Strategie eLearning, condivisione della conoscenza e produzione di OER - 1

990 views

Published on

Udine, 23 aprile 2012. Intervento al corso "Le innovazioni organizzative e didattiche della riforma del secondo ciclo di istruzione"

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
990
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
16
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Strategie eLearning, condivisione della conoscenza e produzione di OER - 1

  1. 1. Corso di formazione: “Le innovazioni organizzative e didattiche della riforma del secondo ciclo di istruzione” Le strategie e-learning centrate sulla condivisione della conoscenzae sulla produzione di risorse educative Udine, 23 aprile 2012 Pierfranco Ravotto – p.ravotto@aicanet.it
  2. 2. Temi dell’interventoLa sfida e il contesto eLearning (e ICT) nella scuola Ambiente, risorse e attività Condivisione di OER Strumenti operativi
  3. 3. La sfida del cambiamento Gli studenti L’Europa
  4. 4. non sono più quelli di una voltaGli studenti Immagine tratta da http://ilbetta.blogspot.it• Abituati all’uso delle tecnologie digitali• Sempre connessi• Multitasking• Non abituati alla concentrazione né ad approfondire
  5. 5. ci chiede competenzeL’Europa CompetenzaConoscenze Abilità Attitudini o Capacità personali, sociali e/o metodologiche
  6. 6. Il contesto Dispositivi mobili Web 2.0 Nuovi modelli comportamentali
  7. 7. Dispositivi mobili
  8. 8. Dispositivi mobili
  9. 9. Web 2.0
  10. 10. Nuovi modelli
  11. 11. Integrazione presenza e rete • Computer e rete attraggono, soprattutto i giovani abituati allambiente digitale. • Il software può permettere simulazioni e quindi attività di learning by doing. • La rete permette l’accesso ad una pluralità di risorse (non solo testi ma video, animazioni, …). • Materiali didattici interattivi e forum di discussione promuovono un ruolo attivo. • Il lavoro in rete permette sia il rispetto dei tempi individuali di apprendimento, sia lindividualizzazione e personalizzazione dei percorsi. • La didattica in rete - asincrona - supera barriere di tempo e di spazio e permette di sfruttare la disponibilità di dispositivi mobili. • E’ più semplice focalizzare l’intervento formativo sui diversi aspetti (conoscenze, abilità, attitudini). 11
  12. 12. Temi dell’interventoLa sfida e il contesto eLearning (e ICT) nella scuola Ambiente, risorse e attività Condivisione di OER Strumenti operativi
  13. 13. Le ICT nella scuola Attività Attività idat tica? docente ale d studente Per qu Aula Rete
  14. 14. Le ICT nella scuola enti ie strum Attività Attività ispo sitiv docente studenteQuali d Tablet o Aula LIM netbook Forum Learning Wiki Rete object Googledoc
  15. 15. Le ICT nella scuola centi e pe r i do Attività Attività azi on docente studente formQuale Software LIM, Programmi “office” e programmi per per simulazioni, ricerca preparare di risorse in rete, Aula presentazioni e ambienti 2.0 di simulazioni, ricerca di condivisione e risorse in rete collaborazione Strumenti/ambienti di LMS (p. e. Moodle) o comunicazione (forum, blog, produzione di email, chat, Skype, Rete LO, multimedialità, Moodle, blog, simulazioni, ricerca di Facebook) e di risorse in rete collaborazione (Wiki, GoogleDoc, …)
  16. 16. Le ICT nella scuola i lav ora? tivi s Attività Attività biti forma docente studente ual i amSu q CONOSCENZE CONOSCENZE Aula ABILITA’ ATTITUDINI CONOSCENZE CONOSCENZE Rete ABILITA’ ABILITA’ ATTITUDINI eLearning
  17. 17. Modelli di eLearning
  18. 18. Modelli di eLearning Risorse per lo studio, esercitazioni con correzione automatica, autovalutazione Idem + correzioni da parte del docente Idem + correzioni da parte del docente + gruppo dei pari Attività progettuali di gruppo
  19. 19. Modelli di eLearning Learning Object Risorse per lo studio, esercitazioni con correzione automatica, autovalutazione Idem + correzioni da parte del Ambiente di docente comunicazione Idem + correzioni da parte del docente + gruppo dei pari Ambiente di Attività progettuali di gruppo lavoro
  20. 20. Modello Sloop P E R Obiettivi/Risultati dell’apprendimento Ambiente C O accessibile R Risorse di studio (MM e interattive) sia in S O presenza che a distanza D Attività individuali I D A Attività di gruppo T T I Autovalutazione + customers’ satisf. C O

×