La Sagra della Castagna a Cervinara

  • 168 views
Uploaded on

La Sagra della Castagna di Cervinara è la più antica dell'Irpinia ed una delle più importanti della Campania.

La Sagra della Castagna di Cervinara è la più antica dell'Irpinia ed una delle più importanti della Campania.

More in: Travel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
168
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. La Sagra della Castagna a Cervinara Prof.ssa Lucia Gangale
  • 2. La Sagra della Castagna a Cervinara Prof.ssa Lucia Gangale Angelo Renna Foto Pro Loco Cervinara La storia della sagra La Sagra della Castagna di Cervinara è una delle più importanti della Campania. Tutto cominciò negli anni Settanta: il professor Angelo Renna – cui è dedicata la locale Pro Loco – allietava gli abitanti di frazione Castello con il suo mandolino, accompagnato da chitarra, distribuendo agli amici vino e caldarroste. Fu così che, a partire dal 1977, nacque a Cervinara la più antica sagra della castagna della provincia di Avellino. Dopodiché l’associazione culturale Il Mastio l’ha resa un vero e proprio evento, che ha luogo ogni anno ad ottobre nell’immensa frazione Ioffredo Castello, tra i vicoli un tempo popolati da boscaioli e carbonai, briganti e ianare, feudatari e servitori.
  • 3. La formula La formula è costituita da: degustazioni della castagna in diverse lavorazioni culinarie, esposizione di prodotti tipici locali ed artigianali, musiche popolari e balli etnici, giocolieri, clown e acrobati. Il percorso inizia dai piedi di frazione Ioffredo Castello, nei pressi della chiesa di San Nicola (su cui oggi campeggia una lapide a ricordo delle vittime dell’alluvione del 16 dicembre 1999), dove è anche possibile fare una passeggiata nel bosco alla ricerca di castagne che cadono copiosamente sul terreno. Ci si inoltra quindi nel borgo, nel quale, da ogni parte, si puo’ osservare il Castello (Castellone, in dialetto locale) che sovrasta tutto l’abitato da un’altura, insieme all’imponente monte Pizzone, dal profilo inconfondibile. Ci si incammina tra fiaccole dislocate lungo il percorso, tra il sapore ed il profumo di piatti a base di castagne. Prof.ssa Lucia Gangale
  • 4. Prof.ssa Lucia Gangale
  • 5. Prof.ssa Lucia Gangale
  • 6. Prof.ssa Lucia Gangale Partecipare alla Sagra della Castagna di Cervinara, la più antica dell’Irpinia, significa fare un viaggio riposante tra gli intricati vicoli di frazione IoffredoCastello, che si anima di musica, sapori, odori, arte, spettacoli e riscoperta di antichi mestieri, ed immergersi a pieno titolo nell’anima del popolo cervinarese, che sorprende i molti visitatori per le innumerevoli risorse di cui dispone e per la cordialità con cui accoglie il “forestiero”.
  • 7. Prof.ssa Lucia Gangale Significa acquistare a poco prezzo un sacchetto di fumanti caldarroste e fare un salto alla pasticceria che si trova ai piedi dello storico “Castellone” che domina dall’alto tutta la valle. E magari sedersi in un’osteria allestita in un caratteristico cortile o in un “basso” tra i molti disponibili nella suddetta frazione e gustare una saporitissima montanara (pizzetta fritta con sugo di pomodoro ed una spruzzata di parmigiano), o una minestra di legumi insaporita da porcini e castagne, e trovarsi di fronte la sconvolgente bellezza del Partenio di sera, punteggiato di luci ai suoi piedi.
  • 8. Significa girare per ore i vicoli di frazione Castello e smarrire il senso del tempo che passa, tra degustazioni di tutti i tipi e spettacoli di musica popolare, giocoleria e mangiafuoco dislocati qua e là. E scoprire i mille modi in cui si possono preparare le castagne, fino ai barattoli di castagne al brandy dei conti Del Balzo. La sagra ogni anno è un appuntamento ricercato ed apprezzato da visitatori provenienti da tutta la Campania, che invadono letteralmente la grande frazione Ioffredo-Castello, con la sua offerta enogastronomica ricca e variegata e con la sua voglia di vivere. L’occasione è anche appetita dagli amanti della fotografia e delle suggestive location storiche, per effettuare escursioni in zona Castello. Prof.ssa Lucia Gangale
  • 9. Prof.ssa Lucia Gangale
  • 10. www.cervinaracity.altervista.org