Progetto dedicata adolescenza
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Progetto dedicata adolescenza

  • 746 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
746
On Slideshare
366
From Embeds
380
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 380

http://www.raffaelebarone.it 375
https://www.google.it 5

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Progetto Azione 12.4 “Strutture Dedicate per adolescenti con psicopatologia” Dott. Giuseppe Biagi Coop. Soc. Marianella Garçia
  • 2. Dati dell’intervento Minori seguiti: 10 (8 M; 2 F) Minori dimessi durante il percorso: 3 (2 M; 1 F) Minori dimessi a fine percorso: 2 (2 M) Minori ancora in trattamento: 5 (4 M; 1 F) Età dei minori coinvolti n. 1: 14 anni n. 1: 15 anni n. 5: 16 anni n. 3: 17 anni
  • 3. I minori, le diagnosi e i servizi coinvolti . Minore Genere Età Comune Diagnosi Servizi coinvolti R. M. M 14 anni Misterb. Dist. Comportamento NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; Serv. Soc. territoriali D. S. M 16 anni Catania Dist. Comportamento con funzionamento intellettivo limite NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; S.D. M 17 anni Catania Epilessia parziale complessa NPI Acireale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola L. P F 15 anni Misterb. Ritardo M. lieve con problemi correlati al gruppo primario di supporto NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; Serv. Soc. territoriali
  • 4. I minori, le diagnosi e i servizi coinvolti . Minore Genere Età Comune Diagnosi Servizi coinvolti D. S. M 17 anni Motta S. Anastasia Dist. Condotta con Ritardo M. lieve con probl. correlati al gruppo primario di supporto NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; Serv. Soc. territoriali P. S. M 16 anni Motta S. Anastasia Dist. Condotta con Ritardo M. lieve con probl. correlati al gruppo primario di supporto NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; Serv. Soc. territoriali G. G. M 16 anni Catania Ritardo M. lieve con turbe del comportamento NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; Serv. Soc. territoriali A.L. F 16 anni Misterb. ADHD con probl. correlati al gruppo primario di supporto NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; Serv. Soc. territoriali; Comunità
  • 5. I minori, le diagnosi e i servizi coinvolti . Minore Genere Età Comune Diagnosi Servizi coinvolti F. G. M 16 anni Misterb. Dist. Comportamento con probl. correlati al gruppo primario di supporto NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; Serv. Soc. territoriali; Comunità G.G. M 17 anni Motta S. Anastasia Dist. Comportamento con probl. correlati al gruppo primario di supporto NPI territoriale; NPI Equipe “Dedicata”; Scuola; Serv. Soc. territoriali
  • 6. R.M. (M) 14 anni Comportament o problema Insuccesso Scolastico Difficoltà a socializzare Tendenza al ritiro sociale Difficoltà nella relazione Caratteristiche di personalità Introversione Umore depresso Negazione, Eccessivo contenimento delle emozioni e della aggressività Noia/Vergogna Scarsa capacità di simbolizzazione Obiettivi Progetto terapeutico Reinserimento nel circuito scolastico Migliorare la socializzazione Favorire il processo di separazione/individuazione Migliorare Autostima Accompagnamento scolastico Frequenza centro diurno Intervento Educativa domiciliare Colloqui individuali e familiari Sostegno psicologico di gruppo
  • 7. D. S. (M) 16 anni Comportament o problema Limiti nell’orientamento spazio–temporale Limiti nello svolgimento di compiti in autonomia Difficoltà nella relazione Caratteristiche di personalità Impulsività Oppositività Fissazione Stereotipie comportamentali Scarsa capacità di simbolizzazione Obiettivi Progetto terapeutico Migliorare la socializzazione Migliorare Autostima e autoefficacia scolastica Migliorare le relazioni Frequenza centro diurno Inserimento attività sportive e ricreative Orientamento scolastico Colloqui individuali e familiari Trattamento farmacologico
  • 8. S.D. (M) 17 anni Comportament o problema Limiti nello svolgimento di compiti in autonomia Difficoltà nella relazione con coetanei e adulti Caratteristiche di personalità Impulsività Oppositività Tratti Ansiosi Fissazione Stereotipie comportamentali Scarsa capacità di simbolizzazione Obiettivi Progetto terapeutico Accompagnare e monitorare la frequenza scolastica Migliorare la socializzazione Migliorare autostima Migliorare le dinamiche familiari Accompagnamento e monitoraggio scolastico Frequenza centro diurno Inserimento attività sportive e ricreative Colloqui individuali e familiari Trattamento famacologico
  • 9. L.P. (F) 15 anni Comportament o problema Disregolazione emotiva Difficoltà nella relazione con i coetanei e con gli adulti Insuccesso scolastico Caratteristiche di personalità Impulsività Oppositività Disconoscimento di comportamenti a rischio Confabulazione Bassa Autostima Obiettivi Progetto terapeutico Accompagnare e monitorare la frequenza scolastica Migliorare la socializzazione Migliorare le dinamiche familiari Migliorare l’autostima Accompagnamento scolastico Frequenza centro diurno Colloqui individuali e familiari Intervento Educativa domiciliare Sostegno psicologico di gruppo
  • 10. D.S. (M) 17 anni Comportament o problema Insuccesso Scolastico Comportamenti Antisociali Caratteristiche di personalità Ansia Impulsività Oppositività Comportamenti di sfida e provocatori Obiettivi Progetto terapeutico Reinserimento nel circuito scolastico Migliorare la socializzazione Favorire il processo di separazione/individuazione Autostima Accompagnamento scolastico Frequenza centro diurno Colloqui individuali e familiari Interventi educativa domiciliare
  • 11. P.S. (M) 16 anni Comportament o problema Insuccesso Scolastico Comportamenti Antisociali Caratteristiche di personalità Ansia Impulsività Oppositività Comportamenti di sfida e provocatori Obiettivi Progetto terapeutico Reinserimento nel circuito scolastico Migliorare la socializzazione Favorire il processo di separazione/individuazione Autostima Accompagnamento scolastico Frequenza centro diurno Colloqui individuali e familiari Interventi educativa domiciliare
  • 12. G.G. (M) 16 anni Comportament o problema Ritiro e Fobia Sociale Difficoltà nella socializzazione con i coetanei e con gli adulti Caratteristiche di personalità Introversione Umore Depresso Ansia Conflittualità con la madre Obiettivi Progetto terapeutico Reinserimento nel circuito scolastico Migliorare la socializzazione Favorire il processo di separazione/individuazione Migliorare l’autostima Accompagnamento scolastico Colloqui individuali e familiari Interventi Educativa domiciliare Trattamento farmacologico
  • 13. A. L. (F) 16 anni Comportament Disregolazione emotiva o problema Difficoltà nella relazione con coetanei e adulti Insuccesso scolastico Elevata conflittualità con la famiglia d’origine mancanza di accudimento e di riferimenti normativi Caratteristiche di personalità Obiettivi Progetto terapeutico Impulsività Modalità relazionali provocatorie e manipolative Disconoscimento di comportamenti a rischio Confabulazione Bassa Autostima Accompagnare e monitorare la frequenza scolast. Migliorare la socializzazione e l’autostima Migliorare le dinamiche familiari e recupero della storia di vita Accompagnamento scolastico Frequenza centro diurno Colloqui psicoterapici individuali e familiari Intervento Educativa domiciliare Sostegno psicologico di gruppo Inserimento comunità per minori
  • 14. F. G. (M) 16 anni Comportament o problema Ritiro Sociale e insuccesso scolastico Difficoltà nella socializzazione con i coetanei e con gli adulti Iperadattamento Svantaggio economico grave Caratteristiche di personalità Introversione Umore Depresso Ansia con comportamenti ossessivo Adesività confusiva con la madre Misconoscimento della propria identità di genere Obiettivi Progetto terapeutico Reinserimento nel circuito scolastico Migliorare la socializzazione Favorire il processo di separazione/individuazione Migliorare l’autostima Favorire la consapevolezza circa l’identità di genere Accompagnamento scolastico Frequenza centro diurno Colloqui individuali e familiari Inserimento comunità per minori
  • 15. G.G. (M) 17 anni Comportament o problema Ritiro Sociale Difficoltà nella socializzazione con i coetanei e con gli adulti Antisocialità Caratteristiche di personalità Introversione Umore Depresso Ansia Conflittualità con la madre Obiettivi Progetto terapeutico Reinserimento nel circuito scolastico Migliorare la socializzazione Favorire il processo di separazione/individuazione Migliorare l’autostima Accompagnamento scolastico Colloqui individuali e familiari Interventi Educativa domiciliare
  • 16. Risultati e circolarità del processo
  • 17. Adolescenza Tappe evolutive e compiti di sviluppo Quale è la situazione attuale del ragazzo rispetto alle competenze cognitive e sociali e all’assetto emotivo? E nel passato? Cosa si aspetta il ragazzo? Cosa si prepara ad essere nel futuro? L’esperienza del cambiamento corporeo Come si pone il ragazzo nei confronti di questi cambiamenti? Quale ruolo informativo hanno la famiglia, la scuola e il gruppo dei pari? Qualità delle relazioni tra l’adolescente e la famiglia Che tipo di rapporto ha il ragazzo con la famiglia? (evoluzione del processo di distacco, influenza degli altri significativi sul disagio, modalità del ragazzo di veicolare e gestire le emozioni all’interno della famiglia etc.) Gruppo dei pari Che tipo di rapporti ha il ragazzo con il gruppo dei pari? Che importanza ha il gruppo dei pari per la costruzione della propria identità?
  • 18. T AC IN G T OU L TT U Adolescenza GENITORI SCUOLA ’ O RP I T A CO UAL SS SE FU RO TU O GRUPPO DEI PARI
  • 19. Nell’adolescente con psicopatologia “qualcosa si è rotto”… Isolamento e Ritiro sociale Noia e disinteresse Vergogna Agito dirompente Provocazione e spavalderia Comportamenti a rischio Stallo evolutivo Forte resistenza alle relazioni d’aiuto INTERVENTO IN SETTING MULTIPLI
  • 20. Setting multipli Terapia attraverso i gruppi vitali Psicoterapia di comunità Intervento domiciliare (…)Per ristabilire l’integrità dell’apparato mentale è necessario avviare preliminarmente a qualsiasi strategia di individuazione e soggettivazione una profonda azione di socializzazione e mentalizzazione (A. v., Psicoterapia di Comunità, 2010)
  • 21. L’intervento domiciliare in adolescenza . Consolidare il legame (Lettura dei Modelli di attaccamento) Prevenire iatrogenesi e droup out Osservare l’ambiente di vita (lettura dei legami familiari, relazionali e transpersonali) Riconnettere alla comunità Accogliere ansie e preoccupazione (lettura funzionamento mentale) Sviluppare fiducia nelle relazioni con gli altri e le istituzioni Promuovere forme alternative di comunicazione Accompagnare il transito evolutivo e i rischi