Cuma “dritte” per una visita speciale Cuma è parte della nostra anima
Un ambiente e una natura speciali <ul><li>Nella Macchia mediterranea </li></ul><ul><ul><li>Leccio, cornioli, ginestre, aga...
Cuma <ul><li>Una sintesi della gita </li></ul><ul><li>Un po’ di storia </li></ul><ul><li>Gli elementi importanti da visita...
Cuma al tempo dei Romani <ul><li>Quando il Lago Lucrino  era un “signor lago” </li></ul><ul><li>Quando il monte Nuovo  dov...
Storia di Cuma / fondazione <ul><li>è tra le più antiche aree archeologiche d’Italia.  </li></ul><ul><li>Il luogo era già ...
Cuma / epoca greca <ul><li>Dell’Acropoli di Cuma restano ancora le mura greche, della fine del V sec. a.C. </li></ul><ul><...
La Storia di Cuma / romana <ul><li>Verso la fine della repubblica vive l’epoca del massimo splendore augusteo </li></ul><u...
La Storia di Cuma / decadenza <ul><li>Ma presto il porto di Pozzuoli diventa il principale per Roma (merci e grano) </li><...
Itinerario della visita <ul><li>Antro della Sibilla  </li></ul><ul><li>Crypta Romana, via Sacra </li></ul><ul><li>Tempio d...
Antro della Sibilla <ul><li>Il DROMOS (corridoio), di 130 m. </li></ul><ul><li>le 6 aperture </li></ul><ul><ul><li>A sinis...
Antro della Sibilla <ul><li>E’ un corridoio (“Dromos” ) lungo circa 135 m </li></ul><ul><li>opera a fini militari (accesso...
La leggenda della Sibilla <ul><li>Apollo si era innamorato di lei e le aveva offerto di realizzare qualunque desiderio </l...
I vaticini della Sibilla <ul><li>Erano scritti su foglie </li></ul><ul><li>Che venivano sparse dal vento </li></ul>andrai ...
La Sibilla nell’Eneide <ul><li>Insomma, è legata al culto di  Apollo   </li></ul><ul><li>ma anche a quello di un'antica de...
Crypta Romana <ul><li>Un tempo a livello del porto </li></ul><ul><li>collegava il porto di Cuma al porto Giulio, sul lago ...
Tempio di Apollo <ul><li>Epoca di fondazione: greca </li></ul><ul><ul><li>attribuito all’architetto Dedalo </li></ul></ul>...
Tempio di Giove <ul><li>Seguendo la via Sacra si giunge all’Acropoli </li></ul><ul><li>Conserva il Tempio di Giove, V sec....
Il Foro – le Terme <ul><li>edifici del Foro, costruito tra il II e il I sec. a.C.,  </li></ul><ul><li>Masseria del Gigante...
Arco Felice – le strade <ul><li>intagliato nel Monte Grillo,  </li></ul><ul><li>Collega Cuma con la  Domitiana   </li></ul...
Sguardo storico – linea del tempo <ul><li>1000 a.C – età del bronzo… </li></ul><ul><li>800 a.C – epoca greca </li></ul><ul...
L’Anfiteatro <ul><li>Cuma romana era una città importante, lo dimostra la presenza di questo grande anfiteatro, </li></ul>...
Ma lo sapevi che… <ul><li>L’ultimo re di Roma, Tarquinio il Superbo, visse i suoi ultimi anni in esilio a Cuma </li></ul><...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Visita al sito archeologico di Cuma

3,851
-1

Published on

Visita al sito archeologico di Cuma

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
3,851
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Visita al sito archeologico di Cuma

  1. 1. Cuma “dritte” per una visita speciale Cuma è parte della nostra anima
  2. 2. Un ambiente e una natura speciali <ul><li>Nella Macchia mediterranea </li></ul><ul><ul><li>Leccio, cornioli, ginestre, agavi, cespugli… </li></ul></ul><ul><li>Luogo ideale dal clima mite </li></ul><ul><li>In posizione strategica </li></ul><ul><li>Favorito dalla presenza del mare </li></ul><ul><ul><li>Che un tempo giungeva fin sotto la rupe </li></ul></ul><ul><li>Insomma… un incanto! </li></ul>
  3. 3. Cuma <ul><li>Una sintesi della gita </li></ul><ul><li>Un po’ di storia </li></ul><ul><li>Gli elementi importanti da visitare </li></ul><ul><li>Qualche leggenda </li></ul><ul><li>Qualche curiosità </li></ul><ul><li>… per non viaggiare con gli occhi chiusi </li></ul>
  4. 4. Cuma al tempo dei Romani <ul><li>Quando il Lago Lucrino era un “signor lago” </li></ul><ul><li>Quando il monte Nuovo doveva ancora nascere </li></ul>
  5. 5. Storia di Cuma / fondazione <ul><li>è tra le più antiche aree archeologiche d’Italia. </li></ul><ul><li>Il luogo era già abitato nell’Età del Ferro </li></ul><ul><li>probabilmente, fin dal periodo del Bronzo finale (XI-X sec. a.C.) </li></ul><ul><li>Una colonia viene fondata nell’VIII secolo a.C. da un gruppo di greci </li></ul><ul><li>Provenienti dalla Calcidia </li></ul><ul><ul><li>Passando per Ischia, troppo esposta ai terremoti </li></ul></ul><ul><li>È la più antica colonia greca in Italia </li></ul>
  6. 6. Cuma / epoca greca <ul><li>Dell’Acropoli di Cuma restano ancora le mura greche, della fine del V sec. a.C. </li></ul><ul><li>Il tempio di Apollo e di Giove </li></ul><ul><li>con rifacimenti successivi in epoca sannitica </li></ul><ul><li>È alleata degli Etruschi </li></ul><ul><li>Nel 421 a.C cade sotto i Campani </li></ul><ul><li>Poi viene conquistata da Roma </li></ul>
  7. 7. La Storia di Cuma / romana <ul><li>Verso la fine della repubblica vive l’epoca del massimo splendore augusteo </li></ul><ul><li>Tutto ruota intorno al Porto Giulio e alla flotta romana che qui trova riparo </li></ul><ul><li>Sotto la rocca troviamo la Cripta Romana </li></ul><ul><ul><li>Fortificazione militare navale e passaggio </li></ul></ul><ul><ul><li>Univa i porti di Cuma ai laghi Averno e Lucrino </li></ul></ul><ul><ul><li>Progetto del Canale di Nerone (Napoli <->Roma!) </li></ul></ul><ul><li>Nella pianura cresce la città, lo provano i resti di grandiose terme di età imperiale </li></ul><ul><li>il Foro, di recente esplorato </li></ul><ul><li>Un grande Anfiteatro (90 m) </li></ul><ul><li>Numerosi sepolcri di cittadini Greci e Romani </li></ul>
  8. 8. La Storia di Cuma / decadenza <ul><li>Ma presto il porto di Pozzuoli diventa il principale per Roma (merci e grano) </li></ul><ul><li>Dopo il III sec. d.C cresce l’importanza di Napoli </li></ul><ul><li>Cuma inizia a decadere anche perché il porto si rovina (si trasforma in palude) </li></ul><ul><li>Viene rioccupata in età bizantina durante la guerra greco-gotica (VI sec. d.C.) </li></ul><ul><li>Altra occupazione da parte dei ‘barbari in epoca longobarda (VII-VIII sec. d.C.), </li></ul><ul><li>Viene distrutta dai Saraceni (IX-X sec. d.C.) </li></ul><ul><li>Rimane un covo di pirati… e luogo da saccheggiare </li></ul><ul><li>Distrutta da una lega navale campana nel 1207 </li></ul>
  9. 9. Itinerario della visita <ul><li>Antro della Sibilla </li></ul><ul><li>Crypta Romana, via Sacra </li></ul><ul><li>Tempio di Apollo, Tempio di Giove </li></ul><ul><li>Il Foro con le terme </li></ul>
  10. 10. Antro della Sibilla <ul><li>Il DROMOS (corridoio), di 130 m. </li></ul><ul><li>le 6 aperture </li></ul><ul><ul><li>A sinistra </li></ul></ul><ul><ul><li>Cieche = cisterne, cimiteri cristiani </li></ul></ul><ul><ul><li>A destra, aperte </li></ul></ul><ul><ul><li>Per difesa (catapulte), aerazione, luce </li></ul></ul><ul><li>Alla fine la sala dell’Oracolo </li></ul>
  11. 11. Antro della Sibilla <ul><li>E’ un corridoio (“Dromos” ) lungo circa 135 m </li></ul><ul><li>opera a fini militari (accesso protetto al Porto Giulio) </li></ul><ul><li>2 fasi nella costruzione </li></ul><ul><ul><li>parte più antica (realizzata dagli Osci) è quella superiore sezione trapezoidale </li></ul></ul><ul><ul><li>In epoca augustea viene abbassato il livello si scava la parte inferiore a sez. rett. </li></ul></ul><ul><li>Lungo la parete destra 6 finestre a forma di trapezio </li></ul><ul><ul><li>Per il gioco delle luci sembrano raddoppiarsi </li></ul></ul><ul><li>Alla fine si giunge alla stanza degli oracoli. </li></ul><ul><li>tre vani: a croce latina con il corridoio </li></ul><ul><li>Qui risiedeva la Sibilla, figura misteriosa ed affascinante. </li></ul><ul><li>probabilmente donne sacerdotesse malate di epilessia (&quot;morbo sacro“) </li></ul><ul><li>Gli oracoli (le cose dette dalla Sibilla) erano incomprensibili </li></ul><ul><ul><li>forse perchè il linguaggio dei locali era sconosciuto ai greci e ai romani. </li></ul></ul>Scavo più recente Scavo più antico
  12. 12. La leggenda della Sibilla <ul><li>Apollo si era innamorato di lei e le aveva offerto di realizzare qualunque desiderio </li></ul><ul><li>Lei domandò allora di vivere tanti anni quanti erano i granelli di sabbia che poteva stringere nel pugno </li></ul><ul><li>Insomma, chiese l’immortalità ma non la giovinezza, così… </li></ul><ul><li>diventò tanto vecchia che non volle mai più farsi vedere in pubblico. </li></ul><ul><ul><li>In pratica le Sibille dovevano essere più di una </li></ul></ul><ul><ul><li>In questo modo i pellegrini avrebbero creduto alla sua straordinaria longevità </li></ul></ul>
  13. 13. I vaticini della Sibilla <ul><li>Erano scritti su foglie </li></ul><ul><li>Che venivano sparse dal vento </li></ul>andrai tornerai non morirai in guerra andrai tornerai non morirai in guerra
  14. 14. La Sibilla nell’Eneide <ul><li>Insomma, è legata al culto di Apollo </li></ul><ul><li>ma anche a quello di un'antica dea madre. E </li></ul><ul><li>Nel suo antro ispirata dalla divinità, trascriveva le sue profezie in versi, su foglie di palma. </li></ul><ul><li>In Virgilio , nel libro VI dell' Eneide , la Sibilla Cumana è il personaggio centrale, </li></ul><ul><li>con la doppia funzione di veggente e di guida di Enea nell'oltretomba </li></ul><ul><li>D’altra parte la porta degli Inferi era qui a due passi, nel lago Averno! </li></ul><ul><li>La cornice dell’Antro suggerisce un'immagine di paura ma allo stesso tempo di mistero </li></ul><ul><li>… ancora oggi! </li></ul>
  15. 15. Crypta Romana <ul><li>Un tempo a livello del porto </li></ul><ul><li>collegava il porto di Cuma al porto Giulio, sul lago Lucrino </li></ul><ul><li>Consentiva spostamenti sicuri e segreti dell’esercito </li></ul><ul><li>Faceva parte del sistema dei laghi Averno e Lucrino </li></ul><ul><ul><li>Con le altre gallerie di collegamento </li></ul></ul><ul><li>Qui c’era la flotta imperiale </li></ul>
  16. 16. Tempio di Apollo <ul><li>Epoca di fondazione: greca </li></ul><ul><ul><li>attribuito all’architetto Dedalo </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>proprio quello del famoso labirinto! </li></ul></ul></ul><ul><li>rifacimenti sannitici, e poi romani </li></ul><ul><li>Caratteristiche le colonne trilobate </li></ul><ul><ul><li>Fusione di 3 colonne in una </li></ul></ul><ul><li>poi nel V sec. diventa chiesa cristiana </li></ul><ul><ul><li>Lo dimostrano le piccole fosse nel pavimento usate come sepoltura </li></ul></ul>
  17. 17. Tempio di Giove <ul><li>Seguendo la via Sacra si giunge all’Acropoli </li></ul><ul><li>Conserva il Tempio di Giove, V sec. a. C., rifatto nel I sec. d.C. </li></ul><ul><li>Nel V sec. d.C. viene trasformato in basilica cristiana </li></ul><ul><ul><li>dedicata a s.Massimo </li></ul></ul><ul><ul><li>Conserva un battistero </li></ul></ul><ul><ul><li>Con i simbolici 7 gradini </li></ul></ul>
  18. 18. Il Foro – le Terme <ul><li>edifici del Foro, costruito tra il II e il I sec. a.C., </li></ul><ul><li>Masseria del Gigante, forse un impianto termale di età imperiale, e le Terme, del II secolo d.C. </li></ul><ul><li>il Capitolium, di epoca sannitica (IV-III sec. a.C.), poi ristrutturato dai Romani </li></ul><ul><li>I grandi busti marmorei qui rinvenuti (Giove, Demetra…) risalgono al I-II sec. d.C., </li></ul><ul><ul><li>sono ora al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. </li></ul></ul><ul><li>Sulla lato a sud ci sono resti di un Tempio con Portico </li></ul><ul><li>nella città bassa si vedono i resti dell’Anfiteatro risalente al II sec </li></ul>
  19. 19. Arco Felice – le strade <ul><li>intagliato nel Monte Grillo, </li></ul><ul><li>Collega Cuma con la Domitiana </li></ul><ul><ul><li>che porta a Roma o Pozzuoli e Napoli </li></ul></ul><ul><li>il lastricato in basalto è ancora oggi perfettamente conservato </li></ul><ul><li>Una leggenda dice che… </li></ul><ul><ul><li>chi passando sotto l’arco, </li></ul></ul><ul><ul><li>bacia la propria amata </li></ul></ul><ul><ul><li>sarà felice per tutta la vita  </li></ul></ul>
  20. 20. Sguardo storico – linea del tempo <ul><li>1000 a.C – età del bronzo… </li></ul><ul><li>800 a.C – epoca greca </li></ul><ul><li>400 a.C epoca sannitica </li></ul><ul><li>300 a.C – il foro </li></ul><ul><li>100 d.C – massimo sviluppo </li></ul><ul><li>500 d.C – decadenza </li></ul><ul><li>1200 d.C - abbandono </li></ul>
  21. 21. L’Anfiteatro <ul><li>Cuma romana era una città importante, lo dimostra la presenza di questo grande anfiteatro, </li></ul><ul><li>È ancora ben conservato e riconoscibile, ma non è stato ancora scavato; non è possibile visitarlo pubblicamente (è in una proprietà privata), ma si può vedere con Google.Maps </li></ul><ul><li>privo di sotterranei, simile a quello di Pompei e il minore di Pozzuoli; appartenendo al tipo più antico; va datato tra la fine del II sec. a.C. e l’inizio del I. </li></ul><ul><li>sfrutta sul lato nord, la pendenza naturale. La fila di archi su pilastri che si conserva è fondata direttamente sul terreno, </li></ul><ul><li>asse maggiore m. 90, orientamento nord-sud; </li></ul><ul><li>gradinate prive dei rivestimenti – anfiteatro semplice </li></ul><ul><li>la cavea è attualmente occupata da un frutteto </li></ul>
  22. 22. Ma lo sapevi che… <ul><li>L’ultimo re di Roma, Tarquinio il Superbo, visse i suoi ultimi anni in esilio a Cuma </li></ul><ul><li>Sembra che un famoso ed antico libro cristiano (il Pastore di Hermas) venne ispirato e scritto proprio qui </li></ul><ul><li>Il promontorio affacciato sul mare, durante la II Guerra mondiale fu usato come bunker per posizionare cannoni </li></ul><ul><li>E la storia dei calendari lunari??? </li></ul>

×