Internet e Posta Elettronica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Internet e Posta Elettronica

on

  • 7,898 views

Breve corso introduttivo su internet e la posta elettronica

Breve corso introduttivo su internet e la posta elettronica

Statistics

Views

Total Views
7,898
Views on SlideShare
7,890
Embed Views
8

Actions

Likes
0
Downloads
262
Comments
0

2 Embeds 8

http://www.slideshare.net 6
http://www.slideee.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Internet e Posta Elettronica Internet e Posta Elettronica Presentation Transcript

    • Corso di Informatica di Base
      • Polo Didattico di Senigallia
      • Staff:
      • A.C. Roberto CORRADETTI (roberto.corradetti@vigilfuoco.it)
      • O.P. Angelo Giuseppe PICCIALLI (angelogiuseppe.piccialli@vigilfuoco.it)
      • O.P. Giovanni Maria OSTUNI (giovannimaria.ostuni@vigilfuoco.it)
      • O.E. Andrea SABETTA (andrea.sabetta@vigilfuoco.it)
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Programma
      • Nozioni informatica di base (Lunedì)
      • Microsoft Word (Martedì)
      • Microsoft Excel (Mercoledì)
      • Internet e Posta elettronica (Giovedì)
      • Prova finale (Venerdì)
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Agenda – Internet e Posta elettronica
      • Introduzione (Breve storia di internet, la struttura Client/Server, il protocollo HTTP e l’indirizzo URL e il DNS)
      • La navigazione (Il browser, collegamenti ipertestuali, i portali e i motori di ricerca, come effettuare ricerche)
      • La posta elettronica (Vantaggi e svantaggi della posta elettronica, i protocolli SMTP – POP – IMAP, creazione di messaggi e-mail)
      • Esercitazioni pratiche (ricerca di informazioni su internet, organizzazione e utilizzo della posta elettronica)
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Introduzione
      • Breve storia di internet
      • La struttura Client/Server
      • Il protocollo HTTP e l’indirizzo URL
      • Il protocollo TCP/IP e il DNS
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Internet
        • Composto del latino inter, "fra" e dell'inglese net, "rete“;
        • È percepita come la più grande rete telematica mondiale;
        • La rete delle reti;
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Nata negli anni sessanta
        • progetto del Dipartimento della difesa statunitense per lo sviluppo di una rete telematica decentrata
        • è stata messa a disposizione di impieghi civili all'inizio degli anni novanta
        • a collegato dapprima i principali centri universitari e raggiunto poi, in modo ampio, l'utenza casalinga
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • ARPANET (1969)
        • il progenitore della rete Internet è considerato il progetto ARPANET
        • finanziato dalla Advanced Research Projects Agency (ARPA), una agenzia del Dipartimento della Difesa statunitense
      • Da ARPANET a Internet (anni Settanta e Ottanta)
        • in pochi anni, ARPANET allargò i suoi nodi oltreoceano
      • Nascita del World Wide Web (1991)
        • nel 1991 presso il CERN di Ginevra si definì il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol)
        • un sistema che permette una lettura ipertestuale, non-sequenziale dei documenti, saltando da un punto all'altro mediante l'utilizzo di rimandi (link o, più propriamente, hyperlink).
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • World Wide Web
        • nel World Wide Web (WWW), le risorse disponibili sono organizzate secondo un sistema di librerie, o pagine, a cui si può accedere utilizzando appositi programmi detti browser con cui è possibile navigare visualizzando file, testi, ipertesti, suoni, immagini, animazioni, filmati
        • la facilità d'utilizzo connessa con l'HTTP e i browser, in coincidenza con una vasta Storia del Personal Computer, hanno aperto l'uso di Internet ad una massa di milioni di persone, anche al di fuori dell'ambito strettamente informatico, con una crescita in progressione esponenziale
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • E’ un sistema multipiattaforma
        • piattaforma windows
        • piattaforma macintosh
        • piattaforma Linux
        • dispositivi mobili: cellulari, smartphone, palmari
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
        • World Wide Web
        • FTP (o File transfer Protocol)
        • E-Mail
        • Mailing list
        • Newsgroup
        • Telnet
        • Webcast
        • File sharing
        • Chat
        • Podcast
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
      • Principali servizi disponibili su Internet
        • IPTV
        • Forum
        • VOIP
        • Streaming
        • Web Radio
        • Blog
        • E-Commerce
        • E-Learning
        • Multiplayer
    • Corso di Informatica di Base
      • La struttura Client/Server
        • L’architettura del WWW si basa su una parte client e una server
        • La parte CLIENT serve per visualizzare le pagine (testo, grafica, …) provenienti dal SERVER con cui si comunica
        • I client ed il server sono in collegamento tramite un protocollo di comunicazione attraverso una rete di comunicazione
        • Il protocollo può essere in chiaro o in certi casi crittografato
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Protocollo HTTP
        • HTTP è l'acronimo di Hyper Text Transfer Protocol (protocollo di trasferimento di un ipertesto)
        • È il principale sistema per la trasmissione di informazioni sul web
        • insieme con l'HTML e gli URL costituisce il nucleo base del "World-Wide Web”
      • Richiesta/Risposta
        • L'HTTP funziona su un meccanismo richiesta/risposta (client/server)
        • il client esegue una richiesta ed il server restituisce la risposta
        • nell'uso comune il client corrisponde al browser ed il server al sito web
        • vi sono quindi due tipi di messaggi HTTP: messaggi richiesta e messaggi risposta
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • URL (Uniform Resource Locator)
        • È una sequenza di caratteri che identifica univocamente l'indirizzo di una risorsa in Internet, come un documento o un'immagine
        • Ogni Uniform Resource Locator si compone normalmente di tre parti:
        • tiposerver :// nomehost /nomefile
          • la prima parte indica il tipo di server, ovvero lo schema o protocollo utilizzato per indirizzare la risorsa (ad esempio http)
          • la seconda parte si riferisce al nome dell'host o server, oppure a un nome di dominio (FQDN)
          • la terza infine indica il path o nome file della risorsa
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Nomi ed indirizzi – Domain Name System (DNS)
        • Dal punto di vista dei nomi degli HOST, Internet è partizionata in aree logiche dette domini
        • I nomi sono composti da stringhe di caratteri separati da punti
        • es.: www.vigilfuoco.it
        • La struttura dei nomi segue un organizzazione gerarchica a partire da destra, dove si trova la stringa relativa al dominio di primo livello (top level domain - TLD)
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Alcuni Top Level Domain
        • .edu istituzioni accademiche e di ricerca negli USA
        • .gov istituzioni governative USA
        • .com organizzazioni commerciali
        • .mil istituzioni militari USA
        • .org altre organizzazioni (tipicamente non-profit)
        • .net centri di supporto alla rete
        • country code TLD sigle standard per identificare le nazioni (ISO 3166)
        • .it .fr .uk .de .au .jp .ie .dk .br …
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Gerarchia domini
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • La navigazione
      • Il browser
      • Collegamenti ipertestuali
      • I motori di ricerca
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Ipertesto - (HyperText)
        • Possiamo definirlo come un “testo arricchito”
        • Rispetto ad un testo letterario tradizionale l’ipertesto permette di inserire dei collegamenti (link).
        • Ogni parola può diventare un bottone (hotword);
        • Se viene cliccata con il mouse ci invia ad un’altra parte del testo oppure ad un altro documento.
        • Il linguaggio che permette la realizzazione delle pagine web è l’HTML (Hyper Text Markup Language)
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Il browser
        • Un web browser (chiamato talvolta navigatore) è un programma in grado di interpretare il codice HTML e visualizzarlo in forma di ipertesto.
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Elementi di interfaccia del browser
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it Barra indirizzo Barra degli strumenti Finestra output Barra di stato
    • Corso di Informatica di Base
      • La barra degli strumenti
        • Contiene una serie di pulsanti per le operazioni più ricorrenti
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it Navigazione nella cronologia delle pagine visitate Interrompe il caricamento della pagina Ricarica la pagina Va alla Home Page Apre la lista dei siti preferiti Mostra la cronologia della navigazione
    • Corso di Informatica di Base
      • La barra dell’indirizzo
        • Inserimento diretto dell’URL della pagina desiderata
        • Mostra sempre l’indirizzo della pagina caricata
      • La finestra output
        • Interpreta l’HTML della pagina richiesta e ne mostra l’ipertesto a video
      • La barra di stato
        • Mostra informazioni sullo stato del caricamento della pagina richiesta
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • I preferiti
        • Permette di archiviare i siti di maggior interesse, organizzandoli in cartelle e sottocartelle
        • Ogni volta che si desidera visualizzare nuovamente il sito, sarà sufficiente scegliere la voce corrispondente dal menu Preferiti
      • La cronologia
        • Conserva la cronologia dei siti visitati di recente
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Collegamento ipertestuale
        • È un rinvio da un'unità informativa ad un'altra
        • Ha lo scopo di condurre ad ulteriori unità informative (documenti, immagini, etc.) a partire da una prima unità ad esse correlata
        • Un collegamento ipertestuale normalmente può essere distinto dal resto del documento per qualche sua peculiarità grafica; la più tipica è una sottolineatura. L'attivazione di un collegamento viene effettuata attraverso un clic del mouse, cui segue la visualizzazione della destinazione del collegamento
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • I motori di ricerca
        • Un motore di ricerca è un sistema automatico che analizza un insieme di dati spesso da lui stesso raccolti e restituisce un indice dei contenuti disponibili classificandoli in base a formule matematiche che ne indichino il grado di rilevanza data una determinata chiave di ricerca
        • Esistono numerosi motori di ricerca attivi sul Web. Quello attualmente più utilizzato, su scala mondiale, è Google
        • I motori di ricerca italiani maggiormente utilizzati sono Libero e Virgilio. Tuttavia non sono veri motori di ricerca giacché si limitano a riutilizzare Google
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • La posta elettronica
      • Vantaggi e svantaggi della posta elettronica
      • Creazione di messaggi e-mail
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Vantaggi della posta elettronica
        • Riduzione dei costi
        • Velocità di recapito
        • Invio a più destinatari
        • Possibilità di inviare in allegato documenti, foto, musica, filmati
      • Svantaggi della posta elettronica
        • Gli svantaggi della posta elettronica non sono tantissimi e sono principalmente legati a questioni “burocratiche”. Ovvero:
          • Non esiste un modo sicuro per sapere se l’email è arrivata a destinazione, se chi la riceve non ci dà la conferma di averla ricevuta
          • Non esiste un modo sicuro per poter essere certi della provenienza dell’email, o almeno non per gli utenti poco esperti
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Attenzione agli allegati di posta elettronica
        • Gli allegati delle e-mail possono contenere dei files pericolosi (virus); perciò è opportuno aggiornare spesso il software antivirus e fare attenzione ai files allegati sospetti con estensione .bat, .com e .exe
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • I campi di una e-mail
        • Una e-mail normalmente viene inviata da un mittente ad un destinatario
        • Entrambi hanno un indirizzo e-mail
        • In questa e-mail, ad esempio, il mittente (Da) è mario.rossi@dominio.it mentre il destinatario (A) è luigi.verdi@provider.it.
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Come è fatto un indirizzo e-mail ?
        • Un indirizzo e-mail è fatto da:
          • Username
          • Il simbolo @ (chiocciola, in inglese si legge “at”)
          • Dominio internet del provider o del sito
        • Ad esempio: mario.rossi@dominio.it è composto da:
          • Username: mario.rossi
          • Chiocciola: @
          • Dominio: dominio.it
        • È bene sapere che negli indirizzi e-mail non possono comparire virgole, duepunti, punto e virgola, accenti, lettere accentate
        • È necessario ricordare che un indirizzo e-mail va digitato sempre prestando attenzione ai caratteri minuscoli e maiuscoli e senza inserire alcun spazio tra le parole
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • I campi di una e-mail
        • Cc: La copia conoscenza viene utilizzata per rendere noto a qualcuno che un determinato documento è stato inviato ad uno o più destinatari determinati. È chiamata anche copia conforme, copia carbone o in inglese carbon copy, ed indicata con l'acronimo CC o C.C..
        • Bcc: La copia conoscenza nascosta (Ccn), detta anche copia carbone nascosta, traduzione dell'inglese blind carbon copy (Bcc), è un campo dei messaggi di posta elettronica. I destinatari specificati nel campo Bcc ricevono una copia del messaggio inviato, come quelli specificati nel campo copia conoscenza (Cc), ma il loro indirizzo viene nascosto agli altri destinatari del messaggio (inclusi altri destinatari in Bcc).
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • I campi di una e-mail
        • Oggetto: Il campo ‘Oggetto’ parla da sé: qui si scrive di solito l’argomento della nostra e-mail.
        • Body: Così è chiamato il vero e proprio testo della e-mail.
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Usare la posta elettronica
        • Programma di posta elettronica (Outlook Express, Thunderbird, etc.)
        • Parametri di configurazione:
          • Indirizzo di posta elettronica (es.: mario.rossi@dominio.it)
          • Indirizzo server posta in ingresso (es.: pop.dominio.it)
          • Indirizzo server posta in uscita (es.: smtp.dominio.it)
          • Username e Password
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Cosa succede quando si spedisce una email
        • Pippo scrive a Topolino una email con Outlook Express
        • Pippo preme sul pulsante “Invia”
        • Il programma di posta elettronica contatta il computer addetto alla spedizione delle email (SMTP) e gli dà l’email da mandare
        • Il computer addetto alla spedizione contatta il computer addetto alla ricezione della posta per il destinatario
        • Il computer addetto alla posta del destinatario mette l’email nella sua casella di posta
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Cosa succede quando si riceve una email
        • Il nostro programma di posta contatta il computer addetto alle caselle di posta elettronica (POP)
        • Il nostro programma di posta passa al POP la nostra username e password
        • Se username e password sono giuste, il nostro programma inizierà a scaricare le nuove email che il POP ha raccolto fino a quel momento.
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it
    • Corso di Informatica di Base
      • Esercitazioni pratiche
      • Ricerca di informazioni su internet
      • Compressione di un file da allegare ad un messaggio
      • Invio di un messaggio con allegato (A: e CC:)
      • Apertura e salvataggio dell’allegato
      • Risposta per confermare la corretta ricezione
      09/05/2007 Direzione Regionale Vigili del Fuoco Marche roberto.corradetti@vigilfuoco.it