FONDO EUROPEO PER L’INTEGRAZIONE DI           CITTADINI DI PAESI TERZI 2007-2013                Programma Annuale 2009    ...
FEI Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di paesi terzi 2007-2013                         Programma Annuale 2009 ...
UPI - capofila                  Partner: Province di Milano, Roma e                                             dell’Aquil...
DURATA                           10 gennaio 2011 – 30 giugno 2011BUDGET                                          226.572,7...
promuovere l’inserimento e l’inclusione di minori provenienti    da Paesi Terzi, con particolare attenzione a quelli arriv...
favorisce l’integrazione dei minori stranieri a partire dalla scuola,intesa come ambito privilegiato per promuovere inclus...
Destinatari diretti  15 istituti scolastici classi I-IV: circa 5 per Provincia  Circa 200 studenti/esse e 30 docenti: circ...
Destinatari indiretti  Ragazzi/e, docenti, dirigenti scolastici e personale ATA  delle scuole coinvolte (circa 2000 person...
WP1 TAVOLI DI LAVORO          WP2 PERCORSI DI FORMAZIONE       WP3 SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA’               WP4 SUPPORTO...
Costituiti dai partner (UPI e Province) e gli altri organismi  coinvolti (Università, Uffici Scolastici, associazioni), so...
Le Province contattano e coinvolgono gli Uffici Scolastici                   Provinciali/Regionali          StC contatta e...
Obiettivipromuovere consapevolezza dei diritti e delle nuove  dinamiche relazionali fondate su questi e favorire  una rifl...
Prima fase: Laboratori sulla Convenzione ONU sui Dirittidell’Infanzia (CRC – Convention on the Rights of the Child) perdir...
Seconda fase: Laboratori applicativi - ideazione diuna pubblicazione2 incontri di 2 ore ciascuno in ciascuna delle scuole,...
Obiettivi sostenere i genitori dei minori stranieri, con   particolare riferimento ad alunni di recenteimmigrazione, attra...
Attività informative e di supporto finalizzate a:orientamento e accompagnamento ai servizi del territorio in      particol...
1 mediatore culturale in ciascuna Provincia        (identificato/contrattualizzato dalla Provincia) 1 Operatori sociale in...
Obiettivifavorire una piena integrazione delle famiglie di  recente immigrazione nel contesto sociale di  riferimento medi...
Attività di informazione, orientamento e consulenza      legale per famiglie e operatori scolastici, su   problematiche le...
1 mediatore culturale in ciascuna Provincia     (identificato/contrattualizzato dalla Provincia)       1 Esperto legale in...
Obiettivisensibilizzare i minori ma anche tutti gli altri soggetti   coinvolti nelle tematiche progettuali (famiglie,docen...
Attività a livello sia nazionale sia locale, quali:  linea grafica progetto, da utilizzare su qualsiasi documento di IDEE ...
REGOLE DI PUBBLICITA’ DEL FONDO Qualsiasi comunicazione, documento, ecc. (comunicato stampa,pubblicazione, manifesto,invit...
Ministero dell’InternoProgetto co-finanziato     Unione Province                                                 Dipartime...
Obiettivi     garantire una gestione efficace ed efficiente delpartenariato e del progetto, monitorando e valutando leatti...
3 Incontri del Comitato di Pilotaggio (tutti i partner): gennaio,inizio marzo (con Tavolo di lavoro), giugno 2011 (con Con...
UPI        News progetto su sito web, newsletter, ecc. (WP5)         Identificazione società di comunicazione (WP5)       ...
SAVE THE CHILDREN                   Coinvolgimento Università (WP1)In collaborazione con Province, identificazione associa...
UPI      Samantha Palombo, responsabile area Welfare -                 s.palombo@upinet.it                    Associazione...
Presentazione progetto idee
Presentazione progetto idee
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Presentazione progetto idee

1,016 views

Published on

Presentazione Progetto IDEE
IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011.
FONDO EUROPEO PER L’INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI 2007-2013.
Programma Annuale 2009.
PROGETTO IDEE.
Integrazione, Diritti ed Educazione contro l’Esclusione.
Primo incontro del Comitato di Pilotaggio.
11 gennaio 2011.
Unione Province d’Italia UPI, Piazza Cardelli 4, Roma.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,016
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione progetto idee

  1. 1. FONDO EUROPEO PER L’INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI 2007-2013 Programma Annuale 2009 PROGETTO IDEEIntegrazione, Diritti ed Educazione contro l’Esclusione Primo incontro del Comitato di Pilotaggio 11 gennaio 2011 Unione Province d’Italia UPI, Piazza Cardelli 4, Roma IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  2. 2. FEI Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di paesi terzi 2007-2013 Programma Annuale 2009 Priorità 1: Attuazione di azioni destinate ad applicare i principi fondamentali comuni della politica di integrazione degli immigrati nellUE Azione 6 Programmi innovativi per l’integrazione Priorità specifiche: n 1 “Partecipazione come mezzo per promuovere lintegrazione dei cittadini di paesi terzi”, n 3 “Programmi ed attività diaccoglienza innovativi” e n 5 “Coinvolgimento della società ospitante nel processo di integrazione” Convenzione UPI-Ministero firmata in data 22 dicembre 2010 IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  3. 3. UPI - capofila Partner: Province di Milano, Roma e dell’Aquila TECLA (subappalto UPI): assistenza tecnica all’UPI per gestione/coordinamento, monitoraggio/valutazione, campagna di comunicazione nazionale Save the Children (subappalto UPI): soggetto tecnico per la realizzazione della formazione e supporto legale, collaborazione al sostegno alla genitorialità e supervisione tecnico/scientifica del progetto IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  4. 4. DURATA 10 gennaio 2011 – 30 giugno 2011BUDGET 226.572,77 Euro IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  5. 5. promuovere l’inserimento e l’inclusione di minori provenienti da Paesi Terzi, con particolare attenzione a quelli arrivati recentemente in Italia, frequentanti istituti scolastici secondari superiori delle Province dell’Aquila, Milano e Roma, favorendo processi di socializzazione interculturale, contrasto ai pregiudizi, informazione, supporto legale e accompagnamento alla genitorialità, a partire dalla scuola come luogo di riferimento e mediante un approccio metodologico innovativo e l’utilizzo di strumenti informativi e multimediali IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  6. 6. favorisce l’integrazione dei minori stranieri a partire dalla scuola,intesa come ambito privilegiato per promuovere inclusione e coesionesociale nell’intera società valorizza percorsi integrati di accoglienza e di inserimento degli alunniextracomunitari e delle loro famiglie che tengano conto dei diversiaspetti legati all’inclusione (approccio olistico) promuove una rete di attori che si occupano di minori e cittadinistranieri, rafforzando un linguaggio comune tra quanti sono impegnatisul tema dell’integrazione tra le culture utilizza strumenti informatici e multimediali a supporto delle azionipreviste utilizza un approccio pedagogico innovativo basato sui diritti e laConvenzione ONU sui diritti dell’infanzia IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  7. 7. Destinatari diretti 15 istituti scolastici classi I-IV: circa 5 per Provincia Circa 200 studenti/esse e 30 docenti: circa 15 studenti/esse e 2 docenti per istituto Circa 140 minori provenienti da paesi terzi: circa 10 per istituto (70%) Circa 60 famiglie di minori stranieri: circa 20 famiglie per Provincia Enti coinvolti dalle tematiche progettuali: Uffici scolastici Provinciali e regionali, Università, associazioni, ecc. IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  8. 8. Destinatari indiretti Ragazzi/e, docenti, dirigenti scolastici e personale ATA delle scuole coinvolte (circa 2000 persone) Circa 130 famiglie di ragazzi/e stranieri previste Associazioni di genitori, associazioni che lavorano nelle tematiche dell’immigrazione e/o con minori, istituzioni locali, regionali e nazionali, Centri di aggregazione giovanili IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  9. 9. WP1 TAVOLI DI LAVORO WP2 PERCORSI DI FORMAZIONE WP3 SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA’ WP4 SUPPORTO LEGALEWP5 CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE E DISSEMINAZIONEWP6 GESTIONE E COORDINAMENTO, MONITORAGGIO E VALUTAZIONE IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  10. 10. Costituiti dai partner (UPI e Province) e gli altri organismi coinvolti (Università, Uffici Scolastici, associazioni), sono finalizzati al confronto e allo scambio di buone prassi in materia di analisi del ruolo della scuola nel favorire l’integrazione del tessuto sociale italiano dei minori di paesi terzi nonché alla diffusione dei risultati progettuali e ad elaborare proposte per la sostenibilità del progetto ed il trasferimento/messa a sistema dei risultati IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  11. 11. Le Province contattano e coinvolgono gli Uffici Scolastici Provinciali/Regionali StC contatta e coinvolge le UniversitàLe Province e StC contattano e coinvolgono le associazioni (operatori sociali per WP3 e WP4) 2 incontri a Roma: inizio marzo e fine maggio 2011 IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  12. 12. Obiettivipromuovere consapevolezza dei diritti e delle nuove dinamiche relazionali fondate su questi e favorire una riflessione sull’attuazione del principio di non discriminazione e sui processi di inclusione sociale dei minori sia all’interno della scuola sia nei diversi contesti di riferimento IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  13. 13. Prima fase: Laboratori sulla Convenzione ONU sui Dirittidell’Infanzia (CRC – Convention on the Rights of the Child) perdirigenti scolastici/docenti e studentiLaboratori con dirigenti scolastici/docenti: 2 incontri di 2 oreciascuno in ciascuna scuola, 2 formatori (StC) e 2 docenti.Finalizzati a condividere l’approccio pedagogico centrato suidiritti e l’ utilizzo della CRC come strumento di lavoro a scuolae di lettura delle dinamiche esistenti all’interno della classeLaboratori con studenti: 4 incontri di 2 ore ciascuno inciascuna scuola, 2 formatori (StC) e circa 15 studenti/esse,finalizzati a promuovere la conoscenza della CRC edell’attuazione del diritto all’educazione IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  14. 14. Seconda fase: Laboratori applicativi - ideazione diuna pubblicazione2 incontri di 2 ore ciascuno in ciascuna delle scuole,2 formatori e 1 illustratrice (entrambi StC), al fine dielaborare una pubblicazione che attraverso leparole degli alunni/e parli agli adulti di temiattinenti a diritti e pregiudizi IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  15. 15. Obiettivi sostenere i genitori dei minori stranieri, con particolare riferimento ad alunni di recenteimmigrazione, attraverso un servizio informativo e percorsi individualizzati di presa in carico in ambito scolastico IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  16. 16. Attività informative e di supporto finalizzate a:orientamento e accompagnamento ai servizi del territorio in particolare in ambito sociale, sanitario, scolastico e abitativo; acquisizione di strumenti necessari ad affrontare i problemi che le famiglie incontrano con i propri figli nel percorso immigratorio e di integrazione; relazioni positive genitori-figli, attraverso la diffusione di una cultura dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e di prevenzione alla esclusione sociale e alla violenza IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  17. 17. 1 mediatore culturale in ciascuna Provincia (identificato/contrattualizzato dalla Provincia) 1 Operatori sociale in ciascuna Provincia (identificato da Provincia/StC e contrattualizzato dalla Provincia)Circa 75 colloqui in totale con famiglie (chi ne fa richiesta o viene segnalato dalla scuola) IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  18. 18. Obiettivifavorire una piena integrazione delle famiglie di recente immigrazione nel contesto sociale di riferimento mediante supporto in materia di questioni legate al loro soggiorno in Italia IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  19. 19. Attività di informazione, orientamento e consulenza legale per famiglie e operatori scolastici, su problematiche legate al soggiorno delle famiglie straniere, in ambito amministrativo/burocratico e di tutela giurisdizionale dei diritti e relativamente, ad esempio, a questioni quali normativa in materia diimmigrazione e cittadinanza, rinnovo del permesso di soggiorno, legalizzazione dei titoli di studio, ecc. IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  20. 20. 1 mediatore culturale in ciascuna Provincia (identificato/contrattualizzato dalla Provincia) 1 Esperto legale in ciascuna Provincia (StC)Circa 75 colloqui in totale con famiglie (chi ne fa richiesta o viene segnalato dalla scuola) e/o operatori scolastici IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  21. 21. Obiettivisensibilizzare i minori ma anche tutti gli altri soggetti coinvolti nelle tematiche progettuali (famiglie,docenti, istituzioni, ecc.) sul progetto e in particolare sulle tematiche dell’inclusione, lotta alla discriminazione, ecc. IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  22. 22. Attività a livello sia nazionale sia locale, quali: linea grafica progetto, da utilizzare su qualsiasi documento di IDEE (cartaintestata, depliant convegno finale, ecc.) Disseminazione dei risultati: Conferenze/Comunicati stampa nelle Provincecoinvolte, pubblicazione notizie su siti web/newsletter dei partner e degliorganismi coinvolti nel progetto, ecc. Convegno finale per diffusione dei risultati progettuali; partecipazione deipartner e enti coinvolti nel progetto, Ministero dell’Interno, MIUR, UfficiScolastici, associazioni, ecc. nonché rappresentanza di alunni/e (sessionespecifica per presentazione pubblicazione) IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  23. 23. REGOLE DI PUBBLICITA’ DEL FONDO Qualsiasi comunicazione, documento, ecc. (comunicato stampa,pubblicazione, manifesto,invito, ecc.) deve essere preventivamente inviato ad UPI, per approvazione da parte del Ministero. Per le regole della pubblicità del fondo, cfr. Allegato alla Convenzione UPI-Ministero.In ogni caso, qualsiasi prodotto del progetto deve includere i loghi dell’UE (con “progetto co-finanzato dall’Unione Europea”) e del Ministero dell’Interno, Dip. per le Libertà Civili e l’Immigrazione,nonché la dicitura Fondo Europeo per l’Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi. Inoltre, può aggiungersi il logo e nome del partner IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  24. 24. Ministero dell’InternoProgetto co-finanziato Unione Province Dipartimento per le Libertà dall’Unione Europea d’Italia (UPI) Civili e l’Immigrazione Fondo Europeo per l’Integrazione di Cittadini di Paesi TerziIDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  25. 25. Obiettivi garantire una gestione efficace ed efficiente delpartenariato e del progetto, monitorando e valutando leattività realizzate e rispettando le indicazioni del Fondo IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  26. 26. 3 Incontri del Comitato di Pilotaggio (tutti i partner): gennaio,inizio marzo (con Tavolo di lavoro), giugno 2011 (con Convegnofinale) Piano di monitoraggio e valutazione del progetto (UPI) Raccolta dati (tutti i partner) Report finale di valutazione del progetto (UPI) Report di valutazione delle attività educative (StC) Report intermedio e finale di progetto al Ministero (UPI) - al raggiungimentodel 60% della spesa rendicontabile sul tot del progetto ammissibile afinanziamento ed entro 2 mesi dalla fine del progetto Schede di monitoraggio al Ministero (UPI) IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  27. 27. UPI News progetto su sito web, newsletter, ecc. (WP5) Identificazione società di comunicazione (WP5) Piano di monitoraggio e valutazione (WP6) Scheda di monitoraggio a Ministero (WP6)Identificazione ente coordinatore sostegno alla genitorialità (WP3) IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  28. 28. SAVE THE CHILDREN Coinvolgimento Università (WP1)In collaborazione con Province, identificazione associazioni (WP1 e WP3) Programma formazione (WP2) Identificazione esperti legali (WP4) News progetto su sito web, newsletter, ecc. (WP5) IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011
  29. 29. UPI Samantha Palombo, responsabile area Welfare - s.palombo@upinet.it Associazione TECLAFrancesca Menozzi, attività progettuali – f.menozzi@tecla.org Roberto Passaretti e Ilaria de Nicolais, aspetti finanziari edamministrativi, r.passaretti@tecla.org, i.denicolais@tecla.org IDEE – Primo Comitato di Pilotaggio – Roma, 11/01/2011

×