• Save
Personal Semantic Organizer (ITA)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Personal Semantic Organizer (ITA)

  • 1,258 views
Uploaded on

Personal Semantic Organizer (www.wooferframework.org/pso) è un framework per la costruzione di strumenti di Semantic Web e B.I. 2.0 adibiti a favorire l’espressione, la formalizzazione e......

Personal Semantic Organizer (www.wooferframework.org/pso) è un framework per la costruzione di strumenti di Semantic Web e B.I. 2.0 adibiti a favorire l’espressione, la formalizzazione e l'organizzazione dei significati attribuiti al dato al fine di costruire l'informazione.
Personal Semantic Organizer nasce dall'esigenza di catturare i significati mnemonici, soggettivi ed emozionali che normalmente vengono associati ai dati e si evolve successivamente verso la gestione e il recupero della conoscenza in termini più generali.

More in: Technology , Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,258
On Slideshare
1,250
From Embeds
8
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 8

http://www.wooferframework.org 7
http://www.slideee.com 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Semantic Web & Business Intelligence 2.0
  • 2. Gli argomenti  Introduzione  Le esigenze  Focus  Il Framework  Architettura  Caratteristiche  Utilizzi possibili  Applicazioni possibili
  • 3. Personal Semantic Organizer Personal Semantic Organizer Acquisizione del è un framework dato per la costruzione di strumenti di Semantic Web e B.I. 2.0 Assegnazione del significato al dato adibiti a favorire l’espressione, la formalizzazione e Costruzione della conoscenza l'organizzazione dei significati Annotazioni attribuiti al dato al fine di costruire l'informazione
  • 4. Le esigenze identify source elicit engineer match add value use & benefit & store • Know domain technology La crescente mole di dati documents ura ge validate difficult to • Support informed decision making n co • Avoid da trattare richiede strumenti e communicate misunderstanding • Adhere to rules attraverso i quali poter • Conform to standards esprimere, memorizzare ed elaborare people • Fewer rework re y sto ltipl mu • Easier certification l’insieme di data te & • Use best practices • Avoid pitfalls rela son • Save time through associazioni mnemoniche soggettive conclusion emotion difficult to re a templates • Know product che di regola vengono attribuite ai dati activity or event observation express nta tion details • Find expert and per definire l’informazione. prese tyle &s consultants • Make better informer decision experience Personal Semantic Organizer è una piattaforma per la gestione dell’informazione
  • 5. identify source elicit engineer match add value use & benefit & store • Know domain technology • Support informed documents e validate decision making ou rag difficult to enc communicate • Avoid misunderstanding • Adhere to rules • Conform to standards people • Fewer rework re ly sto multip • Easier certification • Use best practices • Avoid pitfalls & data late n re so • Save time through conclusion rea templates emotion difficult to • Know product observation express details on • Find expert and activity or event en tati consultants p res style & • Make better informer decision experience
  • 6. La risposta Per rispondere alle esigenze è necessario disporre di strumenti in grado di: Esprimere in quanto mette a disposizione ri- meccanismi per la cattura e il collegamento di quegli "elementi" soggettivi come annotazioni, giudizi, opinioni e sensazioni associati a scritti, articoli, documenti, libri e quegli elementi che stimolano gli spunti riflessivi del lettore ri- Memorizzare in quanto dispone di meccanismi per la storicizzazione dei significati espressi nel corso del tempo e per renderli facilmente recuperabili e navigabili Elaborare i significati al fine di produrre nuova informazione
  • 7. Focus: la relazione Un elemento cardine della visione del Personal Semantic Organizer è quello della relazione. Le relazioni nel PSO sono tipizzate e caratterizzate dai protocolli definiti:  dai contesti della relazione  dai ruoli previsti nella relazione  dagli attori che vi partecipano
  • 8. Focus: la base dati semantica In una base dati semantica (BDS) il concetto di relazione semantica riveste un ruolo fondamentale nell'espressione dei significati in quanto contenuti nella tipizzazione e nella definizione dei ruoli rivestiti dagli elementi relazionati.
  • 9. PSO come framework Il Personal Semantic Organizer da semplice strumento per l’organizzazione informativa a framework per la gestione della conoscenza Non importa sapere una cosa ma sapere dove trovarla [U. Eco]
  • 10. PSO come framework il Personal Semantic Organizer è quindi un framework sul quale ideare, architettare e realizzare una suites di applicazioni generate "ad hoc" in funzione delle singole esigenze in linea con i nuovi paradigmi quali WEB 2.0 e BI 2.0. Personal Semantic Organizer come “strumento per la costruzione di strumenti”
  • 11. Overview architetturale Presentation (Graphical User Interface) Business Logic Applications JAVA CLIENT PSO COMPONENTS
  • 12. Caratteristiche  Il framework del Personal Semantic Organizer risulta essere estremamente agile e flessibile in una logica di integrazione non invasiva con i sistemi esistenti.  Con il framework del Personal Semantic Organizer si opera per integrazione e non per sostituzione il PSO si adatta bene alla Metodology per Project nella quale la progettualità è orientata non tanto all’adozione di uno strumento, quanto piuttosto all’individuazione o alla costruzione di applicativi più adeguati ai particolari requirements dell’organizzazione
  • 13. Cosa permette il framework Il Personal Semantic Organizer è un framework che permette all'utilizzatore:  la generazione di strutture dinamiche (sia in termini di entità che di relazioni) che rispecchino il proprio modo di esprimersi  la modifica delle strutture in modo del tutto dinamico, autonomo e non vincolante rispetto le strutture precedenti (backward compatibility)  la creazione di contenitori "logici" di strutture (chiamati Formats) per agevolare l'organizzazione concettuale degli elementi da esprimere  la creazione di BDS "tematiche" di elementi e relazioni semantiche con la possibilità di interconnessione tra gli elementi  il recupero dei significati espressi sia per i contenuti espressi, sia per i ruoli rivestiti dalle entità all'interno delle relazioni, sia per il tipo di relazioni esistenti tra elementi  l’indagine sull'evoluzione dell'informazione e della conoscenza attraverso un meccanismi che permettono di evidenziare l’evoluzione temporale degli elementi e delle relazioni  di disporre di una piattaforma di comunicazione sulla quale è possibile esprimere privatamente opinioni, giudizi e annotazioni sugli argomenti trattati, sulle persone coinvolte e sulle azioni da intraprendere.
  • 14. Come utilizzare il framework Il framework Personal Semantic Organizer è indicato ad applicazioni tipo:  Blocchi note semantici  Strumenti a supporto della gestione dell'informazione in ambiti operativi come la gestione delle relazioni con i clienti (CRM) o con i fornitori (SUPPLY Information Management CHAIN) Semantic Notes Brainstorming  Strumenti a supporto delle fasi di brainstorming Collaboration  Strumenti a supporto della gestione delle riunioni  Strumenti a supporto della gestione dei Learning Meeting progetti  Strumenti a supporto della formazione e lo studio  Strumenti per la comunicazione e la Conceptual Map Communication collaborazione in linea secondo i paradigmi WEB 2.0 Project Management  Strumenti per la creazione di mappe concettuali  Etc.
  • 15. In quali ambiti operare Prototipi dimostrativi costruiti sul Personal Semantic Organizer sono stati applicati in diversi ambiti:  assicurativo per catturare, gestire e recuperare gli elementi emozionali che sorgono durante un rapporto relazionale con i propri clienti e che permettono ai planner di migliorare la comunicazione con loro  commerciale per catturare, gestire e recuperare i significati presenti nelle informazioni ottenute e/o fornite dai clienti durante il loro rapporto con l’azienda agevolando la comprensione e delle loro esigenze e l’intercettazione delle tendenze comportamentali in atto  medico come strumento che permette di incrementare l’informazione e migliorare la comunicazione tra gli attori che vi operano riuscendo a catturare i significati assegnati alle patologie incontrate e a recuperare i percorsi medici e clinici effettuati dai medici nell’indagare e individuare le patologie nei propri pazienti  legale come strumento di cattura e di indagine degli eventi che possono coadiuvare gli avvocati nella comprensione e nell’individuazione delle strategie difensive più opportune  psicologico come strumento utile alla memorizzazione e alla comprensione dei comportamenti e degli eventi raccontati e alla ricostruzione dei percorsi cognitivi e psicologici effettuati con i pazienti
  • 16. Grazie per l’attenzione www.progettosinergia.it www.wooferframework.org/pso Business Intelligence 2.0