Transizione energetica

372 views

Published on

Corso unione terre d'acqua

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
372
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Obiettivi. Darvi elementi per capire che: ragionare sul nuovo paradigma energetico è la maggiore opportunità di riscatto dei vostri territori, come di tutta la nazione solo voi – oggi - potete fare qualcosa per la vostra comunità. il mercato può poco o nulla che se “non fate” il danno è maggiore di quello che potete fare sbagliando una singola mossa che se volete fare dovete mettervi in gioco direttamente e far mettere in gioco la collettività
  • Transizione energetica

    1. 1. Politiche Locali Transizione energetica Alessandro Rossi ANCI Emilia Romagna – Energia, innovazione e sviluppo sostenibile www.anci.emilia-romagna.it alessandro.rossi@anci.emilia-romagna.it Cartelle web del GdL Energia  http://tinyurl.com/bn6vk6t12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 1
    2. 2. Perché decarbonizzazione economia?• Nasce (Kyoto e ss. mm.) come politica globale di riduzione delle emissioni climalteranti – Volontaria (ma chi aderisce si impegna e paga se non raggiunge obiettivi) – Efficace nella misura in cui l’adesione è globale• Ma è in realtà si rivela per l’UE una politica anticiclica di sviluppo economico (roadmap di decarbonizzazione economia) – Obbligatoria pena il declino economico (già in atto) – Obbligatoria pena la dipendenza energetica da fenomeni globali non governabili (prezzi, politica estera, crisi, guerre…)• Paradigma: – Fonti fossili: occupazione locale residuale – Fonti 12/04/2013 rinnovabili e efficienza: occupazione locale prevalente (e non Terre dacqua - transizione energetica 2
    3. 3. Ruolo enti locali• Non hanno mai avuto competenze in materia di energia• Né amministratori né struttura organizzativa pronta• UE definisce Patto dei Sindaci (www.eumayors.eu)12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 3
    4. 4. Ruolo enti locali• Non hanno mai avuto competenze in materia di energia• Né amministratori né struttura organizzativa pronta• UE definisce Patto dei Sindaci (www.eumayors.eu) – Volontario e senza sanzioni – Format progettato sulla base di esperienze di città europee – Cortocircuito istituzionale: contratto tra Sindaco e Commissione UE – Le altre istituzioni e i privati sono asserviti al Patto e «corrono insieme» al sindaco (autorità più «vicina» al territorio)• Principio alla base: LOCAL ACTION MOVE THE WORLD due letture: – In positivo: è l’azione locale che ottiene risultati globali – In negativo: se non c’è azione locale non si ottengono risultati globali12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 4
    5. 5. • Patto volontario tra Comune e Unione Europea• Impegno: minimo -20% CO2 entro 2020• Inserito nella strategia UE di decarbonizzazione economia In Consiglio Comunale e con la partecipazione di famiglie e imprese Entro 12 mesi Ogni 2 anni 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 5
    6. 6. Global Warming12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 6
    7. 7. +0,8° C12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 7
    8. 8. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 8
    9. 9. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 9
    10. 10. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica http://climate-adapt.eea.europa.eu/ 10
    11. 11. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica http://climate-adapt.eea.europa.eu/ 11
    12. 12. Intervista ad ARPA: http://www.youtube.com/watch? v=2nczxEQhAMg Effetti dell’area mediterranea Aumento della temperatura maggiore della media europea Diminuzione delle precipitazioni annue Diminuzione della portata del fiume annuale Diminuzione del potenziale idroelettrico Aumento del rischio di perdita di biodiversità Aumento del rischio di desertificazione Aumento della domanda di acqua per lagricoltura Diminuzione della produzione agricola Aumento del rischio di incendi boschivi Aumento della mortalità per ondate di calore Espansione degli habitat per vettori di malattie Diminuzione del turismo estivo e potenziale aumento in altre stagioni12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica http://climate-adapt.eea.europa.eu/ 12
    13. 13. Local Warming12/04/2013 http://www.arpa.emr.it/sim/?clima Terre dacqua - transizione energetica 13
    14. 14. Local Warming12/04/2013 http://www.arpa.emr.it/sim/?clima Terre dacqua - transizione energetica 14
    15. 15. Local Warming12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 15
    16. 16. City Warminghttp://www.arpa.emr.it/sim/?clima12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 16
    17. 17. Frequenza fenomeni estremi12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 17
    18. 18. WEF: Global riskhttp://reports.weforum.org/global-risks-2013/section-seven-online-only-content/data-explorer/12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 18
    19. 19. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 19
    20. 20. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 20
    21. 21. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 21
    22. 22. Decarbonizzazione vs sviluppo Ordini di grandezza • Bolletta energetica – ~60 Mld€/anno • CO2 emessa – ~ 600 MTon/anno • Protocollo Kyoto (-20% al 2020) – ~ 12 Mld€/anno rimangono in ITA • RoadMap UE step1  -40% al 2030 – ~ 24 Mld€/anno rimangono in ITA • RoadMap UE step2  -95% al 2050 – ~ 55 Mld€/anno rimangono in ITALe risorse economiche sono già disponibili nella bolletta energetica 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 22
    23. 23. Fabbisogni energetici mondialiA chi saranno vendute le fonti fossili?12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 23
    24. 24. Gas naturale: andamento prezzi utenza domestica tipo Prezzo unico nazionale Energia Elettrica12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 24
    25. 25. Decarbonizzazione economia: paradigma Quota che contribuisce all’occupazione locale (venditori & distributori)12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 25
    26. 26. Decarbonizzazione economia: paradigma• Fonti fossili  occupazione residuale• Fonti rinnovali  occupazione locale prevalente• Efficienza energetica  occupazione locale prevalenteN.B. Occupazione locale = Occupazione NON delocalizzabile Vale per TUTTI: Imprese, Transizione energetica famiglie…. NON è più una opzione Ma come si fa? Cosa c’entrano i comuni? 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 26
    27. 27. Come siamo messi in ER• ~30 comuni con PAES approvato• ~50 comuni hanno già aderito (PAES in corso)• ~150 comuni con adesione prevista nel 2013_________________________________________________• ~230 comuni su 348  +65% dei comuni +80% abitanti• 40 unioni di comuni / forme associate (oltre ai capoluogo)• Le 9 province sono strutture di coordinamento territoriale• ANCI-ER è struttura di sostegno regionale• 2013: annunciato ulteriore sostegno Regione ER ai PAES• Nel 2013 in ER si realizzeranno +200 PAES 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 27
    28. 28. STRATEGIA ENERGETICA NAZIONALE Politiche Energetiche Locali: Fattore abilitante12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 28
    29. 29. Perché i comuni?• Perché cambia tutto! – Generazione: – da modello centralizzato (poche, grandi centrali, rete di trasporto) – a distribuito (molte, piccole, interconnesse con rete intelligente) – Efficienza energetica: il livello locale incide sul 60% dei consumi – È la fonte primaria di energia rinnovabile – Gli interventi di efficientamento sono fonte di sviluppo locale – Locale è un pilastro della strategia: – km 0 è il paradigma più efficiente – La filiera e la chiusura del ciclo come metodo di progettazione degli interventi – Abitudini collettive (enti, famiglie, imprese): – È un cambio culturale oltre che tecnologico – L’istituzione può accelerare il processo (non bastano i prodotti)• Emergenza: – Povertà energetica – I costi del non fare 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 29 – Una delle maggiori opportunità di sviluppo del sistema produttivo
    30. 30. Perché i comuni?• Perché cambia tutto! – Generazione: – da modello centralizzato (poche, grandi centrali, rete di trasporto) – a distribuito (molte, piccole, interconnesse con rete intelligente) – Efficienza energetica: – La fonte primaria di energia rinnovabile è quella risparmiata – Gli interventi di efficientamento sono fonte di sviluppo economico – Locale è un pilastro della strategia: – km 0 è il paradigma più efficiente – La filiera e la chiusura del ciclo come metodo di progettazione degli interventi – Abitudini collettive (enti, famiglie, imprese): – È un cambio culturale oltre che tecnologico – L’istituzione può accelerare il processo (non bastano i prodotti)• Perché è già emergenza: – Povertà energetica – I costi del “non fare” sono più alti di quelli del “fare” 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 30 – Senza nuove opportunità di sviluppo il sistema produttivo non si riforma
    31. 31. Perché i comuni?• Perché cambia tutto! – Generazione: – da modello centralizzato (poche, grandi centrali, rete di trasporto) – a distribuito (molte, piccole, interconnesse con rete intelligente) – Efficienza energetica: – La fonte primaria di energia rinnovabile è quella risparmiata – Gli interventi di efficientamento sono fonte di sviluppo economico – Locale è un pilastro della strategia: – km 0 è il paradigma più efficiente – La filiera e la chiusura del ciclo come metodo di progettazione degli interventi – Abitudini collettive (enti, famiglie, imprese): – È un cambio culturale oltre che tecnologico – L’istituzione può accelerare il processo (non bastano i prodotti)• Perché è già emergenza: – Povertà energetica – I costi del “non fare” sono più alti di quelli del “fare” 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 31 – Senza nuove opportunità di sviluppo il sistema produttivo non si riforma
    32. 32. Perché i comuni?• Perché cambia tutto! – Generazione: – da modello centralizzato (poche, grandi centrali, rete di trasporto) – a distribuito (molte, piccole, interconnesse con rete intelligente) – Efficienza energetica: – La fonte primaria di energia rinnovabile è quella risparmiata – Gli interventi di efficientamento sono fonte di sviluppo economico – Locale è un pilastro della strategia: – km 0 è il paradigma più efficiente – La filiera e la chiusura del ciclo come metodo di progettazione degli interventi – Abitudini collettive (enti, famiglie, imprese): – È un cambio culturale oltre che tecnologico – L’istituzione può (deve?) accelerare il processo (non bastano i prodotti)• Perché è già emergenza: – Povertà energetica – I costi del “non fare” sono più alti di quelli del “fare” 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 32 – Senza nuove opportunità di sviluppo il sistema produttivo non si riforma
    33. 33. Perché i comuni?• Perché cambia tutto! – Generazione: – da modello centralizzato (poche, grandi centrali, rete di trasporto) – a distribuito (molte, piccole, interconnesse con rete intelligente) – Efficienza energetica: – La fonte primaria di energia rinnovabile è quella risparmiata – Gli interventi di efficientamento sono fonte di sviluppo economico – Locale è un pilastro della strategia: – km 0 è il paradigma più efficiente – La filiera e la chiusura del ciclo come metodo di progettazione degli interventi – Abitudini collettive (enti, famiglie, imprese): – È un cambio culturale oltre che tecnologico – L’istituzione può accelerare il processo (non bastano i prodotti)• Perché è già emergenza: – I costi del “non fare” sono più alti di quelli del “fare” – Povertà energetica è fenomeno già evidente – Senza nuove opportunità di sviluppo il sistema produttivo non si riforma 33 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica
    34. 34. C02 vs sviluppo Terre d’acqua (~ 80Kab) Ordini di grandezza• Bolletta energetica – ~80 M€/anno• CO2 emessa – ~ 800.000 Ton/anno• Patto dei Sindaci (-20% al 2020) – ~ 16 M€/anno rimangono sul territorio• RoadMap UE step1  -40% al 2030 – ~ 32 M€/anno rimangono sul territorio• RoadMap UE step2  -60% al 2040 – ~ 48 M€/anno rimangono sul territorio• RoadMap UE step3  -95% al 2050 – ~ 70 M€/anno rimangono sul territorio Anticipare obiettivi di decarbonizzazione dell’economia di un territorio significa favorire lo sviluppo di quel territorio 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 34
    35. 35. Le risorse economiche sono già disponibili Sviluppo localeCosto Risparmio subito Energia Risparmio Sviluppo localeManutenzione a regime Esercizio Energia, Manutenzione, Esercizio12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 35 Tempo
    36. 36. Le risorse, oltre la bolletta Il modello che conosciamo Cofinanziamenti A PA e imprese UE Ministeri Regione Province Effetto Leva: 1 a 2-4 NON FUNZIONA PIU’ •Non ci sono più risorse •Patto di stabilità12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 36
    37. 37. Il modello che stiamo imparando ad usare Sistema incentivante: •Conto energia •Detrazioni fiscali (50-55%) •Conto termico (PA & Imprese) •……12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 37
    38. 38. Il modello che stiamo imparando ad usare Sistema incentivante: •Conto energia •Detrazioni fiscali (50-55%) •Conto termico (PA & Imprese) •…… Finanziamento tramite terzi (o PPP): •Contratto disponibilità (link) •Altri strumenti PPP •Contratti EPC •Concessioni SPL •......12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 38
    39. 39. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 39
    40. 40. Contratto disponibilità Progettazione intervento Progettazione gestione Per PA: esercizio consapevole di vigilanza e controllo NON e’ delega al privato ma corresponsabilizzazioneCosto Nuove competenze e nuova governance di controllo Risparmio subito Energia Risparmio Sviluppo localeManutenzione a regime Esercizio Energia, Manutenzione, Esercizio12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 40 Tempo
    41. 41. Il modello che stiamo imparando ad usare Sistema incentivante: •Conto energia •Detrazioni fiscali (50-55%) •Conto termico (PA & Imprese) •…… Finanziamento tramite terzi (o PPP) •Contratto disponibilità (link) •Altri strumenti PPP •Contratti EPC •Concessioni SPL •...... Finanza agevolata •Fondo eff (link) •Fondo energia ER (link) •Fondo Kyoto •Fondi di garanzia locali & «aticipi»12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 41
    42. 42. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 42
    43. 43. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 43
    44. 44. Il modello che stiamo imparando ad usare Sistema incentivante: •Conto energia •Detrazioni fiscali (50-55%) •Conto termico (PA & Imprese) •…… Finanziamento tramite terzi (o PPP) •Contratto disponibilità (link) •Altri strumenti PPP •Contratti EPC •Concessioni SPL (nuova disciplina) •......Nuovi modelli d’impresa Finanza agevolata•ESCO •Fondo eff (link)•Reti di impresa •Fondo energia ER (link)•Coop di comunità •Fondo Kyoto•Aziende «ambientali» •Fondi di garanzia locali & «aticipi»•Approcci integrati alle costruzioni dacqua - transizione energetica 12/04/2013 Terre 44
    45. 45. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 45
    46. 46. Il modello che stiamo imparando ad usare Obblighi:•Edilizia: Prestazioni energetiche Sistema incentivante:•Industria: ETS •Conto energia•PMI: Diagnosi energetiche •Detrazioni fiscali (50-55%)•Auto: EuroX •Conto termico (PA & Imprese)•Certificati bianchi (TEE) •……•Certificati verdi•Materia (rifiuti)•… Finanziamento tramite terzi (o PPP) •Contratto disponibilità (link) •Altri strumenti PPP •Contratti EPC •Concessioni SPL •...... Nuovi modelli d’impresa Finanza agevolata •ESCO •Fondo eff (link) •Reti di impresa •Fondo energia ER (link) •Coop di comunità •Fondo Kyoto •Aziende «ambientali» •Fondi di garanzia locali & «aticipi» •….. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 46
    47. 47. Le risorse economiche sono già disponibili Ri-orientamento Sistema altri sistemi di incentivante sostegno Esternalità localiCosto positive Risparmio subito Energia Risparmio Sviluppo localeManutenzione a regime Esercizio Energia, Manutenzione, Esercizio12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 47 Tempo
    48. 48. ESCo?• Energy Services Company12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 48
    49. 49. ESCo: modello generale CLIENTE EPC Fornitori ditecnologia e Fornitori di ESCo servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 49
    50. 50. ESCo CLIENTE Fornitori ditecnologia e Fornitori di ESCo servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 50
    51. 51. ESCo: multiutility CLIENTE Fornitori di ESCo Fornitori ditecnologia e servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 51
    52. 52. ESCo: produttori CLIENTE Fornitori di ESCo Fornitori ditecnologia e servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 52
    53. 53. ESCo: produttori CLIENTE Fornitori di ESCo Fornitori ditecnologia e servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 53
    54. 54. ESCo: produttori CLIENTE Fornitori di ESCo Fornitori ditecnologia e servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 54
    55. 55. ESCo: Cliente CLIENTE ESCo Fornitori ditecnologia e Fornitori di servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 55
    56. 56. Principali incentiviDiscendono da norme EuropeeAdotatte in Italia con leggiAttuate con provvedimenti (DM)Soggetti a regolamentazione (GSE + AEEG + ENEA..)• Conto energia (elettrico)• Conto termico (riscaldamento)• …….??? (Biometano) 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 56
    57. 57. Ritardometro Kyoto Club12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 57
    58. 58. ESCo: modello con incentivi incentivi CLIENTE EPC Fornitori ditecnologia e Fornitori di ESCo servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 58
    59. 59. Il sistema dei certificati12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 59
    60. 60. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 60
    61. 61. Certificati Bianchi http://www.gse.it/it/CertificatiBianchi/Decreto%2028_dicembre_2012/Pagine/default.aspx#7• Soggetti obbligati – Distributori energia elettrica > 50Kclienti – Distributori gas naturale > 50Kclienti• Soggetti volontari – ESCo – Società con obbligo Energy Manager (consumi 1 Ktep) – Società controllate da soggetti obbligati – Tutte le imprese ed enti che nominano energy manager o sono certificati ISO 50001 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 61
    62. 62. Certificati Bianchi (o TEE)• AEEG fissa per i soggetti obbligati obiettivi di efficienza energetica (es: ultima direttiva UE -1,5% anno) – A tale obiettivo corrisponde un certo numero di TEE• I soggetti (obbligati e volontari) – Realizzano interventi di riqualificazione energetica – Chiedono il riconoscimento dei TEE al GSE – Ottengono il TEE• I soggetti volontari vendono il TEE ai soggetti obbligati: – Nella “borsa” dei TEE – Con contratti bilterali• I soggetti obbligati dimostrano a AEEG di disporre di un numero di TEE pari all’obbligo assegnato12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 62
    63. 63. ESCo: modello con incentivi e TEE TEE incentivi CLIENTE EPC Fornitori ditecnologia e Fornitori di ESCo servizi energia Finanziatori12/04/2013 (banche) Terre dacqua - transizione energetica 63
    64. 64. Dove sono le risorse?• Bolletta energetica• Incentivi• Accesso al credito• Competenze (saper fare)• Conoscenza (sapere imparare)• Tecnologie e prodotti• Visione (Futuro)• Coesione (Collaborazione)• Locale è strategia12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 64
    65. 65. Cè una forza motrice più forte del vapore, dellelettricità e dellenergia atomica: la volontà A.Einstein12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 65
    66. 66. Inventario consumi di un territorio Consumi propri dell’ente• Obiettivi di riduzione significativi si raggiungono SOLO se si incide sulla collettività: – Famiglie – Imprese• Ruolo PA (Comune in prima fila) – Esempio: si può fare Famiglie – Stimolo: se fai ti conviene Imprese – Sostegno: ti spiego come fare Trasporti Langhirano - Patto dei Sindaci - 15 apr 2013 66
    67. 67. • Patto volontario tra Comune e Unione Europea• Impegno: minimo -20% CO2 entro 2020• Inserito nella strategia UE di decarbonizzazione economia In Consiglio Comunale e con la partecipazione di famiglie e imprese Entro 12 mesi Ogni 2 anni Langhirano - Patto dei Sindaci - 15 apr 2013 67
    68. 68. Esempio: povertà energetica• Soluzione1: bonus gas ed elettrico (la collettività paga parte delle bollette degli incapienti) – Velocità di risposta – Costi collettivi ricorrenti (e crescenti) – Occupazione generata= 0 – innovazione prodotta= 0• Soluzione2: azione di riqualificazione energetica di abitudini e impianti degli incapienti – Ci vuole tempo per metterlo in piedi (tanti soggetti da coinvolgere: Aziende, associazioni…) – Usare anche detrazioni fiscali dei proprietari (sindacati inquilini e proprietari) – Costi collettivi decrescenti (nel medio periodo) – + occupazione – + Innovazione sociale Ci stiamo lavorando ….. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 68
    69. 69. Il Patto dei Sindaci come metodo di innovazione delle Politiche Locali Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Per cambiare qualcosa costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta. Richard Buckminster Fuller (1895-1983)12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 69
    70. 70. Innovazione = cambiamento• Perdita di punti di riferimento – esponenziale velocità dell’evoluzione (tecnologica, sociale, economica….) – iperproduzione normativa (processo di riforma continuo e contradditorio) – cambiamenti globali poco comprensibili localmente• Le 5 fasi di maturazione del cambiamento (individuali e collettive) – 1. Rifiuto  non è possibile! – 2. Rabbia  perché proprio a me e proprio ora? Vale per: •Singoli individui – 3. Patteggiamento  salviamo il salvabile •Famiglie – 4. Depressione  niente sarà come prima •Associazioni e partiti – 5. Accettazione  Ok, ho capito e ora? •Imprese e loro aggregazioni •Amministratori pubblici • passivo: che capiti quel che capiti •….. • attivo: mi metto in gioco • negativo: contro tutti (complottismo) • …… 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 70
    71. 71. Gli effetti• Il diverso grado di percezione genera: – Difficoltà semantiche: incomprensioni – Conflitti: comitati…. – Assenza di fiducia: non mi fido più di nessuno – Cospirazionismi e fiducia in soluzioni illusorie (bufale) Da dove partire? 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 71
    72. 72. Le 3 dimensioni necessarie Z YX = Locale (territorio) XL’energia diventa (è) un fatto localeRisparmio, efficienza, produzione FER, consumo materialiY = Collaborazione (Coesione)La collaborazione (con soggetti pubblici e privati) come nuovo fattore competitivoSolo attivando nuove reti di rapporti si generano innovazione e nuove opportunitàZ = Visione di lungo periodo (Futuro)La transizione energetica non si attua in un anno o pochi anni, ma in decenniSolo agendo oggi posso invertire la tendenza12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 72
    73. 73. Cosa non serve• Protagonismo: la cosa che si costruisce è una multiproprietà intellettuale (crowdsourcing)• Specializzazione (vs visione sistemica): energia è solo un paradigma• Propaganda: il consenso si costruisce all’inizio, partendo dal problema (vs: ho una cosa pronta che risolve il tuo problema)12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 73
    74. 74. Cosa serve• Luoghi nuovi: dove creare nuove relazioni• Focus sui processi: è più importante prepararsi che fare (e poi fare costerà meno)• Rete: orizzontale, verticale – locale e globale12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 74
    75. 75. Nuove competenze• Capacità di facilitare la creazione di nuove relazioni (il lobbista di interessi plurimi/collettivi)• Resilienza: capacità di adattarsi ai cambiamenti (che avvengono a velocità esponenziale)• Comunicazione sistemica: le verità scientifiche oggi sono percepite come pari alle bufale12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 75
    76. 76. Transizione energeticaI tempi del mandato amministrativo I tempi per la realizzazione 1. Scarsa consapevolezza 2. Quali modelli di intervento? 3. Poche risorse 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 76
    77. 77. Vale anche per le aziende I tempi del bilancioI tempi per fare nuovi prodotti 1. Scarsa consapevolezza2. Quali modelli di intervento? 3. Poche risorse12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 77
    78. 78. TEDxChange 201312/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 78
    79. 79. Esempio: povertà energetica• Soluzione1: bonus gas ed elettrico (la collettività paga parte delle bollette degli incapienti) – Velocità di risposta – Costi collettivi ricorrenti (e crescenti) – Occupazione generata= 0 – innovazione prodotta= 0• Soluzione2: azione di riqualificazione energetica di abitudini e impianti degli incapienti – Ci vuole tempo per metterlo in piedi (tanti soggetti da coinvolgere: Aziende, associazioni…) – Usare anche detrazioni fiscali dei proprietari (sindacati inquilini e proprietari) – Costi collettivi decrescenti (nel medio periodo) – + occupazione – + Innovazione sociale Ci stiamo lavorando ….. 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 79
    80. 80. Energia come strategia?EconomyEnergyEnvironment La visione settoriale è nemica della visione integrata: - conflitti di competenze, gelosie, protagonismi - incrostazioni normative e organizzative - frammentazione delle politiche (vs politiche integrate) - interessi divergenti 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 80
    81. 81. La funzione energia nei comuni?12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 81
    82. 82. La funzione energia nei comuni?12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 82
    83. 83. Il modello è lo stesso Oggi esistono gli strumenti tecnici, concettuali ed economici per definire modelli di fare impresa che abbiano al centro un nuovo «business»: la tutela della collettività Contributi statali Ri-orientamento diretti altri sistemi di Il Comune è il luogo privilegiato per essere incubatore di questa locali Esternalità sostegnoCosto innovazione sociale (che sta già realizzandosi) positive Risparmio subito Interventi di adattamento RisparmioStima dei costi a regime (Sviluppo economico locale) che avremo Costi residuali12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 83 Tempo
    84. 84. Dove sono le risorse?• I costi del non fare che comunque pagheremo – Sociali e sanitari – Ripristino dopo i fenomeni estremi – Perdita di capacità produttiva (agricoltura ma non solo)• Il territorio è fonte di energia rinnovabile• Monetizzazione perdite ambientali• Fondi nazionali per il dissesto idrogeologico• Horizon 2020  20% riservato a sviluppo sostenibile e città• Fondi agricoltura• Economia locale e suoi effetti fiscali• Supporto attivo del sistema assicurativo• …. Possono sostenere una forma ditransizione energetica locale che ha al centro la 12/04/2013 Terre dacqua - economia 84 tutela (e sopravvivenza) della collettività
    85. 85. Le 3 dimensioni necessarie Z YX = Locale (territorio) XL’energia diventa (è) un fatto localeRisparmio, efficienza, produzione FER, consumo materialiY = Collaborazione (Coesione)La collaborazione (con soggetti pubblici e privati) come nuovo fattore competitivoSolo attivando nuove reti di rapporti si generano innovazione e nuove opportunitàZ = Visione di lungo periodo (Futuro)La transizione energetica non si attua in un anno o pochi anni, ma in decenniSolo agendo oggi posso invertire la tendenza12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 85
    86. 86. Come siamo messi in ER• ~30 comuni con PAES approvato• ~50 comuni hanno già aderito (PAES in corso)• ~150 comuni con adesione prevista nel 2013_________________________________________________• ~230 comuni su 348  +65% dei comuni +80% abitanti• 40 unioni di comuni / forme associate (oltre ai capoluogo)• Le 9 province sono strutture di coordinamento territoriale• ANCI-ER è struttura di sostegno regionale• 2013: annunciato ulteriore sostegno Regione ER ai PAES• Nel 2013 in ER si realizzeranno +200 PAES 12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 86
    87. 87. Il Patto dei Sindaci come metodo di innovazione delle Politiche Locali Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Per cambiare qualcosa costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta. Richard Buckminster Fuller (1895-1983)12/04/2013 Terre dacqua - transizione energetica 87

    ×