0
BILANCIO DI UN ANNO
conferenza stampa

30 dicembre 2013 ore 12.30
Palazzo Civico, Sala delle Colonne
 ·     

TORINO RISANA I SUOI CONTI

·

UNA CITTÀ VICINA AI PIÙ DEBOLI…

·

… E CHE PENSA AI PIÙ PICCOLI

·

IL CANTIERE T...
TORINO RISANA I SUOI CONTI
Anche nel 2013 la Città ha proseguito l’azione di risanamento dei suoi conti, con
riduzione del...
COME DIMINUISCE LA SPESA PER IL
PERSONALE
VARIAZIONE

∆ RISPETTO AL
2008

ANNO

SPESA

% SU
SPESA
CORRENTE

2008

493.000....
WELFARE: UNA CITTA’ VICINA A CHI
HA BISOGNO
Nonostante la crisi e la diminuzione di risorse a disposizione, la Città anche...
Si è lavorato alla costruzione di processi innovativi in grado di razionalizzare le risorse e di
coinvolgere la società ci...
TORINO E L’ATTENZIONE AI PICCOLI:
SERVIZI INNOVATIVI PER L’INFANZIA
L’attenzione che la Città di Torino pone ai Servizi pe...
ALTRE OPPORTUNITA’ EDUCATIVE PER LA FASCIA 0/3 anni
Baby Parking Privati

428 posti

Nidi in famiglia

27 posti

Sezioni P...
OPPORTUNITA’ EDUCATIVE PER LA FASCIA 3/6 ANNI
SCUOLE D’INFANZIA

Scuole Comunali 8.759 posti
Scuole Statali 5.949 iscritti...
IL CANTIERE TORINO
Nel corso del 2013 sono state preparate le procedure amministrative e le varianti che
consentiranno nel...
TORINO SMART CITY
Il 2013 è stato l’anno di progettazione dei programmi Smart City e di partecipazione ai
bandi di finanzi...
LE AZIONI PER UNA CITTA’ SMART
MOBILITÀ
idea #1. Mobilità partecipata. Dati e informazioni per una migliore mobilità urban...
VITA E SALUTE
idea  #16.  La città a misura di cittadini e lavoratori.  Supporto  al  telelavoro  e  conciliazione  dei 
t...
idea  #33.  Energia dalla terra per gli edifici.  Potenziamento  della  geotermia  in  edifici  pubblici  e 
privati.
idea...
UN ANNO DI CULTURA

5 MILIONI DI VISITATORI
Il 2013 è stato l’anno di ulteriore consolidamento e espansione dell’investime...
VISITATORI DI EVENTI CULTURALI
GAM

158.315

MAO

44mila

Palazzo Madama

153.314

Palazzo Madama (parte ad accesso gratui...
MITO-Settembre Musica

122mila

Torino Jazz Festival

130mila

Festival Beethoven

120mila

Torino Film Festival contro le...
BILANCIO DI UN ANNO
•Torino città smart
•Torino città verde
•Mobilità rapida, sostenibile e metropolitana
•Le azioni di sviluppo della città
•...
TORINO CITTÀ SMART
Incidere
su abitudini
consolidate,
ammodernare
i servizi.
Abbattere
l'inquinamento
ripensando

TORINO S...
TORINO CITTÀ VERDE
RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE VERDI

Finanziate con 380mila euro nelle dieci Circoscrizioni 13 opere per ...
MOBILITÀ RAPIDA , SOSTENIBILE
E METROPOLITANA
Con la sperimentazione di
soluzioni per una mobilità
ecosostenibile, l'entra...
LE AZIONI DI SVILUPPO DELLA CITTÀ
Un percorso
evolutivo
delle strategie della
Città, tese a rafforzare
e consolidare la
ri...
LA CAPITALE DEI GIOVANI
L’autonomia
Delle
nuove
generazioni

PIANO GIOVANI

Il disegno complessivo della nuova Torino”yout...
UN WELFARE DI QUALITÀ
Riorganizzazione
dei servizi e revisione
dei criteri per l’accesso
alle prestazioni
hanno consentito...
BAMBINI E RAGAZZI PRIMA DI TUTTO
35 bimbi su 100
giocano tutti i giorni nei
nidi. 89 bambini
imparano nelle scuole
dell’in...
TORINO UNIVERSITARIA
LA CITTA’ UNIVERSITARIA SI ESTENDE

Con il recupero dei manufatti OGR e la creazione di Energy Center...
FORMAZIONE E SOSTEGNO AI SENZA LAVORO
REINSERIMENTI LAVORATIVI
460 lavoratori impiegati in servizi.

Alle prese con una cr...
IL COMMERCIO, ANIMA DI UNA METROPOLI
INTERNAZIONALE
I 43 mercati rionali si
rinnovano per offrire
ai consumatori cibo e
pr...
PARI OPPORTUNITÀ, DIRITTI E
INTEGRAZIONE
LA CITTA’ DEI DIRITTI

Contro
ogni forma
di violenza
per una città
di diritti
e i...
LA CULTURA APRE TORINO
AL MONDO

La cultura è sempre di
più uno dei profili della
nuova Torino. Una

metropoli dove la buo...
SICUREZZA E RISPETTO DELLE REGOLE
La città
è sempre più viva,
crescono i luoghi di
aggregazione e i
locali frequentati dai...
SICUREZZA E SOCIETÀ PARTECIPATE
AURORA, BARRIERA DI MILANO

Attività di contrasto all’illegalità in ambito commerciale (al...
TORINO PALCOSCENICO
DI GRANDE SPORT
Nel 2015 Torino sarà
capitale europea
dello sport.
Un riconoscimento alle
capacità org...
CITTÀ INTERNAZIONALE
81 AMBASCIATORI A TORINO

In 30 mesi 81 ambasciatori di Paesi di ogni continente hanno visitato Torin...
I CONTI IN ORDINE
ESPOSIZIONE DEBITORIA SOTTO CONTROLLO
Nonostante i
progressivi tagli ai
trasferimenti da Stato e
Regione...
VALORIZZAZIONE
DEL PATRIMONIO
Prosegue in varie forme
(attraverso la gestione
affidata a SGR, la
vendita mediante asta
pub...
Ufficio Stampa e relazioni con i media
Città di Torino
Ufficio stampa e relazioni con i media
Piazza Palazzo di Città, 1 -...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Bilancio di fine anno 2013 Comune di Torino

552

Published on

Bilancio di fine anno 2013 Comune di Torino

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
552
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Bilancio di fine anno 2013 Comune di Torino"

  1. 1. BILANCIO DI UN ANNO conferenza stampa 30 dicembre 2013 ore 12.30 Palazzo Civico, Sala delle Colonne
  2. 2.  ·      TORINO RISANA I SUOI CONTI · UNA CITTÀ VICINA AI PIÙ DEBOLI… · … E CHE PENSA AI PIÙ PICCOLI · IL CANTIERE TORINO · CAPITALE DI CULTURA • DISEGNA IL FUTURO
  3. 3. TORINO RISANA I SUOI CONTI Anche nel 2013 la Città ha proseguito l’azione di risanamento dei suoi conti, con riduzione del debito e delle spesa corrente e riqualificazione della propria macchina amministrativa. COME DIMINUISCE IL DEBITO ∆ RISPETTO AL 2010     ANNO DEBITO VARIAZIONE ANNO SU ANNO 2010 3.304.223.000   2011 3.284.132.000 - 20.091.000 - 20.091.000 2012 3.203.193.000 - 80.939.000 - 101.030.000 2013 3.095.899.000 - 107.294.00 - 208.324.000 2014 2.983.777.000 - 112.122.000 - 320.446.000
  4. 4. COME DIMINUISCE LA SPESA PER IL PERSONALE VARIAZIONE ∆ RISPETTO AL 2008 ANNO SPESA % SU SPESA CORRENTE 2008 493.000.000 2009 476.000.000 - 17.000.000 - 17.000.000 39,66% 2010 469.000.000 - 7.000.000 - 24.000.000 39,05% 2011 460.000.000 - 9.000.000 - 33.000.000 38,47% 2012 434.000.000 -26.000.000 - 59.000.000 37,74% 2013* 423.000.000 - 11.000.000 - 70.000.000 31,09% *Nel 2013 si è dato corso al riassorbimento nell’organico comunale di 73 ex dipendenti dello Csea e, per la prima volta dal 2011 all’assunzione di 65 unità di personale (40 amministrativi e 25 assistenti educativi). A breve verrà bandito un concorso per 18 insegnanti e 5 assistenti sociali e saranno stabilizzati 27 agenti di Polizia Municipale
  5. 5. WELFARE: UNA CITTA’ VICINA A CHI HA BISOGNO Nonostante la crisi e la diminuzione di risorse a disposizione, la Città anche nel 2013 ha confermato alta la propria attenzione verso i cittadini più fragili. Continua l’impegno della Città per mantenere un sistema di welfare condiviso con un sistema di servizi sociali in grado di accogliere le istanze dei cittadini in maggiore difficoltà. QUALCHE NUMERO MINORI: nel 2013 attività concentrata sul"sostegno alla genitorialità” tesa ad evitare l’allontanamento dalle famiglie, anche attraverso nuove progettualità proposte dal Ministero del Welfare DISABILI: attività e servizi assicurati a 5700 disabili . 236 strutture residenziali per più della metà a carattere “familiare”. 68 centri diurni. SENZA DIMORA E FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’: accolte mediamente ogni notte 600 persone nei dormitori pubblici, 800 nel periodo invernale in collaborazione con le reti sociali ed il volontariato. Sostegno economico a supporto del reddito per 3000 nuclei familiari in difficoltà (500 in più rispetto al 2012) . EMERGENZA ABITATIVA: istituito un fondo salvasfratti per aiutare le famiglie raggiunte da provvedimento di sfratto per morosità incolpevole affinché possano mantenere la stessa abitazione sottoscrivendo un nuovo contratto con il proprietario a canone convenzionato. Il fondo dispone di un milione di euro messo a disposizione dalle Fondazioni ex bancarie Compagnia di San Paolo e Fondazione Crt.
  6. 6. Si è lavorato alla costruzione di processi innovativi in grado di razionalizzare le risorse e di coinvolgere la società civile, le parti sociali e il Terzo Settore. In questa direzione si sta lavorando per: il riassetto e la riorganizzazione dei servizi sociali, semplificando le procedure e ottimizzando le risorse umane. La programmazione partecipata, per coinvolgere la società civile, sviluppare sussidiarietà con soggetti nuovi oltre quelli istituzionali. La Sussidiarietà L’idea è quella di favorire l'iniziativa delle organizzazioni del terzo settore e private nell'offerta e nella gestione dei servizi mediante il sistema di accreditamento. L’ integrazione socio-sanitaria, proseguendo il confronto con la Regione e la collaborazione con le Aziende Sanitarie Locali ed Ospedaliere sull’assistenza territoriale, sulla continuità assistenziale. Sul fronte della residenzialità per anziani autosufficienti e non autosufficienti e per persone con disabilità. Le collaborazioni intersettoriali e interistituzionali orientate a sostenere progetti di promozione della salute e prevenzione delle situazioni di fragilità. Si conferma la priorità nell’utilizzo dell’affidamento familiare, nel caso in cui non sia sufficiente il sostegno alla famiglia d’origine. Lo sviluppo di azioni per risolvere il problema della casa della popolazione in condizione di fragilità sociale attraverso gli strumenti dell’edilizia sociale (L.R. 3/2010), della gestione dell’emergenza abitativa, del fondo di sostegno alla locazione, dell’immobiliare sociale comunale (LO.C.A.R.E).
  7. 7. TORINO E L’ATTENZIONE AI PICCOLI: SERVIZI INNOVATIVI PER L’INFANZIA L’attenzione che la Città di Torino pone ai Servizi per l’infanzia e alle politiche educative è stato di recente riconosciuto dall’indagine condotta dalla Svimez e in cui Torino si pone come città di avanguardia al di sopra della media di spesa delle altre città del centro Nord (Scuola Materna, Elementare e Media). QUALCHE NUMERO BAMBINI NELLA FASCIA 0/3 21.109 Nidi a gestione diretta 3.094 Nidi in appalto/concessione 1.117 Nidi privati in concessione 234 Totale offerta 4.445
  8. 8. ALTRE OPPORTUNITA’ EDUCATIVE PER LA FASCIA 0/3 anni Baby Parking Privati 428 posti Nidi in famiglia 27 posti Sezioni Primavera 80 posti Centri bambini – genitori 363 utenti Nidi e Micro Nidi Privati - Nidi e Micro Nidi Aziendali 2786 posti (compresi 234 posti utilizzati in convenzione con la Città) TOTALE offerta del sistema integrato tasso di copertura 37,40% TOTALE 7.895 Il tasso di copertura indicato come ottimale dall’Unione Europea con la “Strategia di Lisbona” è il 33%.Torino con il 37,40 è dunque al di sopra.
  9. 9. OPPORTUNITA’ EDUCATIVE PER LA FASCIA 3/6 ANNI SCUOLE D’INFANZIA Scuole Comunali 8.759 posti Scuole Statali 5.949 iscritti Scuole private convenzionate e paritarie 5.864 iscritti Non convenzionate 857 BAMBINI NELLA FASCIA 3/6 24.040 TOTALE offerta del sistema integrato tasso di copertura 89,13% TOTALE 21.429
  10. 10. IL CANTIERE TORINO Nel corso del 2013 sono state preparate le procedure amministrative e le varianti che consentiranno nel 2014 di aprire il Cantiere Torino, una nuova fase di intense trasformazioni urbane. AREA DESTINAZIONE Continassa Cittadella dello Sport Westinghouse Nuovo Centro Congressi Energy Center Thyssen Incubatore Tecnologico e d’impresa Tne (Mirafiori) Rilocalizzazioni Industriali Università Sette Poli Residenze Universitarie (il primo già appaltato) Mobilità 25 Parcheggi sotterranei pertinenziali (9 già appaltati) Completamento Metro 1 Variante 200 Masterplan per le trasformazioni urbanistiche della zona Nord
  11. 11. TORINO SMART CITY Il 2013 è stato l’anno di progettazione dei programmi Smart City e di partecipazione ai bandi di finanziamento europei e nazionali. La Città di Torino ha predisposto 45 progetti, ha vinto 11 bandi e partecipato a 20 progetti europei Un’elaborazione che, con il diretto coinvolgimento di Politecnico, Università e Torino Wireless, ha interessato 350 soggetti imprenditoriali, e di ricerca. Il 2014 sarà l’anno di implementazione e di realizzazione.   Nell’ambito di Smart City la Città ha presentato un bando europeo, Torino Social Innovation, per  sostenere progetti imprenditoriali startup in ambito tecnologico , per le quali stanzia circa due  milioni di euro ed opera un’azione di accompagnamento sul mercato. Si tratta di piccole aziende  fortemente innovative con lo “sguardo nel futuro”, in un ambito medico e tecnologico fortemente  innovative SMILE Smile è l’acronimo di Smart Mobility, Inclusion, Life&Health, Energy è il masterplan di Torino Smart  City  e  disegna  un  percorso  per  la  trasformazione  della  città:  una  mobilità  efficiente  e  poco  inquinante, un uso dell’energia razionale e da fonti rinnovabili, una società aperta ai bisogni e alla  salute  delle  persone,  anche  con  l’ausilio  delle  nuove  tecnologie,  una  qualità  della  vita  più  alta  e  attrattiva  di  turisti  e  investimenti  e  una  pubblica  amministrazione  sempre  più  efficiente  grazie  ai  servizi digitali. Il progetto ha comportato cinque mesi di intensa attività di analisi e di confronto e ha  coinvolto più di 350 persone in rappresentanza di ben 66 tra imprese, istituzioni, università e centri  di ricerca che hanno elaborato 45 idee per la smart city.  
  12. 12. LE AZIONI PER UNA CITTA’ SMART MOBILITÀ idea #1. Mobilità partecipata. Dati e informazioni per una migliore mobilità urbana. idea #2. La Città Smart va in bicicletta. La ciclabilità al centro degli impegni della città. idea #3. Emissioni Zero. Sviluppo di infrastrutture e servizi per la mobilità elettrica e combustibili  alternativi. idea  #4.  Il trasporto pulito delle merci:  infrastruttura  e  servizi  ITS  per  il  trasporto  merci  e  la  catena logistica idea #6. Progetti e incentivi per condividere l’auto. Servizi a supporto della mobilità collettiva. idea #7. Attività di formazione sulla mobilità intelligente. Strumenti di promozione.  INCLUSIONE SOCIALE idea  #8.  Meno burocrazia, più servizi digitali.  Strumenti  tecnologici  innovativi  per  la  digitalizzazione di processi e servizi. idea  #9.  Servizi su misura per i cittadini.  Ridurre  la  distanza  tra  i  fruitori  dei  servizi  e  le  istituzioni.  idea #10. Dati aperti per una città trasparente. Patrimonio informativo e opendata idea  #11.  Una PA più social.  Promozione  della  partecipazione  sociale  nelle  attività  pubbliche  attraverso la rete. idea  #12.  Obiettivo: una piena cittadinanza digitale.  Promozione  e  valorizzazione  delle  competenze digitali nelle scuole e per gli anziani (contro il digital divide) idea #13. I cittadini collaborano alla produzione di servizi. Co-produzione e auto-produzione di  servizi collettivi. idea  #14.  Soluzioni per l’emergenza casa e l’inclusione sociale.  Progettazione  di  servizi  per  soggetti a rischio d’esclusione. idea #15. Creazione di imprese innovative: Social Innovation. Supporto all’occupazione giovanile
  13. 13. VITA E SALUTE idea  #16.  La città a misura di cittadini e lavoratori.  Supporto  al  telelavoro  e  conciliazione  dei  tempi di vita. idea  #17.  La città misura la qualità dell’ambiente urbano.  Monitoraggio  inquinamento  atmosferico, acustico ed elettromagnetico. idea #18. Torino dà un valore ai rifiuti e combatte le discariche abusive. Riduzione, controllo  e valorizzazione del rifiuto e sua tracciabilità. idea #19. Reti di sensori per prevenire le emergenze ambientali. Monitoraggio e gestione delle  emergenze di origine meteo idrogeologica. idea #20. Nuovi quartieri ecosostenibili. Riqualificazione urbana ed efficienza energetica idea #21. Torino più sicura grazie ad occhi intelligenti. Infrastrutture, design urbano e servizi a  supporto della sicurezza e della qualità urbana idea #22. Un piano per il turismo sostenibile. Accessibilità e accoglienza turistica. idea #23. Beni culturali 2.0. Valorizzazione digitale del patrimonio culturale della città. idea #24. Creatività motore di sviluppo. Supporto ad artisti indipendenti e industrie creative per  lo sviluppo di Torino. idea #27. L’agricoltura in città fa rete. Promozione di un sistema territoriale del cibo. idea #28. Il pranzo a scuola non inquina: mense scolastiche a zero emissioni. ENERGIA idea #29. Case e uffici a bassa emissione. Risparmio energetico negli edifici pubblici e privati e  pianificazione urbana sostenibile. idea #30.  Bolletta energetica, ti aiutiamo a ridurla. Regole, obblighi e incentivi per l’efficienza  energetica negli edifici privati. idea  #31.  Energia dal sole sugli edifici della città.  Potenziamento  del  solare  termico  in  edifici  pubblici e privati. idea #32. Energia dai rifiuti organici della città. Produzione di energia dalla frazione organica del  rifiuto solido urbano.
  14. 14. idea  #33.  Energia dalla terra per gli edifici.  Potenziamento  della  geotermia  in  edifici  pubblici  e  privati. idea  #34.  Efficienza nella rete elettrica pubblica.  Smart  grid  in  contesto  urbano:  energie  rinnovabili e nuovi servizi di rete. idea  #35.  Edifici in rete per risparmiare.  Sistemi  di  micro-cogenerazione  in  edifici  pubblici  e  privati. idea  #36.  Caldo teleraffrescamento. o freddo purché sia dalla rete.  Sviluppo  del  teleriscaldamento  e  idea #37. Le luci accese senza spreco. Semafori e illuminazione pubblica a led. idea  #38.  A risparmiare energia si impara.  Strumenti  per  il  coinvolgimento  e  sensibilizzazione  dei cittadini al risparmio energetico. INTEGRAZIONE idea #39. I dati al servizio dei cittadini. Il cruscotto urbano per la programmazione. idea  #40.  La smart city non ti spia ma ti protegge.  Piani  di  accompagnamento  per  tutelare  privacy e protezione dati. idea #41.  Misuriamo i risultati di smart city. Sistema di indicatori per misurare le performance  delle azioni. idea #42. Quanto consuma e produce la città. Valutazione del metabolismo urbano. idea  #43.  Cittadini smart, informati e partecipi.  Far  nascere  strumenti  di  comunicazione  e  partecipazione sociale. idea #45. La città acquista innovazione . Uso strategico degli appalti pubblici per Torino Smart City
  15. 15. UN ANNO DI CULTURA 5 MILIONI DI VISITATORI Il 2013 è stato l’anno di ulteriore consolidamento e espansione dell’investimento della Città nella cultura, con una programmazione di eventi che ha coperto l’intero anno e ha visto un grande successo di visitatori.
  16. 16. VISITATORI DI EVENTI CULTURALI GAM 158.315 MAO 44mila Palazzo Madama 153.314 Palazzo Madama (parte ad accesso gratuito) 362.570 Rocca Borgo Medievale 37.716 Museo Nazionale del Cinema 550mila Museo dell’Auto 200 mila Castello di Rivoli 102mila Venaria (Reggia + mostre) 635mila Museo Egizio 530mila Museo del Risorgimento 150mila Museo Nazionale della Montagna 55mila Palazzina di Stupinigi 80 mila Presenze nel lungo week end dell’Arte Contemporanea 250mila Artissima 2013  50mila Paratissima 100mila ‘The Others 20mila Mostra Degas 170mila Mostra Pierre-Auguste Renoir: primi due mesi (Degas nello  stesso periodo lo scorso anno aveva totalizzato 77mila) 81.361 Mostra Basilewsky 77.424
  17. 17. MITO-Settembre Musica 122mila Torino Jazz Festival 130mila Festival Beethoven 120mila Torino Film Festival contro le 75mila del 2012 92mila Festival GLBT Film Festival 35mila Sottodiciotto Film Festival 22mila Festival Cinema Ambiente 15mila Traffic Festival 30mila Teatro Regio - Stagione in corso 250mila Teatro Stabile (123mila in sede – 83mila per le produzioni e coproduzioni in tournee ) (Abbonati ad oggi: 15mila305) 206mila Salone del Libro e 1.200 espositori nel 2013 (nel 1988 anno  dell’inaugurazione i visitatori erano 100mila e gli espositori 553) 330mila Biennale Democrazia 30mila Torino Spiritualità 40mila Oltre i limiti 5mila World Master Games 40mila
  18. 18. BILANCIO DI UN ANNO
  19. 19. •Torino città smart •Torino città verde •Mobilità rapida, sostenibile e metropolitana •Le azioni di sviluppo della città •La capitale dei giovani •Un welfare di qualità •Bambini e ragazzi prima di tutto •Torino universitaria •Formazione e sostegno a chi è senza lavoro •Il commercio anima di una metropoli internazionale •Pari opportunità diritti e integrazioni •La cultura apre Torino al mondo •Sicurezza e rispetto delle regole •Società partecipate •Torino palcoscenico di grande sport •Città internazionale •I conti in ordine •Valorizzazione del patrimonio
  20. 20. TORINO CITTÀ SMART Incidere su abitudini consolidate, ammodernare i servizi. Abbattere l'inquinamento ripensando TORINO SMART CITY Con il progetto SMILE  coinvolti 350 stakeholders nelle definizione del Master Plan di Torino  Smart City. Individuate 45 azioni per realizzare la “città intelligente”. Ai bandi MIUR “Smart Cities and Communities and Social Innovation" approvati e finanziati 11 progetti di under 30 e 6  progetti di ricerca. Protocollo d’Intesa su Smart City con Milano e Genova. BIKE SHARING 106 stazioni per un servizio tra i più estesi in Italia e che contribuisce  a far riguadagnare pari dignità alla bicicletta nella mobilità urbana.In 24 mesi i prelievi di  biciclette sono saliti a 145mila. SOSTENIBILITA’ ENERGETICA Riqualificazione energetica degli edifici. Attraverso pratiche di “social engagement”, i proprietari  di immobili sono ricorsi a finanziamenti a tassi agevolati. Un cruscotto per stabile, rende palesi  tutte le azioni adottate al fine di ottenere risparmi cospicui. Varata l’iniziativa “Efficienza  Energetica nel Terzo Settore” con la Banca Prossima, finanziatrice di organizzazioni no profit in  progetti di efficienza energetica con interventi in scuole, residenze per anziani strutture sportive e  uffici. alla mobilità MOBILITA’ ELETTRICA e ai consumi CICLO DEI RIFIUTI energetici, unendo le forze con l'impresa nel campo dell'innovazione. Elaborato il piano per la distribuzione delle merci nel centro storico con veicoli elettrici. Torino si conferma con il Torino si conferma, con il 42% , tra le prime grandi città in Italia nella  raccolta differenziata. Avviamento dell’impianto del Gerbido in modalità provvisoria di esercizio.  Prossimo l’avvio della raccolta porta a porta alla Crocetta  CITTA’ PIU’ TELERISCALDATA Oggi Torino è la metropoli più teleriscaldata del Paese con una volumetria di 55 milioni di metri  cubi, pari a una popolazione servita di circa 550 mila abitanti. Si tratta di un sistema integrato che, grazie al calore prodotto dagli impianti di cogenerazione ad  alta efficienza di Moncalieri e Torino Nord, attraverso una rete di 10mila km di tubi che collegano  ogni appartamento alla rete principale di distribuzione (lunga 900 km, con circa 5300  sottostazioni di controllo termico), permette un risparmio di energia di 300mila Tep (Tonnellate  Equivalenti Petrolio), pari a circa 11mila autobotti di carburante e 890mila tonnellate di CO2  all’anno non immesse nell’aria.
  21. 21. TORINO CITTÀ VERDE RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE VERDI Finanziate con 380mila euro nelle dieci Circoscrizioni 13 opere per la conservazione, ripristino e messa in sicurezza di zone verdi. RIASSETTO IDROGEOLOGICO DI PARCHI COLLINARI Completata la sistemazione di aree collinari a rischio di dissesto idrogeologico, con interventi in zona Cartman e Villa Rey. Al via opere di riassetto idrogeologico nei parchi collinari della Circoscrizione 8. SPONDE FLUVIALI In corso i lavori di completamento del Parco del Fioccardo, sulla sponda destra del Po per la realizzazione del collegamento ciclabile. Sono iniziati i lavori nel Parco Stura (sponda destra) per la sistemazione del parco fluviale e la realizzazione della ciclovia. Incidere su abitudini consolidate AGRICOLTURA URBANA “Torino Città da Coltivare” per introdurre forme di agricoltura e forestazione urbana multifunzionale (a filiera corta, orticoltura, educazione, formazione, agriturismo, tutela del suolo). Prossimi i bandi per l’assegnazione di orti collettivi nei siti di Piazza Manno, Cascina Piemonte (nel parco Sangone) e in zona Villaretto. RECUPERO AREE INDUSTRIALI DISMESSE Completata la sistemazione del Parco Dora (lotto Mortara alto). Avviati i lavori per la realizzazione del parco pubblico della “Spina 4” di circa m 43mila metri quadrati. MOBILITA’CICLABILE Completati i lavori di realizzazione della ciclopista di collegamento dei quartieri E 27/E 29 che collega il parco della Pellerina con il Parco Vallette. Approvazione del Piano Strategico Biciplan per la mobilità ciclabile con l’obiettivo di incrementare la percentuale di spostamenti quotidiani in bicicletta dal 3% del 2008 al 15% entro il 2020. PIANO CITTA’ Progettato il parco agricolo “Laghetti Falchera” finanziato con contributi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. SMART TREE Buone pratiche legate al tema “albero”, con l’obiettivo di contribuire all’aumento del patrimonio arboreo e, nel contempo, far convergere la disponibilità di nuove.
  22. 22. MOBILITÀ RAPIDA , SOSTENIBILE E METROPOLITANA Con la sperimentazione di soluzioni per una mobilità ecosostenibile, l'entrata in servizio del sistema ferroviario Metropolitano e l’interscambio tra mezzi di trasporto pubblico, il prolungamento della linea 1 di metropolitana e il progetto per linea metro 2, Torino si candida a essere, in Italia e in Europa, ai primi posti tra le città con un sistema di mobilità urbana moderno ed efficiente. MOBILITA’ E TRAFFICO SOSTENIBILI Firmata l’intesa con le associazioni di trasportatori che consegnano merci in zona centrale e avvio sperimentazione aree carico scarico con disco orario e accesso a vie riservate al trasporto pubblico (Progetto PUMAS. Car sharing elettrico per l’utilizzo di 8 vetture elettriche ricaricabili alle colonnine situate in corrispondenza dei parcheggi di car sharing. Riconoscimento alla Città del Premio Internazionale sulla sicurezza stradale “TARGA BLU” . Installazione alle porte elettroniche ZTL di 36 di pannelli a messaggio variabile di informazione sul traffico e parcheggi integrati con il sistema di infomobilità gestito da 5T. UN SISTEMA FERROVIARIO METROPOLITANO Il Nuovo Sistema Ferroviario Metropolitano che integra treni, metro e bus in un'unica rete: 8 linee, 326 collegamenti al giorno, 85 stazioni servite, 1 treno ogni 10 minuti nelle ore di punta all’interno del passante di Torino. BIGLIETTO INTEGRATO METROPOLITANO (BIM) Un biglietto unico per treni SFM, metro, tram e bus nell'area metropolitana di Torino 25 NUOVI PARCHEGGI E NUOVE INFRASTRUTTURE Avvio del programma di realizzazione di nuovi parcheggi pertinenziali - Individuati i concessionari per 6 siti Decreto del Fare: Approvati finanziamenti per 25 milioni di € per la copertura del Passante da corso Vittorio a piazza Baldissera. CON URBAN 3 CAMBIA LA BARRIERA DI MILANO Progetti per una pista ciclabile e la riqualificazione del borgo storico dell'area di via Sesia/corso Vercelli. Piani di riqualificazione urbana di via Artom, corso Grosseto, Spina 1, Superga e area Veglio COLLEGAMENTO VELOCE TORINO-CASELLE Procedura di appalto in corso per la realizzazione del collegamento ferroviario diretto con l'aeroporto.
  23. 23. LE AZIONI DI SVILUPPO DELLA CITTÀ Un percorso evolutivo delle strategie della Città, tese a rafforzare e consolidare la rinnovata identità conseguita ma anche, e soprattutto, a LA VARIANTE 200 consegnato il Masterplan alla Città da parte del gruppo «ToMake!» CENTRO CONGRESSI Approvate le Linee Guida per il bando finalizzato alla riqualificazione dell’ area ex Westinghouse con la realizzazione del Centro Congressi THYSSEN- CASTELLO DI LUCENTO Approvazione del documento programmatico che avvia la Variante per la riqualificazione dell’ambito Thyssen e del Castello di Lucento CONTINASSA Consegna dell’area a Juventus, in istruttoria il Piano Esecutivo Convenzionato che verrà approvato a inizio 2014 OGR Stipula del contratto definitivo con Fondazione CRT, che avvia la trasformazione del futuro polo scientifico (estensione della Cittadella Politecnica) e espositivo-culturale BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI Sottoscritto e ratificato l’Accordo di Programma tra la Città di Torino, la Regione Piemonte, FS Sistemi Urbani e Fondazione Cirpark, primo importante tassello della Città della Salute determinare RESIDENZE UNIVERSITARIE i nuovi assi di DECRETO SVILUPPO sviluppo urbano approvato il progetto della nuova residenza di Via Caraglio, prima attuazione del Progetto Torino Città Universitaria prime applicazioni del nuovo strumento normativo per la riqualificazione di aree urbane TORINO ESPOSIZIONI avviato lo studio di fattibilità per la realizzazione della nuova Biblioteca Civica e della Cittadella della Cultura e del Design INTERVENTI NEI CIMITERI manutenzioni straordinarie e avvio realizzazioni nuovi impianti idrici
  24. 24. LA CAPITALE DEI GIOVANI L’autonomia Delle nuove generazioni PIANO GIOVANI Il disegno complessivo della nuova Torino”youth-oriented”: un percorso partecipato con le associazioni giovanili. ETA’ JOB 115 tirocini di inserimento lavorativo e 750 giovani orientati al mercato del lavoro con azioni info-formative. SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO Ricezione di duemila domane per la partecipazione per la prima volta aperta ai giovani cittadini stranieri. al centro DA GIOVANE A GIOVANE 2013 di un nuovo APERITIVI INFORMATIVI Piano Giovani Cinquantamila euro messi a bando che hanno sostenuto 11nuovi progetti dell’associazionismo giovanile torinese. Successo degli incontri tematici all’ora dell’aperitivo con oltre mille giovani partecipanti
  25. 25. UN WELFARE DI QUALITÀ Riorganizzazione dei servizi e revisione dei criteri per l’accesso alle prestazioni hanno consentito di continuare a garantire adeguati livelli di assistenza nonostante i tagli operati da Governo e Regioni. Nel corso del 2013 i servizi sociali hanno offerto sostegno ai nuclei familiari in difficoltà. ANZIANI circa 10mila anziani assistiti con progetti a domicilio. Prosegue il programma per oltre 1200 nuovi posti letto. Circa 700 già attivi, altri 200 disponibili a partire da gennaio. MINORI nel 2013 l’attività si è concentrata sul sostegno alla genitorialità tesa ad evitare l’allontanamento dalle famiglie, anche attraverso nuove iniziative proposte dal Ministero del Welfare. DISABILI attività e servizi assicurati a 5700 disabili. Più della metà delle 236 strutture residenziali sono a carattere “familiare”. Sono 68 i centri diurni. LA CITTA’ CONTRO GLI SFRATTI Circa 500alloggi sociali assegnati. Oltre 200 contratti concordati con Locare. Istituzione di un fondo salvasfratti per 250 famiglie. Utilizzo di 150 alloggi temporanei in collaborazione con il privato sociale per famiglie in emergenza abitativa. SENZA DIMORA E FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’ accolte ogni notte, in collaborazione con le reti sociali e il volontariato 600 persone nei dormitori pubblici, 800 nel periodo invernale. Sostegno economico a supporto del reddito per 3000 nuclei familiari in difficoltà (500 in più rispetto al 2012). HOUSING SOCIALE Una nuova residenza inaugurata in piazza della Repubblica e una di prossima apertura in via San Pio V GIOVANI E CASA Oltre al prestito d’onore 60 contratti con Locare Giovani.
  26. 26. BAMBINI E RAGAZZI PRIMA DI TUTTO 35 bimbi su 100 giocano tutti i giorni nei nidi. 89 bambini imparano nelle scuole dell’infanzia. Sperimentata con successo la concessione al privato sociale di 15 dei 55 nidi. Quaranta sono a gestione diretta. La formazione punta a collegare tutta la filiera educativa, dall’infanzia all’Università. CITTA’ DEI BAMBINI Con 79 scuole materne e 55 asili nido - uno nuovo aperto a settembre - Torino si conferma una delle città italiane con la più alta offerta di servizi per bambini. UNA SCUOLA PER L’INTEGRAZIONE Nelle classi, sempre più multietniche, 37 allievi su 100 hanno un genitore non italiano; si mantengono le lingue d’origine e si insegna l’italiano alle mamme. SET (SERVIZIO EDUCATIVO TERRITORIALE) Apertura di 9 servizi a gestione mista pubblico-privato per le diverse esigenze delle famiglie con bimbi nella fascia 0-14 (ludobaby, ludomattina, ludoteca, laboratori e nido) CRESCERE 0/6 Un percorso partecipato sui servizi per l’infanzia. La Città interroga la cittadinanza per comprenderne i bisogni e costruire insieme i servizi del futuro. ADOLESCENTI Per contrastare l’abbandono degli studi, attivi i programmi “Provaci ancora Sam!” e “La scuola dei compiti” che coinvolge ragazzi di 20 scuole medie e 10 superiori per il sostegno all’apprendimento con didattica digitale della matematica e delle lingue straniere con l’impegno volontario di studenti e insegnanti. Aggiornato il test di orientamento Arianna, rivolto ai ragazzi delle scuole medie inferiori, per verifcarne attitudini e criticità da recuperare. Successo del Salone dell’orientamento dove gli adolescenti possono avere un’ampia panoramica dell’offerta formativa. SMART SCHOOL Coinvolte oltre 50 scuole nella progettazione partecipata di percorsi sicuri: si va a scuola a piedi o in bicicletta. Orti scolastici, ai 9 cortili aperti se ne aggiungo altri 6, aule tinteggiate da mamme e papà. RISTORAZIONE SCOLASTICA Otto milioni e mezzo di pasti freschi e a filiera corta e utilizzo delle stoviglie lavabili, corsi di educazione alimentare e recupero di pane e frutta da destinare alla solidarietà. Iniziativa “Menù l’ho fatto io”: i piccoli studiano il pranzo ideale che sarà adottato nelle classi. Il cibo non distribuito nelle mense viene recuperato a fini solidali. Prenotazione digitale dei pasti nelle scuole medie.
  27. 27. TORINO UNIVERSITARIA LA CITTA’ UNIVERSITARIA SI ESTENDE Con il recupero dei manufatti OGR e la creazione di Energy Center, il Politecnico diventa sempre più polo di alta tecnologia, formazione e ricerca. Collaborazione con Scuole di alta formazione (Conservatorio, Iaad, Iol, Accademia di Belle Arti) per partnership formative. Due Università di eccellenza. 100mila studenti, il 20% proviene da fuori regione di cui il 9% dall’estero, fanno di Torino una sede di alta formazione. BAMBINI PER UN GIORNO ALL’UNIVERSITA’ Un momento di incontro e scoperta degli Atenei torinesi che aprono le porte ai piccoli delle materne e agli studenti delle elementari e medie. SITO STUDYINTORINO Punto informativo sull’offerta universitaria e sui servizi destinati agli studenti (residenzialità, tempo libero, trasporti, borse di studio e altro). Al centro ‘Murazzi Student Zone’ organizzazione di eventi culturali promosse dalle associazioni studentesche. RESIDENZIALITA’ PER GLI STUDENTI Iniziative per aiutare gli studenti a trovare casa a prezzi equi. Dotazione di un fondo di garanzia per i proprietari che affittano a studenti. A MIRAFIORI INGEGNERIA DELL’AUTO Con l’avvio dei corsi di Ingegneria dell’auto nelle aree dismesse della Fiat Mirafiori la “città politecnica” si arricchisce un nuovo campus. CONFERENZA AUTONOMIE SCOLASTICHE Organismo attraverso cui Città, Circoscrizioni e scuole si confrontano per accrescere il successo formativo. DIFFERENZA DI GENERE A partire dalle materne, iniziative educative alla differenza di genere rivolte anche agli insegnanti, in collaborazione con le associazioni delle donne.
  28. 28. FORMAZIONE E SOSTEGNO AI SENZA LAVORO REINSERIMENTI LAVORATIVI 460 lavoratori impiegati in servizi. Alle prese con una crisi che nel corso dell'anno ha fatto chiudere più imprese di quante abbiano aperto, i servizi per il lavoro agiscono con istituzioni, operatori, Terzo settore e volontariato per favorire il reinserimento lavorativo. Sostegno alle attività economiche a misura di quartiere ORIENTAMENTO AL LAVORO 21mila cittadini si sono rivolti ai Centri Lavoro delle Circoscrizioni. CANTIERI DI LAVORO E FACILI-TO I cantieri di lavoro hanno coinvolto più di 500 persone; 100 ultrasessantenni accompagnati alla pensione. Il progetto FaciliTo ha accolto 800 aspiranti imprenditori interessati ad aprire un’attività in Barriera di Milano e San Donato. 100 piccole imprese finanziate. 720mila euro di investimento pubblico. Anticipo della cassa integrazione a lavoratori residenti in città. MANAGER D’AREA A Barriera di Milano attività condivise di promozione e marketing per operatori economici e commerciali. Creata una rete per consentire la sostenibilità economica e organizzativa degli interventi nel medio periodo. TORINO SOCIAL INNOVATION Due milioni di euro per sostenere imprese formate da under 40. ECONOMATO, CONTRATTI E APPALTI Razionalizzazione trasparenza e contenimento della spesa. Contratti d’appalto informatici, archiviati digitalmente. Albo fornitori on line. Incremento di gare gestito dal mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA)
  29. 29. IL COMMERCIO, ANIMA DI UNA METROPOLI INTERNAZIONALE I 43 mercati rionali si rinnovano per offrire ai consumatori cibo e prodotti di qualità in un contesto confortevole e gradevole. Marketing cittadino per il commercio al minuto RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA NIZZA Sull’area mercatale rimessa a nuovo sono tornati gli ambulanti. MANUTENZIONE PLATEATICI E MERCATI COPERTI Interventi di salvaguardia alle infrastrutture commerciali nell’ambito delle normative igienico-sanitarie e della sicurezza. URBACT E CENTRAL MARKETS Torino aderisce a 2 progetti europei per il rilancio dei mercati come centri di aggregazione e di sviluppo e innovazione dei quartieri insieme a Barcelllona e Venezia. NUOVO PIANO MERCATI In collaborazione con il Politecnico è allo studio la realizzazione di un moderno piano mercati. Insieme alla Conservatoria delle Cucine Mediterranee sarà promosso un piano marketing dei siti rionali. Trasformazione del Balon del sabato in mercato tematico. FESTE DI VIA Definite le regole delle manifestazioni commerciali mensili nelle Circoscrizioni. PIANIFICAZIONE COMMERCIALE Allo studio l’individuazione di aree della città dove è possibile aprire esercizi pubblici.
  30. 30. PARI OPPORTUNITÀ, DIRITTI E INTEGRAZIONE LA CITTA’ DEI DIRITTI Contro ogni forma di violenza per una città di diritti e inclusione Realizzazione di iniziative finalizzate a contrastare ogni tipo di violenza contro le donne, il turismo sessuale e le discriminazioni LGBT. Promozione della campagna nazionale “365 Giorni No contro la violenza alle donne”. Torino segreteria nazionale della RE.A.DY - Rete nazionale delle Pubbliche Amministrazioni antidiscriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. Coordinamento del Progetto di attuazione della Strategia Nazionale di contrasto alle discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere. PERIFERIE: RIQUALIFICAZIONE E RILANCIO Prossima apertura dei cantieri delle aree residuali nel quartiere di Barriera di Milano. Avvio del progetto Torino Spazio Pubblico per la piccola manutenzione degli elementi di arredo con l'impiego di volontari. Prosecuzione e sviluppo del progetto delle Case nel quartiere, con il sostegno della Compagnia di San Paolo. In fase conclusiva i Contratti di Quartiere di Via Dina, Via Ghedini e Via Parenzo GIOVANI, VOLONTARIATO E INTERGRAZIONE Attività del "Servizio civile giovani immigrati". Valorizzazione del volontariato civico giovanile. Supporto all'organizzazione di iniziative ed eventi per promuovere l'integrazione. Concessione della Cittadinanza Onoraria ai figli di stranieri nati a Torino nel 2013.
  31. 31. LA CULTURA APRE TORINO AL MONDO La cultura è sempre di più uno dei profili della nuova Torino. Una metropoli dove la buona qualità della vita è percepita da visitatori e investitori stranieri. Torino, nel corso del 2013, ha ospitato oltre 500 spettacoli dal vivo, più di 2 milioni e mezzo persone hanno visitato i suoi musei e 800mila spettatori hanno assistito a festival e altre manifestazioni SUL PODIO DELLE CITTA D’ARTE Accordi con le più importanti istituzioni internazionali: dal Musée d’Orsay all’Ermitage, dal Guggenheim ai musei di Gerusalemme. Ben 170mila i visitatori all’ultima grande mostra di Degas, successo che si resplicherà con la personale dedicata a Pierre-Auguste Renoir. TORINO CITTA’ MUSICALE 122mila spettatori, 209 appuntamenti e 2.900 artisti provenienti da 25 Paesi per la settima edizione di MITO-Settembre Musica. 130mila persone per la seconda edizione del Torino Jazz Festival. 120mila per il Festival Beethoven. Aumenta il numero delle produzioni del Teatro Regio, dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, dell’OFT, dell’Unione Musicale, del Lingotto Musica e dell’Accademia Tempia. Cresce anche l’affermazione nazionale e internazionale di manifestazioni come Club to Club, Traffic e Kappa Future Festival. CINEMA E TEATRO 92.000 spettatori per la 31esima edizione del Torino Film Festival contro le 75.000 del 2012. I GRANDI SALONI Dai 100.000 visitatori e 553 espositori della prima edizione nel 1988, il Salone del Libro è cresciuto fino alle 330mila presenze di pubblico e 1.200 espositori. TORINO LABORATORIO DI CULTURA Con Biennale Democrazia e Torino Spiritualità la nostra città è diventata laboratorio culturale di eccellenza.
  32. 32. SICUREZZA E RISPETTO DELLE REGOLE La città è sempre più viva, crescono i luoghi di aggregazione e i locali frequentati dai giovani. Diminuiscono le aree a rischio. Con gli interventi di riqualificazione urbana i cittadini si riappropriano degli spazi pubblici PROGETTO IL REPLICANTE Realizzato un piano di comunicazione per sensibilizzare consumatori e operatori commerciali sulla cultura della legalità e su tutti i rischi legati all’acquisto, al consumo e al commercio di prodotti contraffatti. Sono stati 41.631 gli oggetti sequestrati/rinvenuti (al 31 ottobre) e 1352 i sequestri e rinvenimenti effettuati. LADRI DI BICICLETTE A fine settembre recuperate 260 biciclette, 126 delle quali già restituite ai proprietari. Di queste 94 appartenevano al servizio ToBike. POLIZIA SCIENTIFICA Il progetto è connesso al protocollo d’intesa con la Motorizzazione Civile di Torino e con Pipols (portale intercomunale polizie locali scientifiche) nato da un accordo di partenariato tra Torino e Venezia. NOTTE E MOVIDA Insieme alle forze dell’ordine la Polizia municiaple ha garantito un servizio continuo per far coesistere vita notturna e diritto al riposo. I locali controllati, al 30 novembre, sono stati 279 più sette punti estivi; le sanzioni contestate 350 e i sequestri di locali o attrezzature 13. SCUOLE E SICUREZZA Attività di formazione nelle scuole elementari, medie e superiori con Progetti pilota innovativi quali, per esempio, Freedom e un progetto relativo alla violenza di genere e allo stalking. GTT LINEA SICURA Nel corso dell’anno controllate oltre 6mila e 500 vetture e 127mila passeggeri controllati. Riscontrate 3.419 violazioni, 32 le notizie di reato, 21 le denunce a piede libero e 15 gli arresti.
  33. 33. SICUREZZA E SOCIETÀ PARTECIPATE AURORA, BARRIERA DI MILANO Attività di contrasto all’illegalità in ambito commerciale (al 31 ottobre 169 locali controllati e 115 violazioni contestate), i comportamenti contrari al decoro urbano e alla convivenza civile (68 veicoli rimossi, 106 veicoli per cui è stata avviata la procedura di rimozione, 92 controlli in località oggetto di ritrovo di aggregazioni giovanili) e le norme sulla circolazione stradale (al 31 ottobre, 2071 veicoli controllati e 481 violazioni contestate). NOMADI E’ proseguito il lavoro del Nucleo Nomadi con frequenti controlli mirati sia nei campi autorizzati sia negli insediamenti spontanei, con attenzione particolare a chi vive in condizioni difficili, soprattutto bambini e anziani. STRADE SICURE Oltre 4500 servizi controllo sulle strade, anche con l’ausilio di strumenti elettronici. Oltre ai controlli ordinari, ne sono stati programmati specifici, soprattutto in orario notturno, per la prevenzione della guida sotto l’effetto di sostanze alcooliche o stupefacenti (113 servizi, 6.768 persone sottoposte a pretest, 467 le sanzioni contestate). SOCIETA’ PARTECIPATE Con la dismissione del 49% di Amiat, dell’80% di Trm e del 28% di Sagat, Torino ha aperto le proprie aziende a nuovi soci privati e pubblici. Una strategia di cooperazione pubblica-privata che prosegue con la cessione del 49% di Gtt a imprenditori privati. Prosegue così la strategia di gestione delle partecipate con l’obiettivo di affiancare alla governance pubblica l'esperienza di soci privati che migliorino i risultati gestionali fin qui raggiunti. La qualità del servizio non dipende strettamente dalla proprietà, ma dal contratto di servizio. E’ infatti con questo strumento che si definisce il rapporto tra la pubblica amministrazione e chi deve erogare il servizio con costi contenuti e a tariffe (dirette e indirette) sostenibili per i cittadini. TUTELA DEL PERSONALE Con le privatizzazioni già realizzate non ci sono state ricadute negative sul personale e i risultati di esercizio sono migliorati: l’Amiat e le Farmacie comunali, infatti, hanno chiuso l'anno in corso registrando un utile. Proprio le farmacie comunali ad esempio, in cui il socio privato è operativo dal 2009, hanno aumentato il fatturato di oltre il 50%, mentre il livello occupazionale è aumentato del 22%. Per mantenere inalterati i livelli occupazionali la Città ha comunque inserito una clausola sociale nei contratti di servizio e tale metodo sarà seguito anche per la dismissione di GTT.
  34. 34. TORINO PALCOSCENICO DI GRANDE SPORT Nel 2015 Torino sarà capitale europea dello sport. Un riconoscimento alle capacità organizzative e alla disponibilità di strutture recettive e di impianti all’altezza dei grandi eventi proposti dai calendari dello sport internazionale. Da non dimenticare che Torino, con decine di impianti di base in ogni quartiere, è città di sport di base e per tutti a 360 gradi. CAPITALE EUROPEA Torino ha ottenuto il titolo di Capitale europea dello Sport. Dal 2013 al 2015 le più prestigiose manifestazioni sportive in ogni disciplina. PIANO REGOLATORE DELLO SPORT Avviata l’elaborazione di un Piano Regolatore dello Sport per attuare interventi mirati alla riqualificazione e alla manutenzione degli impianti sportivi di base. REVISIONE REGOLAMENTO GESTIONE IMPIANTI Revisione del Regolamento per la gestione degli impianti sportivi comunali. UN MUSEO PER I CAMPIONISSIMI Inaugurato il nuovo Museo dello Sport, il primo in Italia, allo stadio Olimpico, con testimonianze, documenti e cimeli appartenuti a grandissimi campioni italiani e stranieri. FESTA DELLO SPORT Coinvolgendo la cittadinanza, non solo torinese, si è svolta nelle principali piazze l’11 e 12 maggio una grandissima manifestazione. WORLD MASTER GAMES Con i World Master Games – 4-11 agosto 2013 40 mila persone sono affluite da tutto il mondo e lo spirito olimpico è ritornato nella nostra città. UN FORUM PER GUARDARE AL DOMANI Avviato un confronto con le associazioni sportive torinesi per decidere insieme le future politiche per lo sport cittadino. SPORT COMMISSION Svolge attività di promozione del sistema sportivo cittadino, dei suoi impianti indoor e degli spazi aperti, garantendo facilitazioni agli organizzatori di eventi.
  35. 35. CITTÀ INTERNAZIONALE 81 AMBASCIATORI A TORINO In 30 mesi 81 ambasciatori di Paesi di ogni continente hanno visitato Torino, concordando con l’Amministrazione comunale programmi di cooperazione in campo economico,culturale, universitario e turistico. Attivati accordi di collaborazione con più di 50 città del mondo . Torino gioca la carta TORINO SI PRESENTA Berlino, Barcellona, Vienna, Londra, San Pietroburgo, New York, Nagoya e Tokyo sono state le ultime tappe del programma di promozione internazionale che ha fatto conoscere Torino nel mondo. Prossimi appuntamenti Istanbul, New York, Mosca, Shenzhen, Yangon, Rosario, Aarhus e Lugano. dell’internazio EVENTI MONDIALI nalizzazione per mantenere un ruolo di primo piano tra le città europee e di tutto il mondo. Torino ospiterà nei prossimi anni eventi di rilievo internazionale: Capitale Europea dello Sport (2015), Congresso Mondiale delle Camere di Commercio (2015), 3° Forum mondiale dello sviluppo economico locale (2015), 200 anniversario della nascita di Don Bosco e Ostensione della Sindone (2015), World Winter Master Games (2015), Congresso mondiale Architettura del paesaggio IFLA (2016). CON IL MAE PER PROMUOVERE L’ITALIA Torino è stata la prima città italiana a sottoscrivere un Accordo di programma con il Ministero degli Affari Esteri per la promozione congiunta dell’Italia e di Torino. In virtù di questo accordo le istituzioni torinesi hanno concorso nel 2013 all’anno della cultura italiana negli Stati Uniti, in Giappone e in Vietnam e concorreranno nel 2014 all’anno dell’amicizia Italia – Israele e l’anno del turismo Italia – Russia. TORINO, CAMPUS ONU Torino è una sede strategica per le Nazioni Unite. Qui hanno sede tre organizzazioni mondiali: UNICRI - United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute, ITCILO – International Training Center ILO, UNSSC – United Nations System Staff College. Oltre ad aver ospitato nel 2012 per la terza volta l’Annual Retreat dell’ONU, nel 2013 UNICRI, UN-Habitat e Città di Torino hanno organizzato allo United Nation Campus l’International Forum of Mayors on Crime Prevention and Security. L’AIUTO ALLO SVILUPPO RIPARTE DA QUI Avviati due progetti co-finanziati dalla Commissione Europea per oltre 1.600.000 euro: il primo riguarda la gestione dei rifiuti solidi urbani in Myanmar, il secondo mobilita i giovani di 6 Paesi per contrastare la violenza contro le donne. E’ iniziata la preparazione del 3° Forum mondiale dello sviluppo economico locale, in collaborazione con UNDP, agenzia delle Nazioni Unite. .
  36. 36. I CONTI IN ORDINE ESPOSIZIONE DEBITORIA SOTTO CONTROLLO Nonostante i progressivi tagli ai trasferimenti da Stato e Regione, è stata mantenuta ai livelli dello scorso anno la spesa per il welfare e servizi ai cittadini. Prosegue il programma di riduzione del debito complessivo e l’azione finalizzata a favorire il rilancio dell'economia cittadina. Adottate misure di sostegno per famiglie a basso reddito. Continua il programma di riduzione del debito. Nel 2013 è sceso di altri 107 milioni di euro. Nel 2014 è attesa la discesa sotto la soglia dei tre miliardi di euro. CONTI IN ORDINE Pareggio di bilancio, per la prima volta dopo dieci anni, raggiunto senza ricorrere a entrate straordinarie. Diminuita la spesa corrente rispetto al 2012: la Città ha conseguito economie di parte corrente nonostante la dinamica inflazionistica e l’aumento del costo di beni e servizi. Diminuita l’incidenza del costo del personale sulla spesa corrente che si assesta al 31% pur ricominciando a coprire il turn over. SOSTEGNO ALL’ECONOMIA REALE L’adesione al “decreto sbloccacrediti” ha consentito di effettuare pagamenti e imprese per 238 milioni di euro. FONDO PEREQUATIVO IMU Quasi 10mila famiglie torinesi a basso reddito hanno ricevuto, grazie all’istituzione di un fondo di un milione di euro, un contributo da 30 a 100 euro per alleggerire il peso dell’imposta sulla prima casa pagata nel 2012 AGEVOLAZIONI TARES Quasi 75mila contribuenti torinesi (6mila in più rispetto al 2012) hanno usufruito di una riduzione sul pagamento sulla tassa raccolta rifiuti (Tares) pari al 50% per i redditi Isee fino a 13mila euro, del 35% per quelli da 13mila a 17mila euro e del 25% per i redditi da 17mila a 24mila euro. DECENTRAMENTO Raccordo tra Comune e Circoscrizioni. Analisi e studio di riforma e riordino dell’attuale assetto territoriale decentrato e nuovo bilancio “deliberativo” e partecipato. RAPPORTI CON ALTRI ENTI A completamento della concessione alla Scuola Holden, è stata assegnata al Sermig la parte rimanente della Caserma Cavalli. Nell’ambito del Federalismo Demaniale sono stati richiesti all’Agenzia Demaniale 34 immobili, tra caserme, fabbricati e terreni per destinarli a valorizzazione. Si è completato lo studio di fattibilità per la trasformazione dell’ex Manifattura Tabacchi e dell’area dell’ex FIMIT. E’ stato dato mandato all’Agenzia del Demanio affinché avvii una pre-selezione per la ricerca di una SGR per la trasformazione dell’area.
  37. 37. VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO Prosegue in varie forme (attraverso la gestione affidata a SGR, la vendita mediante asta pubblica, la cessione al fondo gestito dalla Cassa Depositi e Prestiti e, in accordo con il Demanio, con la realizzazione di progetti finalizzati alla riqualificazione di ex immobili dello Stato) la valorizzazione del patrimonio comunale CASERMA EX VIGILI DEL FUOCO E EX MARIO ENRICO Cessione al fondo FIV Plus gestito dalla Cassa Depositi e Prestiti S.G.R. degli immobili di Corso Regina Margherita 126-128 (ex Caserma dei Vigili del Fuoco) e di via Bardonecchia 151 per un importo di 6,6 milioni di Euro. AREA EX WESTINGHOUSE E’ in corso di pubblicazione il bando per la cessione in diritto di superficie dell’area exWestinghouse. L’apertura delle buste è prevista per il 30 dicembre e il valore a base d’asta è di 16.706.000. VENDITE MEDIANTE ASTA PUBBLICA Sono tate esperite due aste pubbliche per la vendita di immobili per un valore complessivo di aggiudicazione di oltre 6milioni di Euro. RESIDENZA UNIVERSITARIA DI VIA CARAGLIO E’ stata siglata ad inizio anno la convenzione per la disciplina dei rapporti patrimoniali relativi all’area di via Caraglio sulla quale verrà realizzata, entro il 2015, una residenza universitaria con oltre 600 posti letto. ACCORDI COMUNE - DEMANIO A completamento della concessione alla Scuola Holden, è stata assegnata al Sermig la parte rimanente della Caserma Cavalli. Nell’ambito del Federalismo Demaniale sono stati richiesti all’Agenzia Demaniale 34 immobili, tra caserme, fabbricati e terreni per destinarli a valorizzazioni. Si è completato lo studio di fattibilità per la trasformazione dell’ex Manifattura Tabacchi e dell’area dell’ex FIMIT. E’ stato dato mandato all’Agenzia del Demanio affinché avvii una pre-selezione per la ricerca di una SGR per la trasformazione dell’area.
  38. 38. Ufficio Stampa e relazioni con i media Città di Torino Ufficio stampa e relazioni con i media Piazza Palazzo di Città, 1 - 10122 Torino tel. 011/442.3600 fax 011/442.2301 ufficio.stampa@comune.torino.it www.torinoclick.it
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×