Townet. Piattaforme Waver per il network management

5,026 views
5,110 views

Published on

Waver Cloud e Waver VM Edition. Piattaforme per la gestione di utenti e reti di WISP e System Integrator

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
5,026
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3,890
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Townet. Piattaforme Waver per il network management

  1. 1. Waver Cloud e Waver VM EditionPiattaforme per la gestione di utenti e reti di WISP e System Integrator
  2. 2. Waver è una piattaforma per la gestione diutenti e reti di hotspot wi-fi, pensata sia pergrandi reti residenziali, che per piccole retipubbliche, turistiche, commerciali e per lePubbliche Amministrazioni. Con Waver si possono gestire le autenticazioni, i servizi di rete e creare Captive Portal personalizzati. Tutto tramite un’interfaccia semplice e immediata.
  3. 3. Waver è il prodotto ideale per due tipologie di clienti:1. WISP con reti estese (residenziali) chehanno necessità di autenticazioni rapideFocus sull’autenticazione degli utenti e la possibilità diavere molte sessioni contemporanee 2. WISP e System Integrator per installazioni pubbliche, strutture commerciali e turistiche Focus sulla gestione di hot spot e personalizzazione dei Captive Portal
  4. 4. La domanda non è ‘’Cosa fa la piattaforma?’’, ma… ‘’Cosa vuoi fare con la piattaforma?’’Waver offre soluzioni modulari e numerosistrumenti per la personalizzazione dellapiattaforma a seconda delle tue esigenze. Vediamo come funziona.
  5. 5. 1. GESTIONE HOT SPOT E CAPTIVE PORTALIl Captive Portal è un sito web visualizzabile prima dell’accesso in rete.Possono essere presenti molte informazioni (anche spalmate su più pagine): Modulo per l’autenticazione utenti Immagini Video News ed eventi Banner Pubblicità E-commerce CMS …Il Captive Portal è unostrumento di marketing!
  6. 6. 1. GESTIONE HOT SPOT E CAPTIVE PORTAL Waver fornisce dei CP di base, che possono essere personalizzati su indicazioni del cliente, oppure realizzati ad hoc dal cliente stesso. In funzione di parametri diversi, si possono impostare Captive Portal differenti. La più utilizzata è la soluzione geolocalizzata (il CP cambia a seconda del luogo) ma la diversificazione può essere impostata dal cliente modificando i parametri (ad es. cambiare Captive Portal a seconda dell’età dell’utente, oppure mandare Captive Portal in modo random…)
  7. 7. 1. GESTIONE HOT SPOT E CAPTIVE PORTAL SERVER API DATA WEB SERVER BASE2. RICHIESTA AL 3. CAPTIVE SERVER WEB PORTAL HOTSPOT HOTSPOT HOTSPOT1. AUTENTICAZIONE 1. Il pc è collegato ad internet tramite Hotspot 2. Al momento dell’apertura della pagina, l’Hotspot invia una richiesta al Server Web 3. Il Server Web riceve tutti i valori di autenticazione del cliente e rimanda all’utente il Captive Portal predefinito
  8. 8. 1. GESTIONE HOT SPOT E CAPTIVE PORTAL La customizzazione del Captive Portal può essere iper-specializzata. Si possono creare contenuti e grafiche specifiche per microzone, oppure per singole attività commerciali. Ecco l’esempio di una città: PERIFERIA Portale negozio 1 CENTRO Portale CITTA’ supermercato X Portale negozio 2 Portale azienda Y Portale SCUOLE negozio 3 Portale area residenziale Z Portale hotspot pubblici Portale scolastico
  9. 9. 1. GESTIONE HOT SPOT E CAPTIVE PORTAL Quante volte vi è capitato di dover ingrandire la pagina e impiegare diversi minuti per inserire i dati di autenticazione? L’80% degli accessi alle reti tramite Captive Portal avvengono da mobile. Waver riconosce l’autenticazione tramite mobile e ottimizza le pagine per una migliore user experience. I Captive Portal di Waver sono mobile-oriented!
  10. 10. 2. RADIUS E API SERVER SERVER API DATA WEB SERVER BASE iDaemon® NAS Server NAS Server HOTSPOT HOTSPOT HOTSPOT CAPTIVE CAPTIVE PORTAL PORTAL ZONA 1 ZONA 21. Nel momento in cui l’utente si autentica, la richiesta di autenticazione viene inviata dall’Hotspot al Server Web. Da qui passa all’API Server e poi a iDaemon®2. L’API Server prende informazioni dal Database e processa le informazioni per iDaemon®3. La richiesta di autenticazione viene presa in carico dal Radius (pacchetto RADCLIENT) e rimandata all’Hotspot
  11. 11. 2. RADIUS E API SERVER SERVER ARUBA INTERNET SERVER API DATA WEB SERVER BASE• Le API e il Database possono anche essere gestiti da un server esterno (Aruba ad es.) passando tramite la rete internet (si può utilizzare un server esterno sia con Waver Cloud, che installando la Virtual Machine Waver)• Gli Hotspot possono essere lontani fra loro sulla stessa rete, oppure su reti diverse, ma accedere allo stesso Database di sistema per prendere le informazioni• Gli stessi Captive Portal possono essere disseminati su più server
  12. 12. 2. RADIUS E API SERVERiDaemon® è il protocollo Radius sviluppato dalla software house IWLab con caratteristichemolto più performanti rispetto al FreeRadius.Quali i limiti del FreeRadius?• velocità limitata• necessità di usare script esterni per elaborare richieste complesse• rischio di overload e crashiDaemon® si basa sul modello multi-agente.E’ in grado di elaborare risposte nell’ordine di 8millisecondi, risultando molto più veloce rispettoad una piattaforma freeRadius-based.La velocità è cruciale per WISP che si trovano agestire fino a 1.000 sessioni contemporanee.
  13. 13. 3. AUTENTICAZIONE ALLA RETE L’autenticazione alla rete è il momento in cui l’utente immette i propri dati e viene registrato nel sistema, per poter iniziare la navigazione Waver, dà la possibilità inserire dei moduli per la profilazione degli utenti e per successive politiche di direct marketing. La REGISTRAZIONE NOME UTENTE può essere effettuata in 2 modi: Presidiata L’inserimento di dati identificativi avviene in presenza di una persona (ad es. un ufficio turistico che distribuisce gli account) Non presidiata Senza alcuna persona che inserisce i dati dell’utente
  14. 14. 3. AUTENTICAZIONE ALLA RETEE’ necessario quindi identificare l’utente prima dell’accesso, per garantire larintracciabilità in caso di illeciti compiuti sulla rete del cliente. Waver permette di scegliere tra 2 meccanismi di autenticazioneSMS ActivationL’utente inserisce il proprio numero telefonico, sul qualearrivano user e password via sms. Questo meccanismo è piùsemplice per l’utente ma ha un costo per l’operatore.Call Back TelefonicoL’utente una volta inserito il proprio numero, chiama il numeroin sovraimpressione per validare l’autenticazione. Questosistema non ha alcun costo né per l’utente, né per l’operatore.N.B. Laddove non c’è il nome, il numero di cellulare garantisce la possibilità di risalire al nome ecognome dell’utente. Ecco perché gli operatori sono tenuti a mantenere i log di navigazione sullapropria rete per almeno 12 mesi.
  15. 15. 4. FUNZIONALITA’ DI BASE Quali sono le principali funzionalità della piattaforma?• Autorities. Per l’integrazione della piattaforma con altri sistemi Radius (proxy Radius)• Tracciamento System log. Per tener traccia del traffico effettuato da ogni utente.• Statistiche. Per avere una reportistica degli utenti giornalieri, sessioni giornaliere, NAS, sessioni caricate, tempo di navigazione ecc.• Macauth. Per riconoscere le Base Station collegate, accendere e spegnere Access Point, indirizzare account verso specifici AP, bloccare AP, regolare la velocità degli HotSpot• NAS. Lista degli AP per monitoraggio da remoto, sia di quelli attivi che di quelli non attivi• Mgm areas. Per commissionare sottoreti a terzi operatori, mantenendo il controllo sui permessi
  16. 16. 4. FUNZIONALITA’ DI BASE• Walled gardens. La funzionalità per il Captive Portale: da l’accesso alle pagine internet agli utenti non autenticati• Profiles. Per profilare e categorizzare gli utenti in base all’utilizzo di banda disponibile• Sessions. Per gestire le sessioni di navigazione e tenere traccia della banda e del traffico consumati dagli utenti• Burst. Per gestire l’interfaccia utente e le politiche di burst (limitazioni al traffico degli utenti)• Bulk. Per generare liste di utenti automaticamente• Scratch card. Per distribuire carte con codici di navigazione di qualsiasi durata agli utilizzatori finali
  17. 17. 5. ALTRE FUNZIONALITA’• Funzione di roaming. I Captive Portal di Waver supportano il roaming. Questo vuol dire che se ci si disconnette dalla rete per assenza di segnale, si viene automaticamente ricollegati ad un altro hotspot della stessa rete, senza alcuna nuova autenticazione.• Gestione Spare per l’aumento delle prestazioni. Si possono avere fino a 5 macchine RADIUS che lavorano come un’unica macchina. La modifica di configurazione su una macchina principale si replica sugli Spare, così che tutte le macchine possono rispondere agli utenti.• Render Maps con API di Google. Possibilità di assegnare alla macchina una chiave per utilizzare le API di Google Maps e integrarle all’interno della piattaforma Waver.
  18. 18. 6. SCHEMA ARCHITETTURA WAVER
  19. 19. 7. INTERFACCIA DI GESTIONE • Interfaccia user-friendly • Grafica semplice e immediata • Desktop con sfondo personalizzabile • Dashboard con data display, barra di amministrazione e icon-organizer • Repository. App store continuamente consultabile per nuove features e aggiornamenti • Programmes installation. Come un qualsiasi sistema operativo, è possibile fare richiesta per l’aggiunta di applicazioni sviluppate dagli stessi clienti.
  20. 20. 8. ASSISTENZA REMOTA Assistenza remota rapida ed efficace alle Virtual Machine Grazie al tunnel EOIP (Ethernet Over IP) i nostri tecnici agiscono da remoto per risolvere problematiche di assistenza ricevute via e- mail. Questo permette di ridurre i tempi e i costi, e fornire un’assistenza di elevata qualità, senza necessità di spostamento nel luogo fisico della Macchina Virtuale.
  21. 21. 9. WAVER CLOUD vs. WAVER VM EDITION Waver è disponibile in 2 versioni: Waver Cloud. E’ la versione in Cloud Computing. Nessun hardware e nessuna necessità di installazione. Waver Cloud ha un canone annuale scalabile. • Entry: 50 sessioni contemporanee • Advanced: 250 sessioni contemporanee • Enterprise: infinite sessioni contemporanee Waver VM Edition. E’ la versione “stand alone” con supporto fisico. Pronta da installare, con possibilità di avere assistenza e aggiornamenti compresi. Quale versione scegliere?
  22. 22. 9. WAVER CLOUD vs. WAVER VM EDITION WAVER CLOUD WAVER VM EDITION Macchina fisica con risorse condivise per Macchina fisica presso il Cliente con la gestione in cloud: database, daemoni risorse non condivise radius, ecc. Accesso alle risorse per il Cliente limitato Pieno accesso alle risorse Banda disponibile vincolata Nessun limite alla banda disponibile Prestazioni macchina non modificabili Prestazioni VM aumentabili (GB di RAM) Indirizzamento IP degli Hotspot libero Indirizzamento IP degli Hotspot fisso
  23. 23. 10. L’AZIENDA Townet realizza soluzioni complete wireless broadband per imprese, privati e Pubbliche Amministrazioni, dagli apparati alla di consulenza sulla progettazione di rete. Info e contatti IWLab è laboratorio spin-off che IWLab srl progetta software di network Via dei Finale 20 management in cloud computing. 61043 Cagli (PU) Italy www.mywaver.it sales@mywaver.it Tel: +39 0721 797396 Fax: +39 0721 796182

×