Collaborative Case Management

287 views

Published on

Un progetto in avanzata fase di realizzazione con idee innovative per la gestione dei processi aziendali

Published in: Business
1 Comment
1 Like
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
287
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
33
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
1
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Collaborative Case Management

  1. 1. ©2013 Web Site srl Collaborative Case Management
  2. 2. Scenario  Per gestire efficacemente un business è fondamentale pianificare e monitorare i processi aziendali  Nella gestione dei processi più complessi sono coinvolti numerosi attori…  … che hanno bisogno di accedere alle informazioni e alle funzionalità localizzate in molteplici sistemi aziendali  Si tratta spesso di processi trasversali ai diversi Enti/Funzioni (interni e/o dislocati sul territorio) ma anche a Business Partner (Clienti, Fornitori, …) La gestione dei processi aziendali
  3. 3. Le possibili soluzioni: BPM  Una soluzione di Business Process Management è lo strumento ideale per supportare attività molto strutturate, prevedibili e con un moderato livello di dinamicità …  … che debbano raccogliere e conservare dati e stati tra sistemi differenti Caratteristiche e vantaggi
  4. 4. Le possibili soluzioni: BPM  Non sempre è adatto alla gestione di attività di business che richiedono maggiore flessibilità e collaborazione  … oppure che sono caratterizzati da processi immaturi e poco stabili (magari anche perché recentissimi) Problemi
  5. 5. Le possibili soluzioni: BPM  Flussi eccessivamente numerosi e complessi  Flussi instabili o difficili da mantenere  Flussi troppo rigidi, che falliscono nel supportare con efficacia una parte delle attività di business Le sfide
  6. 6. Le possibili soluzioni: Case Management  In molti casi l’attivazione di un workflow avviene in conseguenza di un evento automatico …  … in altri, prima di attivare una o più istanze di workflow, può essere necessario:  Raccogliere informazioni  Organizzarle e qualificarle  Condividerle in modo efficace  In questa situazione, il Case Management è l’approccio più indicato perché consente, con un approccio meno rigido al processo, di organizzare informazioni correlate in un contesto Caratteristiche e vantaggi
  7. 7. La visione di Web Site
  8. 8. Obiettivi  Un prodotto per il Process Management deve:  Fornire una soluzione completa per gestire in modo efficace le diverse attività di business  Promuovere l’integrazione con i sistemi e i servizi aziendali esistenti senza essere vincolanti  Supportare la personalizzazione della soluzione per lo scenario di business e facilitarne l’evoluzione nel tempo  Migliorare l’efficacia dei processi e delle attività con gli strumenti di collaborazione  Accrescere l’efficacia dei processi con strumenti di monitoraggio visuali e semplici da utilizzare
  9. 9. La soluzione Web Site
  10. 10. La soluzione Web Site / 1  Web Site sta lavorando ad una soluzione che:  promuova la gestione dei workflow e delle funzionalità di Case Management offrendo due strumenti complementari, potenzialmente autonomi ma fortemente integrati  utilizzando entrambi gli strumenti permetta di controllare efficacemente un maggior numero di attività aziendali, con la libertà di adottare, per ciascuna di esse, uno solo tra i due approcci o di combinarli insieme Una soluzione integrata
  11. 11. La soluzione Web Site / 2  Durante la lavorazione di un case l’operatore è in grado di attivare processi per lavorazioni specifiche, che rimarranno sincronizzati con il loro case esempio: l’operatore esamina le informazioni, recupera rapidamente le condizioni di assistenza applicabili e, infine, decide di attivare il workflow “invio tecnico on-site”  Questo approccio consente di disegnare flussi di lavoro controllati per i potenziali sotto- task, conservando la flessibilità di alto livello esempio: l’operatore riceve automaticamente notifica della conclusione del workflow, ne valuta l’esito e decide se intraprendere ulteriori azioni o chiudere il case La soluzione combina la flessibilità del Case Management al controllo derivante dal Workflow
  12. 12. Caratteristiche della soluzione Web Site
  13. 13. Case Management / 1  Il case è un contenitore flessibile che gestisce le correlazioni tra attività e fornisce una visione d’insieme  Ogni operazione effettuata viene registrata all’interno del case:  Inizio della lavorazione del caso  Scambio di informazioni (mail, instant message, chat, VoIP)  Inserimento di nuove informazioni  Avvio di workflow  Inserimento di nuovi commenti  Cambi di stato Il concetto di case Case case worker customer data involved co-workers voice & IM call log DMS documents e-mail messages processes scheduled activities
  14. 14. Case Management / 2  È possibile organizzare i case in tipologie, predisponendo l’ambiente adatto alla lavorazione delle situazioni più frequenti  L’operatore, nella raccolta delle informazioni fondamentali di un case, può essere guidato da case form intelligenti  I campi del case form possono essere semplici testi, numeri o date, ma soprattutto possono riferire esplicitamente entità di business Il concetto di tipo di case e il case form Case case worker
  15. 15. Il concetto di tipo di case e il case form
  16. 16. Case Management / 3  Ciascuna tipologia di case definisce una o più “viste” che aiutano l’operatore con rappresentazioni d’insieme: il risultato è una visione completa, reattiva ed esplorabile delle informazioni che contribuisce ad ottimizzare i tempi e migliorare i risultati  La vista di default, può essere composta con componenti particolari per aiutare nella compilazione del case form  Quando nel workspace sono menzionate informazioni che rappresentato una entità di business, è possibile effettuare delle analisi di drill-down o drill-through Il concetto di case workspace Case case worker
  17. 17. Il concetto di case workspace
  18. 18. Case Management / 4  Gli strumenti integrati di collaborazione consentono di comunicare in tempo reale, senza abbandonare l’applicazione, con uno qualsiasi degli attori coinvolti nel case (o nei workflow attivati)  Dal momento che tutte le informazioni necessarie sono raggruppate nel case, è facile coinvolgere o delegare altre persone alla sua lavorazione Collaborazione sul case Case case workercase worker
  19. 19. Collaborazione In-Context
  20. 20. Workflow  L’esecuzione di uno Human Task all’interno del processo può sfruttare una interfaccia utente disegnata appositamente per aggredire lo specifico problema …  … oppure sfruttare i mezzi standard offerti dalla piattaforma (form PDF oppure Form dinamici) Interfaccia Utente raffinata sugli Human Task
  21. 21. User Interface
  22. 22. Le fondamenta della soluzione Web Site
  23. 23. Piattaforma di UX avanzata  DeskEngine: un ambiente modulare attraverso il quale comporre, personalizzare ed erogare una User eXperience innovativa  Un ricco set di componenti già pronti, tra cui:  Gestione dei contatti aziendali  Gestione dei documenti condivisi  Calendario, attività, messaggi di posta  Pieno supporto ad API per la creazione e l’integrazione di nuovi componenti  Componenti riutilizzabili in contesti differenti:  Client UI standard  Applicazioni standalone (desktop & web)  Singoli passi di processi UI modulare basata su componenti
  24. 24. Architettura estensibile  La piattaforma media l’accesso alle principali informazioni aziendali in modo trasparente, migliorando l’efficienza e la visione d’insieme  Un sistema di connettori mette in comunicazione il sistema con diversi back-end (es. CRM, DMS, ecc.) e mette a frutto le potenzialità dell’infrastruttura SOA  La creazione di nuovi connettori e plug-in è pienamente supportata, per personalizzare la soluzione e arricchire la piattaforma SOA, interfacce di accesso ai dati, connettori
  25. 25. Motore di workflow  La gestione dei processi integrata è basata su un motore di workflow avanzato e di livello enterprise  La UI standard di erogazione del motore di workflow è ridisegnata per massimizzare l’integrazione con la piattaforma  I servizi e i processi erogati dal motore di workflow sono esposti come web services, e i servizi esterni esistenti possono essere usati direttamente nei processi (SOA)  La soluzione prevede la possibilità di creare UI ricche per i singoli passi dei workflow, sfruttando anche tutti i componenti DeskEngine Process management
  26. 26. Collaborazione in-context  Un set completo di strumenti di collaborazione: messaggi istantanei, chat audio-video, ecc.  Tutti gli strumenti di collaborazione sono accessibili ed utilizzabili direttamente nell’ambiente client senza abbandonare l’attività corrente Strumenti di comunicazione integrati
  27. 27. Renzo Santarelli general manager renzo.santarelli at websiteitalia.com +39 06 9320235 Web Site srl Via Cavour, 20 00041 Albano Laziale (RM) +39 06 9320235 Contatti

×