Your SlideShare is downloading. ×
DSC - Lezione n.1
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

DSC - Lezione n.1

346
views

Published on

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
346
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La Scuola del Duomo Cecina 2 Aprile 2014 La Dottrina Sociale della Chiesa
  • 2. Il programma del corso: COMPENDIO DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA (2004) Capitolo secondo: missione della Chiesa e dottrina sociale Capitolo terzo: la persona umana e i suoi diritti Capitolo quarto: i principi della dottrina sociale della Chiesa Capitolo quinto: la famiglia cellula vitale della società Capitolo sesto: il lavoro umano Capitolo settimo: la vita economica Capitolo ottavo: la comunità politica Capitolo decimo: salvaguardare l'ambiente
  • 3. Le parole di Giovanni Paolo II nella Enciclica Centesimus Annus
  • 4. CHE COS’È ALLORA LA DSC? […] Quell’insegnamento dottrinale per il quale il Magistero della Chiesa, assistito dallo Spirito Santo, e sorretto al tempo stesso dai pareri dei teologi e degli specialisti delle scienze sociali, intende illuminare con la luce del Vangelo le vicende quotidiane degli uomini e delle donne nelle varie comunità di cui sono pare - dalla famiglia alla società internazionale. (Giovanni Paolo II, Omelia 1 gennaio 1991).
  • 5. COSA NON È DSC Non è una PROPOSTA TECNICA Non è semplice UTOPIA Non è una DOTTRINA FISSA La Chiesa cammina insieme a tutta l’umanità lungo le strade della storia. (CDSC, 18) La dottrina sociale ha di per sé il valore di uno strumento di evangelizzazione. (CDSC, 67)
  • 6. IL COMPITO DEL LAICO Il cristiano che trascura i suoi impegni temporali, trascura i suoi doveri verso il prossimo, anzi verso Dio stesso, e mette in pericolo la propria salvezza eterna. (Gaudium et Spes, 43) I fedeli laici devono testimoniare quei valori umani ed evangelici che sono intimamente connessi con l’attività politica stessa, come la libertà e la giustizia, la solidarietà, la dedizione fedele e disinteressata al bene di tutti, lo stile semplice di vita, l’amore preferenziale per i poveri e per gli ultimi. (Christifedeles laici , 42)
  • 7. IL COMPITO DEL LAICO Quali sono questi “impegni temporali” ? Il compito primario e immediato dei laici, posti in mezzo al mondo, non è l'istituzione e lo sviluppo della comunità ecclesiale ma il mondo vasto e complicato della politica, della realtà sociale, dell'economia; così pure della cultura, delle scienze e delle arti, della vita internazionale, degli strumenti della comunicazione sociale; ed anche di altre realtà particolarmente aperte all'evangelizzazione, quali l'amore, la famiglia, l'educazione dei bambini e degli adolescenti, il lavoro professionale, la sofferenza (Paolo VI, , Vangeli Nuntiandi n.70)
  • 8. L’AIUTO DELLA DSC L’amore cristiano spinge alla denuncia, alla proposta e all’impegno. (CDSC, 6) Il cristiano sa di poter trovare nella Dottrina Sociale della Chiesa i criteri di giudizio, i principi di riflessione,e le direttive d’azione per promuovere un umanesimo integrale e solidale. (CDSC, 7) Facciamo un esempio: I laici nei Social Network La Chiesa e internet Pontificio Consiglio per le comunicazioni sociali
  • 9. Dal Decalogo deriva un impegno che riguarda non solo ciò che concerne la fedeltà all'unico vero Dio, ma anche le relazioni sociali all'interno del popolo dell'Alleanza. (CDSC, 23) PENTATEUCO Storia politico-religiosa di un popolo LIBRI PROFETICI Condanna della corruzione politica e sociale SAPIENZIALI Consigli di giustizia sociale SALMI Preghiere al re “buon governatore” NUOVO TESTAMENTO
  • 10. 4 grandi insegnamenti della Rivelazione sull’uomo: L’uomo realizza se stesso nel rapporto con Dio La dignità della persona umana Carattere sociale dell’uomo L’attenzione per i poveri
  • 11. Con la sua dottrina sociale la Chiesa si propone di assistere l’uomo sul cammino di salvezza. (CDSC, 69) Con il suo insegnamento sociale la Chiesa intende annunciare e attualizzare il Vangelo nella complessa rete delle relazioni sociali. (CDSC, 62) La Chiesa ha il diritto di essere per l'uomo maestra di verità (CDSC, 70). Questo diritto è nel contempo un dovere, perché la Chiesa non vi può rinunciare senza smentire se stessa e la sua fedeltà a Cristo (CDSC,71).
  • 12. Ingerenza? Sì, ma solo quando fa comodo!
  • 13. LEONE XIII 1891
  • 14. PIO XI 1931
  • 15. Il tema della PACE della FAMIGLIA UMANA PIO XII I Radiomessaggi (dal 1942) GIOVANNI XXIII Pacem in terris (1963)
  • 16. CONCILIO VATICANO II (1962-1965)
  • 17. PAOLO VI 1967
  • 18. Laborem exercens (1981) Anniversario 90 anni dalla RN Unico tema: IL LAVORO Sollicitudo Rei Socialis (1987) Anniversario 20 anni PP Natura morale del vero SVILUPPO Centesimus Annus (1991): Anniversario 100 anni dalla RN Rilettura del tema del LAVORO e importanza della SOLIDARIETÁ Il Suo Magistero è alla base di tutta la DSC
  • 19. BENEDETTO XVI 2009
  • 20. IL PRIMATO DELLA PERSONA UMANA
  • 21. IL PRIMATO DELLA PERSONA UMANA Tutta la vita sociale è espressione della sua inconfondibile protagonista: la persona umana (CDSC, 106). “Credenti e non credenti sono generalmente d'accordo nel ritenere che tutto quanto esiste sulla terra deve essere riferito all’uomo, come suo centro e vertice” (Gaudium et Spes,12)
  • 22. IL PRIMATO DELLA PERSONA UMANA PERSONA UMANA «IMAGO DEI» Il principio della dignità della persona umana non sta in una convenzione internazionale come la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, per quanto sia importante la sua presenza in essa, ma ha un proprio FONDAMENTO BIBLICO:
  • 23. IL PRIMATO DELLA PERSONA UMANA L'uomo è stato creato da Dio come unità di anima e corpo (CDSC, 127).
  • 24. La persona è costitutivamente un essere sociale, perché così l'ha voluta Dio che l'ha creata (CDSC, 149). La persona non può essere finalizzata a progetti di carattere economico, sociale e politico (CDSC n. 133). Uomo è relazione IL PRIMATO DELLA PERSONA UMANA
  • 25. Il retto esercizio della libertà personale esige precise condizioni di ordine economico, sociale, giuridico, politico e culturale (CDSC, 137) . “Dio non fa preferenze di persone” (At 10,34) poiché tutti gli uomini hanno la stessa dignità di creature a Sua immagine e somiglianza (CDSC,144). LIBERTÁ IL PRIMATO DELLA PERSONA UMANA UGUAGLIANZA

×