• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Gli effetti sono già visibili
 

Gli effetti sono già visibili

on

  • 318 views

 

Statistics

Views

Total Views
318
Views on SlideShare
294
Embed Views
24

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 24

http://www.pervinca.eu 18
http://www.progettopervinca.it 6

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Gli effetti sono già visibili Gli effetti sono già visibili Presentation Transcript

    • +2°C +1°C ? +3°C
    • Gli effetti sono già visibili L’estate del 2003 diventa la norma • Aumento di 0,7 °C nell’ultimo secolo. • Le temperature nel 2003 hanno superato di 2,3 °C la media estiva; Mai così caldo negli ultimi 1300 anni. se quindi la temperatura sale di 2 °C, queste estati saranno la norma. Siamo a meno di 1 °C dai livelli più alti da • In Europa aumento dei periodi di siccità, riduzione della quantità di un milione di anni. pioggia e mutamento della stagionalità delle precipitazioni. • Sulle Alpi sopra i 3000 metri il suolo è tenuto • Spostamento fascia subtropicale con conseguente aumento da due insieme dal permafrost. Una sua riduzione a sei settimane del periodo a rischio incendi in Europa, mentre in come nell’estate 2003 ha portato a grandi Nord Africa e Medio oriente rischio tutto l’anno. frane. • Fusione dei ghiacciai dell’Himalaya con molti laghi instabili dietro • Zone piovose si spostano a Nord. Rischi detriti morenici, con rischio di alluvioni devastanti. di gravi siccità. • Spostamento delle zone fertili e aride, aumento frequenza dei diluvi • Sempre più probabile il raggiungimento più intensi e riduzione delle piogge più leggere nei monsoni. del punto critico per la banchisa artica, che porterebbe allo scioglimento di 4 milioni di kmq nel giro di 10 anni. Nel settembre 2007 si è raggiunto il minimo storico, mentre nel settembre 2005 un’area delle dimensioni dell’Alaska si è dissolta. El Niño fenomeno permanente • Con lo spostamento delle zone umide al nord, In Africa si sposteranno anche malaria e dengue. • Dai Monsoni dipendono i raccolti del 60% della popolazione mondiale. Accentuata variabilità dei monsoni, con stagioni di siccità e stagioni di monsoni con piogge devastanti. • El Niño nel pieno del Pliocene, a quasi 3 °C in più di oggi, era un fenomeno permanente. Le conseguenze sono siccità da Amazzonia a Papua Nuova Guinea e Australia, minori piogge in Africa meridionale, Se agiamo oggi, in modo inverni molto più rigidi in Europa, stagione degli uragani più moderata deciso, stabilizzeremo in Atlantico, collasso del monsone indiano, con conseguente siccità. • L'Amazzonia subisce una progressiva desertificazione a causa della l’aumento di temperatura deforestazione, della diminuzione del regime dei fiumi e dell’aumento sotto ai 2 °C! di incendi.