Your SlideShare is downloading. ×
001 0005
001 0005
001 0005
001 0005
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
51
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. FUNZIONEPUBAUCA@,,-Secnertnte Recronau PUGLTAProt. N. 133Bari, 26 Aprile 2013Al Sig. Assessore alle Politiche della Salutedella Regione PugliaDr.ssa Elena GENTILEE, p.c. Al Presidente della Regione PugliaOn.le Nichi VENDOLALORO SED]Oggetto: Vertenza Ente Ecclesiastico Ospedale Generale Regionale "F. Miulli" diAcquaviva delle Fonti. Istanza di "CONDORDATO PREVENTIVO IN CONTINUITAAZIENDALE", Richiesta convocazione urgente.Sulla delicata vertenza in oggetto alle scriventi OO.SS. appare assolutamenteimprocrastina bile affrontare le problematiche relative alla situazione in cui, in generale, sistanno venendo a trovare alcuni impoftanti Enti Ecclesiastici della Regione, come ilCardinal Panico di Tricase, la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo elOspedale "F. Miulli" di Acquaviva delle Fonti, che, in particolare, in data 15 Aprile 2013ha attivato la procedura del "CONDORDATO PREVENTIVO IN CONTINUITAAZIENDALE".Si tratta di Enti che erogano prestazioni sanitarie di eccellenza, secondo icriteri e lecondizioni stabilite dalla programmazione regionale, e che per il gran numero di debitiaccumulati entro breve tempo rischiano di sospendere talì attivltà, prospettiva questa chesta alimentando allarmismi tra i cittadini dellintera regione (visto la dimensione ed illivello di attrazione della struttura) e tra i lavoratori che hanno già proclamato lo stato diagitazione.Nel caso che riguarda lOspedale "F. Miulli" dÌ Acquavìva delle Fonti, vista larichiamata istanza di Concordato Preventivo in continuità aziendale, ci si trova di fatto giàin una fase di pre-liquidazione dellEnte, che può essere salvato solo dalla volontà dellaRegione Puglia d! attivare tutte le opportune verifiche e soluzioni afflnchè i cittadini dellaPuglia non vengano privati delle prestazioni di "eccellenza" oggi garantite dallOspedale inpa rola.
  • 2. Nel predetto Ente, per affrontare la grave situazione finanziaria e debitoria inessere, sono stati già apportati tagli, seppure parziali, a consulenze ed appalti. Inoltre, alpersonale dipendente sono stati decuftati elementi del salario accessorio, come i bùonipasto, la produttività collettiva, la retribuzlone di risultato e gli straordinari, così dacompromettere irelativi livelli retributivi , sin qui garantiti. Per ricercare e tagliare sprechied inefficienze è stata creata una apposita commissione tecnica. La strultura però, non haancora presentato un piano "industriale" di risanamento, che possa accompagnare larichiesta di concordato preventivo in continuità aziendale, indispensabile per garantire icreditori ed anche tutti gli stockholders.Pertanto, a garanzia dei lavoratori coinvolti nella descritta crisi aziendale che hannogià proclamato lo stato di agitazione e dei cittadini di questa Regione,si chiede,un incontro urgente, dedlcato allesame delle problematiche descritte con lapartecipazione di tutti i Soggetti Istituzionali interessati.In attesa di urgente riscontro, distinti saluti.p. la F.P. CGIL.G*DAlbertol". 1i,1,;-.,-p. la CISL F.P.[(E. Lez-zi)it-"--r . ii. (p. Ia UIL F.P.L.,(G,Vattnno)i -I- / ,," -**-.-,. I I -i
  • 3. GISLSegreterie Regionali pugliae@.-Bari, 2I Aprile 2013Prot.: 134Oggetto: Ripresa confronto.All. Assessore alle politiche della SaluteRegione puglia Dott.ssa Elena GENTILEE, p.c. Al presidente della Reqione puoliaOn.le Nichi VENDOLALoro SediLe scriventi oO.SS., trascorso oltre un mese dallincarico che il presidente Vendolale ha affidato di Assessore Regionare aile poritichs deila sarute, pr- .oÀpr*aenoo tanecessità della SV. di assumere direttamente ogni conoscenza sullo stato di effìcienza edefficacia del SSR utile allesercizio del proprio-ufficio,siamo a chiederle di riattivare ilconfronto sulle tematiche della sanità, per dare concretezza e seguito u qrunio convenutocon il suo predecessore Dott. E. Attolini lo scorso 26 Novembre 2ò12.particolare urge riprendere la discussione in cabina di regia regionale sul piano diriordino per fare il punto sullo stato dellarte in esito al confronto Éon iitàu.rno rrrazionale(tavolo Massicci), ma anche per fare sintesi e sostenere il confronto che si stafaticosamente tenendo nelle ASL sui piani industriali di riqualificaiiànu o.gii ospedalidimessi e di conseguenza sullo stato del riordino operato deila rete ospeaatÉra, occorreriportare a centralità i temi attinenti Ie dotazionì organiche ed i relativi piocessi direclutamento, con riferimento al p-iano delle deroghe, per valutare le implicàzioni cheinvestono in conseguenza il livello funzionamento déi servizl e la qualità aeiià prestazionisanitarie e, quindi, ilivelli di assistenza che si possono assicurare ai cittadini.Le scriventi oo.ss. reputano, artresì, urgente riprendere il confronto suila parte derPiano di Rientro dedicato. al "riordino della-sanitàpriv?ta", anche pei ipproronolrnespecifiche tematiche quali lacc,reditamento, i rnodelli gestionali, i progetti di flnanza, ecc.,oltre che per riportare ad unità la discussione in essàre sulle tante,?ifficili e càmplicate,veftenze.in corso. A riguardo si richiama la richiesta di incontro formulata dalleFederazioni di CGIL, CISL e UIL defla Funzione pubbrica p". t" co,,vocazioneurgente di un incontro monotematico dedicato artavertenzainestainteressando!EnL" E""r"ri".ti"o orr"d"r" G"n"rut" R"oionir" ..ri Miufli- diAcquaviva delle Fonti.CGIL70123 BARI- VÌa Catace, 4Iel. 080 5736111- Fax 0BO 5791240CISL70124 BARI - Vla ciutio petroni, 15/FTel. 080 5968295 - Fax 080 5968323U1L70122 BARI - Corco A. De Gasperi, 270Tel. 080 5648991 - Fax 080 5018967
  • 4. Sullargomento appare assolutamente improcrastinabile affrontare le problematicherelative alla situazione in cui, in generale, si stanno venendo a trovare alcuni impotantiEnti Ecclesiastici della Regione (come il Cardinal Panico di Tricase, la Casa Sollievo dellaSofferenza di San Giovanni Rotondo e lOspedale "F. lYiulli" di Acquaviva delle Fonti, che,in particolare, in data 15 Aprile 2013 ha attivato ia procedura del "CONDORDATOPREVENTIVO IN CONTINUITA AZIENDALE"),Si tratta di Enti che erogano prestazioni sanitarie di eccellenza, secondo icriterl e lecondizioni stabilite dalla programmazione regionale, e che per il gran numero di debitiaccumulati entro breve tempo rischiano di sospendere tali attività, prospettiva questa chesta alimentando allarmismi tra i clttadini dellintera regione (visto la dimensione ed illivello di attrazione della struttura) e tra i lavoratori che hanno già proclamato lo stato diagitazione.OItre agli arqomenti accennati, una dlscussione conclusiva meritano, inoltre. itemidellemeroenza urgenza, dellassistenza territoriale e dellintegrazione tra sanità e servizisocio sanitari assistenziali.Le scriventi OO.SS. sono, infine, a ricordarle che, alla luce delle censure venute ai"Piani di ristrutturazione e razionaliuazione delle Società in House" da pafte delCommissario Straordinario per la razio na lizzazione della spesa per acquisto di beni eservizi, è urgente definire lo stato di evoluzione del processo dinternalizzazione dei servizidelle ASL. Tanto per trovare le soluzioni che il caso richiede (come puo essere, peresempio, la costituzione di unAgenzia Regionale) e dare, così, immediate risposte alìeconseguenti, crescenti, apprensioni che albergano tra i lavoratori interessati, preoccupatiper il pregiudizio che incombe sulla prospettiva dellawiato processo di internalizzazione e,quìndi, sul futuro di dette Società in House che, ai sensi dellart.4 comma l del d.l.n.9512012, rischiamo di essere sottoposte a misure di "scioglimento o di privatizzazione".CGIL CISL UIL e le rispettive categorie della Funzione Pubblica, in deflnitiva,ritengono essenziale rendere stringente il richiesto confronto per dare risposte al fortemalessere che sl sta diffondendo nel personale del comparto, tra gli Stessi cittadini -lavoratori e pensionati, stanchi di assistere al progressivo declino verso cui rischia discivolare il Servizio sanitario Pugllese. Per queste ragioni rinviare ancora questo confrontocomporterà unaccentuazione del malcontento, con la conseguenza, per le scriventi, didover assumere la via obbligata della mobilitazione.Cordiali salutiCGILn FORTEll .;)y lvr[-, FP CGILDALBERTO-1,,,,"..1.1Le Segreterie RegionaliCISLCOLECCHIA,{. I ,/t,l/ ! / ti ^,i-.t-. "r. . " " , CISL F.P., LEZZTld t Ii I .--". rl l{i.-VATINNO.Ii,...",. ..-- .I lU]LUIL FPL

×