• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
01 lezione moodle
 

01 lezione moodle

on

  • 1,520 views

Prima lezione corso di aggiornamento "Strumenti per la formazione online: Moodle". Relatore prof. Paolo Tosato. A.S. 2011-2012. URL: ...

Prima lezione corso di aggiornamento "Strumenti per la formazione online: Moodle". Relatore prof. Paolo Tosato. A.S. 2011-2012. URL: http://projectschool.wikispaces.com/Corso+di+aggiornamento+A.S.+2001-2012

Statistics

Views

Total Views
1,520
Views on SlideShare
1,518
Embed Views
2

Actions

Likes
2
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 2

http://www.digitrete.it 1
http://www.isisromero.it 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    01 lezione moodle 01 lezione moodle Presentation Transcript

    • Corso di aggiornamentoStrumenti per la formazione online A cura di Paolo Tosato (ptosato@tiscali.it) A.S. 2011-2012 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Indice dei contenutiCos’è Moodle? Chi lo utilizza?Principali caratteristiche e funzionalitàDal dire al fare Dal punto di vista dello studente Dal punto di vista del docenteF.A.Q.Link utili 2 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Cos’è Moodle?Moodle è … un Learning Management System (LMS), cioè una piattaforma applicativa che permette lerogazione di corsi in modalità e-learning; un acronimo che sta per Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment (Ambiente di Apprendimento Dinamico Modulare Orientato agli Oggetti); un prodotto software realizzato in modalità Open Source (sottostante alla GPL: GNU Public License), distribuito in forma di sorgente liberamente modificabile e ridistribuibile, a patto che sia mantenuta la caratteristica di open source; un ambiente di progettazione di corsi in cui il docente sviluppa il proprio corso in un modo semplice ed intuitivo attraverso un’interfaccia Web; gli studenti partecipano al corso sempre attraverso un’interfaccia Web; limpostazione modulare permette una gestione dei corsi molto semplice e una curva di apprendimento da parte degli utenti (sia docenti che studenti) estremamente “dolce”. 3 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Cos’è Moodle?Moodle è … un’opera in continua evoluzione; A cominciarne lo sviluppo, nel 2002, è stato Martin Dougiamas delluniversità di Perth in Australia, il quale è tuttora a capo del progetto a cui partecipano migliaia di programmatori da tutte le parti del mondo, creando una comunità di sviluppatori e di utilizzatori in continua crescita. progettato da un informatico educatore, con i principi del “costruttivismo sociale” in mente. Il Construzionismo asserisce che l’apprendimento è particolarmente efficace quando si costruisce qualcosa da sperimentare con gli altri. Il concetto di Costruttivismo sociale estende quanto detto, allinterno di un gruppo di individui che costruiscono le cose uno per laltro, creando collaborativamente una piccola cultura di oggetti condivisi, con significati concordati. Quando uno è immerso in tale cultura, tutto il tempo si passa a imparare a essere parte della stessa cultura, a molti livelli diversi. 4 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Chi lo utilizza? Più di 20.000 comunità di apprendimento. Più di 160 paesi del mondo. Più di 9 milioni di utenti. Tradotto in più di 75 lingue. Dai dati dellOsservatorio e-learning 2006 risulta che Moodle èattualmente la piattaforma LMS più utilizzata nella PubblicaAmministrazione italiana. Un importante riferimento del progetto Moodle è il sito Web moodle.org,con più di 200 mila utenti registrati, che fornisce un punto centrale per quelche riguarda linformazione, la discussione, la collaborazione tra gli utenti diMoodle. 5 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Chi lo utilizza? 6Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Caratteristiche e funzionalitàPermette la pubblicazione di diverse attività e risorse.Tra le numerose attività che possono supportare il docente nellaerogazione di un corso ci sono il wiki, i quiz di vario tipo oltre a tutta unaserie di strumenti per la comunicazione sincrona (chat, messaggisticainterna) e asincrona (forum, mailing-list, calendario degli eventi).Di facile personalizzazione (plug-in):  i "temi" consentono allamministratore di personalizzare i colori, i caratteri, la disposizione degli oggetti, ecc. del sito.  è possibile aggiungere moduli di attività plug-in ad installazioni Moodle già esistenti.  i pacchetti lingue consentono la completa localizzazione di qualsiasi lingua. 7 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Caratteristiche e funzionalità Semplice da installare su quasi ogni piattaforma che supporti PHP;richiede solo un database (MySQL, PostgreSQL, MSSQL, Oracle). Interfaccia browser, quindi semplice, leggera, efficiente. Compatibile con diversi strumenti e standard:  SCORM  ELGG  LAMS  LIFE  WIRIS  La versione più recente è compatibile con i più importanti standard web per laccessibilità come WAI (W3C), SENDA (UK) e Section 508 (US). 8 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareCome accedere alla piattaforma: il login Colleghiamoci al sito: http://www.maxplanck.it/moodle/ 9 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareGuardiamoci attorno: il nostro ambiente di lavoro 10 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareUn confronto veloce: BSCW Vs Moodle 11 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareUn confronto veloce: BSCW Vs MoodleQuando si crea una nota non iniziare E’ possibile formattare un messaggiomai con uno spazio come un documento WordIl docente e l’amministratore sono due L’amministratore ha il pieno controllosemplici utenti della piattaforma della piattaforma, che può modificare in base alle esigenze 12 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareLe tre figure della piattaforma: Studente Docente Amministratore 13 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista dello studente Le tre figure della piattaforma: Studente  Modifica del profilo  Utilizzo di forum, chat, compito, quiz, wiki  Download di una risorsa Docente Amministratore 14 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista dello studente: modifica del profilo 15 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista dello studente: modifica del profilo 16 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista dello studente: utilizzo forum, chat,compito, wiki CHAT: permette la comunicazione sincrona tra i partecipanti a un corso. COMPITO: attività usata per assegnare compiti on-line o off-line; gli studenti possono svolgere il compito e inviare i risultati in qualunque formato di file (per es. Office, PDF, immagini, audio/video, ecc.). FORUM: aree per discussioni tematiche dove i partecipanti possono comunicare e scambiare opinioni in modo asincrono. WIKI: particolare sito web costituito da un insieme di documenti ipertestuali che possono essere non solo visitati e letti dagli utenti, ma anche modificati direttamente durante la navigazione. 17 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista del docente Le tre figure della piattaforma: Studente Docente  Creazione nuovo corso  Iscrizione studenti  Creazione forum, chat, compito, quiz, wiki  Upload di una risorsa  Monitoraggio delle attività Amministratore 18 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal punto di vista del docente: creazione corsoE’ possibile navigare nelle categorie e poi premere il pulsante “Aggiungi un nuovo corso”,oppure selezionare dal menu di amministrazione “Aggiungi/modifica corsi” e quindipremere “Aggiungi un nuovo corso”. 19 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista del docente: iscrizione studenti 20 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista del docente: iscrizione studenti 21 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista del docente: creazione forum, chat,compito, quiz, wiki 22 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista del docente: creazione forum, chat,compito, quiz, wiki 23 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal punto di vista del docente: creazione forum 24 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista del docente: utilizzo forum -NetiquetteBuona norma, nei forum, e in qualsiasi altro ambiente virtuale,rispettare delle regole fondamentali.La Netiquette, o Galareteo della Rete, prevede alcune regolefondamentali: Non scrivere tutto maiuscolo: equivale al “gridare”. Non inserire argomenti off topic (c’è sempre il bar-caffè) Rivolgersi sempre ad una persona o al gruppo, riferendosi a lei/loro:ad esempio “Caro Andrea,” oppure “Gent.le prof”. È buona norma firmare i propri interventi. 25 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista del docente: upload di una risorsa Le risorse di un corso vengono centralizzate nellarea Files da dove sono disponibili per la creazione di nuove attività. 26 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Dal dire al fareDal punto di vista del docente: monitoraggio delleattivitàI Log di Moodle mostrano in dettaglio lattività svolta degli studenti, monitorandoquando e quali risorse e quali attività sono state accedute da ciascuno. 27 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • F.A.Q.Non ci sto capendo un "moodle"leggo riguardo a moodle " Moodle costituisce un supporto tecnologico ideale per unefficaceorganizzazione e conduzione di percorsi di formazione. E accessibile e fruibile tramite il solo utilizzo diun browser e la sua semplicità di gestione non richiede particolari conoscenze e competenzeinformatiche. E ricco di risorse e attività per garantire flessibilità e personalizzazione dei percorsi."e poi si parla di My SQL, PHP ecc..Insomma come si fa per chi parte da 0?fortunatamente un minimo di conoscenza informatica ce lho, ma gestire database MySQL non mi è maicapitato ancora..Da dove parto? Per ora ho utilizzato solo il IIS di WinXP ed un semplice db in access per realizzare unalogin, tutto questo da un tutorial su HTML.IT, dove posso trovare lo stesso percorso guida per Moodle.Scusate lignoranza.Un sorriso ^_^Anna 28 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • F.A.Q.Re: Non ci sto capendo un "moodle"Cara Anna,Moodle è pensato per essere facile da utilizzare prima di tutto ... per gli allievi, che infatti di solitoapprezzano.Gli insegnanti dovrebbero capirne la logica didattica (costruttivismo sociale) per poterlo utilizzare almeglio come strumento didattico. Non tutti lo fanno, ma comunque di solito si arrangiano abbastanzabene lo stesso, magari mettendoci dentro qualche dispensa e basta (+ il solito ineluttabile quiz), poilappetito vien mangiando.Se poi uno vuole gestirsi un server, modificare il codice, personalizzare ogni cosa... allora il discorso sicomplica e bisogna capirci qualcosa di codici, linguaggi, ecc.Secondo me la cosa più semplice è farsi installare Moodle da qualcuno e usarlo per insegnare. Altrimenticè il rischio di diventare ottimi informatici e pessimi docenti. 29 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)
    • Link utili Moodle.orgSito ufficiale di Moodle da cui è possibile scaricare il programma,consultare la documentazione e partecipare alle attività della comunitàinternazionale Moodle in italianoSito ufficiale della comunità italiana di Moodle Moodle Demonstration SiteMoodle Demonstration Site 30 Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)