Laboratorio di scrittura creativa
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Laboratorio di scrittura creativa

on

  • 1,245 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,245
Views on SlideShare
1,208
Embed Views
37

Actions

Likes
0
Downloads
12
Comments
0

1 Embed 37

http://progettolettura.wordpress.com 37

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Laboratorio di scrittura creativa Laboratorio di scrittura creativa Presentation Transcript

  • LABORATORIO DISCRITTURA CREATIVA
  • La descrizione
    La mimosa è …
  • La mimosa è il fiore che si regala il giorno della festa delle donne. E’ di colore giallo, le foglie sono morbide e uniformi. I fiorellini sbocciati sono morbidi, quelli che ancora non lo sono, al tatto sono più duri. La mimosa è profumata, ma non c’è sempre. Quando sboccia significa che inizia la primavera.
    Katia Monteleone
  • La mimosa ha delle piccole palline gialle e foglie verdi con la punta. Certi fiorellini sono sviluppati, mentre certi sono ancora “bimbi”. Quelli sviluppati stavano certamente di fronte al sole, mentre quelli piccolini, poverini, si vede che di sole non ne hanno potuto avere. La mimosa che ho in mano è un piccolo rametto, ma sembra già un “alberello”.
    Livio Sarig
  • La mimosa
    è di colore giallo
    con delle foglie ondulate
    di colore verde chiaro.
    I fiori che stanno sui rami
    possono essere
    chiusi o sbocciati;
    quelli aperti
    hanno un colore
    giallo intenso
    e invece quelli chiusi
    sono molto piccoli
    e di un colore
    più scuro.
  • Per me è il più bel fiore che spunti in primavera. Quando la mimosa sboccia, sembra che allontani tutte le paure e i pensieri che ci sono nelle persone, ma anche che rappresenti la sua bellezza
    aprendosi al mondo.
    Luigi Lo Bianco
  • La mimosa è un albero pieno di belle foglie verdi e un po’ corte; esse sono sostenute da un ramo né molto rigido e né molto moscio. I fiori sono piccoli e rotondi. A me questo fiore fa venire in mente l’uva, per via dei chicchi sostenuti da un ramo e i canarini per il colore giallo intenso. Il suo odore è intenso, forte e fa starnutire le persone allergiche.
    Alessandro Torcasio
  • La mimosa ha dei fiorellini gialli,
    delle foglie verdi e dei rametti
    sottilissimi, come le zampe
    di un ragno.
    Ha un odore intenso e particolare.
    Dove non arriva il Sole la mimosa
    non sboccia.
    Gianluca Rubino
    La mimosa mi fa venire in mente: la festa delle donne,
    la primavera e le lunghe giornate di sole.
    Stefania Lo Schiavo
  • La mimosa, che è il simbolo della primavera, mi fa venire in mente le caramelle al limone che mi regala mia nonna.
    Ilenia Ventrice
  • Quando tocchi i fiori della mimosa sembra di toccare delle piume morbide morbide.
    Domenico Pugliese
    La mimosa mi fa venire
    in mente il Sole.
    Anna Tomas
    La mimosa mette allegria
    e mi dà l’idea di dolcezza …
    Adriana Solano
  • Il raccontino
    Dal testo all’immagine
    e
    dall’immagine al testo
  • Animali a scuola.
  • Un giorno tre topi andarono a scuola.
    Il professore, supplente, era un grosso elefante.
    Passarono tranquillamente la prima e la seconda ora.
    Poi arrivò l’intervallo …
  • Ed ecco che i topi si scatenarono, presero i colori e sporcarono tutti i muri. Il professore elefante diceva strillando: “Smettetela”!
    Ma i topi non lo ascoltavano …
  • All’improvviso arrivò il Preside, che sospese, senza ascoltare ragioni, i tre topi monelli e l’’ordine fu ristabilito.
    Giuseppe Tulino
  • C’era una volta un elefante, che era il professore di tre topolini. I topolini erano molto dispettosi e così decisero di fargli un dispetto.
    Detto fatto! Durante l’ora di Arte decisero di spremergli addosso i tubetti dei colori.
  • L’elefante, arrabbiatissimo e anche triste, dopo avere urlato tanto mandò fuori dalla classe gli alunni indisciplinati.
    Alla fine, però, li perdonò perché voleva loro bene e perché i topi promisero di non farlo più.
    Ilenia Ventrice
  • Il delfino e il paguro
  • Un giorno Robin il delfino decise di esplorare il fondo del mare per uscire un po’, visto che stava sempre chiuso in casa. Quando si incamminò per il suo lungo viaggio incontrò sua cugina Marlen, una stella marina, e le chiese se poteva andare con lui ad esplorare il mare.
  • Proseguendo incontrò le sue amiche meduse, Alessia e Rossana e anche loro vollero seguirlo nel suo viaggio. Poi un paguro, di nascosto, si mise sotto il dorso di Robin che, dopo un po’, sentì pizzicarsi il ventre e si fermò.
  • Il paguro allora scese e ringraziò per il passaggio.
    Il delfino e i suoi amici rimasero stupiti, perché il paguro raccontò loro che lavorava in una fabbrica di cibo che uccideva delfini.
  • La polizia non faceva niente perché complice dei proprietari della fabbrica. Rimasero lì, stupiti, a guardarlo senza aprir bocca.
    Anna Tomas
  • Su di me
    Il mio carattere
    e
    il mio futuro …
  • Io sono una ragazza educata, socievole e interessata a tutto.
    Se io fossi un altro essere vivente sarei certamente
    una bella e colorata farfalla perché sono molto vivace.
    Da grande mi piacerebbe fare l’estetista.
    Katia Monteleone
  • Io sono un ragazzo molto
    movimentato, non sono timido per niente e da grande vorrei fare
    il batterista e divertirmi tanto mentre suono.
    Vorrei essere pure
    ricco ed avere una bella macchina, una di quelle che non ha nessuno.
    Giuseppe Tulino
  • Il mio carattere è difficile
    da descrivere perché varia di giorno in giorno senza
    alcun limite.
    Sono molto giocherellone
    ma anche movimentato e rido quasi sempre.
  • L’unico difetto che ho
    è di essere
    molto testardo con la mia
    famiglia
    e con i conoscenti
    ma anche quello
    di chiacchierare molto, disturbare il compagno accanto e la lezione a scuola.
  • Io da grande vorrei diventare meccanico
    della F1 e aiutare la Ferrari a vincere
    tutte le gare. Se non sarò adatto a questo lavoro,
    in futuro farò il semplice meccanico,
    che soddisfa la gente e diventa amico di tutti.
  • L’immagine che mi rappresenta meglioè quella di una torta al cioccolato, dolce ma allo stesso tempo un po’ dura.Luigi Lo Bianco
  • Lavori vari
  • Il compleanno della Repubblica Italiana
  • lo stemma
  • la legge costituzionale
  • La giustizia
  • La favola
  • La comunicazione
  • Docente prof.ssa Antonia Vecchio
    Tutor prof.sse Antonella Soda
    Mariangela Colaci