• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Programma di Insieme per Amelia
 

Programma di Insieme per Amelia

on

  • 1,721 views

Il programma elettorale di Riccardo Maraga sindaco di Amelia, candidato del centrosinistra alle elezioni amministrative di maggio 2011

Il programma elettorale di Riccardo Maraga sindaco di Amelia, candidato del centrosinistra alle elezioni amministrative di maggio 2011

Statistics

Views

Total Views
1,721
Views on SlideShare
1,502
Embed Views
219

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

3 Embeds 219

http://www.slideshare.net 217
http://www.riccardomaraga.it 1
http://www.riccardomaraga.it 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Programma di Insieme per Amelia Programma di Insieme per Amelia Document Transcript

    • AMELIA PROGETTA FUTURO. COSTRUIAMO INSIEME L’AMELIA DI DOMANI.Care amerine, cari amerini,quello che Insieme per Amelia vi propone non è un semplice programma elettorale per i prossimicinque anni.E’ qualcosa di più. E’ una strategia che guarda al futuro e che intende tratteggiare le lineedell’identità della nostra città e del nostro territorio.Insieme. Perché la crisi economica, i tagli del Governo, le sfide del federalismo devono essereaffrontate insieme con una straordinaria coesione tra tutte le forze vive della città.Insieme. Per un’Amelia dinamica che coniughi la crescita e il lavoro con la tutela dell’ambiente edel territorio e con l’inclusione sociale e la lotta alle nuove povertà.Insieme. Per un’Amelia accogliente in grado di promuovere attraverso una campagna moderna dimarketing territoriale un turismo diversificato e di qualità.Insieme. Per un’Amelia protagonista del territorio amerino, saldamente agganciata alla Provinciae alla Regione e che sia in grado di rafforzare la sua leadership nel territorio per un nuovosviluppo sostenibile comprensoriale.Insieme. Per un’Amelia animata da un nuovo civismo, dove ciascuno contribuisca al benesseredella comunità, alla sua pulizia, alla sua bellezza e dove le scelte importanti siano condiviseattraverso la programmazione partecipata e la democrazia effettiva.Insieme. Per un’Amelia sicura e della legalità dove la politica rafforzi il suo ruolo di cura dellacomunità e prosegua nella lotta contro favoritismi, cricche e interessi particolari garantendo unacittà trasparente e sicura sulla scia di quanto avvenuto in questi anni.Non siamo semplicemente una coalizione di partiti. Siamo donne e uomini con un grande amoreper Amelia e con la volontà di lavorare per lanciare la nostra città nell’Europa del futuro.Insieme si può. Riccardo Maraga Candidato a sindaco di Insieme per AmeliaINSIEME PER IL LAVORO E LO SVILUPPO ECONOMICOOccorre un grande patto per la crescita e il lavoro tra istituzioni, forze produttive e forzesociali per rilanciare crescita, innovazione, occupazione, turismo e dare risposte concrete aitanti giovani che non trovano ad Amelia le risposte occupazionali che cercano.• Incentivazione del settore economico agroalimentare con politiche volte a favorire gli investimenti delle imprese del settore; valorizzazione del rapporto “Cibo e territorio” difendendo la tradizione locale e facendone strumento di sviluppo economico per imprese e comunità locali;• Sostegno alla realizzazione di eventi fieristici, mercati agricoli e alimentari da abbinare a manifestazioni già presenti e consolidate sul territorio, con l’utilizzo di aree verdi e spazi espositivi presso le frazioni e il centro;• Completamento della realizzazione di marchi DOP, IGT, DOC per tutti i prodotti agroalimentari tipici della produzione locale, in particolare per il vino e l’olio; incentivazione dell’attività di consorzi all’interno di un progetto più ampio di valorizzazione del territorio;• Completamento dell’area artigianale CAI di “Fornaci” e valorizzazione di quella di “Strada Rivetta”;• Valorizzazione e rilancio della zona industriale di Vocabolo Stibi, anche attraverso interventi sulla viabilità in accesso all’area;• Valorizzazione delle strutture a carattere agricolo e le loro attività di pertinenza; messa in rete degli agriturismi con il sistema ricettivo del comprensorio amerino;• Promozione di un osservatorio permanente sulle realtà produttive presenti sul territorio anche al fine di stimolare iniziative di investimento, riqualificazione ed innovazione;• Potenziamento dello Sportello Unico delle Attività Produttive di zona al fine di favorire l’avvio di nuove imprese, fornire un’adeguata consulenza a quelle già esistenti e porre le basi per uno sviluppo economico di comprensorio;
    • • Impegno per un nuovo investimento produttivo presso l’ex Federici che garantisca una continuità produttiva ed occupazionale dell’area;• Sostegno alla ripresa dell’occupazione attraverso incentivi, in collaborazione con la Provincia, alle imprese che assumono o stabilizzano il personale;• Rilancio economico del centro storico attraverso agevolazioni, anche di natura fiscale, all’apertura di nuove attività commerciali.• Incentivazione del turismo promuovendo la realizzazione del marchio amerino, innovando il servizio di ricezione turistica, allinendo Amelia ai massimi standards turistici per entrare nei circuiti di promozione di un turismo di qualità e attraverso campagne di marketing territoriale;• Incentivazione alla riqualificazione di tutti i centri storici con iniziative di accoglienza turistica anche attraverso il sistema dell’ “albergo diffuso”;• Promozione delle attività artigianali e dei vecchi mestieri per la trasmissione dei saperi e per la creazione di nuove opportunità di lavoro;INSIEME PER L’AMBIENTE ED IL TERRITORIOLe nostre colline, i nostri boschi, le nostre campagne verdi. Un patrimonio inestimabile dapreservare attraverso uno sviluppo sostenibile ed armonico che coniughi l’esigenza dellacrescita con la necessità di tutelare il verde e la salute del territorio.• Programmazione sostenibile del consumo del territorio con l’adozione e l’approvazione del nuovo PRG, che preveda una revisione urbanistica generale con prevalente indirizzo per il recupero e la riqualificazione delle aree urbanizzate e del patrimonio edilizio esistente;• Rispetto delle peculiarità del territorio e del paesaggio “Amerino”, con particolare salvaguardia delle vedute panoramiche delle zone agricole e boschive. Coordinamento tra l’azione dell’Amministrazione e gli uffici tecnici comunali per conseguire uno sviluppo del patrimonio edilizio più armonico e sostenibile, nel rispetto dell’ ambiente e del benessere della comunità. Definizione di semplici linee guida per garantire la qualità architettonica dei fabbricati, favorendone un migliore inserimento nel paesaggio. Approvazione di un regolamento edilizio per l’arredo urbano e per la qualità architettonica delle costruzioni, avendo cura di definire un piano del colore esteso sia all’ambito territoriale urbano che agricolo;• Tutela e valorizzazione dei beni ambientali, architettonici e storici di tutto il territorio amerino con particolare riferimento all’ambito agricolo dove, in taluni casi, non sono più riconoscibili gli elementi tipici quali i casali rurali, gli annessi e le loro pertinenze. D’intesa con i privati e con le altre istituzioni preposte, si propone un programma di interventi di ricomposizione paesaggistica (ad es. con la piantumazione e gestione di zone e fasce arboree; con essenze autoctone per la produzione agricola, riqualificando in questo modo i margini urbani). Particolare attenzione sarà posta nella difesa e valorizzazione della viabilità rurale;• Stesura di un regolamento rurale ed idraulico che interessi il Comune di Amelia e serva da punto di riferimento anche per tutto il territorio amerino;• Attuazione del protocollo di intesa tra il Comune di Amelia e la Provincia di Terni per la Protezione Civile con l’impegno di realizzare presso il nostro territorio comunale una sede di Pronto Intervento nell’eventualità di calamità naturali, proponendoci Comune di riferimento del comprensorio amerino;• Interventi di riqualificazione, risanamento e recupero idraulico del bacino e della diga del Rio Grande. Completamento della sistemazione a verde del parco e della rete ciclo pedonale che lo collega con il centroINSIEME PER IL RISPARMIO ENERGETICO E UN VIRTUOSO CICLO DEI RIFIUTIRiciclare per ridurre i costi: risparmiare si può in breve tempo. Si può produrre in modoecologico ottenendo fonti aggiuntive di introito per la comunità. La comunità e il singolo sidevono unire in unico progetto verde, contenendo i costi, dando stimolo agli investimenti edalla riqualificazione e tutela del patrimonio immobiliare.
    • • Adozione di un piano energetico comunale e completmanento della riqualificazione energetica di tutti gli edifici pubblici. Integrazione, con allegati energetici, dei regolamenti urbanistici comunali, che fissino un limite al consumo di energia per edilizia privata e non; incentivazione all’uso di illuminazione a basso consumo energetico anche negli esercizi commerciali;• Coordinamento e supporto attivo ai privati per l’attuazione del piano energetico;• Introduzione di acquisti verdi nell’amministrazione comunale;• Realizzazione della copertura fotovoltaica della tribuna del campo sportivo “Paticchi” e della piscina comunale;• Valorizzazione dell’utilizzo delle biomasse come fonte alternativa di riscaldamento nonchè come opportunità per il comparto agricolo per il recupero di aree marginali da impiegare nella coltivazione di essenze ad accrescimento rapido per la produzione di biomasse per impianti di produzione calore ed energia;I rifiuti e le quattro ERRE: riduzione, riutilizzo, riciclo, riuso.• Adesione alla Strategia Rifiuti Zero attraverso iniziative volte a ridurre i rifiuti prodotti (come, ad esempio, la riduzione degli imballaggi primari attraverso luso di contenitori recuperabili per i liquidi, lauto smatimento della frazione organica con gli incentivi al compostaggio domestico, etc…);• Progressiva estensione della raccolta differenziata porta a porta a tutto il territorio comunale con il supporto di un’attenta campagna di comunicazione dei risultati e delle modalità di raccolta, nonchè un programma di iniziative di formazione nelle scuole differenziandole in funzione delletà degli allievi;• Valorizzazione delle infrastrutture disponibili (isola ecologica) al fine di renderle una risorsa promuovendone la fruibilità da parte dei cittadini;• Ricerca di soluzioni per la gestione dei residui delle attività agricole (potature e sarmenti) da scarto a risorsa;• Deflazione del traffico e dell’inquinamento del centro storico attraverso l’implementazione della rete esistente di trasporto pubblico e l’uso di mezzi a trazione ecosostenibile;• Pieno sostegno all’ampliamento del progetto “Piedi Bus” anche nelle zone limitrofe al centro storico;• Dichiarare Amelia Comune denuclearizzato.INSIEME PER LO SPORTE’ con lo sport che il cittadino forma il corpo e lo rende adatto ad affrontare la vita. E’nello sport che si conosce l’uguaglianza e la “democrazia dell’impegno” e del risultato dellostare insieme, sviluppando i valori del rispetto reciproco e dell’ integrazione.• Avvio dell’attività natatoria e del secondo e definitivo stralcio funzionale;• Realizzazione di un ulteriore campo da gioco nell’area sportiva di Paticchi e eventuale realizzazione di una pista ciclabile di raccordo con gli impianti;• Implementazione dell’illuminazione dei servizi esistenti, promozione di altre attività sportive (tennis, pallavolo, atletica, moto/automobilismo..);• Pieno sostegno alle associazioni sportive in un’ ottica comune di promozione sociale e di diffusione di una cultura dello sport.INSIEME PER IL SOCIALE E PER UNA COMUNITA’ SOLIDALELa povertà, il rischio impoverimento e l’esclusione sociale sono fenomeni con i quali l’entelocale deve confrontarsi e di cui deve occuparsi per evitare che imbocchino il vicolo ciecodell’assistenzialismo , della cronicità e dell’irreversibilità.
    • • Attenzione alle fasce sociali più deboli (anziani non autosufficienti, famiglie numerose, famiglie a basso reddito) con politiche di sostegno ai non autosufficienti, politiche abitative e di edilizia popolare, asili nido…;• Attuazione di politiche di contrasto alle nuove povertà e alla marginalità attraverso strategie strutturali e una fitta rete di servizi di protezione sociale che garantiscano inclusione ed equità sociale;• Incremento di un fondo di solidarietà sociale attraverso il 5 per mille che i cittadini possono devolvere al Comune;• Sostegno a progetti di inserimento ed orientamento lavorativo con attenzione ai bandi e alle leggi per la costituzione di imprese con particolare riferimento all’imprenditoria giovanile e femminile;• Sostegno e potenziamento delle attività di volontariato nell’ottica di una partecipazione sempre più attiva volta alla salvaguardia del bene pubblico anche con sistemi a progetto;• Sostegno allo sviluppo delle Cooperative Sociali A e B alle quali affidare progetti finalizzati a promuovere un pieno sviluppo del nostro territorio;• Impulso al capitale sociale, attraverso la costituzione di gruppi sociali, atti a produrre beni immateriali e servizi (baby sitting gratuito, sistemazione di aree, commissioni per anziani, …), per venire incontro alle esigenze delle donne, degli anziani, dei giovani e per rinforzare legami di comunità;• Coinvolgimento del Comune di Amelia nella "Rete microfinanziaria nazionale dei Comuni", riconoscendo nel microcredito e nella microfinanza fattori fondamentali per lo sradicamento della povertà e mezzi a sostegno di piccole imprese, giovani, categorie svantaggiate;• Avvio di un progetto per la destinazione di strutture specifiche attrezzate, con gestione da parte di cooperative sociali (residenziali, casafamiglia centro diurno per anziani) per i soggetti diversamente abili, a rischio di marginalità sociale o per minori nella prospettiva di un inserimento di tali soggetti nella realtà cittadina;• Attenzione particolare al cittadino del futuro investendo sull’infanzia, offrendo ai bambini del nostro territorio adeguati spazi di aggregazione di gioco e di incontro e garantendo loro una crescita sana ed armonica;• Ascolto e inclusione nei confronti della crescente comunità immigrata per comprenderne le esigenze , le aspettative e per coglierne eventuali motivi di disagio e difficoltà anche attraverso la creazione della Consulta degli Immigrati.INSIEME PER LA SANITA’Il nostro obiettivo sarà quello di portare a compimento “l’ospedale comprensoriale diNarni-Amelia”, da troppo tempo atteso da tutti i cittadini, che completa la rete ospedalieradel Piano Sanitario Regionale.Il percorso ormai è noto a tutti. Con la Conferenza dei Servizi del I16 febbraio 2011 per larealizzazione dell’opera si è approvato il progetto definitivo; passo successivo sarà laprocedura per arrivare alla gara per l’appalto dei lavori.Il progetto è stato modificato da quello originale solamente nella funzionalità: oltreall’ospedale di comunità,sarà operativo un punto di eccellenza “Il centro riabilitativoprovinciale”.• Realizzazione della struttura ospedaliera;• Mantenimento dei servizi erogati dall’attuale Ospedale fino alla realizzazione del nuovo Ospedale comprensoriale;• Particolare attenzione ai servizi territoriali, i quali hanno la necessità di essere adeguati alle esigenze dell’utenza, soprattutto per abbattere le liste di attesa;• Promozione di campagne di prevenzione e sensibilizzazione sui temi della salute anche in collaborazione con le associazioni e le scuole del territorio.
    • INSIEME PER EFFICIENZA, TRASPARENZA E LEGALITA’Il Comune: un insieme di persone che per professione compiono una missione di alto livelloper la comunità. E’ da queste risorse che la nuova amministrazione partirà per realizzare isuoi obiettivi, per dare compimento ai suoi impegni. Non scaricheremo sul cittadino ledifficoltà del cambiamento epocale legato al Federalismo: per noi cambiamento equivale amiglioramento. Dedicheremo attenzione al bilancio di genere nella programmazioneeconomica: le voci di spesa e di investimento saranno suddivise fra quanto rivoltoprimariamente alle donne e quanto agli uomini, non dimenticando mai quanto rivoltoall’infanzia ed ai giovani.• Semplificazione e trasparenza della macchina amministrativa comunale;• Prosieguo dei processi di informatizzazione e formazione continua dei dipendenti per fornire una rete di servizi dinamica, competitiva e moderna, adeguata agli standards europei;• Razionalizzazione degli spazi di proprietà Comunale con una collocazione maggiormente funzionale degli Uffici Pubblici;• Piena valorizzazione del Patrimonio Comunale anche attraverso il completamento dell’inventario dei beni;• Flusso comunicativo ed informativo continuo tra Comune e cittadini anche attraverso le opportunità offerte dalle nuove tecnologie (streaming, web, blog…);• Avvio di un progetto di realizzazione di un servizio di “front-office avanzato: il “Punto Comune”, un unico sportello dove il cittadino-cliente trova a disposizione uno staff operativo al quale rivolgersi per risolvere qualsiasi sua esigenza con l’amministrazione;• Realizzazione, in collaborazione con la Provincia e la Regione, dello “Sportello Europa” per l’attività di consulenza su bandi europei, e per consentire al nostro territorio di cogliere tutte le opportunità offerte dall’Unione Europa;• Sinergia con le forze dell’ordine per la legalità e la sicurezza attraverso il controllo costante e capillare del territorio;• Sicurezza come prevenzione attraverso il contrasto all’emarginazione, all’esclusione sociale, alla marginalità e all’intolleranza, spesso cause di illegalità e crimine.INSIEME PER LE FRAZIONINon esiste un intero senza le sue parti. Non hanno equilibrio le parti senza un baricentro.• Conferimento di una delega specifica per le Frazioni;• Avvio di una fase di ascolto e di programmazione partecipata in ciascuna frazione per evidenziare le reali esigenze e aspettative delle singole comunità e dare risposte adeguate;• Razionalizzazione delle residenzialità e della ricettività tese al mantenimento della identità storico ambientale delle Frazioni nel loro insieme;• Collegamento ADSL nelle Frazioni che ne sono ancora sprovviste;• Maggiore pulizia e cura delle singole Frazioni per un migliore decoro delle stesse.INSIEME PER I GIOVANII giovani sono la linfa vitale di una città ma in assenza di opportunità lavorative e di unaadeguata politica di sostegno per lo sviluppo economico si rischia da parte lorol’abbandono del territorio. Riteniamo irrinunciabile promuovere scelte che li rendano
    • protagonisti del cambiamento e cittadini migliori,con un forte senso di appartenenza allacomunità locale pur nella coscienza della cittadinanza nazionale ed europea.• Stimolo alla progettazione e all’adesione a percorsi formativi e professionalizzanti destinati ai giovani, finalizzati all’occupazione, a contrastare la precarietà, a promuovere iniziative di autoimpresa e a trattenere risorse umane sul territorio (Bandi per tirocini finanziari, Concorsi di idee, Servizio Civile Volontario) anche attingendo a contributi nazionali ed europei;• Implementazione di eventi culturali musicali e di intrattenimento destinati ai giovani soprattutto nel centro storico;• Sostegno ed incentivazione delle iniziative giovanili, favorendone i progetti, fornendo spazi e semplificando le procedure, in modo tale da potenziare attività, creatività, aggregazione;• Incremento dei mezzi di trasporto per gli studenti pendolari (Amelia-Orte e Amelia-Terni) e di altre pratiche quali il carsharing;• Collaborazione con le associazioni che operano nel campo dell’intercultura nell’ottica di favorire l’integrazione tra giovani amerini e giovani di origine straniera (progetto Giovani a Zig-Zag, Casa Del Sole, Oratorio..);• Valorizzazione del rapporto con il Consorzio Interuniversitario Ternano per attrarre ad Amelia master, corsi di formazione, seminari di natura universitaria.INSIEME PER LA CULTURA, IL TURISMO E LE ASSOCIAZIONIAmelia: una splendida città-museo inserita nello straordinario scenario verde dell’Umbria.Rinnovare la sua immagine nel rispetto delle sue tradizioni, valorizzare la sua tipicitàurbanistica e paesaggistica, coltivare e sfruttare le sue risorse umane e professionali,potenziando e sostenendo le attività delle molteplici associazioni, riempirne gli spazi conqualificanti iniziative culturali e folkloriche che possano fare da volano al suo sviluppoanche economico la renderà accogliente per i turisti e vivibile per gli amerini.• Tutela del patrimonio enogastronomico, artistico, storico e paesaggistico;• Attività di coordinamento tra le realtà operanti nell’ambito dell’offerta turistica e culturale, anche tramite la creazione della Consulta delle Associazioni;• Interventi di recupero di tutti i centri storici copletandone la riqualificazione;• Studio e valorizzazione del patrimonio artistico attraverso rapporti con istituti di ricerca e università italiane e straniere;• Creazione di percorsi turistici tematici (palazzi storici, chiese, organi storici.) e storici (.Amelia romana e medievale, Amelia rinascimentale, Amelia barocca,…);• Potenziamento e valorizzazione delle manifestazioni folkloriche e culturali con forte sostegno a tutti i momenti di aggregazione: concerti, mostre, presentazioni di libri, rassegne teatrali, musicali, cinematografiche, convegni, rievocazioni storiche,…;• Potenziamento della visibilità del Museo e delle attività che ad esso potrebbero essere connesse; in particolare, rilancio a livello nazionale, attraverso campagne pubblicitarie mirate, della presenza della statua bronzea di Germanico e di tutti i nuovi reperti attualmente in fase di restauro. Il Museo diventerà punto di partenza di percorsi archeologici del territorio per un turismo di qualità e per le scuole;• Fruibilità della Biblioteca Comunale e dell’Archivio Storico attraverso il riordino e l’informatizzazione dei materiali, in modo da renderli il fulcro di attività di incontro e di studio. La Biblioteca sarà al centro di campagne di educazione alla lettura rivolte a giovani e giovanissimi attraverso la collaborazione di associazioni e istituti scolastici;• Completamento dell’Auditorium secondo standard richiesti da esperti del settore che permetterà alla città di disporre di una sala polivalente alternativa per gran parte delle tipologie di spettacoli e incontri musicali;• Incentivazione alla pubblicazione e alla diffusione di studi relativi al territorio,anche attingendo al patrimonio delle tesi di laurea e ai contributi di giovani studiosi già esistenti ma poco
    • conosciuti, in modo da riscrivere su solide basi scientifiche la storia della città e del suo territorio ed avviare la realizzazione del “Museo del Territorio”;• Creazione di una “Banca della Memoria” attraverso la collaborazione tra anziani e giovani per rafforzare l’identità storica locale;• Rapporto fattivo e costante con le scuole al fine di sostenere la realizzazione e la partecipazione ad iniziative e progetti in ambito storico-culturale;• Crescita, attraverso campagne di sensibilizzazione, della consapevolezza da parte degli Amerini delle straordinarie potenzialità che la città e il suo territorio posseggono;• Collaborazione con le ProLoco nella creazione di eventi per la valorizzazione del territorio sotto i suoi molteplici aspetti.INSIEME PER IL PROGETTO MURALe Mura per secoli hanno protetto e difeso Amelia e ne rappresentano l’identità; ed e’attraverso e oltre le Mura che Amelia guarda al suo futuro da scrivere insieme.• Impegno a promuovere momenti partecipativi e di incontro con esperti del settore per condividere soluzioni progettuali relative agli interventi sulle Mura, in riferimento alle azioni già intraprese nell’ambito del “Progetto Mura”, teso a riqualificare oltre alle Mura stesse, anche le aree ricomprese tra Piazza XXI Settembre e l’area antistante Porta Leone IV;• Reperimento di fondi (Unesco, UE ...) per la realizzazione del “Progetto Mura” anche con l’eventuale coinvolgimento dei privati;• Valorizzazione dell’area pertinente le Mura con il prosieguo di interventi di scavo archeologico e della diffusione dei risultati raggiunti e con la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale anulare.INSIEME PER IL FUTURO DI AMELIADalle nostre mura fino all’ Amelia che verrà noi vediamo un’ unica via su cui camminare.Viviamo il presente ben sapendo che un tempo lo disegnammo come il futuro. E nel futuro simisura la nostra capacità di immaginare l’ Amelia che vogliamo• Attenzione costante alla città attraverso il monitoraggio costante del territorio (illuminazione, buche, attenzione per l’arredo urbano…);• Prosieguo delle avviate attività di valorizzazione e recupero del centro Storico con finalità polifunzionali attraverso l’attuazione del PUC (Piano Urbano Complesso), grande occasione di crescita all’interno delle mura, con la realizzione di elementi di collegamento meccanico, parcheggi, riqualificazione del plesso del S. Agostino, etc…;• Sostegno ad iniziative realizzate nei centri storici di Amelia e delle Frazioni con un potenziamento ed una attenzione ai servizi per il turista o una loro eventuale creazione se assenti (punti informativi, servizi igienici...) da realizzarsi anche attraverso una proficua collaborazione con i privati;• Individuazione di un percorso condiviso con i privati per l’avvio di un progetto di recupero del plesso di Santa Monica;• Completamento del riassetto della viabilità dell’area urbana;• Urbanizzazione e vivibilità nelle aree periferiche di nuova costruzione (.San Lorenzo, Santa Maria,…) creazione di spazi verdi e di aree gioco per gli abitanti delle predette zone;• Completamento dei lavori della nuova Scuola dell’Infanzia che saprà nel contempo anche dare risposte adeguate alle esigenze di maggiori spazi da destinare ai bambini della Scuola Primaria;• Riordino funzionale della viabilità intorno ai plessi scolastici per garantire percorsi pedonali alternativi e snellire il traffico veicolare;• Risistemazione dell’area della ex Pineta con particolare attenzione alla viabilità;• Progettazione di uno spazio polifunzionale a servizio degli eventi sportivi, fieristici, folkloristici e storici.