• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Le sfide della gestione elettronica dei documenti
 

Le sfide della gestione elettronica dei documenti

on

  • 1,070 views

Anche le aziende di piccola o media dimensione devono quotidianamente confrontarsi con un grande numero di documenti che devono essere archiviati, recuperati e condivisi durante lo svolgimento della ...

Anche le aziende di piccola o media dimensione devono quotidianamente confrontarsi con un grande numero di documenti che devono essere archiviati, recuperati e condivisi durante lo svolgimento della propria attività. La gestione elettronica dei documenti offre alle organizzazioni un’ampia varietà di benefici, alcuni quantificabili in modo tangibile ed altri, invece, di natura intangibile. La somma dei benefici determina per l’azienda la possibilità di perseguire al meglio il proprio business. Una volta condivisi il significato e la validità dei benefici che un sistema di gestione documentale può apportare all’azienda, occorre quindi intraprendere un corretto percorso di valutazione della scelta migliore per le proprie esigenze presenti e future.

Statistics

Views

Total Views
1,070
Views on SlideShare
1,070
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
37
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-ShareAlike LicenseCC Attribution-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Le sfide della gestione elettronica dei documenti Le sfide della gestione elettronica dei documenti Document Transcript

    • 09 26 settembre 2009 APPUNTI DIGITALI Quaderni Le sfide della gestione elettronica dei documenti Contenuti: Premessa Strategia di attacco Convinzione e sponsor aziendale Individuazione precisa delle esigenze Comprendere e utilizzare esempi di successo simili Procedere con progetti pilota Il metodo e le “best practices” e Premessa E’ evidente a tutti come, oggi, in ogni attività umana ed in particolare di business, siano generate enormi quantità di informazioni e documenti, spesso in formati anche molto diversi tra loro. Anche le aziende di piccola o media dimensione devono quotidianamente La gestione confrontarsi con un grande numero di documenti che devono essere archiviati, recuperati e condivisi durante lo svolgimento della propria attività. Il flusso dei documentale: documenti e delle informazioni da essi recate assume spesso i connotati di un un’opportunità percorso lungo, ed a volte tortuoso, che si sviluppa dalla fonte alla destinazione, passando attraverso numerosi intermediari. In assenza di uno strumento che spesso consenta di gestire per i documenti il “workflow”, la versine, lo stato e la scrivania su “dimenticata” cui cui si trovano, il rischio è spesso quello di perdersi in ricerche estenuanti su caselle di posta elettronica, server aziendali, cartelle di sistema, raccoglitori cartacei, telefonate a colleghi. Naturalmente quando dei documenti non vengono facilmente e rapidamente reperiti, non sono solo i singoli ed i gruppi di lavoro direttamente interessati a risentirne, ma è l’intera azienda che subisce un danno, a volte anche grave. Infatti la legislazione di ogni paese, ed anche quella italiana, impone da tempo di rispettare regole ben 1
    • precise nel trattamento dei dati e dei documenti, al fine di garantire la privacy, per non creare danno ai propri clienti, partner e collaboratori, per garantire uno stato di qualità per la propria organizzazione. In ogni caso ognuno di noi sa quanto possa essere grande la frustrazione del condividere documenti con i colleghi. Senza un adeguato sistema di raccolta e gestione, i documenti sono normalmente archiviati su singoli computer, server, caselle di posta elettronica e, nel caso dei documenti cartacei, in raccoglitori ingombranti e difficili da gestire. Peggio ancora, a volte accade che quando un collaboratore lascia l’azienda, i documenti, La gestione le informazioni e di conseguenza la documentale conoscenza correlata si perdono parzialmente o completamente con lui, per consente la la difficoltà di recuperare e correlare tutto il riduzione della materiale documentale prodotto nel corso proliferazione degli anni. incontrollata dei Un sistema di gestione documentale è inoltre uno strumento in grado di contribuire documenti alla riduzione della proliferazione incontrollata di documenti. Tuttavia, oggigiorno, il clima economico in cui le aziende vivono, la ristrettezza dei budget e le crescenti pressioni sostenute dall’ambiente, rischiano di far passare in secondo piano queste importanti esigenze. In queste pagine si cercherà di analizzare, brevemente, alcuni dei benefici tangibili ed intangibili dell’introduzione di un sistema di gestione documentale, cercando anche di indicare una serie di concrete strategie per la sua valutazione, la scelta e l’avviamento. Compito dell’ingegnere dell’informazione, a supporto dell’azienda e per l’azienda, è quello di mantenere ben presenti questi aspetti, correlarli direttamente alle esigenze pratiche dell’organizzazione, agendo nel completo interesse dell’impresa e nella piena indipendenza dalle pressioni esercitate dalle società commerciali che propongono sul mercato le diverse soluzioni. La gestione elettronica dei documenti è considerata parte del più ampio settore dell’ Catturare, “Enterprise Content Management” (ECM), la cui ormai consolidata definizione può essere tradotta in italiano come “strategie, metodi e strumenti utilizzati per catturare, gestire, gestire, archiviare, preservare, distribuire e condividere documenti, mantenedoli archiviare, anche correlati ai processi aziendali in cui vengono impiegati”. preservare, distribuire e condividere documenti in relazione ai processi aziendali La gestione elettronica dei documenti, nel ricadere all’interno di questa definizione, offre alle organizzazioni un’ampia varietà di benefici, alcuni quantificabili in modo tangibile ed altri, invece, di natura intangibile. La valutazione e la scelta di una sistema di gestione documentale comporta pertanto una precisa comprensione, valutazione e misura di tutti i benefici tangibili ed intangibili. 2 © ing. Roberto Gallerani
    • Tangibili Intangibili Incremento della produttività Il riuso di contenuti pre-esistenti, permette attraverso l’accesso e la di risparmiare tempo, riduce gli errori e disponibilità più rapida dei favorisce una standardizzazione in grado, documenti e la riduzione della tra l’altro, di migliorare l’immagine ed il gestione della carta posizionamento aziendale Riduzione dei costi legata Aumento della qualità dei documenti e dei all’introduzione ed all’utilizzo di loro contenuti attraverso l’adozione di percorsi di workflow dei documenti processi di firma digitale, gestione dello stato e della versione dei documenti (gestione del ciclo di vita dei documenti) Riduzione del rischio di non essere Drastico aumento della soddisfazione, aderenti alle normative nazionali nell’accesso e uso dei documenti, per per la corretta gestione delle clienti, partner e collaboratori, attraverso il Benefici informazioni e dei documenti concetto dell’ “avere quanto serve quando tangibili ed serve” intangibili Maggiore rapidità nel ritorno in Riduzione dell’uso della posta elettronica produzione a seguito di disastri o come strumento continuo di invio ed cadute di sistema archiviazione personale di documenti Riduzione dei costi per la drastica Consolidamento della conoscenza riduzione delle necessità di aziendale, derivata da informazione e mantenimento e gestione della documenti, in un sistema centrale di carta impresa Eliminazione dei costi relativi alla Miglioramento dei servizi offerti dall’azienda gestione dei documenti perduti attraverso il più agevole, rapido ed accurato accesso a documenti e informazioni Accesso anche remoto ai Incremento del livello di controllo e di documenti, sicuro e controllato, sicurezza nella gestione delle informazioni e attraverso internet, documenti (password, cifratura, ecc.). indipendentemente da dove è collocato l’interessato (cliente, partner, collaboratore, ecc) La somma dei benefici elencati determina per l’azienda la possibilità di perseguire al meglio il proprio business. Le iniziative di successo richiedono però un team di progetto con delle competenze e il tempo per raccogliere, analizzare e valutare le esigenze di tutti i soggetti, interni ed esterni, coinvolti nell’utilizzo dei differenti tipi di documenti. Un approccio alla gestione dei documenti, che si sviluppi a partire dal contesto di business ed attività quotidiana dell’azienda, è alla base della determinazione finale del “necessario e sufficiente” per l’azienda nel suo oggi e per il suo prossimo futuro. Una volta condivisi il significato e la validità dei benefici che un sistema di gestione documentale può apportare all’azienda, occorre intraprendere un corretto percorso di L’importanza valutazione della scelta migliore per le proprie esigenze presenti e future. del modo di procedere Strategia di attacco nell’innovare 1 Convinzione e sponsor aziendale 2 Individuazione precisa delle esigenze 3 Comprendere e utilizzare esempi di successo simili 4 Dimostrare sin dall’inizio i vantaggi con dei risultati 5 Grande attenzione al metodo (“best practices”) 3 © ing. Roberto Gallerani
    • Convinzione e sponsor aziendale Un forte mandato aziendale è cruciale per ogni progetto di trasformazione dei processi aziendali. La gestione di un qualsiasi cambiamento non può avvenire con successo senza un forte “sponsor aziendale”, il coinvolgimento del management ed un’attenta ponderazione degli effetti e delle azioni necessarie sulla cultura aziendale. In assenza di ciò il rischio di conflitto con la cultura aziendale, di un fallimento per rigetto, sarebbe drasticamente maggiore. Essenziali Il mandato deve provenire Un forte mandato chiaramente e direttamente aziendale dalla proprietà, dal vertice Il coinvolgimento del direttivo dell’impresa, management indicando con precisione gli obiettivi generali e le Lo “sponsor“ qziendale aspettative. Il processo di coinvolgimento deve essere trasversale ai diversi uffici, reparti o dipartimenti aziendali, al fine di promuovere un’azione complessiva e globale sull’azienda nella sua interezza. Lo “sponsor aziendale” deve incoraggiare la comunicazione e l’ascolto da parte dei diversi gruppi di interesse al riguardo di bisogni, esigenze e richieste; inoltre deve sostenere l’organizzazione, nelle sue diverse componenti coinvolte, al presentarsi di difficoltà o dubbi durante il percorso. Individuazione precisa delle esigenze E’ necessario legare i benefici tangibili della gestione documentale con dei risultati misurabili, e cercare di determinare dei metodi di misura indiretta dei benefici intangibili. Prima di dare corso al progetto è importante identificare quali sono i più importanti benefici che l’azienda si aspetta. Se tutti i benefici attesi fossero intangibili, occorre mettere in preventivo delle maggiori difficoltà rispetto al caso in cui fossero in combinazione con benefici tangibili. In generale si parte dal modo con cui l’azienda misura i costi, i rischi e la produttività, integrando con metodi qualitativi per la parte intangibile, cercando di qualificare complessivamente i risultati ottenibili. Per la componente intangibile possono ad esempio essere utilizzati questionari per Conoscere se confrontare le aspettattive delle risorse aziendali coinvolte in uno scenario pre e post stessi cambiamento. In questa fase può essere utile raccogliere, sintetizzare e presentare alcuni dati relativi al comportamento attuale dell’organizzazione ed ai risultati, da confrontare con l’ipotesi dei risultati attesi. Questa fase è assai difficile per l’azienda in quanto i processi sono complessi, i benefici sono difficili da quantificare ed i dati sono difficili da trovare; tuttavia senza un’attenta valutazione, le scelte successive sarebbero basate su fondamenta assai deboli e rischierebbero di portare inevitabilmente a scelte affrettate o, peggio ancora, facilmente condizionabili dagli interessi delle società commerciali. Comprendere e utilizzare esempi di successo simili Spesso è anche molto importante prendere in considerazione e riflettere sui casi di successo e le testimonianze di altri soggetti indipendenti che hanno precedentemente affrontato le stesse esigenze. Dedicare del tempo e delle risorse alla raccolta ed 4 © ing. Roberto Gallerani
    • all’analisi di indicazioni derivanti da situazioni analoghe, parlare con persone di imprese in settori simili che abbiano già affrontato lo stesso tipo di cambiamento, possono costituire un importante fattore di forza per la composizione delle esigenze e degli obiettivi. Vedere e Conoscere capire come altre imprese abbiano operato e quali tipi di anche le benefici e risultati stiano ottenendo, sono elementi in grado di esperienze degli favorire le valutazioni e le decisioni. altri In questa fase le informazioni possono esser ricavate da “case studies” pubblicati su internet, da contatti diretti con altre imprese e dall’esperienza di ingegneri dell’informazione indipendenti dalle società commerciali. Procedere con progetti pilota Se si desidera essere sicuri di poter dimostrare il prima possibile il ritorno dell’investimento, è opportuno operare attraverso la predisposizione di un sistema pilota. Un sistema pilota non è una configurazione ridotta della azienda su cui fare degli esperimenti, ma è un sottoinsieme significativo per esigenze, tipi di documenti, processi e criticità per il quale è possibile immediatamente identificare, qualificare e Procedere per misurare obiettivi e risultati. Il modo migliore è quello di applicarsi sulle gradi esigenze dell’azienda ma su scala ridotta in anticipando i termini di volumi di documenti e risorse risultati coinvolte, al fine di avvicinare, senza perdita di qualità, il raggiungimento di una prima serie di risultati, anche allo scopo di alimentare la motivazione aziendale. Il metodo e le “best practices” Ogni azienda ha probabilmente avuto nel suo passato qualche brutta esperienza di innovazione tecnologica, nella quale l’allungamento dei tempi, l’aumento dei costi e un impatto sull’organizzazione non ben calcolato o gestito, hanno ridotto in misura più o meno sensibile i risultati. Nella maggior parte dei casi molti degli insuccessi sono dipesi dal poco tempo dedicato, dall’insufficienza delle risorse e delle competenze disponibili, per il periodo di tempo di conduzione Anche il metodo del progetto di innovazione. Occorre dedicare le ed il modo di risorse giuste per il tempo necessario a operare hanno comprendere la realtà, interpretare al meglio i segnali di evoluzione dell’azienda e del mercato, la loro senza ripetere gli errori del passato. importanza La continuità ed il conformismo talvolta impediscono di trovare la soluzione più efficace ad un problema, perché, come diceva Albert Einstein, “Non si può risolvere un problema con lo stesso pensiero che l’ha originato”; una dose di discontinuità rispetto al pensiero dominante e l’utilizzo di ingegneri dell’informazione professionisti per il periodo di conduzione del progotto, possono portare talvolta a soluzioni innovative ed altamente competitive 5 © ing. Roberto Gallerani
    • ing. Roberto Gallerani a partire dal 1984, nella PMI, ha maturato esperienze nella conduzione di attività nelle seguenti aree: Esame delle esigenze, valutazione, selezione, avviamento di soluzioni: • Gestione elettronica dei documenti • Fattura elettronica e conservazione sostitutiva • Acquisizione dei documenti cartacei con riconoscimento del tipo di documento ed estrazione automatica delle informazioni • BPM: Business Process Management (workflow e processi assistiti di trattamento dei documenti) • CRM: Customer Relationship Management • Integrazione di ERP e CRM con sistemi di gestione documentale • CMS: Content Management Systems per la gestione di contenuti/portali aziendali • Sistemi informativi tecnici CAD 2D/3D, PDM/PLM con integrazione ai componenti di produzione, nel settore manifatturiero meccanico Esame delle esigenze, valutazione e individuazione delle soluzioni hardware e software per l’ “adaptive enterprise“ e la “business continuity”: • Architetture di elaborazione in cluster • Virtualizzazione e consolidamento • Storage Area Network, Network Attached Storage, Tape Libraries e backup • Sistemi di monitoraggio di reti di comunicazione ed elaborazione • Sicurezza e sistemi di sicurezza a livello di comunicazioni ed applicativi • Collocazione in “data center” di sistemi ed Application Service Provisioning • Analisi dei rischi legati alla stilazione del DPS Studio, progettazione e direzione dello sviluppo di sistemi: • Electronic Document Management • Product Data Management / Product Lifecycle Management • Gestione delle funzioni pre-vendita e post-vendita nel settore manifatturiero meccanico • Database di sintesi per il supporto alle decisioni in area CRM • Gestione dei processi di formazione aziendali Progetti speciali • Gestione del progetto software di acquisizione e archiviazione dei dati di esercizio, l'analisi statistica ed il controllo di macchine per il confezionamento di prodotti nel settore farmaceutico. • Gestione del progetto software di sistemi di supporto alla progettazione ed alla documentazione di componenti per l'edilizia (dimensionamento strutturale dei componenti, generazione automatica dei disegni esecutivi 2D e della relazione per il Genio Civile) • Analisi e progettazione del sistema di pianificazione della produzione di una primaria azienda manifatturiera del settore tessile Quaderni 09 26 SETTEMBRE 2009 Iscrizione all'Albo degli Ingegneri della provincia di Bologna, n. 4421 Email: roberto.gallerani@ordingbo.it - Mobile: +39 339 5003435 - http://www.gallerani.it Via Berlinguer n. 1 - 40024 Castel San Pietro Terme - BO 6 © ing. Roberto Gallerani