Favorire la comunicazione a scuola attraverso l’uso di una Social Networking Platform Cettina Allegra I.T.I. “S.Cannizzaro...
Perchè usare una Piattaforma di Social Networking a scuola? Social Network solo per fini didattici  o anche…?
I professionisti che lavorano nella scuola hanno  competenze , conoscenze ,  idee innovative  ed  esperienze  da condivide...
Le eMail  sono un canale, non una piattaforma. Possono gestire la comunicazione ufficiale, ma falliscono nella gestione de...
Navigazione intuitiva tramite, uso di tags Scrittura e accesso liberi Gestione di differenti tipologie di contenuti Serviz...
SchoolBook  è una piattaforma di Social Networking scolastica che reinterpreta in chiave Enterprise 2.0 le modalità di com...
 
 
Schoolbook
 
 
 
 
Grazie a Schoolbook quindi…
Connessione <ul><li>Si è fornita una c onnessione  ad una nuova forma </li></ul><ul><li>di conoscenza, </li></ul><ul><li>m...
Comunicazione
Community
Collaborazione
Considerazione
<ul><li>Etienne Wenger, tratte da una intervista inclusa nella postfazione al suo testo Comunità di pratiche: </li></ul><u...
DOMANDE? GRAZIE PER L’ATTENZIONE [email_address] www.cannizzaroct.org/socialnet
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Comunicazione sociale

314

Published on

Presentazione al convegno SIEL2011
In questo contributo verrà descritta l’esperienza di introduzione ed uso di una Social Networking
Platform a scuola. L’esperienza è stata usata nella scuola per creare coesione, discussione e per
organizzare la comunità scolastica.
Un efficace ambiente di apprendimento sociale all’interno di una organizzazione scolastica
consente di allargare ed arricchire l’accesso e la condivisione delle conoscenze, promuovere
processi di apprendimento individuale e collaborativo, valorizzare un approccio learner & social
centered.
Ma anche un utilizzo come intranet d’Istituto, un luogo per il coinvolgimento diffuso, la
collaborazione emergente, la condivisione della conoscenza e lo sviluppo e la valorizzazione di
reti sociali interne ed esterne alla scuola.

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
314
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Comunicazione sociale

  1. 1. Favorire la comunicazione a scuola attraverso l’uso di una Social Networking Platform Cettina Allegra I.T.I. “S.Cannizzaro” –CATANIA [email_address]
  2. 2. Perchè usare una Piattaforma di Social Networking a scuola? Social Network solo per fini didattici o anche…?
  3. 3. I professionisti che lavorano nella scuola hanno competenze , conoscenze , idee innovative ed esperienze da condividere… … ma difficilmente condivisibili e riconoscibili a causa della scarsa comunicazione interna. a scuola diversi tipi di professionalità
  4. 4. Le eMail sono un canale, non una piattaforma. Possono gestire la comunicazione ufficiale, ma falliscono nella gestione della conoscenza. Sono dispersive, ridondanti e poco strutturate. Anche chiedere alla redazione intranet di pubblicare la vostra domanda è una possibilità non percorribile. Non è così importante e universale. Inoltre la intranet è prevalentemente unidirezionale... Anche se esiste un’area riservata al vostro dipartimento, pubblicare lì la domanda potrebbe essere inutile …
  5. 5. Navigazione intuitiva tramite, uso di tags Scrittura e accesso liberi Gestione di differenti tipologie di contenuti Servizi Web 2.0 Approccio top-down Approccio bottom-up Sito scolastico Social network platform
  6. 6. SchoolBook è una piattaforma di Social Networking scolastica che reinterpreta in chiave Enterprise 2.0 le modalità di comunicazione e collaborazione interna Collaborazione Community comunicazione Considerazione Connessione
  7. 9. Schoolbook
  8. 14. Grazie a Schoolbook quindi…
  9. 15. Connessione <ul><li>Si è fornita una c onnessione ad una nuova forma </li></ul><ul><li>di conoscenza, </li></ul><ul><li>meno strutturata e più dinamica. </li></ul>
  10. 16. Comunicazione
  11. 17. Community
  12. 18. Collaborazione
  13. 19. Considerazione
  14. 20. <ul><li>Etienne Wenger, tratte da una intervista inclusa nella postfazione al suo testo Comunità di pratiche: </li></ul><ul><li>“ Tuttavia bisogna essere cauti sul significato effettivo dell’espressione “coltivare una comunità di pratica”. Il coltivatore crea le condizioni per cui la pianta può crescere. Ma è la pianta che fa il suo lavoro. Se sei un coltivatore, ti devi assicurare che la terra sia arata bene, che la pianta riceva abbastanza sole, che ci sia abbastanza acqua e così via. Ma non stiracchi le piante per farle crescere più in fretta. Non le tiri fuori per dare un’occhiata alle radici. Insomma le comunità sono delicate, esattamente come le piante – il tasso di mortalità delle comunità di pratica è molto alto – soprattutto quando sono coltivate artificialmente” </li></ul>
  15. 21. DOMANDE? GRAZIE PER L’ATTENZIONE [email_address] www.cannizzaroct.org/socialnet

×