Raimondo Villano - Interazioni farmaci-alimenti

1,802 views

Published on

abs. da: 20. 13. R. Villano “Manuale sanitario per la terza età” (Patrocinio R.C. Pompei, Ed. Eidos, pag. 114; Pompei, settembre 2000);

Published in: Health & Medicine
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,802
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Raimondo Villano - Interazioni farmaci-alimenti

  1. 1. INTERAZIONI FARMACI - ALIMENTI PRINCIPIO ATTIVO PRODOTTO COMMERCIALE INTERFERENZE CON GLI ALIMENTI Carvedilolo Carvipress Dilatrend L’alcool può potenziare l’effetto antiipertensivo del farmaco; l’azione di dilatazione dei vasi dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di episodi di ipotensione acuta. Cefamandolo Cefaseptolo, Mancef, Mandokef L’assunzione di alcool può provocare una serie di sintomi caratterizzati da nausea, vomito, cefalea pulsante, vampate di caldo al volto, tachicardia e aritmia cardiaca, ipotensione anche grave fino al collasso ed all’exitus. Si consiglia di evitare l’assunzione di alcool per 3 giorni dopo la sospensione della terapia (per 1 settimana se in presenza di insufficienza renale). Cimetidina Gastromet, Stomet, Tagamet, Ulcedin, Ulcestop, Ulis Il farmaco può aumentare la concetrazione nel sangue di alcool assunto in associazione. Particolare attenzione si deve riservare in caso di guida. Ciprofloxacina Ciproxin, Flociprin Il farmaco aumenta il tempo di permanenza della caffeina nel sangue. Clomipramina Anafranil Gli effetti collaterali dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. Clorfeniramina Trimeton Gli effetti collaterali dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. Clorpropamide Diabemide Diabexan In caso di contemporanea assunzione di alcool si hanno fastidiose vampate di calore al volto. Colestiramina Colestrol, Questran Il farmaco riduce l’assorbimento di vitamine A, D, E, K. Per evitare l’interferenza le vitamine andrebbero assunte almeno due ore prima o quattro – sei ore dopo il farmaco. Diazepam Aliseum, Ansiolin, Noan, Tranquirit, Valium, Vatran E’ controindicata l’assunzione di alcool per l’imprevedibilità delle possibili reazioni individuali nonché della loro entità sul sistema nervoso (perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità). Disodio Clodronato Clasteon, Difosfonal E’ preferibile assumere il farmaco bevendo molta acqua a basso contenuto di minerali (oligominerale); assumere a distanza di 2 – 3 ore da cibi ricchi di calcio e magnesio che possono formare complessi non assorbibili riducendo l’azione terapeutica. Disulfiram Antabuse, Etiltox L’assunzione di alcool può provocare una serie di sintomi caratterizzati da nausea, vomito, cefalea pulsante, vampate di caldo al volto, tachicardia e aritmia cardiaca, ipotensione anche grave fino al collasso ed all’exitus. La reazione può essere scatenata anche dalla piccola quantità di alcool contenuta in un dessert. Doxazosina Benur, Cardura, Dedralen, Il consumo di alcool può comportare rischi particolari per i pazienti affetti da patologia cardiovascolare: l’azione vasodilatante dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di ipotensione acuta. Doxiciclina Bassado Evitare l’assunzione contemporanea di latte e latticini che riducono l’assobimento del farmaco. Negli alcoolisti i livelli del farmaco nel sangue possono essere inferiori a quelli terapeutici. Enalapril Converten, Enapren, Naprilene Attenzione a non associare prodotti dietetici, sostituti del sale, multivitaminici, supplementi o sostituti minerali contenenti potassio (riscio di elevato tasso di potassio nel sangue, soprattutto in presenza di insufficienza renale). Il consumo di alcool può comportare rischi particolari
  2. 2. per i pazienti affetti da patologia cardiovascolare: l’azione vasodilatante dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di ipotensione acuta. Felodipina Feloday, Plendil, Prevex Il consumo di alcool può comportare rischi particolari per i pazienti affetti da patologia cardiovascolare: l’azione vasodilatante dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di ipotensione acuta. Fenobarbital Comizial, Gardenale, Luminale, Luminalette La vitamina C riduce l’effetto del farmaco. E’ sconsigliata l’assunzione di alcool: gli effetti collaterali dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. L’uso abituale di forti quantità di alcool (più di 200 ml al dì) è in grado di diminuire l’efficacia del farmaco. L’uso occasionale di alcool può far aumentare pericolosamente i livelli del farmaco nel sangue. Fluoxetina Fluoxeren, Prozac Gli effetti collaterali dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. Fluvoxamina Dumirox, Fevarin, Maveral Gli effetti collaterali dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. Fosinopril Eliten, Fosipres, Tensogard Attenzione a non associare prodotti dietetici, sostituti del sale, multivitaminici, supplementi o sostituti minerali contenenti potassio (riscio di elevato tasso di potassio nel sangue, soprattutto in presenza di insufficienza renale). Glibenclamide Daonil, Euglucon, Gliben L’alcool potenzia l’effetto ipoglicemizzante del farmaco. Glibenclamide + Metformina Bi Euglucon M, Glibomet, Glucomide, Suguan M L’alcool potenzia l’effetto ipoglicemizzante del farmaco. L’assunzione di alcool può comportare più facilmente la comparsa di acidosi lattica. Isoniazide Isoniazide, Nicizina Nicozid L’assunzione di tonno e formaggi possono comportare la comparsa di cefalea, tachicardia, difficoltà a respirare, nausea, vampate di calore al volto Isotretionina Isotrex, Roaccutan La presenza di latticini aumenta l’assorbimento del farmaco. Ketoconazolo Nizoral Bevande addizionate di anidride carbonica e succo di mirtillo aumentano l’assorbimento del farmaco. Levodopa Madopar, Sinemet Evitare le diete ricche di proteine. Litio Carbolitium, Lithium Diete povere di sale comportano un aumento della possibile tossicità da litio. Diete ricche di sale, invece, comportano una diminuzione di litio ne sangue. Lorazepam Control, Lorans, Tavor Gli effetti collaterali dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. L’uso occasio- nale di alcool può far aumentare pericolosamente i livelli del farmaco nel sangue. Losartan Lortaan, Losaprex, Neo Lotan Attenzione a non associare prodotti dietetici, sostituti del sale, multivitaminici, supplementi o sostituti minerali contenenti potassio (riscio di elevato tasso di potassio nel sangue, soprattutto in presenza di insufficienza renale). Maprotilina Ludiomil Gli effetti collaterali dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco.
  3. 3. Metformina Glucophage, Metforal L’assunzione di alcool può comportare più facilmente la comparsa di acidosi lattica. Metoclopramide Plasil L’assunzione del farmaco contemporaneamente all’alcool accelera l’assorbimento di quest’ultimo. Metoprololo Lopresor, Seloken Il consumo di alcool può comportare rischi particolari per i pazienti affetti da patologia cardiovascolare: l’azione vasodilatante dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di ipotensione acuta. Meclobemide Aureomix Evitare di assumere elevati quantitativi di cibi ricchi di tiramina (aringhe, avocado, caviale, fave cotte intere, formaggi, fegato, vino rosso) per il rischio di crisi ipertensive gravi. Nifedipina Adalat, Citilat, Nifedicor Il succo di pompelmo (dosi di 200 ml) aumenta le concentrazioni plasmatiche del farmaco. Nimodipina Nimotop, Periplum Il succo di pompelmo (dosi di 200 ml) aumenta le concentrazioni plasmatiche del farmaco. Nisoldipina Syscor, Zadipina Un pasto ricco di grassi aumenta la comparsa di concentrazione plasmatica del farmaco con possibile comparsa di tossicità del farmaco. Il succo di pompelmo (dosi di 200 ml) aumenta le concentrazioni plasmatiche del farmaco. Paracetamolo Efferalgan, Co- Efferalgan, Tachipirina, Saridon, Veramon, Zerinetta, Zerinol L’uso di alcoolici è da evitare per il rischio di tossicità epatica anche grave: il paracetamolo, farmaco del tutto innocuo nel soggetto sano, può divenire epatotossico se assunto da un alcoolista. Perindopril Coversyl, Procaptan Attenzione a non associare prodotti dietetici, sostituti del sale, multivitaminici, supplementi o sostituti minerali contenenti potassio (riscio di elevato tasso di potassio nel sangue, soprattutto in presenza di insufficienza renale). Pindololo Visken Il consumo di alcool può comportare rischi particolari per i pazienti affetti da patologia cardiovascolare: l’azione vasodilatante dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di ipotensione acuta. Propifenazone, Butalbital, Caffeina Optalidon Gli effetti collaterali dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. L’assunzione contemporanea di succo di pompelmo comporta riduzione del metabolismo della caffeina con conseguente aumento della sua concentrazio ne plasmatica e prolungamento del tempo di permanenza nel sangue. Propranololo Inderal Il consumo di alcool può comportare rischi particolari per i pazienti affetti da patologia cardiovascolare: l’azione vasodilatante dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di ipotensione acuta. L’uso abituale di forti quantità di alcool (più di 200 gr. al giorno) è in grado di diminuire la concentrazione del farmaco nel plasma con possibile diminuizione della sua efficacia. Ramiprimil Quark, Triatec, Unipril Attenzione a non associare prodotti dietetici, sostituti del sale, multivitaminici, supplementi o sostituti minerali contenenti potassio (riscio di elevato tasso di potassio nel sangue, soprattutto in presenza di insufficienza renale). Il consumo di alcool può comportare rischi particolari per i pazienti affetti da patologia cardiovascolare: l’azione vasodilatante dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di ipotensione acuta. Rifampicina Rifadin, Rimactan L’uso abituale di forti quantità di alcool (più di 200 gr. al giorno) è in grado di diminuire la concentrazione del farmaco nel plasma con possibile
  4. 4. diminuizione della sua efficacia. Rifampicina + Isoniazide Rifanicozid, Rifinah L’uso abituale di forti quantità di alcool (più di 200 gr. al giorno) è in grado di diminuire la concentrazione del farmaco nel plasma con possibile diminuizione della sua efficacia. Risperidone Belivon, Risperdal L’assunzione concomitante di alcool potenzia gli effetti di quest’ultimo. L’uso abituale di forti quantità di alcool (più di 200 gr. al giorno) è in grado di diminuire la concentrazione del farmaco nel plasma con possibile diminuizione della sua efficacia. Selegilina Egibren, Jumex, Seledat, Selpar Evitare di assumere elevati quantitativi di cibi ricchi di tiramina (aringhe, avocado, caviale, fave cotte intere, formaggi, fegato, vino rosso) per il rischio di crisi ipertensive gravi. Sotalolo Sotalex L’alcool può potenziare l’effetto antiipertensivo del farmaco. Il consumo di alcool può comportare rischi particolari per i pazienti affetti da patologia cardiovascolare: l’azione vasodilatante dell’alcool può sommarsi a quella del farmaco con il rischio di ipotensione acuta. Spironolattone Aldactone, Spirolang, Uractone Attenzione a non associare prodotti dietetici, sostituti del sale, multivitaminici, supplementi o sostituti minerali contenenti potassio (riscio di elevato tasso di potassio nel sangue, soprattutto in presenza di insufficienza renale). Teofillina Aminomal, Diffumal, Respicur, Tefamin, Teobid, Theo 24, Theo Dur, Teolair Diminuiscono l’efficacia del farmaco: gli alimenti proteici in genere; la carne cotta alla griglia; la dieta ricca in grassi. Aumentano gli effetti collaterali del farmaco: alcool (per dosi di 0,9 gr per Kg di peso corporeo; caffè e bevande contenenti caffeina ( come la Coca-Cola), la cioccolata, i carboidrati (pane, pasta, riso, dolci, patate), il thè. Terfenadina Allerplus, Teldane, Triludan Evitare l’assunzione concomitante di succo di pompelmo: può aumentare le concentrazioni plasmatiche del farmaco e determinare aritmie cardiache minacciose. Gli effetti dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. Tolbutamide Rastinon L’alcool potenzia l’effetto ipoglicemizzante del farmaco. Tramadolo Contramal, Fortradol L’assunzione concomitante di alcool aumenta l’effetto sedativo di quest’ultimo. L’abuso cronico di alcool aumenta il rischio che si verifichino manifestazioni convulsive. Tranilcipromina, Trifluoperazina Parmodalin Controindicata, come per tutti gli psicofarmaci, l’assunzione di alcool. Gli effetti dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. Evitare l’assunzione contemporanea e/o successiva di alimenti ad alto contenuto di Tiramina (rischio di crii ipertensive): acciughe, aringhe, avocado, banane, birra anche se analcoolica, carni frollate, caviale, cioccolato, crauti, estratti di carne, estratto di lievito, fagioli, fave, fegato, fichi conservati, formaggi, liquori, panna acida, salsa di soia, scherry, uva passa, vino rosso, yogurt. Trazodone Trittico Controindicata, come per tutti gli psicofarmaci, l’assunzione di alcool. Gli effetti dell’alcool sul sistema nervoso centrale come perdita di concentrazione, sonnolenza, incapacità ad eseguire lavori che richiedano una certa abilità, possono essere potenziati dall’uso del farmaco. Verapamil Isoptin, Quasar Il farmaco rallenta la metabolizzazione e lo smaltimento dell’alcool (può persistere a lungo un tasso elevato di alcool nel sangue). L’uso di alcool va evitato se si devono eseguire compiti che richiedono attenzione (come la guida di autoveicoli!) . Il succo di pompelmo aumenta le concentrazioni plasmatiche del farmaco.

×