Settimane della scienza 2014
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Settimane della scienza 2014

on

  • 290 views

 

Statistics

Views

Total Views
290
Views on SlideShare
290
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Settimane della scienza 2014 Document Transcript

  • 1. La Scienza... futuro MOSTRE CONFERENZE LABORATORI PORTEAPERTE ESPERIMENTI VISITEGUIDATE SETTIMANEDELLA SCIENZA MAGGIO-GIUGNO 2014
  • 2. Marcello Baricco Dipartimento di Chimica dell'Università di Torino Maria Carmen Beltrano Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura Unità di Ricerca per la Climatologia e la Meteorologia applicate allʼAgricoltura (CRA-CMA) Piero Bianucci CentroScienza Onlus Corrado Cigolini Dipartimento di Scienze della Terra dellʼUniversità di Torino Giuliana D'Addezio Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) Aldo Fasolo Dipartimento Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell'Università di Torino Graziano Ferrari Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) Lorenzo Mariano Gallo Conservatore della Sezione Mineralogia, Petrografia e Geologia del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino Marco Galloni Archivio Scientifico e Tecnologico dell'Università di Torino (ASTUT) Luca Mercalli Società Meteorologica Italiana (SMI) Comitato Scientifico Programma e aggiornamenti: www.settimanedellascienza.it associaz ione o nlus Ideazione e organizzazione a cura di Associazione CentroScienza Onlus Via Accademia delle Scienze, 6 - 10123 - Torino Tel. +39 011 8394913 - info@centroscienza.it www.centroscienza.it
  • 3. Il 2014 è lʼanno di HORIZON 2020, la strategia disegnata dalla Commissione Europea per tracciare il futuro della ricerca scientifica e dellʼinnovazione da qui ai prossimi 7 anni, con la promessa di una società più intelligente, sostenibile e inclusiva. Cuore di questa nuova strategia è un processo che coinvolge ricerca, imprese, istituzioni e cittadini, promuovendo unʼinnovazione responsabile centrata sulle persone, capace di intercettarne i bisogni e di cambiarne in meglio la vita. Ai cittadini è richiesto di farsi parte attiva di questo processo, intervenendo nelle questioni che riguardano ricerca e innovazione. In questo contesto, la divulgazione del sapere assume quindi un ruolo determinante. Le Settimane della Scienza tornano nel 2014, raccogliendo la sfida europea, e si trasformano in un canale di accesso privilegiato ai saperi di un distretto ad alto contenuto tecnologico come quello piemontese. Unʼopportunità unica per informare, sollecitare e soddisfare la curiosità del grande pubblico. Più di 20 soggetti tra Istituti, Musei e organizzazioni che si occupano di ricerca e diffusione della cultura (non soltanto scientifico-tecnologica) hanno aderito con le proprie proposte, contribuendo a costruire un palinsesto fittissimo che per 2 mesi coinvolgerà il pubblico di tutte le età, a Torino e in Piemonte: mostre interattive, conferenze, laboratori itineranti, spettacoli inediti, visite guidate e porte aperte ai maggiori centri di ricerca del territorio. Per condividere lʼentusiasmo della scoperta. Per confrontarsi sui temi più attuali della ricerca. Per osservare, toccare, sperimentare e capire la scienza che guarda al futuro.
  • 4. La fabbrica del passato... Nel 1758 Carlo Emanuele III assegnò all'archi- tetto Benedetto Ferrogio la progettazione di un nuovo complesso industriale, con annesse pian- tagioni e semenzaio. Il progetto della Regia Fab- brica del Tabacco si ispirava alle imponenti manifatture reali francesi. L'edificio, ultimato nel 1789, era costituito da fabbricati a lunghe maniche adibiti ad alloggi e laboratori con ampi cortili utilizzati per lo smalti- mento dei carri carichi di tabacco. Nel perimetro della fabbrica era situata anche una cartiera che produceva carte valori. Verso il 1840 attorno alla fabbrica sorse il borgo. In quel periodo la Manifattura Tabacchi era il più grande opificio torinese, con 600 operai, in lar- ghissima parte donne. Dopo l'unità d'Italia, divenne il secondo per im- portanza sul territorio nazionale. Nel 1875 con- tava circa 2.500 tra operai e impiegati. All'inizio del 900 la manifattura era una sorta di comunità. All'interno c'erano l'asilo nido, detto in- cunabolo, la stazione della Guardia di Finanza, officine, mense, alloggi per i dipendenti e il do- polavoro con teatro, sale giochi e bar. La storia della Manifattura Tabacchi di Torino si conclude nel 1996, quando lo stabilimento fu de- finitivamente chiuso… *Maggiori informazioni sulla storia della Manifattura Tabacchi sono disponibili sul sito del- lʼUniversità degli Studi di Torino www.unito.it
  • 5. ...dove si immagina il futuro …Oggi quella che fu la prima fabbrica torinese riprende vita e si trasforma. Gli spazi suggestivi dellʼEx-Manifattura Tabacchi accolgono un inedito polo del sapere tecnico- scientifico aperto a tutti, reso ancor più sorpren- dente dalla cornice scelta per ospitarlo. Gli oltre 1000 metri quadrati dell'ex area indu- striale costituiscono il centro di gravità della nuova edizione delle Settimane della Scienza, dove grandi e piccini potranno immergersi nelle meraviglie della scienza e della tecnologia, pas- sate e presenti. Un viaggio lungo 2 mesi che prende le mosse dalle 4 mostre-laboratorio permanenti che, at- traverso dimostrazioni ed esperimenti “live”, coinvolgeranno i visitatori in unʼesperienza en- tusiasmante e interattiva. A completare il per- corso unʼarea dedicata agli Enti del territorio, per mettere in mostra e raccontare la propria ricerca al grande pubblico: dibattiti, sperimentazioni e approfondimenti si alterneranno secondo una programmazione che scandirà i mesi di maggio e giugno, per insegnarci a sondare con occhio scientifico e creatività la realtà che ci circonda. Tutto questo e molto altro ancora vi aspetta al- lʼEx Manifattura Tabacchi, la fabbrica del pas- sato dove si immagina il futuro.
  • 6. SETTIMANEDELLA SCIENZA MAGGIO-GIUGNO 2014 EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO DOVE SIAMO... Linee: 2 18 49 7557/57 da Stazione Porta Nuova da Stazione Porta Susa da Torino Centro Linea dir. CASALE Scendere fermata NOVARA Linea dir. CADORE Scendere fermata REGIO PARCO 19 68 ...COME RAGGIUNGERCI Linea dir. MILANO - Scendere fermata PAROLETTI49 Linea dir. SOFIA - Scendere fermata PAROLETTI18 In Via Accademia Albertina Ex MANIFATTURA TABACCHI
  • 7. Orari... PERILPUBBLICO Da lunedì a venerdì dalle ore 14 alle ore 19 Sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 20 SCUOLE,ESTATERAGAZZIEGRUPPI (Prenotazione obbligatoria) Da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 16 ...e ingressi INTERO 5€(da 18 a 65 anni) RIDOTTO 3.50€(studenti universitari fino a 26 anni, over 65, gruppi min. 15 persone) GIOVANIESCUOLE 3€(da 6 a 18 anni, gruppi scolastici, estate ragazzi) SPECIALEFAMIGLIA 14€(2 adulti con 2 o più figli) GRATUITO (bambini fino a 5 anni, disabili e accompagnatore) EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO
  • 8. Drammatiche esperienze recenti di terremoti distruttivi hanno riportato alla memoria collettiva i grandi terremoti del passato, primo fra tutti quello di Messina e Reggio Calabria del 28 dicembre 1908 che causò anche un devastante tsunami. Molti, tra i più adulti, hanno memoria di quello del Belice nel 1968, del Friuli nel 1976, dell'Irpinia del 1980 e infine del doloroso sisma dellʼAquila dellʼaprile 2009. Meno noto, ma importante dal punto di vista scientifico e di storia della sismologia, fu quello che colpì duramente la Liguria occidentale e il Piemonte meridionale il 23 febbraio 1887. Delle oltre 1.500 località per cui è stato possibile ricostruire gli effetti del terremoto, circa 1.400 fu- rono documentate da Torquato Taramelli e Giuseppe Mercalli in uno studio che propose anche la prima versione della famosa scala Mer- calli. LʼItalia vanta una delle più antiche tradizioni al mondo in campo si- smologico: già dagli anni trenta del Settecento, iniziarono i primi ten- tativi di registrarli prima con semplici sismoscopi poi con strumenti sempre più sofisticati. INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia 6 maggio > 29 giugno 2014
  • 9. ...all’ EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO Lʼintensa attività di progettazione di stru- menti e di registrazione di fenomeni me- teorologici e sismologici ha portato allo sviluppo di una fitta rete di osservazione meteorologico-sismica con osservatori pubblici, privati, alcuni gestiti da ordini religiosi molto attivi in questi settori scientifici. Il Piemonte fu uno dei teatri più impor- tanti di questa ricerca: il padre barnabita di Moncalieri Francesco Denza, con la sua rete meteorologica delle Alpi e degli Appennini, fu decisivo per lo sviluppo dellʼosservazione sismologica nellʼItalia settentrionale, oltre a costituire un punto di riferimento scientifico per molti dei protagonisti di questa disciplina. Con settanta strumenti di sismologia e documenti storici originali (alcuni degli strumenti ottocenteschi in mostra torne- ranno a Torino 130 anni dopo lʼEsposi- zione Generale Italiana del 1884, in cui furono presentati) e partendo dallʼim- patto di questi terribili eventi, è narrata la storia di questa appassionante ricerca e dei suoi protagonisti. Per informazioni: Tel. 011 8394913 - info@centroscienza.it Visite guidate per gruppi e scolaresche su prenotazione: Tel. 011 4326307/6334/6337 - didattica.mrsn@regione.piemonte.it
  • 10. La Terra trema a volte con grandi fragori e dolorose conseguenze, e i suoi vulcani, quando si risvegliano, eruttano con possenti boati. Il nostro Pianeta ci offre esperienze di timore e allarme nel manifestarsi di possenti e talvolta drammatici eventi naturali che qui possiamo in parte sperimentare in tutta sicurezza, ma soprattutto di stupore e di meraviglia per la bellezza che riusciamo a riconoscere nell'ambiente che ci circonda, da quella perfetta di un cristallo, alle linee del campo magnetico che divengono una scultura tridimensionale nella mostra, allʼeleganti e affascinanti cromatiche complessità delle aurore polari fino a quella che si percepisce nei paesaggi. INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia 6 maggio > 29 giugno 2014
  • 11. Esploriamo interattivamente i segreti nascosti nel cuore del Pianeta, ricostruiti attraverso processi deduttivi e metodologie di studio indirette, utilizzando spettacolari ricostruzioni e immagini 3D dellʼinterno della Terra. Osserviamo i complessi processi che nel suo interno hanno ini- zio: la tettonica delle placche, i meccanismi che ne sono origine e i principali fenomeni che ne derivano, e il geomagnetismo, per com- prendere il delicato equilibrio alla base della vita sul nostro Pianeta. All'interno della Terra si generano molte delle straordinarie forze che contribuiscono a rendere il nostro pianeta unico, vivo e vitale. Studiamo la Terra di oggi e il suo passato per immaginare una Terra del futuro che mantenga inalterata la sua bellezza. La bellezza è un dono fragile (Ovidio). Per informazioni: Tel. 011 8394913 - info@centroscienza.it Visite guidate per gruppi e scolaresche su prenotazione: Tel. 011 4326307/6334/6337 - didattica.mrsn@regione.piemonte.it ...all’ EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO
  • 12. Trovarsi in mezzo a una frana e poterla controllare. Come si comporta questo fenomeno? Che impatto ha sull'ambiente circostante? In che modo ci si può difendere e imparare a prevenirlo? Sono tutte domande alle quali, armati di joystick e occhiali 3D, si può rispondere osser- vando una frana in unʼambiente virtuale. Cavalca una frana! è il software realizzato dalla Protezione civile della Provincia di Torino in collaborazione con Thales Alenia, Cnr-Irpi, Di- partimento di Scienze della Terra dell'Università di Torino, nellʼambito del progetto europeo Risknat, per far conoscere a bambini e ragazzi, utilizzando a scopo didattico le loro doti di nativi digitali, come si com- porta una frana e portarli a riflettere sulle criticità del loro territorio. Nel gioco paesaggio, costruzioni, morfologia e topografia generali del- l'area interessata dalla frana sono riprodotte realisticamente: grazie al software che ricrea una frana di tipo detritico e all'impianto sonoro che sfruttando registrazioni reali muta a seconda di come si muove l'utente, ci si immerge in un evento tra i più spaventosi e devastanti. In questo modo si può osservare come si muove la frana e studiare migliori so- luzioni alla prevenzione delle stesse: una situazione che nella realtà si avvera molto raramente, per la natura occasionale e repentina che caratterizza questi fenomeni. Il gioco, che è stato messo a punto anche attraverso un laboratorio svoltosi nel 2011 con il liceo Des Ambrois di Oulx, prende a riferimento tre catastrofi realmente accadute in Val di Susa: la colata detritica del torrente Champeyron di Beaulard (avvenuta nel 1981), la frana del Cassas e la valanga di Venaus. La simulazione, ha ricevuto un importante riconoscimento nell'ambito di Irises, forum francese diʼinformazione sui rischi naturali. Simulazione in 3D elaborata da Provincia di Torino in collaborazione con Thales Alenia Space realizzata nellʼambito del progetto europeo Risknat. Provincia di Torino, Thales Alenia Space Cavalca una frana! 6 maggio > 29 giugno 2014
  • 13. Le Alpi Occidentali presentano una notevole variabilità sia per quanto riguarda la composizione litologica sia per le complicate strutture geologiche che ne costituiscono lʼossatura. Con alcune ostensioni di particolare valore estetico ed un sintetico corredo iconografico il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino vuole offrire una visione a spot su alcuni elementi propri dellʼarco alpino piemontese e valdostano: dai minerali della Val dʼOssola e della Valle dʼAosta a quelli della Valle di Susa e della Valle Varaita, dai celebri granati delle rodingiti fino ai minerali della Miniera di Traversella, qui proposta quale simbolo dellʼattività mineraria industriale dei secoli scorsi, per giungere infine ad una dettagliata campionatura delle rocce del Piemonte, allestita anche con funzionalità “tattili” per permettere un approccio più diretto ai visitatori. MRSN - Museo Regionale di Scienze Naturali Frammenti di Alpi Minerali e rocce del Piemonte e dellaValle d’Aosta 6 maggio > 29 giugno 2014 Per informazioni e prenotazioni visite guidate per gruppi e scolaresche: Tel. 011 4326307/6334/6337 - didattica.mrsn@regione.piemonte.it ...all’ EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO
  • 14. Colorata, bianca, igienica, riciclabile, fotografica, moneta, da forno… ecco a voi la Carta. Le sue radici affondano nel II sec a. C. in Cina, per raggiungere poi il Giappone, il Medio Oriente e infine lʼEuropa nel XII sec. Materiale igroscopico di origine vegetale, che ha contribuito allʼevoluzione storico culturale del nostro pianeta. Scopriamo le tappe che hanno caratterizzato la storia della carta e impariamo a produrla come si faceva nellʼantichità con i maestri cartai. Grazie alla rivoluzione industriale, oggi, lʼindustria cartaria è in grado di produrre: fazzoletti, carta igienica, tovaglioli, fogli di giornali, sacchetti per i nostri acquisti, e molto altro ancora. Osserviamo il ciclo produttivo della carta e impa- riamo a capire quali sono le caratteristiche e proprietà dei vari tipi di carta che utilizziamo quotidianamente. Eʼ un bene prezioso, ed è im- portante rispettare lʼambiente, scopriamo, allora, come conservarla e riciclarla. Con lʼaiuto della nostra fantasia e creatività proviamo a riu- tilizzare fogli di giornale, biglietti dei treni, pagine dei libri ecc. dando vita a opere dʼarte uniche e innovative. Ideazione e progettazione: Danilo Gasca e Vanda Elisa Gatti, in collaborazione con CentroScienza Onlus. Carta canta... Che mondo sarebbe senza la carta 6 maggio > 29 giugno 2014 Per Informazioni: Tel. 011 8394913 - info@centroscienza.it Visite guidate per gruppi e scolaresche e su prenotazione: Tel. 011 4326307/6334/6337 - didattica.mrsn@regione.piemonte.it
  • 15. Lucenti, preziosi, ottimi conduttori, ecco a voi i METALLI. Elementi chi- mici caratterizzati da elevati valori di conducibilità elettrica e termica, buona duttilità e plasticità, di facile fusibilità. Le loro funzioni e appli- cazioni sono molteplici, la storia dellʼuomo si misura sulla presenza dei metalli nelle varie ere. La religione, il commercio, lʼindustria del lusso utilizzano e modellano questi elementi chimici. Proviamo allora a scoprire quali sono le loro caratteristiche chimico fisiche, come rea- giscono a seconda della temperatura, che impiego hanno dal punto di vista tecnologico. Oggi si parla di metalli biocompatibili, di intolleranza al nichel per gli oggetti di lusso o creme per il corpo. Perché? Di fronte a un gioiello esclamiamo: che bello! Cerchiamo di capire per- ché ha quel valore andando ad esaminare il materiale che lo compone. I metalli sono dei conduttori di elettricità, scopriamo come, provando a fare il bagno nel “Mare di Fermi”. Acciaio, argento, rame, bronzo…. che medaglie vinceremo? I metalli rivestono grande importanza nel controllo di molte attività me- taboliche allʼinterno del nostro organismo. Quali metalli sono fonda- mentali per la nostra vita? Perché il mercurio è tanto pericoloso? I metalli sono stati impiegati da sempre per gli scambi commerciali. Un tempo le monete erano fatte di oro e argento. Oggi quali metalli vengono utilizzati? Come ci difendiamo dai falsari? Nuove tecniche di produzione hanno permesso di ottenere leghe di nuova generazione come quelle a memoria di forma o i vetri metallici. Vediamo cosa le differenzia dai metalli comuni e come ci aiutano a identificare i taccheggiatori. Ideazione e progettazione: Danilo Gasca e Vanda Elisa Gatti, in collaborazione con CentroScienza Onlus. Oro, argento, bronzo le olimpiadi dei metalli 6 maggio > 29 giugno 2014 Per Informazioni: Tel. 011 8394913 - info@centroscienza.it Visite guidate per gruppi e scolaresche e su prenotazione: Tel. 011 4326307/6334/6337 - didattica.mrsn@regione.piemonte.it ...all’ EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO
  • 16. Gli specchi sono i grandi protagonisti di questa mostra/laboratorio della Provincia di Torino. Specchi di vario genere ci consentiranno di com- prendere riflettendo le differenze fra i vari tipi di simmetrie e le loro pro- prietà. Una mostra che va oltre lʼinterattività, che si rivolge sia agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado sia al pubblico generico. Tante le postazioni a disposizione per permettere al pubblico di riflettere, in gruppo o singolarmente, costruendo strutture geometriche, cercando la risoluzione a problemi complessi proposti sotto forma di rompicapo o gioco. Parte della mostra sarà dedicata ai cristalli e alla loro forma macro- scopica e microscopica, per dimostrare concretamente come la ma- tematica sia capace di rendere visibile l'invisibile. Provincia di Torino, Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino Riflessioni & Riflessioni Un laboratorio per“riflettere”sulla matematica, tra specchi e costruzioni geometriche 16 > 29 giugno 2014 Per informazioni: CeSeDi - Centro Servizi Didattici Rachele Lentini Tel. 011 8613602 Per gruppi e scolaresche su prenotazione: Tel. 011 4326307/6334/6337 - didattica.mrsn@regione.piemonte.it
  • 17. LʼASTUT, Archivio Scientifico e Tecnologico dellʼUniversità di Torino, dal 2000 ha sede presso la ex Manifattura Tabacchi a Torino. In occasione delle Settimane della Scienza, sarà possibile visitare la sala espositiva e i magazzini dove si conservano gli strumenti e gli og- getti del passato legati alla ricerca e alla didattica dellʼUniversità di To- rino. Vi proponiamo un viaggio nel passato un poʼ diverso dal solito. Dagli strumenti inventati più di un secolo fa da Angelo Mosso, fisiologo tori- nese, per capire come funziona il corpo umano, ai primi simulatori di volo utilizzati nel 1917 a Torino per selezionare gli aspiranti piloti della Prima Guerra Mondiale, alla ricostruzione della sala operatoria degli anni ʼ50 del ʻ900 utilizzata dai pionieri della cardiochirurgia come Achille Mario Dogliotti e Angelo Actis Dato e tante altre curiosità legate alle diverse discipline insegnate allʼUniversità di Torino. Sono previste visite guidate gratuite con prenotazione obbligatoria. Durata: unʼora e mezza/due. Orari e visite: Martedì 13 e giovedì 15 maggio ore 16.00 Mercoledì 21 e venerdì 23 maggio ore 16.00 Martedì 27 e giovedì 29 maggio ore 16.00 Sabato 7 giugno ore 10.00 Martedì 10 e giovedì 12 giugno ore 16.00 Domenica 15 giugno ore 10.00 Martedì 17 e giovedì 19 giugno ore 16.00 Mercoledì 25 e venerdì 27 giugno ore 16.00 ASTUT - Archivio Scientifico Tecnologico dell’Università di Torino La casa degli strumenti scientifici del passato Info e prenotazioni: Mara Fausone: 335 7785195 ...all’ EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO
  • 18. LʼIstituto Superiore Mario Boella, è un Centro di Ricerca Applicata fo- calizzato sulle Tecnologie dellʼInformazione e della Comunicazione (ICT), fondato nel 2000 da Compagnia di San Paolo e Politecnico di Torino. Tre Aree dellʼISMB proporranno, a rotazione, alcune demo in ottica Smart City. LʼArea Mobile Solutions proporrà unʼesperienza interattiva basata sul prototipo di SmartPoster, un pannello interattivo che attra- verso etichette intelligenti permette di interagire con contenuti multi- mediali e interattivi progettati per la fruizione collettiva o individuale. LʼArea di Fotonica fornirà al pubblico una panoramica su metodi e tec- nologie per il recupero dellʼenergia presente nellʼambiente, trasforman- dola in energia elettrica utile per lʼalimentazione di dispositivi miniaturizzati a bassa potenza. Infine, lʼArea Pervasive Technologies presenterà i risultati di un progetto che mira ad ottimizzare capacità e prestazioni delle reti elettriche sfruttando le moderne tecnologie ICT con lʼobiettivo di bilanciare lo scambio di energia a livello locale. Laboratori per le classi della scuola secondaria di II grado. Orari e visite: Dal 19 al 23 maggio 2014 ore 10.00, 11.00, 12.00. Prenotazione obbligatoria. L’ICT al servizio delle Smart Cities Per informazioni Tel. 011 2276230 Prenotazioni: Tel. 011 8394913 - info@centroscienza.it 19 > 23 maggio 2014
  • 19. SiTI – Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per lʼInnovazione (Isti- tuto di ricerca senza fini di lucro costituito nel 2002 tra Politecnico di Torino e Compagnia di San Paolo) organizza un laboratorio per le classi della scuola primaria, che intende accompagnare i bambini at- traverso un percorso di conoscenza delle Aree protette del Po e della Collina Torinese e del loro processo di candidatura a Riserva MAB - Man and Biosphere UNESCO. Il programma è stato avviato negli anni ʼ70 per migliorare il rapporto tra uomo e ambiente e ridurre la perdita di biodiversità. SiTI e il Parco hanno iniziato una collaborazione che porterà alla presentazione del dossier di candidatura nel 2015. Il la- boratorio è pensato come un momento di gioco e condivisione: si pro- pone una sorta di gioco dellʼoca, in cui i giocatori saranno sottoposti a semplici domande relative al Parco e al MAB, a seconda della casel- lina su cui arriveranno a seguito del lancio dei dadi. Vince chi arriva prima in fondo al percorso. La candidatura giocata ai dadi 19 > 23 maggio 2014 Laboratorio per le classi della scuola primaria. Orari e visite: Dal 19 al 23 maggio 2014 ore 10.00, 11.00, 12.00. Laboratori per bambini singoli dalle 14.00 alle 18.00. Prenotazione obbligatoria. Per Informazioni Tel. 011 19751526 Per prenotazioni: Tel. 011 8394913 - info@centroscienza.it ...all’ EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO
  • 20. HuGeF è un centro di ricerca fondato dalla Compagnia di San Paolo, Politecnico di Torino e Università di Torino. Vi siete mai chiesti perché somigliamo così tanto ai nostri genitori? La risposta è semplice, la mamma e il papà ci hanno passato il loro DNA, in parti uguali, 50 % ciascuno e quindi poiché su questa molecola spe- ciale sono racchiuse tutte le informazioni su come siamo fatti, siamo molto somiglianti ai nostri genitori. Il DNA è racchiuso dentro il nucleo delle cellule viventi e si può anche vedere, ci riesci anche tu, basta seguire un semplice protocollo. Non hai bisogno di molte cose ,basta un frutto per esempio un kiwi, del detersivo per i piatti e dellʼalcool denaturato. Dopo aver tagliato il frutto lo devi ridurre in una poltiglia, metti un poʼ di detersivo dei piatti e mescola ancora. Il detersivo contiene delle so- stanze speciali che liberano il DNA dalle membrane che lo trattene- vano. Infine aggiungi lʼalcool e vedrai formarsi un filo bianco che si avvolge su se stesso. Quello è il DNA, la famosa molecola della vita. Divertiamoci con il DNA Come estrarre il DNA dalla frutta Per Informazioni: Tel. 0116706468 / 011 8394913 - info@centroscienza.it Sabato 24 maggio 2014
  • 21. Infini.to nasce sulla collina di Pino Torinese, a fianco dello storico Os- servatorio Astrofisico, con il quale collabora attivamente. Ospita nu- merose installazioni interattive che permettono al visitatore di sperimentare e approfondire temi astronomici. Oltre alla collezione del museo è possibile assistere a spettacoli nel planetario digitale, tra i più avanzati al mondo, seguire visite guidate, percorsi interattivi e ci- mentarsi in esperimenti scientifici attraverso laboratori. In occasione delle Settimane della Scienza Infini.to scende in città con il suo team di divulgatori della scienza. Sotto la cupola del planetario gonfiabile Starlab si potranno osservare le stelle del nostro cielo e os- servare le costellazioni come le immaginavano i greci e le altre popo- lazioni. Orari e visite: Dalle 15.00 alle 17.30 Infini.To - Museo dell'Astronomia e dello Spazio Infini.to scende in città Info e prenotazioni: Via Osservatorio 30, Pino T.se (TO) Tel. 011 8118740 (martedì-venerdì 10.00 - 15.00) www.planetarioditorino.it - info@planetarioditorino.it 3 > 6 giugno 2014 ...all’ EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO
  • 22. I nativi digitali vivono in rete. Davvero? E cosa fanno? Come usano i social network? Come partecipano e cosa condividono? Chi è am- messo nella tribù e chi rimane fuori? Tra i 13 e il 16 anni, quasi lʼ80% dei giovani è connesso per oltre 12 ore al giorno. Per la prima volta nelle storia dellʼuomo i figli padroneggiano una tecnologia che ai geni- tori sfugge completamente. I ragazzi nati dopo il 2000 sono “tecno-li- quidi”: fluiscono da un contenitore allʼaltro senza aver una forma propria, bensì adattandosi alla moda e nuovi modi di vivere. Web allo specchio è un gioco-laboratorio dove si compie un viaggio: il giro del web in 80 filmati, per sbirciare dietro le quinte e confrontarsi insieme. E decidere nuovi canali di comunicazione. Orari e visite: Sabato 10 e 17 maggio 2014 dalle ore 10.00 alle 20.00. Per le scuole su prenotazione: 7-10-13-14-17-26-29 maggio 2014 4-5-6 giugno 2014 ToScience - Associazione per la diffusione della cultura scientifica Web allo specchio Il racconto dei social network in 80 filmati Per informazioni 334 8965886 Per prenotazioni: Tel. 011 8394913 - info@centroscienza.it ...all’ EX MANIFATTURA TABACCHI Corso Regio Parco 134, TORINO
  • 23. MAUTO - Museo Nazionale dell’Automobile Attività per famiglie al Museo dell’Automobile > Pronti, disegnamo e si parte > DOMENICA 4 MAGGIO 2014, ore 15.30 - Durata: 2 ore Ispirandosi all'avventuroso viaggio Pechino - Parigi, lanciato sulle pa- gine del quotidiano francese Le Matin nel 1907, grandi e piccini po- tranno dar vita ad una libera interpretazione della famosa automobile Itala. L'auto "modella" d'eccezione, potrà tornare a gareggiare nella fantasia creativa dei suoi autori tra matite e materiali colorati. Il costo per ogni attività è di 3 euro più biglietto dʼingresso per adulti e bambini. < “Auto Pop up” DOMENICA 11 MAGGIO 2014, ore 16 - Durata: 2 ore I bambini saranno accompagnati in una visita al Museo per poi impe- gnarsi nella creazione di un biglietto pop up creato con un cartoncino colorato piegato a metà che diventa la scenografia della nostra auto- mobile a tre dimensioni! Il costo per ogni attività è di 7 euro a bambino, più biglietto di ingresso al Museo secondo tariffe. Quando le auto voleranno > SABATO 17 MAGGIO 2014, ore 16 - Durata: 2 ore La visita e il laboratorio sono incentrati sul tema dellʼautomobile vista come strumento per viaggiare nella fantasia, nel sogno e nellʼinven- zione. Immaginando un mondo futuro non troppo lontano bambini e genitori potranno inventare un auto in grado di volare e di spostarsi in una città ideale, forse più a misura dʼuomo e soprattutto di… bambino! Il costo per ogni attività è di 6 euro a bambino, più biglietto di ingresso al Museo secondo tariffe.
  • 24. < Automosaico DOMENICA 1 GIUGNO 2014, ore 16 - Durata: 2 ore Laboratorio per famiglie al Mauto dove i bambini dopo aver effettuato la visita del Museo, potranno creare un mosaico che riprodurrà una macchina, utilizzando un materiale a base di amido di mais e colori alimentari atossici. Il costo per ogni attività è di 7 euro a bambino, più biglietto di ingresso al Museo secondo tariffe. Inoltre ritornano al Museo i pomeriggi AL MAUTO CON MAMMA E PAPAʼ - percorsi dʼarte per grandi e piccini con una nuova formula ancora più divertente: “Al MAUTO con un simpatico burattino” > DOMENICA 27 APRILE 2014,ore 16 DOMENICA 18 MAGGIO 2014, ore 15.30 Durata: 1 ora e 30 Visita per famiglie al Mauto per lʼoccasione ci sarà una guida dʼecce- zione: sarà infatti un simpatico burattino ad animare le vetture del per- corso. Per Informazioni e prenotazioni: MAUTO - Museo Nazionale dellʼAutomobile C.so Unità dʼItalia 40, Torino Tel. 011 677666/7/8 - prenotazioni@museoauto.it Il percorso museale presenta la storia e l'evoluzione dell'automobile dagli albori fino al presente, collegandole ai grandi avvenimenti che hanno attraversato l'Europa nel Novecento. Il tutto in allestimenti spet- tacolari in cui non mancano elementi interattivi e divertenti. La funzione didattica si inserisce nellʼ ampio progetto di valorizzazione del Museo e si propone di ridefinire e potenziare il ruolo della didattica museale secondo modalità e percorsi che ne favoriscano una appro- fondita comprensione e una sua maggior apertura verso lʼesterno. At- traverso lʼevoluzione dellʼauto si possono raccontare mutazioni non solo tecnologiche ma anche sociali, ambientali, urbanistiche e toccare tematiche trasversali quali arte e design, sport e spettacolo, ecologia, pubblicità, moda, musica. Il programma e calendario aggiornato degli incontri si trovano sul sito. Negli spazi del museo è possibile inoltre organizzare la festa di com- pleanno: si inizia con la visita alla scoperta di come nascono le auto- mobili e si finisce costruendo un piccolo prototipo di auto. Al piano terra si trovano il bookshop e la caffetteria. Accessibile su ruote. Orari e visite: lunedì dalle 10.00 alle 14.00 martedì dalle 14.00 alle 19.00 mercoledì, giovedì e domenica dalle 10.00 alle 19.00 venerdì e sabato dalle 10.00 alle 21.00
  • 25. Nel periodo 5-30 maggio 2014 il Xké? organizza la prima edizione di ll Xké? per Le Settimane della Scienza, evento per la divulgazione della cultura scientifica rivolto alle classi delle scuole elementari. Nel corso delle quattro settimane di maggio 2014, grazie a questa iniziativa pilota, le scuole avranno la possibilità di partecipare a una serie di attività laboratoriali gratuite di alta qualità e innovazione didattica allʼinterno della struttura di Xké (Via G. Ferrari 1 - Torino). I laboratori offerti alle scuole primarie (durata 1 ora e trenta minuti, prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti) sono stati progettati da gruppi, associazioni ed istituzioni (di tutta Italia) che operano nellʼambito della divulgazione scientifica, selezionati attraverso un primo Bando ad hoc di Xké? per Le Settimane della Scienza. Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo Vedere e toccare il DNA > Laboratorio, dal 5 al 9 maggio 2014 Avvicinare i bambini alla biologia, attraverso unʼesperienza concreta e replicabile anche a casa. Xké? è possibile “vedere” e “toccare” il DNA, estraendolo da un frutto, utilizzando pochi materiali come il detersivo per piatti, sale da cucina e alcool denaturato. Xké? la membrana esterna delle cellule e quella del loro nucleo è composta da sostanze grasse che possono essere demolite usando del semplice detersivo per piatti. Associazione La casa degli insegnanti di Torino
  • 26. La vita in una goccia d’acqua > Laboratorio, dal 19 al 23 maggio 2014 In una sola goccia dʼacqua si cela una miriade di organismi minuscoli e differenti tra loro: ciliati, diatomee, flagellati, alghe verdi, rotiferi. Lʼesperienza de “mondo in una goccia dʼacqua” permette ai ragazzi di riconoscere il valore dellʼacqua, li aiuta ad assumere comportamenti responsabili e a sviluppare la curiosità e lʼapproccio scientifico La classe divisa in gruppi permetterà a ciascuno di contribuire attraverso le proprie risposte a costruire la piramide della vita nella goccia dʼacqua dai produttori primari, i vegetali, fino ai “grandi predatori” del mondo microscopico. Pelagosphera di Portoferraio (LI) < Quanta Biodiversità nella mia giornata Laboratorio, dal 26 al 30 maggio 2014 Uno spettacolo scientifico interattivo e coinvolgente, un gioco a squadre che permette di riflettere sull'incidenza della biodiversità nella vita quotidiana. Xké? molti degli oggetti con cui veniamo in contatto sono portatori di biodiversità; spesso non riflettiamo quanto sia presente e importante nella vita di tutti i giorni e su quanto essa sia indispensabile per lʼequilibrio dellʼambiente in cui viviamo. Un laboratorio per scoprire e riflettere. Associazione culturale G.Eco di Roma Per informazioni e prenotazioni: Xké? Il Laboratorio della curiosità Via G. Ferrari 1, Torino Tel. 011 8129786 laboratoriocuriosita@fondazionescuola.it < AriaAcqua Laboratorio, dal 12 al 16 maggio 2014, Aria e acqua sono due sostanze della vita quotidiana. Ma Xké? una nave galleggia? Oppure un aereo vola? Xké? le torri degli acquedotti sono così alte? Che cosa vuol dire mettere sotto vuoto? È possibile racchiudere una nuvola in una bottiglia? Lʼaria ha un peso? Indagare le proprietà fisiche di queste due sostanze, ricorrendo ad una modalità di grande impatto, di facile realizzazione e rigorosamente corretta, al fine di trovare una risposta alle domande precedenti e ad altre sullo stesso argomento. Associazione culturale LIBRA 93 di Campogalliano (MO) Eccezionalmente, in occasione delle Settimane della Scienza, il Xké? sarà aperto nel fine settimana 24 e 25 maggio 2014, con laboratori scientifici. Per permettere a nonni, mamme, papà, zii e bambini di incuriosirsi, divertirsi e imparare.
  • 27. 7, 8, e 9 maggio 2014 In occasione dellʼedizione 2014 delle Settimane della Scienza, l'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (I.N.RI.M.) apre alle visite i laboratori di ricerca nell'ambito della metrologia meccanica, termica, di tempo e frequenza, elettrica, magnetica, acustica, in fotometria e nelle bio- scienze, e ancora per l'informazione quantistica e lo studio dei mate- riali. Si tratta di unʼopportunità per cogliere il rapporto tra attuale sperimen- tazione scientifica e conseguenti applicazioni nellʼambito dellʼindustria, della tecnologia avanzata e dellʼambiente, attraverso le misure. Le visite sono rivolte alle scuole secondarie di secondo grado e, in nu- mero limitato, ai privati. Orari e visite: mattino 9.00 - 12.30; pomeriggio 14.00 - 16.30. Durata 2 ore e mezza circa. Prenotazione obbligatoria entro il 29 aprile 2014. INRIM - Isituto Nazionale di Ricerca Metrologica Laboratori aperti all’ INRIM > Le sfide della metrologia e l’evoluzione tecnologica Info e prenotazioni INRIM - Isituto Nazionale di Ricerca Metrologica Strada delle Cacce 91, Torino Marina Sardi, Tel. 011 3919 767 - m.sardi@inrim.it Claudia Rota, Tel. 011 3919 365 - c.rota@inrim.it www.inrim.it
  • 28. < Smart City Weeks 2014 - Torino Smart City Weeks, evoluzione degli Smart City Days del 2013, nasce dalla cooperazione di tre città che stanno affrontando la sfida del cambiamento basato sulla diffu- sione delle reti, delle nuove tecnologie ICT e della soste- nibilità. Condividendo lʼimpostazione con Milano e Genova, la Città di Torino e la Fondazione Torino Smart City promuo- vono dal 22 maggio allʼ8 giugno una serie di appunta- menti ed eventi rivolti alla cittadinanza. In questo contesto si inseriscono le Settimane della Scienza che nei mesi di maggio e giugno contribuiranno ad anticipare le tematiche volute dalla Commissione Eu- ropea. Prima ancora di trasformare la città occorre, infatti, un cambiamento culturale che renda i cittadini smart citi- zens. La Smart City Week torinese includerà convegni, wor- kshop, mostre, festival, fiere ed iniziative sportive, in cui sono coinvolte associazioni, enti culturali, fondazioni e altre importanti realtà del territorio. Si parte con FLOR 14, la mostra-mercato florovivaistica diventata ormai un appuntamento tradizionale della pri- mavera torinese, per proseguire con la Conferenza Eu- ropea di Arboricoltura, gli Ortinfesta nella Venaria Reale, la LOV Night che animerà la notte di Vanchiglia, San Sal- vario ha un cuore verde con i suoi balconi fioriti e i cortili verdi, il Workshop Image 2014 sul concetto di Smart He- alth, i seminari su edilizia ed energia, il workshop della Fondazione Rosselli su come finanziare le smart cities a tante altre iniziative. Tra tutte è da segnalare la 17^ edizione del Festival Ci- nemambiente, evento internazionale e motore della Smart City Week della nostra città. Il programma completo sarà presto disponibile sul sito www.torinosmartcity.it
  • 29. Astronomy Day > SABATO 10 MAGGIO 2014 L'Astronomy Day è un evento annuale destinato a fornire un mezzo di interazione tra il pubblico in generale e vari appassionati di astronomia, gruppi e professionisti . L'influenza lunare sul programma significa che l'evento è programmato in una data diversa ogni anno. Infini.to – Museo dell'Astronomia e dello Spazio, Planetario di Pino To- rinese, organizza un pomeriggio denso di appuntamenti con incontri con gli esperti e la proiezione inedita dello spettacolo Space Opera. Il viaggio di Space Opera è interamente concepito e sincronizzato con "Op. 32: The Planets". Space Opera è un viaggio virtuale interplane- tario. Il ritrovamento di un disco volante nel sottosuolo permetterà ai passeggeri di decollare dalla Terra e visitare l'intero Sistema Solare in meno di 40 minuti: l'impostazione visiva dell'opera è assolutamente sperimentale ed inedita. L'ambiente ricrea l'interno di una astronave "aliena", la cui voce partecipa al viaggio e ci fa da guida rivolgendosi a noi e riversando il nostro stesso "sapere" sulle tappe del viaggio. Infini.To - Museo dell'Astronomia e dello Spazio A un passo dalle stelle >
  • 30. In ricordo di Margherita > SABATO 28 GIUGNO 2014 Infini.to – Museo dell'Astronomia e dello Spazio, Planetario di Pino To- rinese, organizza un pomeriggio denso di appuntamenti per ricordare la grande scienziata e donna, Margherita Hack. Per l'occasione interverrà il prof. Massimo Ramella (INAF-Osservatorio Astronomico di Trieste). < News dall’Universo SABATO 17 MAGGIO e 21 GIUGNO 2014 Infini.to – Museo dell'Astronomia e dello Spazio, Planetario di Torino rinnova anche quest'anno il suo ruolo da protagonista come luogo di divulgazione scientifica con il nuovo ciclo di conferenze "News dal- l'Universo". Il programma prevede 5 appuntamenti in compagnia di grandi esponenti del panorama scientifico italiano, all'insegna delle ul- time scoperte che provengono dall'Universo vicino e lontano. Le conferenze, per cui si consiglia la prenotazione, sono rivolte a tutti: pubblico, docenti di istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, stu- denti della scuola secondaria superiore e universitari. 17 maggio 2014 Dall'intuizione di Dirac alla rivelazione dell'antimateria nell'Universo Antonaldo Diaferio e Paolo Gambino (Università degli Studi Di Torino) 21 giugno 2014 Missione Gaia: un miliardo di stelle Mario Lattanzi (Osservatorio Astrofisico di Torino) Ingresso gratuito dalle ore 18.30. Prenotazione consigliata. Info e prenotazioni: Via Osservatorio 30, Pino T.se (TO) Tel. 011 8118740 (martedì-venerdì 10.00 - 15.00) www.planetarioditorino.it - info@planetarioditorino.it
  • 31. giovanigenitori - giovanigenitori Tel. 011 19913127 Non perdere neanche una copia ABBONATI! WWW.GIOVANIGENITORI.IT LA RIVISTA PER LE FAMIGLIE ECO E SLOW Mensile,numero 3anno9-PosteItaliane SpA-Spedizioneina.p.-DL353/2 003(conv.InL.27/02 /04n.46)art.1,comma 1,DRCBTorino-3euro MARZO 2014 LA RIVISTA PER LE FAMIGLIE DEL PIEMONTE Mensile,numero4anno9-PosteItalianeSpA-Spedizioneina.p.-DL353/2003(conv.InL.27/02/04n.46)art.1,comma1,DRCBTorino-3euroAPRILE 2014 feste - parchi - bici corsi - ludoteche pannolini - compiti - gite alimentazione sana piscine - cascine - teatro A PER LELA RIVISTTA AMIGLIE ECO E SLOE FFAAMIGLIE ECO E SLOW Non pererderere n AABBO WWW GIOVA neaeanche una co ONATI! ANIGGENITORI opopia ITWWW.GIOVAANIGGENITORI.IT feste - ali panno parchi - bici lini - compiti - gite mentazione sana 4 RZO 2014 APRILE lini - compiti - gite giovanigenit el. 0TTe corsi - pis ludoteche cine - cascine - teatro giovanigenitori - giovanigenitori 1 19913127el. 01 cine - cascine - teatro
  • 32. Domenica 11 maggio 2014 Dalle ore 15 alle ore 17 A cura delle Attività Educative e Formative del PAV Osservare, nominare, catalogare, collezionare, conservare, mostrare. Queste sono solo alcune delle azioni, alla base della ricerca scientifica e museologica, che verranno proposte nellʼattività di laboratorio. La ri- cerca di reperti, di origine naturale o artificiale, nellʼarea del Parco con- sentirà di immaginare modalità dʼesposizione e ipotizzare brevi storie legate alla loro origine e formazione. A seguire, visita guidata alle esposizioni Partecipazione gratuita e ingresso libero al museo. Prenotazione obbligatoria. PAV - Parco Arte Vivente < Il museo delle piccole cose Info e prenotazioni: PAV - Centro sperimentale d'arte contemporanea Via Giordano Bruno 31, Torino Tel. 011 3182235 - lab@parcoartevivente.it
  • 33. Porte aperte allʼArpa Piemonte è un progetto che ha lo scopo di sensi- bilizzare i cittadini al rispetto del- lʼambiente rendendo partecipi i visitatori delle iniziative e dei pro- blemi relativi allʼinquinamento. Arpa apre le porte dei suoi labora- tori e dei Centri tematici per mo- strare come svolge le attività tecnico-scientifiche che supportano i servizi di controllo e monitoraggio ambientale. Tra le tante proposte è possibile ap- prendere come si costruiscono gli indici di qualità ambientale dellʼac- qua, dellʼaria, del suolo, come sono monitorati il rischio idrogeologico e la sicurezza dei prodotti alimentari e molto altro ancora. Arpa Piemonte Porte aperte all’Arpa Piemonte > 13 Maggio 2014, dalle ore 14.30 alle ore 16.30 DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI ASTI - P.zza Alfieri 33, Asti Presentazione del Sistema Regionale di rilevamento, con visita ad una stazione di rilevamento fissa o mobile. 16 Maggio 2014, dalle ore 14.30 alle ore 16.00 LABORATORIO DI IVREA -Via Jervis 30, Ivrea (TO) Visita ai laboratori di Chimica e Biologia 19 Maggio 2014, dalle ore 14.00 alle ore 16.00 LABORATORI DITORINO -Via Sabaudia 164, Grugliasco (TO) Visita ai laboratori di Chimica, Biologia ed Ecotossicologia.
  • 34. 28 Maggio 2014, dalle ore 14.00 alle ore 16.00 GEOLOGIA E DISSESTO –VIA PIOVII, 9 -TORINO Sistemi informativi e dati disponibili in rete, cartografia geologica, atti- vità di prevenzione del rischio geologico, esame di fotografie aeree; sistemi di controllo sui movimenti franosi con esposizione degli stru- menti di monitoraggio. 22 Maggio 2014, dalle ore 14.30 alle ore 16.30 POLO ALIMENTI - Strada Nizza 24, La Loggia (TO) Controllo di fitosanitari, OGM, micotossine, IPA, metalli pesanti in ali- menti, cosmetici e materiali a contatto con alimenti 20 Maggio 2014, dalle ore 14.30 alle ore 16.30 SISTEMI PREVISIONALI -Via PioVII 9,Torino Meteorologia e nivologia. Strumenti di monitoraggio e visita alla sta- zione meteo portatile. Info e prenotazioni: Prenotazione obbligatoria Si può effettuare lʼiscrizione: - via web allʼindirizzo http://www.arpa.piemonte.it/approfondimenti/educazione-ambien- tale/porte-aperte/prenotazioni; - telefonando al numero verde 800 518 800 dalle 10.00 alle 12.00 il lunedì, martedì, giovedì, venerdì mercoledì dalle 14.00 alle 16.00; - inviando una e-mail a educazione.ambientale@arpa.piemonte.it indicando il nome e cognome, il centro visita prescelto e un recapito telefonico.
  • 35. Sabato 17 maggio 2014 Dalle 10 alle 24 In occasione delle Settimane della Scienza l’ingresso è gratuito. - Dalle ore 21.00 alle ore 24.00 visite guidate gratuite (non è necessaria la prenotazione) - Ore 18.00, con replica alle ore 21.00, Aula magna di Anatomia (C.so Massimo dʼAzeglio 52) Concerto Jazz della serie MusicaMuseo, in col- laborazione con il Gruppo Jazz dell'Associazione Musicale degli Stu- denti Universitari del Piemonte diretto da Gian Luigi Panattoni. Ingresso libero fino ad esaurimento posti (max 99 posti per concerto). Apertura prevista un quarto dʼora prima dellʼorario di inizio. Museo di Anatomia umana Luigi Rolando Museo di Antropologia criminale Cesare Lombroso Museo della frutta Francesco Garnier Valletti Notte dei Musei > Per informazioni: Museo di Anatomia Umana Luigi Rolando C.so M. dʼAzeglio 52, 10126 Torino - Tel. 011 6707883 Fax 011 6705931 - museo.anatomia@unito.it www.museounito.it/anatomia - www.torinoscienza.it/anatomia Museo di Antropologia criminale Cesare Lombroso Via P. Giuria 15, 10126 Torino - Tel. 011 6708195 Fax 011 6705931 - www.museounito.it/lombroso Museo della Frutta Francesco Garnier Valletti Via P. Giuria 15, 10126 Torino - Tel. 011 6708195 Fax 011 6708196 - info@museodellafrutta.it www.museodellafrutta.it
  • 36. 17, 24 e 31 maggio dalle ore 15 alle ore 17 In collaborazione con il MRSN e il Planetario di Torino, il Museo di Ana- tomia umana organizza per tre sabati in maggio unʼesperienza di di- segno per i piu piccini (età tra gli 8 e 11 anni). Accompagnati da un maestro di disegno e da una guida, i bambini visitano le sale del museo, osservano il contenuto delle vetrine e scelgono un soggetto da riprodurre con le matite colorate. Costo per l'attività € 3,00 per bambino, adulti gratuito. Museo di Anatomia umana Luigi Rolando < Disegnamo insieme: le forme della scienza Info e prenotazioni Museo di Anatomia Umana Luigi Rolando C.so M. dʼAzeglio 52, 10126 Torino Tel. 011 4326337
  • 37. La meccanica ha dominato la tecnologia sino alla fine del XIX secolo; poi è venuta alla ribalta l'elettrotecnica, presto seguita dall'elettronica. Ma le macchine da calcolo, a partire dalla famosa addizionatrice in- ventata da Blaise Pascal, sono rimaste essenzialmente meccaniche sino alla metà del XX secolo con il solo recente contributo di una mo- torizzazione elettrica. La rassegna presentata negli spazi espositivi del Politecnico mette in luce la raffinatezza delle calcolatrici meccaniche a partire da alcuni semplici contatori meccanici e dalla mitica Comptometer sino alle più recenti Divisumma Olivetti. Oggi, di fronte alla incommensurabile potenza dell'elettronica è difficile immaginare che a metà Ottocento Charles Babbage potesse conce- pire il suo Analytical Engine, il prototipo dei moderni calcolatori, in una versione completamente meccanica, mosso da una macchina a va- pore. Brunsviga, Comptometer, Divisumma, Facit, Monroe, Multisumma, Nu- meria, Rheinmetall, Riv, Schubert, Summira, e molti altri, sono nomi che testimoniano ancora oggi prodigi della meccanica. Museo del Politecnico di Torino La meccanica dei numeri > Una mostra negli spazi espositivi del Politecnico diTorino Info e prenotazioni: Museo del Politecnico - Area Bibliotecaria e Museale Tel. 011 4330923 - 011 0907784 infomap@polito.it - digit.biblio.polito.it/meccanica_numeri.html Viaggio al centro di una calcolatrice meccanica GIOVEDÌ 22 MAGGIO 2014 ore 17.00 Sala Consultazione Biblioteca Centrale di Ingegneria Nella linea delle autopsie di macchine di Vittorio Marchis, la mostra La meccanica dei numeri offre lʼoccasione di un viaggio (concreto e non solo immaginario) nelle viscere di una calcolatrice meccanica, dove, tra camme e ruote dentate, tasti e molle, si trovano gli spunti per nuove suggestioni interdisciplinari tra tecnologia e arte, tra scienza e lettera- tura.
  • 38. Il piemontese Bernardino Drovetti (1776-1852), militare, diplomatico, collezionista, fu tra i protagonisti della prima avventurosa esplora- zione archeologica in Egitto agli inizi dellʼOttocento. Raccolse una ricchis- sima collezione di antichità che ven- dette in parte al governo di Torino, dove tale materiale costituì il primo nucleo del Museo Egizio. I reperti fu- rono non a caso esposti nel palazzo dellʼAccademia delle Scienze, depu- tata a vegliare sulla loro classifica- zione e collocazione nel nuovo museo. LʼAccademia delle Scienze in colla- borazione con la Compagnia di San Paolo, organizza un convegno che ospiterà i maggiori specialisti euro- pei di Drovetti e delle sue collezioni. Per lʼoccasione nelle sale dellʼAcca- demia sarà allestita una mostra di documenti riferiti alle vicende drovet- tiane. Accademia delle Scienze di Torino < Bernardino Drovetti, dall’avventura alla scienza “Una collezione di antichità Egizie unica al mondo” Info e prenotazioni: Accademia delle Scienze di Torino, Sala dei Mappamondi, Via Accademia delle Scienze 6 (ingresso con ascensore Via Maria Vittoria 3) didattica@accademiadellescienze.it Fabiana Basso - Tel. 011 5620047 23 maggio 2014 CONVEGNO: Ore 9.30 - 18.00 Ingresso libero sino a esaurimento posti; Per la mostra visite su prenotazione.
  • 39. Inseguitori solari inseguiti da robot, motori a idrogeno che emettono acqua, materiali che si divertono ad assumere le forme più strane, mi- croscopiche creature che sbucano ovunque, molecole che colorano, profumano e danno sapore… succede di tutto in questa scuola, ma la vera sorpresa è che si tratta di scienza e non di illusione. E allora perché non approfittare di un aperitivo del genere per grandi e bam- bini? Gli studenti e i docenti dellʼIIS Cobianchi vi aspettano dalle 17 alle 19 di venerdì 23 maggio per “vedere e toccare”. E dalle 21 alle 23 tutti alla Casa del Lago, un luogo per “fare” con lʼacqua e con i suoi abitanti. L'iniziativa nasce dalla collaborazione istituzionale tra Il Baobab, l'al- bero della ricerca (www.baobabricerca.org ), associazione culturale senza scopo di lucro che gestisce anche il museo interattivo La Casa del Lago (www.lacasadellago.it ), e l'IIS Cobianchi (www.cobianchi.it), scuola capofila della Rete Regionale CompetenzISS, che rinnova per il Piemonte l'esperienza del Piano Nazionale Insegnare Scienze Spe- rimentali. Venerdì 23 maggio 2014 IIS L. Cobianchi dalle 17 alle 19 La Casa del Lago dalle 21 alle 23 Durata: circa unʼora. Prenotazione non necessaria. La Casa del Lago AperiScienza > La scienza come aperitivo Per informazioni: IIS Lorenzo Cobianchi Piazza Martiri di Trarego 8, 28921 - Verbania C. Vicari Tel. 338 7228942 - vicari@cobianchi.it La Casa del Lago (Associazione Culturale Il Baobab, lʼalbero della ricerca) Via Cavallotti 16, 28921 - Verbania C. Signorini - Tel. 338 7612044 - info@lacasadellago.it
  • 40. Nuove proposte educative con la mostra Somos Libres II. Opere dalla collezione di Mario Testino, ideate dal Dipartimento Educazione della Pinacoteca Agnelli. Un calendario di attività per tutti: dai laboratori de- stinati alle scuole di ogni ordine e grado a quelli per le famiglie inseriti nellʼiniziativa la Domenica in pinacoteca. La proposta è rivolta anche agli adulti: workshop e visite guidate per scoprire la collezione del fo- tografo. Tutte le domeniche i bambini potranno provare lʼesperienza di divertirsi in Pinacoteca Agnelli. Ogni domenica alle ore 16 appuntamenti per famiglie con bambini dai 4 anni in su. Nello studio dell’artista 25 MAGGIO 2014 La mia macchina fotografica 1 GIUGNO 2014 Il ritratto, che emozione! 8 GIUGNO 2014 Costo laboratorio: 4€ a bambino; gratuito per accompagnatori. Ingresso al museo: intero 10€; ridotto 8€ per over 65 e convenzio- nati, ridotto 4€ per ragazzi 6-16 anni; gratuito per Abbonati Torino Musei e bimbi 0-6 anni non compiuti. Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli < Le domeniche in Pinacoteca Laboratori per genitori e figli dai 4 anni in su Per informazioni: Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli Via Nizza 203/103 - Torino Tel. 011 0062086; 011/0062713 www.pinacoteca-agnelli.it - educa@pinacoteca-agnelli.it
  • 41. Orari delle visite Visita dei laboratori per le scuole: ore 9.30 - 13.00 (orario di arrivo da stabilire in accordo con i professori) Per tutti: ore 15.00 - 17.00 Durata del percorso: 2 ore circa ore 17.30 - Caffè scientifico “La necessità della ricerca fondamentale” con il prof. Luca Bonfanti Prenotazione obbligatoria entro il 21 maggio 2014 per le visite ai laboratori del mattino e del pomeriggio. Per il Caffè scientifico non è necessaria la prenotazione. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. NICO - Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi Porte aperte sulle neuroscienze > La ricerca di base: il primo passo nella lotta contro le malattie neurodegenerative Per informazioni: Azienda Ospedaliero-Universitaria San Luigi Gonzaga Regione Gonzole 10, Orbassano (TO) Barbara Magnani - Tel. 339 3096245 - barbara.magnani@unito.it www.nico.ottolenghi.unito.it www.facebook.com/NeuroscienceInstituteCavalieriOttolenghi Alzheimer, sclerosi multipla e sclerosi laterale amiotrofica: sono le pa- tologie neurodegenerative più conosciute, ma spesso si dimentica che la strada per trovare una terapia - come per altre malattie o lesioni del sistema nervoso - parte inevitabilmente dalla ricerca di base. Ricerca che raramente esce sui giornali, ma che è necessaria per capire sia i processi degenerativi sia i meccanismi di riparazione e rigenerazione del cervello. Per questo il NICO riunisce ricercatori con approcci ed esperienze complementari, integrando la ricerca di base (che studia i meccanismi di funzionamento e riparazione del sistema nervoso come problema biologico) con quella di tipo applicativo e clinico (che traduce la prima in approcci terapeutici, guardando al sistema nervoso come a un problema clinico). Mercoledì 28 maggio 2014
  • 42. Venerdì 30 maggio 2014 ore 16.00 Rettorato del’Università degli Studi diTorino Sala Principi D’Acaja -ViaVerdi 8 In modo semplice e chiaro il dott. Paolo Giubellino, spokeperson di ALICE ci farà conoscere il CERN nellʼincontro a carattere divulgativo. Il CERN L'Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (in inglese European Organization for Nuclear Research, in francese Conseil Eu- ropéen pour la Recherche Nucléaire), è il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle. La convenzione che istituiva il CERN fu firmata il 29 settembre 1954 da 12 stati membri. Oggi ne fanno parte 21 stati membri più alcuni osservatori, compresi stati extraeuropei. Lo scopo principale del CERN è quello di fornire ai ricercatori gli strumenti necessari per la ricerca in fisica delle alte energie. Questi sono princi- palmente gli acceleratori di particelle, che portano nuclei atomici e par- ticelle subnucleari ad energie molto elevate, e i rivelatori che permettono di osservare i prodotti delle collisioni tra fasci di queste particelle. Ad energie sufficientemente elevate, i prodotti di queste rea- zioni possono essere radicalmente differenti dai costituenti originali dei fasci, e a più riprese sono state prodotte e scoperte in questa ma- niera particelle fino a quel momento ignote. ASP - Associazione per la Promozione dello Sviluppo Scientifico e Tecnologico del Piemonte < Conoscere il CERN: un viaggio all’origine dell’universo Info e prenotazioni ASP - Associazione per la Promozione dello Sviluppo Scientifico e Tecnologico del Piemonte Tel. 011 19742434 - info@asp.torino.it www.asp.torino.it
  • 43. Dal 31 maggio al 5 giugno 2014 l Festival CinemAmbiente è nato a Torino nel 1998 con lʼobiettivo di presentare i migliori film ambientali a livello internazionale e contri- buire, con attività che si sviluppano nel corso di tutto lʼanno, alla pro- mozione del cinema e della cultura ambientale. Anche questa edizione avrà luogo come di consueto dal 31 maggio al 5 giugno. La novità più importante riguarda lʼaccesso in sala per il pubblico: Ci- nemAmbiente torna a essere gratuito. “I documentari che proponiamo al pubblico da circa ventʼanni hanno un valore civico e educativo. Rappresentano in qualche modo un ri- sparmio per la comunità, perché cittadini informati contribuiscono alla gestione intelligente della collettività” sostiene il direttore Gaetano Ca- pizzi. Altra novità riguarda le sale in cui si svolgeranno le proiezioni che si moltiplicano per un festival sempre più diffuso. Al Cinema Massimo cuore pulsante del festival si aggiungono altre quattro sale. Saranno presentati circa cento film provenienti da tutto il mondo. Museo Nazionale del Cinema, Associazione CinemAmbiente 17° Festival CinemAmbiente > Per informazioni: Via Montebello, 15 - 10124 Torino - Italy Tel. 011 8138860 - Fax 011 8138896 festival@cinemambiente.it - www.cinemambiente.it
  • 44. Sabato 31 maggio 2014 Aspettando il Festival dellʼinnovazione e della scienza (13-19 ottobre 2014) la biblioteca Archimede propone due momenti di divertimento… scientifico! Biblioteca Archimede, Settimo Torinese < Archimede, la scienza per tutti Per informazioni: Biblioteca Archimede P.zza Campidoglio 50, Settimo Torinese (TO) Tel. 011 8028588/378 - www.bibliotecarchimede.it eventi.archimede@fondazione-ecm.it Ora del racconto in 3D: tre rane tridimensionali > Ore 10.30 Cosa succede se si uniscono libri, favole, letture, stampante 3D, Ar- duino, creatività e FabLab? Ecco cosa vi proponiamo! Leggeremo in- sieme un libro di favole e poi, grazie alle nuove tecnologie digitali, stamperemo i personaggi più belli!!! La dama blu: scoprire gli inquinanti dell’acqua attraverso il gioco > Dalle ore 10 alle 12 Dal rubinetto di casa esce acqua, ma cosa finisce giù per il tubo di scarico? Per scoprirlo non vi resta che giocare. Cʼè una buffa scac- chiera che vi aspetta. Eliminate le sostanze inquinanti nascoste dietro le pedine di idrogeno e ossigeno. Lʼacqua è un solvente universale. Lava e pulisce tutto quello che gli capita a tiro. E finisce per sporcarsi irrimediabilmente… uffa!
  • 45. DINO...games > fino al 3 GIUGNO 2014 La mostra DINO...games racconta di animali preistorici, o più precisa- mente delle loro ricostruzioni, e di come abbiano compiuto un lungo percorso: dai trattati scientifici ai libri di divulgazione, dai fumetti alla pubblicità. Le loro immagini sono state utilizzate per la realizzazione di numerose creazioni e altrettanti personaggi diventati assai popolari con la diffusione dei videogiochi. Nei videogames le caratteristiche degli animali preistorici, in particolare dei dinosauri, sono state largamente utilizzate. La gamma è vasta e spazia dai molti tipi diversi presenti nei giochi di ruolo e nei "picchia- duro", fino a focalizzarsi su un singolo personaggio, come ad esempio Yoshi. Il pubblico potrà cimentarsi con i sapientini. Due exhibit interattivi con domande a risposta multipla verificheranno le conoscenze dei visita- tori. Durata della visita 1 ora circa. Visita libera e ingresso gratuito. Rivolta ad un pubblico generico. MRSN - Museo Regionale di Scienze Naturali Temporary Museum Torino > Spazio espositivo del Museo Regionale di Scienze Naturali e Basic Net BasicVillage
  • 46. < Mi muovo... dunque sono SCIENZA E SPORTTRA CERVELLO E MUSCOLI dal 12 GIUGNO AL 14 SETTEMBRE 2014 Una mostra interamente dedicata al rapporto tra scienza e sport, che consentirà a grandi e piccini di sperimentare in modo diretto e avvin- cente le reazioni straordinarie che il nostro corpo è capace di mettere in atto laddove venga sollecitato nel corso di un'attività sportiva. La mostra è stata realizzata dal Comitato Scientifico di Experimenta per lʼEdizione olimpica. Lo spazio, all'interno del percorso, è articolato in cinque diverse "isole" dedicate a varie tipologie di azione motoria nel quadro dell'attività spor- tiva: ad essere fatto oggetto di una sperimentazione diretta e diver- tente sarà così il rapporto tra i sensi e i movimenti, quello tra il cervello e i muscoli, quello tra la rapidità e la reazione, quello tra l'agilità e la precisione, quello, infine, tra la sollecitazione e la resistenza. La mostra è pensata in modo da consentire a chi vorrà mettersi in gioco di effettuare delle mini-gare con se stessi e con altri visitatori, mettendo alla prova cervello e muscoli per individuare i meccanismi che stanno alla base dell'apprendimento motorio e per comprendere quante analogie vi siano tra l'attività sportiva e le azioni che si com- piono nella vita quotidiana. Durata della visita 1 ora e 30 minuti circa. Visita libera e ingresso gratuito. Rivolta in particolare ai ragazzi di Estate Ragazzi e adatta ad un pubblico generico. Info e prenotazioni: Corso Verona 15/c, Torino Orari: mercoledì-venerdì: 15.00-19.00, sabato e domenica: 10.00-19.00 lunedì e martedì: chiuso Tel. 011 4326307/6334/6337 didattica.mrsn@regione.piemonte.it
  • 47. Sotto la rimessa attorno alla piattaforma girevole degli Anni Venti, fun- zionante, trovano posto locomotive e carrozze che hanno circolato in Piemonte e non solo. Alcuni esemplari sono mantenuti in efficienza, utilizzati per organizzare treni storico-turistici. Una “draisina”- un mezzo per la manutenzione - restaurata dai Volon- tari esegue dimostrazioni di funzionamento sul piazzale. La palazzina ospita la mostra di attrezzi e cimeli, apparecchi per il con- trollo del traffico, divise, modelli dimostrativi ed una nutrita biblioteca. La sezione modellistica comprende una raccolta di modelli di treni di tutto il mondo; un grande plastico a comando digitale simula il funzio- namento delle ferrovie reali. I più piccini possono divertirsi a “guidare” un trenino su un piccolo ovale a loro riservato. Orari e visite: Tutti i giovedì: 15.00 - 18.30 Sabato, domenica e festivi: 10.00-12.30 e 15.00-18.30 Comitive su prenotazione. Durata della visita: circa due ore. Museo Ferroviario Piemontese La storia dei treni del Piemonte > Info e prenotazioni: Via Coloira 7, Savigliano (CN) Tel. 0172-31192 (segreteria telefonica) www.museoferroviariopiemontese.com https://www.facebook.com/MuseoFerroviarioPiemontese savigliano@museoferroviariopiemontese.com
  • 48. 7 e 21 Giugno 2014 Ore 18.00 Una visita interattiva nel nuovo al- lestimento dedicato allʼArcheolo- gia del Cinema, alla scoperta dei dispositivi ottici, delle macchine spettacolari e dei principi scienti- fici che hanno anticipato la na- scita del cinema; un percorso multisensoriale che vi porterà a sperimentare, attraverso modelli tattili e moderne tecnologie, quelle esperienze spettacolari che già più di due secoli fa pone- vano lo spettatore al centro di un universo visivo artificiale, dandogli la sensazione di essere immerso in unʼaltra realtà. Visita guidata: 3,50€ a persona (servizio attivo con un minimo di 10 partecipanti, gratuito sotto i 5 anni) + Ingresso ridotto al Museo. Durata: 1 ora e 30 minuti. Prenotazione obbligatoria. Museo Nazionale del Cinema < Vivi la meraviglia del precinema! Visita alle nuove sale espositive dell’Archeologia del Cinema Info e prenotazioni: Museo Nazionale del Cinema - Mole Antonelliana Via Montebello 20, Torino Tel. 011 8138 564/5 lun-ven 9-18. prenotazioni@museocinema.it didattica@museocinema.it
  • 49. LʼEcomuseo dellʼAnfiteatro Morenico di Ivrea promuove, in occasione delle Settimane della Scienza e nellʼambito del progetto Rete Museale AMI, lʼapertura di alcuni siti legati alla conservazione e divulgazione di aspetti tecnologici e produttivi del passato. Si tratta di piccoli opifici, attivi nei secoli scorsi, accumunati dallʼutilizzo dellʼacqua come forza motrice per il funzionamento dei macchinari indispensabili al processo produttivo. Sarà quindi possibile visitare “La Botega del Frer” di Chia- verano , unʼofficina di fabbro ferraio risalente al Settecento tuttora in grado di muovere le macchine operatrici attraverso una ruota idraulica, e lʼEcomuseo della Castagna di Nomaglio con un antico Mulino ad energia idraulica ancora oggi utilizzato in paese per la lavorazione delle castagne. Ecomuseo dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea Mulino e Bottega > Energia idraulica e tecnologie del passato 14 e 21 giugno 2014 Dalle ore 15 alle 18 15 e 22 giugno 2014 dalle ore 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 Museo La Botega del Frer - Via Ivrea, 3 - Chiaverano (TO) Ingresso libero e gratuito Ecomuseo della Castagna - Via del Mulino, 28 - Nomaglio (TO) Ingresso libero e gratuito Per informazioni: ECOMUSEO DELLʼANFITEATRO MORENICO DI IVREA Tel. 0125 54533 info@ecomuseoami.it - www.ecomuseoami.it
  • 50. Giovedì 26 giugno 2014 Dalle ore 10 alle ore 17 A cura di PAV - Parco Arte Vivente Attività Educative e Formative e Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo dʼArte Contemporanea. La giornata di formazione, nellʼambito della Summer school al Castello di Rivoli, approfondisce il lavoro degli artisti che hanno impiegato il medium della luce a vario titolo, a partire da Lucio Fontana che crea forme aeree punteggiate da spiragli luminosi, dove i sensi vengono sollecitati a una percezione totale, psicologica e fisica. La luce, elemento paradigmatico nelle ricerche artistiche di ogni tempo, diviene medium per gli artisti che indagano i meccanismi della bioluminescenza a fini estetici, etici e ambientali. In natura la bioluminescenza è un fenomeno sorprendente, visibile sia nelle profondità degli oceani sia sulla terraferma. Lucciole, alghe, vegetali, funghi, pesci e organismi unicellulari sono accomunati da una sostanza organica in grado di attivare una reazione chimica che dona luminosità naturale. Questa funzione biologica ha colpito lʼimmaginazione di molti artisti che cercano di carpirne il meccanismo. In sede di laboratorio, strumenti e ingredienti propri delle ricerche nel campo della microbiologia verranno utilizzati per dar vita alla trasformazione di frammenti di natura in grado di rendersi visibili anche in totale assenza di luce. Costi: 40€ a partecipante. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Prenotazione obbligatoria. PAV - Parco Arte Vivente Castello di Rivoli - Museo d’Arte Contemporanea < Elogio della Luce Sguardi oltre la superficie della notte e avvistamenti bioluminescenti Castello di Rivoli - P.zza Mafalda di Savoia, Rivoli (TO) Info e prenotazioni: Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo dʼArte Contemporanea P.zza Mafalda di Savoia, 10098 Rivoli (Torino) Tel. 011.9565213 - educa@castellodirivoli.org
  • 51. Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima) ZOOM Torino Keeper: un giorno da vero biologo al bioparco ZOOM > Per info e prenotazioni: ZOOM Torino Strada Piscina 36, 10040 Cumiana (TO) Tel. 011 9070419 - info@zoomtorino.it - www.zoomtorino.it In occasione delle Settimane della Scienza al Bioparco ZOOM sarà possibile vivere una giornata da vero biologo del parco, a stretto con- tatto con gli animali e imparare come si gestisce il loro benessere pren- dendosi cura di lemuri o giraffe con un Giorno da Keeper. A ZOOM Torino, il primo bioparco immersivo dʼItalia, non troverai reti, gabbie e cancelli, ma cespugli e vasche d'acqua, per un viaggio ap- passionante tra Africa e Asia durante il quale vedere gli animali dav- vero da vicino e in contesti naturali che riproducono i due continenti simbolo di biodiversità. Ogni giorno si possono visitare 6 diversi habitat (Madagascar, Serengeti, Bolder Beach, Anfiteatro di Petra, Asia) e par- tecipare agli incontri, talk, con i biologi, per scoprire tutto sulle specie ospitate, tra le quali il rinoceronte bianco, e lʼhabitat Hippo Underwater, lʼacquario allʼaperto dove vedere gli ippopotami sottʼacqua tra 2000 pesci tropicali colorati. Orari e visite: Tutti i giorni - apertura parco: lun-ven 10.00-18.00; sab, dom e festivi 10.00-19.00 Durata del percorso: visita libera; calendario attività in distribuzione in biglietteria. Un Giorno da Keeper: Mercoledì e sabato, 9.00/12.30 - 15.30/19.00
  • 52. Orari delle visite 9.30 - 12.00 14.00 - 16.30 Prenotazioni obbligatorie. Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta < Porte aperte allo Zooprofilattico Visite guidate nei laboratori che controllano la sicurezza degli alimenti Per info e prenotazioni: Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle dʼAosta Via Bologna 148, Torino porteaperte@izsto.it - Tel. 011 2686414 La storica sede centrale di Torino e i suoi laboratori aprono le loro porte per raccontare la quotidiana e preziosa attività dei ricercatori e dei tec- nici per difendere la salute dei consumatori attraverso la sicurezza degli alimenti e la salute degli animali che li producono. Verranno pre- sentate le professionalità e il lavoro di analisi e di ricerca che si svol- gono quotidianamente ma di cui si parla solo quando ci sono allarmi legati alla sicurezza alimentare e alle malattie trasmesse dagli animali. La visita, della durata di oltre 2 ore, si svilupperà secondo i percorsi “sanità animale” e “sicurezza alimentare” nel corso dei quali si po- tranno incontrare gli esperti che lavorano nell'Istituto, vederli all'opera e parlare con loro. Mercoledì 18 giugno 2014
  • 53. associaz ione o nlus Accademia delle Scienze di Torino Con il sostegno della In collaborazione con Con il patrocinio di Con il contributo di
  • 54. Lucense, Sabox, Tetrapak, Cartesar, Burgo Group, Cartiere Saci, Munskjo Associazione Italiana Metallurgia, Fondazione Promozione acciaio, La Cogne Acciai Speciali, Assofond, Cryofarm, L.A.M, Treviganti Family media partner Media Partner Sponsor tecnici mostra Carta canta Sponsor tecnici mostra Le olimpiadi dei metalli Un particolare ringraziamento a Carlo Zampogna Sponsor tecnici mostra Terremoti
  • 55. “Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza, commisurata alla realtà, è primitiva e infantile eppure è la cosa più preziosa che abbiamo.” Albert Einstein Settimane della Scienza... CentroScienza Onlus Tel. 011 8394913 - Fax 011 8127736 info@centroscienza.it www.centroscienza.it www.settimanedellascienza.it f t