Your SlideShare is downloading. ×
0
I giovani, i social media e il lavoro
I giovani, i social media e il lavoro
I giovani, i social media e il lavoro
I giovani, i social media e il lavoro
I giovani, i social media e il lavoro
I giovani, i social media e il lavoro
I giovani, i social media e il lavoro
I giovani, i social media e il lavoro
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

I giovani, i social media e il lavoro

735

Published on

Alcuni consigli, indirizzati prevalentemente ai più giovani, per un uso consapevole degli strumenti web 2.0 e dei social network. Se ne parlerà alla Libreria Europea di Roma

Alcuni consigli, indirizzati prevalentemente ai più giovani, per un uso consapevole degli strumenti web 2.0 e dei social network. Se ne parlerà alla Libreria Europea di Roma

1 Comment
2 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total Views
735
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
1
Likes
2
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. I giovani, i social media e il lavoro<br />Alcune riflessioni per un uso consapevole del web 2.0<br />Dott. Alessandro Prunesti<br />http://alessandroprunesti.wordpress.com<br />
  2. Fare un uso consapevole della rete per abbattere il <br />knowledge divide<br /><br />I social network non sono utili solo al “cazzeggio”; <br />L’utilizzo strategico e serio dei principali strumenti offerti dal web 2.0 può portare a vantaggi pratici anche in termini professionali<br />
  3. L’uso consapevole dei social media può generare ricchezza e creare nuovi posti di lavoro<br />Lo dice la Commissione Europea:<br />“Lo sviluppo di internet, inteso sia come infrastrutture che come cultura della Rete, viene visto come un fattore fondamentale per la crescita economica e sociale dell’Unione”<br />I nuovi media digitali possono creare nuove opportunità relazionali e professionali<br /><ul><li>Startup nei settori dell’informatica, dell’editoria, delle tecnologie applicate all’ambiente;
  4. Nuove figure professionali nel campo della comunicazione digitale: </li></ul>sviluppatore di siti web 2.0 con Joomla e Wordpress, social media planner…<br /><ul><li>Creatore o amministratore di community spontanee o professionali in grado di attirare l’interesse di aziende e sponsor (Comunitàzione, Zooppa, ecc…)</li></li></ul><li>Iscrivetevi, partecipate alle discussioni, conversate: condividete la ricchezza cognitiva delle community<br />Oggi viviamo nella società dell’informazione.<br />Per acquisire competenze professionali e sviluppare relazioni, è necessario un impegno online continuo ma spontaneo: <br /><ul><li>Iscrivetevi ai social network ed entrate nelle community di vostro interesse;
  5. Create un vostro spazio digitale da condividere con gli altri (come un blog);
  6. Condividete articoli, lasciate commenti, pubblicate link interessanti che rimandino ai vostri interessi
  7. Tenetevi informati e imparate a utilizzare gli strumenti open source
  8. Partecipate agli eventi open (come i barcamp)
  9. Comunitazione
  10. Gruppi su LinkedIn, Viadeo, Xing e altri social network professionali
  11. Community affermate di giovani intraprendenti / innovatori (come Zooppa) per partecipare alla costruzione di progetti comuni</li></li></ul><li>Alcune strategie per cercare lavoro, anzi…farsi trovare!<br />Pianificare una strategia integrata di self-branding:<br />Condividere i propri interessi e le proprie attività con un blog su Wordpress<br />Aprire un account su LinkedIn o Viadeo<br />Partecipare attivamente ai gruppi professionali e di interesse presenti sui principali social network<br />Aprire un account e fare un canale video su YouTube per fare il proprio video-curriculum<br />Condividere le proprie ricerche e appunti su Slideshare<br />Creare iniziative e idee, e presentarle fisicamente partecipando ai barcamp<br />
  12. Un esempio pratico per farsi trovare:<br />
  13. L’esempio di LinkedIn<br />Aiuta a capire la reputazione delle persone e ad allargare la cerchia delle conoscenze.<br />Nel mondo ci sono 65 milioni di iscritti: In Italia sono circa 1 milione (il 36% delle quali donne manager).<br />LinkedIn è una banca dati ricca di capitale umano scandagliata dai talent scout<br />E’ un ottimo strumento per l’outsourcing: aiuta a trovare le persone adatte a risolvere problemi specifici<br />
  14. …versol’Enterprise 2.0ovvero: seminare oggi per raccogliere domani…<br />Voi ragazzi della “generazione Y” siete pienamente abituati all’uso dei social media, e vi aspettate di trovare questi strumenti anche a supporto delle vostre future attività professionali<br />Per questo le aziende dovranno necessariamente introdurre appositi strumenti di social networking anche all’interno della loro organizzazione, per favorire:<br /><ul><li>Le attività il knowledgesharing;
  15. Lo sviluppo delle community informali tra le diverse business unit. </li>

×