• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Projeck Work
 

Projeck Work

on

  • 1,872 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,872
Views on SlideShare
1,841
Embed Views
31

Actions

Likes
1
Downloads
27
Comments
0

2 Embeds 31

http://rodrigofortunato.wordpress.com 29
http://www.slideshare.net 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Projeck Work Projeck Work Presentation Transcript

    • L’INTRODUZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ COME ELEMENTO DI MARKETING E L’AUMENTO DELLA COMPETITIVITÀ NELLE IMPRESE (NEGLI IMPIANTI) CHE PRODUCONO BIOCARBURANTI. Rodrigo Francalacci Fortunato SOMMARIO Negli ultimi anni, la gestione socio-ambientale ha, ogni volta più, stimolato l'interesse ed il dibattito nei mezzi aziendale, sociale ed accademici. Gli inizio dell'oggetto da discutere è sviluppato dal settore dell’alcol da canna da zucchero, concedendo migliore rapporto nella commercializzazione dei relativi prodotti. Adattare in questa nuova realtà, andremo analizzare il settore e promuovere riflessioni per sollevare le informazioni specificate con scopo di introdure la certificazione della Serie ISO 14000 per promovere un bilancio di sostenibilità nelle imprese (negli impianti) che producono biocarburanti. In questo contesto useremo la tecnica di analizza SWOT, in cui potremo valutare le minacce, le oportunità, le forze e deboleza del settore con il foco nelle tre colonne della sostenibilità. Il metodo usato di ricerca è la ricerca bibliografica, attraverso la consultazione di varie fonti si è arrivato il testo qui presentato. Società Consortile Formambiente Esperto in Sviluppo Sostenibile Esperto in Marketing Email: rodrigo_francalacci@yahoo.it 1
    • 1 INTRODUZIONE Il mercato delle energie alternative ha mostrato negli ultimi anni un rapido sviluppo dovuto, in primo luogo al contribuito ambientale, con la riduzione qualitativa e quantitativa dei livelli di inquinamento, principalemente nei centri urbani; in secondo luogo per costituire una fonte strategica per far fronte alle oscillazioni di prezzo ed alla diminuzione della produzione di derivati del petrolio. La ricerca nell’ambito delle energie alternative presenta prospettive promettenti a livello mondiale. Analizzando il contesto delle biocarburanti si vedi un forte interesse in Brasile e nel mondo in questa nuova fonte di energia visto il mercato molto promettente. Il articolo presenta una breve contestualizazione del settore dell’acol derivato da canna da zuccero in Brasile, come una valutazione della sua struttura e del suo processo di fabbricazione, descrivendo ed analizzando pratiche e processi industriali degli impianti brasiliani, con particolare attenzione nei pilastri della sostenibilità come elementi di marketing e di aumento della competitività. Il settore analizzato possiede un’importanza sinificativa nella economia nazionale come i fattori ambientali che sono una preocuoazione mondiale. La sostenibilità ambientale della produzione di alcol da canna da zucchero è di particolare interesse per quanto riguarda la stima di produzione e consumi futuri, e può essere valutata attraverso l’analisi SWOT. Tale analisi permette di identificare minacce, opportunità, pundi di forza e di debolezza analizzando anche gli stakeholders, il quadro della governance ambientale ed i bisogni presenti nell’ambito dello sviluppo sostenibile. 2
    • 2 IL SETTORE DELL’ALCOL DA CANNA DA ZUCCHERO IN BRASILE E NEL MONDO Negli ultimi anni lo scenario del settore sta migliorando dovuto la crescente conscienza della umanitá per ridure il effetto serra. L’imminente riduzione o estinzione degli incentivi alla produzione in Europa è molto favorevole all’esportazione dell’alcol brasiliano che è molto competitivo nel mercato internazionale poiché detiene il minor costo di produzione mondiale. Riguardo all’etanolo, le prospettive sono di richesta crescente, in funzione del miglioramento della tecnologia delle macchine mosse a bio- carburante e della necessità di trovare fonti di energia alternative al petrolio, fonte non innovabile. Figura 01 – I Pilastri della Sostenibilità Aziendale Bio Carburante Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati dello Ministero dello Sviluppo. Dati della FAO–“L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura” dimonstrano che nel periodo 1998 - 2006, la produzione mondiale di canna da zucchero ha avuto un incremento del 4,5 % acompagnato da una crescita del 21,8% nella produzione di alcol. Alla fine del 2006, l’area mondiale coltivata a canna da zucchero era di 20,4 milioni di ettari, così distribuiti nel grafico. 3
    • Grafico 01 - Maggiori Produtori di Canna da Zucchero Cina India EU 8% 4% Altri 6% 10% Brasile EUA 35% 37% Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati dello Ministero dello Sviluppo. In Brasile canna da zucchero è coltivata sull’intero territorio nazionale, ma si concentra negli stati del centro-sud e del nord-est. In figura 01 è mostrata la cartina del sudest del Brasile con al distribuzione degli impianti di produzione di alcol, la maggioranza dei quali si trovano nello stato di Sao Paulo. Gli impianti già esistenti sono 347, quelli in di prossima apertura sono 73 . Figura 02 - Localizzazione degli Impianti di Produzione Esistenti e in Fase di Progetto/Realizzazione nel Sudest del Brasile Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati dello Ministero dello Sviluppo. 4
    • La flessibilità dell’agroindustria nazionale nel produrre alcol, constituisce un altro vantaggio comprativo, poiché molti degli impianti di produzione scelgono se produrre zucchero o alcol secondo i segnali del mercato, privilegiando la produzione del prodotto che offre maggiori guadagni. La teoria del commercio internazionale arriva in suo piu alto nell’economia classica con David Ricardo (1817). Il suo principale contributo è stato la teoria dei vantaggi comparativa. Questa teoria può essere così sintetizzata: per due economie le cui strutture di produzione non sono simili, il commercio bilaterale è più vantaggioso dell’autarchia. La strategia di coalizione e l’aquisizione di società aumentarono la competitività del settore della canna da zucchero in Brasile, di questa forma, fece possibile l’espanzione della produzione di zucchero e di conseguenza, a metà degli anni novanta, il Brasile diviene, mercato internazionale, uno dei leader nella produzione di etanolo. Le prospettive a medio termine sono di aumento del volume di esportazione dell’alcol. Grafico 02 - L’Area Coltivata della Canna Grafico 03 - Porduzione di Canna da da Zuchero (Milione/Tonnellata) - Brasile Zucchero (Milione/Tonnellata) - Brasile 7,2 560 8 600 6 5,0 7,2 380560 2010/11 400 2010/11 4 2 200 2004/05 2004/05 0 0 Grafico 04 - Porduzione dell'Alcol Grafico 05 - Esportazione dell'Alcol (Miliardo/Litri) - Brasile (Miliardo/Litri) - Brasile 27,3 5,2 30 6 27,3 20 15,3 2010/11 4 2,4 2010/11 10 2 2004/05 2004/05 0 0 Fonte: Segretaria dello Commercio al Esteriore dello Ministero dello Sviluppo 5
    • 3 STRUTTURAZIONE DELLA CATENA PRODUTTIVA DEL SETTORE ALCOL-ZUCCHERIERO La catena produtiva della canna da zucchero in Brasile è strutturata completamente. Il Brasile è l’único paese del mondo che domina tutti gli apprendistati della tecnologia di produzione. Il agronegozie della canna da zucchero è composto di collegamenti generatori delle oportunità di negozie. Figura 03 - Processo Produttivo del Setore Alcol-zuccheriero Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 6
    • La modernizzazione e la competitività del setore sucroalcooleiro risultano dell’interazione e l’integrazione del loro Stakeholders. Thompson denomina Stakeholders l’alcuno attore, persone, gruppi o l’entità che hanno uma relazione o interessi “diretto o indiretto” con o sull’organizzazione (Thompson et al., 1991). Figura 04 - Stakeholders del Setore Alcol-zuccheriero Governo Federale; IAA; CIMA; MDIC; Governo Statale; Governo Municipale Università; Distillerie; Consulenti Tecnici specia- Industria Alimentare; lizzati; Cooperative; FUCINA Associazioni; Insegnanti tecnici – corsi di formazione; Sindacati; Centri di Ricerca Fabbricanti di materiale tecnico; Rappresentanti; Consumatore Finale; Popolazione; ONG; Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. In conformità com Silva (2005), tutti gli agenti dell setore possiedono organizzazioni rappresentative, per la constituizione di politiche per il setore Il settore di produzione alcol-zuccheriero presenta importanti vantaggi ambientali rispetto all’utilizzo di combustibili fossili. In una prospettiva globale il Brasile continuerà a crescere nel mercato internazionale in una posizione di 7
    • leadership nei rankings dei paesi che producono energia pulita, compatibilmente con la disponibilità di occupazione di nuove aree agricole e con il costo della manodopera. Le tecnologie usarono in Brasile per la produzione di alcol combustibile, fabricazione di veicoli esclusivamente ad alcol idrato, macchine che usano la mistura di benzina piu anidro dell’alcol, e, piu recentemente, l`industria brasiliana distribuisce veicoli dotati di un motore chiamato Flex Fuel che può funzionare totalmente ad alcool, a benzina o con qualsiasi miscela di questi due carburanti L’alcol ora è un prodotto con un alto pontenziale commercializzazione. Ogni litro di alcol carburante riduce di approssimativamente 2,6 chili le emissioni di CO2 (gas a effetto serra) nell’atmosfera, ed il mercato nazionale consuma circa 20 miliardi di litri di alcol all’anno. Grafico 06 - Stima del Consumo Nazionale di Alcol 40 35 Bilhões de litros 30 25 20 15 10 5 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 5/ 6/ 7/ 8/ 9/ 0/ 1/ 2/ 3/ 4/ 5/ 0 0 0 0 0 1 1 1 1 1 1 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 Fonte: Segretaria dello Commercio al Esteriore dello Ministero dello Sviluppo 8
    • Figura 05 - Processo Produttivo del Setore Alcol-zuccheriero PLANTIO COLHEITA TRANSPORTO Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 9
    • 4 ANALISI DEL DIAGRAMMA DEL PROCESSO PRODUTTIVO DEL SETTORE ALCOL-ZUCCHERIERO Rifiuto Origine Composizione Lavaggio della canna * Tenori considerevoli di saccarosio, principalmente Acqua di lavaggio della prima della nel caso di despalha della canna con fuoco; canna da zucchero; macinazione * La questione vegetale, terra ed aderì ghiaie; Acqua dei condensatori * Acqua che contiene zuccheri in goccioline; barometrici ed acqua La concentrazione del condensata negli liquame; evaporatori; Macinazione della canna ed estrazione * Cellulosa, con umidità del 40-60% Polpa del liquame; La filtrazione del fango * Residui solubili ed insolubili del calagem; Torta di filtrazione generato nella ricchi in fosfato; chiarificazione; Acqua per la rimozione * Molto variabile, in generale fosfati, silicati, solfati delle incrostazioni nella Rimozione chimica carbonati ed oxalati; rete Lavaggio dei Acqua di lavaggio delle contenitori di * Residuo liquido della lavorazione (circa 20% di dornas fermentazione, per residuo liquido di scarto “vinhoto”) ottenere l’alcol; Residui della distillazione delle Vinhoto – Residuo melasse fermentate * Alte concentrazioni di BOD e COD liquido della lavorazione (ottenendo uguale dell'alcol); Produzione dello Melasse * Alta concentrazione di BOD (90.000 mg/1); zucchero Taglio della canna Punta della canna durante la macinazione Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 10
    • 5 ANALIZZI SWOT DEL SETTORE ALCOL-ZUCCHERIERO L’elaborazione di un’analisi SWOT risulta efficace per sintetizzare gli scenari del settore Alcol-zuccheriero nella tematiche della sostenibilità ed analizzare la competitività del settore, sintetizzando i punti forza, punti di deboleza, opportunità e minacce. Possiamo utilizzare, in punti forza e opportunità nel contesto della sostenibilità da poter usare come elementi di marketing ed aumento della competitività del settore. Fattori Economici * Crescita del Prodotto Interno Lordo dell’11%; * Aumento dell’8,0% dell’occupazione; * Aumento degli stipendi del 50% rispetto alla media INFORMAZIONE nazionale; INTERNI * La produzione mondiale attuale è concentrada nelle Americhe - 75% sul totale; * Nel 2000 la produzione mondiale sviluppa 10,5% nel anno raggiungendo 50 miliardi di litri nel 2006. Punti Fattori Sociali Forza * Generazione di lavori “22.000 diretti e 75.000 indiretti totale regionale”; * Persone beneficiate nella regione da 66.000 a 200.000; * Centri di sviluppo sociali “ scuole, transporti, ospedali, università ed aree sportive; Fattori Ambientali * Introduzione graduale dell’alcol nei carburanti fossili; * in 27 paesi è già obbligatorio aggiungere percentuali di alcol alla benzina distribuita; * Misure di riduzione del riscaldamento globale (come il Protocollo di Kyoto) facilitano la crescita della produzione e del consumo di combustibili di origine vegetale come l’etanolo “ogni m3 di etanolo evita l’emissione di 2,7 tequivalente di CO2. 11
    • Fatores Econômicos * Disputa por matéria prima entre (etanol e biodiesel) e alimentos esta elevando os preços dos produtos agrícolas que servem para rações animais e para uso humano; * Em 1 ano os preços do milho subiram 57% e os da soja 35%; Fattori Sociali * Le condizioni ambientali di lavoro dei lavoratori nei campi dove la canna è bruciata sono molto peggiori rispetto a quelli dove la canna è cruda: la temperatura ambiente arriva a 45º, la fuliggine della canna si posa sul corpo e viene inalata attraverso la respirazione. Sostanze cancerogene derivanti dalla fuliggine sono già state indentificate nelle urine di persone impiegate per il taglio della canna da zucchero bruciata. Le stesse sostanze particulate inalate dai lavoratori possono essere associate ai Punti casi di morte degli stessi per problemi cardiaci; Deboli * Mancanza di dialogo con gli impiegati e la comunità che cerca di capire la loro ansia per miglioramento dell’ambiente in che interferisce nella pianificazione e nella realizzazione dell’amministrzione ambientale. Fattori Ambientali * Inquinamento dell’aria dovuto alla pratica dell’incendio dei campi di canna da zucchero; * Contributo negativo in termini di gas a effetto serra e di immissione in atmosfera di polveri fini inquinanti e cancerogene corrente dell’incendi. Esasperazione del suolo a causa degli incendi; * Inquinamento causato dalle acque di rifiuto (molto concentrate) della produzione di alcol e dall’incendio della canna; * Riduzione della qualità a causa dell’uso eccessivo di fertilizzanti chimici e di insetticidi; * Desertificazione ed erosione del suolo; * Alto tasso di diboscamento dovuto agli incendi che possono distruggere aree boschive adiacenti alle coltivazioni; 12
    • * Inquinamento causato dagli effluenti delle distillerie di alcol e dalle acque di lavaggio della canna da zucchero; * Occlusione degli alvei dei corpi idrici recettori causata dall’erosione del suolo; * Inquinamento tossico ed organico varie; * Inquinamento tossico ed organico varie; Fattori Economici * Prezzo elevato del Petrolio; * Riduzione del consumo di petrolio – dipendenza; * Il bio-carburante risponde oggi a soltanto l’1% del mercato mondiale di combustibile. Per raggiungere il INFORMAZIONI 5% saranno necessari investimenti globali pari a 200 ESTERNI miliardi di dollari ; * Il Brasile tenderà ad espandere fortemente il mercato interno di etanolo da canna da zucchero per soddisfare la demanda generata dalla crescita della flotta di veicoli flex-fuel (FFV); Fattori Sociali * Ridurre l’esodo rurale; * Generare nuovi posti di lavoro (diretto ed indiretto); * agroenergia rappresenta un paradigma nuovo per Opportunità l’energia e agricoltura. L’alcol può essere prodotto in pressocchè tutti i paesi e può ridurre conflitti internazionali; * FAO – Studio sta identificando per ogni paese, l’area che potrebbe essere destinata alla coltivazione di grani per la produzione di bio- carburante e le aree per alimenti per una pianificazione dell’espanzione delle aree; Fattori Ambientali * Riduzione del riscaldamento globale; * Sostenibilità, combustibile rinnovabile; * Riduzione dell’inquinamento urbano; * La vendita di veicoli flex-fuel raggiunerà 1 milione di unità nel 2010 (numero di untià doppio rispetto ai veicoli a benzina); 13
    • Fattori Economici * Soffre la concorrenza dal etanol di cellulosa; * Limitata partecipazione delle piccole aziende in questo settore; * La mancanza di soluzioni della questione logistica “reti dei condotti grande efficienza e delle basse costi”; Fattori Sociali * Competizione tra tipi di coltura e tra mercato dei carburanti vs. mercato alimentare; * Variazione stagionale del lavoro (raccolta della canna); * Aumento del traffico stradale; * Modifica di uso e occupazione del suolo (sostituizione delle culture); Minacia * Aumento della pressione sull’infrastruttura urbana dei distretti municipali sotto l’influenza dell’azienda; Fattori Ambientali * La modifica di uso ed occupazione del suolo (sostituizione delle culture); * La modifica della copertura vegetale; * La modifica delle dinamiche di popolazione della conunità faunistica; * Perdita della diversità biologica per il fissaggio di monoculture; * Processi erosivi e di occlusione degli alvei dei corpi idrici superficiali; * Rischi di contaminazione del suolo e delle risorse idriche per l’uso di fertilizzanti; * Rischio di contaminazione del suolo per inadeguato trattamento dell’effluente liquido di rifiuto; * Inquinamento atmosferico: incendio dei raccolti di canna da zucchero, combustione della polpa nei bollitori, aumento della circolazione di veicoli; Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. La discussione delle problematiche ambientali legate alla produzione di carburanti di origine vegetale si sviluppa a livello mondiale in maniera diversificata nella società. Si può osservare da un lato, l’imperativo economico 14
    • che punta al profitto e comanda le decisioni, dall’altro, il soggetto sociale, incluso quello di ordine ambientale che incrementa il proprio peso nelle decisioni organizzative. Di fronte alla globalizzazione e all’apertura economica dei mercati, la variabile ambientale rappresenta una delle condizioni di inserite nel mondo globale degli affari. Le aziende iniziano quindi ad adottare pratiche ambientali e di conservazione per accrescere la propria competitività. L’agricultura sostenibile diviene quindi un nuovo paradigma secondo cui la crescita avviene limitando la distruizione delle risorse naturali. In questo contesto il presente lavoro ha l’obiettivo di suggerire degli strumenti strategici per aumentare la competitività delle aziende brasiliane ed allo stesso tempo minimizzare gli impatti ambientali e sociali causati della produzione dell’alcol da canna da zucchero. Uno dei punti fondamentali da considerare per lo sviluppo del settore è l’importanza di investire per perfezionare il processo produttivo, in modo da ridurre al minimo i residui e fare in modo di trattarli in maniera sostenibile in loco, ossia con il minimo ricorso a risorse naturali (acqua) ed energetiche. Non meno importante è l’implementazione di una politica ambientale che consideri oltre all’azienda produttrice, le interazioni con la comunità locale. 15
    • 6 ANALISE DELLA GOVERNANCE Bisogni Leggi Stralcio Attore Strumenti Dispone sugli Approvare, definire, Leggi orientamenti di base per Governo dello Ambiente installare, mantenere, Mezzo Federale la zonizzazione industriale Stato ed il loro supervisionare ed nº 6.803 di area critici di organi deliberativi. amministrare. inquinamento. Per controllo e Dispone sulla Politica IBAMA - Istituto fiscalizzazione delle Leggi Nazionale dell'Ambiente, Brasiliano Ambiente attività potenzialmente Mezzo Federale le loro fini e meccanismi dell'Ambiente e del inquinante ed nº 10.165 di formulazione e Risorse Naturale utilizzatrice di risorse applicazione. Rinnovabile. naturale (NR). Dispone su ricerca, la sperimentazione, la produzione l'imballaggio ed identificando, il trasporto, il deposito, la L'Unione, commercializzazione, la direttamente, propaganda commerciale, attraverso le Insetticida Leggi l'uso, l'importazione specifici organi Federale l'esportazione, il destino Fiscalizzazione, esecutivi, o ispezione e multa. nº 9974 finale dei residui ed insieme con gli imballaggi, la Stati e distretti registrazione, la municipali. classificazione, il controllo, l'ispezione e la fiscalizzazione di insetticidi i loro componenti e simile. L'Unione, direttamente, attraverso le Leggi Istitui codice di Foresta specifici organi Controllo nella Flora Federale nuovo. esecutivi, o aplicazione delle norme nº 4771 insieme con gli di questo Codice. Stati e distretti municipali. 16
    • L'Unione, direttamente, attraverso le Istituisce le Politiche specifici organi Leggi Nazionali di Risorse Idrici, esecutivi, o Amministrazione, Acqua Federale crea il Sistema Nazionale insieme con gli articolazione e nº 9.433 di Amministrazione di Stati e distretti l'integrazione. Risorse Idrici. municipali e comitati di hidrográficas dei bacini. Dispone sulla creazione del Agenzia Nazionale di Agenzia Nazionale Acqua-ANA, l'entità di Acque - ANA, federale della Regole che Leggi entità federale Acqua realizzazione della politica Stabiliscono regole per Federale della realizzazione nazionale di risorse idrici attuazione di sua nº 9984 delle Politiche e la coordinazione del struttura amministrativa Nazionali di sistema nazionale di e le loro fonti di risorse. Risorse Idrici. amministrazione di risorse idrici.. I - la multa; II - restrittivi di diretti; Dispone sulle sanzioni III – Pretazione dei penali ed amministrativo L'Unione, servizi alla comunità. Ambientale Leggi dedusse di condotte e le direttamente IV - la sospensione Crimini Federale attività dannose attraverso l’organo parziale o totale delle nº 9605 all'ambiente. esecutivo attività; specifico. V - l'interdizione provvisoria di stabilimento, lavoro o l'attività; 17
    • Sistema Nazionale dei Mezzi Dispone sull'educazione Ambiente - Educazione Ambientale Leggi ambientale, istituisce la SISNAMA, Istruzione Federale Politica Nazionale di agenzie pubbliche Ambientale nº 9795 Istruzione Ambientale. dell'Unione, degli Stati, di distretto Federale e dei distretti Municipali. Stabilirà livelli massimo dello consumo specifico di energia, o minimi di Dispone le Politiche efficienza di energia, di Leggi Energia Nazionali della macchine e Federale Potere esecutivo. Conservazione ed Uso apparecchio nº 10.295 Razionale di Energia. consumatore di energia fabbricati o commercializzato nel Paese L'Unione, direttamente attraverso lo Controllare e Decreti Decreta il codice di organo esecutivo incentivare aproffitto Água nº 24.643 acqua. specifico, o in dell'uso industriale delle convenio con gli acque. Stati e Distretti municipali. È stabilito, la Approvvigionamento regolamentazione per Controllare le attività ANP – Agenzia operazione e relative Resoluzio Nazionale di desativazione degli all'approvvigionamento ne ANP Petrolio, gás installazioni di punto di nazionale di petrolio, Nº12 naturale e approvvigionare e i gas naturale i suoi biocarburante. requisiti necessaria per la derivati e biocarburante sua autorizzazione. 18
    • Resoluzio CONAMA – Loro sono stabiliti due Dispone dalla qualità ne Consiglio tipi di modelli di qualità Aria dell'aria, definizioni e COMANA Nazionale dell'aria. modelli. Nº 03 dell’Ambiente. Approva i modelli di pubblicazione di Autorizzazione Resoluzio autorizzazione in qualsiasi CONAMA – Parametri misurabili per ne delle loro modalità, Consiglio l'analisi degli stagidi CONAMA rinnovamento e la Nazionale successione ecologica Nº 06 rispettiva concessione ed dell’Ambiente.. della foresta Atlantica. approva i nuovi modelli per pubblicazione. Stabiliscono le Dispone sulle procedure e procedure operative, Resoluzio CONAMA – criterio per la crepa di Limite di emissione, Residui ne Consiglio benzine che you/they criterio, controllo, CONAMA Nazionale distruggono lo strato di trattamento ed Nº 316 dell’Ambiente. Ozono. disposizione finale efluentes. Realizzazione della Resoluzio Dispone sull'uso di cilindri CONAMA – modalità di ne per la crepa di benzine Consiglio Aria addestramento per CONAMA che distruggono lo strato Nazionale refrigerazione di Nº 340 di ozono. dell’Ambiente. meccaniche. Controllare la Dispone sulla liberazione classificazione dei corpi di nell'ambiente di Resoluzio acqua ed orientamenti CONAMA – sostanza inquinante, Acqua ne ambientali per Consiglio proibendo la liberazione CONAMA incorniciare, così come Nazionale in livelli nocivo o Nº 357 stabilisce le condizioni e dell’Ambiente. pericoloso per gli esseri modelli di liberazione di umani e le altre forme efluentes. di vita Stabilisce una base di Resoluzio Stabilisce i limiti massimo CONAMA – Atmosferico Inquinante referenza nazionale Sostanza ne di emissione di sostanza Consiglio nelle emissioni di CONAMA inquinante atmosferici per Nazionale sostanza inquinante Nº 382 fonti fisse. dell’Ambiente. atmosferico. 19
    • Stabilisce i requisiti per essere portato a termine per accesso l'attività della ANP – Agenzia Combustibile Portaria distribuzione di Nazionale dei ANP combustibili liquidi e Petroli, Gas Stabilisce i requisiti Nº 202 dedotti di petrolio, alcol Naturale e combustibile e gli altri Biocarburante. combustibili automobilistici. Io - Controlli di emissione di fumo nero dei veicoli in circolazione per servizio alla Dispone sulla creazione e Legislazione l'adozione di un Ambientale; Programma Interno di II - Riduzione del Solennità-fiscalizzazione IBAMA - Istituto consumo di Transporte Portaria della Carrello di Brasiliano combustibile. IBAMA manutenzione della flotta dell'Ambiente e del III - Controlli di petroli, Nº 85 ed Emissione di Fumo Risorse Naturale grassi e le altre Nero ed Aziende che Rinnovabile. sostanze di modo per possiede Flotta proprio di evitare rilasci nella rete trasporto di carico o di pubblica di cucitore e passeggero galleria di acque di piviale. IV - Istruzione ambientale delle inpiegati dell’azienda. È vietato, cominciando dal Portaria raccolto 1979/1980 la Vinhaça È vietato la liberazione MINTER liberazione, diretto o MINTER del Vinhoto. Nº 323 indiretto del vinhoto 20
    • Distruzione termale - processo di ossidazione la Residui NBR NBR – Incenerimento di residui temperatura alta che 1265 Norme Brasiliana solidi. distrugge e riduce il volume di materiali o sostanze. L'identificazione per Stabilisce i simboli Trasporto NBR trasporto terrestre, NBR – convenzionali e sue 7500 maneggi, movimento e Norme Brasiliana dimensione. deposito di prodotti. Classifica residui solidi Residui NBR Residui solidi ed la sua NBR – come per i loro rischi 10004 Classificazione. Norme Brasiliana potenziali all'ambiente e la salute pubblica. Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 21
    • 7 LA SERIE ISO 14000 L’idea del presente lavoro identifica la certificazione ambientale come un differenziale di competitività che permette ad un’azienda di ridurre i costi di produzione attraverso la razionalizzazione dei processi produttivi e l’utilizzo di materie prime alternative che riducono l’utilizzo della risorsa naturale. L’azienda che ottiene la certificazione ambientale otterrà inoltre il vantaggio di comunicare ai propri clienti un’immagine di condotta amica dell’ambiente ed eticamente corretta. Anche l’esportazione verso paesi esteri ne potrà giovare, oggi infatti alcuni paesi europei non acquistano etanolo dal Brasile – per questioni non tanto economiche ma etiche – sostenendo che viene prodotto con manodopera schiava e processi di industrializzazione inquinante. ISO è l’acronimo dell’organizzazione Internazionale di Normalizzazione (International Organization for Standardization), con sede contrale a Ginevra, la Svizzera e che prende cura della normalizzazione in livello mondiale. Fu creato nel 1947 ed ora è composto da 132 paesi membri. In Brasile è rappresentato da ABNT – Associazione Brasiliana di Norme Tecnici e che ha per Che cosè l’ISO obiettivo l’elaborazione di modelli, o norme, internazionale in modo di facilitare le relazioni commerciali fra i diversi paese. Ad ISO fu fu popolarizzata dalla serie 9000, nelle altre parole le norme che trattano dello Sistemi di Amministrazione della Qualità nell’azienda. L’obiettivo generale dell’ISO 14000 è di fornire assistenza alle aziende nell’installazione e nel miglioramento di un Sistema di Gestione Ambientale (SGA). Tale normativa è coerente con le mete di “sviluppo sostenibile” ed è compatibile con le differenti strutture culture, sociali ed organizzative. Obiettivo dell’ISO 14000 Un SGA propone ordine e consistenza negli sforzi organizzativi nel servizi alle preoccupazioni ambientali tramite allocazione di risorse, la definizione delle responsabilità, le valutazioni di pratiche, procedure e processi. L’orientamento 14000 descrive gli elementi di uno SGA ed offre Orientamento un ausilio pratico alla realizzazione e al miglioramento. Esso 22
    • provvede inoltre un aiuto alle aziende durante le fasi iniziali per dell’ISO 14000 perfezionare e sostenere il Sistema di Gestione Ambientale. Tali sistemi sono essenziali per far sì che l’organizzazione avanzi e faccia fronte alle crescenti esigenze in ambito ambientale ed assicurare la domanda nazionale ed internazionale. L’ISO 14001 include gli elementi centrali di SGA per essere usato per la certificazione. L’ISO 14.000 include principi ed elementi supplementari che l’organizzazione puo considerare. Tali norme hanno lo scopo di fornire una guida pratica per: - la creazione e/o il miglioramento di un Sistema di Gestione Ambientale SGA, attraverso il quale migliorare le prestazioni ambientali; - fornire i mezzi con cui sia chi sta all'esterno, sia chi opera internamente all'organizzazione, può valutare gli aspetti specifici di un SGA e verificarne la validità, ossia Escopo dell’ISO 14000 realizzare l'audit (verifica) dello SGA; - fornire mezzi consistenti ed attendibili per dare informazioni sugli aspetti ambientali dei prodotti. Va precisato che le norme ISO 14000 non sono orientate a generare ostacoli tariffari agli scambi commerciali e neppure ad accrescere o modificare gli obblighi legali di un'organizzazione. Il fine ultimo che le norme si prefiggono è di “contribuire alla protezione dell’ambiente e alla prevenzione dell’inquinamento in modo coerente con le necessità del contesto socio-eonomico”. La norma ISO 14001 quot;Sistemi di gestione ambientale - Requisiti guida per l'utilizzoquot; è l'unica norma prescrittiva mentre le altre sono delle semplici guide. Essa fornisce i requisiti di un SGA in modo tale da permettere ad un'organizzazione di formulare una politica e stabilire degli Norme 14001 obiettivi, tenendo conto delle prescrizioni legislative e delle informazioni riguardanti gli impatti ambientali significativi. È stata redatta in modo da essere appropriata per organizzazioni di ogni tipo e dimensione e si adatta alle differenti situazioni geografiche, culturali e sociali. 23
    • Essa si applica ad ogni organizzazione che desideri: - implementare, mantenere attivo, migliorare un SGA; - assicurarsi di ottemperare alla propria stabilita politica ambientale; - dimostrare tale conformità agli altri; - richiedere la certificazione e/o la registrazione del proprio SGA presso un organismo terzo; - fare un'auto-valutazione o un'auto-dichiarazione di conformità alla stessa norma ISO 14001 La ISO 14001 prevede comunque sia per la parte relativa alla struttura ed alla responsabilità del sistema di gestione, sia per la documentazione, la possibilità che queste siano integrate con altri sistemi già in atto o in fase di attuazione nell'organizzazione. La norma contiene i requisiti richiesti ai fini di una Prevede La ISO 14001: certificazione/registrazione e/o autodichiarazione, di un SGA. In essa si specifica che il successo del sistema dipende dall'impegno e dal coinvolgimento di tutti i livelli e di tutte le funzioni dell'organizzazione e specialmente del livello più elevato, l'alta Direzione. Una organizzazione dovrebbe attuare un efficace sistema di gestione ambientale allo scopo di aiutare e proteggere la salute dell’uomo e l’ambiente dalle possibili conseguenze delle proprie attività, prodotti e servizi e di contribuire a mantenere e migliorare la qualità dell’ ambiente. Una organizzazione che ha attuato con l’ISO 14000 può Perchè Implantare le conseguire significativi vantaggi competitivi e benefici economici i Norme della ISO 14000 quali dovrebbero essere identificati per dimostrare alle parti interessate quale valore abbia per l’organizzazione una buona gestione ambientale. Ciò offre all’organizzazione anche l’opportunità di collegare obiettivi e traguardi ambientali a specifici ritorni finanziari e in tal modo assicurare la disponibilità delle risorse, ove queste permettono di ottenere il miglior ritorno sia in termini finanziari che ambientali. Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 24
    • 8 TABELLA RIASSUNTIVA DELLE SERIE ISO 14000 ISO 14.001 - Sistemi di Gestione ambientale (Requisiti e Guida per l’uso); ISO 14.004 - Sistemi di Gestione ambientale (Linee guida generali sui principi, sistemi e tecniche di supporto); - Orientamenti per auditoria Ambientale - (Principi Generali per la ISO 14.010 revisione Ambientale); - Orientamenti per auditoria Ambientale - (Auditoria di Sistemi di ISO 14.011 Gestione Ambientale); - Orientamenti per auditoria Ambientale - (Criterio per Qualifica di ISO 14.012 Auditori); ISO 14.020 - Principi generali – Etichette e dichiarazioni ambientali ISO 14.021 - Asserzioni ambientali auto-dichiarate ISO 14.022 - Simboli per Etichettatura Ambientale; ISO 14.023 - Etichette ambientale - Metodologie per Prove e Verifiche Ambientali; ISO 14.024 - Etichettatura ambientale – Principi e procedure ISO 14.025 - Dichiarazioni ambientali di tipo III ISO 14.031 - Valutazione della prestazione ambientale – Linee guida ISO 14.032 - Esempi di valutazione della prestazione ambientale ISO 14.040 - Valutazione del ciclo di vita – Principi e quadro di riferimento - Definizione dell’obiettivo e del campo di applicazione e analisi ISO 14.041 dell’inventario ISO 14.042 - Valutazione dell’impatto del ciclo di vita ISO 14.043 - Miglioramento del ciclo di Vita ISO 14.050 - Vocabolario – Termini e definizioni /Gestione ambientale ISO 14.060 - Guida per l'Inclusione di Aspetti Ambientali in Norme di Prodotti; Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 25
    • 9 STRUTTURA DELLA SERIE ISO 14000 Il report ha come obiettivo principale quello di descrivere il sistema produttivo di un’azienda del settore alcol-zuccheriero in Brasile e valutare i benefici che la certificazione della Serie ISO 14000 potrebbe apportare attraverso i miglioramenti del processo produttivo. La certificazione della Serie ISO 14000 va aldilà del controlo del processo produttivo, valuta infatti anche il prodotto finale e sua etichettatura ambientale. Non ritenendo necessario descrivere il prodotto si concentrerà l’analisi sui metodi ed i controlli dell’industrializzazione della canna da zucchero. Figura 06 – Processo di Certificazione della Serie ISO 14000 Valutazione dell’Azienda Valutazione del Prodotto Sistema di Indicatore Gestione Ambientale Ambientale Valutazione della Auditoria Performance Analise dello Aspetti Ambientale Ciclo di vita Ambientali Ambientale in norme di produtti Termine e Definizione Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 26
    • 10 LA CERTIFICAZIONE DELLA SERIE ISO 14000 RIFERITA AI PROCESSI DI PRODUZIONE DI ALCOL DA CANNA DA ZUCCHERO Rifiuti Norma ISO 14000 Reduzione Riutilizzo / Riciclo * Eliminazione del removel della paglia della canna da zucchero com * Riciclaggio dell’acqua fuoco; Acque di lavaggio nel processo di * Realizzazione del della canna da embebição; lavaggio in tavolo zucchero; * Riciclaggio dell’acqua di separato di quello dove il lavaggio tagliuzzamento accade; * Riduzione in uscita delle quantità di acqua usata; * Riduzione delle perdite ISO 14001 dello sciroppo: - Riduzione della velocità di flosso; Acque dei - Riduzione della condensatori temperatura dell’acqua di * Riciclaggio dell’acqua barometrici ed condensazione; nel processo stesso acque condensate * Ricupero dello degli evaporatori; Sciroppo: - Uso di ostacoli che riducono il arraste; - l’aumento dell’altezza degli evaporatori; * Produzione di sottoprodotti * Cogenerazione di energia elettrica; Polpa * Sottoprodotti usati come concime * Produzione di mangime per gli animali; * Produzione di cellulosa; * Produzione di agglomerato. 27
    • * Uso come condizionatore della terra; Torta di filtrazione * Produzione di razione animale; * Per il teore sollevato del fosfato e di piccolo quantità incorporazione al Acque di vinhoto per uso come rimozione delle fertilizzante; incrostazioni * Uso come complemento dell'attività nel trattamento biologico dell'effluente; Lavata di acqua del dornas Usato come fertilizzante Vinhoto Praticamente tutti usarono * Produzione di alcol; Melasse nella produzione * Fabricazione levedura; dell'alcol; Punta della canna Alimento di animale. Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 28
    • 11 VANTAGGI DI IMPLANTAZIONE DELLA SERIE ISO 14000 NELL’AZIENDA - L'integrazione della qualità ambientale all'amministrazione dei negozie dell’azienda; - Il miglioramento delle relazioni fra industria e governo. - La possibilità di intrattenere delle buone relazioni col pubblico e con le istituzioni locali; MIGLIORAMENTO ORGANIZZATIVO - Sistematizzò amministrazione ambientale; - La possibilità di ottenere polizze di assicurazione a costi ragionevoli; - Le comprensioni ambientali degli impiegati; - la possibilità di favorire lo sviluppo e l’adozione di soluzioni di tipo ambientalistico; - La razionalizzazione dell'allocazione di risorse umane, fisici e finanzieri; REDUZIONE - Il risparmio di materie prime e di energia; DI COSTI - Il miglioramento del controllo dei costi; - L'eliminazione degli sprechi; REDUZIONI - Reduzioni degli incidenti e le responsabilità ambientali; DI RISCHI - La riduzione degli incidenti che implicano responsabilità; - La sicurezza legale; - La sicurezza delle informazioni; 29
    • - Reduzioni dei rischi dei prodotti; - L'identificazione delle vulnerabilità; - La dimostrazione alla clientela di una adeguata cura, diligenza e responsabilizzazione nella gestione dei problemi ambientali; DIFFERENZIALE - Il miglioramento dell’immagine e della quota di mercato; COMPETITIVO - La soddisfazione delle esigenze degli investitori, favorendo l’acceso ai capitali; - Aumento della produttività; Fonte: Elaborazione fatta per il allievo con dati della ricerca. 30
    • 12 CONSIDERAZIONI Economica La centificazione dell’ISO 14000 rappresenta un mezzo efficace per quelle aziende che considerano la conservazione ambientale non come una limitazione, ma come fattore di successo da sfruttare sul mercato a proprio favore, ovvero una opportunità di crescita a livello locale, nazionale ed internazionale. L’attuazione della gestione ambientale offre vantaggi sia all’azienda che al consumatore. Secondo Castro (1996), oltre a promuovere una riduzione dei costi interni dell’azienda, il sistema di gestione ambientale aumenta la competitività e facilita l’acesso ai mercati di consumo. Negli ultimi anni si riscontra un vivace sviluppo di leggi ed accordi internazionali nell’area ambientale, parallelamente ad un’importante espansione dei mercati in tutto il mondo. Nell’ottica di garantire la tutela dell’ambiente, molti paesi industrializzati hanno richiesto un alto livelli di qualità ambientale, creando barriere non tariffarie, che possono generare effetti nocivi al libero mercato. Negli ultimi anni la tutela ambientale constituisce quindi un requisito sempre più importante per il commercio internazionale. Nei paesi sviluppati, la certificazione volontaria in ambito ambientale è sinonimo ormai di crescita del mercato delle aziende e di garanzia per i consumatori. La ricerca di competitività delle aziende, comprese quelle piccole e medie, deve considerare la promozione di azioni positive a livello ambientale. In conclusione, per continuare a competere in un mercato sempre più complesso e articolato, le aziende devono prendere coscienza degli impatti ambientali causati dai propri processi produttivi ed agire per diminuirli. Le aziende che trascureranno la gestione ambientale perderanno quote di mercato poiché i consumatori si orienteranno, a parità di prezzo, verso prodotti e servizi più attenti all’ambiente. 31
    • Ambientali La serie di azioni intraprese dall’azienda durante l’introduzione dello SGA attenua e gradualmente riduce gli impatti dei processi produttivi sull’ambiente. Secondo Castro (1996), dal momento in cui è introdotto il SGA, l’azienda inizia ad incentivare il riciclaggio, a cercare materie prime e processi produttivi meno impattanti, ed allo stesso tempo intraprende una rezionalizzione dell’uso delle risorse naturali rinnovabili e non rinnovabili. Per questo motivo, introdurre il SGA rende possibile lo sviluppo sia di processi produttivi più puliti, sia di prodotti meno nocivi per l’ambiente. Si può infine affermare che le azioni di un’azienda a favore dell’ambiente, intraprese attraverso l’introduzione della gestione ambientale, sono volte a razionalizzare l’uso delle risorse naturali e a ridurre la quantità di materiale di rifiuto che ritornerà nell’ambiente, contrebuendo ad alimentare uno sviluppo sostenibile. Sociali I vantaggi sociali sono strettamente legati ai vantaggi ambientali. Dal momento in cui la gestione ambientale opera a favore dell’ambiente, corrente della produzione ed el consumo di beni che non generano contaminazioni fisico esternalità negative, la società passa di conseguenza ad essere beneficiata. Come risultato dell’introduzione del SGA da parte dell’anzienda, si ottiene un miglioramento delle condizioni di lavoro, come conseguenza ad esempio della riduzione del particolato e dei cattivi odori durante la raccolta della canna da zucchero. Le popolazioni limitrofe ai poli di raccolta e produzione che hanno provocato externalità nagative, godranno a loro volta di un ambiente più salubre. A ABNT – NBR ISO 14004 (1996), sottolinea come ad un SGA siano associati anche benefici potenziali per la riduzione di incidenti con responsabilità civile grazie alla riduzione di confliti giuridici a livello locale, nazionale ed internazionale causati dalle esternalità negative dei processi produttivi. 32
    • 13 BIBLIOGRAFIA Norme ISO 14001: Sistemi di gestione ambientale - Requisiti e guida per l’uso. ASHLEY, Patrícia A., GOULART COUTINHO, Renata B., TOMEI, Patrícia A. Responsabilità sociale corporativa e cittadinanza aziendale: una analise concettuale comparativa. Enanpad, 2000. BELIK, W.; RAMOS, P.; VIAN, C. E. F. Cambiamenti Istituzionale ed i suoi impatti nella strategia dei capitale del complesso agroindustriale della canna di zucchero nello centro-sud del Brasile. In Anais do XXXVI Encontro Nacional da SOBER, Poços de Caldas -SP, 1998. BRAGA, Tânia. Educazione Ambientale, Economia Internazionale e Gestione Aziendale. São Paulo: Gaia – Cadernos do III Fórum de Educação Ambiental, 1995. DONAIRE, Denis. Gestione Ambientale nell’Azienda. São Paulo: Atlas, 2.ed.,1999. GRAYSON, David e; HODGES, Adrian. Compromesso Sociale e Gestione Aziendale. São Paulo: Publifolha, 2002. HARRINGTON, H. James e KNIGHT, Alan. L’Implementazione dell’ISO: Come aggiornare il SGA con efficienza. São Paulo: Atlas, 2001. HITT A., Michael; IRELAND, R. Duane; HOSKISSON, Robert E. Amministrazione Strategica: Competitività e Globalizzazione. São Paulo: Pioneira Thomson Learning, 2003. MAIMON, D. Eco-strategia nell’Azienda brasiliana: Realità o discussione? Revista de Administração de Empresas. V. 34, n. 4, p. 119-130, jul./ago. 1994. VALLE, C. E. Come se sistematizzare per le Norme ISO 14000: Qualità Ambientale. São Paulo: Pioneira, 1995. MONTEIRO, C.E., Disposizione finale dei inquinamento liquido dell’azienda di Zucchero e alcol. São Paulo, CETESB, 1977. PARANHOS, S.B. (coord.), Canna da Zucchero: Utilizzazione e Coltivo. Fundação Cargill, Campinas, 1987. PERCEBON, C.M., Fluenti industriale generado per la produzione di zucchero ed alcol – suo trattamento e disposizione. CETESB, 1996. 33
    • SOPRAL – Società dei produttore di zucchero e alcol, SOPRAL, 1983. Risorse sul Web Azienda Santa Cruz Indirizzo: http://www.usinasantacruz.com.br/contents.asp?pid=3&cid=22 Ethanol Summit Indirizzo: http://www.ethanolsummit.com Settore Alcol-zuccheriero Indirizzo: http://www.usp.br/jorusp/arquivo Ethanol Sporco Brasiliano Indirizzo: http://www.linkk.com.br/story.php?id=16430 34