Social business per le PMI
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Social business per le PMI

on

  • 2,804 views

Il social business per le PMI: Alessandro Prunesti spiega come promuovere l'azienda e il suo business attraverso un piano strategico e operativo di social media marketing....

Il social business per le PMI: Alessandro Prunesti spiega come promuovere l'azienda e il suo business attraverso un piano strategico e operativo di social media marketing.
Per info su attività di consulenza aziendale:
http://operaiodelweb.it

Statistics

Views

Total Views
2,804
Views on SlideShare
2,006
Embed Views
798

Actions

Likes
8
Downloads
91
Comments
0

8 Embeds 798

http://www.alessandroprunesti.com 301
http://imprenditoreonline.it 148
http://newsroom.imprenditoreonline.it 135
http://mastercommunitymanager.blogspot.com 96
http://mastercommunitymanager.blogspot.it 81
http://feeds.feedburner.com 33
http://paper.li 3
http://translate.googleusercontent.com 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Social business per le PMI Social business per le PMI Presentation Transcript

  • Promuovere l’azienda e il suo business attraverso un piano strategico e operativo di social media marketingAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • … dalla pratica alla teoria!Alessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Social media e comportamento di acquisto del consumatore Occorre dotarsi di figure professionali innovative I cinque possibili benefit di una buona strategia di social media marketing La definizione degli obiettivi commerciali, di marketing e di comunicazione La classica domanda dell’azienda che approccia i social media Monitoraggio Schema per il presidio di Internet Realizzazione del brief Piattaforme web 2.0 e social media a disposizione La road map del social media management Il social media management messo in pratica Le parole d’ordine del social media management Come comunicare sui social media Metriche di valutazione operaiodelweb.itAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Social media e comportamento di acquisto del consumatore Pre-acquisto Acquisto Post acquisto Ricerca delle fonti di informazione Uso e valutazione del prodotto Info ufficiali Fruizione Pubblicità classica dei media Brochure, cataloghi Offline Creazione e condivisione delle tradizionali Sito web aziendale informazioni con gli altri … Scelta della Info non ufficiali modalità di acquisto Opinioni di persone ritenute “esperte” Commenti e info su Uso attivo Online blog dei motori Esperienze vissute di ricerca, dai membri delle tag e tribù digitali presenti folksonomie sui social network Web commerce Video dimostrativi su YouTube Mobile payment … Generazione di nuove informazioni sul mercatoAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Occorre dotarsi di figure professionali innovative Le attività di social media marketing devono essere: •Pianificate •Gestite In maniera assolutamente professionale, con il supporto diretto di professionisti della comunicazione e del marketing 2.0. Le aziende che affidano la gestione dei loro profili sociali agli “stagisti di turno” compiono un grave errore, che può trasformarsi in un boomerang per la loro immagine. 1. Offrire un servizio/prodotto di qualità (è alla Con l’uso dei social media base di qualsiasi strategia di marketing); 2. Analizzare la customer satisfaction; l’azienda è posta sullo 3. Gestire tutti i vari profili social e Ok... Ma come faccio? stesso piano del suo interconnetterli al proprio sito web principale: mai abbandonare le conversazioni! target di riferimento. La 4. Monitorare la rete, partecipando alle varie sfida del business si vince discussioni sui blog, nelle community e gruppi sulla capacità di generare presenti nei social network, rispondendo in maniera costruttiva a richieste di chiarimenti, engagement e informazioni e anche alle critiche; partecipazione. 5. Essere onesti, sinceri e trasparenti: pensiamo al cliente come a un nostro amicoAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • I cinque possibili benefit di una buona strategia di social media marketing L’uso dei social media da parte delle aziende e dei consumatori stimola L’azienda offre un legame di fiducia che può prodotti/servizi che aumentare la propensione rispondono meglio alle Fiducia nei all’acquisto di un prodotto/servizio richieste espresse dal confronti mercato dell’azienda e fedeltà di marca Condivisione delle informazioni sul web 2.0 Comunicazione OFFERTA partecipativa BISOGNI DELL’AZIENDA DEGLI Marketing Conoscenza INDIVIDUI conversazionale reciproca tra Social media cliente e azienda Passaparola positivo con gli altri membri della communityAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • La definizione degli obiettivi commerciali, di marketing e di comunicazione I social media sono strumenti •Incontrare il target negli ambienti dove già si dirompenti: impongono un nuovo trova, senza “bombardarlo dall’alto” approccio alla definizione degli obiettivi commerciali, di marketing e di comunicazione •Creare nuovi canali di relazione e dialogo con il target •Farlo sentire parte di una “tribù” : cioè di una Il “fare più vendite” deve essere il community di riferimento, nella quale risultato ultimo di una complessa attività di social media conversare con altri suoi pari (azienda management che punta a compresa) sui prodotti e i servizi offerti molteplici obiettivi •Acquisire fiducia per generare customer loyalty E alla fine, non saremo “noi a vendere”, ma “loro a voler acquistare da noi” Ora vedremo in che modo queste strategie possono essere messe in pratica…Alessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • La classica domanda dell’azienda che approccia i social media “Ho creato per la mia azienda una pagina su Facebook. E adesso, che ci faccio?”Alessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Come pianificare una strategia di social media marketingAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Monitoraggio Facebook Twitter FriendFeed Social Mention Google Alert NetvibesAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • La sfida sul campo: Realizzare e mettere in pratica il social media planAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Schema per il presidio di Internet Hub Percorso Operativo di Percorso Operativo CampagnaAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Realizzazione del brief •Nome e descrizione del Brand •Denominazione dell’azienda Informazioni generali •Attività svolta sul mercato sull’azienda •Descrizione del mercato •Tipologia di clienti ai quali l’azienda già si rivolge E’ un documento •Tipologia di nuovi clienti ai quali l’azienda fondamentale per avere le vorrebbe rivolgersi •Profilo socio-demografico del target group di idee chiare su: riferimento: (fascia di età, condizione Descrizione del target professionale, territorio di appartenenza, group di riferimento •Chi siamo reddito) •Cosa vogliamo fare •Posizionamento di mercato da raggiungere: •Quali target vogliamo (Su quali social media il brand deve essere raggiungere presente online, che tipo di percezione del brand si desidera maturare nel target group) •Attraverso quali strumenti agire Individuazione delle criticità del mercato (barriere all’entrata) Individuazione delle skills possedute (valore aggiunto rispetto alla concorrenza): elenco dei fattori produttivi, economici e di immagine che Analisi SWOT ci differenziano rispetto ai competitors Individuazione dei punti di debolezza dell’azienda Descrizione degli obiettivi di mercato della Commercial & marketing nostra azienda strategyAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Elenco dei principali competitor Analisi competitors Analisi del loro posizionamento online Attività di comunicazione offline (se già attuata) Piano di comunicazione Attività di comunicazione online (se già attuata) E ora….. In azione!Alessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Torniamo al nostro schema di esempio… …Ora dobbiamo realizzare in pratica gli obiettivi di comunicazione: Cosa Obiettivi di Obiettivi di Obiettivi promuovere marketing comunicazione commerciali Entro 3 mesi: •Creazione profilo ufficiale Facebook con almeno 1’000 Fan, dei quali almeno 100 attivi •Creazione profilo su Twitter con Il nostro almeno 200 strategic followers brand •Raggiungere 10’000 visualizzaazione del video ufficiale del nostro brand •Ottenere 250 commenti positivi su Facebook •Ottenere 100 retweet ai nostri post •Entro 6 mesi: •…Alessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Piattaforme web 2.0 e social media a disposizione OBIETTIVO SERVIZIO ONLINE NATURA Approfondire argomenti e temi e CMS e piattaforme di condividere le informazioni blogging Creare aggregazione intorno a un brand, un evento, un Social network prodotto generalista Condividere brevi news e informazioni Microblogging immediate Creare e Multimedia e condividere video podcast Contattare Social network professionisti professionale Condividere foto e Multimedia presentazioni su prodotti/attività svolteAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • La road map del social media management Creazione dei profili sociali Individuazione dei target group Una volta individuate le presenti online piattaforme 2.0 da utilizzare, si può passare Community alla costruzione e alla management gestione dei profili sociali: Attività di Del nostro brand Del nostro prodotto comunicazione Del nostro evento partecipativa e virale Analisi dei dati di insightAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Il social media management messo in pratica Le attività di social profile management Tanto più la conversazione si trasforma in vanno eseguite in modalità un lifestream, crossmediale: tanto più il target farà following e si attiverà così l’engagement nei Occorre agire contemporaneamente e confronti del nostro in tempo reale su tutti i social media brand/prodotto/evento 1. Creazione dei social profile sulle piattaforme individuate nell’ambito Creazione profili del social media plan sociali 2. Inserimento dei contenuti di base (post, tweet, eccc.) per la creazione del lifestream 3. Attività di community management (acquisizione e gestione dei Community contatti) management 4. Attività di comunicazione partecipativa: stimolo delle conversazioni, buzz marketing Comunicazione 2.0 5. Attivazione dei meccanismi di following e sharing 6. Gestione dei feedback della community VerificaAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Le parole d’ordine del social media management Lifestream Following Engagement Creare messaggi di Creare e coltivare tipo community adeguate EPICOAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Come comunicare sui social media Quando si comunica sui social media, occorre creare messaggi di tipo EPICOEngagement: il messaggio deve coinvolgere idestinatari suscitando in loro attenzione einteresse. Il contenuto deve essere quindiinformativo, ludico o ritenuto comunqueimportante dal targetPartecipazione: il messaggio inviato allacommunity deve stimolare le loro rispostedirette con la pubblicazione di ulteriorimessaggi e contenuti (commenti, video dirisposta, voti di rating, ecc..)Integrazione: il messaggio deve esserecostruito in modo da poter essere facilmenteveicolato in maniera crossmediale su tutti isocial media (Es: status update mai superiorea 140 caratteri, per consentirne lapubblicazione fu Facebook, Twitter, LinkedIn,ecc..). E’ consigliabile l’uso delle url corte
  • Condivisione: il messaggio deve indurre lepersone che si relazionano all’interno del socialnetwork a fruirne il contenuto in manieracondivisa, attraverso l’uso dei social tools(sharing, condivisione, follow, like)Organizzazione virale: il messaggio deveavere caratteristiche virali, che gli permettanodi diffondersi attraverso i suoi stessi destinatari
  • Quali strumenti analytics utilizzare a supporto delle attività di social profile management
  • Metriche di valutazione Le metriche tradizionali (ROI) non sono sufficienti a valutare il ritorno sugli investimenti per un’attività di social media marketing Social media AD Ecco le domande che le aziende devono porsi: Quanto investire? metrics Come investire? Quali social media utilizzare? Che tipo di messaggio ideare? Come creare una campagna virale? definition Come valutare i risultati? ROI? Sentiment? Entrambi? La chiave del successo di un messaggio veicolato tra i social media consiste principalmente in quante volte e soprattutto in che modo uno stesso messaggio/contenuto è stato condiviso, votato, commentato positivamente o negativamente tra gli utenti di una o più community E’ necessario affiancare ai dati quantitativi i report qualitativi di sentiment analisys, per poter analizzare http://www.iab.net/socialmetrics con efficacia le opinioni espresse online circa un prodotto/servizio specificoAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Analisi quantitativa Analisi qualitativa Valutazione dell’efficacia delle nostre attività di SOCIAL MEDIA MANAGEMENTAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • Foglio 1: Inserimento settimanale dei valori relativi alle metriche Metrica 1 Metrica 2 Metrica 3 06-ott-11 07-ott-11 08-ott-11 09-ott-11 10-ott-11 11-ott-11 12-ott-11 Foglio 2: Elaborazioni (Formule, ecc.) Foglio 3: Grafici per il reportingAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com
  • a.prunesti@imprenditoreonline.it http://imprenditoreonline.it/ alessandro.prunestiAlessandro Prunesti – www.alessandroprunesti.com