincitrice dell’appalto. I lavori potranno garantire un’opportunità di lavoro perOpere Pubbliche Il Comune sta seguendo con costante attenzione molti cittadini siliquesi.Scuole e Sport tale progetto, che porterà a Siliqua un ulteriore elemento di modernità. La ditta affidataria ha giàCentro storico provveduto ad un primo censimento delle famiglie interessate ad aderire al nuovo servizio, cheChiesa S.Giuseppe comporterà per i siliquesi un risparmio notevoleCimitero rispetto ai prezzi attuali del GPL in bombole.AlloggiViabilità L’iter per la realizzazione della rete del gas cittadino ha subìto un forteServizi rallentamento a seguito di un ricorso amministrativo presentato da una ditta non aggiudicataria dell’appalto.Servizi essenziali Il ricorso al T.A.R. Sardegna è stato vinto dai Comuni del Bacino, per cui l’iter è potuto proseguire, ma nel frattempo si son persi quasi due anni. I lavori veri e propri potranno partire, ancora una volta, alAltro termine dell’iter burocratico che si impernia sulla Regione Sardegna: siamo in attesa di ricevere le necessarie autorizzazioni da parte degli organi competenti.
  34. 34. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Per quanto concerne il servizio di smaltimento dei Oggi a Siliqua è possibile conferire direttamenteZona artigianale rifiuti e la raccolta differenziata degli stessi, come presso la propria abitazione, oltre ai rifiuti che già promesso la nostra amministrazione ha proceduto si differenziavano (carta, vetro, plastica, umido)Energie rinnovabili immediatamente ad indire la relativa gara anche gli olî esausti, i farmaci, i rifiuti elettronici dappalto, al fine di introdurre finalmente nel (RAEE), quelli sanitari (pannolini usati, ecc.).Le campagne nostro paese un servizio di smaltimento e raccoltaAquaLab differenziata dei rifiuti di elevata qualità. Persino i pneumatici usati vengono ritirati al domicilio di chi ne fa richiesta, è sufficienteOpere Pubbliche chiamare il Numero Verde appositamenteScuole e Sport predisposto. Potenziando questo servizio abbiamo cercato diCentro storico migliorare la qualità della vita di tutti.Chiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServizi L’affidamento del servizio Dopo il primo affidamento, le prestazioni offerte dalla prima ditta aggiudicataria della gara d’appalto non furono giudicate conformi agli impegniServizi essenziali assunti, per cui si procedette alla risoluzione del contratto, assegnando l’appalto alla seconda classificata nella gara. La nuova ditta ha garantito da subito un servizio di qualità, ed ha assorbito il personale (di Siliqua) precedentemente impiegato.Altro In seguito, la ditta stessa ha visto bruciare in due diversi incendi (probabilmente dolosi) tutti i propri automezzi dedicati al servizio per cui, dopo qualche mese, si è vista costretta a recedere dal contratto. Da allora si è proceduto all’affidamento del servizio a una nuova ditta, con risultati da tutti considerati di altissimo livello.
  35. 35. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente Il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ha, Tuttavia, considerato il periodo di grave crisi ovviamente, dei costi di gestione, che in origine economica in atto, abbiamo scelto di alleviare ilZona artigianale sono destinati a gravare esclusivamente sulle peso economico del servizio che grava sulleEnergie rinnovabili famiglie che fruiscono del servizio. È quanto famiglie: il Comune si è fatto carico del 28% dei accade nella maggior parte dei Comuni. costi del servizio (pari a circa 120.000 euroLe campagne all’anno).AquaLab SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI URBANIOpere Pubbliche Contributo Bilancio Oggetto della spesa Importo Regione Sardegna Comune di SiliquaScuole e Sport Ripristino ambientale con rimozione discariche abusive rifiuti, Progetto "Sardegna fatti bella", G.C. 140/2008 45.645,12 22.822,56 22.822,56Centro storico Rinnovo Progetto "Sardegna fatti bella", G.C. 11/2008 con economie di bilancio. 28.500,00 28.500,00Chiesa S.Giuseppe Progetto Ecocentro (raccolta differenziata rifiuti urbani) 88.000,00 80.000,00 8.000,00Cimitero Totale 162.145,12 131.322,56 30.822,56AlloggiViabilità L’ isola ecologicaServizi Per quanto concerne la realizzazione dellisola ecologica, il più grosso ostacolo da affrontare è stato linterminabile iter burocratico imposto dallorganismo di controllo regionale, che ha causato un forte rallentamento nella realizzazione dell’ecocentro; a ridosso, poi, dellultima verifica da parte della ASL, è avvenuto il ritrovamento, nellarea destinata allisola ecologica, di rifiuti pericolosi abbandonati in quell’area presumibilmenteServizi essenziali qualche giorno prima dell’arrivo dei controlli (si trattava di amianto in particolare: la relativa rimozione è costata circa 2.000 euro), il ché ha di fatto sospeso liter burocratico, già di per sé lungo e farraginoso, per l’attivazione del servizio.Altro Nell’attesa che l’iter venga concluso si è perciò deciso di dotare il Comune di Siliqua di un’isola ecologica “mobile”: un mezzo attrezzato che si fermerà a Siliqua con cadenza settimanale e consentirà, in determinati giorni ed orari, di conferire i propri rifiuti di qualunque genere, come se si trattasse di un’isola ecologica stanziale.
  36. 36. Sviluppo: urbanistica, pianificazione territorio, opere pubbliche, ambienteTerritorio e ambiente IncompiutiZona artigianale Tra i servizi che avremmo voluto attivare e che, ASL, altri sono semplicemente passati in secondoEnergie rinnovabili nonostante l’impegno profuso, non hanno preso piano di fronte ad esigenze ritenute, sul momento, avvio, il ripristino della zona addestramento cani, maggiormente urgenti, anche sulla scorta delleLe campagne il poligono di tiro con relativo percorso di caccia, il segnalazioni e delle opinioni espresse, stradaAquaLab cimitero per i piccoli animali domestici. facendo, da molti siliquesi. In alcuni di questi casi le difficoltà sono state Del mancato avvio di questi servizi ci scusiamo,Opere Pubbliche riscontrate in sede di autorizzazioni da parte della comunque, con i nostri concittadini.Scuole e SportCentro storicoChiesa S.GiuseppeCimiteroAlloggiViabilitàServiziServizi essenzialiAltro
  37. 37. Vivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi sociali Casa anziano Asilo nido Poliambulatorio Asilo nido Mensa scuola elementare Parco giochi
  38. 38. Siliqua: q aVivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi socialiPer tutti Avevamo promesso il ripristino dei servizi del La struttura, oltre ad evitare frequenti viaggi (aPoliambulatorio Poliambulatorio comunale. Cagliari, Decimomannu, Iglesias) alle personeParco giochi Abbiamo fatto di più: grazie ad un accordo con la bisognose di determinate cure, è punto di ASL 8, oggi Siliqua vanta una struttura sanitaria di riferimento anche per cittadini dei comuni vicini.Internet e Sport alto livello, una Casa della Salute che è un punto I servizi offerti sono elencati nell’approfondimentoAcqua e terra d’onore per tutti i siliquesi. sul retro di questa pagina.Per le famiglieAsilo nidoMensa scolasticaPer gli anzianiCasa dell’anzianoAltre iniziativePer i giovaniViaggi, colonie & Co.Per le associazioniContributi e sediServizi socialiAssistenza solidale
  39. 39. Siliqua: q aVivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi socialiPer tuttiPoliambulatorio Il nuovo Poliambulatorio comunale: i servizi offerti. Ecco la nota informativa apparsa sul sito internet della ASL 8 all’apertura del poliambulatorio:Parco giochi “Apre il nuovo poliambulatorio di Siliqua”. CAGLIARI, 8 AGOSTO 2008Internet e Sport Neurologia, dermatologia, endocrinologia, ostetricia, fisiatria, diabetologia, cardiologia e oculistica: sono le specialistiche presenti nel nuovo Poliambulatorio di Siliqua che la ASL di Cagliari, in collaborazione con il Comune, ha inaugurato oggi alla presenza del Sindaco Piergiorgio Lixia, delAcqua e terra Direttore Generale dell’ASL Gino Gumirato e del Direttore Sanitario Giorgio Sorrentino. La nuova struttura, sita in via Carducci angolo via Manzoni, si estende su una superficie di circa settecento metri quadrati dotata di attrezzature informatiche e sanitarie come un moderno ecografo e la nuova strumentazione oculistica. Il Poliambulatorio ospita, oltre alla guardia medica e alPer le famiglie punto prelievi, anche i servizi di igiene e sanità pubblica, veterinaria, salute mentale, l’ufficio Sau per la scelta e la revoca del medico di medicina generale e il punto CUP per la prenotazione di visite ed esami specialistici. Le spese per la ristrutturazione, gli arredi e l’acquisto delle tecnologieAsilo nido ammontano a duecentocinquanta mila euro. “In pochi mesi siamo riusciti a completare i lavori – ha detto durante l’inaugurazione il sindaco di Siliqua –. Un ottimo esempio di collaborazione tra le istituzioni e la Asl, che va oltre il colore politico, destinato a diventare un punto di riferimento anche perMensa scolastica i paesi limitrofi”. “Lapertura del Poliambulatorio di Siliqua, insieme con quelli aperti in questi anni di Mandas, Sestu, Selargius, San Nicolò Gerrei, Decimomannu,Per gli anziani Villasimius e Capoterra - ha affermato il direttore generale Gumirato - s’inserisce nel progetto di potenziamento dei servizi territoriali e di integrazione con gli ospedali che la ASL di Cagliari porta avanti da tre anni. Un risultato tangibile dello sforzo compiuto per garantire ai cittadini, in particolare alle fasce più deboli, una sanità più vicina agli utenti e un’assistenza migliore, anche con l’aiuto degli operatori.”.Casa dell’anzianoAltre iniziative Come si è giunti alla “Casa della Salute”...Per i giovani La vecchia struttura dell’ambulatorio comunale, in via Lamarmora, non era obiettivamente idonea a svolgere al meglio la propria funzione, sia per le ridotte dimensioni che per la scomoda posizione e per l’assenza di parcheggi. Uno dei nostri primi atti fu proprio quello di individuare, quale area idonea ad accogliere il poliambulatorio, la struttura situata accanto alla casa dell’anziano: il luogo ideale, crediamo, per una struttura sanitaria diViaggi, colonie & Co. questo tipo. Per fare ciò dovemmo “invertire” una scelta fatta dalla precedente amministrazione, che pure aveva percepito la necessità di spostare ilPer le associazioni poliambulatorio altrove: in precedenza erano stati già stanziati 10.000 euro per lo spostamento del poliambulatorio dalla vecchia sede allo stabile del vecchio Municipio in Corso Repubblica (diversi locali di tale stabile sono oggi impiegati, come sapete, quali sedi delle varie associazioni siliquesi cheContributi e sedi ne hanno fatto richiesta). Negli intendimenti della passata amministrazione, la struttura di Mattixedda era destinata invece ad accogliere un ostello della gioventù. Si tratta di un progetto che, per ora, abbiamo preferito accantonare. Noi abbiamo destinato ad altre esigenze i 10.000 euro già impegnati, e contestualmente abbiamo avviato una trattativa con l’allora Direttore Generale della ASL N.8, arrivando nel 2008 a stipulare unaServizi sociali convenzione con la quale il Comune ha concesso alla ASL 8 l’utilizzo della struttura per 30 anni, mentre da parte sua la ASL si è impegnata a garantire ai cittadini i propri servizi sanitari e a sostenere interamente le spese per la trasformazione e l’adeguamento della struttura alle nuove attività (laAssistenza solidale spesa sostenuta dalla ASL a tal fine è stata di 250.000 euro).
  40. 40. Vivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi socialiPer tuttiPoliambulatorioParco giochi Il Parco giochi comunale, frequentato non solo dai negli ultimi due anni, la presenza del chioschettoInternet e Sport giovani ma anche dalle famiglie, è un luogo di durante la stagione estiva, con apposito atto di ritrovo importante per i siliquesi. I nostri interventi concessione.Acqua e terra sul Parco hanno riguardato il miglioramento dell’impianto di illuminazione, l’installazione diPer le famiglie telecamere di videosorveglianza per la sicurezza eAsilo nido contro gli atti vandalici e l’installazione di nuovi e più moderni giochi per i bambini. Non è mancata,Mensa scolasticaPer gli anzianiCasa dell’anzianoAltre iniziativePer i giovaniViaggi, colonie & Co.Per le associazioniContributi e sediServizi socialiAssistenza solidale
  41. 41. Vivere Siliqua: i servizi ai cittadini, i giovani, le associazioni, lo sport, la cultura, gli anziani, i servizi socialiPer tuttiPoliambulatorio Ci eravamo impegnati ad attivare un servizio Cogliendo un finanziamento regionale, si è tuttavia gratuito di accesso alla rete Internet dalle proprie riusciti ad allestire un’ aula multimediale,Parco giochi abitazioni, sfruttando un’antenna collocata sopra il attrezzata con connessione ad Internet a bandaInternet e Sport tetto dell’edificio comunale. larga, videoproiettore con schermo a scomparsa e Il servizio è attualmente attivo: ciascuno di noi, postazioni PC complete.Acqua e terra attivando la funzione wireless sul proprio PC o La gestione delle attività dell’aula multimediale haPer le famiglie smartphone, vedrà comparire la disponibilità di incontrato un ostacolo di carattere economico, una nuova rete wireless chiamata “Comune di posto che, come anticipato, per le attività in esameAsilo nido Siliqua”. i fondi scarseggiano: nonostante i tentativi Sarà sufficiente registrarsi presso il sito del compiuti, non si è infatti riusciti a reperire soggettiMensa scolastica Comune per accedere alla rete (ciascun cittadino interessati al coordinamento, a titolo gratuito,Per gli anziani può navigare gratuitamente per due ore al giorno). delle attività da svolgersi all’interno dell’aula L’antenna copre attualmente un raggio d’azione di multimediale e alla gestione della stessa.Casa dell’anziano 250 metri; presto verrà potenziata e coprirà un Nell’aula, pertanto, si svolgono attualmente raggio maggiore. Oltre a garantire la connessione attività sociali (quali lo sportello di ascolto perAltre iniziative ad internet fuori casa, il servizio è teso a tossicodipendenze ed alcolismo) e ricreative.Per i giovani consentire un risparmio di spesa alle famiglie che Contiamo di riuscire comunque a reperire i fondi fanno un uso non intensivo di Internet all’interno per affidarne la gestione.Viaggi, colonie & Co. delle loro case.Per le associazioni Altro obiettivo che ci eravamo prefissi era quello di Quanto agli interventi per chi pratica lo sport a attivare dei corsi di alfabetizzazione informatica, Siliqua, riportiamo di seguito il riepilogo deiContributi e sedi ma esso non ha potuto trovare realizzazione, contributi concessi alle associazioni sportive, anche a causa della carenza di fondi a disposizione. mentre per gli interventi sulle infrastruttureServizi sociali sportive vi rimandiamo alle pagine dedicate.Assistenza solidale
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×