swiss multikulti lifestyle magazine, Italiannews.ch - Nr. 22 März 2014, Chf- 4.-

italiannews.ch

SWISS MULTIKULTI LIFESTY...
italiannews

Inhalt

swiss multikulti lifestyle magazine, Italiannews.ch - Nr. 22 März 2014, Chf- 4.-

italiannews.ch

SWI...
Impressum
Verlag

Antonio Campanile

Editorial Direktor
Pina Bevilacqua

Testimonial VIP
Piero Esteriore

Direktor Marketi...
Impressum

Editoriale

Editore

Antonio Campanile

Direttore Editoriale

Il vecchio sport è diventato morbo

Pina Bevilacq...
Impressum

Editorial

Editor

Dear Readers,

Antonio Campanile

Managing Editor
Pina Bevilacqua

Testimonial VIP
Piero Est...
m oda

Spring Collection 2014:

(Blüten-) Träume werden wahr

«

Flower-Rush», sboccia la bellezza. Le modelle Bianca Gubs...
t ourism

Ski & Sonne im
Herzen der Südtiroler
Dolomiten
bis zum 6. April 2014

Skifahren, Langlaufen, Nordic Walking oder...
t ourism

Nicoletta Altieri

t ourism
Avvolta dallo sguardo
limpido della signora bianca:
Zurigo.

Gabriella Groppetti

S
...
t ourism
Don Francis

Sharjah: an Emirate
between Tradition
and Modernity

T

he third largest of the Emirates, Sharjah pr...
t ourism
Carla Bordoli C. V.

LA GRANDE INDUSTRIA
DEL TURISMO

Fitur-Madrid, Fespo-Zürich, BIT-Milano, ITB-Berlin

M

olta...
t ourism

A

Pina Bevilacqua

Foto: Medi@Presse by Tony Campà

BIT 2014. È già Expo
Josep Ejarque, Direttore Generale Expl...
e vents

Daniela Corti

Presentazione

"Ozero Komo"

22 INEWS

U

n folto pubblico ha presenziato ieri pomeriggio al Palac...
e vents

italiannews.ch

SWISS MULTIKULTI LIFESTYLE MAGAZINE

IL 10 FEBBRAIO 2014 HA PRESO IL VIA UNO DEI
PIÙ GRANDI E COM...
Impressum

Editorial

Editor

¡Llega la primavera!
Marzo trae eventos, negocios y mucha solidaridad

Antonio Campanile

Ma...
e vents

Antonio Chaves

Acto de presentación del Marbella International Property Show 2014.
José Luis Hernández, Ricardo ...
e vents

e vents

Antonio Chaves

Carla Bordoli C. V.

MIPS Presentation in Villa
Padierna Palace Hotel

A

The presentati...
e vents

Carla Bordoli C. V.

JOSÉ PARRA

Flamenco Pizza
in Marbella

Medi@Presse and INEWS land on Costa del Sol!

E

ven...
m edia

Carla Bordoli C.V.

Un nuovo vento editoriale
soffia su Italia e Svizzera
Maurizio Giunco e Cesare Baj, rispettiva...
b usiness
Carla Bordoli C.V.

Como e il Lario

La “Cittá della Seta” si apre al turismo ed alle
proposte di Medi@Presse Ca...
m usic

italiannews

Pina Bevilacqua

SWISS MULTIKULTI LIFESTYLE MAGAZINE

MU SIC

claUDIO Abbado

Un silenzio assordante
...
m usic
Francesco Rizzuti

festival di sanremo

Trionfa Arisa e Rocco Hunt

A

lla sua 6° prova sanremese è arrivata da fav...
m usic

Bisognerebbe fare un'analisi approfondita ed il discorso sarebbe troppo lungo, ma una volta le canzoni erano scrit...
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Monza - eventi  Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Monza - eventi Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art

1,083

Published on

Kunst/art presenta personale Raffaello Talò Monza - eventi 2014

Published in: Entertainment & Humor
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,083
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Monza - eventi Marzo 2014 personale di Raffaello Talò presso M/art

  1. 1. swiss multikulti lifestyle magazine, Italiannews.ch - Nr. 22 März 2014, Chf- 4.- italiannews.ch SWISS MULTIKULTI LIFESTYLE MAGAZINE Shakira ARISA-SANREMO MICHAEL cAMPBELL VILLA PADIERNA CLAUDIO ABBADO Zürich CORRIERE DI COMO BASELWORLD GENEVE AUTO EXPO Slow Food OSCAR FARINETTI PEPPE ZULLO CHECCO ZALONE PALMI MARZAROLI RAFFAELLO TALÒ
  2. 2. italiannews Inhalt swiss multikulti lifestyle magazine, Italiannews.ch - Nr. 22 März 2014, Chf- 4.- italiannews.ch SWISS MULTIKULTI LIFESTYLE MAGAZINE SWISS MULTIKULTI LIFESTYLE MAGAZINE Shakira ARISA-SANREMO MICHAEL cAMPBELL VILLA PADIERNA GENEVE AUTO EXPO Slow Food CLAUDIO ABBADO EDITORIAL 5 - redaktionelle GABRIELLA GROPPETTI PALMI MARZAROLI Zürich RAFFAELLO TALÒ CORRIERE DI COMO 7 - Editoriale di Pina Bevilacqua BASELWORLD 9 - Editorial by Brian Basnayake MODA 10 - BELDONA TOURISm 12 - Ski & Sonne im Herzen der Südtiroler Dolomiten bis zum 6. April 2014 14 - Avvolta dallo sguardo limpido della signora bianca: Zurigo. 15 - Hotel For Friends: Ankommen und Wohlfühlen 16 - Sharjah: an Emirate between Tradition and Modernity 18 - LA GRANDE INDUSTRIA DEL TURISMO 20 - BIT 2014. È già Expo EVENT 22 - Presentazione "Ozero Komo" 24 - BASELWORLD 2014 62 - 10 Jahre expovinaPRIMAVERA INEWSSPAIN 25 - Michael Campbell 26 - editorial Carla Bordoli Crivelli Visconti EVENTS: 28 - Marbella International Property Show 2014 aborda las nuevas oportunidades del sector inmobiliario 30 - MIPS Presentation in Villa Padierna Palace Hotel 31 - MEDI@PRESSE & INEWS MEDIAPARTNERS DEL MARBELLA INTERNATIONAL PROPERTY SHOW & INVESTMENT FORUM (MIPS) - 18-21 DE MARZO 2014 32 - Flamenco Pizza in Marbella MEDIA: 34 - Un nuovo vento editoriale soffia su Italia e Svizzera business: 36 - Como e il Lario Music 38 - CLAUDIO ABBADO 39 - festival di sanremo 42 - Massimo Vita, Valter Azzollini, Maurizio Giunco e gli anni d’oro del “Charleston” 44 - USCITE cd musicali 46 - FILM IN PROGRAMMAZIONE 48 - top 20 enogastronomia 49 - Con Peppe e Checco si mangia e si ride di gusto 52 - Chiude l'edizione 2014 della BIT 54 - MANGIARE BENE / ESSEN MIT GENUSS 57 - Massimo Bottura nella lounge Berlucchi a Identità Golose PERSONALITY 58 - L’oro di napoli “EL PIPITA ” COMMUNICATION 60 - Edie Mukiibi, è il nuovo vicepresidente internazIONAle di Slow Food 61 - Nuovo sistema d’immigrazione: il Governo decide come procedere per l’attuazione AUTO 64 - Ferrari. POWERFUL BRAND 66 - Salone di Ginevra 2014: Fiat Panda Cross e Fiat Freemont Cross 68 - Panoramica dei modelli esposti all’84° Salone internazionale dell'automobile di ginevra 69 - DIE 24 STUNDEN VON LE MANS IM PALEXPO technologie 70 - swisscom integra nel suo Solution Center l’affiliata Axept Webcall ARTE 71 - Palmi Marzaroli 72 - SALVATORE MAINARDI 73 - MONZA EVENTI: Personale d’Arte Contemporanea in stile Pop - Materico DI RAFFAELLO TALO' 76 - FRIDA KAHLO 78 - Galerie Reichlin OSCAR FARINETTI PEPPE ZULLO CHECCO ZALONE Promettiamo a Jay di applicare entro il 2020 gli elevati standard svizzeri relativi al benessere degli animali anche ai nostri prodotti dall’estero. La Migros s’impegna sin da oggi a favore di un approccio verso gli animali attento al loro benessere e garantisce, in collaborazione con i suoi partner, tra cui la Protezione svizzera degli animali PSA, il rispetto entro il 2020 delle severe direttiva svizzere anche all’estero. Con questa e altre numerose promesse concrete ci impegniamo per la generazione di domani. Di più su generazione-m.ch
  3. 3. Impressum Verlag Antonio Campanile Editorial Direktor Pina Bevilacqua Testimonial VIP Piero Esteriore Direktor Marketing/ Werbung Antonio Campanile Chefredaktor Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion) Redaktion Sabrina Tortomano Thomas Lang Luana Nocco Marco Montini Antonella Montesi Massimiliano Teramo Pietro De Seta Giuseppe Iacovo Emanuele Iacovo Rocco Delli Colli Palma Bucarelli Gianni Barone Beatrice Feo Filangeri Dalia Sgarbis Gianni Motori Vincenzo Muni Nica Mariella Italo Caroli Antonella Millarte Salvatore Tramontana Eugenio Forestrieri Rita Albrecht Pino Laudano Bruno Sonetto Erika Ventura Redaktion Chur CosimoVonghia Antonio Sellito Redaktion Tessin - Via Peri Lugano Rita Albrecht Ludovico Gentile Antonio Varrica Nicola Cathieni Redaktion Vienna Erich Bauer Redaktion Basilea Piero Esteriore Michele Ferrante Mimmo Esteriore Davorka Zguric Redaktion mosca Antonella Rebuzzi Eleonora Redaktion Rom Alfonso Benevento Angela Verde Michele Viola Redaktion Mailand Eugenio Forestieri Redaktion Turin Francesco Mescia Redaktion Sizilien Francesco Di Dario Rita Pennisi Redaktion Apulien Eustachio Cazzorla Domenico Potenza Nicola Tramonte Redaktion PARMA Giuseppe Laudano Redaktion bologna Simona Artanidi Redaktion ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Nicoletta Altieri Brenda Liquadri Marketing/ Werbung News@campanile.ch Graphics: Morena Fiorucci Art Director: Claudio Giuliani Liebe Leserinnen, liebe Leser, "Der Turbo" wird Matteo Renzi, Italiens (fast schon gewählter) Premier genannt und er wird zweifellos neuen Wind in die überalterte und untätige Regierung unter Enrico Letta bringen. Ein sympathischer Mann der Velo und Zug fährt, sich an Sitzungen hemdsärmelig und krawattenlos präsentiert und dessen schwerstes Dossier wohl die Senkung der enorm hohen Jugendarbeitslosigkeit sein wird. Es ist weiter anzunehmen dass es dem 39jährigen gelingt mit der unsäglichen Vetternwirtschaft und den "Mauscheleien" in Italiens Politik aufzuräumen. Das wäre wirklich wünschenswert. A propos Betrügereien: "Beschiss" (so heisst es auf gut Schweizerdeutsch) findet nicht nur in der Weltpolitik oder von seitens mancher Firmen statt. Auch private Computer- und Internet-Benützer sollten stets auf der Hut sein. Innert Wochenfrist stiess ich in meinen Mails auf diverse Pishings, so gut gestaltet dass man ohne Vorwarnung leichtes Opfer von Gaunern werden könnte. Zum Beispiel verlangte ein dreister Absender meine Kontonummern weil die UBS ihre Kunden auf diesem Weg kontaktieren und vor Datenmissbrauch warnen wolle. Und ein englisch sprechender Mann mit indischem Akzent bat mich per Anruf im Computer diverse Programme zu öffnen (zwecks Aktualisierung von diversen Windows-Files). Ich arbeite ich jedoch mit Apple und bin vor dieser fiesen Methode an private Informationen zu gelangen gewarnt worden. Auch wer mit Dein Deal oder Groupon denkt ein "Schnäppchen" zu machen ist besser vorsichtig. Das Wunder versprechende Mittel für blendend weisse Zähne ist, obwohl der Betrag der Kreditkarte belastet wurde, nie eingetroffen. Dafür gleich eine Mahnung mit Betreibungsandrohung, Recherchen haben dann ergeben dass es sich um eine Briefkastenfirma mit stets wechselnder Adresse handelt. Immer interessiert an aktuellen Kosmetikprodukten bestellte ich auf ein Werbemail hin die "grossartige" Pink Box für Fr. 19.95 mit Überraschungsinhalt. Dieser war absolut unbrauchbar: Eine Dose mit vertrocknetem Rouge, zwei Mini-Müsterchen mit Bodylotion und ein ruppiger Kosmetikhandschuh landeten im Abfall. Ebenfalls ist Vorsicht geboten wenn man per Internet einen günstigen Übernachtungsgutschein erwirbt: Vielfach sind die offerierten Daten für Kunden dieses Portals "ausgebucht", für normal zahlende Gäste stehen jedoch genügend Zimmer zur Verfügung. Paolo Ugolini Web Master: Editorial PHOTOGRAPHER Rocco Lamparelli Patrizio De Michele Claudio Giuliani Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat www.fb-photografie.ch Patrick Frischknecht Abo-Service Redaktion@italiannews.ch Druckzentrum VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich Verlag INews Campanile Baumgartenstr. 26 8902 Zürich – Urdorf Mobile +41 79 405 39 85 Redaktion@italiannews.ch news@campanile.ch Abbonamento / soci CHF 100.Monatliche Ausgabe 4 INEWS Worauf Sie sich in nächster Zeit aber gerne einlassen dürfen ist die neue Trendfarbe "Pantone 18-3224 Radiant Orchid", zu Deutsch: "Strahlende Orchidee". Die Violett-Töne zwischen kühlem Blau und warmen Rot leuchten in vielen Facetten und sehen an Blonden und dunkelhaarigen Frauen, ja sogar an modebewussten Männern, frühlingshaft frisch aus. Herzlich Ihre Gabriella Groppetti INEWS 5
  4. 4. Impressum Editoriale Editore Antonio Campanile Direttore Editoriale Il vecchio sport è diventato morbo Pina Bevilacqua Testimonial VIP Piero Esteriore Direzione Marketing&Pubblicità Antonio Campanile Capo Redattore Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion) Redazione Sabrina Tortomano Thomas Lang Luana Nocco Marco Montini Antonella Montesi Massimiliano Teramo Pietro De Seta Giuseppe Iacovo Emanuele Iacovo Rocco Delli Colli Palma Bucarelli Gianni Barone Beatrice Feo Filangeri Dalia Sgarbis Gianni Motori Vincenzo Muni Nica Mariella Italo Caroli Antonella Millarte Salvatore Tramontana Eugenio Forestrieri Rita Albrecht Pino Laudano Bruno Sonetto Erika Ventura Redazione Coira (CH) Cosimo Vonghia Antonio Sellito Redazione Ticino - Via Peri Lugano Rita Albrecht Ludovico Gentile Antonio Varrica Nicola Cathieni Redazione Vienna Erich Bauer Redazione Basilea Piero Esteriore Michele Ferrante Mimmo Esteriore Davorka Zguric Redazione mosca Antonella Rebuzzi Eleonora Redazione Roma Alfonso Benevento Angela Verde Michele Viola Redazione Milano Eugenio Forestieri Redazione Torino Francesco Mescia Redazione Sicilia Francesco Di Dario Rita Pennisi Redazione Puglia Eustachio Cazzorla Domenico Potenza Nicola Tramonte Redaktion PARMA Giuseppe Laudano Redaktion bologna Simona Artanidi Redaktion ORSARA-FOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Nicoletta Altieri Brenda Liquadri Marketing/ Pubblicità News@campanile.ch Grafica: Morena Fiorucci Art Director: Paolo Ugolini Web Master: Claudio Giuliani Fotografi Rocco Lamparelli Patrizio De Michele Claudio Giuliani Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat www.fb-photografie.ch Patrick Frischknecht «La Calabria – terra di innovazione – ha inaugurato recentemente (su iniziativa della zelante dirigente Michela Bilotta, liceo scientifico Fermi di Cosenza) il contributo per i corsi di recupero» dei propri figli. Così un quotidiano italiano ha ferocemente attaccato una preside che ha avuto la ‘colpa’ di offrire ai suoi studenti lezioni collettive di recupero a pagamento in istituto come alternativa alle costosissime lezioni private individuali, tra l’altro fonte di evasione fiscale. E che è stata perciò accusata dal quotidiano di intaccare il principio dell’obbligatorietà e della gratuità dell’istruzione, di agevolare lo strisciante tentativo di distruzione intenzionale della scuola statale da parte del neoliberismo imperante, addirittura di violare l’art. 33 della Costituzione Italiana (“L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento”). Il problema è che in Italia la critica, antico ‘sport nazionale’, negli ultimi anni è diventata morbosa, quasi una malattia, che contagia incontrollatamente ogni campo. Si critica ovunque e su qualsiasi cosa, anche se non se ne ha il diritto o la competenza, anche se non si dà uno straccio di alternativa a quello che si vuole demolire abbaiandoci contro, perché proprio si sta placidamente dall’altra parte, quella degli inetti, dei nullafacenti. E in Italia la critica paga, perché fa matematicamente la fortuna di chi sa praticarla con la giusta dose di arroganza. Ne sa qualcosa la nostra Mediapresse. I suoi clienti imprenditori italiani, gente seria, motivata, che vende più all’estero che in patria, che non dorme mai perché quando chiude Berlino si sveglia Tokyo, insomma la gente che attualmente sta mantenendo a galla lo Stivale, da tutto questo è letteralmente terrorizzata. E ne ha ben donde se, per fare solo un esempio storico e macroscopico, nel giorno dell’apertura del Vinitaly 2008 la copertina di uno dei più noti e stimati settimanali italiani titolò “Velenitaly”, segnando un fantastico autogol contro il proprio Paese. Forse, in Italia come nel resto del mondo, non è il momento di “darsi la zappa sui piedi”, propri e altrui, che tanto in piena globalizzazione è la stessa cosa. Piuttosto è il momento di impugnarla quella zappa, e di farla volare, in silenzio, laboriosamente, per costruire e non per distruggere… Cordialmente Pina Bevilacqua Abbonamenti Redaktion@italiannews.ch Tipografia VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich Casa Editrice INews Campanile Baumgartenstr. 26 8902 Zürich – Urdorf Mobile +41 79 405 39 85 Redaktion@italiannews.ch news@campanile.ch Abbonamento / soci CHF 100.Monatliche Ausgabe 6 INEWS INEWS 7
  5. 5. Impressum Editorial Editor Dear Readers, Antonio Campanile Managing Editor Pina Bevilacqua Testimonial VIP Piero Esteriore Direktor Marketing/ Advertising Antonio Campanile Chief Editor Gabriella Groppetti (deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (englische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion) Editorial Board Sabrina Tortomano Thomas Lang Luana Nocco Marco Montini Antonella Montesi Massimiliano Teramo Pietro De Seta Giuseppe Iacovo Emanuele Iacovo Rocco Delli Colli Palma Bucarelli Gianni Barone Beatrice Feo Filangeri Dalia Sgarbis Gianni Motori Vincenzo Muni Nica Mariella Italo Caroli Antonella Millarte Salvatore Tramontana Eugenio Forestrieri Rita Albrecht Pino Laudano Bruno Sonetto Erika Ventura Editorial Board in Chur Cosimo Vonghia Antonio Sellito Editorial Board in Ticino Via Peri Lugano Rita Albrecht Ludovico Gentile Antonio Varrica Nicola Cathieni Editorial Board in Vienna Erich Bauer Editorial Board in Basilea Piero Esteriore Michele Ferrante Mimmo Esteriore Davorka Zguric Editorial mosca Antonella Rebuzzi Eleonora Editorial Board in Rome Alfonso Benevento Angela Verde Michele Viola Editorial Board in Milan Eugenio Forestieri Editorial Board in Torino Francesco Mescia Editorial Board in Sicily Francesco Di Dario Rita Pennisi Editorial Board in Apulia Eustachio Cazzorla Domenico Potenza Nicola Tramonte Editorial Board in PARMA Giuseppe Laudano Editorial Board in bologna Simona Artanidi Editorial Board in ORSARAFOGGIA-PUGLIA Eustachio Cazzorla Nicoletta Altieri Brenda Liquadri Marketing/Advertising News@campanile.ch Graphics: Morena Fiorucci Art Director: Paolo Ugolini Web Master: Claudio Giuliani Photography Rocco Lamparelli Patrizio De Michele Claudio Giuliani Lino Sprizzi photos-people.ch Francis Bissat www.fb-photografie.ch Patrick Frischknecht Abo-Service: Redaktion@italiannews.ch Print: VCT - Herostrasse 9 - 8048 Zürich Publisher INews Campanile Baumgartenstr. 26 8902 Zürich – Urdorf Mobile +41 79 405 39 85 Redaktion@italiannews.ch news@campanile.ch Abbonamento/ soci CHF 100.- Montly issue 8 INEWS We are at the threshold of spring, leaving behind what has been once again a strange winter. It has certainly been unusual in the last few years with increasingly unpredictable weather all year round. It is still winter, and it is terribly cold in spells, and yet, in certain parts of the country, one can hardly believe that it is wintertime. It is quite surprising how one misses a true winter with loads of snow and low temperatures. Still, we are extremely fortunate to suffer only fluctuating temperatures and spells of rain. Other countries and continents are undergoing the worst possible weather at this time of the year. Incessant rain, widespread flooding and frequent bouts of exceedingly strong winds have been the plight of Britain for the best part of winter. Across the Atlantic, snowstorms and extreme cold have paralyzed large areas of the US, including many urban centers, making it the worst winter on record. It is now official even for the die-hard sceptics: climate change is for real! It is ironic that the world’s most powerful nation has, until now, stood in the way of concerted international action against climate change such as the Kyoto Protocol to the United Nations Framework Convention on Climate Change (UNFCCC). Fortunately, the US has finally woken up to the looming threat and has indicated its willingness to engage constructively in the next round of talks on the Kyoto Protocol in 2015. One wonders how serious politicians are when they consider climate change is a priority issue that is significantly more important than their own popularity with the electorate. Natural catastrophes that are the direct results of climate change are slowly transforming the way people think of environmental issues, which, thankfully, are becoming significant vote-getters. It is a development like no other that will embolden politicians to champion environmental issues without fear of electoral disasters. More than the weather in February, there were certainly other things that caused enough excitement and consternation during the month. The referendum Sunday of 9th February caused quite a stir, almost like an earthquake. The immigration issue has come again to the top of the agenda, and that not only in Switzerland. Unlike in most other countries, the ballot box is often the answer in Switzerland for neverending debates and uncertainties. Half the population rejoiced in the victory of the conservative party that wants to introduce stringent immigration controls while the others stood dumbfounded after the narrowest of defeats. The immigration debacle was a powerful message to the European Union that, at least to her opponents, it is becoming increasingly undemocratic and bureaucratic to the extreme at the expense of the rights of individual states to put the interests of their own citizens first. The EU administration is a far cry to the democratic traditions espoused by the Swiss in all spheres of public life. It is actually a clash of political cultures, and it is certainly more serious than one might want to believe. Perhaps, it is high time for the EU to start thinking instead of threatening! We wish you all a glorious spring, and an enjoyable read in this issue of iNEWS. Yours sincerely, Brian Basnayake INEWS 9
  6. 6. m oda Spring Collection 2014: (Blüten-) Träume werden wahr « Flower-Rush», sboccia la bellezza. Le modelle Bianca Gubser, Hanri van Schalkwyk, che ha scelto la Svizzera come Paese adottivo, e Leona Sigrist danno vita alla bella stagione, indossando i capi della nuova collezione. Alla degna messa in scena ha pensato il rinomato fotografo di moda Michael Munique, che ha dato risalto ai delicati dessous e alla raffinata biancheria da giorno e da notte su uno sfondo fiorito, in un incanto di luci. Ispirati dal risveglio della natura i modelli, realizzati in splendidi colori pastello come l’azzurro, il rosa o il verde menta, portano una ventata di freschezza, allegria e sottile romanticismo. 10 INEWS Tenui tonalità di lilla e cipria e un delicato blu colomba nonché pregiati ricami di farfalle danno vita, poi, a una biancheria artistica dalle tante sfaccettature. Per una bellezza tanto variata, quanto le donne che la portano. E non potevano certo mancare i capi di biancheria da notte dell’apprezzato sistema Mix & Match, diventati ormai parte integrante della nostra collezione. La nuova serie «Tenderfeel», con le sue morbide e fini microfibre in grado di garantire il massimo comfort, proposta nei colori nudo, nero e bianco e in un magnifico colore stagionale, viene infine a completare la vasta gamma base Beldona. www.beldona.ch INEWS 11
  7. 7. t ourism Ski & Sonne im Herzen der Südtiroler Dolomiten bis zum 6. April 2014 Skifahren, Langlaufen, Nordic Walking oder Winterwandern in der Traumlandschaft der Dolomiten. In den Frühlingswochen begeistert Alta Badia mit Top-Bedingungen und mit dem verführerischen Angebot Dolomiti Super Sun inkl. gratis-Skitagen. I n wenigen Minuten schwebt man mit dem Sessellift hinauf zur Bergstation Vallon direkt am mächtigen Sellamassiv, einer der beeindruckendsten Gipfelgruppen in den Dolomiten. Die markanten Felsformationen leuchten in der Mittagssonne, während man in weiten Schwüngen über die fast leere Piste fährt. Frühlingsskifahren in Alta Badia bietet viele Höhepunkte. Perfekte Schneeverhältnisse gepaart mit der wohltuenden Frühlingssonne, viel Platz für elegante Schwünge auf der Piste und über allem thronen die majestätischen Dolomitengipfel. Genussskifahren ohne Stress. Dazu bietet Alta Badia perfekte Langlaufloipen, die sich abwechslungsreich durch idyllische Wälder und über einsame Almwiesen ziehen. Auch Nordic Walking ist im Frühling purer Hochgenuss. Dazwischen gönnt man sich einen Cappuccino oder einen Spritz auf der Sonnenterrasse mit Blick auf die Dolomitengipfel. Für Kenner sind die Frühjahrswochen die beste Jahreszeit. Und dafür sprechen auch die besonders günstigen Konditionen, zu denen man in Alta Badia perfekte Ferien im Schnee erleben kann. Mitten in einem riesigen Skizirkus mit Zugang zu über 500 Pistenkilometern und im UNESCO Weltnaturerbe Dolomiten. 12 INEWS Dolomiti Super Sun: Grosser Genuss zu kleinen Preisen • Vom 15. März bis zum Saisonende am 6. April 2014 bietet das Angebot Dolomiti Super Sun einen Skitag kostenlos an • Unterkunft: Wer sieben Übernachtungen bucht, zahlt nur den Preis von sechs • Skipass: Den 6-Tages-Skipass gibt es zum Preis von fünf Tagen • Ski- und Snowboardverleih: Sechs Tage kosten so viel wie normalerweise fünf • Skischulen Alta Badia: Vier Privatstunden gibt es zum Preis von drei Die Vergünstigungen erhalten die Gäste in den vertragsgebundenen Betrieben. INEWS 13
  8. 8. t ourism Nicoletta Altieri t ourism Avvolta dallo sguardo limpido della signora bianca: Zurigo. Gabriella Groppetti S embra che il tempo si sia ad un tratto fermato. Immersa in paesaggi paradisiaci, dove la natura è mito supremo, e ricorda all’uomo la sua bellezza che non può essere sciupata e superata. Alte montagne innevate si riflettono nelle acque limpide e fredde di laghi, il verde risalta agli occhi dello spettatore e gioca alternandosi con le sfumature di quella stessa tonalità. Zurigo è un cuore forte che pulsa al centro dell’Europa. Lo sguardo ipnotizzato da quell’architettura fatta di spigoli duri, di campanili erti, quasi a voler toccare il divino, l’immenso, il profondo. Si odono rintocchi di orologi, così precisi che portano la mente a riflettere su una realtà che si inchina al passato; quel suono così ben scandito, ti conduce ad un’essenza di magia. Ti inoltri su strade ampie, pulite, colme di gente che si preparano per la notte di San Silvestro prese dai preparativi. Gentili, ma sempre così composti, sotto un cielo profondamente azzurro, che ti libera da ogni pensiero che possa offuscare la meraviglia di quel momento, di quella città che sembra essere una cartolina ferma ed intatta nel tempo. Il sole tiepido ti scalda appena e sembra lottare contro il freddo, così secco che quasi ti taglia il viso. Osservo tutto con estrema attenzione ed attendo la serata al Movenpick per l’Italo- Swiss Silver Night 2014. Esperienza indimenticabile tra artisti di grande talento e persone cordiali ed ospitali. Zurigo in quella notte, mi è parsa anche grazie a loro doppiamente fantastica; segno evidente dello stretto connubio tra cultura, paesaggi e popolo, mi hanno fatto gustare in pienezza l’incanto di questa città. Hotel For Friends: Ankommen und Wohlfühlen I n der Olympiaregion Seefeld, hoch über dem Inntal, eröffnen Tourismusvisionäre am 5. Juli 2014 ein neues Fünfsterne- Hotel fernab vom touristischen Mainstream. Unter dem Motto "Besuch bei Freunden" finden Gäste ein Konzept vor das sich der Natur & Entspannung, Kunst & Kultur, Genuss & Kulinarik sowie dem Zusammenspiel aus Körper, Geist & Seele gleichermassen widmet. Beeindruckend ist die Lage des For Friends-Hotels: In Mösern, auf einem sonnigen Hochplateau in 1200 Metern Höhe, erwartet den Gast ein derart atemberaubender Ausblick dass ihn bereits Albrecht Dürer in seinen Bildern festgehalten hat. Umgeben von malerischen Berggipfeln liegt das Haus inmitten des Landschaftsschutzgebiets Wildmoos. Auf 650 Kilometern Wanderwegen, 200 Kilometern Routen für Mountainbikers, Golf plätzen oder einem Badesee finden Outdoor-Fans ideale Bedingungen vor. Wer sich, seinem Körper und der Seele, etwas Gutes tun will lässt sich von dem effektiven Erfolgsprogramm aus sportlicher Fitness, mentalem Training und alpiner Bodenhaftung, begleiten. Goldmedaillengewinner Toni Innauer hat das "tiefenwirksame" Konzept speziell für das For Friends zusammengestellt. Relaxt wird im 1500 Qm grossen SPA mit Pools, Saunen, Kräuterbädern und weiteren Möglichkeiten, die "Seele baumeln zu lassen". Auch diverse Programme mit Workshops oder Vorträgen führen Interessierte Gäste vertieft ins Thema "Entspannung/Erholung" ein. 14 INEWS Die geschmackvoll eingerichteten Zimmer, Lofts oder Suiten sind mit sämtlichen Annehmlichkeiten sowie modernster Technik ausgestattet. Und da zu einem perfekten Urlaub auch lukullische Genüsse gehören kann sich der Gast in einem der fünf speziellen Restaurants mit Bergpanorama-Sicht verwöhnen lassen: Unter dem Motto "Culinarium Alpinum" halten heimische Sternenköche das Beste aus Küche und Keller bereit während später dann der Tag in der Cigar Lounge, der "Schnapsidee"-Bar, in der mit 4000 Büchern gutbestückten Goethe-Bibliothek (der Schriftsteller erholte sich gerne in diesem Alpenparadies) oder den kulturell hochstehenden Unterhaltungsanlässen stilvoll ausklingt. Das diesjährige Motto des mit Flugzeug, Auto oder Bahn gut erreichbaren Hotels For Friends heisst "Wahlverwandtschaft". Weitere Infos finden sich auf www.for-frieds-hotel.at INEWS 15
  9. 9. t ourism Don Francis Sharjah: an Emirate between Tradition and Modernity T he third largest of the Emirates, Sharjah promotes itself as the Emirate of Contrasts, and that, of course, without exaggeration. It was one of the first Emirates – perhaps the quickest off the mark – to exploit its growing oil wealth for economic development and modernization. However, of all the Emirates, it is conceivably the most conservative – even forbidding the sale of alcohol – and has ensured that modernization takes place in lockstep with its old Islamic culture and traditions. Sharjah was the first emirate in the area to build an airport, and that was already in 1932. Since then the international airport in Sharjah has grown with further development projects scheduled to finish next year. By that time, the airport expects to handle 8 million passengers each year. Sharjah International Airport along with Abu Dhabi and Dubai airports are the international gateways for air travel to the United Arab Emirates (UAE). The Sharjah airport is situated 10 miles from the city center and just 15 miles from Dubai, which makes the emirate exceptionally accessible for air travel from all parts of the world. The region’s first budget air carrier, Air Arabia, is based in Sharjah, and it is also the biggest budget carrier in the Middle East. Sharjah, under its farsighted ruler, began to invest heavily in education and cultural development, bringing its ancient 5’000 year history and the later Islamic culture for the local population and foreign visitors to appreciate and admire. 16 INEWS Sharjah has scores of archeological sites scattered all over the region, and it has many splendid mosques, 20 museums, and the Expo Center Sharjah that stages the largest book-fair in the region. A vast area near the international airport soon transformed into a city with numerous buildings fashioned in magnificent Islamic architecture. The University City of Sharjah is a purpose-built district in the city of Sharjah, the capital, housing eight educational establishments, including a police academy and a teaching hospital. It also has an extensive library. Its history and its cultural and educational attributes persuaded the UNESCO to name Sharjah the “Cultural Capital of the Arab World in 1998”. Responding to the recreational needs of its foreign workers, Pakistani and Indian, in particular, the emirate invested in developing the infrastructure for cricket, and since has become one of the leading venues for international cricket. Sharjah paved the way for cricket to establish itself in the Gulf region, and, although Dubai and Abu Dhabi as well have valid claims for promoting the game now, it still remains the revered regional pioneer of this most traditional of all English games. Sharjah is certainly a country of astonishing diversity and contrasting features. The traditional souks (market) buzzing with activity sit comfortably within the ultramodern cities such as the capital Sharjah. Sharjah is the only emirate to have a coastline alongside both the Arabian Gulf and the Gulf of Oman. Although the dessert dominates the landscape, Sharjah is rich in fauna and flora that thrive not only on the fertile wetland and oasis regions that produce large amounts of fruits and vegetables but elsewhere, as well. The coastal strip is full of marine life, and the beaches provide fabulous retreats for the visitor as well as the locals. The landscape itself is truly stunning with large tracts of desert, wetlands, tropical plains, sand dunes and an majestic mountain range reaching up to 1’500 meters. Sharjah is actually a mini-state with an abundance of spectacular landscapes, cultural attractions and recreational facilities, including beautiful beaches, for visitors yearning for the sun, or are in search of outdoor adventure, or are simply fascinated by foreign cultures. Sharjah is easy to get to from Switzerland: from Geneva or Zurich fly on Emirates to Dubai airport, which is only 15 miles from Sharjah city centre! For further information please contact: Sharjah Commerce and Tourism Development Authority Crescent Tower, 9th Floor - PO Box: 26661 - Sharjah, UAE - Tel: +97165566777 - Fax: +97165563000 - Email:info@sharjahtourism How to get there: Emirates Airlines - Gerbergasse 5 - 8001 Zurich - Tel.: 0844 111 555 Websites: www.sharjahtourism.ae - www.sharjahimages.com - www.f1sharjah.ae INEWS 17
  10. 10. t ourism Carla Bordoli C. V. LA GRANDE INDUSTRIA DEL TURISMO Fitur-Madrid, Fespo-Zürich, BIT-Milano, ITB-Berlin M olta l’aspettativa dei professionisti del settore e del pubblico che hanno assistito alla quarta fiera del turismo di questo primo trimestre del 2014: la ITB di Berlino, che si é tenuta come ogni anno nella capitale tedesca (5-9 marzo). Il team al completo di INEWS, compreso il nostro editore, CEO dell’agenzia di comunicazione internazionale MEDI@PRESSE, Antonio Campanile, é stato ancora più presente quest’anno in particolar modo, visto il crescente interesse dimostrato in tutte le principali fiere, sia da operatori professionali sia dal pubblico amante dei viaggi, nei confronti dell’industria turistica. Ci domandiamo il perché di questa ondata di entusiasmo ed ottimismo. Sicuramente la spinta arriva con forza da due fattori fondamentali, secondo il mio punto di vista: da un lato, e questo riguarda maggiormente gli operatori del settore, la rapidità alla quale giá “viaggiamo” in internet; dall’altro, il desiderio di evasione e di liberazione dalle pressioni quotidiane, dopo tanti anni di crisi globale. Ma analizziamo questi due fattori più in profondità: la rete ci permette di volare, prenotare, immaginare grazie a video, foto, assistenti virtuali, consulenti di viaggio che ci raccontano le loro esperienze, ci consigliano o sconsigliano determinati luoghi, ristoranti, hotel, escursioni, voli, compagnie, tutto con un click. La tecnologia richiede non solo velocità di reazione e programmazione da parte di chi lavora e vive del turismo, ma anche altissima qualità del servizio, altrimenti la concorrenza o anche solo un gruppo di amici di Facebook o in Twitter con opinioni condivise a velocità digitale, possono innalzare una destinazione o un tour operator tra i grandi, oppure affondarli per un’intera stagione. Ammettiamolo: il cliente, il turista, la famiglia, i single, i solitari, gli amici, la business-people che vuole staccare dallo stress quotidiano, non sono piú degli inesperti che si lascino consigliare, guidare. Non dimentichia- 18 INEWS mo che anche i nonni e le nonne in molti casi oggigiorno utilizzano Skype, Internet, e la televisione interattiva! Il livello di conoscenza di offerte, di web che mettono a confronto il rapporto qualità-prezzo, i programmi informativi, i link, gli spot, tutto ciò che ormai fa parte del vocabolario e del modus vivendi dell’essere umano, pretende dal professionista dell’industria turistica una profonda capacità, flessibilità, mobilità, conoscenza: proprio come se ogni interlocutore lo sottoponesse ad un esame universitario “per eliminazione”: compro o non compro il pack, l’hotel, il “tutto compreso”, la crociera. E non dobbiamo tralasciare di analizzare anche il secondo fattore cui accennavo e che ritengo abbia reso le fiere di questo 2014 cosí brulicanti di visitatori di tutte le categorie: dopo anni di crisi, pessimismo, sventura e a volte disgrazie portate dalla disperazione globalizzata, abbiamo bisogno, e in questo senso penso maggiormente all’utente finale, di sognare per sopravvivere, per credere che le cose possano solo migliorare. E qual è il modo migliore di sognare? Viaggiare, organizzare al meglio proprio l’evasione, seppur temporanea, da una realtà che fino ad ora ci ha schiacciati. Questo desiderio di fuga, di aria, di libertà dalle brutte notizie, dalle situazioni personali o che comunque ci toccano per amicizie e contatti diretti ed indiretti, spinge sicuramente moltissimi visitatori a cercare quel luogo, quella magia, quel paesaggio, o semplicemente questo o quello stand che sicuramente risponderá alle loro aspettative. Al di là delle riflessioni, comunque, ci sono i fatti: FITUR Madrid ha avuto quest’anno più di 200.000 visite, FESPO Zurigo 70.000. BIT Milano, con la partecipazione di 2130 imprese e 100 Paesi coinvolti, si é conclusa con piú di 62.000 visitatori, dato significativo se si tiene in considerazione il fatto che si è svolta in tre giorni anziché quattro. Più di 1.000 hosted buyer internazionali che hanno incontrato seller di oltre 20.400 business direttamente agli stand, Foto: Medi@Presse by Tony Campà seguendo il nuovo “B2B concept” introdotto quest’anno, per incontri più mirati e concreti, meno dispersivi. La BIT si è riconfermata, pertanto, come la manifestazione di riferimento soprattutto della zona euromediterranea. Molto interessante e densa di contenuti la presentazione inaugurale di EXPO 2015, durante la quale il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, ha testualmente affermato: “Faremo innamorare i turisti della Lombardia”, e naturalmente del resto del Bel Paese. E non solo per i sei mesi di durata dell’evento, ma anche per i sei anni successivi, e oltre. Ci rende orgogliosi sottolineare che il Presidente Maroni é uscito dalla sala del Palazzo dei Congressi della Fiera di Milano tenendo in mano l’ultima copia della nostra bellissima rivista INEWS. Lo stesso dicasi per il Commissario Unico di EXPO 2015, Giuseppe Sala, il quale ha apprezzato l’articolo scritto proprio su di lui e l’accordo con Slow Food, nel numero di gennaio 2014, e la caratteristica multilingue e multiculturale del nostro magazine mensile. La firma sulla copertina é stata invece apposta dal Vice-Presidente della Commissione Europea per il Turismo, Antonio Tajani, pure presente all’inaugurazione della BIT e molto interessato ad avere una copia di INEWS. Anche il Direttore Generale Divisione Gestione Evento EXPO 2015, Piero Galli, che giá avevamo incontrato in occasione della conferenza stampa presentando EXPO 2015 a FITUR, ha ricevuto dal nostro editore Antonio Campanile la sua copia della rivista con l’offerta di realizzare le traduzioni dei testi che possano essere necessarie per un evento così importante ed internazionale. Breve ma interessante scambio verbale con Josep Ejarque, Direttore Generale di Explora, al quale abbiamo confermato la nostra disponibilitá per una collaborazione nella comunicazione estera. Ricordiamo ai nostri lettori che INEWS é l’unica rivista multiculturale multilingue in Europa che riceve dai suoi collaboratori dislocati in vari Paesi d’Europa testi, interviste, reportages in italiano, spagnolo, inglese, francese, tedesco, russo, a seconda dell’evento da notificare alla nostra redazione centrale di Zurigo. I testi non vengono tradotti ma pubblicati in lingua originale, proprio per sottolineare il plurilinguismo che caratterizza l’Europa e il Mondo di oggi, senza frontiere. La ITB Berlino pure molto positiva e ricca di novità e proposte. La Germania spinge con forza, confermando la propria preparazione e organizzazione impeccabile, come Paese ospite e potenza turistica, seppure senza il caldo sole del Mar Mediterraneo. E noi di INEWS non mancheremo di informare i nostri lettori in modo sempre piú approfondito, riguardo alle prossime novità del settore vacanze, e non solo, nei prossimi mesi che ci avvicineranno alla tanto attesa estate. Commissario della Expo '15 Sala, Presidende Regione Lombardia Maroni e CEO Mediapresse Zurigo Antonio Campanile INEWS 19
  11. 11. t ourism A Pina Bevilacqua Foto: Medi@Presse by Tony Campà BIT 2014. È già Expo Josep Ejarque, Direttore Generale Explora Piero Galli, Direttore Generale Divisione Gestione Evento EXPO 2015 20 INEWS lla Fiera di Milano per la 34/a Borsa Internazionale del Turismo, una delle principali manifestazioni internazionali del settore, oltre 63.000 visitatori, più di 1.000 hosted buyers (di cui il 54% al debutto e provenienti soprattutto da Usa, Russia, Regno Unito, India, Brasile), oltre 20.400 business match, più di 2.000 giornalisti, massimo interesse dalle aree economiche più dinamiche del globo (Est Europa, Medio Oriente, Africa, Asia e Americhe), espositori da più di 100 Paesi e da gran parte delle Regioni italiane, con alcune new entry (come Armenia, Lettonia, Botswana, Nicaragua, Lazio e Sicilia), tutti alla conquista di quel miliardo di viaggiatori che secondo l'Organizzazione per il turismo delle Nazioni Unite anche quest'anno, come nel precedente, andrà in vacanza. Protagonista indiscussa alla BIT l’attesissima Esposizione Universale 2015 di Milano “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Una torta da 20 milioni di visitatori (di cui almeno 8 stranieri), che si aggiunge alla già straordinaria offerta turistica italiana. Per l’Expo dei record, il 1° grande evento italico post crisi, uno stand di 400 mq, tra piantine, spighe di grano e siepi, e l’obiettivo di staccare almeno 4 milioni di biglietti entro luglio. Sicuramente raggiunto viste le performances registrate da Expo 2015 alla fittissima 3 giorni milanese del turismo. Perciò ora come non mai c’è ottimismo e maniche rimboccate nello Stivale del turismo, specie tra i giovani imprenditori. «Qualità e cortesia. Il resto ce lo mette la nostra Italia con le sue bellezze e le sue bontà, uniche al mondo». È questa la ricetta di Frank De Luca, che nello storico Bar De Luca's e nel famoso De Luca's Lido sull’incantevole e chilometrica spiaggia di Praja a Mare (Cosenza) ha sempre un sorriso e tante attenzioni per i suoi clienti. Lo incontriamo nel Padiglione Italy, carico di biglietti da visita ed entusiasmo. «In Italia la presenza di turisti stranieri ha superato quella degli italiani. Purtroppo, però, meno della metà della spesa estera per le vacanze in Italia arriva nel nostro Paese, mentre il resto arricchisce le altre economie. Inoltre la presenza di turisti italiani in Italia è calata dell'8,3%, e non c’entra la crisi. Infatti, nel 1° semestre 2013, dei 36,5 milioni spesi dagli italiani per le vacanze (cioè +1,2% sull’anno precedente) quasi 10 (cioè +14,6% rispetto al 2012) sono stati spesi oltre confine. E potremmo continuare con gli esempi che impongono alle nostre istituzioni un rilancio serio del settore e a noi operatori la riqualificazione delle nostre aziende. Naturalmente entro il 1° maggio 2015, quando scatterà l’Esposizione Universale milanese, tra l’altro dedicata proprio al cibo, una delle nostre eccellenze, e quindi la nostra grande occasione al quadrato, se solo si considera che in Italia circa un terzo della spesa di vacanzieri italiani e stranieri è destinata alla tavola, ovvero alla ristorazione e all’acquisto di bevande e prodotti alimentari tipici!». A Milano, ad ‘affilare le unghie’ in vista della Milan World Expo 2015, Alitalia, che con il nuovo orario estivo (in vigore dal 31 marzo) volerà verso ben 103 destinazioni, di cui 77 nel resto del mondo, servendo 186 rotte, per un totale di 2.361 frequenze settimanali. E a marzo, tra le tante promozioni, tariffe agevolate per i fine settimana a Reggio Calabria, ad ammirare i famosi Bronzi di Riace (che svetteranno sulla fusoliera di 2 aerei della flotta), il Museo archeologico che li custodisce, il Museo nazionale della Magna Grecia. In effetti con le mostre sul celebre pittore catanzarese Mattia Preti, a 400 anni dalla nascita, e l'itinerario del "Nudo sull'arte",con l'apertura del Museo delle Reali Ferriere borboniche di Mongiana, con tutto il percorso produttivo del ferro, punta decisamente sulla cultura la Calabria (nel 2013 un milione e 600mila presenze straniere, soprattutto tedeschi, francesi e russi, questi ultimi triplicati in 2 anni, contro il milione e 218mila di presenze italiane). Calabria che è mare (Tropea, Praja a Mare, Scalea, Diamante, Pizzo, Soverato…) e natura (i Parchi della Sila, dell’Aspromonte, del Pollino, delle Serre,l’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto, la Riserva Tarsia Crati…) incontaminati, ma anche incalcolabile patrimonio culturale (i Musei di Altomonte, Taverna, la "Nave della Sila" di Camigliatello, la Certosa di Serra San Bruno, il Museo di Santa Barbara a Mammola, il Museo della Memoria a Ferramonti di Tarsia, l’antichissima processione della “Varia” di Palmi, patrimonio Unesco…) e preziose testimonianze del passato (la grotta del Romito di Papasidero, uno dei più antichi esempi d’arte preistorica in Italia, il Codice Purpureo di Rossano, la Cattolica di Stilo, gli scavi della Sibaritide, l’area di Gerace, il Castello di Santa Severina, San Giovanni Therestis a Bivongi, il Duomo gotico cistercense di Cosenza, tra i più noti e particolari edifici sacri dell’Italia Meridionale…). Alla Borsa Internazionale del Turismo pure la Sicilia ha puntato sulla cultura, trascurando i suoi grandi attrattori per lanciare itinerari alternativi che si snodano tra le isole Egadi; la via Valeria (strada romana che connetteva Messina a Marsala); i siti di Sabucina, Polizello, Lentini, Pantalica e Thapsos, custodi delle origini della Sicilia; i castelli medievali dell'entroterra siciliano, da Gela a Sperlinga; la Catania sotterranea; i teatri greco-romani più piccoli, tra cui quelli di Tindari, Palazzolo, Eraclea Minoa. Storia in primo piano all'Elba, in festa per il bicentenario dell’arrivo di Napoleone Bonaparte, che per 10 mesi, dopo l'abdicazione di Fontainebleau, impose la lussureggiante Isola toscana all'attenzione d'Europa. Per l’occasione riportata ai fasti bonaparteschi la residenza dei Mulini, oggi Museo Nazionale, e in arrivo all’Elba la tenda utilizzata da Napoleone per i suoi spostamenti, vera e propria reggia itinerante. La Puglia turistica, che nell'immaginario internazionale, grazie a operazioni come il recupero delle masserie e l’accurata valorizzazione del patrimonio enogastronomico, anche quest’anno si è presentata alla Borsa Internazionale del Turismo con dati da 1° della classe. Al seguito Riccardo Scamarcio, testimonial della ‘sua’ provincia di Barletta-Andria-Trani, che annovera meraviglie come Castel del Monte di Andria, sito Unesco, il Castello Svevo di Barletta o la Cattedrale di Trani. Sempre più esaltanti le performances di Matera (nel 2013 200mila arrivi), che diventa così il fulcro della nuova offerta turistica della Basilicata, costruita non solo sul mare di Maratea e Metaponto, ma pure sui percorsi religiosi delle chiese rupestri e dell'arte sacra, sugli itinerari federiciani, naturalistici e del buongusto. Longevità e qualità della vita i temi chiavi del marketing territoriale della Sardegna, che continua ad essere calamita di vacanzieri (nel 2013 1,2 milioni di presenze in più, pari al 13%). In previsione di Expo 2015, alla BIT la Campania ha presentato il progetto "Viaggio in Campania. Sulle orme del Grand Tour", 9 itinerari (Napoli, Campi Flegrei e terra dei Vulcani, Vesuvio, Sorrento, Capri, Ischia, Procida…) per 9 mesi di mostre, eventi culturali, visite a musei e bellezze archeologiche per rivivere, in chiave moderna, il viaggio di formazione intrapreso da alcuni raffinatissimi intellettuali europei del Settecento. In calendario ancora visite notturne agli scavi di Ercolano, al Gran Cono del Vesuvio. E un'Associazione per promuovere il Cilento, mari e monti rigorosamente votati alla dieta mediterranea e, dunque, a benessere e lunga vita. Il Piemonte, che ha dalla sua i luoghi di Papa Francesco (Portacomaro, le colline dell'Astigiano e delle Langhe) e l’Ostensione della Sindone da aprile a giugno 2015, per celebrare il bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, ha lanciato la 1° piattaforma istituzionale turistica italiana, che permette di prenotare gli alberghi a tariffe scontate e di acquistare tutte le eccellenze del territorio con pochi click. Apertura del 1° destination blog per le Marche, la regione più social d'Italia, 1° su Twitter per numero di followers ( più di 30.000). Presentata alla Borsa Internazionale del Turismo la cartoguida della Via Francigena, che porta dalla contea inglese di Kent, attraverso la Francia e il confine svizzero, fino a Roma. In Italia questa affascinante "via della fede", costellata da luoghi di sosta, villaggi e abbazie, che al volgere del 1° millennio portò migliaia di pellegrini da tutta Europa sulla tomba dell'Apostolo Pietro, magari per poi proseguire verso la Terra Santa, attraversa ben 5 Regioni: Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Lazio. Dedicate agli ospiti di Expo anche “La Via del Mare”, 160 chilometri di rete sentieristica (curiosamente più lunga del percorso autostradale dell'A7 solo di una quindicina di chilometri), da percorrere a piedi, in mountain bike o, in parte, a cavallo,che da Milano, attraverso il Parco del Ticino, conduce al Parco di Portofino. La “Strada dei Vini del Cantico”, che collega i territori umbri (Perugia, Todi, Assisi, Spello, Bettona, Cannara, Torgiano, Massa Martana, Collazzone, Marsciano, Monte Castello di Vibio, Fratta Todina) di una Docg (Torgiano Rosso Riserva) e 5 Doc (Assisi, Torgiano, Todi, Colli Martani, Colli Perugini). La “Strada delle Abbazie”, itinerario storico, artistico ed enogastronomico alla scoperta di 9 abbazie lombarde, da quella di Monluè a quelle di Chiaravalle, Viboldone e Morimondo. Le Strade dei Vini e degli Olii del Lazio, che a Milano, pensando proprio all’Expo del food, ha eletto l'enogastronomia e i sapori tradizionali quali ambasciatori dei suoi territori nel mondo. Come sempre era presente la nostra Mediapresse, con il CEO Antonio Campanile,per salutare i suoi clienti e sviluppare nuove partnership. Né poteva mancare INEWS. Ed è stato davvero un piacere dovervi raccontare la BIT, perché girando forsennatamente per i 4 Padiglioni, per non lasciare nulla al caso, abbiamo fatto letteralmente il pieno di profumi e sapori indimenticabili. Appuntamento all’edizione 2015, sempre alla Fiera di Milano, dal 12 al 14 febbraio. Quando l’Esposizione Universale sarà ancora più vicina e perciò la BIT, promette il neo direttore Cristina Tasselli, ancora più ricca. INEWS 21
  12. 12. e vents Daniela Corti Presentazione "Ozero Komo" 22 INEWS U n folto pubblico ha presenziato ieri pomeriggio al Palace Hotel di Como alla presentazione della nuova rivista dedicata al Lago di Como e scritta in cirillico. Ozero Komo, che significa appunto Lago di Como, è nata da un'idea innovatrice di Tatiana Rykoun, dal 1997 guida turistica a Como, di origine moscovita, già insegnante di russo all'Università dell'Insubria, è la prima rivista che si propone ai turisti russi e non solo. Tatiana Rykoun, editore e direttore responsabile, alla presenza di numerosi imprenditori, commercianti ed albergatori della zona, ha illustrato nella sala dell'Hotel Palace i fini della sua iniziativa:fornire informazioni dettagliate e diffondere la cultura del luogo ai russi di cui si contano 5000 presenze tra Como, Milano ed il Ticino che sono persone davvero esigenti, rivolgendosi però anche ai territori limitrofi, ed in un secondo momento organizzare tour per piccoli gruppi non solo sul lago, ma anche in altre zone d'Italia, magari sconosciute ai più e dove arrivare da soli è difficile. La rivista, si presenta accattivante, ottanta pagine su carta patinata, foto bellissime di Como e dei suoi luoghi più affascinanti e romantici, e ben strutturata. Sarà posizionata negli alberghi, nei ristoranti della provincia con cadenza trimestrale, giungerà anche alle agenzie turistiche di Mosca e San Pietroburgo, cosi da stimolare chi programma viaggi sul lago, manager e non, a restare incantati dal territorio. Il lago di Como ed i suoi angoli magici, e la sua storia sono molto conosciuti in Russia, grazie anche alle star di Hollywood che vi dimorano e sono sempre in numero maggiore coloro che dalla fredda Russia si spingono fino a noi per acquistare casa o cercare temporaneo rifugio dallo stress sulle rive di quello che è considerato il più bel lago del mondo. La rivista è già stata presentata alla BIT di Milano e a Ristorexpo, ed è davvero un'occasione diversa ma importante di visibilità per tutti gli esperti del settore. INEWS 23
  13. 13. e vents italiannews.ch SWISS MULTIKULTI LIFESTYLE MAGAZINE IL 10 FEBBRAIO 2014 HA PRESO IL VIA UNO DEI PIÙ GRANDI E COMPLESSI PROGETTI LOGISTICI E DI MONTAGGIO DELLA SVIZZERA: L’ALLESTIMENTO DEL SALONE BASELWORLD 2014. N elle prossime cinque settimane, nella città di Basilea e nell’area circostante si svolgerà uno dei più grandi progetti logistici e di montaggio della Svizzera. Durante le otto giornate di Baselworld − il salone dell’orologeria e della gioielleria più importante a livello mondiale − verrà consegnato materiale proveniente da tutta Europa per l’allestimento dei fantastici pavillon fieristici. Per affrontare al meglio l’allestimento di questo evento che si tiene ogni anno, serve una pianificazione logistica ben studiata. Nei padiglioni di MCH Group, nell’arco di sei settimane e con la collaborazione di migliaia di addetti, verrà allestita una vera e propria cittadina con edifici a più piani che, sotto molti aspetti, fanno invidia alle più famose strade per lo shopping in Svizzera e all’estero. Per affrontare in maniera professionale l’allestimento di questo mastodontico evento, MCH Group con sede a Basilea ha sviluppato un complesso piano logistico. I colli che giungeranno da tutta Europa e, in parte, anche da oltre oceano, saranno trasportati nel luogo finale di destinazione in centro città in base a un piano dettagliatissimo. Sono necessarie centinaia di migliaia di tonnellate di acciaio, legno, plastica, vetro, cavi e altro materiale per allestire questa «cittadina nei padiglioni». I camion in attesa in appositi spazi situati fuori dalla città saranno chiamati via radio e raggiungeranno poi, percorrendo 24 INEWS Michael Campbell tragitti prestabiliti, l’area fieristica dove saranno scaricati in brevissimo tempo. Il piano è stato stilato con una precisione che spacca il minuto. Già solo un minimo ritardo di un singolo camion può comportare un ritardo non più recuperabile nell’allestimento di Baselworld. Spaccato dei rami commerciali e delle branche più disparati Non è esagerato affermare che nei padiglioni fieristici verrà allestita una vera e propria cittadina. Durante le sei settimane fino all’inizio dell’evento, 20'000 addetti saranno impegnati nei lavori d’allestimento. Per di più, non si tratta di stand fieristici normali ma di enormi edifici di più piani, con ampi spazi, ascensori, impianti WC, cucine, uffici ecc. In questa fase, i padiglioni a Basilea sembrano un immenso cantiere internazionale. All’allestimento di Baselworld lavorano contemporaneamente, durante sei settimane, migliaia di addetti ed esperti dei settori più disparati. Specialisti di costruzioni in acciaio, elettricisti, installatori idrosanitari, specialisti di statica edile, architetti, imbianchini, falegnami, posatori di tappeti, decoratori, ingegneri di impianti d’illuminazione, informatici, autisti − per citarne solo alcuni − raggiungono, tutti gli anni, la città svizzera sulle rive del Reno da tutta la Svizzera e da tutta Europa. MIPS 2014 at VILLA PADIERNA DA BRUNO FLAMENCO PIZZA José Parra a Marbella MASSIMO VITA INEWS 25
  14. 14. Impressum Editorial Editor ¡Llega la primavera! Marzo trae eventos, negocios y mucha solidaridad Antonio Campanile Managing Editor Pina Bevilacqua Testimonial VIP Umberto Tozzi DIRECTOR DE MARKETING Y PUBLICIDAD Antonio Campanile JEFES DE REDACCIÓN Gabriella Groppetti (Redacción alemana/deutsche Redaktion) Heidi Giuliani (Redacción alemana/deutsche Redaktion) Bryan Basnayake (Redacción inglesa/englische Redaktion) Mursia Petrachi (Redacción italiana/italienische Redaktion) Carla Bordoli Crivelli Visconti (Redacción española/spanische Redaktion) Luisa Pavesio (italienische Redaktion) REDACCIÓN Daniela Corti Cristiana Corti Isabel Moreno Sánchez Gabriele Beate Hefele Juan Miguel Fernández Pérez Ana Parra Rojas Jorge Juan López Carrera Lola Montes Bruña Lidia Moreno Aguilar Luana Pavesi Sofia Beatrice Monti Zulay Gómez Carrera Luciano Pappalardo Pasquale Balestriere María José Camacho Pérez Corina Butas Vania Penha da Silva INFORMACIÓN en alemán, COSTA DEL SOL Gabriele Beate Hefele (periodista) MARKETING/PUBLICIDAD News@campanile.ch RELACIONES PÚBLICAS Luana Pavesi (marketing/PR/comunicación) Fotografía Antonia Guerra INFORMACIÓN MÚSICA Y EVENTOS Sofía Beatrice Monti (cantante y relaciones públicas) MODA, IMAGEN, TENDENCIAS Lola Montes Bruña (personal shopper) María José Camacho Pérez (hair stylist) Vania Penha da Silva (beauty consultant) GASTRONOMÍA NACIONAL E INTERNACIONAL Bruno Filippone Luciano Pappalardo (Chef) Pasquale Balestriere (Chef) Zulay Gómez Carrera (ayudante Chef y control aprovisionamiento) INFORMACIÓN ECONOMÍA Y FINANZAS Juan Miguel Fernández Pérez (derecho y fiscalidad) Jorge Juan López Carrera (inversiones financieras) Queridas lectoras, queridos lectores: Es al comienzo de la primavera que las flores se despiertan, las plantas vuelven a lucir su color más vivo, y también nosotros de INEWS SPAIN nos sentimos llenos de energía y de entusiasmo, especialmente a la luz de los eventos que a partir de este mes tan esperanzador llenarán nuestras páginas de INEWS y nuestras agendas personales y profesionales. Restaurantes y hoteles reabren sus puertas para la nueva temporada que se acerca, los palacios de congresos de la Costa del Sol retoman sus actividades, las empresas de catering elaboran sus menús novedosos de gastronomía nacional e internacional, dada la gran variedad de clientes residentes y ocasionales de todo el mundo que vienen a este lugar por muchos definido como “la California de Europa”. También acompañan este comienzo de primavera las iniciativas solidarias de los rotarios de la Costa del Sol, entre las que mencionamos la primera que tendrá lugar, creando mucha expectación, el día 23 de marzo, en ocasión del maratón de 10km organizado por el Club Atletismo Estepona con el apoyo del Ayuntamiento de la ciudad malagueña, conjuntamente precisamente con el RC Estepona – Costa del Sol, como nos ilustra su Presidente Juan Miguel Fernández Pérez, con un fin solidario de todo respeto: “End Polio Now”, pongamos fin a la polio, iniciativa que Rotary International está llevando a cabo desde 1979 en todos los Países del Mundo (fuente: www.rotary.org/es). A día de hoy todavía quedan tres focos contra los que actuar con contundencia vacunando a la población sobre todo infantil más a riesgo: Nigeria, Afganistán y Pakistán. Cada inscripción (8 euro.) al maratón de Estepona del día 23 de marzo de este año, por lo tanto, permitirá vacunar a 18 niños en los Países en los que todavía hay focos de esta enfermedad, por muy increíble que parezca en el siglo XXI. Los niños hasta 9 años de edad, participarán en el maratón con un recorrido simbólico de 350m, y los de 10 y 11 años recorrerán una distancia de 700m. Al final a todos les esperará su merecido premio: una medalla con la que seguramente hasta dormirán por la noche, ¡orgullosos de su logro deportivo y solidario! La carrera de las categorías Infantil y Cadete será de 1.500m. Y para los adultos el gran reto: ¡10.000m! ¡Animaos a participar! Carla Bordoli Crivelli Visconti INFORMACIÓN MÉDICO-CIENTÍFICA Ana Parra Rojas Arte Emilio Bordoli Katia Biundo COLABORADORES WEB Y REDES SOCIALES Vincenzo Ottavio Pesce (web&community manager) Lidia Moreno Aguilar (community manager) Corina Butas (social networker) INICIATIVAS SOCIO-CULTURALES Rotary Club Estepona – Costa del Sol 26 INEWS INEWS 27 INEWS 27
  15. 15. e vents Antonio Chaves Acto de presentación del Marbella International Property Show 2014. José Luis Hernández, Ricardo Arranz y José María García Urbano. Marbella International Property Show 2014 aborda las nuevas oportunidades del sector inmobiliario Villa Padierna Palace Hotel acoge del 18 al 21 de marzo la segunda edición del MIPS con las mejores propiedades de Marbella, Estepona y Benahavís, nuevos productos y jornadas de debate con expertos del sector inmobiliario dirigidos a los mercados ruso, chino, árabe y europeo 28 INEWS Ricardo Arranz subraya que el momento actual es crucial en dos vertientes: sacar al mercado el stock actual procedente de las entidades bancarias y abordar nuevos productos con arquitectura vanguardista, nuevas tecnologías y ahorro energético V illa Padierna Palace Hotel acogerá del 18 al 21 de marzo la segunda edición de Marbella International Property Show (MIPS), un salón inmobiliario y foro de debate sobre inversiones de referencia en la Costa del Sol en el que se exhibirán y pondrán en el mercado las mejores propiedades que actualmente se encuentran en el Triángulo de Oro, formado por los municipios de Marbella, Estepona y Benahavís. El presidente de Villa Padierna Hotels and Resorts, Ricardo Arranz, ha estado acompañado en la presentación del MIPS 2014 por el alcalde de Estepona, José María García Urbano; el alcalde de Benahavís, José Antonio Mena; y el concejal de Turismo del Ayuntamiento de Marbella, José Luis Hernandez. Ricardo Arranz ha subrayado que MIPS 2014 se consolida en un momento de grandes oportunidades, con indicadores de recuperación económica y que en el sector inmobiliario se enfrenta a dos retos: “Por un lado sacar al mercado el stock que acumulan, en su mayor medida, las entidades financieras y, por otro lado, abordar un nuevo modelo de construcción con una arquitectura vanguardista, nuevas tecnologías y ahorro energético, todo ello adaptado a los nuevos tiempos”, ha recalcado. Los alcaldes de Estepona y Benahavís, José María García Urbano y José Antonio Mena, así como el concejal de Turismo de Marbella, José Luis Hernández, han mostrado su apoyo institucional al MIPS 2014, evento del que son colaboradores y del que han destacado la gran acogida en su primera edición en 2013. José María García Urbano ha afirmado que “todo lo que sea fomentar y promocionar el Triángulo de Oro es por el interés de todos”. MIPS 2014 ofrece una amplia selección de viviendas del Triángulo de Oro, de las cuales el 90% proceden de entidades bancarias y cuentan con un descuento mínimo del 50% y con una financiación de hasta el 70% del valor de la propiedad. Los expositores se dispondrán según el tipo de vivienda y se dividirán en propiedades de hasta 300.000 euros, de 300.000 a 600.000 euros, de 600.000 a 1 millón de euros; y por encima de 1 millón de euros. Asimismo, el MIPS 2014 desarrollará los nuevos productos Residence y Private Residence Club con escasa incidencia aún en el mercado inmobiliario nacional pero con un fuerte respaldo y afianzamiento en mercados internacionales de prestigio. Estos nuevos productos ofrecen la posibilidad de adquirir inmuebles de lujo y con servicios de primer nivel durante una determinada época del año. El cliente adquiere así la propiedad sólo durante el tiempo que la va a disfrutar, con lo que evita los inconvenientes que puede generar una propiedad durante todo el año. FORO DE NEGOCIO E INVERSIONES EXTRANJERAS MIPS 2014 aboga nuevamente por la configuración de un importante foro de negocios en el que expertos de reconocido prestigio que incluyen economistas, abogados, arquitectos, autoridades institucionales y expertos de primer nivel nacional e internacional en el ámbito inmobiliario y de inversiones y que abordarán las oportunidades de negocio en España por parte de los principales mercados emergentes: Rusia y Comunidad de Estados Independientes (CEI); China, Países del Golfo y Europa. La Ley de Emprendedores, su desarrollo y las oportunidades de negocio e inversiones que abre será uno de los ejes centrales de las jornadas de debate MIPS 2014, que se establecerá en cuatro bloques diferenciados: CEI Forum, Europa Forum; Países del Golfo Forum y China Forum. Estas jornadas de debate despertaron un gran interés en la edición MIPS 2013 congregando a unos 500 asistentes. MIPS 2014 abrirá sus puertas en el Hotel Villa Padierna en un momento en el que crecen las inversiones extranjeras en el sector inmobiliario y otros sectores en la Costa del Sol. Según la estadística oficial del Gobierno, Málaga acapara el 14% de las transacciones inmobiliarias realizadas por extranjeros en España durante los tres primeros trimestres de 2013. Este auge de oportunidades en Málaga y especialmente en el Triángulo de Oro se verá reforzado por la recientemente aprobada Ley de Emprendedores que, entre otros aspectos, dispone otorgar permiso de residencia a los extranjeros que realicen inversiones mayores de 500.000 euros en el sector inmobiliario. INEWS 29
  16. 16. e vents e vents Antonio Chaves Carla Bordoli C. V. MIPS Presentation in Villa Padierna Palace Hotel A The presentation of MIPS took place on the 13th of February in Villa Padierna Palace Hotel. Following the success of our recent “MIPS” (Marbella International Property Show and Investment Forum) event in May this year they will be holding the second show this year from the 18th to the 21st of March 2014. mong the attendees of the presentation were: President Villa Padierna Hotels and Resorts, Ricardo Arranz, Mayor of Estepona, José María García Urbano, the mayor of Benahavis, José Antonio Mena, and the Councillor for Tourism Marbella Town Hall, José Luis Hernandez. The response, press coverage and feedback from the first property show ( MIPS ) has been phenomenal with over 500 guests attending the event over the 4 day period. The speakers were of a very high calibre and amongst them we were fortunate to have sector professionals, economists, academics, financial bodies, leaders from the public sector and other Spanish and International experts that were able to offer in depth knowledge and advice dedicated to buyers from Asia, Russia, Scandinavia, the Middle East and Europe with two round table discussions each day of the event followed by a cocktail. 30 INEWS No admission fee was charged and the event was attended by both clients and professionals who found the seminars both informative and relaxed with the possibility of asking questions and conversing directly with the speakers. The property showroom provided a fantastic showcase of product with a selection of developer, bank and resale propertiesmostly within the Golden Triangle formed by Marbella, Benahavís and Estepona. The second MIPS event to be held in 18th, 19th, 20th and 21st March 2014 and will have the same format and will showcase a wide range of product as well as offer daily seminars each day dedicated to a different emerging market. For further information on MIPS in March 2014 please do not hesitate to contact us. www.mips2014.com MEDI@PRESSE & INEWS MEDIAPARTNERS DEL MARBELLA INTERNATIONAL PROPERTY SHOW & INVESTMENT FORUM (MIPS) - 18-21 DE MARZO 2014 E l pasado 20 de febrero ha sido un día muy especial. La agencia de marketing y relaciones públicas internacionales Medi@Presse Campanile, de Zurich, editora de la revista INEWS, ha llegado a un acuerdo de colaboración como mediapartner del MIPS (Marbella International Property Show & Investment Forum), el salón inmobiliario que en su segunda edición dedicará un día a cada una de las zonas geográficas de mayor potencial inversor en la Costa del Sol y en especial a las situadas en el Triángulo de Oro: Marbella-Estepona-Benahavís. CEI (Comunidad Estados Independientes), China, Europa y Países del Golfo serán protagonistas de los cuatro días de exposición y foro de mesas redondas entre el 18 y el 21 de marzo de este año. El evento tendrá lugar en el espléndido marco del Hotel Villa Padierna Palace (www.villapadiernapalacehotel. com). El salón incluirá carteras de propiedades de varios Bancos e instituciones financieras y en los foros, profesionales del sector e inversores, podrán recibir información extremadamente valiosa para el desarrollo y la gestión de la recuperación inmobiliaria de la Costa del Sol frente a los mercados internacionales consolidados en el pasado como fuente de gran número de inversiones y a los mercados emergentes para los que hay que prepararse, como China, CEI y Golfo Pérsico. Asimismo, MIPS 2014 abordará los nuevos productos de turismo residencial que pueden abrir una nueva era en la concepción turística en España y en el Triángulo de Oro. Se trata de los Residence y Private Residence Club, unos productos con gran desarrollo y éxito en mercados turísticos de gran prestigio y calidad en diversas zonas del mundo, pero que aún no han tenido la posibilidad de abrirse camino en España. En reunión mantenida con el Equipo de Comunicación del MIPS compuesto por Jesús Ramos (en la foto), Juan Manuel Martín y Antonio Chaves, la revista suiza multicultural y multilingüe INEWS (www.italiannews.ch) y Medi@Presse Campanile (www.campanile.ch), han promovido un proyecto cuyo objetivo inicial será el de dar mayor visibilidad en Centro Europa a este evento tan importante para comprender hacia dónde va el mercado que más fuerza tiene en la llamada “California de Europa”: el mercado inmobiliario. Los participantes, todos profesionales del “real estate”, serán urbanizadores, promotores, constructores, Bancos e instituciones financieras, asesores financieros, abogados, arquitectos, y funcionarios del Gobierno y expertos del sector turístico residencial. Durante el Salón Inmobiliario, se realizarán publicaciones, reportajes y entrevistas para llevar la información de este evento que tendrá lugar en el premiado como “Mejor Hotel de España” por la International Hotel Awards (www.ihotelawards.com), a todos nuestros lectores de INEWS en centro Europa y Rusia. www.italiannews.ch - www.campanile.ch INEWS 31
  17. 17. e vents Carla Bordoli C. V. JOSÉ PARRA Flamenco Pizza in Marbella Medi@Presse and INEWS land on Costa del Sol! E ven before establishing a Spanish seat, choosing among the various possible locations and partners he already met in these last few months in the European Californian area named Costa del Sol, the Publisher of INEWS (www.italiannews.ch) Antonio Campanile, CEO of the Public Relations and International Communications and Marketing Agency Medi@Presse (www.campanile. ch) from Zurich, was asked few weeks ago to organize a Flamenco Event in Marbella, in order to listen, evaluate and consequently enlist 10 flamenco musicians to his clients base. These artists had contacted him because they wish him to promote themselves as singers and musicians abroad. Looking for the right place to perform this event with such well-known Spanish artists, we decided to choose Da Bruno Sul Mare Restaurant (www. dabruno.com), on Marbella Paseo Marítimo, which has always had the characteristics of being very similar to a theatre-restaurant, with its central stage surrounded by tables. In fact, Mr and Mrs Filippone, owners of the beautiful and elegant restaurant on the seaside, agreed immediately with the idea: 10 artists, whose names are famous in the whole country: surely a successful initiative which made the 32 INEWS restaurant being working like during a high season night, everybody being happy with such professional music and songs enlivening the evening and a special “Flamento Pizza Menu”. The artists: José Parra (flamenco singer), Antonio Soto (guitar), Juan Heredia with Irra and “El Fosil” (percussion), Lorena Alcaráz (flute), Juan Baca (contrabass), Andi Hernández (bass), Borja González (piano) and, for her first time in public, José Parra’s daughter, Saray, very young but with an amazing talent for singing flamenco with deep passion. We were joined also by members of Estepona Rotary Club (www.rc-estepona.org), who came to the event in order to strengthen the bonds of friendship amongst them, being this one of the main aims of Rotary Club in the world, beyond charity and service to all nations and people worldwide. A great success indeed, which we hope will take these artists soon to Zurich headquarters of Medi@Presse and INEWS for more beautiful Flamenco festivals. We would like to hope that this could be repeated in both Lake Como and Zurich following such a fantastic enjoyable Marbella experience. www.italiannews.ch www.campanile.ch INEWS 33
  18. 18. m edia Carla Bordoli C.V. Un nuovo vento editoriale soffia su Italia e Svizzera Maurizio Giunco e Cesare Baj, rispettivamente Presidente di Espansione S.r.l. ed Amministratore Delegato di Editoriale S.r.l., incontrano a Como l’Editore svizzero Antonio Campanile P resentato a Como il progetto di accordo editoriale tra il quotidiano Corriere di Como, in edicola con il Corriere della Sera in provincia di Como, edito da Editoriale S.r.l., e il mensile multilingue e multiculturale INEWS – italiannews.ch, edito da Medi@presse Campanile, Zurigo. Il progetto intende promuovere in varie lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo) il territorio di Como, lanciando oltralpe l’immagine della città attraverso la carta stampata e online nel resto del mondo, grazie al sito web www.italiannews.ch. L’intento è quello di incrementare turismo e commercio attraverso reportages, interviste a imprenditori e servizi su eventi di attualità e culturali che si svolgono nei rispettivi territori. Dall’incontro, alla presenza della responsabile del progetto Carla Bordoli Crivelli Visconti, è emersa la consapevolezza di far nascere una strategia editoriale di particolare impatto mediatico grazie all’internazionalizzazione. Questo connubio si prefigge di promuovere la stessa multiculturalitá e apertura europea multilingue che si rese evidente vent’anni fa, il 3 febbraio 1989, quando lo stesso editore Campanile, CEO della agenzia di comunicazione, marketing e relazioni pubbliche internazionali Medi@Presse di Zurigo, per la prima volta inserì pagine in lingua italiana nel quotidiano Tagblatt der Stadt Zürich del gruppo Tamedia.ch, diffuso in 200.000 copie ( www. tagblattzuerich.ch ). Il Corriere di Como, abbinato al Corriere della Sera, è diffuso in provincia di Como presso il pubblico più qualificato dei decisori e degli imprenditori. 34 INEWS Nato nel 1997, ha introdotto una serie di innovazioni, che vanno dalla grafica a un esteso impiego del web e di altre piattaforme elettroniche, allo stretto connubio con un altro mezzo dello stesso gruppo, Espansione Tv, emittente leader nel territorio comasco e, dall’avvento del digitale terrestre, anche nel resto della Lombardia e nel Canton Ticino. Ma l’Editoriale S.r.l. non si limita alla pubblicazione del quotidiano. Notevole la produzione di libri di interesse locale, sia nel campo della saggistica sia in quello della narrativa, che ha dato a tanti autori comaschi l’opportunità di farsi conoscere. L’ agenzia Medi@Presse, editrice di INEWS, annovera tra i suoi prestigiosi clienti nomi quali Helvetic Airways, Mövenpick, Migros, Alitalia, Enit, Justex Watch ed Elba Promotion. Ha ideato il trofeo di calcio della cittá di Zurigo organizzando l’incontro Zurigo-Milan. Cura anche l’immagine a livello internazionale del famoso cuoco della RAI Beppe Zullo e ha organizzato, tra gli altri, l’evento turistico “La Puglia in Svizzera”al Letzipark di Zurigo. Ha dato consulenza artistica alla Televisione Svizzera SFR e ha organizzato in più edizioni la “Italienische Nacht”, con cantanti del calibro di Al Bano, Toto Cutugno, Umberto Tozzi e Laura Pausini. Non da ultimo, da più di un anno pubblica e promuove EXPO 2015 MILANO. Gli inserzionisti italiani e svizzeri, da questo accordo tra editori sensibili alle realtà transfrontaliere, si vedranno agevolati da offerte combinate, con visibilità e riscontro potenziati. www.corrierecomo.it, www.espansionetv.it, www.italiannews.ch, www.campanile.ch INEWS 35
  19. 19. b usiness Carla Bordoli C.V. Como e il Lario La “Cittá della Seta” si apre al turismo ed alle proposte di Medi@Presse Campanile, Zurigo L ocation di Medi@Presse e INEWS a Como, l’elegante cittá sbocco naturale del turismo proveniente dalla Svizzera in cerca dello stile, della moda, del “Made in Italy” e delle bellezze di paesaggi, ville, e paesi famosi come Menaggio, Bellagio, Cernobbio, ed altri. Anche noi non potevamo mancare, sempre alla ricerca di partners con i quali creare la differenza che susciti l’interesse dei lettori di www.italiannews. ch e stuzzichi il business-feeling dei clienti della nostra agenzia di comunicazione e marketing internazionale. Proposte, progetti, idee: riunioni molto interessanti con vari professionisti di altrettanti settori, con i quali stringere accordi che sicuramente daranno frutti a corto, medio e lungo termine e movimento alla cittá. Musica, arte, eventi, workshop di stampa internazionale, promozioni estere, sport. In studio anche il progetto di un brillante accordo editoriale con il periodico Il Corriere di Como, in edicola con Il Corriere della Sera. Molto interesse, e dettagli da definire, tra le due testate. Il fine? L’internazionalizzazione della piazza, a beneficio di inserzionisti e imprenditori che vogliano maggiore visibilitá, accompagnati, sostenuti e consigliati dalla professionalitá ed esperienza di entrambe le case editrici. E per gli inserzionisti e clienti svizzeri, l’entrata in un mercato di livello ed in continua crescita come é quello del comasco e dintorni, motore importante dell’economia di tutto il Paese. Sicuramente anche il fatto di avere un cittadino famoso come George Clooney ha contribuito ad incrementare il turismo e l’interesse per la cittá, prova ne é il ranking dei brand del settore, insieme a cittá famose a livello globale come Roma, Venezia e Firenze, ma piú che parole e statistiche di visite, vogliamo far vedere ai nostri lettori la migliore testimonianza: stupende foto scattate in una di quelle settimane nelle quali il Lario si distingue per il suo splendido colore blu cobalto, in netto contrasto con la neve sulle cime delle Alpi, ben visibili da Brunate e dalla Villa del Grumello, Cernobbio. Un ringraziamento caloroso, pertanto, a tutti coloro che fino ad ora ci hanno accolti con entusiasmo e interesse proattivi, essendo questa la base di molti programmi per questo anno 2014 e i successivi. Foto: Medi@Presse by Tony Campà 36 INEWS INEWS 37
  20. 20. m usic italiannews Pina Bevilacqua SWISS MULTIKULTI LIFESTYLE MAGAZINE MU SIC claUDIO Abbado Un silenzio assordante I l suo fondatore non c’è più, ma la Lucerne Festival Orchestra, in agosto, diretta dal lettone Andris Nelsons, comunque animerà il Festival di Lucerna, che per rendere ulteriormente omaggio a Claudio Abbado adotterà il programma ideato da lui. Tra l’altro nell’ultimo disco del grande direttore d'orchestra, uscito postumo, c’è proprio una registrazione al Festival di Lucerna del marzo 2013, in cui il Maestro dirige 2 concerti del suo amato Mozart (il n.25 in Do maggiore K 503 e il n.20 in Re minore K 466),insieme alla sua creatura, l'Orchestra Mozart di Bologna, e alla pianista Marta Argerich. E la Mozart, che poco prima della morte di Abbado, il 20 gennaio scorso, aveva annunciato la temporanea chiusura per problemi finanziari, annullando i concerti, forse non sparirà. Anche perché Riccardo Muti la dirigerà, insieme alla sua Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, il 30 giugno, al 25° Ravenna Festival, diretto dalla consorte Cristina Mazzavillani Muti. In programma il Concerto per pianoforte e orchestra n.3 di Beethoven (solista David Fray) e la Sinfonia n.5 di Ciajkovskij. Andandosene il Maestro ha lasciato un vuoto incolmabile, che in parte verrà colmato dalla sua musica immortale e dal ricordo di un grandissimo dell’Arte e della vita. Era nato a Milano il 26 giugno del ‘33, da famiglia piemontese-siciliana. Il padre Michelangelo era violinista. Abbado ha iniziato la sua carriera dopo gli studi al Conservatorio di Milano, nel 1958. Ha avuto la responsabilità della direzione stabile e musicale delle più prestigiose istituzioni musicali del mondo come il Teatro alla Scala (1968-86), la Staatsoper di Vienna (1986-1991), la Berliner Philharmoniker (1991-2002). Nel suo ampio repertorio, oltre ai compositori dell’ultimo romanticismo, anche le avanguardie del Novecento e i musicisti contemporanei. Per questo, ed altro ancora, è stato insignito di onorificenze e riconoscimenti in tutto il mondo e il 30 agosto scorso è stato nominato senatore a vita dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano. Alla stellare carriera artistica Abbado ha sempre affiancato l’impegno per la divulgazione della musica, specie tra le categorie sociali più deboli. Da qui l’ideazione di istituzioni per lo studio e la conoscenza della nuova musica. 38 INEWS L’opera volta a valorizzare i giovani talenti, anche attraverso la creazione di nuove orchestre come la European Union Youth Orchestra (1978), la Chamber Orchestra of Europe (1978), la Mahler Chamber Orchestra (1986), l’Orchestra del Festival di Lucerna (2003), l’Orchestra Mozart di Bologna (2004). Le molte iniziative per allargare i confini geografici della musica, come quando chiamò per la European Union Youth Orchestra strumentisti dall’Est Europa o quando fece fortunosamente arrivare nei Berliner Philharmoniker musicisti della DDR quando c’era ancora il Muro al centro della Città. I tentativi di portarla a quanti per qualsivoglia motivo ne sono esclusi, dai concerti per lavoratori e studenti negli anni Settanta e Ottanta alle recenti esecuzioni con la sua Mozart negli ospedali e nelle carceri. Capace di unire sempre arte e impegno, a lungo nel 2008 cercò di scambiare un suo ritorno a la Scala con un cachet di 90 mila alberi per Milano. In effetti amava ripetere: «Studiosi, politici, artisti, organizzatori, responsabili e semplici cittadini possono, insieme, determinare una reale collaborazione tra arte, scienza ed etica». E considerava la sua arte un vero e proprio «servizio pubblico». Perciò gli erano così odiosi i tagli alla cultura in nome della crisi. «Si deve colpire il vero spreco ed eliminare le speculazioni», la sua ricetta.«La musica è necessaria alla vita, può cambiarla, migliorarla, in alcuni casi addirittura salvarla», diceva sempre. E per lui, colpito da un cancro allo stomaco nel 2000, la musica era diventata «la miglior medicina». Così come diceva: «La malattia è stata la mia fortuna. Non solo mi ha salvato, ma mi ha fatto riflette su tante cose, mi ha spinto a concentrarmi su quello che per me conta davvero: la musica, gli affetti». Abbado è morto nella sua casa di Bologna, dopo una lunga e fiera lotta contro la malattia. Aveva cancellato gli impegni con l’Accademia di Santa Cecilia già nel novembre scorso e dall’11 gennaio l’attività dell’Orchestra Mozart, ma ha continuato a credere, studiare, suonare, combattere, insomma vivere, fino all’ultimo. Con lui se n’è andato uno dei più grandi e innovativi direttori d’orchestra, ma anche un uomo dallo straordinario valore umano e civile. Un manifesto dell’Italia migliore. Arisa vince con Controvento la 64esima edizione del Festival di Sanremo. INEWS 39
  21. 21. m usic Francesco Rizzuti festival di sanremo Trionfa Arisa e Rocco Hunt A lla sua 6° prova sanremese è arrivata da favorita insieme a Renga e Noemi, e ce l’ha fatta, con “Controvento”, la grande Arisa. L’ex brutto anatroccolo, che ormai sfodera un look elegante, essenziale, ed anche una discreta carriera televisiva (per esempio come apprezzato giudice di X Factor 2012), avrebbe, invece, puntato su "Lentamente (il primo che passa)", il brano eliminato nella 1° serata. Ormai per la 31enne di origini lucane, già 1° delle Nuove Proposte 2009 con “Sincerità” (pure Premio della Critica) e 2° nel 2012 con “La notte”, è consacrazione. Seconda si è classificata l’incredibile accoppiata Raphael Gualazzi e la star techno punk The Bloody Beetroots, con la divertente disco soul “Liberi o no”.Terzo, con il brano ‘a presa rapida’ “Ora”, il giovane Renzo Rubino, anche Premio Miglior Arrangiamento per il brano eliminato dalla fase finale “Per sempre e poi basta”. Francesco Renga, con “Vivendo Adesso”, scritta da Elisa, si è piazzato solo 4°. Ed è stata subito polemica, come da tradizione, perché mentre il televoto aveva proiettato il cantante bresciano, vincitore 2005 con “Angelo”, al 1° posto il giovedì e al 2° nella serata finale, la giuria di qualità, indicandolo solo come 6° nelle preferenze, lo ha sfilato dal podio. Quinta Noemi (“Bagnati dal sole”), il look più stravagante del Festival e tanta solarità. A seguire Perturbazione (“L'unica”), vincitori del Premio della Sala Stampa Radio-tv-web "Lucio Dalla". Cristiano De André (“Il cielo è vuoto”), Premio della Critica “Mia Martini” e Premio della Giuria di qualità per "Invisibili", il brano eliminato la prima sera. Il veracissimo rapper Frankie Hi Nrg Mc (“Pedala”). Giusy Ferreri (“Ti porto a cena con me”) con la sua sofisticata voce gutturale. L’ex Vibrazioni Francesco Sarcina (“Nel tuo sorriso”), rivelatosi il rock più DOC della gara. 40 INEWS Giuliano Palma (“Così lontano”), decisamente a suo agio persino nel retro pop. La veterana Antonella Ruggiero (“Da lontano”), alla sua 11° partecipazione. Ron (“Sing in The Rain”), vincitore 1996, insieme a Tosca, con “Vorrei incontrarti tra cent’anni”, ed ora in un’inedita country version. Per le Nuove Proposte ha vinto il più giovane artista in gara, Rocco Hunt, con “Nu juorno buono”, un bel brano hip hop dedicato alla Terra dei Fuochi (il territorio tra le provincie di Napoli e Caserta interessato da continui roghi tossici appiccati alle discariche abusive che proliferano nella zona, ndr). «Il successo al televoto (che ha ribaltato la classifica della sala stampa, ndr) significa che la gente mi ha ascoltato», ha dichiarato il 19enne rapper salernitano,che all'annuncio della vittoria si è lasciato andare ad un lungo pianto liberatorio. Al 2° posto Diodato, con “Babilonia”. E sul palco del teatro Ariston il cantante, tastierista, batterista e autore pugliese, nato ad Aosta e di casa a Roma, ha dimostrato ancora una volta di conoscere a perfezione i meccanismi del rock contemporaneo. Terzo classificato il savonese Zibba,leader della band Zibba & Almalibre, Premio Tenco 2012, con “Senza di te”, un brano molto orecchiabile, risultato Premio della Critica “Mia Martini” e Premio della Sala Stampa Radio-tv-web "Lucio Dalla" Sezione Giovani. Un cantautore con una gran gavetta alle spalle come Diodato, sempre in bilico tra roots rock e free jazz. Quarto The Niro, da tempo una realtà importante del nuovo rock italiano, con alle spalle diversi album e centinaia di concerti. Non semplice ma di qualità il suo pezzo “1969”.Fuori dalla finale Filippo Graziani (“Le cose belle”), ottimo chitarrista figlio dell’indimenticabile Ivan. La toscana Veronica De Simone (“Nuvole che passano”), semifinalista The Voice 2013. La gran voce di Bianca (“Saprai”). Il cantautore romano Vadim (“La modernità”). Questi 2 ultimi provenienti da Area Sanremo, il concorso/accademia che porta i giovani al Festival. Tra i super ospiti, complici le celebrazioni per i 60 anni della RAI, molti inossidabili del piccolo schermo italiano, da Raffaella Carrà al Mago Silvana, da Luca Zingaretti a Terence Hill, Franca Valeri, Renzo Arbore, Enrico Brignano, Maurizio Crozza, le intramontabili Kessler. Un grandissimo Claudio Baglioni, 30 anni dopo il suo unico passaggio all'Ariston, per ritirare il Premio Canzone del Secolo per "Questo piccolo grande amore", ha regalato al pubblico in visibilio 30 minuti di emozioni e successi (“Questo piccolo grande amore", "E tu", "Strada facendo", "Avrai", "Mille giorni di te e di me", "Con voi", il brano che dà il titolo al suo nuovo progetto). Stand ovation pure per Ligabue e la sua 1°volta al Festival. Ma il magnetico rocker di Correggio si è ‘rifatto’, inaugurando la kermesse con “Creuza de Ma”, in omaggio a Fabrizio De Andrè che proprio il 18 febbraio avrebbe compiuto 74 anni, e impreziosendo la finale con alcune sue hits ("Certe notti", "Un giorno di dolore che uno ha","Il sale della terra", "Mondovisione", "Per sempre"). Incantevole Gino Paoli, che con Danilo Rea, fuoriclasse del pianoforte jazz e non solo, ha riletto Tenco e Bindi prima di interpretare "Il cielo in una stanza". Possenti la Filarmonica de La Fenice diretta da Diego Matheuz e il suo omaggio mozartiano a Claudio Abbado, ad un mese dalla scomparsa. A rappresentare la musica internazionale ci hanno pensato Cat Stevens, che ha letteralmente incantato l'Ariston con "Road Singer" e "Father and Son". Paolo Nutini, protagonista di un mini concerto partito da "Caruso" di Dalla, il suo artista italiano preferito. Damien Rice con "Cannonball" e "The Blower's Daughter". Stromae con “Formidable”. Rufus Wainwright con una cover di “Across the Universe” e la sua “Cigarettes and Chocolate Milk”. Sul palco sanremese anche l'astronauta Luca Parmitano, Claudia Cardinale, Laetitia Casta e una nutrita pattuglia di sportivi. Dalla pallavolista Veronica Angeloni a le tuffatrici Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, il pallanuotista Amaurys Perez, il pugile Clemente Russo, lo slittinista, fresco di bronzo all'Olimpiade di Sochi, Armin Zoeggeler(6 medaglie olimpiche di fila in altrettante competizioni, record assoluto dei Giochi!). Soddisfatto l’instancabile padrone di casa Fabio Fazio, alla conduzione del suo 4° Festival di Sanremo (1999, 2000, 2013, 2014). Idem la sua immancabile spalla comica Luciana Littizzetto. Malgrado quest’anno sia davvero successo di tutto. La bufera prefestivaliera per la partecipazione di Wainwright, tacciato di blasfemia per via del suo brano “Gay Messiah”. Poi, proprio allo scoccare della prima serata, il ciclone Beppe Grillo, che, sul red carpet e al bar del teatro, ha improvvisato un comizio contro gli sperperi Rai. Il sipario che si è bloccato. La protesta choc dei disoccupati arrivati dalla Terra dei Fuochi per suicidarsi in diretta, esattamente come nel Sanremo di Baudo annata ‘95. E poi il caso di Riccardo Sinigallia, ex Tiromancino,escluso dalla gara perché uno dei suoi 2 brani, “Prima di andare via”, ai sensi del regolamento non era «nuovo», in quanto «già eseguito in pubblico», esattamente a Cremona nel giugno scorso, come da video postato sul web. Soddisfatta pure la Rai, malgrado il consistente calo di ascolti (la finale ha ottenuto una media di 9,3 milioni di spettatori con il 43.51% di share contro i 12 milioni 997 mila e il 53.80% dell’anno scorso; la media delle 5 serate è stata di 8 milioni 763 mila spettatori con il 39.32% di share contro gli 11 milioni 936 mila e il 47.26% del 2013). Anche perché, checché se ne dica, i conti del 64º Festival della Canzone Italiana (18 milioni di costi – 20.740.000 di ricavi, tra biglietti e pubblicità = 2.740.000 euro) tornano. INEWS 41
  22. 22. m usic Bisognerebbe fare un'analisi approfondita ed il discorso sarebbe troppo lungo, ma una volta le canzoni erano scritte col cuore e con i sentimenti, erano emozioni trasferite sul vinile di allora o su nastro per comunicare stati d'animo e sensazioni, entravano nell'immaginario delle persone, e sono state le colonne sonore che hanno accompagnato la vita di tanta gente; oggi purtroppo l'intento è quello di creare dei nuovi cantanti, dei nuovi giovani, mettere loro davanti il pezzo precostituito con la funzione di vendita e basta. Vediamo Sanremo che non è più quello di una volta, il giorno dopo che i fari dell'Ariston si sono spenti, la canzone è già dimenticata. Daniela Corti Sul tuo palco si sono alternati e sono passati anche artisti di grande fama e grossi nomi della musica. Si, ho avuto la fortuna di ospitare tanta, tanta gente, fra l'altro cabarettisti famosi come Aldo e Giovanni, perchè Giacomo allora non c'era ancora, i Fichi d'India, e per quanto riguarda la musica, Lucio Dalla, Gianna Nannini, Morris Albert, Alberto Fortis, i Platters che sono stati i primi in assoluto a passare dal palco del Charleston. E' stato veramente un luogo di incontro per piccoli e grandi musicisti. Raccontaci un aneddoto, un ricordo particolare. Uno dei ricordi più belli che ho è che, dopo il secondo concerto che hanno tenuto i Platters al Casinò di Campione, sono arrivati al Charleston, in Limousine con il loro manager per l'Italia che era un nostro amico e con questo ragazzo, Elvis di Erba, che cantava il repertorio di Elvis Presley, con la chitarra, siamo rimasti a suonare tutta la notte, mentre i Platters, dietro, facevano i cori. E' stato davvero un momento indimenticabile ed una delle serate più entusiasmanti che ho vissuto. Una vita dedicata alla musica Massimo Vita, Valter Azzollini, Maurizio Giunco e gli anni d’oro del “Charleston” N el 1980 apriva i battenti in Via Maurizio Monti a Como, il night "Charleston" per realizzare il sogno di Massimo Vita, grande ed unico musicista del suo genere in città: un locale tutto suo dove poter suonare con gli amici di sempre. Purtroppo, dopo 30 anni, questo rifugio per gli amanti della buona musica dal vivo ha chiuso i battenti nel gennaio 2010, ma la sua particolarità e l'incanto palpabile delle note risuonano ancora nella mente di chi era solito incontrarsi in quel luogo magico, per incontrare gli amici, bere un bicchiere di buon vino e ascoltare la voce profonda di Massimo, che faceva sognare e incantava il suo pubblico. Massimo, 30 anni dedicati alla musica e agli affezionati frequentatori del Charleston, tanti ricordi di un periodo pieno di entusiasmo e di voglia di comunicare, un palco sul quale si sono alternati personaggi, allora agli esordi e che poi sono diventati famosi, perché chiunque sapesse di musica poteva esibirsi e lasciare qualcosa di sé. E' vero, ho tantissimi ricordi fantastici di momenti di grande aggregazione nel mio locale che sicuramente ha fatto una grande storia in questa città. 42 INEWS La tua musica entrava nel cuore di chi ti ascoltava, suscitando emozioni e sentimenti profondi. Si, la scelta dei brani, dei musicisti con cui collaboravo e di quelli numerosissimi che si esibivano sul palco hanno fatto si che la musica entrasse veramente sotto la pelle di chi ascoltava. Purtroppo, questo succede sempre più raramente oggi. C'é differenza tra i frequentatori del tuo night e quelli di adesso? Sono sicuramente tre generazioni distanti tra loro nel modo di pensare: una volta il musicista era visto come colui che sul palco dava emozioni, oggi c'é una rincorsa ad afferrare il microfono, purtroppo l'avvento del karaoke ha creato situazioni pazzesche. E' diminuita anche la qualità di coloro che fanno musica, questo bisogna dirlo, ma ciò non autorizza nessuno a prendere o peggio ancora strappare i microfoni dalla mano di chi sta facendo questo lavoro. Come mai i motivi, i suoni, le canzoni di tanti anni fa sono ancora impressi nella nostra mente, mentre quelli di adesso dopo poco averli sentiti, sono già dimenticati? Sotto il tuo palco, ballando guancia a guancia le tue musiche, saranno nati molti amori e altri forse si sono spenti. Sì, per fortuna sono in numero maggiore quelli che sono finiti bene e continuano a vivere un rapporto felice e sono molto meno quelli che sono finiti. E c'è una cosa che ricordo con molto piacere, persone che io ho fatto incontrare in quel locale, hanno formato una famiglia e, negli ultimi anni, erano i figli che venivano al Charleston, anzi ti dirò che l'ultimo giorno del mio locale, quando ho dovuto chiudere, sono arrivate intere famiglie ed è stato davvero molto emozionante e toccante. Quando l'ultima nota è stata suonata erano in diversi ad avere i lucciconi agli occhi. Quali sensazioni provi quando sei al piano, ti rendi conto di essere in mezzo ad un pubblico tutto tuo, o ti isoli e la musica invade tutto il tuo essere? Cerco di capire dall'espressione e dall'atteggiamento di chi ho di fronte le reazioni che riesco a suscitare e il fatto di calamitare la loro attenzione oggi è già una cosa importante. Non mi isolo mai, sono lì per trasferire il mio modo di essere o di cantare a quelle persone, sempre che vogliano ascoltare. Ti consideri un personaggio? No, assolutamente. Sono una persona fortunata che ha avuto tanti amici sinceri, collaboratori intorno che mi hanno aiutato a crescere e a far crescere il locale, ad esempio Valter Azzollini, che è stato il primo musicista in assoluto che ha suonato al Charleston e anche l'ultimo che è venuto a chiudere la serata finale. Grazie a tutti loro il " Charleston" è un'entità che ha un'anima. Io ero soltanto il condottiero, ma non mi considero un personaggio,no. Riesci a capire quando il pubblico è attento e segue la tua musica? Si, assolutamente, lo si avverte immediatamente e quando vedi e senti che tutto il pubblico partecipa, che sei riuscito a trasmettere la tua anima di musicista, sei veramente gratificato, dimentichi la stanchezza, la fatica e vivi intensamente questa sensazione, questi momenti non hanno prezzo. Qual'è ora il tuo repertorio? Il mio repertorio ricalca tutti i pezzi classici che cantavo allora, che naturalmente vengono richiesti e devo dire che la gioventù di oggi conosce tantissimi di quei brani, mentre dimenticano più velocemente quelli di oggi, e poi ho aggiunto qualcosa di più attuale perché, giustamente, la tipologia di pubblico è eterogenea, varia dai teen agers alle mamme quindi.... Dove ti si può ascoltare ora che il Charleston è chiuso? Io sto facendo delle bellissime serate al bar Giuliani di Como, che ha preso un po’ il testimone del Charleston, non ha quel "suo" vissuto, però nell'intento della proprietà c'è questa voglia di riprendere la sua atmosfera. Al Giuliani, situato vicino alla Funicolare, suono il mercoledì e la domenica. Poi giro dove capita e dove mi chiamano, alla Mila, alla Canottieri e altri. Valter Azzollini, musicista, arrangiatore, e collaboratore di sempre di Massimo Vita, primo a salire sul palco del Charleston, non appena venuto a conoscenza del fatto che l'amico intendeva aprire un locale, racconta i loro esordi e come i momenti vissuti al Charleston sono e resteranno indimenticabili. Valter, si potrebbe ipotizzare un Charleston due? Il Charleston è stato unico, e poi adesso le condizioni sono irripetibili, anche perché c'è una situazione economica molto pesante rispetto agli anni '80 e poi problemi enormi con l'assunzione di personale. Il locale che abbiamo comunque in mente è un locale grande, le difficoltà ci sono, ma comunque non è escluso. Al momento è il nostro sogno nel cassetto, vediamo cosa succederà. Dopo tanti anni avete sempre lo stesso entusiasmo? Dal punto di vista musicale, identico, la sensazione più bella è sempre quella di suonare insieme con i fratelli musicisti, perchè ciò che passa sul palco è incredibile, l'appagamento è totale. Eravate un gruppo di ragazzi in calzoncini corti, ma pieni di energia e di voglia di far conoscere la vostra musica, quanti eravate? Quando abbiamo iniziato eravamo tre: Massimo Vita, Maurizio Giunco ed io e ci eravamo dati il nome di Belle Epoque, poi Giunco si è dedicato ad altro e noi insieme a Giorgio Casartelli e Dario Baserga siamo diventati gli Aries : veri professionisti; il nostro intento è sempre stato lo stesso, suonare e comunicare quello che sentivamo dentro. Avete passato momenti difficili? Si, ma all'inizio le difficoltà venivano prese con entusiasmo, pronti a lottare, i momenti duri sono stati quelli con le case discografiche perché era molto difficile far accettare quello che noi volevamo, cioè non un prodotto meramente commerciale, ma qualcosa di più vissuto e di più vero. Il Charleston ha chiuso i battenti nel 2010, ma chi ha vissuto questi 30 anni di magia musicale trasmessa al suo pubblico dalla voce calda e profonda di Massimo Vita, avrà sempre nel cuore il "Night di Via Maurizio Monti" Quando avete chiuso sarà stato un momento pieno di tristezza. Quella sera credo di aver pianto per tre ore di fila ininterrottamente. Erano le 5 del mattino, quando l'ultimo cliente se ne è andato, noi siamo rimasti lì fino alle otto, guardandoci in faccia e rendendoci conto che un pezzo di vita se ne andava, che forse non avremmo più avuto un'altra possibilità e, quando abbiamo abbassato la saracinesca, è stato molto, molto triste, perché sapevamo che sarebbe stato per sempre. La musica che significato ha sempre avuto per te? La musica è sempre stata la mia ispirazione, il mio modo di intendere e nella musica mi sono rifugiato nei momenti di grande tristezza o quando ero particolarmente felice, e tutto ciò si evidenzia nel mio modo di cantare e di suonare. INEWS 43

×