Distribuzione Verso il 2010:  Ambiente, Clienti, Negozi, Struttura parte 2
Fonte: Retail Tracking IRI – Luglio 2007 Cosa trova... +28% 6.233 6.297 6.949 7.194 7.401 7.983 7.700 Giu'01 Giu'02 Giu'03...
Complessità aumentata per... <ul><li>Assortimenti cresciuti da 4.500 a 9.000 articoli in 10 anni </li></ul><ul><li>Aumenta...
Aggravata dall’organizzazione funzionale che concentra competenze e genera problemi d’interfaccia nell’azienda DIREZIONE B...
Anche perché ci sono punti di discontinuità nel processo distributivo interaziendale...  Cross dock Diretto SDC - DC DC - ...
Perché si collegano sistemi diversi... 6 giorni 18 giorni Produttore Distributore 24 giorni 1 giorno 1-3 giorni Acquisto M...
Allora costi e sprechi crescono esponenzialmente Curva della complessità costi Numero di elementi/sussidiarie/regole Zona ...
Migliorare il flusso diminuendo il peso della struttura funzionale
Eliminare i punti critici di discontinuità Cross Functional Team Diretto SDC - DC DC - pdV Flussi ICT
Cross functional team <ul><li>Wal Mart ha invitato i suoi fornitori a puntare sullo sviluppo della Supply Chain ottenendo ...
Occorre un nuovo modello di business ... H DISC NUOVO MODELLO SUPER Logistica Personale Altre spese zonali 13,2% Centrale ...
<ul><li>Avere  : </li></ul><ul><ul><li>Elevate: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Quote di mercato sul territorio coperto </l...
Prevedibile una momento di crescente concentrazione, aggregazione, alleanze, terziarizzazione, mutualità A. T. Kearney, Me...
Ottimizzare la Supply Chain Ma occorre parlare Filierese!! Distributori Centro di distribuzione condiviso Distributori PV ...
In sintesi: <ul><li>Il mercato è ancora poco concentrato </li></ul>2  Il Supermercato (canale prevalente in Italia) non pi...
E’ sufficiente un evoluzione graduale oppure occorre una rivoluzione? Ma per far questo ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Presentazione a supporto video intervista a Lucio Smareglia - Seconda Parte

842 views
789 views

Published on

Distribuzione verso il 2010: Ambiente, Clienti, Negozi, Struttura

Parte 2

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
842
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Presentazione a supporto video intervista a Lucio Smareglia - Seconda Parte

    1. 1. Distribuzione Verso il 2010: Ambiente, Clienti, Negozi, Struttura parte 2
    2. 2. Fonte: Retail Tracking IRI – Luglio 2007 Cosa trova... +28% 6.233 6.297 6.949 7.194 7.401 7.983 7.700 Giu'01 Giu'02 Giu'03 Giu'04 Giu'05 Giu'06 Giu'07 Crescente complessità negli assortimenti dei Super
    3. 3. Complessità aumentata per... <ul><li>Assortimenti cresciuti da 4.500 a 9.000 articoli in 10 anni </li></ul><ul><li>Aumentato il numero di promozioni/volantini e ne è diminuita la durata </li></ul><ul><li>Numero di sistemi applicativi e complessità della struttura informatica </li></ul><ul><li>Organizzazioni ramificate, </li></ul><ul><li>Regolamenti e normative </li></ul><ul><li>Gestione dei cluster e della multicanalità </li></ul>
    4. 4. Aggravata dall’organizzazione funzionale che concentra competenze e genera problemi d’interfaccia nell’azienda DIREZIONE Bianchi COMITATO DI GESTIONE (1) Ristretto (settimanale) (2) Normale (Mensile) (3) Allargato (Trimestrale) Bianchi, Romanò, Camiti, Cabella, Accoto, De Grandis Strategie commerciali e marketing Ciardo Export/Segreteria Comitato di gestione Rossi, Abate, Bleve Logistica Cabella Marketing Carniti Vendite Musarò Gestione Cabella Tecnica Massa Tecnica Accoto Sviluppo software Ceci Capo contabile Stella Rapporti sindacali Amministraz. Personale Cattaneo Amministrazione Controllo di gestione Finanza/risorse umane Romanò Contabilità Generale Russo Tecnologie informatiche e procedure De Grandis Gestione e man. tecnologie di magazzino De Grandis
    5. 5. Anche perché ci sono punti di discontinuità nel processo distributivo interaziendale... Cross dock Diretto SDC - DC DC - pdV
    6. 6. Perché si collegano sistemi diversi... 6 giorni 18 giorni Produttore Distributore 24 giorni 1 giorno 1-3 giorni Acquisto Materie prime Immagazzinamento Materie prime 36 giorni Inizio ordine Trasmissione ordine Elaborazione ordine Completamento Produzione e stoccaggio Produzione Ricevimento Consegna e stoccaggio Consegna Fonte: American Grocery Organization Ragiono e parlo “ Distributese” Ragiono e parlo “ Produttese” Inizio Ciclo produttivo Autorizzazione Invio ordine Rimozione Prodotto scaffali Ricezione Ordine ed elaborazione Inizio ordine Messa a scaffale
    7. 7. Allora costi e sprechi crescono esponenzialmente Curva della complessità costi Numero di elementi/sussidiarie/regole Zona ottimale per Scelte/Costi Offerta Basica Zona di scelte ridondanti e gestione costosa
    8. 8. Migliorare il flusso diminuendo il peso della struttura funzionale
    9. 9. Eliminare i punti critici di discontinuità Cross Functional Team Diretto SDC - DC DC - pdV Flussi ICT
    10. 10. Cross functional team <ul><li>Wal Mart ha invitato i suoi fornitori a puntare sullo sviluppo della Supply Chain ottenendo il risultato di incrementare l’efficienza dei flussi e la redditività. </li></ul><ul><li>Procter & Gamble ha inserito nella sede di Wal Mart un intero team dedicato in cui sono rappresentate le funzioni chiave dell’azienda: vendite/marketing, logistica/supply chain, IT e finanza. Dal punto di vista di uno dei vice presidenti di P & G, che era coinvolto nel progetto, il direttore amministrativo di Wal Mart è il cliente chiave per massimizzare la redditività di P & G. </li></ul>
    11. 11. Occorre un nuovo modello di business ... H DISC NUOVO MODELLO SUPER Logistica Personale Altre spese zonali 13,2% Centrale + ? 25,5% Offerta limitata Bassi costi Prestazione parziale Offerta ridondante Alti costi Calo vendite Offerta centrata Aumento vendite Costi sostenibili Redditività Costi Operativi
    12. 12. <ul><li>Avere : </li></ul><ul><ul><li>Elevate: </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Quote di mercato sul territorio coperto </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Dimensioni economiche (concentrazioni, alleanze, mutualità) </li></ul></ul></ul><ul><ul><li>Politica commerciale pilotata dai bisogni dei clienti </li></ul></ul><ul><ul><li>Collaboratori motivati e competenti </li></ul></ul><ul><li>Utilizzare : </li></ul><ul><ul><li>Organizzazione snella e essenziale senza giunti alle interfacce </li></ul></ul><ul><ul><li>Processi aziendali e interaziendali economici, automatizzati e privi di attività senza valore aggiunto </li></ul></ul><ul><ul><li>Sistemi applicativi ampliamente utilizzati in Italia da più aziende operanti nello stesso settore (isomorfismo) oggetto di costante miglioramento </li></ul></ul><ul><ul><li>Sistemi Hardware ampliamente utilizzati in Italia connessi in un architettura razionale </li></ul></ul><ul><li>Lavorare : </li></ul><ul><ul><li>Al miglioramento per 365 giorni all’anno ogni anno </li></ul></ul><ul><ul><li>Per Crescere, crescere, crescere, crescere, crescere,……………… </li></ul></ul>Occorre un nuovo modello di business ...
    13. 13. Prevedibile una momento di crescente concentrazione, aggregazione, alleanze, terziarizzazione, mutualità A. T. Kearney, Merger Endgame t avvio crescita focalizzazione equilibrio oggi 70% N° di Imprese Quota mercato operatori leader Reddività
    14. 14. Ottimizzare la Supply Chain Ma occorre parlare Filierese!! Distributori Centro di distribuzione condiviso Distributori PV PV PV PV PV PV (3PL: Third part logistics providers) Produttori Produttori Produttori
    15. 15. In sintesi: <ul><li>Il mercato è ancora poco concentrato </li></ul>2 Il Supermercato (canale prevalente in Italia) non più in linea con esigenze/aspettative del consumatore Gli strumenti tradizionali (acquisizioni, supercentrali e franchising) perdono mordente Serve un nuovo modello gradito ai clienti! <ul><ul><li>Aumentare la massa critica e la concentrazione locale </li></ul></ul>Rivedere il “prodotto” supermercato per difenderlo dall’attacco sferrato da altre formule Gli interventi fatti finora non sono risultati efficaci
    16. 16. E’ sufficiente un evoluzione graduale oppure occorre una rivoluzione? Ma per far questo ...

    ×