• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Milano 18 aprile 2011 2011
 

Milano 18 aprile 2011 2011

on

  • 855 views

Gli effetti dell'inquinamento derivante da traffico ed inceneritori sono allarmanti. Tutti i cittadini dovrebbero essere informati al riguardo, ed i politici non dovrebbero permettersi di prendere ...

Gli effetti dell'inquinamento derivante da traffico ed inceneritori sono allarmanti. Tutti i cittadini dovrebbero essere informati al riguardo, ed i politici non dovrebbero permettersi di prendere nessuna scelta senza coinvolgere le popolazioni interessate.

Statistics

Views

Total Views
855
Views on SlideShare
855
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Milano 18 aprile 2011 2011 Milano 18 aprile 2011 2011 Presentation Transcript

    • PATRIZIA GENTILINI [email_address]
    • LORENZO TOMATIS FORLI’ 24 NOVEMBRE 2005 “ le generazioni a venire non ci perdoneranno i danni che noi stiamo loro facendo”
    •  
    • 1987
    • Environ Int. 2009 Oct;35(7):1015-22. Epub 2009 Jun 18 . Organochlorine and heavy metals in newborns: results from the Flemish Environment and Health Survey (FLEHS 2002-2006).
      • 1196 madri e rispettivi neonati sistematicamente reclutate nelle Fiandre dal 2002 al 2003 per misurare su cordone ombelicale e plasma Cd, Pb, PCB congeners 118, 170, 138, 153 e 180, p,p'-DDE - un metabolite del DDT- e hexachlorobenzene (HCB)
      • Cd fu trovato nel 64% of dei campioni (media 0.21 microg/L sangue del cordone).
      • p,p'-DDE (110 ng/g grammo lipidiserici) e Pb (14.7 microg/L sangue), furono misurabili in quasi tutti i campioni
      • I PCB furono individuati dal 40 all’ 81% dei neonati (138+153+180=64.4 ng/g lipidi serici). HCB (18.9 ng/g) e diossine (23 pg CALUX-TEQ/g lipids) in più del 75%
      • Oltre il 20% delle variazioni in composti organoclorurati è spiegabile in base alla residenza
      • It was concluded that the place of birth in Flanders is an important determinant of the load of pollutants measured at the start of life. This underlines the validity of human biomonitoring on (relatively) small geographical scale.
    • Industrial chemicals in mothers and daughters: The pollution we share and inherit The gift our mothers never wanted to give us If in relation to the impact of the industrial system (and, in particular, to the excess of “combustion”) on chemical composition of atmosphere and climate, the main problem is the total quantity and the continuously increasing emissions of CO 2 and other greenhouse gases … the same attention should be paid, and even more, for what concerns the effects that the spread of increasingly ubiquitous (epi-geno)-toxic molecules in environment, their bio-magnification in the food chain and bio-accumulation in tissues (particularly maternal and fetal) is likely to have on the whole biosphere and in particular on human health ..
    • Il bambino non è un piccolo adulto
    •  
    • Traits/Abilities Developmental Syndromes (In Harm’s Way, GBPSR, 2000) ADHD Autism Learning disabilities disability AMEWORK FOR UNDERSTANDING NUTRITION Asperger’s syndrome TOXICANTS ?? Maggiore suscettibilità di feti, neonati, bambini ...... SOCIAL ENVIRONMENT GENETICS NUTRITION
    • A Silent Pandemic
      • Industrial Chemicals Are Impairing
      • The Brain Development of Children Worldwide
      For immediate release: Tuesday, November 7, 2006 Fetal and early childhood exposures to industrial chemicals in the environment can damage the developing brain and lead to neurodevelopmental disorders (NDDs)  autism, attention deficit disorder (ADHD), and mental retardation  10-15% children all over the world .
    •  
    • DISTURBI NEUROLOGICI E COMPORTAMENTALI NEI BAMBINI IN U.S.A. Envir. Health Pers. Vol 114 num. 2 Febb. 2006
      • Deficit di attenzione/iperattività:
      • +250% dal 1990 al 1998
      • Bambini inseriti in scuole speciali:
      • + 190% dal 1977 al 1994
      • Autismo:
      • 1980: 4 - 5 casi/anno su 10.000
      • 1990: 30 - 60 casi/anno su 10.000
    • Economic Costs of Pediatric Environmental Diseases
      • ( From “ Environmental Pollutants and Disease in American Children ,” Landrigan, Schechter, et.al., 2002)
      Estimated Costs of Pediatric Disease of Environmental Origin, United States, 1997 (billions) $64.8 $48.9 $54.9 TOTAL $43.4 $43.4 $43.4 Lead Poisoning   $18.4 $4.6 $9.2 Neurobehavioral Disorders $0.7 $0.2 $0.3 Cancer  $2.3 $0.7 $2.0 Asthma  High Estimate Low Estimate Best Estimate
    • The gift our mothers never wanted to give us http://www.ewg.org/reports/generations/ CHEMICAL FALL OUT ULTRAFINE PARTICLES HEAVY METALS ENDOCRINE DISRUPTORS dioxin-like moleculles 1 2 3 Congresso Nazionale SIP Roma 22 10 2010
      • L’Ambiente agisce più direttamente sull’epigenoma (assetto cromatinico- hystone code , metilazione DNA, RNA minori..) e attraverso questo sul genoma
      • Possiamo anche dire che l’evoluzione del fenotipo individuale anche patologico (!) è determinato dall’epigenoma più che dal genoma
      • In questo senso non è azzardato considerare che la quasi totalità delle malattie è ascrivibile all’ambiente
      http://www.nature.com/news/2006/060508/images/441143a-i2.0.jpg Brena RM , Costello JF . Genome-epigenome interactions in cancer . Hum Mol Genet . 2007 Apr 15;16(R1):R96-R105 .
    •  
    •  
    • COSA E’ UN INCENERITORE E COSA ESCE DAL CAMINO?
    •  
    • INCENERITORI
      • Industrie insalubri di classe I
      • (art.216 RD 1265/34 DM 5.9 /1994)…
      • Non idonee ad ospitare inceneritori le zone agricole
      • caratterizzate per qualità e tipicità dei prodotti
      • ( D. lgs 228 del 18/5/2001)
      • PRINCIPALI EMISSIONI:
      • Ossidi di Azoto e Zolfo
      • Particolato (fine, ultrafine, nanoparticelle)
      • Metalli Pesanti (piombo, cadmio, nichel, mercurio..)
      • Inquinanti Organici ( IPA, PCB, furani, ftalati, chetoni, alcheni)
      • Diossine
      • ………… ..
      • INCENERITORI = “CROGIUOLO DI VELENI” Prof. D. Belpomme Paris 2009
      Il fumo ti uccide… ?
    • SOSTANZE ORGANICHE IDENTIFICATE NELLE EMISSIONI DI INCENERITORI
    • INCENERITORI: CONTROLLI: per pochissimi inquinanti, poche volte all’anno, spesso con preavviso:per le diossine 24 ore annuali su 8.000 di funzionamento e mai durante accensione o spegnimento. LIMITI DI LEGGE: indicati per Nm3 e non per flusso di massa e sempre calcolati su individui adulti,ma bambini e organismi in accrescimento possono avere una suscettibilità totalmente diversa!
    • la diffusione degli inquinanti: dai camini..ai polmoni, alla tavola... al cordone ombelicale ed al latte materno!
    • A limenti – mappatura zona di provenienza campioni latte ( Asl Brescia, mappa 7 indagine 2008)
    •  
    • Effetti cancerogeni delle sostanze emesse da un inceneritore secondo la IARC agente Grado di evidenza IARC Effetto cancerogeno Arsenico 1 Pelle, polmoni, fegato, vescica,rene, colon Berillio 1 Polmone Cadmio 1 Polmone, prostata Cromo 1 Polmone Nickel 1 Polmone Mercurio 2b Polmone, pancreas, colon, prostata, encefalo, rene Piombo 2b Polmone, vescica, rene, gastroenterica Benzene 1 Leucemia Idrocarburi policiclici 2b Fegato, polmone, leucemia Cloroformio 2b Vescica, rene, encefalo, linfoma Clorofenoli 2b Sarcomi tessuti molli, linfomi Hodgkin e non Hodgkin Tricloroetilene 2a Fegato, linfomi non Hodgkin TCDD 1 Linfomi, sarcomi non Hodgkin
    • METALLI PESANTI: NON SOLO CANCRO...
      • MERCURIO
      • autismo, dislessia...
      • (Pritchard C et al Public Health 2004;118(4):268-83 )
      • PIOMBO
      • danni neuropsichici nell’infanzia: costo sociale in U.S.A. 47 miliardi di $/anno
      • ( Harvard School of Public Health 07/11/06 online LANCET)
      • ARSENICO
      • alterazioni della ripolarizzazione cardiaca
      • ( Mumford Jl e coll. Env. Health Pers. May 115; 69-04 2007)
      • effetto diabetogeno
      • (Paul DS e coll. Env. Health Pers. May 115 734_42, 2007)
      • CADMIO
      • effetto inibitore sui meccanismi di riparazione del DNA ( Jin YH Nat Genet 2003 Jul; 34(3):326-9)
      • azione di “ endocrine disruptor ”
      • (Takiguchi M Environ. Sci.2006;13(2):107-16)
    • DIOSSINE: BIOACCUMULO E BIOMAGNIFICAZIONE
    • BIOMARKER INSIGHT 2008:3 159-169
    • UN ESEMPIO FRA TANTI: L’INCENERITORE DI MONTALE (Pt) LE “IMPRONTE DIGITALI” DELL’INCENERITORE DI MONTALE: PCB dioxin like
    • DIOSSINE NEL LATTE MATERNO IN ITALIA ANNI 2009-2010
      • PCDDs/PCDFs
        • e PCB WHO TEQ pg/g grasso
      AREA GEOGRAFICA 8,65 GIUGLIANO (pool) (Campania) 12 - 39.99 (23.2 media aritmetica) TARANTO (8 campioni) 11,00 MILANO (pool) 9,94 PIACENZA (pool) 9.5 - 10.6 MONTALE (2 campioni) (Pistoia)
      • Un neonato, stimando una percentuale del 4% di grasso nel latte materno, con gli attuali livelli di contaminazione
      • assume, invece dei 2pg/Kg , valori di diossine variabili da:
        • - 18-20 pg/kg in zone rurali meno inquinate della Cina o della Germania
        • - 80-90 pg/kg a Montale, Milano, Piacenza
      • - da 100 a 320pg/kg (media 187) pg/Kg a Taranto
      • - 1200 pg/Kg a Brescia - sito inquinato della Caffaro
      DIOSSINE: LIMITI DI ASSUNZIONE PER UE = 2pg/Kg/die
    • ?
    • DIOSSINA/E E SALUTE UMANA A. Schecter et al. DIOXIN: an Overview Enivironmental Research 101 (2006) 419-428
      • 1997: TCDD riconosciuta CANCEROGENO CERTO PER L’UOMO (I IARC )
        • multiorgano, non mutageno, azione di “promotore” correlata soprattutto a: linfomi, sarcomi, mielomi, tumori a fegato, mammella, polmone, colon
        • verosimili meccanismi epigenetici che aprono la strada a traslocazioni, in particolare t(14;18) correlata alla linfomagenesi
      • TOSSICITA’ :
        • endometriosi, disturbi riproduttivi, malformazioni specie urogenitali
        • anomalie dello sviluppo cerebrale, deficit cognitivi e comportamentali
        • diabete, malattie della tiroide
        • danni polmonari, metabolici, cardiovascolari, epatici, cutanei
        • deficit del sistema immunitario
        • ……… .
      • PROBLEMI APERTI :
        • dosi alte (incidenti) vs dosi basse e prolungate nel tempo
        • caratteristiche individuali
        • età, sesso, composizione corporea, meccanismi di detossificazione,
        • interazioni, sinergie....
        • momento dell’esposizione “ finestre espositive” (feto, neonato....)
      • STUDI EPIDEMIOLOGICI NELLE POPOLAZIONI ESPOSTE AD EMISSIONI DI INCENERITORI
    • Principali effetti segnalati su popolazioni esposte alle emissioni di inceneritori per rifiuti :
      • Sistema respiratorio: tosse persistente, bronchiti, allergie
      • Danni alla salute riproduttiva
      • Incremento di malformazioni congenite
      • Ipofunzione tiroidea
      • Diabete
      • Patologie cardiovascolari
      • Cancro
      • ………
    • …… ..mai dimenticare che la mancanza dell’evidenza NON significa evidenza della mancanza!
    • TASSI DI MORTALITA’ INFANTILE IN PROSSIMITA’ DI UN INCENERITORE IN INGHILTERRA http://www.ukhr.org/incineration/kirklees.pdf
    • NATI PRE TERMINE ED ESPOSIZIONE AD INCENERITORI
    •  
    • Esposizione a diossine per l’inceneritore di La Tronche (Francia)
    • Le specifiche localizzazioni neoplastiche con rischio aumentato sono risultate essere: i sarcomi dei tessuti molli in entrambi i sessi (+ 22%), i linfomi non Hodgkin nelle femmine (+ 18%) e nei maschi (+ 1%), i tumori al fegato negli uomini (+13%) e nelle donne (+18%), il mieloma multiplo nei maschi (+ 23%) e nelle femmine (+5%)
    •  
    •  
    • STUDIO DI CORIANO: COORTE DEI RESIDENTI E SUDDIVISIONE IN 5 ANELLI CONCENTRICI E IN BASE ALL’ ESPOSIZIONE A METALLI PESANTI
    • MORTALITA’ NELLE DONNE RESIDENTI ALMENO 5 ANNI ENTRO 3.5 km DAGLI IMPIANTI PER: TUTTE LE CAUSE, TUTTI I TUMORI, ALCUNI TUMORI : RISCHIO RELATIVO E CASI OSSERVATI ( ) * statis. sign. 2.16* (12) 2.56* (7) 2.47* (7) 1.54 * ( 58) 1.09 (162) 7-4-52 1.10 (20) 2.88* (27) 2.03* (20) 1.26* (157) 1.07 (452 ) 3.9-7.3 1.21 (20) 1.75 (14) 1.32 (15) 1.17 (143) 1.17* (502) 2.0-3.8 1 (22) 1 (13) 1 (14) 1 (166) 1 (538) <1.9 mammella stomaco colon-retto tutti i tumori tutte le cause metalli pesanti ng/m3
    • “ VECCHI ” IMPIANTI? COLPEVOLI !
    • “ NUOVI ” IMPIANTI? INNOCENTI?
    • COME SI MISURANO LE DIOSSINE?
    • I limiti alle emissioni da impianti di incenerimento: direttive europee e normativa nazionale Note: media giornaliera e valore massimo (orario o semiorario); * Limite per (Cd + Tl) e Hg separati ** equivalenti tossici riferiti a 2,3,7,8 T 4 CDD. Viviano, ISS, 2005 - 0,1 *** 0,1 ** 4.000 0,1 ** 0,1 ** 0,1** PCDD + PCDF (ng/Nm 3 ) - - - 0.1 0,01 0,01 0,01 PAH 5 0,5 0,5 5 0,5 0,5 0,5 Sb, As, Pb, Cr, Co, Cu, Mn, Ni, V 0,2 0,05 * 0,05 * 0.2 0,05 * 0,05 * 0,05* Cd, Tl, Hg - 10 - 20 10 - 20 20 10 - 20 10 - 20 10 - 20 TOC - 50 50 - 100 (150) 100 50 - 100 50 50 - 100 CO - - 200 - 400 500 200 - 400 200 - 400 200 - 400 NO 2 300 50 - 200 50 - 200 300 100 - 200 50 - 200 50 - 200 SO 2 - 1 - 4 1 - 4 2 1 - 4 1 - 4 1 - 4 HF 50 - 250 10 - 60 10 - 60 50 - 100 20 - 40 10 - 60 10 - 60 HCl 30 - 200 10 - 30 10 - 30 30 - 100 10 - 30 10 - 30 10 - 30 Polvere Directive 89/369/CEE MSW Direttiva 94/67/CE hazardous waste Directive 2000/76/CE waste DM 12/7/90 old plants DM 19/11/97 n. 503 MSW and CW DM 25/2/00 n. 124 hazardous waste DLgs 11/5/05 n.133 waste mg/Nm 3 s 11 % O 2
    • ED I “NUOVI” INCENERITORI? PREVISIONE DI ALCUNI INQUINANTI GLOBALMENTE IMMESSI IN EUROPA ANNI 2004-2020 CON QUOTA DI INCENERIMENTO DI RIFIUTI AL 25% UTILIZZANDO I MIGLIORI SISTEMI DI ABBATTIMENTO: M.Bolognini ed altri, E&P anno 32 (2) Marzo-Aprile 2008 pag. 79
      • Pb = 800.000 kg
      • Cd = 100.000 kg
      • Hg = 1.100.000 kg
      • PCDD(Fs) = 500 g.........
      • E poi i “nuovi” impianti usando T più alte produrranno ancor più particolato ultrafine, quello per cui non esistono filtri!
      “ Un uomo intelligente risolve un problema, un uomo saggio lo evita” (A.Einstein)
    • PERDITA ECONOMICA ANNUA CAUSATA DA INQUINANTI SIMILI A QUELLI EMESSI DALL’INCENERITORE DI BRESCIA SECONDO IL SOFTWARE ECOSENSEe
    • L’INCENERITORE NON E’ ALTERNATIVO ALLA DISCARICA! 1 tonnellata di rifiuto : - 180 Kg di ceneri pesanti  - 41 Kg di polveri leggere L’INCENERITORE DI BRESCIA NEL 2005 HA PRODOTTO 167.389 ton di ceneri - 136.268 tonnellate di ceneri pesanti - 31.121 tonnellate di ceneri leggere ovvero 882kg/abitante Brescia di rifiuto pericoloso! MONTECHIARI: DISCARICA DI SERVIZIO INC.DI BRESCIA
    • ma per le ceneri c’è di peggio….
    • CENERI NEL CEMENTO ? NO GRAZIE! … .”Inoltre, si raccomanda una implementazione graduale, in quanto permette di realizzare e poi di aumentare le capacità tecniche e di mettere a punto accordi con le pubbliche amministrazioni interessate. Lo sviluppo della co-utilizzazione, in questo senso, rappresenta una soluzione (….. ) nel settore della gestione integrata dei rifiuti del Paese”.
      • MA PERCHE’ TUTTO QUESTO?
      • E
      • COSA DOVREMMO FARE ALLORA DEI NOSTRI RIFIUTI?
    • INCENERITORI, ovvero impianti....
      • INUTILI
      • COSTOSI
      • PERICOLOSI
      • ALTAMENTE NOCIVI
      • SEMPRE PIU’SPESSO NELL’ OCCHIO DEL CICLONE:
      • Colleferro
      • Terni
      • Massafra
      • Pietrasanta
      • Forlì
      • Modugno
      • Baciacavallo....
      • Montale....
      • perchè proseguire su questa strada?
    • vi ricordate la favola del Re Mida? ....oggi non quello che si tocca, ma ciò che si brucia diventa oro!
    •  
    • Negli ultimi anni la potenza installata è aumentata, mentre la domanda è aumentata in modo meno significativo: l a domanda alla punta è meno di 60.000 MW NON C’E’ BISOGNO DI NUOVE CENTRALI, MA DI SOSTITUIRE CENTRALI INQUINANTI CON FONTI RINNOVABILI! Prof. Gianni Tamino Faenza 14 marzo 2011 POTENZA ELETTRICA INSTALLATA IN ITALIA (Dati TERNA)
    • COSTRUIRE UN INCENERITORE = IPOTECARE IL FUTURO !
    • la Natura ha le sue leggi.... L'energia solare è di gran lunga la principale fonte di energia disponibile sul pianeta ed è l'unica fonte di energia che garantisce il metabolismo dei viventi (a partire dalla fotosintesi che produce zuccheri) Le piante utilizzano meno di un centesimo dell'energia solare e i consumi umani (in gran parte di origine fossile) corrispondono a meno di un decimillesimo dell'energia che ci giunge dal sole.
    •  
    • RACCOLTA DIFFERENZIATA: prima azione è la separazione dell’ UMIDO!
    • PONTE NELLE ALPI vincitore 2010 ”Comuni Ricicloni”
      • Nel 2007, quando è partita la raccolta porta a porta, la Raccolta Differenziata (RD) era al 24%
      • nel 2009 RD all’85,01%
      • 2006 : portate in discarica 2.938,24 tonnellate di rifiuto secco indifferenziato
      • 2009 solo 341 tonnellate , con una riduzione pari all’88,4 %.
      • spesa per smaltire i rifiuti: da 475.000 Euro nel 2007 a 56.136 Euro nel 2009.
      • Una parte di questo risparmio (oltre 400.000 euro all’anno) è stato impiegato nell’incremento di manodopera, per offrire un servizio migliore e nella riduzione del costo complessivo del servizio.
    • IL SOLE 24 ORE 15 maggio 2008
    • http://www.ecoistituto-italia.org/cms/?q=node/526
      • per estendere la raccolta “porta a porta” ai 45 milioni di italiani che ancora ne sono esclusi, servirebbe un investimento di circa 1 miliardo di euro, con la creazione di circa 200.000 nuovi posti di lavoro (nella raccolta e nel riciclo)
      •   gestire lo stesso numero di utenti, e la stessa quantità di rifiuti con inceneritori (e loro discariche di servizio) costerebbe circa 15 miliardi di euro , che creerebbero circa 3.000 occupati .
      • La ricaduta occupazionale del riciclo, rispetto all'incenerimento, sarebbe di 200.000 occupati contro 200  per ogni miliardo di investimento, un rapporto di mille a uno.
      • In tempi di disoccupazione non sono cifre da sottovalutare !
      1° DICEMBRE 2010 GIORNATA MONDIALE CONTRO L'INCENERIMENTO - di Michele Boato ECOLOGIA ED ECONOMIA DEL RICICLO DEI RIFIUTI
    • IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI Francisco Goya)
    • COSA CI ASPETTA?
    • SPERANZA DI VITA ALLA NASCITA http://ec.europa.eu/health/indicators/healthy_life_years/data/index_en.htm
    • SPERANZA DI VITA IN SALUTE:MASCHI http://ec.europa.eu/health/indicators/healthy_life_years/data/index_en.htm
    • SPERANZA DI VITA IN BUONA SALUTE: FEMMINE http://ec.europa.eu/health/indicators/healthy_life_years/data/index_en.htm
    • CANCRO
      • 2030: cancro prima causa di morte nel mondo con 12 milioni di vittime in tutto il pianeta
      • WHO Comunicato 09 novembre 2009
      • in Italia la probabilità di ricevere una diagnosi di cancro nell’arco della vita (0-84 anni) è 1:2 per entrambi i sessi
      • ITALIA: DATI REGISTRI TUMORI 2009
    • INCIDENZA PER CANCRO NELL’INFANZIA: CONFRONTO U.S.A. – EUROPA - ITALIA INCREMENTO % ANNUO DI CANCRO NELL’INFANZIA: U.S.A = + 0.6% EUROPA = + 1.1% ITALIA = +2%
    • INCIDENZA DEL CANCRO NELL’INFANZIA: INCREMENTO ANNUO ITALIA vs EUROPA TIPO DI TUMORE ITALIA EUROPA Leucemie + 1. 6% +0.6% Linfomi + 4.6% + 0.9% Sistema Nervoso Centrale + 2% +1, 7% TUTTI I TUMORI 0-12 mesi +2% + 3.2% +1,1%
    • cambiamo la strategia nella guerra al cancro
      • CONCLUSIONI
    • COME SI DIFENDE LA SALUTE? CON LA PREVENZIONE PRIMARIA ! Agire sui sintomi: farmaci e cure sempre più costosi, esami diagnostici ecc. PREVENZIONE SECONDARIA Agire sulle CAUSE delle malattie: PREVENZIONE PRIMARIA 1 euro speso per abbattere l’inquinamento = 10 euro risparmiati (6 euro in costi sanitari, 4 per la previdenza) (Rapporto OKOPEL,C.E. 1999)
    • 10 April 2010 Il popolo americano, ancor prima di nascere, è bombardato continuamente da una miriade di combinazioni di esposizioni tossiche. Il Pannel La esorta [ Presidente Obama] ad esercitare con forza tutto il potere della Sua carica per rimuovere le sostanze cancerogene e gli altri agenti tossici dal nostro cibo, dall’acqua e dall’ aria, perché tutto ciò aumenta a dismisura i costi per la sanità, danneggia la produttività della nostra Nazione e devasta la vita degli Americani
    •  
    • .…… i bambini ci guardano e ci chiedono di lasciare loro un mondo in cui poter vivere!