Your SlideShare is downloading. ×
Personal Semantic Organizer (ITA)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Personal Semantic Organizer (ITA)

687
views

Published on

Personal Semantic Organizer (www.wooferframework.org/pso) è un framework per la costruzione di strumenti di Semantic Web e B.I. 2.0 adibiti a favorire l’espressione, la formalizzazione e …

Personal Semantic Organizer (www.wooferframework.org/pso) è un framework per la costruzione di strumenti di Semantic Web e B.I. 2.0 adibiti a favorire l’espressione, la formalizzazione e l'organizzazione dei significati attribuiti al dato al fine di costruire l'informazione.
Personal Semantic Organizer nasce dall'esigenza di catturare i significati mnemonici, soggettivi ed emozionali che normalmente vengono associati ai dati e si evolve successivamente verso la gestione e il recupero della conoscenza in termini più generali.

Published in: Technology, Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
687
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Semantic Web & Business Intelligence 2.0
  • 2. Gli argomenti  Introduzione  Le esigenze  Focus  Il Framework  Architettura  Caratteristiche  Utilizzi possibili  Applicazioni possibili
  • 3. Personal Semantic Organizer Personal Semantic Organizer Acquisizione del è un framework dato per la costruzione di strumenti di Semantic Web e B.I. 2.0 Assegnazione del significato al dato adibiti a favorire l’espressione, la formalizzazione e Costruzione della conoscenza l'organizzazione dei significati Annotazioni attribuiti al dato al fine di costruire l'informazione
  • 4. Le esigenze identify source elicit engineer match add value use & benefit & store • Know domain technology La crescente mole di dati documents ura ge validate difficult to • Support informed decision making n co • Avoid da trattare richiede strumenti e communicate misunderstanding • Adhere to rules attraverso i quali poter • Conform to standards esprimere, memorizzare ed elaborare people • Fewer rework re y sto ltipl mu • Easier certification l’insieme di data te & • Use best practices • Avoid pitfalls rela son • Save time through associazioni mnemoniche soggettive conclusion emotion difficult to re a templates • Know product che di regola vengono attribuite ai dati activity or event observation express nta tion details • Find expert and per definire l’informazione. prese tyle &s consultants • Make better informer decision experience Personal Semantic Organizer è una piattaforma per la gestione dell’informazione
  • 5. identify source elicit engineer match add value use & benefit & store • Know domain technology • Support informed documents e validate decision making ou rag difficult to enc communicate • Avoid misunderstanding • Adhere to rules • Conform to standards people • Fewer rework re ly sto multip • Easier certification • Use best practices • Avoid pitfalls & data late n re so • Save time through conclusion rea templates emotion difficult to • Know product observation express details on • Find expert and activity or event en tati consultants p res style & • Make better informer decision experience
  • 6. La risposta Per rispondere alle esigenze è necessario disporre di strumenti in grado di: Esprimere in quanto mette a disposizione ri- meccanismi per la cattura e il collegamento di quegli "elementi" soggettivi come annotazioni, giudizi, opinioni e sensazioni associati a scritti, articoli, documenti, libri e quegli elementi che stimolano gli spunti riflessivi del lettore ri- Memorizzare in quanto dispone di meccanismi per la storicizzazione dei significati espressi nel corso del tempo e per renderli facilmente recuperabili e navigabili Elaborare i significati al fine di produrre nuova informazione
  • 7. Focus: la relazione Un elemento cardine della visione del Personal Semantic Organizer è quello della relazione. Le relazioni nel PSO sono tipizzate e caratterizzate dai protocolli definiti:  dai contesti della relazione  dai ruoli previsti nella relazione  dagli attori che vi partecipano
  • 8. Focus: la base dati semantica In una base dati semantica (BDS) il concetto di relazione semantica riveste un ruolo fondamentale nell'espressione dei significati in quanto contenuti nella tipizzazione e nella definizione dei ruoli rivestiti dagli elementi relazionati.
  • 9. PSO come framework Il Personal Semantic Organizer da semplice strumento per l’organizzazione informativa a framework per la gestione della conoscenza Non importa sapere una cosa ma sapere dove trovarla [U. Eco]
  • 10. PSO come framework il Personal Semantic Organizer è quindi un framework sul quale ideare, architettare e realizzare una suites di applicazioni generate "ad hoc" in funzione delle singole esigenze in linea con i nuovi paradigmi quali WEB 2.0 e BI 2.0. Personal Semantic Organizer come “strumento per la costruzione di strumenti”
  • 11. Overview architetturale Presentation (Graphical User Interface) Business Logic Applications JAVA CLIENT PSO COMPONENTS
  • 12. Caratteristiche  Il framework del Personal Semantic Organizer risulta essere estremamente agile e flessibile in una logica di integrazione non invasiva con i sistemi esistenti.  Con il framework del Personal Semantic Organizer si opera per integrazione e non per sostituzione il PSO si adatta bene alla Metodology per Project nella quale la progettualità è orientata non tanto all’adozione di uno strumento, quanto piuttosto all’individuazione o alla costruzione di applicativi più adeguati ai particolari requirements dell’organizzazione
  • 13. Cosa permette il framework Il Personal Semantic Organizer è un framework che permette all'utilizzatore:  la generazione di strutture dinamiche (sia in termini di entità che di relazioni) che rispecchino il proprio modo di esprimersi  la modifica delle strutture in modo del tutto dinamico, autonomo e non vincolante rispetto le strutture precedenti (backward compatibility)  la creazione di contenitori "logici" di strutture (chiamati Formats) per agevolare l'organizzazione concettuale degli elementi da esprimere  la creazione di BDS "tematiche" di elementi e relazioni semantiche con la possibilità di interconnessione tra gli elementi  il recupero dei significati espressi sia per i contenuti espressi, sia per i ruoli rivestiti dalle entità all'interno delle relazioni, sia per il tipo di relazioni esistenti tra elementi  l’indagine sull'evoluzione dell'informazione e della conoscenza attraverso un meccanismi che permettono di evidenziare l’evoluzione temporale degli elementi e delle relazioni  di disporre di una piattaforma di comunicazione sulla quale è possibile esprimere privatamente opinioni, giudizi e annotazioni sugli argomenti trattati, sulle persone coinvolte e sulle azioni da intraprendere.
  • 14. Come utilizzare il framework Il framework Personal Semantic Organizer è indicato ad applicazioni tipo:  Blocchi note semantici  Strumenti a supporto della gestione dell'informazione in ambiti operativi come la gestione delle relazioni con i clienti (CRM) o con i fornitori (SUPPLY Information Management CHAIN) Semantic Notes Brainstorming  Strumenti a supporto delle fasi di brainstorming Collaboration  Strumenti a supporto della gestione delle riunioni  Strumenti a supporto della gestione dei Learning Meeting progetti  Strumenti a supporto della formazione e lo studio  Strumenti per la comunicazione e la Conceptual Map Communication collaborazione in linea secondo i paradigmi WEB 2.0 Project Management  Strumenti per la creazione di mappe concettuali  Etc.
  • 15. In quali ambiti operare Prototipi dimostrativi costruiti sul Personal Semantic Organizer sono stati applicati in diversi ambiti:  assicurativo per catturare, gestire e recuperare gli elementi emozionali che sorgono durante un rapporto relazionale con i propri clienti e che permettono ai planner di migliorare la comunicazione con loro  commerciale per catturare, gestire e recuperare i significati presenti nelle informazioni ottenute e/o fornite dai clienti durante il loro rapporto con l’azienda agevolando la comprensione e delle loro esigenze e l’intercettazione delle tendenze comportamentali in atto  medico come strumento che permette di incrementare l’informazione e migliorare la comunicazione tra gli attori che vi operano riuscendo a catturare i significati assegnati alle patologie incontrate e a recuperare i percorsi medici e clinici effettuati dai medici nell’indagare e individuare le patologie nei propri pazienti  legale come strumento di cattura e di indagine degli eventi che possono coadiuvare gli avvocati nella comprensione e nell’individuazione delle strategie difensive più opportune  psicologico come strumento utile alla memorizzazione e alla comprensione dei comportamenti e degli eventi raccontati e alla ricostruzione dei percorsi cognitivi e psicologici effettuati con i pazienti
  • 16. Grazie per l’attenzione www.progettosinergia.it www.wooferframework.org/pso Business Intelligence 2.0