• Save
Il Principio 80/20
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Il Principio 80/20

on

  • 2,314 views

Il principio 80/20, meglio conosciuto come legge di Pareto, è applicabile in chiave business a tutte le aziende.

Il principio 80/20, meglio conosciuto come legge di Pareto, è applicabile in chiave business a tutte le aziende.

Statistics

Views

Total Views
2,314
Views on SlideShare
2,257
Embed Views
57

Actions

Likes
3
Downloads
0
Comments
0

6 Embeds 57

http://www.alessandromazzu.it 19
http://www.marketingwebtv.it 12
http://corsidiformazione.qadra.net 10
https://twitter.com 8
http://www.pizzamktg.com 7
http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Il Principio 80/20 Il Principio 80/20 Presentation Transcript

  • il principio80/20 Alessandro Mazzù
  • 20% delle causeil principio 80/20 afferma che ilproduce invariabilmente l’80% degli effetti, quindil’80% dei risultati dipende dal 20% del lavoro eviceversa.www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • questo principio è stato inizialmente conosciuto con il nome di “principio di Pareto”. Vilfredo Pareto, economista e sociologo italiano, nel 1897 studiando i modelli di distribuzione della ricchezza in inghilterra si era accorto che il 20% della popolazione possedeva l’80% del denaro.www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • durante la seconda guerra mondiale il filologo george k. zipf e l’ingegnere joseph m. juran approfondirono gli studi di pareto.www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • George k. zipf nel 1949 ha riformulato il principio che chiamava “del minimo sforzo” affermando che le risorse si organizzano in modo da minimizzare il lavoro; di conseguenza il 20-30% delle risorse produce il 70-80% delle attività.www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • Joseph m. juran ha dato al principio il nome “regola del minimo vitale” studiando come dopo aver ordinato una lunga lista di difetti in base alla frequenza, un numero relativamente esiguo è risultato provocare la gran parte dei difetti.www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • la formula non ha ovviamente una precisione matematica e può manifestarsi anche sotto forma di 70/30, 75/25, etc.www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • l’ibm è stata una delle prime aziende ad applicare il principio di il caso pareto nei primi anni ’60. all’ibm ci si rese conto che l’80% del tempo utilizzato da un computer veniva speso nell’esecuzione di circa il 20% del codice operativo. venne quindi riscritto il software in modo da rendere rapidamente accessibile e facile da usare il 20% che era più utilizzato.www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • attenzione però...www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • non interpretare il principio80/20 in modo troppo rigido ! www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • facciamo un esempio per capire meglio cosa intendowww.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • in quasi tutte le librerie il 20% dei titoli assicura l’80% delle vendite.si dovrebbero quindieliminare l’80% dei libri ?www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • pensaci...www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • No! gli acquirenti che visitano una buona libreria si aspettano di trovare una vasta scelta di libri. ridurre l’assortimento significa far andare i clienti altrove. la librerie dovrebbero individuare il 20% dei clienti che procura loro l’80% dei profitti ed offrire loro esattamente ciò che essi desiderano.www.qadra.net | www.alessandromazzu.it | www.marketingwebtv.it | www.pizzamktg.it | www.webupdate.it
  • Twitter: www.twitter.com/#!/qadranetFacebook: www.facebook.com/alessandromazzuLinkedin: www.linkedin.com/in/alessandromazzuweb site: www.alessandromazzu.it